SARA’ UNA STRAGE

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Piantatela di leggere i quotidiani e di guardare i TG. Non
ha senso. Leggete qua.

L’Italia già da tempo ha un surplus di bilancio primario. E se io ti dico questa cosa, a te
signor Gino Franchi o a te signora Marta Fasini, a te studentessa di legge o a
te studente di storia, rimanete lì a sbadigliare senza capirci niente. E invece
sapete cosa vi ho appena detto? Vi ho appena detto che la manovra di lacrime e
sangue di Mario Monti è un buffetto sulla guancia confronto a quello che dovrà
arrivare. Sarà una strage, e qui lo scrivo, almeno qui, visto che questi
allarmi salva-vita non saranno mai lanciati da Michele Santoro, per malafede, o
da Jacopo Fo e Beppe Grillo, per desolante ignoranza. (non cito la CGIL perché
sono analfabeti, quindi non è colpa loro)

In parole semplici, già dai tempi di Berlusconi l’Italia ha
un surplus di bilancio primario e questo significa che se si escludono dai
conti dello Stato italiano gli interessi che deve pagare sul suo debito
pubblico, esso già da tempo incassa ogni anno più di quanto spende. Quindi già
da tempo l’Italia ha non solo raggiunto quel pareggio di bilancio che Draghi e
Merkel vorrebbero nel nostro futuro, ma da anni l’Italia ha un surplus di
bilancio in realtà. Questo surplus di bilancio significa che lo Stato da anni
ci sta tassando più di quanto spende per noi; significa in altre parole che da
anni lo Stato sta prelevando dai nostri conti correnti più denaro di quando ve
ne versa, ed è in attivo. Ma a tutti i cittadini italiani viene raccontato, da TUTTI
i media e da Monti, che abbiamo un deficit di bilancio cronico e che dobbiamo
rimediarlo, cioè che siamo in passivo. Non è vero, siamo da anni in attivo. Ma
aspettate, perché essere in attivo, come ho appena scritto, non è per nulla una
bella notizia e quanto segue è orrendo.

La situazione riassunta è questa: in realtà i conti annuali (entrate
e uscite) del nostro Stato sono in attivo da tempo (surplus di bilancio), e questo significa che da tempo ci tolgono
più denaro di quanto ce ne diano in stipendi, servizi pubblici, opere
. I
risultati di questo sono evidenti, e sia l’Istat che la Caritas hanno
documentato nei dettagli l’impoverimento vertiginoso di milioni di famiglie
italiane, fallimenti aziendali a catena e disoccupazione tragica, deflazione
economica ecc. Ma a tutti i cittadini italiani viene raccontato, da TUTTI i
media e da Monti, che la cura di quell’impoverimento scandaloso è… il pareggio e il surplus di bilancio!
Certo, la cura per l’anemia è l’emorragia, certo. Ma di più.

Adesso, a causa degli interessi sul debito pubblico che
l’Italia dovrà pagare a breve, Monti dovrà aumentare ancor di più il surplus di
bilancio che già abbiamo, cioè dovrà tassarci molto ma molto di più di quanto
lo Stato già ci tassi oggi, ultima manovra inclusa. Capite? Già siamo in una
condizione di automatico impoverimento (il surplus che già abbiamo = lo Stato toglie dai nostri
c/c ogni anno di più di quanto vi versa), e da qui in poi l’automatismo di
impoverimento si decuplicherà. In parole ancora più povere, significa che se
finora ci è piovuto in casa, Monti sfonderà le dighe e in casa ci arriverà uno
Tsunami. E tutto questo solo, ma SOLO, perché oggi con l’Euro non sovrano che
lo Stato non può emettere ma solo prendere in prestito dall’esterno, per pagare
quegli interessi sul debito pubblico il Tesoro è costretto a venire a batter
cassa da noi, da te signor Franchi e da te signora Fasini, e da voi studenti. E
sarà una strage.

