Home / Notizie dall'Italia / Cronaca italiana

Cronaca italiana

DI NATALINO BALASSO

facebook.com

Vengo a sapere di un progetto del 1958 denominato A119. Gli Stati Uniti volevano fare esplodere una bomba nucleare sulla Luna per creare una scia luminosa visibile dalla Terra.
Dal che si deduce che la specie umana è fondamentalmente cretina.

Ho letto alcune delle minacce alla consigliera Mosco di Padova dopo che era stata critica sulla scelta del Comune di ospitare un concerto di Fabri Fibra per la notte di Capodanno. Per carità, tutto può essere discutibile nella presa di posizione un po’ moralista della consigliera, ma, a parte l’evidente disturbo mentale di chi scrive queste cose, io se fossi in Fibra mi spaventerei di avere fan così idioti.

Ho seguito le vicende di un truffatore che agiva a Schio e dintorni. Proponeva a negozi e saloni di comprare una borsa di suoi prodotti per pochi soldi, causa chiusura azienda. Poi, mentre faceva provare ai titolari (spesso donne) i suoi profumi, spruzzava sulla faccia dell’interlocutore un’essenza che si è scoperto essere stordente. Una sostanza che annulla la volontà, per cui ti trovi a comprare cazzate da due spiccioli per 3-400 euro. Quando torni in te ti accorgi dell’assurda cifra che hai volontariamente consegnato al truffatore, ma è troppo tardi.
Ripenso ai soldi che ho buttato nella mia vita per comprare stronzate davvero inutili. Che sia una sostanza che gira da decenni?

Volevo dirvi che Lucio può tornare a casa. Lucio è un procione sequestrato dal tribunale di Milano a una donna ucraina. In Ucraina i procioni sono considerati animali domestici, la donna dice di averlo salvato e che la sua vicinanza la consola ripensando ai maltrattamenti che lei ha subìto. La cosa certa è che l’ha acquistato e regolarmente microchippato. E niente, adesso può tornare a casa. Bentornato Lucio!

A Vicenza muore il cane antidroga dei vigili urbani e gli spacciatori di zona fanno avere questo biglietto ai vigili:
«Saremo criminali, spacciatori, delinquenti ma anche noi abbiamo sentimenti. Un cane non può avere alcuna colpa e quello che è successo dispiace pure a noi. Magari avete pensato che avessimo stappato una bottiglia ma non è cosi. Ciao, auguri, buona caccia. Ciao Rocky». Per far capire che il biglietto era vero e sentito, gli spacciatori hanno inserito a mo’ di firma una bustina di hashish e marijuana. Il lato sentimentale della vita di strada, raccontato in modo sintatticamente corretto.

Tik Tok, la piattaforma preferita dai giovanissimi, è di proprietà cinese. Avrete sentito tutti la storia di Feroza, la ragazza musulmana che abita in America e che ha denunciato l’oppressione dei musulmani in Cina, con un finto tutorial per allungare le ciglia. Il suo account è stato chiuso, lei ne ha parlato su twitter e il suo account è stato riaperto. Il governo cinese controlla con astuzia, talvolta gli capitano di questi scivoloni, ma nessuno ha creduto alla spiegazione che l’account sia stato chiuso per errore.

Pare che sia stato finalmente arrestato il lanciatore seriale di escrementi. Faccio già fatica a capire cosa sia un lanciatore occasionale di escrementi, ma seriale poi!
Il Fatto Quotidiano puntualizza che “prima di colpire, sorrideva alle sue vittime”. Non solo seriale, anche cordiale.

I totem informativi di Santa Margherita Ligure iniziano a trasmettere video porno. Non so se i mutanti cibernetici siano già tra noi, ma trasmettere quei video è comunque un modo per informare.

Un 20enne di Roma vince i campionati mondiali di memoria. Ora, non ricordo come si chiama, io non ho mai vinto.

In America, dopo 20 anni di ricerche e 10 milioni di dollari investiti, e poi licenze, e un brevetto che impedisce di coltivare fuori dai confini di Washington, è stata messa a punto una mela che può durare anche un anno in frigorifero. Ora, se tu tieni in frigo delle mele per un anno, vuol dire che le mele non le mangi, che cazzo le compri a fare?! Americani, io continuo a prendere le mele in Trentino, o in Veneto o in Emilia Romagna, non durano un anno ma non vanno a male, perché le mangio, cazzo! E in più conosco la magica opzione degli antichi: la mela cotta; grazie comunque per il pensiero.

Ma porca vacca, prendete un po’ di Nutella se vi piace e spalmatela su un cazzo di biscotto! E che ci vuole?! Va ben tutto, ma comprare ste stronzate al mercato nero dopo tutte le ricerche sulla glicemia delle merendine. Eccheccazzo!

Va ben le sardine, va ben tutto, ma non c’eravamo liberati degli Inti Illimani?

Se a Bologna vedete qualcuno che dorme per strada di pomeriggio-sera, ed è in difficoltà, scrivete a [email protected] e segnalate la cosa indicando la via e il numero, verranno dei volontari a prelevare la persona e a portarla in un centro in via Albani. A Bologna dal 1 dicembre al 15 marzo è possibile dare un pasto caldo e un letto a chi ne ha bisogno.

Natalino Balasso

Fonte: www.facebook.com

Link

2.12.2019

Pubblicato da Davide

Lascia un commento