Home / ComeDonChisciotte / TARGET 2: SIAMO TUTTI SEDUTI SU UNA MINA, E GLI ARTIFICIERI SONO IGNORANTI

TARGET 2: SIAMO TUTTI SEDUTI SU UNA MINA, E GLI ARTIFICIERI SONO IGNORANTI

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Questa è roba difficile, ma la spiego facile, perché è
drammatica.

Ne il Più Grande Crimine ho raccontato la parte scientemente
costruita del piano di spoliazione delle nostre vite. Imprescindibile da
sapere, mostruosa e micidiale. Ciò non esclude che i politici e anche i
tecnocrati non possano fare cose talmente stupide da essere devastanti.
Purtroppo molti giovani pensano in bianco e nero, cioè o tutto è un piano di “illuminati” dotati di diabolica
precisione, oppure nulla di ciò che accade sarebbe possibile. Sbagliato. Oggi
purtroppo c’è una mina vagante nell’Eurozona che potrebbe spazzarci via con
danni epocali e che è unicamente frutto di pura incompetenza idiota da parte
soprattutto della politica tedesca, che poi oggi significa la UE in questa
sciagurata trappola dell’euro.

La cosa è complessissima e normalmente ad appannaggio degli
esperti, ma voi avete il diritto di sapere e di capire perché ne va della
vostra vita, e io di mestiere faccio quello che ve la spiega facile. Partiamo
per gradi.

Primo: voi sapete che i singoli ordinari conti correnti
bancari sono garantiti dallo Stato fino a una determinata cifra. Ok. Quando fu
creato l’euro, che è emesso non più dagli Stati ma dalla Banca Centrale
Europea, non si pensò di obbligare la BCE a garantire tutti i nostri conti
correnti. Questa funzione fu lasciata ai singoli governi nazionali. Ma questo è
un problema. Cioè abbiamo governi che non possono emettere liberamente la
moneta che però sono costretti a garantire conti correnti di una moneta emessa
da altri. Cioè: era logico che colui che aveva il potere di emettere senza
limiti la moneta (la BCE) fossa anche colui che la garantiva. Ma no. Ok. Ciò
implica che in caso di grossi guai bancari, i nostri soldi sono di fatto
garantiti da un garante (il governo) minorato, per così dire, che non ha la
libertà di emettere tutti i soldi per farlo. Grosso problema. Immaginate un
crack bancario, tutti che vanno nel panico, corrono in banca a ritirare i
soldi. Il governo nazionale può garantirli solo fino a un certo punto. Poi è il
caos.

Secondo: quando fu creato l’euro, si stabilì la libera a
completa mobilità degli euro in giro per tutta l’Eurozona. Cioè, io che ho un
conto corrente a Barcellona posso trasferire i miei soldi su un conto irlandese
o tedesco o italiano esattamente come posso farlo da una banca spagnola
all’altra. Questa mobilità di applica anche ai trasferimenti su larga
scala fra Banche Centrali
dell’Eurozona e fra Banche Centrali e banche commerciali. Essa ha un nome
preciso nei Trattati europei: Target 2.

Terzo: sappiamo tutti come stanno andando le cose
nell’Eurozona. Una catastrofe senza fondo, un disperato arrabattamento degli
Stati cosiddetti PIIGS (fra cui noi) per sopravvivere alle Austerità che, con
la scusa della crisi dell’euro, ci stanno infliggendo, e che servono solo a
distruggere le nostre democrazie, a consegnare le nostre ricchezze nazionali a
Francia e Germania, e a schiavizzarci per generazioni sotto il maglio degli
speculatori. I cittadini se ne stanno rendendo conto, non tutti siamo ignari. E
molti di loro sanno che i loro conti correnti sono solo garantiti a metà, o per
nulla. Infatti i dati ufficiali sulle transazioni bancarie in Eurozona ci
dicono che è in atto una corsa a trasferire conti correnti di gente dei Paesi
PIIGS verso le banche tedesche, viste come porti sicuri per i risparmi dei
signori Bianchi, Sanchez, o Saramakis. Ciò accade grazie al Target 2. In
termini tecnici questa è già una cosiddetta “corsa sulle banche, bank run”, cioè si corre alla propria banca a
prelevare per portare i soldi da un’altra parte. Quando il fenomeno accelera
nel panico, è praticamente guerra civile e anche spesso default dello Stato. La
Germania è dunque il ricevitore di tutti questi soldi. Ok.

Quarto: va capito che quando il sig. Sanchez trasferisce ad
es. 15.000 euro dal suo conto di Barcellona a una banca di Francoforte, ci sono
passaggi molto precisi che devono accadere, cioè il ‘clearing’. Cos’è? Ecco:
Sanchez fa un bonifico dal Banco Santander che va a un suo conto alla Deutsche Bank. La
Deutsche glielo accredita in conto, e finora sono solo numerini elettronici che
scompaiono da un c/c al Banco e compaiono in un c/c alla Deutsche, non sono
soldi veri. Diventano soldi veri quando la Deutsche chiede al Banco di onorare
quel bonifico con euro. Il Banco cosa fa? Pesca 15.000 euro nella sue RISERVE,
cioè nel suo salvadanaio che sta alla Banca Centrale Spagnola, e li trasferisce
nelle RISERVE della Deutsche. Ok, ora tutto è completo. Clearing fatto (questo
accade con qualsiasi pagamento bancario). Sanchez ha i suoi soldi in Germania.
Ma cosa accade se la Spagna (o Grecia o Irlanda o Italia…) fa il crack e con
essa le sue banche? Chi onora tutti quegli euro spagnoli (o greci o irlandesi o
italiani…) che stipano le banche di casa? L’unico organo in grado di
intervenire a coprire i buchi è la famosa BCE, che come emissore sovrano di
euro può farlo, in teoria, illimitatamente (e in piccola parte lo sta già
facendo).

