WICKEDPEDIA: IL LATO OSCURO DI WIKIPEDIA

DI STEVE J. VAUGHAN
zdnet.com


Dietro le quinte del sito internet, le voci di Wikipedia sono manipolate per denaro, scritte e redatte da persone inadeguate, mentre i veri esperti vengono completamente esclusi.

Wikipedia, sempre meno affidabile ogni giorno che passa

Fate una ricerca sul web di qualsiasi prodotto famoso, o evento, società, persona, qualsiasi cosa. Qual è il primo sito che appare? Quasi certamente è Wikipedia (1). O bene o male, la gente dà per scontato che quello che dice Wikipedia è vangelo. Che follia. Ora però sembra che alcuni di quelli che scrivono e redigono le voci del sito, lo fanno per denaro e per proprio personale interesse.

Come scrive Violet Blue, due Insider di Wikipedia, Roger Bamkin e Max Klein, hanno ammesso di aver scritto e redatto articoli per Wikipedia dietro compenso da parte di veri e propri clienti. (2)

I fatti sono a dir poco terribili. Ecco che salta fuori la società di consulenza di Klein Untrikiwiki (3) e dice: “Un buon articolo di Wikipedia è un SEO impagabile (search engine optimizer): è praticamente garantito che diventi uno dei primi tre link elencati su Google.

E’ strano però che questo vantaggio di scrivere per Wikipedia sia fortemente sottoutilizzato; questo dipende dalla mancanza di esperienza nel settore. …NOI ABBIAMO L’ESPERIENZA NECESSARIA per navigare nell’intricato labirinto che circonda il “conflitto d’interesse” nell’editing di Wikipedia. Con più di otto anni d’esperienza, più di 10.000 voci redatte, e collegamenti con numerosissime community della rete, offriamo servizi Wikipedia impareggiabili”.

Oh, sì! E’ proprio così che parla un redattore di Wikipedia, mica uno scemo qualunque!
Fin da quando venne fuori lo scandalo, Klein ha tentato ogni modo per sviluppare il suo business (4), “Non abbiamo mai redatto una sola voce per la quale esisteva un conflitto d’interessi in Wikipedia – mai. Anche se abbiamo pubblicizzato tale servizio, non lo abbiamo fatto in modo aggressivo – e non abbiamo mai accettato clienti interessati a sfruttare Wikipedia”. Quindi, Klein pubblicizza A LETTERE MAIUSCOLE, in perfetto stile “spam”, ma non l’ha mai fatto? Hmm, interessante.

E continua, “Noi crediamo, fermamente, che non ci sia niente di scorretto nell’accettare impegni redditizi collegati al lavoro di composizione delle voci di Wikipedia, a patto che siano impostati in modo trasparente ed etico.” Forse Jimmy Wales, fondatore di Wikipedia, non sarebbe tanto d’accordo: nel 2009 Wales scrisse che “ Non sono d’accordo che si possa creare un servizio commerciale legato all’editing, all’amministrazione e gestione delle voci di Wikipedia, ecc.” (5) Personalmente, bloccherei qualsiasi iniziativa del genere.

Bamkin si dimise dalla posizione di Fiduciario UK Wikimedia (6) . Klein però è ancora definito un “Wikipediano” (7) per la OCLC Research (8). Nei forum di discussione di Wikipedia (9), continua il conflitto interno se le loro azioni debbano o meno essere condannate, o se le accuse vadano o meno viste come ingiusti attacchi da esterni. Il semplice fatto che gli insider di Wikipedia non sono in grado di visualizzare il problema la dice lunga…

Per anni, Wikipedia è stata tirata in ballo in scandali legati alla sua affidabilità e trasparenza. Il peggiore esempio, prima dell’attuale scandalo, fu quando venne fuori che un dipendente e amministratore del sito Wikipedia chiamato Essjay (10), autodefinitosi “emerito professore di religione in un’università privata, con tanto di Ph.D. in teologia e diritto canonico”, non era che un semplice diplomato. Wales all’inizio tentò di difenderlo, ma alla fine prese le distanze.

