Home / ComeDonChisciotte / SI ACCOMODI NEL COMODO STUDIO, IMPRENDITORE…(@IMPRENDITORI)

SI ACCOMODI NEL COMODO STUDIO, IMPRENDITORE…(@IMPRENDITORI)

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Immagini, amico imprenditore,
amica imprenditrice: la vostra azienda in crisi ha perso due terzi del suo valore.
Deve trovare una montagna di liquidità a breve, se no chiude. Mario Monti vi fa
accomodare in un comodo studio e vi dice: “Emettete
titoli per il valore necessario, ve li compriamo noi al Tesoro.Non temete, ci restituirete la somma solo se prima sarete
riusciti a saldare ogni vostro debito coi privati; ci pagherete gli interessi sul
prestito solo se i vostri conti torneranno in attivo
; ma cari imprenditori

– dice sempre l’affabile Monti – se
proprio le cose dovessero comunque andarvi male, cioè se la vostra azienda perderà comunque valore di mercato, bè, anche il vostro
debito con lo Stato perderà di valore
. Non vi angustiate. Ci siamo noi
”.

Questa scena è grottescamente
impossibile se di rimpetto a Mario Monti immaginiamo una qualsiasi azienda
italiana, un qualsiasi vostro omologo, caro imprenditore, cara imprenditrice, cioè
quella gente che fa quella cosa inutile che si chiama creare ricchezza reale e
posti di lavoro. Ma se immaginiamo una banca, cioè quei ‘rentiers’ che non
creano nessuna ricchezza reale e che sfasciano il mondo, bè no, è totalmente
reale, talmente reale che è accaduto ieri.

Il Monte dei Paschi di Siena, più
propriamente Monte dei debiti di Siena, aveva l’anno scorso perduto due terzi
del suo valore. La European Banking Authority ha detto no, vi facciamo
chiudere. Monti ha detto no, li teniamo aperti. Alessandro Profumo si è
accomodato nel comodo studio del Monti e gli accordi, alla lettera, sono quelli
di cui sopra. Rileggeteli. Unica differenza, la cifra. A voi le banche oggi non danno
100.000 euro, alla banca di Siena Monti darà due miliardi di euro. A quelle
condizioni. Rileggetele.

Tanto, se la banca di Siena non
pagherà, o pagherà solo un quinto con tutti quegli sconti al teflon, Monti il
denaro lo verrà a prendere da voi aziende e famiglie con le sue tasse
dell’Economicidio italiano. Deve, perché ogni euro che emette va restituito ad
altre banche, quelle che oggi posseggono l’euro. Noi come Stato non abbiamo più
moneta sovrana, ve l’ho spiegato.

Imprenditori, perché vi fate ammazzare da questo criminale senza reagire?

Paolo Barnard
Fonte: www.paolobarnard.info
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=401
27.06.2012

Pubblicato da Davide

  • RicBo

    Tra banchieri ci si dà sempre una mano..
    Ma quello che più indigna è l’informazione, sempre più appiattita fra l’appoggio fintamente critico verso Monti e il gioco del destra-sinistra.

  • ProjectCivilization

    Informazione ? I giornali sono degli oligarchi…..esprimono la loro linea….
    Se lei vuole metter su strumenti di informazione lo dica , possiamo farlo .
    Altri aderenti ?
    O solo spettatori che sperano nelle parate di Buffon ?

  • ilnatta

    ecco il Barnard che mi piace. discutevo giusto prima: esattamente come quando si aiutava la fiat, ora si giustificano gli aiuti alle banche come essenziali in quanto sono l’operatore più importante del mercato, e che dopo l’esperienza lehman bro è il male minore. il fatto che così facendo si rischia di tenere in vita zoombie che poi nessun aiuto daranno all’economia “in basso” sembra un rischio da correre… che follia!!! ps: bisogna ammettere che pero’ sarebbe altrettanto rischioso farlo anche a tutti gli imprenditori come dice barnard… e su questo la scuola austriaca ha qualche ragione, se proprio non riesci ad essere competitivo su nulla allora è normale che chiudi. e nel mercato globalizzato questa tendenza è inevitabile… solo poche elites hanno sempre l’opzione “socializzare le perdite e privatizzare gli utili” a noialtri pezzenti non ci resta che pagare il conto.