Ultima cosa: considerate che una gran parte dei soldi che
stanno nelle banche dell’Eurozona appartengono a gente informata di finanza,
cioè non siamo tutti la signora Ida e il signor Piero del piano di sotto.
Questi tizi al primo segnale di pericolo si precipitano in banca e fanno un bel
Target 2 dei loro soldi in direzione Germania. La notizia non potrà essere tenuta nascosta, e a quel
punto anche la signora Ida e il signor Piero faranno la stessa cosa. Panico, bank run e disastro. Ne consegue che i
signori tecnocrati della UE, i Draghi, Schauble, Weidmann, ecc., dovrebbero
fare di tutto affinché quel segnale di pericolo non parta mai, mai e poi mai.
Chiaro? Sembra ovvio, no? Ci arriverebbe un tonno, vero? Eppure no. La Germania
sta giocando in modo sconsiderato con una botte di nitroglicerina in bilico dal
sesto piano di un palazzo, e sono serissimo a dire questo. Ecco cosa accade.

Sapete che questa Eurozona agonizzante si è dotata di due
fondi cosiddetti ‘salva Stati’, l’EFSF e il MES, di cui ho già scritto. Sono
due trappole micidiali per favorire il Colpo di Stato Finanziario, ma ora
questo non ci interessa. Il fatto è che per gli investitori e per chi maneggia
molto denaro, questi due fondi sono divenuti la garanzia che se le cose si
mettono male per Spagna o Grecia o Portogallo, bè, forse i soldi per rimediare
li tirano fuori l’EFSF e il MES, anche per rimediare ai buchi delle banche (il
MES). Naturalmente ci sarebbe anche la BCE che potrebbe intervenire, come detto
sopra, ma c’è chi in molte capitali del nord Europa si oppone. Mario Draghi,
che ne è il governatore, ha di recente accennato al fatto che la BCE potrebbe
invece fare un’eccezione, ma è stato vago finora. Quindi tutti con gli occhi
puntati sui fondi EFSF e MES, e mi raccomando che bastino, se no è il panico.

Quando la povera Grecia dovette nel maggio 2010 essere ‘resuscitata’
proprio dal EFSF (in realtà una sciagura), il parlamento della Germania diede
l’ok. Ma alcuni politici erano contrari e sfidarono il sì del parlamento
tedesco presso la loro Corte Costituzionale. La sentenza diede ragione al
Parlamento, ma in essa si legge che ogni futuro esborso del EFSF dovrà essere
sottoposto ad approvazione parlamentare. Nel frattempo il EFSF diventava MES,
ma il MES stesso necessita di ratifica parlamentare. Cioè: il nuovo fondo di
‘salvezza’, che è l’unica cosa che tiene calmi investitori e ricconi europei,
potrebbe essere bocciato dall’influente Germania. Infatti la Corte
Costituzionale tedesca si dovrà pronunciare su questo MES nei prossimi mesi,
visto che qualcuno a Berlino ha presentato un ricorso contro di esso. Tutti col
fiato sospeso, fibrillazione pre bank run. Ma c’è di più.

Molti in Germania sono convinti che sarà il loro Paese a
pagare le bollette per la salvezza di sti “Maiali” PIIGS (Spagna, Italia,
Grecia, Irlanda e Portogallo). Ma attenzione: sono convinti che se crollassero
le banche PIIGS da cui sono arrivati nella banche tedesche tutti quei soldi di
correntisti PIIGS per mezzo del Target 2, le banche tedesche si ritroverebbero
cariche di miliardi inesigibili. Questo è falso, ma anche eminenti economisti
e politici ci credono ciecamente, e hanno una fifa folle. Ogni giorno lo sbraitano sui media, e la fibrillazione pre bank run rischia di divenire infarto pieno.

Quindi non è da escludersi che altri faranno ricorso presso
la Corte Costituzionale anche per bloccare il Target 2. Ora, il fatto stesso
che Berlino stia considerando la bocciatura del MES è di per sé un allarme
altissimo per investitori e ricconi. Già sono lì con mezzo piede fuori dalla
porta dell’ufficio per fare il bank run.
Se poi accadesse… se poi gli si bocciasse anche Target 2…

Non scherziamo. Al primo segnale, anche solo alla prima
nervosa dichiarazione di bocciatura, il bank
run
scatterebbe con una violenza inaudita. Questo significa che le banche
spagnole, greche e portoghesi dovrebbero chiudere gli sportelli in pochi
minuti. La gente andrebbe nel panico, sarebbe il caos e la violenza,
impossibile prevedere la portata del disastro. Ma peggio: il bank run scatterebbe anche in Francia e
Italia, in Austria e Belgio di certo. Apocalisse. E non sto affatto esagerando.
A quel punto ci potrebbe essere solo una disperata salvezza dalla guerra
civile: un intervento colossale di rifinanziamento di tutte le banche saltate
in aria, e un intervento di garanzia delle banche a rischio in Francia e
Germania (percepite come a rischio, ma non lo sono), con soprattutto un
intervento di acquisto dei titoli di Stato dei PIIGS che piomberebbero al
totale collasso, da parte della BCE di Mario Draghi. Ma…

Ma la BCE, che pure tecnicamente potrebbe farlo in due
minuti, ha le mani legate dai suoi vincoli legali a non essere prestatore di
ultima istanza, ma soprattutto oggi è proprio la Germania del banchiere
centrale Jens Weidmann a sbraitare ai quattro venti che mai e poi mai! la
Germania acconsentirebbe a una tale azione della BCE. Draghi potrebbe
fregarsene, ma lo farà? Se lo chiedono in questi minuti tutti gli investitori
che contano, mentre sul piatto sta in bilico la possibilità che esploda nel
panico e nella catastrofe del bank run
tutta l’economia di milioni di famiglie come noi, e la Germania tira calci a
quel piatto ogni giorno.

La follia e l’incalcolabile ignoranza stanno nel fatto che
se questi tecnocrati tedeschi, ma anche i nostri e quelli degli altri, capissero
che nella realtà le perdite della BCE nello sborsare trilioni di euro sono del
tutto virtuali, che essa se le può accollare senza problema perché sono solo
blip elettronici che si accumulano in un computer di Francoforte, e che non è
assolutamente vero che le banche tedesche subirebbero buchi enormi… se
capissero ciò, tutto questo odioso gioco ai sudori ghiacciati, ma soprattutto
questa reale possibilità di gettare tutti noi cittadini nella guerra civile e
nella disperazione, potrebbero svanire nel nulla in 24 ore. Ma vi rendete
conto? Avete un’idea di cosa si sta parlando, di cosa sia per i lavoratori, le
aziende, la democrazia un bank run in
mezza Europa?

