navigazione Tag

biopolitica

L’Argentina è un laboratorio di biopolitica

Di Matteo Parigi per ComeDonChisciotte.org Enjoy capitalism. Questa la scritta che capeggia sovrana sul proiettore durante una delle conferenze TEDx del neoeletto presidente argentino Javier Milei. Tuttavia, avrebbe avuto più senso l’espressione “Enjoy biopolitics”, goditi la biopolitica. In questi giorni, infatti, è stato approvato il mega decreto di necessità ed urgenza (Dnu) attraverso il quale è stata deregolamentata gran parte dell’economia, ma soprattutto sono stati eliminati ben undici…

La ratio biopolitica: una introduzione teoretica

Di Matteo Parigi, pubblicato su Ideeazione Max Weber ha dimostrato che il capitalismo non è solamente una forma di struttura economica, ma un peculiare tipo di razionalità individuale e sociale. In altre parole, non esiste il capitalismo perché vi sono individui avidi che pensano soltanto al guadagno personale, o nella misura in cui un sistema sociale presuppone una competizione tra i suoi attori, per diventare più ricchi rispetto agli altri. Questi tipi esistono da quando il mondo è mondo.…

Il prof. Villoresi si congeda dall’Università: no al “Lasciapassare Verde”

www.miglioverde.eu Cari tutti, mi permetto di rubarvi pochi minuti del vostro preziosissimo tempo per comunicarvi la mia scelta - una scelta ben più che minoritaria, verosimilmente, nell’Università italiana - di non avvalermi del lasciapassare verde. Questo breve scritto, lo dico subito, non ha alcun intento provocatorio o propagandistico. Si tratta di una semplice testimonianza - la mia testimonianza, inevitabilmente parziale, irriducibilmente soggettiva. Che vi chiedo di accogliere,…

Promemoria per sopravvivere al nuovo mondo

Da Giubberosse.blog 1. LIBERTÀ DI ESPRESSIONE E RETI SOCIALI L’epoca della libertà di pensiero e di espressione è finita. Niente che i più perspicaci tra voi non sospettassero da tempo, ma il 2020 ha spazzato via ogni residua illusione di una qualsiasi dialettica basata sull’etica del discorso, utilizzando come spazi di discussione mainstream, network televisivi, reti sociali ad ampia diffusione, canali di…

All’armi, son fascisti!

di Roberto Pecchioli La sinistra culturale- progressismo più postmarxismo- ha vinto da decenni la guerra delle parole. K.O. per manifesta inferiorità e fuga dell’avversario. Ha poco senso tentare di rimettere le definizioni e i significati al loro posto: la potenza dell’apparato di comunicazione vanificherà ogni tentativo. Non resta che cavalcare la tigre, ossia usare quel linguaggio contro gli stessi che lo hanno costruito e imposto. Il male assoluto è il fascismo. In Italia lo affermò…