  • AlbertoConti

    Due articoli sotto ho postato un commento, che “funziona” anche qui, caro Barnard: “Qui si propone l’equazione nazionalizzare=acquistare la quota maggioritaria di proprietà, da parte dello Stato. Non è così. Nazionalizzare una banca significa rendere pubblica la gestione quotidiana della banca stessa, con regole ispirate a criteri di pubblica utilità. Fino a che perdura la falsa idea della Banca-azienda questo non è possibile, indipendentemente dai salvataggi pubblici in caso di default privato. I commenti precedenti avvertono questo equivoco. L’analisi della contabilità comparata tra players economici, la banca commerciale, la banca centrale, lo stato, evidenzia poi, in chi lo sa interpretare, un concetto tanto basilare quanto nascosto e mistificato: l’oggetto del “businnes” di questi tre players è il denaro che circola nell’economia fisica, che vede nelle famiglie l’utilizzatore finale, a livello locale. Tale denaro è l’unico strumento di scambio dell’economia fisica, e non vi è nessuna ragione al mondo perchè non appartenga (in senso generale) alla comunità che lo rende “vivo”. La conseguenza immediata è che i tre players economici sono in realtà uno solo, con tre volti. E allora perchè si deve “privatizzare” il volto più importante dei tre, quello operativo, con funzione notarile di TUTTI gli scambi commerciali diffusi quotidianamente tra la popolazione? Conclusione: è un delitto sociale, teoretico, politico, economico il solo pensare che una banca commerciale possa essere di proprietà privata, paragonandola ad una qualsiasi altra azienda commerciale. Questo è il peccato originale dell’occidente USA-oriented. Prima ne facciamo ammenda e prima usciremo da questa crisi epocale.” Come vedi la ricetta è molto semplice, peccato che i tuoi MMTisti non ne parlino affatto, surrogandola con un astratto e inconcludente concetto di “sovranità monetaria”.

  • ilnatta

    sono d’accordo, il buon senso direbbe che la funzione bancaria (quanto meno certi settori, penso ai mutui per la prima casa ed inizio attività) dovrebbero essere una funzione pubblica senza fine di lucro. per tutto il resto pero’ è giusto che ci sia il rischio d’impresa… altrimenti il pericolo opposto cioè quello dell’assistenzialismo diventa elevato. ci vuole equilibrio, cribbio!

  • sm

    ? Una spiegazione piu’ allargata, please ?

  • GRATIS

    finanza islamica è l’unico modo serio di fare banca

  • ilnatta

    non sono un esperto, da quel che so la finanza islamica al posto dell’interesse chiede la condivisione dell’utile. può essere un buon sistema, più che altro per evitare la spirale del debito da interessi, certo basta che lo stato/banca dopo non ti chieda l’80% dell’utile 😉

  • gattocottero

    C’è una differenza: almeno la FIAT è un’azienda ossia PRODUCE BENI e quindi aiutarla permetteva la circolazione di moneta, beni, lavoro, prodotti, produzione.

    Nel caso della MPS nulla di tutto questo c’è. Quindi l’aiuto di stato alla MPS è un qualcosa di incomparabilmente peggiore rispetto all’aiuto di stato alla FIAT.

  • ilnatta

    non nulla, solo la circolazione di moneta (in teoria). cmq certo tra le due meglio aiutare un’ industria non ci piove. dico solo pero’ che non si può aiutare chi è destinato ad essere in perdita, siano banche od aziende. fosse per me non chiederei necessariamente gli utili a tutti i costi. se una ditta riesce a chiudere in pareggio ed è sostenibile gli farei credito anche senza interessi… (io stato si intende)

  • RicBo

    Come dice bene anche Alberto Conti, la questione sta sempre nell’eterno equivoco della parola “nazionalizzazione”. Finchè Stato, banche ed industria sono la Trinità del Potere, quella parola per i cittadini dello Stato rimane vuota di significato. Forse PB comincia a rendersene conto.