E in ultimo. E sempre nel filone dell’incalcolabile ignoranza
e irresponsabilità: ma perché diavolo ci siamo cacciati in questo incubo
apocalittico? Perché dobbiamo vivere con le nostre famiglie sedute su una mina
vagante così orrenda? Perché non c’è un politico qui che ci capisca qualcosa e
che lo gridi in Parlamento? E’ L’EURO! TUTTO QUESTO ESISTE PERCHE’ CI HANNO
FICCATI NELL’EUROZONA! Ma siamo pazzi? Ma svegliamoci! Io non ho mai votato
Target 2, mai votato EFSF, mai votato MES, ma votato di saltare in aria perché
questi signori sono ignoranti o falsari, di vedere i miei concittadini che stravolti
dalla paura prendono a calci i vetri blindati delle banche sotto casa. Ma
perché? PERCHE’?

Ottobre, 20-21, Rimini. Ottobre 27-28, Cagliari. Salviamoci, ma cosa aspettiamo?

http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=423

http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=429

Paolo Barnard
Fonte: www.paolobarnard.info
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=430
2.08.2012

Pubblicato da Davide

  • Highlangher

    Io non ci capisco più niente. Fino a ieri si diceva che il MES e’ una cosa indecente, che avrebbe avuto mano libera per strozzare del tutto i paesi europei aderenti. Cioè ormai tutti meno la Germania che decide questo mese. Che il MES ha uno statuto criminale, nessuna responsabilità, anonimato, libera decisione super partes, insomma un club di banksters oltre la legge che presta a usura agli stati senza rendere conto a nessuno. E adesso Barnard ci fa veder l’ennesimo spauracchio del bak Run? Ma ben venga, porca puzzola, che la gente si sveglia solo se gli togli il piatto da sotto il naso, fisicamente. Che venga una stramaledetta rivoluzione. Che falliscano tutte le banche maledette. In strada tutti con i bastoni, una folla inferocita di milioni di persone. Voglio vedere se sparano a tutti. Quando anche i poliziotti capiranno che non li pagano più, butteranno la divisa alle ortiche e si metteranno a sfondare vetrine di banche pure loro. E vai!

  • mincuo

    Boh, io se avessi dovuto spiegare alla gente il Target2 avrei detto all’incirca:
    1) E’ un sistema centralizzato creato per regolare gli squilibri delle bilancie dei pagamenti (commreciali + movimento di capitali) dei Paesi EU.
    2) I soggetti sono le banche centrali, che tipicamente lo usano per le operazioni interbancarie, operazioni in titoli, stanze di compensazione, pagamenti al dettaglio ecc..
    3)Quando una Banca Italiana paga a favore di una Tedesca viene addebitato il suo conto presso Banca d’Italia, e accreditato il conto della Banca Tedesca presso la Bundesbank.
    4) La Banca d’Italia in contropartita registra un debito Target2 verso l’eurosistema e contemporaneamnte la Bundesbank un credito.

    Il Target2 aveva pochissima rilevanza all’inizio, cioè i movimenti in un senso erano circa quelli nell’altro senso.
    Mano a mano che gli squilibri delle bilancie dei pagamenti si sono fatte sempre più grosse tra Germania e PIIGS è diventato una montagna.
    La colpa di questo è proprio dell’EUR che ha modificato le ragioni di scambio, che prima per noi erano date dall’equilibrio migliore che trovava naturalmente la Lira.
    La ragione dei cambi e di una propria valuta è quella, in soldoni.
    Quelli non tonti o non schiavi, come gli Inglesi, se la sono tenuta, infatti.

  • mincuo

    N.B. La moneta che diventa “vera” e quella che “non è vera” io personalmente non le conosco.
    Nemmeno altre cose dette le capisco bene.
    Però sono lacune a cui rimedierò, spero.

  • ProjectCivilization

    e ora questo prolifico scrittore …si rimangia ( in essenza ) la MMT….ammettendo che il denaro non e’ un valore . Che abbia una schizofrenia su questo tema ?

  • Allarmerosso

    Purtroppo , ci sono persone che sarebbero capaci di difendere le banche anche dopo che le stesse gli hanno portato via tutto.Sai molti non sono in grado di associare il colpevole alle cause di un problema, anche perchè le banche e i banchieri hanno i politici come scudo e tanta gente crede ancora che siano loro “al potere”

  • ROE

    Un consiglio spassionato. Leggere bene http://www.ekabank.org. È l’unica possibilità per cambiare …

  • nigel

    Io continuo a chiedermi (come migliaia di altri idioti come me) se dietro questo sfacelo c’è un piano lucido o no. La costante presenza di Banksters nei Governi mondiali e ancor di più le documentate metamorfosi di banchieri che diventano politici e politici che diventano banchieri significherà pure qualcosa…

  • nigel

    Io continuo a chiedermi (come migliaia di altri idioti come me) se dietro questo sfacelo c’è un piano lucido o no. La costante presenza di Banksters nei Governi mondiali e ancor di più le documentate metamorfosi di banchieri che diventano politici e politici che diventano banchieri significheranno pure qualcosa…

  • ilsanto

    Dal comportamento della Germania si evince una cosa sola ha tutto l’interesse a creare panico così i soldi volano da loro a tasso 0%,
    si distruggono le economie dei paesi periferici che si possono comprare a quattro soldi prestati dagli stessi a tasso 0%,
    Si tiene basso l’euro così che possono esportare più della Cina tanto vituperata.
    Prego di notare lo stillicidio di notizie all’uopo.
    Chiamali scemi tra tre anni saremo tutti distrutti e ci sarà il quarto reich.
    in alternativa se non lavoreremo per loro a 200 euro al mese apriranno qualche area economica speciale con una bella scritta ” Arbeit Macht Frei ”
    Forse anche prima e stavolta non verranno gli Americani potete contarci.

