Siamo tutti Derek Chauvin

Robert Hampton
counter-currents.com

L’agente Derek Chauvin è stato riconosciuto colpevole di tutti i capi d’accusa per l'”omicidio” di San George Floyd. La giuria, composta da due soli bianchi su dodici persone, lo ha dichiarato colpevole nel giro di poche ore. È stata una decisione rapida, che ha inviato un chiaro messaggio all’America: le vite dei Neri contano più delle vostre.

Nonostante sia stato denunciato da quasi tutte le forze dell’ordine del paese, Derek Chauvin è il volto della polizia americana. Nonostante abbia sposato una rifugiata asiatica, è anche un simbolo dell’America bianca. Tutti i presunti peccati della polizia e dei Bianchi gli sono stati caricati sulle spalle affinchè soffrisse. Abbiamo tutti ucciso l’innocente, gentile gigante George Floyd, che voleva solo respirare.

Chauvin potrà anche non essere il Bianco ideale o il poliziotto perfetto. Ma il suo è stato un processo contro di noi e siamo stati tutti giudicati colpevoli. Se l’America non adorasse i Neri e non odiasse i Bianchi, non sarebbe mai stato condannato. Se l’America avesse un sistema giuridico serio, non sarebbe stato condannato. Se l’America non temesse la violenza della folla per un verdetto “sbagliato,” non sarebbe stato condannato. Il caso è ovviamente più grande di un poliziotto che mette il ginocchio sul collo di un uomo di colore. Ora autorizza il sistema a mettere il ginocchio sul collo dell’America bianca.

Le argomentazioni dell’accusa per la richista di condanna andavano oltre l’idiozia. Nelle argomentazioni conclusive, un procuratore bianco ha sostenuto che il reato di Floyd di  spaccio di banconote false non era un vero crimine, che il suo abuso di droga era semplicemente un problema personale e che aveva ragione a resistere all’arresto perché aveva la sensazione che la macchina della polizia fosse troppo piccola. Le sue affermazioni di soffrire di claustrofobia avrebbero dovuto essere prese sul serio, creando così un precedente per ogni criminale, che avrebbe resisitito all’arresto per gli stessi motivi.

L’accusa ha essenzialmente sostenuto che Floyd non avrebbe mai dovuto essere arrestato per aver commesso un reato, che farsi di metanfetamina va bene e che la polizia dovrebbe semplicemente lasciare liberi i sospetti indisciplinati che rivendicano dubbie condizioni mediche. L’accusa ha anche sostenuto che i gravi problemi di cuore di Floyd e la massiccia ingestione di droga non avevano avuto alcun ruolo nella sua morte. L’unico oggetto fatale era stato il ginocchio di Chauvin.

L’ultima argomentazione dell’accusa, pronunciata da un avvocato nero, è stata la ciliegina sulla torta. “Vi è stato detto, per esempio, che il signor Floyd è morto perché il suo cuore era troppo grande. Avete sentito quella testimonianza, ha detto il procuratore speciale Jerry Blackwell. “Ora, avendo visto tutte le prove, avendo sentito tutte le testimonianze, sapete la verità. E la verità è che la ragione per cui George Floyd è morto è perché il cuore del signor Chauvin era troppo piccolo.

Derek Chauvin era colpevole di essere il Grinch.

Queste sciocche argomentazioni hanno funzionato, perché Chauvin è stato condannato per due capi d’accusa di omicidio volontario e uno di omicidio colposo. . . per la morte di un’unica persona. Secondo il nostro sistema legale, Chauvin ha ucciso Floyd sia intenzionalmente che accidentalmente. Questo non ha assolutamente senso, a meno di essere dei leccapiedi del sistema. Ma è lo stesso per i Bianchi. Siamo sia intenzionalmente che involontariamente razzisti e condannati a soffrire per l’eternità. Le nostre intenzioni non contano, solo il colore della nostra pelle conta.

Gli avvocati della difesa hanno lavorato molto sul background di Floyd, senza alcun risultato. Sono stati in grado di dimostrare che, prima del suo arresto, era seduto in macchina con il suo spacciatore. (Lo spacciatore è riuscito ad evitare di testimoniare).  Hanno trovato le prove che Floyd aveva quasi avuto un ictus nel 2019, quando aveva ingerito un ecceso di droga immediatamente prima di un arresto. Non sono stati in grado di concentrarsi sul suo passato criminale, come il fatto di aver rapinato una donna incinta puntandole una pistola allo stomaco.

Ma il lato criminale di Floyd non sarà ricordato. Sarà ricordato come un gigante gentile dal cuore grande che voleva essere un giudice della Corte Suprema e stava cercando di dare una svolta alla sua vita. Sarà ricordato come un padre affettuoso, anche se conosceva a malapena i propri figli. Certamente non si è preso cura di loro. Ma lui, criminale abituale e tossicodipendente, vale più di qualsiasi poliziotto. Scuole, strade e forse anche strutture militari saranno intitolate a lui. È un Emmett Till dei giorni nostri e ci si dovrà inginocchiare davanti alle sue statue.

Chauvin sarà per sempre un mostro. Rappresenta la supremazia bianca americana che ha le sue radici nella schiavitù e nei linciaggi. Sarà al fianco di Bull Connor e del Ku Klux Klan. È il volto del “razzismo sistematico” e di ogni altro immaginario problema di questo Paese. Le sue azioni giustificheranno una vera e propria rivoluzione all’interno della nostra nazione.

La rivoluzione verrà dall’alto. Il presidente Biden ha detto che il verdetto è stato un passo avanti, ma che bisogna fare di più per sradicare il razzismo sistemico. Ha detto che il “non riesco a respirare” di George Floyd dovrebbe motivare la nazione a fare tutto ciò che Black Lives Matter vuole. Il giorno successivo al verdetto, il Dipartimento di Giustizia ha annunciato che avrebbe lanciato un’indagine approfondita sul dipartimento di polizia di Minneapolis per valutarne il razzismo. Questo nonostante lo stesso dipartimento di polizia avesse collaborato pienamente al processo e i suoi funzionari avessero testimoniato contro Chauvin. Non c’è ricompensa per la collaborazione.

All’inizio dell’anno, la Camera dei Rappresentanti aveva approvato il “George Floyd Justice in Policing Act,” ma la proposta di legge è bloccata al Senato. La legge castrerebbe la polizia e trasformerebbe gli agenti in poco più che assistenti sociali. Molte tecniche di cattura della polizia sarebbero vietate. Il “profiling razziale” sarebbe vietato. E, con l’eliminazione dell’immunità qualificata, i criminali sarebbero in grado di fare causa agli agenti. Metterà anche i dipartimenti di polizia locale sotto una maggiore supervisione da parte dei burocrati federali attraverso un registro nazionale di “cattiva condotta da parte della polizia.” Biden sostiene il disegno di legge e anche alcuni Repubblicani potrebbero appoggiarlo per trasformarlo in legge. La conseguenza sarebbe l’anarchia.

Ora c’è anche un ulteriore effetto, quello del pubblico che considera ogni sparatoria della polizia contro un non bianco alla stregua di un linciaggio. Questo si è visto durante tre sparatorie negli ultimi giorni. In un sobborgo di Minneapolis i Neri hanno dato in escandescenze dopo che un uomo aveva resistito all’arresto ed era stato accidentalmente colpito. L’uomo, Daunte Wright, aveva un mandato di arresto per rapina aggravata. A Chicago, i manifestanti hanno marciato dopo che il membro di una gang di 13 anni è stato colpito dalla polizia, dopo aver estratto una pistola.

Nel caso più ridicolo, politici, intrattenitori e media stanno chiedendo “giustizia” per Ma’Khia Bryant. È stata colpita mortalmente dalla polizia mentra stava per accoltellare un’altra ragazza nera. Diverse persone influenti ora sostengono che, sulla scia di questa sparatoria, i poliziotti non dovrebbero rispondere alle chiamate per accoltellamento. LeBron James, l’atleta più famoso d’America, ha twittato che il poliziotto che ha sparato alla Bryant sarà “il prossimo.” Il nuovo standard post-Floyd è che dovremmo tollerare tutti i tipi di criminalità nera. Basta lasciare che i Neri accoltellino e rubino in pace.

L’uccisione di Ma’Khia Byrant è, ovviamente, giustificata. Se fosse successo cinque anni fa, la storia sarebbe caduta nel dimenticatoio pochi minuti dopo la diffusione del filmato della body cam del poliziotto. Persino i commentatori liberali l’avrebbero accettata come un’azione giustificata da parte della polizia. Ma ora la Casa Bianca ed altri potenti attori vogliono giustizia e giustizia non significa schierarsi con la polizia.

Nella nuova America, l’unico ruolo delle forze dell’ordine sarà quello di sorvegliare i Bianchi e imporre il distanziamento sociale. “Proteggere e servire la casta dominante e i suoi beniamini” è il nuovo motto.

È comprensibile che la Destra odi la polizia. È la polizia che impedisce i nostri raduni e arresta i dissidenti con accuse inventate. Serve il sistema corrotto. Ma la maggior parte di ciò che fa è buono. È la sottile linea blu contro il caos e la criminalità. È l’unica forza a favore degli Americani bianchi che trattiene la massiccia marea in arrivo. Molti poliziotti sono essi stessi di destra e hanno opinioni dissidenti. Passano la maggior parte del loro tempo ad arrestare criminali neri, non dissidenti bianchi.

Ma ora non sono nemmeno autorizzati a fornire questo utile servizio.

Tra tutte le istituzioni, la polizia è quella che più assomiglia all’America bianca. Vogliono mantenere l’ordine e comunità stabili. Credono nello stato di diritto e nel seguire la legge. Ma, come molti Bianchi, sono bloccati in un sistema che è intrinsecamente contrario a queste genere di  cose. Sono intrappolati tra la legge e il buon senso. La nuova legge dice loro di imporre l’anarco-tirannia, ma il loro senso comune sa che questo mina l’ordine costituito. Alcuni sono costretti a convivere con questa tensione e continuano a fare il loro lavoro. Altri abbandonano i ranghi, sapendo che è stupido continuare a servire un sistema che li odia.

Ecco perché siamo tutti Derek Chauvin. Tutti noi saremo perseguitati per aver fatto il nostro lavoro e per aver cercato di preservare le norme di base. Lui è il simbolo della nostra situazione. È un prigioniero politico del regime anti-bianco. Non vinceremo finché la gente come lui non sarà libera e la polizia non sarà nuovamente in grado di proteggere la nostra comunità, e non l’oppressore della Destra o il punching ball della Sinistra. Che ci piaccia o no, siamo tutti Derek Chauvin.