A parte gli scandali, la particolare combinazione di autocompiacimento, virtuosismo e tuttologia di Wikipedia ha sempre finito con il negare agli esperti esterni di scrivere e redigere le sue voci. L’esempio più lampante è stato quando i redattori di Wikipedia non corressero una voce riguardante un’opera del famoso autore Americano Philip Roth, quando questo stesso fece notare un errore.

In un articolo del New Yorker Roth spiegò (11) che aveva più volte chiesto di rimuovere un’affermazione errata sul suo romanzo “La Macchia Umana”. Sentiamo dallo stesso Roth cosa successe dopo:

“Quando ho ufficialmente chiesto a Wikipedia, attraverso un interlocutore ufficiale, di rimuovere le affermazioni erronee, l’Amministratore Britannico di Wikipedia rispose al mio interlocutore, in una lettera del 20 agosto scorso indirizzata a lui, che io, Roth, non ero una fonte attendibile: “Comprendo il suo punto di vista che l’autore sia la fonte più autorevole sui propri lavori” scrisse l’Amministratore di Wikipedia, “ma noi abbiamo bisogno di fonti diverse”.

Ed eccola là, Wikipedia, in tutto il suo splendore. Lambita dalla corruzione, con impiegati che dicono il falso, eppure così sicura della propria correttezza che non ha bisogno di ascoltare i veri esperti.

Bambini! Ragazzi! Continuate pure a fare ricerche sballate utilizzando Wikipedia!

Steve J. Vaughan
Fonte: www.zdnet.com
Link: http://www.zdnet.com/wickedpedia-the-dark-side-of-wikipedia-7000004731/
25.10.2012

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di SKONCERTATA63

NOTE

1) http://en.wikipedia.org/wiki/Main_Page
2) http://en.wikipedia.org/wiki/Main_Page
3) http://en.wikipedia.org/wiki/Main_Page
4) http://untrikiwiki.com/explanation-to-allegations-of-misuse-of-position-and-paid-editing/
5)
http://en.wikipedia.org

6) http://news.cnet.com

7) http://en.wikipedia.org/wiki/User:Maximilianklein
8) http://www.oclc.org/research.html
9) http://en.wikipedia.org/wiki/User_talk:Jimbo_Wales#Report_on_CNET
10) http://www.newyorker.com/archive/2006/07/31/060731fa_fact#editorsnote
11)
www.newyorker.com/online

0 0 voti
Valuta l'articolo
28 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Kvas
Kvas
31 Ottobre 2012 , 6:58 6:58

Cazzate.
E scusate il francesismo.
Su wikipedia TUTTI possono scrivere, sempre. Quindi non ci si rivolge a wikipedia per correggere un articolo, ma ci si rivolge agli altri utenti. Come? Con lo spam (o anacronisticamente parlando, passaparola) Faccio redigere l’articolo da utenti esterni, spargo la voce, fino a che le correzioni, di chi è veramente interessato all’articolo in questione, non verranno più erroneamente riportate.
Se poi wikipedia riuscirà a bloccare tutti gli ip di tutti gli utenti, bhé allora, altro che ricerche scolastiche….

Truman
31 Ottobre 2012 , 7:56 7:56

Aggiungo qui un interessante post di mincuo nei forum (https://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=53066 ): Oggetto: Censura. Google e Wikipedia, su richiesta di Truman Premetto che Google e Wikipedia sono le due cose di gran lunga più libere e che usandoli bene si può trovare moltissimo. Tuttavia usano anche loro censura e indottrinamento (e a mio avviso su pressione della lobby, più che per volontà loro, anche se pure Google e Wiki sono sempre proprietà della lobby). Ci sono varie forme di censura, e naturalmente lo sono su argomenti “sensibili” non certo sulla squadra dii calcio. In particolare, ma non solo, tutti quelli che riguardano gli Ebrei, e che non siano per acclararne l’unico ruolo di vittime, perseguitati, o benefattori dell’umanità. E anche quelli che non riguardano loro ma che vogliano dare un’immagine a senso unico di determinati periodi, o vicende, o nasconderne altre. Vediamo alcuni esempi e tipologie. (Premetto che cerco di avere la mano leggera). 1) LA CENSURA DIRETTA: Ad esempio su filmati, a decine. Risulterà “la pagina cercata non è disponibile” oppure “questo video non è consentito nel tuo Paese” ecc… Prendiamo questo: http://www.youtube.com/user/RTVNederland [www.youtube.com] Di cosa mai si tratta di terribile? Di una serie di footages storici dell’Olanda sotto occupazione… Leggi tutto »