  • valis

    Ma noooo mincuo, mica può essere tutto così semplice, ci deve per forza essere sotto qualcosa. Come dice Barnard: -Questa è roba difficile, ma la spiego facile, perché è drammatica.- Solo lui è capace di spiegare certe cose al popolo bue, lui, Paolo Barnard: la Stele di Rosetta dell’Informazione!

  • clausneghe

    Certo che non verranno gli Americani… sono già lì, e anche quì, dal secolo scorso del passato millennio..non te n’eri accorto?
    La Germania come l’Italia e il Giappone non sono Stati sovrani,ma sono sotto occupazione da quando hanno perso la guerra.
    Il motore di tutto sto sfacelo risiede nella city, londinese e newjorkese non cercatelo in Germania.

  • nigel

    In ogni caso, un plauso a Barnard, cui vorrei chiedere: in quanti siamo ad aver compreso (sia pur confusamente, nel mio caso) la sostanza del “più grande crimine”? Oltre a noi, andrà a votare una pletora di idioti rincretiniti da fotoromanzi, veline, tronisti nonchè dalle reiterate menzogne giornalistiche e televisive di pennivendoli prezzolati dal Sistema. Ripetete all’infinito una menzogna e diverrà una verità…e in nome di quelle “verità” le menti bruciate da raffiche di menzogne reiterate per un decennio voteranno quei “partiti politici” preoccupati soltanto di conservare il deretano dei propri scherani ben saldo sulle poltrone occupate da decenni.
    La strategia è in sostanza questa: “…che il Paese affondi, è sufficiente che noi, in questo Paese saccheggiato, tradito e svenduto si conservi la posizione di comodo conquistata…”
    E questa è una bella scommessa, perchè il potere di lor signori, in questo infelice Paese, è il frutto, oltre che dell’ignoranza e del rincretinimento collettivi, anche e soprattutto di un VOTO DI SCAMBIO non più realizzabile come in precedenza..ecco perchè (non sottovalutando le capacità dei nostri gattopardi) temo che anche questa parvenza di democrazia possa avviarsi in tempi brevi al termine (con il fattivo concorso di trattati, norme, sanzioni e balzelli extranazionali).

  • ilsanto

    Certo che si il dio danaro ha nelle banche i suoi sacerdoti a cui non costa nulla comprarsi i politici ed i mass media ( se qualcuno non ci stà perchè ha ancora una morale semplicemente si scarta, tanto c’è la fila di leccaculi ruffiani arrivisti e alla fine si circondano solo di schiavi fedeli anche ben remunerati tanto i soldi li fanno loro ) di certo hanno il loro bel ritorno.
    Quale ? continuare a far credere al popolo che dio è il danaro.
    Che il danaro è tutto.
    Che senza sei morto.
    Non farci capire come si crea, come si gestisce, come è diventato privato.
    Creare leggi, organizzazioni, consenso affinchè tutto continui così anzi peggio nel senso che ridotti come siamo ci possono lentamente togliere qualsiasi cosa.
    La nostra fine è iniziata con la globalizzazione perchè cari miei se delocalizzano producono a un decimo(anche meno) creano un 10% di disoccupati(anche di più) e a quel punto se vuoi lavorare(campare) ti accontenti di uno stage a 500 euro o un cocopro a 700 e in futuro ?
    in futuro ci dobbiamo mettere insieme e decidere cosa fare senza le banche. Non c’è nessuno che ha già pronto un bel sito dove organizzare la resistenza ?

  • Giovina

    Nemmeno per sogno, ci sono altri che le sanno spiegare bene pure loro certe cose 😛

  • gattocottero

    La MMT afferma che la ricchezza sta nel bene reale e non nel bene finanziario (ossia la CARTAmoneta). Ora te ne seri reso conto anche tu.

  • RicBo

    Ora PB aggiunge confusione al caos, perchè alle volte dice che il denaro ha valore, mentre in questo articolo sembra che sostenga il contrario. La settimana scorsa diceva che la responsabilità della crisi è politica e che le banche sono strumenti, due settimane prima sosteneva che le politica è nelle mani delle banche. Rinuncio a capirci qualcosa.
    Intanto in Spagna Italia, Portogallo la fuga di capitali è già enorme
    L’unica cosa certa è che la situazione non è così chiara e lineare, c’è sicuramente una lotta di potere e dissidi tra le numerose fazioni che si contendono la gestione della crisi europea, sia a livello locale che internazionale, anche all’interno della stessa Germania e del BCE (ricordiamo che tra pochi mesi in Germania si vota).
    L’unica cosa che sembra chiara è che la maggioranza degli attori è incompetente ad affrontare questa situazione, perchè indottrinata alle teorie neoliberiste, ma proprio perchè non esiste un NWO, una mente unica che controlla la crisi, la situazione è talmente fluida che rende impossibile fare previsioni, tranne una: questa non è la solita crisi ciclica del capitalismo avanzato, è insieme crisi di sovrapproduzione, finanziaria, energetica e se mai avrà fine, cambierà il nostro stile di vita come neanche ce lo immaginiamo.
    Non vedo come teorie economiche come la MMT possano cambiare questa direzione, forse potrebbero alleviare la sofferenza ma mi chiedo come potrebbero essere messe in pratica dati gli assetti attuali del potere in Europa.

  • ilsanto

    Giusto l’impero è quello AngloAmericano ma guarda che non sono scemi non possono fare tutto da soli e così si creano dei Proconsoli in giro per il mondo che fanno il lavoro per loro li creano e li distruggono a loro piacimento l’importante è che non diventino troppo grossi da minacciarli e in Europa ci puoi giurare è la Germania a cui è data mano libera purchè resti fedele alla NATO e non crei problemi al DOLLARO se poi affonda l’EUROPA ( possibile concorrente avendo un PIL = a quello USA ) tanto meglio poi toccherà alla CINA che stà pisciando fuori dal vaso.
    Io penso che l’Europa dovrebbe prendere in considerazione una bella alleanza con la RUSSIA e uscire dalla NATO che ne dici ?