Robert Hampton

Fonte: counter-currents.com
Link: https://counter-currents.com/2021/04/we-are-derek-chauvin/
22.04.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

125 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Annibal61
Annibal61
25 Aprile 2021 13:46

Beh..un pò di razzismo al contrario, tanto per non farsi mancare nulla. Quanto alle motivazioni io direi che è l’ intelligenza sotto accusa in questo momento. Daltronde per accettare la democrazia moderna dove votano i defunti e governano i filantropi un pò tonti si deve essere per forza.

Annibal61
Annibal61
25 Aprile 2021 13:46

Beh..un pò di razzismo al contrario, tanto per non farsi mancare nulla. Quanto alle motivazioni io direi che è l’ intelligenza sotto accusa in questo momento. Daltronde per accettare la democrazia moderna dove votano i defunti e governano i filantropi un pò tonti si deve essere per forza.

Bertozzi
Bertozzi
25 Aprile 2021 13:59

Tutti Derek Chauvin sarete voi, io no. Io non uccido nessuno con un ginocchio sul collo. Va bene tutto, ma qui si sta esagerando. Fosse anche stato il peggiore degli esseri viventi non si uccide una persona con quella tranquillità e superficialità, una volta ammanettata e resa inerme. Poi sono d’accordo sulla strumentalizzazione del fatto, e su tutto quello che dice l’articolista, ma io non sono Derek Chauvin, io non sono un assassino di gente ammanettata, che non riesce a respirare, se voi vi sentite esseri di quel tipo, mi spiace per voi, ma mi sa che si sta facendo il giro dalla parte opposta. Chi ha un cuore un cervello e un’anima non uccide, punto.

Bertozzi
Bertozzi
25 Aprile 2021 13:59

Tutti Derek Chauvin sarete voi, io no. Io non uccido nessuno con un ginocchio sul collo. Va bene tutto, ma qui si sta esagerando. Fosse anche stato il peggiore degli esseri viventi non si uccide una persona con quella tranquillità e superficialità, una volta ammanettata e resa inerme. Poi sono d’accordo sulla strumentalizzazione del fatto, e su tutto quello che dice l’articolista, ma io non sono Derek Chauvin, io non sono un assassino di gente ammanettata, che non riesce a respirare, se voi vi sentite esseri di quel tipo, mi spiace per voi, ma mi sa che si sta facendo il giro dalla parte opposta. Chi ha un cuore un cervello e un’anima non uccide, punto.

Elric
Elric
Risposta al commento di  Bertozzi
25 Aprile 2021 14:13

Di simboli da utilizzare per dimostrare l’assoluta follia che sta distruggendo gli USA ce ne stanno a bizzeffe. Questo poliziotto era stato segnalato per comportamento scorretto molte volte, eppure continuava a fare questo lavoro.
E’ stato utilizzato come cavallo di Troia per poter far passare ancora una volta l’idea che i bianchi siano un nemico da abbattere ma, renderlo un simbolo di tutto ciò, ce ne passa…

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  Bertozzi
25 Aprile 2021 14:56

si vabbè…. scommetto che ti saresti inginocchiato pure come la Boldrini, ma per carità

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  nicolass
25 Aprile 2021 15:08

Eh, appunto, non arrivi oltre alle casacche e agli schieramenti, o bianco o nero o assassino o Boldrini, bravo, la scommessa l’hai persa, ripassa la prossima volta.

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  Bertozzi
25 Aprile 2021 15:36

direi che forse non riesci a vedere al di là del tuo naso.. a fare pandan con la Boldrini ti vedrei proprio bene. Questi moralisti dei miei stivali fanno proprio ridere

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  Bertozzi
25 Aprile 2021 15:36

direi che forse non riesci a vedere al di là del tuo naso.. a fare pandan con la Boldrini ti vedrei proprio bene. Questi moralisti dei miei stivali fanno proprio ridere

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  nicolass
25 Aprile 2021 15:40

Fortuna che ci sei tu che vedi lontano. Non ce la fai proprio. Lascia perdere, i tuoi commenti valgono questo articolo pietoso. Ritenta, sarai più fortunato. (E moralista dei tuoi stivali sarà tua sorella, se è questo il livello della discussione e degli argomenti a cui riesci a arrivare).

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  Bertozzi
25 Aprile 2021 16:05

perchè non ti rilassi?… cos’è che non ti torna di quello che ho postato??…. tu vedi il fatto in se (che anch’io condanno però dandogli l’importanza che merita).. io invece vedo la strumentalizzazione che ne è stata fatta che reputo molto più grave del fatto in se stesso per le implicazioni che rischia di avere. E’ un pò come con la pandemia: quelli con gli orizzonti limitati vedono solo i morti spacciati alla televisione per terrorizzarli.. quelli più accorti invece capisco come questo sia un alibi per mettere in discussione le libertà e diritti fondamentali dei cittadini. Qualcosa non ti torna??… vuoi vestire i panni della verginella scandalizzata per la morte di un nero come se alla propaganda che lo utilizza come un feticcio fregasse meno di niente di lui?.. accomodati pure ma ci sarà pur spazio per un’analisi un pò più lungimirante che vada al di là del tuo naso… spero

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  nicolass
25 Aprile 2021 16:32

Sono rilassatissimo, sei tu che hai cominciato ad insultare e a fare accostamenti insulsi (Boldrini) dimostrando pochezza di argomenti e arroganza, saccenza che proprio non ti puoi permettere dati i non argomenti che hai espresso nelle tue due prime repliche al mio commento; non riesci a comprendere che ci sia qualcuno che riesce a fare i tuoi ragionamenti anche abbastanza scontati ed evidenti per i frequentatori di CDC (strumentalizzazione ecc) ma riesce anche a fare un passo in più e non fermarsi alle tifoserie (polizia/buona negro/cattivo) e vedere comunque il fatto che un uomo che uccide un altro uomo in quel modo in mondovisione anche se utile alla narrazione pro-biden e anti-trump rimane un uomo che, vigliaccamente, uccide. l’hanno usato? È una vittima? Può darsi, rimane un vigliacco, che forse si è fatto usare, beh, peggio ancora, vigliacco e funzionale alla narrazione, alla propaganda, per cui doppiamente colpevole. Non avesse ucciso ‘il negro’, la narrazione -che solo il tuo naso fino da Sherlock ha scoperto, sai, tutti pirla noi qui…- non l’avrebbe usato e non l’avrebbe martirizzato a suo favore ‘contro le nostre libertà’, non l’avesse costretto a terra sotto il suo ginocchio la narrazione non l’avrebbe usato e non… Leggi tutto »

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  Bertozzi
25 Aprile 2021 17:09

A questo punto mi arrendo…. e ti lascio al tuo vaniloquio. Non sono solito sprecare il mio tempo a rispondere specie quando non trovo terreno fertile dall’altra parte. Che vuoi che ti dica? un uomo è morto.. e prima che un nero era un uomo per quanto mi riguarda. Fosse stato un bianco a morire nelle stesse circostanze e con le stesse modalità non avrebbe sollevato lo stesso battage mediatico… ma tu questo sicuramente non lo sai. Perché è proprio questo il punto che non riesci a cogliere contrito per la modalità in cui è stato ucciso un uomo (nero). Fossi un tantino meno accecato dalla propaganda che come in un frame ti fatto vedere e rivedere la scenetta dell’omicidio perché restasse ben impressa nella tua retina e nel tuo intelletto impressionabile forse non peccheresti di lucidità. Per tua informazione nel corso degli scontri conseguenti all’indignazione per la morte di Floyd sono stati uccisi anche dei bianchi che difendevano la loro proprietà dai saccheggiatori, ma nessuno te lo ha mostrato in Tv e quindi costoro non meritano nessuna lacrima da coccodrillo da parte tua. Quello che sta succedendo sotto traccia anche qui in Italia ma di cui non hai nemmeno… Leggi tutto »

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  nicolass
25 Aprile 2021 17:28

Pretendi?… Pretendi una cosa a cui non arrivi? Il tuo discorso è banalotto e chiunque qui ci arriva senza il tuo livore (in che modo ti devo dire che è chiaro a tutti che è stato strumentalizzato?vuoi un disegno? ) È che più in là non vai. Il mio discorso è chiaro ma non ci arrivi perché non ci vuoi arrivare. E che abbiano ucciso anche bianchi non c’entra come non c’entra la legge Zan e il covid. Chauvin’ è un assassino ed alimenta proprio la propaganda che vorresti combattere ma sei talmente annebbiato da non capirlo. E affermando “io sono Derek chauvin” non si fa altro che dare forza alla loro propaganda, su, dai.

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  Bertozzi
25 Aprile 2021 17:36

cioè di tutto l’articolo, ammesso che tu abbia la facoltà mentale per comprenderlo l’unico sunto a cui sei riuscito ad approdare nella tua invidiata sagacia è io non sono Derek Chauvin…. e poi quello banalotto sarei io?? …. trovatene uno bravo che di banalità ci stai ammorbando da tutta la serata

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  nicolass
25 Aprile 2021 17:36

Va bene, hai ragione.

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  Bertozzi
25 Aprile 2021 17:36

cioè di tutto l’articolo, ammesso che tu abbia la facoltà mentale per comprenderlo l’unico sunto a cui sei riuscito ad approdare nella tua invidiata sagacia è io non sono Derek Chauvin…. e poi quello banalotto sarei io?? …. trovatene uno bravo che di banalità ci stai ammorbando da tutta la serata

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  nicolass
25 Aprile 2021 17:28

“… Fosse stato un bianco a morire nelle stesse circostanze e con le stesse
modalità non avrebbe sollevato lo stesso battage mediatico…”

Infatti. Hanno ripreso quello che accade da SEMPRE negli USA, cioè un poliziotto bianco e violento che uccide un nero, e lo hanno strumentalizzato come pretesto per accendere una rivoluzione colorata in casa propria. Ovviamente quando era presidente Obama ed oggi che è presidente Biden i poliziotti continuano ancora ad uccidere i criminali, ma ai media non importa una beata, perché non c’è il deplorabile Trump da fare fuori.

misc3
misc3
Risposta al commento di  Holodoc
25 Aprile 2021 17:48

Giusto. Fino a qualche decennio fa, se un nero uccideva un bianco con le stesse modalita’, si passava direttamente al lynchage senza passare per il battage.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  misc3
25 Aprile 2021 18:10

E questo cosa c’entra con l’omicidio di Floyd? Chi lo ha ucciso (bianco, nero, blu, verde o magenta) deve rendere conto delle proprie azioni oppure scontare i misfatti dei suoi antenati?

