Home / ComeDonChisciotte / Escalation USA contro la Corea del Nord – Tutta una “Bufala”

Escalation USA contro la Corea del Nord – Tutta una “Bufala”

È solo distrazione di massa. Buttate la televisione giù dalla finestra!

Siamo ancora tutti sconvolti dal livello di leggerezza e di cinismo con cui, la scorsa settimana,  i media hanno fatto stringere il culo al mondo intero, che si è sentito qualcosa di duro poggiato dietro.

Non siamo ancora in guerra con la Corea del Nord, anche perché la grande flotilla americana che tutti avevano detto che stava all’ancora  al largo della Corea del Nord, si trovava, in realtà, lontana  3500 miglia.

Non è stato un errore del navigatore. Era solo una fiction che serviva per distrarre e per lasciare tutti, disperati e incollati alla televisione.  C’è qualche scusa per questo?

Come spiega  la  CNN :

Mentre la Casa Bianca parlava dell’invio di una “armada” navale  verso la penisola coreana, le navi in questione stavano andando nella direzione opposta, per partecipare a esercitazioni militari nell’Oceano Indiano, a circa 3.500 miglia di distanza. 

Un addetto dell’amministrazione ha ufficialmente ammesso che c’è stata una miscommunication tra Pentagono e Casa Bianca nel  riferire che la portaerei non stava facendo rotta verso il Mare del Giappone, conosciuto anche come il Mare Orientale, e che non stava andando a dare nessuna dimostrazione di forza alla Corea del Nord.

L’addetto dell’amministrazione ha detto che responsabile del frainteso è stata una mancanza di follow-up con i comandanti che sovrintendono ai movimenti della portaerei  USS Carl Vinson.

FERMI. RESTIAMO TUTTI FERMI.

Si trattava di una portaerei, mica di un appuntamento dal dentista!  Come si può  “miscommunicate- sbagliare” e non capire se una portaerei  sta in un posto, se non ci sta o se andrà da quella parte o da un’altra parte?

L’abbiamo già detto e lo ripetiamo: STANNO GIOCANDO con NOI. La  “Minaccia della Corea del Nord”  è solo una distrazione, una messa in scena teatrale,  tremendamente costosa.

Guardate, hanno anche dato a Mike Pence uno di quegli stupidi giubbotti con le maniche staccabili che si è messo quando era minacciato dalla Corea del Nord, perché navigava su una barca dalle parti dell’Indonesia:

E’ già abbastanza questo.  NO ?

 

Fonte : http://russia-insider.com

Link  : http://russia-insider.com/en/military/fake-us-escalation-north-korea-blamed-miscommunication/ri19644   19 apr. 2017

 

 Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte comedonchisciotte.org e l’autore della traduzione Bosque Primario

Pubblicato da Bosque Primario

  • Holodoc

    Trump sta combattendo una guerra… la guerra contro la disinformazione. E lo fa con la sola arma che gli resta: rispondere alle bugie con bugie.

    Loro dicono (senza prove) che è amico dei russi? E lui bombarda (per scherzo) gli alleati dei russi. Dicono che non difende la nazione dalla (finta) minaccia nord coreana? E lui minaccia (per finta) la Nord Corea.

    • Nicolass

      tu lo fai così intelligente e spregiudicato???… mha io qualche dubbio nel merito c’è l’ho

    • Cataldo

      Si, ma la propaganda si autoalimenta, e diventa difficile guidarla, e poi cosi starebbe sempre un passo indietro agli eventi, una posizione difensiva di riflesso, non certo un viatico adeguato ad inizio mandato. Ma il problema vero dal 2001 è sempre a monte: chi comanda in USA ?
      Più passa il tempo e più è attuale questa domanda, ci sono faglie che si allargano sempre più tra la propaganda, le azioni e dichiarazioni presidenziali e la realtà operativa sul terreno.