  • Iacopo67

    Motivo in più per non lasciare i soldi in banca, sembrerebbe.

  • mincuo

    La “mente” non c’è ma un’elite di potere con nome e cognome seduta sopra a tutto, quella c’è. No misteriosa. E’ misteriosa un pò per via che ha pure i media e non ci tiene molto a pubblicizzare questo fatto. Oggi come ieri.

  • Iacopo67

    Da come lo spieghi il target 2 sembrerebbe un sistema che si limita a registrare e accumulare debiti e crediti (quando non può compensarli tra loro).
    Non è come una moneta propria col cambio fluttuante, che risolve efficacemente il problema a monte.
    Ma non era prevedibile che prima o poi si sarebbero creati dei problemi ? Allora perchè è stato fatto proprio in quel modo ?
    Oppure, come dice qualche maligno, c’era dell’intenzionalità in tutto questo ?

  • Giovina

    Sotto questo punto di vista chi non ha un soldo potra’ dedicarsi ad altri pensieri.

  • Nauseato

    Non è minimamente una osservazione polemica, però … anche metterli “sotto il materasso” temo non cambi molto … 🙁

  • ProjectCivilization

    La carta moneta che stampereste…promuoverebbe un etica del lavoro ? Un Etica sociale ? O un arraffare da cassiere possessivo e miope ?

  • ilsanto

    Sono perfettamente d’accordo non è una crisi come tante è chiaramente una crisi di sovrapproduzione solo che non se ne esce con investimenti pubblici alla keynes essendo il debito pubblico già oltre il ragionevole ne facendo debiti privati anch’essi già largamente usati.
    Se anche fosse, il picco del petrolio stroncherebbe qualsiasi ripresa.
    e se anche …. beh c’è la desertificazione che avanza e la mancanza di cereali e di acqua la CO2 alle stelle il metano (300 volte peggio della Co2) che col riscaldamento globale esce dalle torbiere che si sgelano e dai fondali marini oltre che dalle mucche.
    Purtroppo negli anni 70 eravamo stati avvisati sono i limiti dello sviluppo o ci mettiamo d’accordo sul da farsi o ci penserà la natura.
    La scelta è stata di non fare un tubo. Ora è troppo tardi perchè il sistema è implicitamente instabile o cresce o si avvita e visto che non può più crescere……
    Una strada è già stata imboccata quella della legge del più forte.
    Quindi muoiono milioni di bambini nei paesi poveri.
    Quindi si suicidano gli agricoltori indiani sfruttati dalla MONSANTO con i loro OGM.
    Quindi ci sono le rivolte del pane.
    Quindi i PIIGS iniziano a sgretolarsi con interi stati col PIL in decrescita.
    Quindi le multinazionali si mangiano le dittarelle della brianza e non solo.
    Quindi i centri commerciali fagocitano i negozietti.
    Quindi i ricchi sfruttano i poveri.
    Quindi chi ha il petrolio (indispensabile) si arricchisce e chi lo deve comprare si svena.
    Quindi la Germania prospera mentre mezza europa è alla fame.
    Per concludere è all’opera una forma di selezione naturale.
    Ora che il problema non è più solo dell’Africa qualcuno ne vuole parlare o almeno la smette di fare figli ?

  • Kevin

    Le ultime tre righe di marketing sono più interessanti di tutte quelle precedenti.

  • Eshin

    ” Infatti la Corte Costituzionale tedesca si dovrà pronunciare su questo MES nei prossimi mesi, visto che qualcuno a Berlino ha presentato un ricorso contro di esso. “…………….. il qualcuno sono migliaia di cittadinii tedeschi..

  • ilsanto

    Il problema non sono i soldi o meglio è solo il primo il problema è il crollo del sistema economico globale.
    Sarebbe meglio pensare ad un sistema di vita diverso tutto da creare perchè questo non può durare.
    Nel caso i soldi non serviranno più neanche in svizzera ne sotto al materasso meglio un orticello.

  • AlbertoConti

    Per capirci qualcosa del target 2 suggerisco di ignorare l’interventone di Barnard e partire dall’interventino di mincuo. Comunque il risultato attuale è che la bundesbank (BC tedesca) ha un credito di 700 miliardi con le altre BC europee, PIIGS in testa, ovviamente. Mamma BCE osserva in silenzio crecere questi squilibri tra le varie BC nazionali, che dovrebbe amministrare ma non sa come.

  • Mondart

    Il piano lucido è la ripetizione del ciclo ( produzione della base / finanziarizzazione dell’ élite / crisi / concretizzazione dello sfruttamento della base da parte dell’ èlite ) … semplice e diabolico. La “reiterazione” verrà ottenuta proprio “attraverso il dissenso e l’ opposizione” alla fase ultima. Tutto il resto è propaganda, parbleu !!

    Poi c’è parallelamente un piano “a lungo termine” che non è economico, ma geopolitico: il ridisegnamento di nazioni, società, dell’ intero globo insomma. Il piano a lungo termine procede appunto attraverso la successione di questi esplosivi “Cicli a breve termine”, detti “sistemici”. Come fa il motore della tua macchina. Non si scappa, non c’è “altro motore” sotto il cofano di questo sistema

    Se il “piano a breve termine” è chiaramente malvagio e ingannatorio, “loro” ( ossia gli ideatori stessi del piano ) affermano che però l’ intenzione “a lungo termine” è buona e positiva … che facciamo, gli crediamo ?