cardisem
cardisem
31 Ottobre 2012 , 8:57 8:57

Non sono cazzate. Ne ho fatta personale esperienza e da allora guardo con sospetto ogni voce di Wiipedia… Possono scrivere “tutti”? Dipende da quello che scrivi e ti lasciano scrivere…

Kvas
Kvas
31 Ottobre 2012 , 8:58 8:58

Ripeto. Se ti chiudono il tuo di IP ma ci scrivono altre migliaia di persone da altri 1000 IP diversi. Mi vuoi far credere che li chiudono tutti? E se io mi cambio l’ip? e se uso un anonimyzer? Fin tanto che sarà possibile la modifica degli articoli, chiunque potrà sempre metterci mano

Aironeblu
Aironeblu
31 Ottobre 2012 , 9:38 9:38

Un post veramente interessante, la messa in scena di un altro capitolo di Orwell, che non era un profeta, ma uno a conoscenza di molte cose che riguardavano i piani alti.

Aironeblu
Aironeblu
31 Ottobre 2012 , 9:40 9:40

Leggi il post di Mincuo riportato da Truman qui sotto.

haward
haward
31 Ottobre 2012 , 10:20 10:20

Lavoro encomiabile ed appassionato. E’ proprio dalla consapevolezza di essere, ad ogni livello, manipolati ed ingannati, che può nascere, se mai ci sarà, la ribellione nei confronti di questa oppressione che sta divorando il mondo intero.

cardisem
cardisem
31 Ottobre 2012 , 11:25 11:25

Non ti seguo in questi tecnicismi. Ti ripeto: posso documentare quello sopra scritto per esperienza personale. Poiché tuttavia avevo molto da fare, non avevo neppure interesse ad insistere per offrire “gratuitamente” una qualificata collaborazione come poteva essere la mia… Ho pure detto di conoscere in mestiere avendo lavorato per anni una importante Enciclopedia… L’«amministratore» doveva poi essere un “cazzone”… Ed ho anche notato una infiltrazione sionista. Mi sono accorto poi nella redazione di alcune voci di come alcune di esse era “propagandistiche” quasi in tempo reale… Un episodio del pomeriggio che già diventava oggetto di “Enciclopedia”… Censura e blocco delle voci non gradite, ed inserimento di quelle gradite e propagandistiche… Mi sono fatto da allora l’idea che la Wikipedia (italiana) è un covo di sionisti… e da allora tratto con molto sufficienza questa fonte di informazione: anni di nascita, luoghi geografici e simili, ma non tengo IN NESSUN CONTO quello che può essere un giudizio critico o qualcosa che bisogna verificare su ben altre fonti.

cardisem
cardisem
31 Ottobre 2012 , 11:38 11:38

Confermo, confermo, confermo la mia esperienza personale di cui ho detto sopra in calce al primo commento. In un primo tempo ero incazzato, e mi sentivo solo, e non sapevo come reagire. Ma adesso penso di fare cosa utile dando la “testimonianza” personale du un caso simile a me successo: censura per un verso e propaganda per l’altra. Sto leggendo il libro di Gilad Atzmon, dove si parla della rete dei “sayanim”: un esercito di milioni di persone sparse per il mondo, in ogni luogo, ed anche in Wikipedia.