Alcune istituzioni americane (ad esempio università, amministrazioni locali) stanno pensando di concedere agevolazioni economiche ai loro utenti di colore, come forma di compensazione per i soprusi subiti in passato. Ti pare giusto che un tizio, che ne so, trasferito da pochi anni dal Senegal, venga avvantaggiato solo per il colore della pelle anche se i suoi antenati non hanno mai messo piede sul suolo degli Stati Uniti e neanche mai subito alcun torto da un Americano?

misc3
misc3
Risposta al commento di  Holodoc
25 Aprile 2021 18:32

Come cosa c’entra? C’entra perché , a parer mio e di molti illustri giuristi, a parità di crimine dovrebbe corrispondere parità di pena.

Holodoc
Holodoc
Risposta al commento di  misc3
26 Aprile 2021 8:23

Io intendevo cosa c’entra paragonare quello che accadeva decenni fa con quello che accade oggi.

Caio Dreto
Caio Dreto
Risposta al commento di  Bertozzi
25 Aprile 2021 19:01

Spesso uccidere e´ un dovere. Questo periodo storico e` uno di quelli in cui uccidere chi mette in pericolo l`intera Umanita` e` un dovere Morale.
Un dovere del Pater Familias. Un esempio. Hai presente il protocollo di cura imposto da speranza ai medici? Ora hai anche la reiterazione del ministruccolo e del drago esplicitata con il ricorso al Consiglio di Stato contro la decisione del Tar di sospendere tale atto criminale di stato. Ai due genocidi se ne aggiunge un terzo rappresentato dai decisori dell` annullamento del salvifico provvedimento del Tar. Quanti morti innocenti vuoi che facciano ancora prima di togliere loro di mano l`inCONTEnibile POTERE OMICIDA? O pensi che basti manifestare il sabato o pregare co n bergoglio la Domenica?

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Caio Dreto
26 Aprile 2021 7:47

Resta che io non sono Derek chauvin, posso dirlo? Lo dico. Vi fanno scegliere fra l’essere o Floyd o Chauvin’, e voi subito vi schierate come in politica. Io mi riservo di non scegliere. Tutto ciò che mettete di fianco a sto ragionamento non c’entra ed è fuorviante. Vi fate fregare dalle propagande e dall’illusione di alternative.

Christian Caiumi
Christian Caiumi
Risposta al commento di  Bertozzi
25 Aprile 2021 19:37

Floyd non riusciva a respirare perchè aveva in corpo una quantità di Fentanyl (una specie di eroina sintetica 10 volte più potente di quest’ultima) superiore di dieci volte a quella mortale, e l’arresto sdraiando il soggetto e tenendolo fermo con il ginocchio sul collo è una modalità di arresto riconosciuta e praticata normalmente negli USA. Buona o cattiva che sia. Peraltro era stato lo stesso Floyd e a chiedere di poter uscire dall’auto e di potersi sdraiare a causa delle difficoltà respiratorie. Non vi è alcuna prova che quella posizione impedisse a Floyd di respirare.
E’ abbastanza evidente che il racconto mainstream del fatto è capzioso e lacunoso. Questo non significa che Chauvin fosse un “buon uomo”, ma non mi sembra diverso da migliaia di altri poliziotti americani, direi.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Christian Caiumi
26 Aprile 2021 7:48

Resta che io non sono Derek chauvin, posso dirlo? Lo dico. Vi fanno scegliere fra l’essere o Floyd o Chauvin’, e voi subito vi schierate come in politica. Io mi riservo di non scegliere. Punto. Tutto ciò che dite è risaputo e non c’entra.

Christian Caiumi
Christian Caiumi
Risposta al commento di  Bertozzi
26 Aprile 2021 7:52

Ho detto che vorrei essere Chauvin? Dove l’ho scritto? Scusami, ma tu ti stai facendo prendere la mano dall’emotività mettendomi in bocca cose che non ho mai detto, e questo non posso consentirtelo, quindi ti chiedo di calmarti e di leggere attentamente quello che ti viene scritto, che non puoi deformare come vuoi tu, se permetti.
Ciò che dico è risaputo? Allora questo processo è una farsa, perchè condannare Chauvin per omicidio è del tutto sbagliato! Visto che Floyd è morto per overdose di fentanyl e non per il ginocchio sul collo! Che pure è una pratica odiosa. Ti sembra una questione da poco?
Non capisci che il senso del titolo è provocatorio e si collega al fatto che si sta cercando di accreditare una versione falsa per evidenti motivi politici? Di enorme portata?

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Christian Caiumi
26 Aprile 2021 7:56

Non ti ho detto cosa sei, ho ribadito il concetto per quel che mi riguarda, sempre che mi sia concesso. Io non sono come quel tizio, punto, non è solo il titolo ma anche la conclusione dell’articolo fazioso oltre ogni limite. Ribadisco il mio punto di vista su ciò che non sono. mi è concesso? Grazie. Ora ripartite pure col processo al processo e alle intenzioni e difendete pure quel porco vigliacco. Affari vostri

Christian Caiumi
Christian Caiumi
Risposta al commento di  Bertozzi
26 Aprile 2021 8:02

Invece l’hai detto, perdonami ma tendo ad essere abbastanza preciso:
“Vi fanno scegliere fra l’essere o Floyd o Chauvin’, e voi subito vi schierate come in politica”
Sono parole tue.
Scusami, ma l’obiettività di giudizio ti manca completamente: qui quello che conta è se il giudizio del tribunale è corretto o meno: Floyd è morto per l’overdose o per il ginocchio sul collo? Solo questo conta. A me il resto non interessa, non ho commentato il titolo e nient’altro.
Certo che è necessario fare il processo al processo! Sai quanti processi si sono conclusi con verdetti sbagliati o criminosi? Fioravanti e la Mambro erano brave persone? Direi che erano dei terroristi. Questo giustifica il falso verdetto (poi smentito) secondo il quale fossero gli autori della strage di Bologna? Non credo proprio.
“Porco vigliacco”? E perchè? Perchè applicava una procedura prevista dal corpo a cui apparteneva?
Prenditela con l’amministrazione della polizia americana, semmai, che autorizza pratiche discutibili come quella.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Christian Caiumi
26 Aprile 2021 8:07

Io non sono come quello schifoso porco vigliacco. Lo dico e lo ripeto. Punto. E adesso vai pure avanti.

Christian Caiumi
Christian Caiumi
Risposta al commento di  Bertozzi
26 Aprile 2021 10:00

Purtroppo sei la precisa dimostrazione di come si costruisce un regime: si crea un mostro e si fa in modo che la gente si scagli solamente contro di lui, peccato che sia l’obiettivo sbagliato. Si guarda al dito senza vedere la luna che c’è dietro.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Christian Caiumi
26 Aprile 2021 10:04

Dipende sempre dove è infilato il dito. E i regimi si costruiscono grazie alle violenze dei vigliacchi al soldo dei potenti e da gente che, come voi a quanto pare, li giustifica.

Christian Caiumi
Christian Caiumi
Risposta al commento di  Bertozzi
26 Aprile 2021 11:47

Ma no Bertozzi… Questo non è un ragionamento, è un atto di fede cieca. Totalmente smentito dai dati di fatto disponibili.
Un atto di fede dimentico delle strategie tipiche dei servizi segreti, che normalmente non usano emissari direttamente consapevoli delle loro azioni, ma sfruttano dei disgraziati come capri espiatori. Come Chauvin. Come Regeni.
La CIA mise a punto queste strategie in Sicilia nel 1947, quando ancora si chiamava OSS, con il caso Salvatore Giuliano.
Non farti accecare.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Christian Caiumi
26 Aprile 2021 12:38

Ti ringrazio per gli argomenti – peraltro conosciuti – e per i toni. Rispettosamente rimango della mia opinione, per te Chauvin’ e regeni sono disgraziati, capri espiatori e vittime inconsapevoli, per me no, e non credo tu possa portare prove a tal proposito. Se la mia è fede cieca la vostra rischia di essere ingenuità. E con questo ringrazio e saluto.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Christian Caiumi
26 Aprile 2021 12:38

Ti ringrazio per gli argomenti – peraltro conosciuti – e per i toni. Rispettosamente rimango della mia opinione, per te Chauvin’ e regeni sono disgraziati, capri espiatori e vittime inconsapevoli, per me no, e non credo tu possa portare prove a tal proposito. Se la mia è fede cieca la vostra rischia di essere ingenuità. E con questo ringrazio e saluto.

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  Christian Caiumi
26 Aprile 2021 10:04

E’ inutile … è solo fiato sprecato fidati. Sanno solo ripetere a pappagallo: io non sono Derek Chauvin… perchè così gli hanno insegnato alla Tv e almeno per una volta possono sentirsi politically correct

Christian Caiumi
Christian Caiumi
Risposta al commento di  nicolass
26 Aprile 2021 11:48

Eh lo so, ma per un po’ ci si prova, almeno per capire che argomenti ci sono dietro, può essere utile. Poi quando il discorso si fa ripetitivo, è sicuramente meglio lasciar perdere…

segretius
segretius
Risposta al commento di  Christian Caiumi
27 Aprile 2021 2:03

Quindi secondo te eseguiva solo gli ordini….

Christian Caiumi
Christian Caiumi
Risposta al commento di  segretius
27 Aprile 2021 2:35

Non esattamente direi. Credo che procedesse ad un arresto secondo le modalità che gli erano state insegnate ed erano previste da manuale della polizia, buone o cattive che fossero.

Dante Bertello
Dante Bertello
25 Aprile 2021 14:36

In un filmato si intravede un altro poliziotto che sembra gravare il proprio peso sulla schiena di Floyd, anche questo potrebbe aver contribuito ad impedirne l’ossigenazione e quindi a farlo morire.

Gli agenti sapevano benissimo quello che stavano facendo, e l’averlo tenuto in quella posizione per 8 minuti equivale, a mio parere, ad un omicidio volontario.