  • mincuo

    Questo è discreto per chi volesse approfondire ma senza “esagerare”
    TARGET2 [www.karlwhelan.com]

  • gm

    Il sig. Barnard (che confesso di non conoscere né di fama né di altro salvo averne letto qui qualche articolo) sembra un emulo di quei catastrofisti che puntualmente, a fine millennio, prevedevano apocalittiche “fine del mondo” poi mai verificatesi!
    La Corte Costituzionale tedesca, dice, potrebbe non approvare il famoso MES e questo getterebbe nel panico l’europa (dei Pigs e non Pigs) con i ricconi e non che fanno la corsa alle banche per ritirare i soldi.
    Perciò: crollo delle banche, disastro, caos e violenza in mezza europa e tutto per colpa dei soliti tedeschi!
    Quello che credo sfugga al Sig. Barnard o su cui consapevolmente tace è che tanto la Ue quanto la Germania sono creature degli Usa e, quindi, se casomai tutto quello che paventa dovesse effettivamente succedere, non è tanto alla germania che dovremmo addebitarne la responsabilità ma casomai al suo controllore di otre atlantico.
    Hanno interesse gli Usa a che scoppi in europa un disastro del genere? Non credo! Anzitutto perché l’ondata della crisi europea atterrerebbe ben presto anche sulle coste Usa, in secondo luogo perché un tale disfacimento economico dell’europa non potrebbe che distruggere in quattro e quattr’otto tutta la costruzione Ue tanto faticosamente messa in piedi dagli Usa e dai suoi scherani anche e soprattutto per ragioni GEOPOLITICHE: l’accerchiamento della Russia!
    C’è qualcuno che può seriamente credere che a una qualsiasi “corte Costituzionale” (fosse pure quella tedesca) possa essere permesso di procurare un disastro epocale della natura descritta dal sig. Barnard?
    Se rispondete “SI” allora andate di corsa a ritirare i vostri soldi (pochi o tanti che siano) dalle banche.
    In realtà credo che non ci sarà nessun disastro, nessuna catastrofe ma si continuerà sulla linea percorsa fin qui di un lento smottamento economico politico (con sempre possibili fasi di parziale accelerazione) specie nei paesi “targhet” della speculazione (alquanto manovrata da Usa-inghilterra-germania) e delle mire egemoniche (questo sì) della germania nella sua veste di principale vassallo europeo degli Obama & company.
    C’è un solo modo, in italia, di evitare questo inesorabile declino: DISTRUGGERE LA CLASSE POLITICA ASSERVITA agli obama e alle merkel, fare emergere una nuova classe politica capace di mettere al primo posto gli interessi nazionali, si, proprio “nazionali” italiani…(la qual cosa non significa affatto confondersi con gli obiettivi stupidamente nazionalistici delle destre estreme).
    Mobiltarsi e mobilitare larghi strati, popolari e non, per mettere fine alla dittatura delle oligarchie finanziarie dentro e fuori l’italia che vogliono metterci a tappeto. NO a Monti e a tutta la sua combriccola comunque denominata (PD, PDL,UDC e via dicendo), no alla politica di rigore a senso unico, no alle politiche recessive che distruggono ogni possibilità di crescita e di sviluppo, no a una politica estera di asservimento ai progetti Usa.

  • RicBo

    Verissimo i responsabili sono tutti individuabili, questo lo dice anche PB, ma come riuscire a scacciarli, poi magari portarli a giudizio e condannarli, poi magari mettere altri al loro posto e cambiare se non il modello economico, almeno la politica?
    Ho paura che il modello islandese non sia esportabile in Europa.. ci vorrebbe una cooperazione ed una solidarietà fra popoli che è ancora embrionale (esisteva negli anni 20-30, la guerra l’ha annientata) e la propaganda nazionalista (alimentata anche da teorie come MMT) purtroppo ha un grosso seguito. E’ per questo che dico che la situazione è molto simile a quella di 80 anni fa.

  • RicBo

    Tutto corretto, tranne che se per interessi “nazionali” intendi quelli dei cittadini, allora sono gli stessi degli altri paesi europei, quindi diventano automaticamente “internazionali”. Ricordate “proletari di tutto il mondo, unitevi”? Ecco, lo stesso..

  • Iacopo67

    Cambia che non rischi di vederteli trattenuti per chissà quanto tempo o forse di non rivederli neanche, se succede qualcosa.
    Solo questo.
    Non serve certo a risolvere la crisi.

  • istwine

    Esatto Alberto (e mincuo). Anche se lo sanno, è ora di smetterla con st’idea che siano scemi, c’è un preciso significato al mantenimento dell’incertezza. E vorrei anche sottolineare, come tu fai bene, che quel credito di 700 miliardi non è un credito insensato come sembra dire Barnard, ma è un credito che entra in bilancia dei pagamenti, e quindi se la zona Euro si sfascia, quel credito è perso o eventualmente ridenominato. Quindi è una perdita reale, come ogni perdita in BdP, perché da paese creditore secondo qual è l’entità della perdita diventi paese debitore, e questo ha delle conseguenze. L’idea che esce dall’articolo di Barnard è come spesso molto semplicistica.

  • epicblack

    ben detto mincuo.
    qui il link di wikipedia che fotografa la situazione di divaricazione esplosiva dei saldi del target2.

    http://en.wikipedia.org/wiki/File:TARGET2_balances.png

    il sistema target segnava 32 miliardi di disavanzo complessivo nel 2002. Oggi supera i 700!

  • Kevin

    Buone osservazioni, gm.

  • Georgejefferson

    nessuna idiozia Nigel,ma non tutto e’controllabile

  • Georgejefferson

    In tanti ci credono,fintanto non diventano loro stessi effetti collaterali sacrificabili,allora,come e’ovvio,tutto il senso svanisce,svanendo la possibilita di pensarlo.E’un punto debole

  • epicblack

    anzi il disavanzo ad agosto è andato oltre i mille miliardi, 700 è lo sbilancio riguardante la sola Germania. Mentre ad agosto l’Italia è sotto di 280 e sta ancora andando in giù. Inesorabilmente giù.