Truman
31 Ottobre 2012 , 11:46 11:46

C’è una voglia di assoluto nei lettori della rete, che mi appare ingenua. Si fanno prima un’idea di wikipedia come enciclopedia libera (più cerco di capire il significato di “libera” e meno riesco a trovarlo) e poi partono sparati con le critiche a ciò che non va. Vorrebbero trovare con facilità informazione affidabile, gratuita e aggiornata. Certo sarebbe comodo. Ma tutto ciò che è comodo tende ad essere superficiale. Nel merito, wikipedia è una struttura molto complessa ed in continua evoluzione, che (come fa notare mincuo) ha fatto e fa cose eccellenti sul web. Però scrive chiaramente che non garantisce i contenuti. Il fatto che invece molti la usano tranquillamente dimostra che in una quantità soprendentemente alta di casi i contenuti sono abbastanza validi. Resta il fatto che il lettore dovrebbe avere un’idea di cosa sta leggendo e dovrebbe essere in grado di apprezzare errori vistosi, che possono capitare per motivi vari. Ci sono poi tutte le voci legate all’attualità che sono sensibili a infiltrazioni di organizzazioni. Il fatto è noto agli amministratori di wikipedia, che hanno sviluppato diversi strumenti per mantenere abbastanza basso l’effetto di infiltrazioni. Però dove c’è un forte potere dietro ci sono anche autocensure dei redattori… Leggi tutto »

Tanita
Tanita
31 Ottobre 2012 , 12:27 12:27

Usare queste fonti come riferimento é una follia, come pure lo é leggere i mainstream. Una follia o la scelta consapevole di continuare a credere le “veritá” del Sistema. E cosí va il mondo, le bombe cadono, nuovi ordigni distruttivi sono sottoposti a prova nei poveri paesi bombardati ormai senza giustificazione alcuna, dove la vita della gente non vale niente, non é niente, come non lo sono le aziende, il lavoro e i beni degli europei e persino di buona parte degli americani, tutti saccheggati con lo stesso modus operandi. E va l’Umanitá, cieca, sorda, muta, nuotando in un magma schifoso dentro il quale ognuto riesce finalmente a far scaturire il peggio di se stesso. Avranno ragione la Rockefeller Foundation, Bill Gates e compagnia bella: la maggior parte della gente, forse, non merita di vivere, compresi loro. La Terra é infestata di parassiti universali. Magari un giorno deciderá di scrollarci di dosso. Intanto in Argentina suonano ogni volta meglio le piú di 200 orchestre giovanili integrate da ragazzini che sono stati riscattati attraverso la musica dalla loro situazione di grande vulnerabilitá. C’é da ascoltarli… http://www.youtube.com/watch?v=su0APEiB-Dg&feature=related http://www.youtube.com/watch?v=AeEEFb7H3z8&feature=related http://www.youtube.com/watch?v=osbXzY7iyDQ&feature=relmfu http://www.cultura.gov.ar/programas/?info=detalle&id=12&idi=26 E in Venezuela: http://www.fesnojiv.gob.ve/ A nord suonano le bombe, nel Sudamerica, le… Leggi tutto »

cardisem
cardisem
31 Ottobre 2012 , 13:07 13:07

“Personalmente su voci come NATO, ONU, Israele, mi fido poco di wikipedia e non ho voglia di fare risse verbali per piccoli miglioramenti.”…

Infatti, io non ho fatto risse… mi sono limitato a mandarli in quel luogo… Continuo ad usare Wikipedia con cautela e quando esiste una fonte alternativa preferisco quest’ultima.

mincuo
mincuo
31 Ottobre 2012 , 16:36 16:36

Io ero un pò dubbioso a fare quel post. E ho tenuto anche la mano leggera, per quanto possibile, ma dovendo pure fare qualche esempio, è ovvio che l’esempio non si può fare sulla “mela” o sulla “cipolla” che non sono argomenti sensibili.
Ho iniziato poi dicendo subito due cose: la prima che Google e Wiki restano comunque le due cose più libere, e la seconda che uno può trovare davvero moltissimo.
E’ molto difficile parlare oggi alle persone, e non per colpa loro, purtroppo inconsciamente sono educati fin ad piccoli a passare da un estremo all’altro, ed è voluto questo.
E’ come nei film, che poi è parte ormai della cultura prevalente: il cattivo è cattivissmo, e il buono è buonissimo.