      • gianni

        Israele

  • zeppelin

    Beh… dov’è la bufala?
    Una flotta distante 3500 miglia è veramente AL LARGO della Corea…

  • graziano

    non si sa da che parte sta la disinformazione …se lassenza della portaerei nella zona designata…o il clamore creato attorno…tornando ai fatti nessuna delle due cose meritava neanche lo spazio di un trafiletto su un giornale scandalistico….tornando ai fatti le portaerei in zona hanno un valore di deterrente pari a 0 , e’ vero in caso di battaglie navali stile giappone quando le flotte non si vedevano avere la superiorita’ aerea era fondamentale…e anche contro obiettivi scarsamente difesi….ma in corea del nord dove potenzialmente ci potrebbero essere migliaia di missili con una gittata superiore anche all’autonomia degli aerei imbarcati e col rischio di scattenare i cani dormienti..francamente sono solo dei rischi inutili che si possono correre solo se le acque non sono agitate…non certo in un clima di rischio concreto di escalation

    • Cataldo

      La corea del nord non ha alcun missile antinave in grado si superare il raggio di azione di un aereo imbarcato, cosi come la difesa aerea nord coreana è di poco momento.

      • graziano

        sai i missili sono missili il fatto che siano molto sofisticati e’ un valore aggiunto ma non indispensabile per l’efficacia…ti ricordo che un exocet colpi’ inpunemente una fregata usa nella guerra iran iraq provocando 50 morti…non venirmimi a dire che un exocet era un missile sofisticato…non penso neanche fosse guidato…basta un missile con traettoria balistica se usato bene e la cina ha la capacita’ di fornire assistenza logistica perche’ possa arrivare a segno… e per il mezzo milione di morti persi nella prima guerra di corea direi con certezza che sicuramente darebbe tutto l’appoggio necessario alla corea del nord ..magari occulto ma di sicuro concreto ed efficace…come del resto ha fatto finora visto i lanciatori coreani stranamente stile russia/cina…..la corea del nord e’ l’arsenale di seconda mano di armi ex sovietiche non si sa se provenienti dalla cina o dalla russia….

        • Cataldo

          Nessun missile a guida inerziale e traiettoria balistica può attingere un bersaglio mobile come una unità navale che va a 30-60 km orari, tipo una portaerei in azione.
          Exocet era ed è molto sofisticato, ha un radar semiattivo coniugato ad un profilo seaskimming, con un minimo di onda si rileva solo quando è molto vicino, e prima tiene il radar spento, una bruttissima bestia.
          Il nord korea non ha assistenza militare diretta da parte della Cina su nulla di sostanziale per lo sviluppo missilistico, altri hanno lavorato all’arsenale nord coreano molto più attivamente di cinesi e russi, ma senza trasferire nulla di risolutivo. Se la nord korea avesse acquisito determinate capacità militari su lpiano missilistico avremmo visto ben altre politiche in corso.

          • graziano

            anche gli usa non sono intervenuti direttamente in siria ma di fatto i guerriglieri hanno stranamente risorse infinite e armi fintamente artigianali e missili anticarro usa modernissimi…chiaro che non potrebbe mai un tecnico andare in corea in nome e per conto della cina…ma il risultato finale parla chiaro…e definire l’exocet una brutta bestia mi sembra di sentir parlare di paperino. ti ricordo che un missile balistico non ha velocita subsonica come missili stile harpoon/ exocet…e una semplice guida satellitare o un radar remoto potrebbe egregiamente fare le veci della guida semi attiva degli exocet, che quindi diventerebbe un missile completamente passivo economico con guida da remoto rendendo il missile rudimentale e efficace allo stesso tempo

          • graziano

            e giusto che mi scordavo ai tempi dell’incidente al cacciatorpediniere usa era gia’ attivo l’aegis e le navi usa avrebbero dovuto essere immuni dagli exocet perche’ in grado di rilevare l’illuminazione radar del missile, avere la copertura dell’aegis, e le navi in grado di rilasciare falsi bersagli e per finire un difesa di punto ravvicinata costituita da cannoni a canne rotanti a controllo radar e completamente automatizzato….quindi diversi strati di sicurezza attiva/passiva….quindi dalla carta alla realta’ spesso le cose cambiano