  • Aloisio

    Grazie Barnard , per quello che fai e per quello che scrivi, nonostante tutti gli sciacalli e venduti contro.

  • Georgejefferson

    “se proprio non riesci ad essere competitivo su nulla allora è normale che chiudi. e nel mercato globalizzato questa tendenza è inevitabile…”

    Ok Natta lo stato che ruolo dovrebbe avere in cio?Cioe?se tuo padre o tu stesso lavori diligentemente in quella tal azienda NON COMPETITIVA,e insieme al suo fallimento ti ritrovi nella merda senza lavoro a 50 anni che fai?No perche ti informo che l’anarco capitalismo della scuola austriaca non prevede aiuti ai singoli cittadini,che schiattino oppure si rimboccano le maniche e non pensino da farsi mantenere come parassiti dallo stato…questa la tesi,l’estrema sintesi della legge del piu forte,competizione a tutti i costi,e se sei disabile?se io intellettualmente o manualmente nasco con LA SFORTUNA di non essere bravo e competitivo come un altro che faccio?

  • Georgejefferson

    “il pericolo opposto cioè quello dell’assistenzialismo diventa elevato”Vedo che lo spauracchio dell’austriaco stimola il senso comune…Uno stato serio ed ideale deve saper distinguere dal lazzarone cronico parassita e chi invece non lo e’,ma solo SFORTUNATO.Poi puo esistere una famiglia dietro al parassita…e se ha moglie e figli che nulla centrano con il suo lazzaronismo?e se ha genitori malati che nulla centrano con il suo lazzaronismo?Ne teniamo conto o questo stato deve solo tutelare chi merita A PRESCINDERE dalle fortune?Se vogliamo questo e siamo noi gli sfortunati?

  • braveheart

    La moneta come l’MMT, sono degli strumenti, e come tali vanno usati e non moralizzati.
    La politica economica di un paese deve essere una scelta dei suoi cittadini attraverso forme di democrazia diretta (vedi Svizzera).
    L’assistenza alle fasce deboli deve essere assicurata dalla comunità attrverso il filtro di agenzie territoriali, il più vicino possibile ai cittadini.
    Le banche debbono essere private, per evitare politicizzazione dell’erogazione, ma debbono seguire regole dettate dalla comunità.E naturalmente’ più vicina è la comunità al luogo dove valgono quelle regole meglio è.

  • ilnatta

    non fraintendermi George. io intendo l’assistenzialismo ai pigri, solo questo. a loro ci vuole una buona dose di anarco-capitalismo. come in altri casi invece ci vuole una bella dose di socialismo. dipende. a me non piace usare uno schema per decifrare tutta la realtà 😉

  • ilnatta

    e se uno fa il pigro malgrado abbia una famiglia da sfamare, che te devo dì? piuttosto aiuto economicamente suo figlio perchè si emancipi…

  • ilnatta

    ultimo ps: hai giustamente detto “Uno stato serio ed ideale”. ecco, cominciamo a crearlo, così non diamo più munizioni a chi vuole la sua totale abolizione 😉

  • s_riccardo

    Il monte dei fiaschi non ce la farà a pagare, non tanto perchè la crisi sarà ancora più dura, ma perché …….. come farà a sbarazzarsi di tutti quei dipendenti?

  • Georgejefferson

    Lo so Natta sottolineo questo per ostacolare i fraintendimenti altrui,la sintesi tra gli alti ideali di sinistra(solidarieta) e quelli di destra(merito) esiste,chiamalo socialismo liberale o come si vuole e’il giusto sta nel mezzo degli antichi saggi.Perennemente ostacolato da chi divide in bianco e nero.Per meglio dividere e dominare,vecchia storia

  • Truman

    AlbertoConti dice: Due articoli sotto ho postato un commento….
    Per un errore l’articolo “DAGLI AMICI MI GUARDI IDDIO” era finito in home. L’ho rimesso negli articoli degli utenti (cliccare su box a destra) e il commento di Conti è relativo all’articolo di GZ, che adesso è immediatamente sotto.