Biecoblu
Biecoblu
31 Ottobre 2012 , 17:03 17:03

Tempo fa provai semplicemente a linkare, alla pagina di Massimo D’Alema su wikipedia, la voce “inciucio” presente su wikipedia (parola generalmente riconosciuta come di paternità del baffetto) :

http://it.wikipedia.org/wiki/Inciucio

Credo che il link fosse abbastanza legittimo, giusto ?
Bene, trenta secondi dopo il link era sparito… Ohibo’, allora ci riprovo : passa ancor meno tempo e il link è dinuovo cancellato, segno certo che Max “The Boat” paga qualcuno per sorvegliargli la pagina…

cardisem
cardisem
31 Ottobre 2012 , 17:11 17:11

Il tuo post è molto equilibrato e non ho nulla da obiettare. Ho solo voluto asseverare il discorso complessivo che si stava facendo.

cardisem
cardisem
31 Ottobre 2012 , 17:14 17:14

Trasparenza vorrebbe che si sapesse che vi è dietro a questo giochetti e quali sono i criteri dei giochetti. Ma non si può chiedere troppo ed ognuno andare guardingo nell’affidare a terzi una credibilità che può tornare a proprio danno.

mincuo
mincuo
31 Ottobre 2012 , 17:32 17:32

Ripeto ho tenuto la mano leggera, ma potevo fare anche altre tipologie, oltre ad altri esempi, piuttosto rilevanti.
Ma ho visto che un accenno a qualcosa l’hai fatto tu. Bene io posso dire che per fatti storici la versione ufficiale internazionale se la metti a correggere “imprecisioni” viene cancellata e ritorna quella con le “imprecisioni”. Poi ci sono altre cose e altri metodi a cui non ho nemmeno accennato. Tuttavia la sostanza per me è: il saldo è largamente positivo.
L’altra cosa è: abbiate un pò di cautela. Ma questo veramente uno dovrebbe averla 100 volte di più per la TV o il Corriere della Sera. Qulli sono molto peggio, perchè cercando bene ed essendo un pò svegli su Wiki poi si trova. E invece in TV quella è la minestra…….e basta.

Jor-el
Jor-el
31 Ottobre 2012 , 23:44 23:44

Sempre meglio che La Repubblica, giornale che sembra messo insieme alla bella e meglio in un sottoscala di un covo del Mossad.

cardisem
cardisem
1 Novembre 2012 , 9:56 9:56

Ho voluto divertirmi un poco, giusto per divertirmi. Mi stavo occupando di Otto Weininger e tra le altre cose ho trovato una voce in Wikipedia italiana. Questo filosofo è particolarmente citato da Gilad Atzmon nel suo libro sulla identità ebraica che sta facendo molto arrabiare i sionisti. Otto Weiniger è poi indicato come “ebreo che odia se stesso” dall’arcisionista professore universitario torinese Ugo Volli ( che rapprensenta l’abiente accademico italiano nella proporzione di 1 a 50.000 tra ordinari, associati, ricercatori”) ma questo è probabilmente sufficiente per il redattore della voce a parlare di “ambiente accademico”. Poiché vedo che è facile inserire delle discussioni, ho messo questo testo: ______ “in particolare nell’ambiente accademico”. Al redattore di questa voce domando: e che significa? Chi nell’ambiente accademico? E perché e con quali argomenti? Ho i miei sospetti sul redattore della voce e su quali sarebbero questi “ambienti accademici”, ma una Enciclopedia che sia seria e non faziosa aggiunge in questi casi una nota di specificazione. _____________________________ Naturalmente, non voglio entrare in polemica e perdere inutilmente del tempo, ma è anche vero – come dice Norman G. Finkelstein – che in questo capo non si deve mai soprassedere nel respingere una menzogna e certi… Leggi tutto »