Casi come quello di Floyd, sono successi anche in Italia: Cucchi, Magherini, Aldrovandi, per citarne solo alcuni.

Se fossi stato un giurato nel processo contro Chauvin, avrei votato per la sua condanna.

Chi avesse la possibilità di farlo, potrebbe consigliare a Robert Hampton di contattare Frank Serpico, in modo tale che possa aprire gli occhi e ampliare i suoi orizzonti.

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  Dante Bertello
25 Aprile 2021 14:43

forse dovresti riguardarti la scena… sembra presa dritta da un film di Hollywood col protagonista (l’agente incriminato) che si mette in posa mostrando il suo profilo migliore. Potrò sembrare cinico ma anche la realtà lo è. Su dai siate seri per cortesia

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  nicolass
25 Aprile 2021 14:45

E allora Floyd di cosa sarebbe morto, di Covid?
Magari quando diceva di non respirare, era affetto da embolia polmonare…

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  Dante Bertello
25 Aprile 2021 14:50

Non lo so di cosa è morto.. a dire il vero non so nemmeno se è morto… ho letto cose molto contrastanti a riguardo. Il problema però non è nemmeno quello… ma piuttosto l’uso strumentale che si è fatto della sua morte o presunta tale. Molti come al solito guardano il dito per non vedere la luna

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  nicolass
25 Aprile 2021 15:00

A me i BLM piacciono meno che a te, sapendo poi che sono finanziati anche da Soros…

Certo che erano pronti a muoversi contro Trump, ma se non fosse stato Floyd la causa, sarebbe stato un altro, uno dei 1000 che ogni anno vengono uccisi dalle forze dell’ordine.

Tra le altre cose Floyd e Chauvin avevano lavorato come buttafuori nello stesso night.

Comunque se ti sdraiano prono e uno ti schiaccia il collo con il ginocchio e un altro poggia il suo peso sulla tua schiena, muori soffocato.

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  Dante Bertello
25 Aprile 2021 15:49

Allora diciamo che erano pronti a muoversi perché serviva un evento scatenante che desse il là per inscenare le proteste che avrebbero minato la rielezione di Trump…. e to guarda Floyd cade a fagiolo con tanto di poliziotto in primo piano che ammicca alla telecamera che lo sta riprendendo e il nero che implora pietà in diretta Tv. Tuto come da copione. In effetti l’unica cosa giusta che hai detto è che se non fosse stato Floyd si sarebbe inventati qualcos’altro per mettere in scena tutto quello che è stato

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  nicolass
25 Aprile 2021 15:02

Quel poliziotto è un assassino. Punto e basta. Tutto il resto conta poco.
Così come lo sono stati i carabinieri con Cucchi o altri qui in Italia
Che ci sia strumentalizzazione è innegabile, e questo accade spesso in molte situazioni, ma rimane un assassino volontario, e come tale deve essere trattato. Con l’aggravante che un tutore della legge che infrange la legge è un disonore per tutta la società civile.

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  LuxIgnis
25 Aprile 2021 15:43

Non difendo il poliziotto francamente non me ne frega niente per me potrebbe marcire in galera per il resto dei suoi giorni…. siete però superficiali se vi fermate al fatto in se senza distinguere i contorni della vicenda. Eppure non è difficile capire quanto marcio ci sia dietro….. basterebbe guardare come i media cavalcano l’evento per far drizzare le antenne ai più avveduti. Purtroppo però questo evento è la dimostrazione di come la propaganda mieta vittime anche tra i commentatori di comedonchisciotte che dovrebbe essere si presume più avveduti e vaccinati rispetto a certe dinamiche

LuxIgnis
LuxIgnis
Risposta al commento di  nicolass
26 Aprile 2021 3:12

Anche tu sei vittima di propaganda. Perché quello che dici tu è propaganda ma dall’altra parte.
Se hai notato io ho detto che la strumentalizzazione dell’evento è innegabile. Sono ben conscio di come vengono manipolati i fatti per motivi di bieca politica. E di questi casi specialmente in America ne avvengono a bizzeffe. Gli Stati Uniti sono una società violenta. Dovremmo saperlo tutti.
Ma un assassino rimane un assassino e se è uno delle forze dell’ordine non ha diritto ad una giustificazione in quanto poliziotto, o perché l’evento viene strumentalizzato. Anzi per me è un aggravante. Dovrebbe esserci nel codice penale l’aggravante per reati commessi dalle forze dell’ordine.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  LuxIgnis
26 Aprile 2021 8:02

Dagli ragione così è contento. Tanto più in là non ci arriva

Christian Caiumi
Christian Caiumi
Risposta al commento di  Dante Bertello
25 Aprile 2021 19:39

No, di overdose di Fentanyl. Cosa che peraltro si sa da molto tempo.

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Christian Caiumi
25 Aprile 2021 19:53

Ma quale Fentanyl.
Noi già discutemmo in passato su questo argomento.
Devi essere un rappresentante delle forze dell’ordine, per accanirti in questo modo a difendere chi ha commesso un simile delitto.

Christian Caiumi
Christian Caiumi
Risposta al commento di  Dante Bertello
26 Aprile 2021 2:29

Ma che risposta è? L’indagine autoptica mostrò che Floyd aveva in corpo una quantità abnorme di Fentanyl. Ne parlò anche Paul Craig Roberts.
Qui c’è il referto:
https://www.paulcraigroberts.org/2020/09/01/chief-medical-examiner-informs-prosecutors-george-floyd-died-from-fentanyl-overdose/
in cui si dice che i suoi polmoni avevano raggiunto una dimensione abnorme e che quella dose di fentanyl era fatale.
Io credo si debba uscire dall’emotività e valutare le cose con correttezza.
La prassi di posizionare il ginocchio sul collo per tenere fermo il soggetto è (era?) del tutto normale per la polizia americana, buona o cattiva che sia. Quindi al massimo Chauvin poteva essere accusato di omicidio preterintenzionale, ma sarebbe stato comunque eccessivo, essendo lui impegnato in una manovra prevista dai protocolli della polizia.

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Christian Caiumi
26 Aprile 2021 3:01

Se davvero avesse avuto quella che tu definisci: “una quantità abnorme di Fentanyl”, non sarebbe stato in grado di guidare e avrebbe trovato la morte molto prima di essere messo prono, e con un agente sulla schiena che gli impediva di espandere la cassa toracica facendolo soffocare.

Ho sempre apprezzato P.C.Roberts, ma questa volta ha preso una cantonata.

Comunque io sono contento del verdetto, e tu fattene una ragione.

La dichiarazione ad inizio articolo che dice:” La giuria, composta da due soli bianchi su dodici persone” a me risulta completamente errata, difatti nell’articolo al lik in fondo, viene detto che i giurati erano 6 bianchi e 6 di colore, questo, da solo, serve a capire quale valore dare all’ articolo di Hampton.

https://www.fanpage.it/esteri/lagente-derek-chauvin-colpevole-per-la-morte-di-george-floyd-il-verdetto-della-giuria-dopo-il-processo/

Christian Caiumi
Christian Caiumi
Risposta al commento di  Dante Bertello
26 Aprile 2021 7:47

Dante, credimi, io apprezzo il tuo coinvolgimento emotivo nella vicenda, ma non dimenticare che questo coinvolgimento può essere facilmente strumentalizzato… Come fai a dire che non sarebbe stato in grado di guidare sotto l’effetto di Fentanyl? Il fentanyl non è la stricnina o il curaro… Ciò detto, se non sbaglio Floyd giunse al locale in auto, ma probabilmente la sostanza l’ha consumata nel locale stesso, cioè dopo essere arrivato, ma su questo magari potrai darmi maggiori ragguagli. E in ogni caso che strumenti medici hai per dire che non sarebbe stato in grado di guidare? O che avrebbe già dovuto essere morto? Secondo me nessuno, onestamente. Il ginocchio sul collo non impedisce la respirazione, altrimenti, essendo una pratica d’arresto prevista nei manuali della polizia, avrebbe già ucciso migliaia di persone. E in più la cassa toracica di Floyd non aveva alcuna possibilità di espandersi, visto che in base al referto autoptico (che dovresti aver letto, ma secondo me non l’hai fatto) i polmoni di Floyd erano completamente compromessi. Peraltro il rapporto originario, esposto da Roberts, racconta di come fosse stato proprio Floyd a sostenere di non potere respirare (evidentemente a causa della sostanza che aveva in corpo), e quindi a… Leggi tutto »

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Christian Caiumi
26 Aprile 2021 9:27

Io non sono di quelli che crede a tutto quello che gli viene raccontato, altrimenti non verrei su questo sito, ma mi informerei sui media mainstream. Come altri, dei quali potrai leggere commenti qui, ma anche altrove, nel corso degli anni ho imparato a capire quando mi vengono raccontate bugie, e quando invece sono di fronte alla verità. “Come fai a dire che non sarebbe stato in grado di guidare sotto l’effetto di Fentanyl?” Nell’articolo di PCR del 2 agosto 2020 è scritta questa frase: ”l’autopsia di Floyd indicava, senza ombra di dubbio, che nel sangue di Floyd era presente una concentrazione letale di un pericoloso oppioide, il fentanil.” E tu stesso scrivesti in un commento che: “che aveva 6 volte più Fentanyl in corpo della dose considerata letale”. Se una persona ha assunto una dose (6 volte più) letale di un oppioide, non è in grado di guidare. Per quanto riguarda l’esame autoptico, prendo con le molle quanto viene scritto. Ricordati che dopo l’autopsia a JFK, è sparito il cervello del Presidente, dal quale si sarebbe potuto stabilire la traiettoria del proiettile, figuriamoci cosa sarebbero in grado di fare adesso al corpo di un George qualunque. “Loro” possono venirmi… Leggi tutto »

Christian Caiumi
Christian Caiumi
Risposta al commento di  Dante Bertello
26 Aprile 2021 11:40

