SARA’ UNA STRAGE

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Piantatela di leggere i quotidiani e di guardare i TG. Non
ha senso. Leggete qua.

L’Italia già da tempo ha un surplus di bilancio primario. E se io ti dico questa cosa, a te
signor Gino Franchi o a te signora Marta Fasini, a te studentessa di legge o a
te studente di storia, rimanete lì a sbadigliare senza capirci niente. E invece
sapete cosa vi ho appena detto? Vi ho appena detto che la manovra di lacrime e
sangue di Mario Monti è un buffetto sulla guancia confronto a quello che dovrà
arrivare. Sarà una strage, e qui lo scrivo, almeno qui, visto che questi
allarmi salva-vita non saranno mai lanciati da Michele Santoro, per malafede, o
da Jacopo Fo e Beppe Grillo, per desolante ignoranza. (non cito la CGIL perché
sono analfabeti, quindi non è colpa loro)

In parole semplici, già dai tempi di Berlusconi l’Italia ha
un surplus di bilancio primario e questo significa che se si escludono dai
conti dello Stato italiano gli interessi che deve pagare sul suo debito
pubblico, esso già da tempo incassa ogni anno più di quanto spende. Quindi già
da tempo l’Italia ha non solo raggiunto quel pareggio di bilancio che Draghi e
Merkel vorrebbero nel nostro futuro, ma da anni l’Italia ha un surplus di
bilancio in realtà. Questo surplus di bilancio significa che lo Stato da anni
ci sta tassando più di quanto spende per noi; significa in altre parole che da
anni lo Stato sta prelevando dai nostri conti correnti più denaro di quando ve
ne versa, ed è in attivo. Ma a tutti i cittadini italiani viene raccontato, da TUTTI
i media e da Monti, che abbiamo un deficit di bilancio cronico e che dobbiamo
rimediarlo, cioè che siamo in passivo. Non è vero, siamo da anni in attivo. Ma
aspettate, perché essere in attivo, come ho appena scritto, non è per nulla una
bella notizia e quanto segue è orrendo.

La situazione riassunta è questa: in realtà i conti annuali (entrate
e uscite) del nostro Stato sono in attivo da tempo (surplus di bilancio), e questo significa che da tempo ci tolgono
più denaro di quanto ce ne diano in stipendi, servizi pubblici, opere
. I
risultati di questo sono evidenti, e sia l’Istat che la Caritas hanno
documentato nei dettagli l’impoverimento vertiginoso di milioni di famiglie
italiane, fallimenti aziendali a catena e disoccupazione tragica, deflazione
economica ecc. Ma a tutti i cittadini italiani viene raccontato, da TUTTI i
media e da Monti, che la cura di quell’impoverimento scandaloso è… il pareggio e il surplus di bilancio!
Certo, la cura per l’anemia è l’emorragia, certo. Ma di più.

Adesso, a causa degli interessi sul debito pubblico che
l’Italia dovrà pagare a breve, Monti dovrà aumentare ancor di più il surplus di
bilancio che già abbiamo, cioè dovrà tassarci molto ma molto di più di quanto
lo Stato già ci tassi oggi, ultima manovra inclusa. Capite? Già siamo in una
condizione di automatico impoverimento (il surplus che già abbiamo = lo Stato toglie dai nostri
c/c ogni anno di più di quanto vi versa), e da qui in poi l’automatismo di
impoverimento si decuplicherà. In parole ancora più povere, significa che se
finora ci è piovuto in casa, Monti sfonderà le dighe e in casa ci arriverà uno
Tsunami. E tutto questo solo, ma SOLO, perché oggi con l’Euro non sovrano che
lo Stato non può emettere ma solo prendere in prestito dall’esterno, per pagare
quegli interessi sul debito pubblico il Tesoro è costretto a venire a batter
cassa da noi, da te signor Franchi e da te signora Fasini, e da voi studenti. E
sarà una strage.

Ora pensate a questo: se l’Italia avesse avuto in questi
ultimi anni la propria moneta sovrana, avrebbe potuto innanzi tutto evitare di
portare avanti un surplus di bilancio primario, quindi per anni ci avrebbe
tassati di meno di quanto spendeva per noi cittadini, e saremmo tutti più
ricchi e protetti. E in secondo luogo, oggi se ne fregherebbe del mega debito e
dei suoi interessi, esattamente come se ne frega il Giappone, che ha un debito
doppio del nostro e ha Yen sovrano, però. E’ veramente tutto qui, semplice così.
Ma nel nome dell’Euro inventato per gli interessi speculativi immensi di un
migliaio di amici di Monti e Draghi, e per quelli degli industriali
Neomercantili tedeschi protetti dalla Merkel, a milioni dobbiamo soffrire
terrorizzati dall’isteria del deficit, che in realtà (e con moneta sovrana)
sarebbe la nostra salvezza. Invece abbiamo un surplus di bilancio primario, che
è un cappio che ci già soffoca, e dovrà soffocarci molto ma molto di più in
futuro. E nel nome di questo, mentre soffochiamo e soffriamo, ci hanno anche
tolto la democrazia, l’informazione non esiste, e io scrivo qui per niente.

(consolazione: i concetti da me espressi qui sopra sono ormai
di libero dominio nei blog di economisti, banchieri, traders, monetaristi, e
speculatori di mezzo mondo, sulle pagine del Financial Times tutti i santi
giorni, sul Wall Street Journal ogni mezza giornata, e i titoli sono sempre cose
come “La catastrofe… L’agonia… Il
suicidio… dell’Eurozona
”, e in effetti ci sta succedendo una cosa epocale,
devastante, mai come oggi da 80 anni, ma qui da noi… mistero. Chi è che aveva
scritto “La scomparsa dei fatti
qualche tempo fa? Potremmo chiedere a costui di farli ricomparire)

Paolo Barnard
Fonte: www.paolobarnard.info
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=281
9.12.2011

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
84 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
84
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x