Sardegna: continua il blocco dei porti contro caro carburanti

Oggi sesto giorno di protesta dei trasportatori dell'isola: silenzio del governo, blocchi a Cagliari, Olbia, Sassari, Oristano

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Continuano le proteste in Sardegna contro il caro carburanti, rimasti gli unici a farsi sentire in Italia dopo l’exploit che si ebbe al sud, passato in sordina per lo scoppio della guerra d’Ucraina. Oggi siamo al sesto giorno di protesta dei comitati, alcuni spontanei e altri afferenti a Unatras, che stanno presidiando i porti a Sassari, Olbia, Cagliari e Oristano, mentre Unatras continua la sua trattativa col ministero dei trasporti. Intanto, i blocchi hanno ridotto di due terzi il traffico merci verso l’isola, e mentre il governo mantiente un silenzio tombale sull’obiettivo della protesta, che è ridurre i prezzi dei carburanti in Sardegna considerando la penalizzazione dovuta alla condizione insulare, i prodotti giacciono nei container e l’economia inizia a ristagnare. Perché se la protesta resta confinata in Sardegna, questo il governo sa e a questo punta, non solo non si arreca alcun danno all’economia delle multinazionali – l’unica per cui il governo scenderebbe a trattativa con i ministri o i manganelli – ma si ha un effetto boomerang sull’economia locale, il che non solo alimenterebbe una guerra tra poveri e un’auto-repressione della protesta, ma soprattutto darebbe una gran mano alla cricca di criminali del “governo dei migliori” che sono stati messi là proprio per distruggere l’economia italiana senza troppo intoppo parlamentare. Infatti, dopo l’appello di Coldiretti Sardegna di giovedì, i trasportatori sardi hanno consentito lo scalo delle merci deperibili, ricevendo il plauso di Coldiretti “per il grande senso di responsabilità del raggruppamento Protesta autotrasportatori sardi, che pur continuando la sacrosanta battaglia per il rincaro prezzi ed in particolare del gasolio che sta mandando in tilt il comparto, ha accolto il grido di dolore arrivato dal mondo delle campagne”. Sempre giovedì i manifestanti hanno liberato a Porto Torres il molo Asi e la banchina di Ponente, confortati dalle rassicurazioni del prefetto di Sassari e del presidente del consiglio regionale Michele Pais, che ha garantito l’impegno della regione col governo per ottenere una riduzione dei prezzi del gasolio. Ci sono stati anche emuli delle proteste che stanno infuriando in Francia e Spagna, con blocchi e falò davanti ai depositi di grandi catene alimentari. Bloccato anche il pastificio Cellino.

Ieri sera a Cagliari il Consiglio regionale, in seduta straordinaria per discutere la questione del caro carburanti e delle proteste in corso nell’isola, ha approvato all’unanimità un odg al tavolo del governatore Christian Solinas in cui si imposta la priorità di rivendicare una misura per la Sardegna mirata a sostenere il costo del trasporto merci via mare perché maggiorato dalla condizione di insularità.

MDM 19/03/2022

Fonti https://www.ilfattoquotidiano.it/2022/03/18/sardegna-lultima-regione-in-cui-continua-la-protesta-dei-trasportatori-stop-ai-blocchi-solo-per-i-prodotti-agricoli-dai-carciofi-al-pecorino/6530622/

https://www.byoblu.com/2022/03/18/autotrasportatori-sardi-continua-la-protesta-a-oltranza-contro-il-caro-carburanti/

https://www.lanuovasardegna.it/regione/2022/03/19/news/la-protesta-dei-camionisti-danni-per-milioni-nelle-campagne-sarde-sale-la-protesta-1.41311569

https://www.ansa.it/sardegna/notizie/2022/03/17/caro-carburante-minacce-a-pastificio-indagini-carabinieri_89d77427-3167-44a6-a0ce-b995d3f0eeeb.html

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x