“Io non sono di quelli che crede a tutto quello che gli viene raccontato, altrimenti non verrei su questo sito, ma mi informerei sui media mainstream.” A maggior ragione mi stupiscono certe tue affermazioni! “era presente una concentrazione letale di un pericoloso oppioide, il fentanil.” L’ho già spiegato: questo non implica “morte istantanea” immediatamente dopo l’assunzione. Capisci? “E tu stesso scrivesti in un commento che: “che aveva 6 volte più Fentanyl in corpo della dose considerata letale”.” Che conferma precisamente ciò che ho appena affermato: come avrebbe potuto Floyd uscire dal locale, salire sull’auto della polizia, chiedere di poter scendere perchè non respirava, farsi coricare e poi morire in quella posizione, se avesse dovuto morire immediatamente dopo l’assunzione della sostanza??? Il fatto che la dose fosse letale, come le evidenze dimostrano, non implica che la morte avvenga istantaneamente dopo l’assunzione! Altrimenti Floyd manco sarebbe uscito dal locale. “Se una persona ha assunto una dose (6 volte più) letale di un oppioide, non è in grado di guidare.” Ribadisco: se il referto è corretto significa che probabilmente Floyd ha assunto la sostanza DOPO essere arrivato sul posto, non ti sembra? Oppure il fatto che abbia guidato fino a lì può smentire… Leggi tutto »

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Christian Caiumi
26 Aprile 2021 15:19

“troppo grande il rischio di fare di tutta l’erba un fascio”

Hai detto bene, “un fascio”.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  nicolass
25 Aprile 2021 15:14

Peggio ancora se si è messo in posa, proprio non ce la fai oh.

nicolass
nicolass
25 Aprile 2021 14:38

A parte che non ho mai capito come si possa uccidere qualcuno per soffocamento mettendogli un ginocchio sulla nuca….. ma a parte questo ho smesso da tempo di credere che certe cose siano frutto del caso… si si come no la nascita spontanea dei Black Live Matters proprio nel bel mezzo della campagna elettorale per le presidenziali.. già come no. Purtroppo ho smesso di credere alle favolette all’età si 6 anni se no magari me la sarei bevuta. Comunque è sempre interessante vedere quello che succede negli USA perchè in genere è un’anticipazione di quello che si verificherà presto anche in Italia e in Europa

nicolass
nicolass
25 Aprile 2021 14:38

A parte che non ho mai capito come si possa uccidere qualcuno per soffocamento mettendogli un ginocchio sulla nuca….. ma a parte questo ho smesso da tempo di credere che certe cose siano frutto del caso… si si come no la nascita spontanea dei Black Live Matters proprio nel bel mezzo della campagna elettorale per le presidenziali.. già come no. Purtroppo ho smesso di credere alle favolette all’età si 6 anni se no magari me la sarei bevuta. Comunque è sempre interessante vedere quello che succede negli USA perchè in genere è un’anticipazione di quello che si verificherà presto anche in Italia e in Europa

Esquivèl
Esquivèl
Risposta al commento di  nicolass
25 Aprile 2021 14:42

a dire il vero, il primo hashtag BLM (ormai, per capire quando nasce un movimento bisogna andare su twitter o qualche altra cloaca) è stato digitato nel 2013 (o 2012 non ricordo bene), da quella che è la presidentessa di tutto il baraccone.

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  Esquivèl
25 Aprile 2021 14:46

io per nascita dei BLM intendo il fatto che si siano mobilitati in massa mettendo a ferro e fuoco tante città americane giusto nel bel mezzo della campagna presidenziale. Anche se la sigla fosse antecedente non cambia nulla. Insieme alla pandemia, gli scontri razziali sono stati messi in piedi per impedire o ostacolare la rielezione di Trump. Credo che questo nessuno sano di mente lo metterebbe in dubbio.

nicolass
nicolass
25 Aprile 2021 14:53

i tuoi commenti arricchiscono sempre la conversazione…. e lo dico con tutta l’ironia di cui sono capace

misc3
misc3
25 Aprile 2021 15:30

Questo articolo e’ nettamente al di sotto dello standard di CdC. Sara’ lo stress della transizione da disqus…

Cangrande65
Cangrande65
25 Aprile 2021 13:47

Tutto questo, tutta questa menzogna, non può durare per sempre…
A meno che non ci sterminino… appunto…

Annibal61
Annibal61
Risposta al commento di  Cangrande65
25 Aprile 2021 17:21

Durerà durerà, è scientifico! E’ come il veleno per i ratti, inodore e insapore. Li uccide dopo una settimana.

Cangrande65
Cangrande65
Risposta al commento di  Annibal61
25 Aprile 2021 18:22

La gggente non capisce che ci vogliono morti… ma non solo nell’anima. Ma proprio morti ammazzati fisicamente.

La cosa di cui non mi capacito è che è EVIDENTISSIMO.

Come le pecore… quando il lupo entra nell’ovile per sbranarle, chiudono gli occhi.

Quasar
Quasar
Risposta al commento di  Cangrande65
26 Aprile 2021 1:58

non tutte

sara’ magari una lotta impari alla quale soccombere lo stesso alla fine ma non tutte chiudono gli occhi

emilyever
emilyever
25 Aprile 2021 16:10

Fra tre giorni scomparirà quest’articolo dall’home page? ci vediamo mercoledì

emilyever
emilyever
25 Aprile 2021 16:10

Fra tre giorni scomparirà quest’articolo dall’home page? ci vediamo mercoledì

Marco Tramontana
25 Aprile 2021 16:45

Voto 2.

Articolo pessimo, buono per Facebook e commentatori urlanti.

PietroGE
PietroGE
25 Aprile 2021 16:46

Come dice chiaramente l’articolo, il problema non è l’uccisione di Floyd che ovviamente deve esse condannata, è il contorno. Floyd è il dito, l’eliminazione di bianchi e della loro cultura è la Luna. Una procedura simile è successa con il popolo tedesco dopo la WWII, quando non si è accusato solo il regime ma l’intero popolo, la sua cultura e la sua razza per i crimini commessi, trascurando ovviamente i crimini commessi dalla parte opposta. Per questo si è scelto un presidente che usa la Casa Bianca come un bunker dal quale non esce (o non lo fanno uscire) perché non si deve vedere il suo stato mentale di demenza senile. Hanno aperto il confine con il Messico facendo arrivare centinaia di migliaia di nuovi immigrati ai quali dare subito il diritto di voto per mettere ancora più in minoranza la ormai minoranza bianca. Anche la storia del razzismo sistematico è una bufala. Programmi come l’Affirmative Action che favorisce l’ingresso nelle università ai negri solo in base al colore della pelle, saltando il merito, sono razzisti ma viene subito denunciato come razzista chi osa criticarli. La soluzione contro il razzismo sistematico ci sarebbe, è quella cosa chiamata ‘apartheid’, ma guai… Leggi tutto »

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  PietroGE
25 Aprile 2021 17:21

Alleluia…. qua si guarda solo alla morte di Floyd non riuscendo a capire come questa venga utilizzata come pretesto per attaccare i bianchi cercando di cancellarne perfino la cultura perché ritenuta razzista… distruggendo statue e mettendo al rogo libri in nome di una fantomatica lotta al razzismo che è solo di facciata ma serve invece per riplasmare la società secondo i desiderata di chi comanda. E’ piuttosto miope fermarsi solo al fatto in se senza nemmeno sforzarsi di comprendere dove tutto questo rischia di portarci da parte di chi ha interesse a cavalcare questi eventi. Per quanto grave possa essere l’uccisione di un uomo questa andrebbe sempre contestualizzata proprio per non fare il gioco di chi invece ha tutto l’interesse a strumentalizzarla per ben altri fini. E’ facile indignarsi per non sforzarsi nemmeno di capire cosa c’è realmente dietro

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  nicolass
25 Aprile 2021 17:48

Bè..da una parte vogliono impedire ai bianchi di governare con orgoglio patriottico..in quanto geneticamente riprovevoli..e dall’altra parte sembra ci sia un gusto incontenibile a provocare spesse ondate di odio che possono mandare il paese alla malora..
Quale delle due sia più gradita..non è facile dirlo..sembra che l’élite oscura imiti Joker..e ci provi gusto a far saltare tutto per aria..
Floyd è solo uno dei tanti episodi di malvagità che accadono da quelle parti..che almeno aveva formalmente una giustificazione legale..rispetto ad altri che neanche ce l’hanno..
Tempo fa hanno licenziato da un mattatoio un dipendente che si divertiva a mutilare le galline..e sicuramente non sarà l’unico..
Va bene che la polizia dovrebbe essere immacolata..ma è fatta da uomini pescati in quell’ambiente USA dove c’è stato Abu Ghraib..con le foto che abbiamo visto..e le torture della CIA..
Oltre a fare filmini su chi viene torturato per eccitare i compratori..tema questo addirittura di un film..Il coraggioso..per dire di come la crudeltà sia argomento normale..
Tra l’altro..non credo che un bianco sarebbe stato trattato meglio..e la deriva razziale l’ha usato come pretesto..
Sicuramente adesso gli agenti avranno carta bianca a reprimere i caucasici e non i neri..con le conseguenze che si intuiscono..

nicolass
nicolass
Risposta al commento di  uparishutrachoal
25 Aprile 2021 18:05

ti dirò di più i bianchi .. i deplorevoli come dici tu votano in maggioranza per Trump e già questo è un motivo valido per muovergli guerra secondo le élite dominanti. In America i neri sono spesso violenti… chi non lo sarebbe visto che sono costretti a vivere in ghetti dove non hanno nessuna altra prospettiva se non quella di un sussidio statale. Bene gli scontri alimentati da BLM hanno l’obiettivo di criminalizzare il corpo di polizia mettendone addirittura in discussione l’esistenza. Ora che ci siano degli abusi da parte di taluni agenti è innegabile ma addirittura invocare la fine del corpo di polizia farebbe piombare la società americana nel caos più totale. Scontri e soprusi sarebbero all’ordine del giorno e si tornerebbe come durante la campagna presidenziale dove cittadini bianchi armati erano costretti a difendere le loro proprietà e le loro case dai neri incazzati. Ma perchè le élite dominanti avrebbero interesse a favorire tutto ciò?? l’idea che mi sono fatto io è che semplicemente si divertano a vedere la gente che si scanna tra di loro, si divertano a seminare zizzania solo per vedere l’effetto che fa.. in fondo una società frammentata, divisa e in guerra perenne fa… Leggi tutto »

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  nicolass
25 Aprile 2021 19:22

l’idea che mi sono fatto io è che semplicemente si divertano a vedere la gente che si scanna tra di loro, si divertano a seminare zizzania solo per vedere l’effetto che fa.. in fondo una società frammentata, divisa e in guerra perenne fa il loro interesse

E’ la ragione più plausibile..quella essenziale e per questo veramente satanica..
Il mondo è noioso se non ci si diverte..e c’è chi diverte a costruire e chi a distruggere..
In Italia i diavoletti sottoposti si divertono ad angariare le partite IVA..non gli statali e i pensionati..appunto perché
c’è più gusto a tenere fermi chi lavora con creatività..
Magari può essere una cosa inconscia..Speranza è la tipica acqua cheta..che poi ti frega..
Già mi vedo l’ebrezza che proveranno quando faranno una patrimoniale per togliere ai risparmiatori i sacrifici di una vita..gettandoli nello sgomento..
E il gusto maggiore sarà dire che verrà fatto per solidarietà sociale per i più deboli..e passeranno per veri altruisti..sensibili al bene comune..e talmente coraggiosi da lottare per i più deboli..togliendo denaro a chi ne ha di più..per fini di salute pubblica in una pandemia (completamene inventata)..hahaha

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  uparishutrachoal
26 Aprile 2021 8:26

Paura eh?