cardisem
cardisem
1 Novembre 2012 , 11:42 11:42

Tu scrivi:
Una follia o la scelta consapevole di continuare a credere le “veritá” del Sistema.
Osservo: Mi sono posto il problema se ascoltare o no i mainstream. In buona parte li ho eliminati, evitando di arrabbiarmi ed ancor più la fatica mentale di doverne decostruire i messaggi. Non è però sempre possibile elimininare determinate fonti di informazione soprattutto quando sono le uniche e le sole disponibile. Ma anche in questo caso osservo: per quanto mi riguarda non sono certo capace di imbracciare un fucile ed andare a fare da contrasto ai mercenari di Siria o di Libia. Quello che però posso fare ed uno di quei mercenari non saprebbe fare è combattere un altro tipo di guerra: quello di cultura e per la verità. Dunque, non ci si deve stancare di combattere i mainstream e possibilmente di creare una alternativa di informazione, una diversa scuola di pensiero e di vita. Insomma, le scelte non sono sempre facili e nette…

cardisem
cardisem
1 Novembre 2012 , 12:28 12:28

Ne avrei tante da raccontare su “Repubblica”, ma dovrei rinunciare al mio nickname.

mincuo
mincuo
1 Novembre 2012 , 15:00 15:00

Questa è acqua fresca Cardisem. Ma non voglio entrare nel merito. Già il post che ho fatto è abbastanza, non ho poi citato altri metodi, e come ho detto ho tenuto la mano leggera.

metallicus
metallicus
1 Novembre 2012 , 17:26 17:26

il francesismo te lo perdoniamo, ma certo che sei molto ingenuo…
wikipedia applica una censura spietata verso tutto ciò che non è assolutamente mainstream, sia come informazione che come ricerca…
li possiamo considerare un pò la fazione a mano armata del cicap!!
sono troppi i casi per nominarli. la la loro arma principale è decidere che una persona non è sufficientemente famosa/conosciuta per meritare di comparire sulle loro pagine. ad esempio un grande studioso francese di alchimia, contemporaneo, scrittore di libri e conferenziere, è stato subito cancellato perchè secondo loro ci sarebbero troppe poche pagine in rete che parlano di lui.. quando poi ci sono cani e porci che non hanno fatto nulla e si scrivono da soli le loro info, tenuti li’ perchè fondamentalmente non danno fastidio …

metallicus
metallicus
2 Novembre 2012 , 12:19 12:19

allora cambia nick e racconta, ti prego!!!

cardisem
cardisem
2 Novembre 2012 , 18:38 18:38

Non ti voglio né forzare né trattenere né di chiederti di entrare nel merito ed io pure non ho altro tempo e voglia di stare ancora sull’argomenti: era solo un esempio su cui non è il caso di attardarsi, ma non capisco cosa è “acqua fresca”…
Saluti!

cardisem
cardisem
2 Novembre 2012 , 18:40 18:40

sono in causa… ma troverò il sistema per far passare le informazioni che ho.

antomicla
antomicla
2 Novembre 2012 , 18:59 18:59

Ho messo 1 anno per far mettere in wiki la parola “Euflazione”
Ieri un tizio di wiki me l’ha tolta dicendo “Da quel pochissimo che ho capito io, è il termine ad essere un neologismo, (non certo dell’autore della voce ma di un economista citato anche in sedi ufficiali) ma il concetto è preesistente. Io lascerei la voce o in estremo subordine trasformarla in un cenno su inflazione–Mizar (ζ Ursae Maioris) (msg) 18:59, 28 ott 2012 (CET)”
Almeno ė stato onesto dicendo che capisce pochissimo!!
Ho scritto un libro intitolandolo “Euflazione” per obbligare wiki a mettere il mio neologismo “Euflazione” online, e adesso un ignorante che neanche si firma e mi dà del signoreggista e mi cancella la pagina !,,,,
Wiki è gestita da debunker

metallicus
metallicus
3 Novembre 2012 , 22:39 22:39

se vuoi ti mando la mia mail in privato…
e in bocca al lupo per la causa!!!