  • Tanita

    Chiarissimo, solo che non si puó certo credere che l’abbiano fatto per ignoranza. Soprattutto sapendo che l’avevano fatto prima in altre parti, come da noi, in Argentina 2001 e in Russia nel 98. Il bank run é stato l’ultimo capitolo di quel saccheggio. Tenersi i soldi dei risparmiatori, del sig. Bianchi e la Sig. Rodriguez fu consumare il furto.
    Lo Stato Argentino ha restituito, DOPO AVER LASCIATO LA CONVERTIBILITÁ (sistema análogo al vostro Euro poiché tolse la sovranitá monetaria e delegó in una corporation di bankieri (la FED) la capacitá di determinare le emissioni di moneta in pesos, che doveva essere 1 a 1 col dollaro pertanto per ogni pesos che si stampava ci doveva essere un dollaro e se questo non c’era, non si poteva stampare il peso). Per fortuna da noi non riuscirono a privatizzare la Banca Centrale e il governo aveva capacitá di decisione e di azione. Siccome il governo allora in carica non faceva altro che inginocchiarsi fino alla chiusura delle banche, é stato cacciato via, si derogó la convertibilitá, si tornó al controllo della moneta e si mise la Banca Centrale Argentina al servizio del paese.
    Queste cose non si fanno per ignoranza, si fanno per saccheggiare, pagando politici che gliele lascino fare.
    E l’unico modo di fermarli e cacciandoli via e riprendendosi la sovranitá monetaria, economica e politica.
    Se ci vuole un bank run perché questo deva capitare, allora benvenga in bank run. Preparate le pentole o i bastoni, quello che preferite, e cacciateli via prima che vi rubino i vostri risparmi. Che farseti bene di provvedere a prelevarli. Vi ruberanno oltre. Tutto, se glielo permettete.

  • Mondart

    … Ma sia CHIARO che “interrompere la ciclicità storica” significa debellare il Sistema-Debito, senza mezzi termini, in quanto è il “debito” il motore circolare della macchina-sistema … e qui sono cazzi …

    Altrimenti si accetta il sistema e dove ci condurrà, nel bene e nel male. Punto.

  • Mondart

    Non sono tanto sicuro di aver compreso quello che hai scritto … Provare a riformulare ??

  • clausneghe

    L’Europa così com’è non uscirà mai dalla Nato, di cui è ostaggio.
    Bisognerebbe uscire dalle vecchie logiche e creare un mondo senza Stati e confini…ma questa è utopia..Ciao.

  • Mondart

    Divisione preventiva dell’ Europa + creazione di una cintura strategica attorno al Mediterraneo e Russia sud-occidentale + creazione del “mostro tedesco” + creazione di un oppositore militarmente efficace ed ideologicamente credibile ( Cina ) + sputtanamento propagandistico in corso del “modello americano” + crisi economica globalmente diffusa + siccità e amenità collaterali varie = Terzo Conflitto Mondiale. Ma “l’ impero” non sono gli USA, parbleu !!!

  • daveross

    Ma anche le dinamiche in quella elite sono complesse. Noi non le conosciamo ma i segni di conflittti e separazioni interne a volte emergono anche nei mass media (caso Strauss Kahn ad esempio).

    La mia sensazione è che tutto questo tirare, giocare in bilico sulla lama, porti grandi profitti a pochi. Bagnai in Goofynomics l’ha mostrato chiaramente nel caso della crisi della lira nel 1992 e il tasso di cambio SME.

    Per questo Barnard forse sottovaluta i tecnici tedeschi ed anche la loro Corte Costituzionale: non permetteranno mai che questo status quo cambi: il MES passerà.

  • daveross

    Ottimo commento. Ho solo dubbi sul tipo di crisi che tu individui nella sovraproduzione: per gli stati importatori basta adottare misure anti-dumping e la sola nazione a subirne le conseguenze sarebbe la Cina.

    Invece, vorrei aggiungere un’altra componente all’energia spesso dimenticata: l’acqua potabile.

  • Faulken

    “Quando la legge che governa le cose, sia essa il Dharma degli Indù e dei Buddhisti, oppure il Tao dei Cinesi, comincerà ad indebolirsi, allora i salvatori scenderanno sulle rovine dell’universo spento per ravvivarlo e risuscitarlo nella sua primordiale valenza. Non mi vergogno di confessare che anche io così la penso; che la scienza non sia d’accordo con me non me ne importa nulla perché presto maggior fede ai miei maestri con i quali ho tante volte discusso nei loro eremi in cima alle montagne tibetane, chiusi o murati nelle proprie inaccessibili celle – che non sapevano chi io fossi ma non ignoravano che un pellegrino dell’occidente sarebbe venuto un giorno a cercarli e a trovarli nella loro volontaria segregazione in attesa del finale dissolvimento nella suprema Luce. In quello che essi mi rivelarono io ho sempre avuto più fiducia che nella nostra scienza. Se noi ci ostiniamo a vivere come stiamo facendo, saremo degli alfieri dell’apocalisse il cui prossimo avvento è profetato da tutte le religioni, quando al termine degli eoni e al colmo della perfidia umana tutto brucerà nel fuoco di una universale conflagrazione. (Giuseppe Tucci)”

  • M

    Nessuna ignoranza o casualità in tutto ciò che sta accadendo, se non in modo incidentale e da parte di soggetti ignari o non adeguatamente indottrinati dall’alto, e per le note vie, da parte dei noti e molto abbienti mandanti della Cupola finanziaria mondiale. Metodo del progetto complessivo è attuare appunto per via finanziaria una sostanziale riproposizione delle devastazioni della Seconda Guerra Mondiale, con la Germania odiata e cattiva e gli Stati PIIGS (allora gli sconfitti) oggetti di commissariamenti e affini (le basi militari straniere). Scopo del progetto è quello di giungersi – a qualunque costo, come vediamo – alla parità euro-dollaro e all’offrire unica forma di salvezza l’imposizione della moneta unica (e sostanziale Banca Unica) intanto per l’area euro-dollaro, poi a seguire anche per il resto… Tale “soluzione unica possibile” avverrà probabilmente ancora per “chiamata alle armi” del sistema finanziario americano (di ben nota impronta…) che verrà in soccorso ma alle sue immaginabilissime condizioni. Data possibile, all’incirca l’Expo del 2015, se non prima. Del progetto sono parte inderogabile e integrante l’abolizione del contante, già ampiamente in corso, e i sistemi di pagamento esclusivamente elettronici, carte, cellulari, RFID, e punto finale il famigerato microchip sottocutaneo, peraltro già attivo in vari ambienti USA. A quel punto il controllo della popolazione sarà assoluto, e basterà bloccarne le elettroniche per addomesticare chiunque e in ogni ambito a partire dall’accesso al cibo.
    Noto a noi questo progetto, tutto ciò che sta accadendo apparirà nella sua giusta, univoca luce: in particolare si comprenderanno meglio i vorticosi, continui, incredibili “sì, forse, no” di tutti gli attori, anche prestigiosi, incaricati, e il fatto molto sintomatico che persone che di norma dovrebbero usare assoluto riserbo per la delicatezza della propria funzione, viceversa esternano un giorno sì e l’altro pure come se (ma solo come se) fossero ingenui bimbetti.