Violetto
Violetto
Risposta al commento di  nicolass
25 Aprile 2021 22:58

Questo non toglie che quello è un assassino

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Violetto
26 Aprile 2021 7:50

Fai prima a dargli ragione come si fa coi covidioti – tanto non lo capisce e ti mette pure il like.

Quasar
Quasar
25 Aprile 2021 18:14

e ci si dovrà inginocchiare davanti alle sue statue

manco per il c***o non esiste

Gio
Gio
25 Aprile 2021 18:50

Guardate leggo gli articoli riportati su questo sito spesso e volentieri, ma onestamente, preso seriamente, l’articolo in oggetto, è uno schiaffo all’intelligenza e al buon senso. Questa è roba da ku klux klan. La redazione presti maggiore attenzione

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Gio
25 Aprile 2021 19:34

A brigante..brigante e mezzo..
Viste le balle che ci propinano..non c’è più timidezza a tirare tutto fuori..a prescindere..
I mostri dell’Id si stanno scatenando..

Gio
Gio
Risposta al commento di  uparishutrachoal
25 Aprile 2021 19:38

Spiegati, perché non sei chiaro e parli da paranoico.” non c’è più timidezza a tirare tutto fuori..a prescindere”. Ma tirare fuori un’analisi tanto assurda, quanto surreale, come questa dell’articolo in oggetto, significa prescindere dalla realtà di un fatto di cronaca che è prima di tutto un omicidio, neanche all’arma bianca, a mani nude, al di là della razza, della giuria, e di tutto ciò che pretestuosamente ci ricama sopra l’autore dell’articolo. Ci vuole decenza

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Gio
25 Aprile 2021 21:06

Parlo da osservatore..e vedo che non c’è più decenza..
E visto che la mancanza di decenza è una cifra che attiene ai governanti..non mi meraviglio che i governati ne seguano l’esempio..
Un arresto violento finito male è la realtà..tutto il resto è solo interpretazione..e ognuno la tira dove gli fa più comodo..
Personalmente la cronaca nera non mi interessa..mentre le interpretazioni sono idee che muovono le masse..e servono a guidarle..
E volenti o nolenti l’articolo è espressione di un modo di sentire.. interessante per questo..e i possibili sviluppi..
La cronaca nera è fatta da singoli..e finisce lì..cosa dobbiamo condananre,? L’ovvio..?
La politica che c’è entrata in mezzo invece è importante..perché fatta da governi..e da popoli..e se c’è qualcosa da condannare è proprio questo..perché alla fine ci riguarderà tutti..
L’articolista è fanatico come il governo..e ne segue le orme all’incontrario..
Se la notizia fosse stata un trafiletto di giornale locale nessuno si sarebbe preoccupato..come nessuno si preoccupa della violenza dei neri contro i bianchi..e non fa notizia..
Io non partecipo a queste tifoserie.. per fortuna in Italia è ancora consentito..e non voglio contribuire ad alimentarle..

Gio
Gio
Risposta al commento di  uparishutrachoal
25 Aprile 2021 22:04

Il governante è un governato che è portatore degli interessi di tutti i governati per rappresentanza, difronte ad altri governanti, di diversa indicazione geografica. Questa è la democrazia. Poi se tra i governati c’è chi se la passa meglio, sarà forse che oltre ad essere indecenti, come dici tu, per sillogismo, i governati saranno pure stupidi? Ritengo che i governati non siano meno egoisti, violenti ecc.. dei loro governanti, e che sulla scena internazionale si preoccupano di garantire ai governati che rappresentano, tutti anche chi gli va contro, la vita migliore possibile a discapito di altri governati di altre indicazioni geografiche. Quindi fanatici entrambi. Poi le interpretazioni, che muovono le masse come pecore, e le guidano… retorica di bassissima qualità e di contenuto altrettanto misero, direttamente proporzionale a chi lo riceve, con forme verbali al modo indicativo e imperativo. Questa è la democrazia in cui il bassissimo livello di conoscenza e nullafacentismo, mascherato sotto la parola lavoro, ha prodotto la peggiore civiltà e il peggiore essere umano che si sia visto/a su questo pianeta. Qui se c’è qualcosa su cui bisogna discutere è la filosofia di questa civiltà, no su interpretazioni di un evento di cronaca da dare impasto ai… Leggi tutto »

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Gio
26 Aprile 2021 8:29

Applausi

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Gio
26 Aprile 2021 11:38

Io davo un’interpretazione spiccia degli avvenimenti..non intendevo fare analisi metafisiche sullo sviluppo dell’umanità..che avrebbero richiesto un’altra impostazione..
E’ chiaro che la democrazia attuale è figlia dell’élite oscura..e ci vogliono uomini coscienti e conoscenti per rettificare i significati..inquadrandoli in uno schema Tradizionale che adesso manca completamente e ci costringe a intervenire al volo..perdendo il quadro di fondo in cui le situazioni si originano..

Violetto
Violetto
Risposta al commento di  uparishutrachoal
25 Aprile 2021 23:58

certo che esiste la volenza dei neri contro i bianchi.

Ma non è che ora si possono ribaltare i fatti storici di centinaia di anni di razzismo, schiavismo, discriminazione, ghettizzazione, violenza nel “paese della libertà e democrazia”.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Violetto
26 Aprile 2021 11:15

La soluzione allora è ricordare e vendicarsi..?
I singoli devono essere visti come l’incarnazione di una razza assunta come organismo che si riproduce rimanendo sempre lo stesso..e colpirlo nelle sue molteplicici individualità è fare giustizia verso un essere che è passato e presente indistintamente..?
Mi dispiace ma io non ho colpa di quello che hanno fatto i bianchi verso i neri..e se vengo bastonato non lo considero un atto di giustizia..
Se vogliamo superare i popoli per arrivare a un ordine più alto..è necessario non nutrire più l’identità razziale rendendola così illusoriamente esistente di vita propria..ma collegarsi a quell’identità superiore che ci rende uguali..e quindi collaborativi..e quest’identità è la coscienza..la presenza a se stessi..che si allea al presente e lo modifica al meglio per un futuro decente..
La razza e il popolo sono secondari rispetto a questa coscienza..che splende più o meno..ma sempre unificante..quando la si ha o la si considera..

Violetto
Violetto
Risposta al commento di  uparishutrachoal
26 Aprile 2021 12:26

puoi anche solo vedere un poliziotto che uccide uno fermato indifeso.

La questione della razza viene fuori a causa della discriminazione nei confronti delle etnie (ispaniche e afro) documentate e censite.

uparishutrachoal
uparishutrachoal
Risposta al commento di  Violetto
26 Aprile 2021 13:07

La discriminazione esiste come classe..e non più come razza..
Lo scontro razziale è tra gli individui di classe inferiore che mostrano la natura di cui sono fatti..ed è ineliminabile..essendo ineliminabile la mancanza di comprensione..
Non ci sono più governi razzisti..dove i diritti sono negati..
C’è solo la strumentalizzazione del naturale scontro di etnie e razze per evitare che i popoli trovino intese pericolose contro i governi..
Adesso il governo si allea con neri per impedire ai bianchi di buttarlo giù..sapendo che tanto i neri non arriveranno mai ad essere forza di governo temibile..

Violetto
Violetto
Risposta al commento di  uparishutrachoal
26 Aprile 2021 13:33

La discriminazione esiste come classe..e non più come razza..

non ne sarei sicuro.
I razzisti esistono eccome ed esistono ovunque basta leggere certi commenti su certi forum.

E non mi riferisco a “governi razzisti” ma a gente razzista.

Tutte la manovre del dividi et impera del potere che divide le classi per evitare si uniscono, lo condivido.
E infatti scrivo che se una vicenda come quella di Floyd ha un’eco cosi vasta, un motivo propagandistico ci deve essere.

Ma cio non toglie che quello , razzista, ha ammazzato un individuo aggravato dal fatto che fosse nero e lui un poliziotto bianco, mentre era a terra inerme.

e chi cerca varie giustificazioni è principalmente un ignorante, poi possibilmente anche razzista.

Ho letto commenti (non qui) sui 100 morti annegati da far accapponare la pelle.
C’è gente veramente schifosa tra noi, tornando a un vecchio commento, non li vorrei come alleati nella ipotetica lotta contro il regime attuale.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Gio
26 Aprile 2021 8:27

Troppo facile da capire, non ci trova gusto il loro intellettualismo da 4 soldi.

Caio Dreto
Caio Dreto
25 Aprile 2021 19:11

Metto subito in chiaro che non e` mia intenzione porre alcuna difesa delle Polizie, militari e non, perche` ho sotto gli occhi, purtroppo, il loro idiota criminale atteggiamento nel confronto del popolo in questa vicenda in cui siamo coinvolti da oltre un anno in Italia, Austria, Germania, Olanda , Belgio , Francia dal tempo delle manifestazioni dei Gillet Gialli ecc. Il loro comportamento ingiustificabilmente criminale e pericoloso per la convivenza civile presente e futura non puo` ne deve essere dimenticato. Come non devono essere dimenticati i fatti di Genova e i numerosi Cucchi, solo per esempio. Ma sono esterrefatto e insieme ammirato per come il Giudaismo, qui in USA e nel mondo occidentale, guidi il „gioco“. Diviso da una lotta intestina notevole fa pagare a noi „ Amalek“ bianco i costi della propria lotta interiore. E si ritrova a marciare come un sol uomo e senza tentennamenti quando si tratta di infliggere a noi bianchi l`ennesima bastonata. Ebbi modo di leggere, come molti di voi , un resoconto medico alquanto preciso e logico sulla morte del povero negro, criminale incallito, drogato e malato, che aveva, tra l` altro, rapinato una donna incinta puntandole la pistola allo stomaco e mai avrei… Leggi tutto »

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  Caio Dreto
25 Aprile 2021 20:28

Rassegnarsi? Mai. E non esistono cimini perfetti.