  • Allarmerosso

    La situazione è arrivata al limite. al punto di non ritorno dell’accettazione collettiva . Mi spiego . Oramai i giornali scrivono sapendo che sono le stesse persone che non possono leggere altre informazioni se non quelle.
    Siamo arrivati al punto che se anche un giornale decidesse di sbattere mille verità in prima pagina le stesse persone lo considererebbero uno scherzo di cattivo gusto , un delirio del direttore e giornalista , le calunie arriverebbero per prime dalle stesse persone a cui lo stesso giornale proverebbe a salvare e a svegliarle dallo stato di annebbiamento mentale indotto da decenni(di cazzate). Intanto Gigi para il rigore e l’italia va bene.

  • Allarmerosso

    “e se sei disabile?se io intellettualmente o manualmente nasco con LA SFORTUNA di non essere bravo e competitivo come un altro che faccio?”

    LORO ti direbbero cazzi tuoi perche LORO pensano sempre che saranno gli ALTRI e mai LORO ad essere gli ALTRI. Si sa le cose succedono sempre agli altri , tranne quando gli altri siamo NOI ! 😉

    E la propaganda marcia su questo ; l’egoismo e l’inconsapevolezza.

  • Allarmerosso

    “Le banche debbono essere private, per evitare politicizzazione dell’erogazione”

    d’accordo ma per evitare ciò adesso siamo nella situazione in cui la politizzazione si è banchizzata.Per evitare unmale se n’è creato un altro e forse peggiore.

  • Allarmerosso

    raccomandate con le poste.

  • zapper

    a patto che il merito non si misuri sulla categoria dell’esistenza.
    la demonizzazione del “pigro” appartiene proprio a quella becera etica calvinista che abbiamo interiorizzato e che fa dell’utilitarismo il fine ultimo di una società malata
    chi propugna l’ingenua concezione del “lavoro purchessia” mi deve spiegare chi è più meritorio tra chi lavora alacremente alla costruzione di mine antiuomo e “il pigro”, criminale per definizione!
    il concetto di merito dovrebbe valere solo dopo che l’esistenza è assicurata, anche quella del “pigro”. un essere umano non dovrebbe “meritare” la propria esistenza
    il lavoro non è soltanto “lavoro salariato” o direttamente remunerato, sarà il caso di cominciare a fare i conti con questo concetto se vogliamo cambiare marcia

  • gramscixxi

    qualcuno cinicamente la pensa in modo diverso: il figlio di un individuo pigro potrebbe, per fattori genetici e ambientali, seguire le orme paterne.
    Chi diffonde timori sulla sovrappopolazione (necessari per certi equilibri geopolitici), non può non raccogliere il sostegno dei fortunati di turno che ritengono giusto lasciar agire presunti meccanismi di autoestinsione.

  • Georgejefferson

    Concordo,i concetti di solidarieta e merito differiscono soggettivamente.Sarebbe opportuno trovare l’accordo di buon senso a maggioranza.Certo puo succedere che la maggioranza in errore

  • AlbertoConti

    “Le banche debbono essere private, per evitare politicizzazione dell’erogazione, ma debbono seguire regole dettate dalla comunità.” == Cioè la “comunità” deve dettare le regole al di fuori della sfera politica? Qual’è, di grazia, il modo in cui potrebbe farlo? (si prega di accompagnare la risposta ad una definizione di “politica”).

  • daveross

    … Tra l’altro rischiamo di subire reclami da altri stati secondo le disposizioni del GATS e del SCM…

  • Allarmerosso

    Non credo avrai risposta. 😉

  • ws

    trovati subito i milardi per salvare una banca ma non si trovano i milioni per rimettere in piedi l’emilia …

    serve altro per capire ? 🙂