          • Alessandro Farolfi

            Bene ora vallo a dire ai Cinesi con i loro DF/41 missili balistici a guida inerziale inizialmente e poi a guida radar(o satellitare)destinati proprio a colpire le task force navali USA portaerei comprese,ma se anche l’Iran possiede missili navali a medio raggio antinave vuoi che non li abbia la RDPdK?
            e poi x tagliare corto se non lo sai te lo dico io la Corea del nord,ha già lanciato in orbita finora almeno 3 satelliti,ebbene uno di questi sarà mica un satellite radar?
            Cataldo vedi di informarti un pò meglio prima di scrivere cazzate!
            ps
            comunque la tecnologia missilistica nord Coreana non sarà al top di gamma ma essendo parecchio sperimentata ha venduto una buona quantità di missili ad alcune nazioni con la relativa tecnologia(Iran,Iraq,in primis e parecchie altre)
            un saluto
            Alexfaro

          • Cataldo

            Se controlli in archivio ho scritto un articolo sulla home relativo al DF21, ed alle sue implicazioni strategiche, che rimane abbastanza utile anche oggi, magari potresti compulsarlo, per avere almeno dei termini di discussione ed entrare in argomento meglio.
            Sempre nel tentativo di diminuire il tasso di cazzate, cosa che auspichi.
            Seguo la missilistica almeno dalla guerra delle falkland, che ha visto l’exocet usato dagli argentini ridefinire la costruzione stessa delle unità navali, come fece lo stynx russo in medio oriente 20 anni prima.
            Il nord korea puo pensare di utilizzare in funzione antinave missili della classe del C802, che è, alla fin fine e derivato dall’exocet.
            Se si sottovalutano questi fatti non si sa bene di cosa sti sta parlando.
            Un conto è vendere motori di razzo o sparacchiare qualche decina di chli in orbita bassa, un’altra e fare un qualcosa come un DF21 o un Topol, non sono cose che si fanno con gli ucraini o gli israeliani o i mercenari sauditi o i pakistani, per intenderci, e sopratutto è molto difficile farlo di nascosto .
            PS
            graziano
            Tu puoi anche avere un AEGIS o un occhio divino che vede il missile, ma se lo fai quando è a solo 5000 metri devi avere qualcosa per fermarlo, per questo, da allora, sulle navi c’è una artiglieria apposita, radar servita, che agisce in quell’inviluppo le CIWS 😉

        • Tizio.8020

          No, “li han comprati su Internet” .

        • Pera Lozac

          6 milioni(sei) di cui 4 di civili

          • graziano

            queste distinzioni mi sembrano alquanto sopravvalutate…se ti danno un ak 47 un sc 70 o una postzione lanciamissili e 1000 euro per usarli fai svelto a diventare un militare poi li metti da parte e ridiventi un civile…. son solo giochetti da 4 soldi

  • mazzam

    Anche questo è utile affinchè si prenda atto che qui non si tratta della grande grandissima potenza mondiale… So solo ameregani…
    Arriverà il momento che saranno dimenticati. Una secondaria provincia del mondo che le nazioni davvero evolute guarderanno con compassione…

    • gianni

      Servira’ annientarla l’ america

  • Servus

    Si’, ma ora l’invincibile armada ha fatto rotta “per davvero” verso la Corea del Nord!

    Nel frattempo un satellite conferma che nel sito nucleare della Corea i soldati “giocano a pallavolo”, in attesa che l’armata USA percorra le 3500 miglia (5600 km), con arrivo previsto per il 25/4.

  • GioCo

    Le cortine fumogene si sollevano più fitte per evitare la visibilità per quell’ovvio che non si deve vedere, pena la necessità di sollevare la cortina oltre l’asticella della guerra a bassa intensità. Non che non ci siano stati prevedibilissimi preparativi, siamo all’ABC della strategia militare, ma è altrettanto ovvio che c’è troppo da perdere per tutti e quindi il tentativo è di evitare a tutti o costi la “soluzione estrema”.