Caio Dreto
Caio Dreto
Risposta al commento di  Dino79
26 Aprile 2021 2:53

Naturalmente, ma, come ricorda Fuellmich, siamo un 10%. Per chi non avesse ben compreso siamo di fronte ad un vero Olocausto secondo principi talmudici e non e`prevista nessun Haavara Agreement e terra santa altrui da colonizzare. Ma direttamente i campi “Fema” e conseguente compostaggio, quando il numero lo richiedera`. Del resto la strategia “Fabianica” che informa tutto questo processo, prevede anche bruschi arresti. Ma non si fermera`. E, se mi e` consentito, siccome non basta non rassegnarsi aggiungo un commento di risposta a Bertozzi per integrare. Caio Dreto Bertozzi 8 hours ago Spesso uccidere e´ un dovere. Questo periodo storico e` uno di quelli in cui uccidere chi mette in pericolo l`intera Umanita` e` un dovere Morale. Un dovere del Pater Familias. Un esempio. Hai presente il protocollo di cura imposto da speranza ai medici? Ora hai anche la reiterazione del ministruccolo e del suo drago esplicitata con il ricorso al Consiglio di Stato contro la decisione del Tar di sospendere tale atto criminale di stato. Ai due politici genocidi se ne aggiunge un terzo rappresentato dai decisori dell` annullamento del salvifico provvedimento del Tar. Quanti MORTI INNOCENTI vuoi che facciano ancora prima di togliere loro di mano l`inCONTEnibile POTERE… Leggi tutto »

danone
danone
25 Aprile 2021 19:27

Il richiamo “siamo tutti Derek Chauvin” è un’evidente provocatoria richiesta di cervelli all’ammasso, unico assembramento ancora consentito, non è certo una richiesta di giustizia, perchè per il sistema mediatico-politico tritatutto, che cavalca questi eventi, e quando servono, li crea anche, sia il povero Floyd che il pirla Chauvin, sono solo carne in scatola. Il supra-dementismo bianco americano è fatto solo di utili idioti, lanciati allo sbaraglio e allo scontro frontale, coi gruppi loro antagonisti del supra-dementismo nero, anche questi ben supportati e gasati, per scatenare la prossima imminente rivoluzione afro-americana.
Alla lunga comanda il più sveglio, non il più forte e non essendoci oggi, in America, quello più sveglio, se la giocheranno pesante, dandosele tutti di santa ragione.
Prevedo 6 milioni di morti per tutte le 54 etnie presenti negli States.
Poi li voglio vedere in guerra contro i Russi, ci manderanno i marines della Legione Straniera, se esistono.

Violetto
Violetto
Risposta al commento di  danone
25 Aprile 2021 23:56

Chauvin non è un pirla è un assassino

Violetto
Violetto
25 Aprile 2021 22:57

Mi fermo e non vado avanti quando vedo che questo articolo ridicolo cerca di giustificare non solo un razzista non solo un assassino ma un poliziotto razzista e assassino

Pura spazzatura
Ho conati di vomito

“Siamo tutti Derek Chauvin” ma anche no!

Quasar
Quasar
Risposta al commento di  Violetto
26 Aprile 2021 2:01

se lo ricordi quando magari incontera’ una di quelle risorse che girano indisturbate per le nostre citta’

io vorrei un derek chauvin per le strade non le risorse

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Quasar
26 Aprile 2021 4:28

Io invece non vorrei avere per le strade, sia le risorse che i Chauvin.
Faccio a meno di entrambi.

giovanni
giovanni
Risposta al commento di  Dante Bertello
26 Aprile 2021 7:20

Sarà che uno sostiene l’altro?

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Dante Bertello
26 Aprile 2021 7:52

Troppo difficile da capire, hanno bisogno di scegliere, o di qua o di là, il tifo calcistico gli ha dato alla testa e hanno perso la ragione. Gli chiedi troppo.

Quasar
Quasar
Risposta al commento di  Dante Bertello
26 Aprile 2021 14:32

in realta’ tra un katobo armato di picone ed un chauvin armato di pistola preferisco che in strada ci sia chauvin

e dovrebbe anche lei perche’ il katobo esiste e se non c’e’ un chauvin a fermarlo andra’ comunque fermato

Dante Bertello
Dante Bertello
Risposta al commento di  Quasar
26 Aprile 2021 15:23

Ci sono appartenenti alle forze dell’ordine (e sono la maggioranza) che non vanno in giro ad uccidere come ha fatto Chauvin, e sono benissimo in grado di difenderci dai Kabobo (non katobo).
Ripeto faccio a meno di entrambi.

Quasar
Quasar
Risposta al commento di  Dante Bertello
26 Aprile 2021 16:00

lei parte da un presupposto che risulta errato cioe’ quello che esiste ancora una societa’, delle regole di convivenza civile condivise e chi, legalmente, fa rispettare tali regole

il problema e’ che questo e’ ancora vero solo nelle cittadine di montagna con 15 abitanti si li’ le regole e la societa’ e la convivenza civile esiste ancora

se invece gira per una grande metropoli, ma in realta’ anche per le piccole e medie citta’, notera’ che sta gia’ diventando un territorio per lupi

le organizzazioni criminali stanno ancora mantenendo un profilo basso ed una certa discrezione ma non durera’ a lungo solo 2/3 anni ancora

dopo queste citta’ diventeranno lande da lupi terra di nessuno dove vedremo scene come in messico con la gente appesa ai ponti per intenderci

a quel punto, volente o nolente, dovra’ anche lei fare una scelta: essere vittima o carnefice; guerriero se carnefice non le aggrada ma la sostanza e’ la stessa

dovra’ scegliere tra diventare chauvin o una vittima

mi auguro che allora comprendera’ gli americani sono solo piu’ avanti di noi in questo percorso

Quasar
Quasar
Risposta al commento di  Quasar
26 Aprile 2021 14:36

il problema e’ che non ci riuscirebbe neanche’ volendo

perche’ non tutti siamo delle pecore indifese come pensano lassu’

e no io, da bianco, non intendo eclissarmi per fare contento qualcuno

comunque il disprezzo e’ ricambiato se la consola

Pippo Fantasy
Pippo Fantasy
25 Aprile 2021 23:31

L’America e l’Italia con essa, è un paese destinato ad affogare nella fogna del politicamente corretto e dell’ ideologicamente corrotto.

francamente
francamente
26 Aprile 2021 1:26

Ricordate il caso Federico Aldrovandi? Mori’ quasi allo stesso modo, ma molto peggio in realta’: giovanissimo, senza crimini a suo carico, piu’ di un poliziotto ad atterrarlo ed in seguito ad occultare le prove dell’omicidio. Giustizia non fu mai fatta.
Che scandalo vi sarebbe in questa baruffa poliziesca finita male in Usa, tra un criminale certificato ed appena colto in flagrante e un poliziotto? Ipocrisia, bianca o nera, non c’e’ differenza, sempre quella e’.
I black lives matter ora si offendono se qualcuno gli risponde che all lives matter. Per me il fatto che fosse nero c’entra come i cavoli a merenda.

Oggi la polizia italiana non tocca gli africani spacciatori criminali no-vax, nel senso di non vaccinati…sara’ razzista? E forse pure assassina? Dato che grazie all’ assenza di sorveglianza e punizioni partono i crimini di stupro, violenza, assassinii verso i bianchi, razzisti ben inteso, per mettervi la coscienza in pace e massaggiare l’ignavia…
Che Dio ci liberi dal Politicamente Corretto.

Violetto
Violetto
Risposta al commento di  francamente
26 Aprile 2021 5:26

Che scandalo vi sarebbe in questa baruffa poliziesca finita male in Usa, tra un criminale certificato ed appena colto in flagrante e un poliziotto?

Ormai siamo alla follia.
ma che caxxo dite?
lo ha ucciso .
e non lo ha neanche ucciso per sbaglio, o per reazione.

E qui torniamo alla solita domanda:
Ma che mondo avete in testa, da contrapporre al regime che stiamo vivendo?

Si passa dai fondamentalisti cattolici, ai fascisti, a quelli che non vedono “scandalo” in un poliziotto che ammazza un uomo disarmato e arreso a terra ammanettato.

E che magari fanno spallucce o ci godono di 100 poveri cristi annegati nel mediterraneo….

E questi stessi si scandalizzano come le verginelle perche li hanno chiusi a casa, perchè Bruno Vespa dice le bugie, perchè il governo schiera la polizia contro manifestanti affamati dopo un anno di chiusura forzata e FASCISTA della loro azienda..

Siamo messi male, ma davvero molto ma molto male
anzi siete messi male, ma molto molto male

al vostro confronto mi sento davvero migliore, anzi piu migliore!

francamente
francamente
Risposta al commento di  Violetto
26 Aprile 2021 6:02

Ok scusa riformulo la domanda, non era completa:
Che scandalo vi sarebbe… piu’ di quanto non abbiamo gia’ assistito con Aldrovandi (solo un esempio) ecc. ?
Solo che per gli altri non si mosse foglia.
Purtroppo la storia e’ stata confezionata per raggiungere queste reazioni e tacitare cosi’ chiunque si faccia due domande su…perche’ tanto clamore ora, e mai invece per le migliaia di fatti simili o peggiori? Non sara’ forse parte di un condizionamento voluto che ha altri obiettivi, non certo quello della vera giustizia per noi poveri cristi, inclusi Floyd e Chauvin?

Violetto
Violetto
Risposta al commento di  francamente
26 Aprile 2021 6:08

quando una cosa è spinta mediaticamente c’è sempre un motivo.

Ma questo non deve distrarre dal fatto stesso, dall’omicidio che viene spinto mediaticamente.
Non è che diventa un “non omicidio”.

il potere è troppo “sottile”, usa tecniche di comunicazione e manipolazione troppo sottili per i più, purtroppo.

Violetto
Violetto
Risposta al commento di  francamente
26 Aprile 2021 5:26

Che scandalo vi sarebbe in questa baruffa poliziesca finita male in Usa, tra un criminale certificato ed appena colto in flagrante e un poliziotto?