  • gm

    RicBo, l’appello sacrosanto all’unità dei proletari (termine che forse sarebbe da aggiornare con “classe popolare” o qualcosa di simile) non impedì a Lenin ed altri di sovvertire il sistema dei loro paesi senza aspettare che questa unità fosse compiuta. E’ praticamente impossibile che in tutti i paesi europei si realizzino contemporaneamente le condizioni utili per un cambio di sistema (o, semplicemente, di linea politica) e, quindi, ognuno deve seguire la propria strada sperando che questo possa essere di esempio anche agli altri.
    Questo credo che sia il migliore “internazionalismo” possibile.
    Per “interessi nazionali” intendo , quindi, gli “interessi italiani” che oggi vengono repressi e sbeffeggiati dalla BCE (in politica interna) o dagli Obama (in politica estera specialmente). Se la Bce ci impedisce di fare una politica economica espansiva, è interesse nazionale farla. Se impedisce ai comuni italiani di spendere i soldi che hanno, in ossequio a qualche stronzissima idea che ci ha imposto, è interesse italiano che i comuni spendano quei soldi. Così farebbe una classe politica degna di questo nome perché non si può sottostare alle direttive decise da un draghi o da una merkel se queste danneggiano gli interessi di un popolo. Se poi ai poteri oligarchici della bce e della Ue in genere, questo non và bene, che vadano anche a quel paese e si decida pure di uscire dall’euro e dalla Ue con tutte le precauzioni e gli adattamenti necessari che una vera classe politica non asservita sarebbe in grado di apprestare. Quanto alle politiche internazioinali, non sarebbe neppure indispensabile, forse, uscire dalla Nato (sebbene sarebbe la cosa migliore da fare) ma almeno non ci si lasci coinvolgere in guerre “americane” che sono decise solo da loro e dai loro “interessi nazionali”. in conclusione, io non pretendo che si faccia la “rivoluzione socialista” e mi accontenterei che si facessero almeno quegli “interessi nazionali” di cui ho detto … e se ce lo impedissero allora ben venga anche la “rivoluzione socialista”.

  • gm

    grazie Kevin. speriamo che qualcuna delle soluzioni prospettate si realizzi nella realtà.

  • greiskelly

    e qui ripropongo parte del titolo dell’articolo: “SIAMO TUTTI SEDUTI SU UNA MINA”.
    Mi chiedo… ma i topi scappano perchè la nave affonda? o i topi che scappano fanno affondare la nave?

  • anglotedesco

    Caro Barnard, ho letto tanti tuo post contro Di Pietro, l’Idv,De Magistris perchè hanno firmato il criminale TRATTATO DI LISBONA. Ti do ragione, se viviamo in questa Europa criminale è grazie a trattati come quello di Lisbona e Maastricht.quello che trovo strano è perchè non usi la stessa grinta nei confronti di altri partiti che hanno aderito al Trattato di Lisbona come il Pdl e la patetica lega Nord che oggi urla contro l’Europa.Non solo, ho notato un po di leccaculismo nei confronti di Maroni e compagnia bella.

    Poi parliamo di Warren Mosler,proprietario di uno degli Hudge Fund (fondi di investimento non convenzionale che utilizza metodi e strumenti di copertura del rischio al fine di massimizzare i risultati;i suoi investimenti sono caratterizzati da un profilo rischio/rendimento piu elevato rispetto a quello dei fondi tradizionali.E’ l’unico fondo a cui è consentita la vendita allo scoperto) piu importanti al mondo,e sappiamo che gli Hedge Funds sono responsabili dell’impoverimento di molte persone.
    Vorrei vedere se Giannino, Benetazzo,Ida Magli, Giulietto Chiesa invitassero ad una loro conferenza un elemento del genere ,proprietario di uno dei primi 10 Hudge fund del mondo.Barnard li massacrerebbe…

    http://anglotedesco.blogspot.it/2012/09/per-lamico-di-pietromarco-travaglio-fa.html

  • walterkurtz

    🙂 non per nulla B ha passato molto tempo negli usa a studiare economia

  • edimattioli

    circa il IL LIMITE DI COPERTURA

    Con decorrenza 7 maggio 2011 il limite di copertura per depositante è stato portato da 103.291,38 euro a 100.000 euro, per effetto del Decreto Legislativo 24 marzo 2011, n. 49 di recepimento della Direttiva 2009/14/CE nell’ordinamento italiano.

    http://www.fitd.it/faq.htm

    In questa premessa al post “Ogni singolo conto corrente bancario è garantito dallo Stato fino a una determinata cifra (103.291,38 euro per nominativo) e questa cifra viene restituita in caso di necessità dal Fondo di Garanzia Interbancario, che è costituito con una piccola quota degli accantonamenti obbligatori di tutte le banche.” non capisco come siano legati lo Stato con il Fondo di Garanzia , qualcuno me lo può spiegare?

  • moneta

    L’illusione di benessere e di eterna crescita economica è stata sostituita dalle tragiche conseguenze della realtà di infinito aumento del indebitamento, delle tasse e dell’inflazione. Invece della pubblicizzata felicità globale, è arrivato il tempo delle zombie banche, zombie monete, zombie stati, zombie aziende, zombie lavori e zombie individui. Il mondo è nel caos dal quale esiste una sola via d’uscita: Cambiare il modo in cui funziona il denaro!

    Alternativa, opportunità d’affari per aziende e professionisti creativi. E non è tutto! Se hai talento per musica o per disegnare, puoi partecipare al concorso per miglior canzone o miglior design:

    Concorso Internazionale: Riorientare Alla Moneta Sostenibile La Società Fallita [cromalternativemoney.org]