    Ora, c’è l’evdenza che l’ovvio non è facile da nascondere con i metodi classici, perchè le stime sono state un “pochino” sbagliate. Ma si sa, se sbagli una misura lineare l’errore è accettabile, ma se sbagli una misura angolare, è la distanza che ti frega: pochi millesimi di grado possono diventare errori di molti milioni di chilometri sulle distanze stellari.
    Le equazioni probabilistiche hanno fattori d’errore simili a quelli angolari. La dimenticanza di una variabile o un errore sulla sua variazione, può cambiare radicalmente tutto il quadro previsionale anche dopo pochi anni.

    Sto cercando di capire da giorni se una di queste variabili sta in antartide. Potrebbe essere, nel caso, tenetevi forte e allacciate le cinture che le novità sono interessanti … del tipo che la possibilità che la geoingneria provochi un rovisciamento dei poli magnetici “involontario” è stata sottostimata. Forte, eh? :))

  • gianni

    Distrarre per nascondere cosa ??

  • Gianfranco Attanasio

    Vorrei solo far notare come gli USA se la prendano SEMPRE con stati socialisti, comunisti o ibridi dei due. Serbia: socialista autogestita. Irak: partito Baath socialista panarabo. Siria: idem. Libia: socialismo dei consigli della Jamayria ( https://it.wikipedia.org/wiki/Gran_Giamahiria_Araba_Libica_Popolare_Socialista ). Yemen: meta’ era filoUrss fino agli anni ’90. Afghanistan: socialismo nazionale di Najibullah ( Repubblica Democratica Popolare: https://it.wikipedia.org/wiki/Mohammad_Najibullah ). Eccetera eccetera…dal Cile all’Argentina, dal Sud-est asiatico a…Cina ? Corea ? Di fatto quest’ultimo e’ l’unico stato comunista sopravissuto al trionfo della c.d. ‘economia di mercato’, ovvero al capitalismo occidentale come lo intende la ‘mosca cocchiera’. E’ dunque chiaro che gli USA spasimino per liquidarlo, come e’ chiaro che riuscendoci destabilizzano ideologicamente la Cina, oggi ‘socialista’ solo perche’ il PCC e’ al potere indisturbato da decenni e non per altro. Due piccioni con una fava, come si suol dire: ma la caduta della Corea farebbe precipitare la Cina in una contraddizione enorme tra Partito, apparato militare e societa’ civile. Deja’ vu, non credete ?

    • Gino2

      non ricordo in quale documentario (probabilmente era “Terrorismo made in USA” del buon Barnard (se non lo avete visto va assolutamente visto anche solo per la quantità di documenti originali che dicono spesso piu di mille parole) ) Nixon a proposito di qualche guerra da qualche parte diceva che il problema del comunismo è che funziona.
      Comunismo non deve essere inteso come sinonimo di dittatura e povertà ma come semplice idea di una comunità dove l’equilibrio tra “pardoni” e “operai” viene mantenuto dallo Stato ovvero il popolo unito.
      Per quanto utopistico e soggetto a storture, i paesi comunisti hanno sanità e istruzione gratis (Cuba con tutto l’embargo durato 60 anni ha avuto sanità gratis tra i livelli piu alti al mondo e la Corea chechè si dica non è un paese povero) e il loro unico problema è doversi proteggere dallinvasione del capitalismo che arriva sotto forma di destabilizzazione degli equilibri del paese e sotto forma di destabilizzazione dei governi e dell’ opinione pubblica che costinge i governanti a chiudersi in regime per evitare le infiltrazioni delle varie open sosciety pro democracy etcetcetc che mirano a sovvertire l’ordine per poi entrare con il modello economico capitalista.

      Nel documentario che cito all’inizio del post si evince come i “capitalisti” non esitarono a sterminare milioni (MILIONI) di indonesiani per esportare la “democrazia” …..

  • Sepp

    Seguite il consiglio con cui inizia l’articolo.