Ormai siamo alla follia.
ma che caxxo dite?
lo ha ucciso .
e non lo ha neanche ucciso per sbaglio, o per reazione.

E qui torniamo alla solita domanda:
Ma che mondo avete in testa, da contrapporre al regime che stiamo vivendo?

Si passa dai fondamentalisti cattolici, ai fascisti, a quelli che non vedono “scandalo” in un poliziotto che ammazza un uomo disarmato e arreso a terra ammanettato.

E che magari fanno spallucce o ci godono di 100 poveri cristi annegati nel mediterraneo….

E questi stessi si scandalizzano come le verginelle perche li hanno chiusi a casa, perchè Bruno Vespa dice le bugie, perchè il governo schiera la polizia contro manifestanti affamati dopo un anno di chiusura forzata e FASCISTA della loro azienda..

Siamo messi male, ma davvero molto ma molto male
anzi siete messi male, ma molto molto male

al vostro confronto mi sento davvero migliore, anzi piu migliore!

R66
R66
Risposta al commento di  francamente
26 Aprile 2021 5:54

A suo tempo mi era capitato di commentare la faccenda di Floyd insieme ad altri, uno dei presenti stava mostrando il video sul telefono. Nel gruppetto di commentatori qualcuno sveglio c’era, ma la maggioranza era composta da “corretti”. Uno degli svegli credo che non abbia mai letto altro in vita sua se non le istruzioni di montaggio, non ha neanche la connessione e non sapeva cosa sono i BLM, comunque con perplessità, dopo aver guardato il video 3 o 4 volte, si è espresso dicendo che effettivamente il poliziotto avrebbe dovuto gestirla diversamente. Di rimando è partito il fronte “corretto”. A loro non andava bene il commento, non erano due “solo” persone, assurdo che non si guardavano i colori! Sto mio amico sul momento non ha capito la reazione e al ritorno verso casa, con non poca fatica, ho cercato di spiegargli i vari retroscena. Quando all’incirca la situazione gli fu chiara, ha detto solo una frase: “ma che davvero?!” – e l’espressione era stralunata. La piccola vicenda credo sia sufficiente a spiegare tutto il melodramma. Purtroppo i promotori delle ghettizzazioni non capiranno mai le macchinazioni che ci sono dietro, non si rendono conto di quanto essi siano funzionali al… Leggi tutto »

R66
R66
Risposta al commento di  francamente
26 Aprile 2021 5:54

A suo tempo mi era capitato di commentare la faccenda di Floyd insieme ad altri mentre uno dei presenti stava mostrando il video sul telefono. Nel gruppetto di commentatori qualcuno sveglio c’era, ma la maggioranza era composta da “corretti”. Uno degli svegli credo che non abbia mai letto altro in vita sua se non le istruzioni di montaggio, non ha neanche la connessione e non sapeva cosa sono i BLM, comunque con perplessità, dopo aver guardato il video 3 o 4 volte, si è espresso dicendo che effettivamente il poliziotto avrebbe dovuto gestirla diversamente. Di rimando è partito il fronte “corretto”. A loro non andava bene il commento, non erano due “solo” persone, assurdo che non si guardavano i colori! Sto mio amico sul momento non ha capito la reazione e al ritorno verso casa, con non poca fatica, ho cercato di spiegargli i vari retroscena. Quando all’incirca la situazione gli fu chiara, solo una frase: “ma che davvero?!” – e l’espressione era stralunata. La piccola vicenda credo sia sufficiente a spiegare tutto il melodramma. Purtroppo i promotori delle ghettizzazioni non capiranno mai le macchinazioni che ci sono dietro, non si rendono conto di quanto essi siano funzionali al gioco… Leggi tutto »

francamente
francamente
Risposta al commento di  R66
26 Aprile 2021 6:08

Infatti sara’ sempre peggio.
Vedrai con le migliaia di identita’ sessuali che si stanno inventando quante ne vedremo. In Usa i ragazzi sul profilo social gia’ specificano he/his o she/her per indicare come vogliono che ci si rivolga loro, perche’ se a uno che si sente donna ma non lo sai ti rivolgi con un “he”, commetti un crimine.
Finiremo a non poter piu’ parlarci.

R66
R66
Risposta al commento di  francamente
26 Aprile 2021 6:27

Creando un’identità per ogni gusto si hanno maggiori possibilità, il meccanismo si fonda sempre sulla frustrazione e sulla possibilità di riscatto.
Credono che le insoddisfazioni, provenendo dall’esterno, possano scomparire e che la vita possa migliorare.
A me è capitato di parlare approfonditamente con alcuni dei pro-ghetto, non c’è alcun verso, la via “facile” prende il sopravvento, colpa di quello, colpa di quell’altro, che il malessere possa avere altre origini non si può neanche ipotizzare, si infuriano a bestia e già questo la dice lunga…
Non paghi, per motivare il tutto, sono addirittura capaci di fare dei pippoloni storici infiniti in stile Borg di Star Trek, un esempio sono i collegamenti ai roghi delle streghe accaduti secoli fa, come se sentissero il calore sotto i loro piedi!

R66
R66
Risposta al commento di  francamente
26 Aprile 2021 5:54

A suo tempo mi era capitato di commentare la faccenda di Floyd insieme ad altri, uno dei presenti stava mostrando il video sul telefono. Nel gruppetto di commentatori qualcuno sveglio c’era, ma la maggioranza era composta da balordi “corretti”. Uno degli svegli credo che non abbia mai letto altro in vita sua se non le istruzioni di montaggio, non ha neanche la connessione e non sapeva cosa sono i BLM, comunque con perplessità, dopo aver guardato il video 3 o 4 volte, si è espresso dicendo che effettivamente il poliziotto avrebbe dovuto gestirla diversamente. Di rimando è partito il fronte “corretto”. A loro non andava bene il commento, non erano due “solo” persone, assurdo che non si guardavano i colori! Sto mio amico sul momento non ha capito la reazione e al ritorno verso casa, con non poca fatica, ho cercato di spiegargli i vari retroscena. Quando all’incirca la situazione gli fu più chiara, ha detto solo una frase: “ma che davvero?!” – e l’espressione era stralunata. La piccola vicenda credo sia sufficiente a spiegare tutto il melodramma. Purtroppo i promotori delle ghettizzazioni non capiranno mai le macchinazioni che ci sono dietro, non si rendono conto di quanto essi siano… Leggi tutto »

wahrheit
wahrheit
26 Aprile 2021 4:38

è stato fatto per i neri
altrimenti al prossimo george floyd
i blm avrebbero ucciso dieci bianchi

Bertozzi
Bertozzi
26 Aprile 2021 8:42

In pratica quando gli sbirri ci metteranno il ginocchio sul collo per difendere i porci al governo noi gli diremo “bravi”, questa è la procedura della polizia, voi siete solo esecutori senza intenzione… E questa è la tecnica giusta (presa dagli Israeliani…), Ottimo lavoro. Bravi giustificate queste tecniche, bravi, vi mazzuolano e voi li applaudite. Qui da noi ormai governano i neri, hanno ormai occupato parchi e zone di ritrovo, non vedo però eroi come Chauvin’ andare a immolarsi per difenderci, forse perché non sono tre o quattro contro uno, o perché non sono in mondovisione. Mazzuolano chi protesta perché ha perso tutto, o ristoratori imprenditori ecc, ah qui son pronti a menarli forte, ma servire e proteggere proprio non è il loro forte. Sono i pretoriani del potere, senza di loro sarebbe vuoto il vociare di Draghi e compagnia, e voi li difendete! Vi meritare il mondo e lo stato di ladri falliti e vigliacchi che abbiamo.

Dario Asso
Dario Asso
26 Aprile 2021 11:20

La giuria non era composta da due soli bianchi. La giuria era composta da sette donne e cinque uomini, sei bianchi, quattro neri e due di comunità miste.
Vorrei capire perchè lo scrittore dell’articolo cambia un particolare che sembrerebbe di poco conto, ma in realtà e importante.

Bertozzi
Bertozzi
Risposta al commento di  Dario Asso
26 Aprile 2021 14:17

Eh chiedilo ai sapientoni, qui.

Dario Asso
Dario Asso
26 Aprile 2021 11:20

La giuria non era composta da due soli bianchi. La giuria era composta da sette donne e cinque uomini, sei bianchi, quattro neri e due di comunità miste.
Vorrei capire perchè lo scrittore dell’articolo cambia un particolare che sembrerebbe di poco conto, ma in realtà e importante.

Balthus23
Balthus23
26 Aprile 2021 16:19

Movimento BLM e Femminismo contemporaneo camminano insieme. Ci troviamo di fronte all’essenzializzazione dell’Uomo Bianco descritto in questi termini: intrinsecamente bestiale, moralmente abietto, costitutivamente razzista. La distanza ontologica tra Donne/Uomini di colore e Uomini Bianchi appare fatalmente incolmabile: l’Uomo Bianco è da eliminare! Contraddizioni della realtà? Non vi è nessuna reale conciliazione, alcun oltrepassamento delle discriminazioni e delle problematiche che caratterizzano l’Occidente. Il suprematismo femminista e i movimenti suprematisti Neri non sono affatto il contrario del razzismo/essenzialismo, ma un razzismo in senso contrario esibito, tra l’altro, senza alcun ritegno. Disimpegno morale: come sempre accade, la deumanizzazione dell’Altro favorisce comportamenti generalmente rifiutati senza patire alcun disagio psichico (emblematico ciò che è avvenuto negli USA lo scorso anno). Dopotutto, come ci dicono, lo scopo rimane quello di sradicare il Male – l’Uomo Bianco. Fine della Storia, l’éschaton è realizzato: Donne e Neri alla guida di un mondo definitivamente pacificato. Nella sostanza, niente di nuovo sotto il sole. Infatti, a ben vedere, come ha scritto il filosofo Michea: “senza un accordo preliminare su un minimo di valori morali e filosofici comuni [ma su quali basi?] la soluzione di un problema «sociale» dipenderà sempre, in ultima analisi, solo dal rapporto di forza esistente in un… Leggi tutto »

Kozjak
Kozjak
26 Aprile 2021 18:44

Per certi figli dei tempi moderni: son contento di non sentirmi quel poliziotto, si capisce che non avete mai fatto a botte sul serio, alla pari….chi non sa usare la testa e la forza merita il disprezzo