Ora pensate a questo: se l’Italia avesse avuto in questi
ultimi anni la propria moneta sovrana, avrebbe potuto innanzi tutto evitare di
portare avanti un surplus di bilancio primario, quindi per anni ci avrebbe
tassati di meno di quanto spendeva per noi cittadini, e saremmo tutti più
ricchi e protetti. E in secondo luogo, oggi se ne fregherebbe del mega debito e
dei suoi interessi, esattamente come se ne frega il Giappone, che ha un debito
doppio del nostro e ha Yen sovrano, però. E’ veramente tutto qui, semplice così.
Ma nel nome dell’Euro inventato per gli interessi speculativi immensi di un
migliaio di amici di Monti e Draghi, e per quelli degli industriali
Neomercantili tedeschi protetti dalla Merkel, a milioni dobbiamo soffrire
terrorizzati dall’isteria del deficit, che in realtà (e con moneta sovrana)
sarebbe la nostra salvezza. Invece abbiamo un surplus di bilancio primario, che
è un cappio che ci già soffoca, e dovrà soffocarci molto ma molto di più in
futuro. E nel nome di questo, mentre soffochiamo e soffriamo, ci hanno anche
tolto la democrazia, l’informazione non esiste, e io scrivo qui per niente.

(consolazione: i concetti da me espressi qui sopra sono ormai
di libero dominio nei blog di economisti, banchieri, traders, monetaristi, e
speculatori di mezzo mondo, sulle pagine del Financial Times tutti i santi
giorni, sul Wall Street Journal ogni mezza giornata, e i titoli sono sempre cose
come “La catastrofe… L’agonia… Il
suicidio… dell’Eurozona
”, e in effetti ci sta succedendo una cosa epocale,
devastante, mai come oggi da 80 anni, ma qui da noi… mistero. Chi è che aveva
scritto “La scomparsa dei fatti
qualche tempo fa? Potremmo chiedere a costui di farli ricomparire)

Paolo Barnard
Fonte: www.paolobarnard.info
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=281
9.12.2011

0 0 voti
Valuta l'articolo
84 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
vetusordoseclorum
vetusordoseclorum
9 Dicembre 2011 , 2:03 2:03

Sarà come dici tu, Paolo. Ma se così è, almeno il popolo smetterà di affollare i centri commerciali e di spenderci quelle quattro lire (eheh) che gli sono rimaste in cassa. Se la massa sarà ridotta alla povertà non potrà più sostenere la ricchezza delle multinazionali che campano e fanno utili miliardari grazie a questa e non grazie ai 1000 o 10000 Illuminati amici di Monti, che di sicuro non fanno la coda alla cassa del McDonalds. Così falliranno in ordine sparso: Leroy Merlin, Carrefour, Ikea, Nestlè, CocaCola, Auchan, Samsung, Nokia, Monsanto, poi le case automobilistiche, poi i gruppi assicurativi, etc.etc. Queste sono affermazioni fatte non a caso: negli ultimi 2 anni io (giovane quarantenne cassintegrato di cultura medio alta e un ex lavoro da dirigente di piccola impresa schiacciata dalla crisi) ho speso 0 Euro per qualsiasi cosa che non sia gasolio o bollette (scaldo però l’acqua con taniconi neri sul tetto) o cibo (poco perchè mi son fatto l’orto). Sto abituando mio figlio di pochi anni a vivere come viveva mio nonno, cioè di poche cose sane ed economiche e ci divertiamo un mucchio. Le mie passioni sono il windsurf (ammortizzata l’attrezzatura ora è tutto gratis), il sesso… Leggi tutto »

diegosozio
diegosozio
9 Dicembre 2011 , 2:16 2:16

Il Più Grande Crimine SCRITTO DA ASHOKA E FRANCESCO VENERDÌ 10 SETTEMBRE 2010 15:10 Condividi : Facebook Twitter Favorites Email Girando sulla rete abbiamo trovato un saggio di recente pubblicazione dal titolo “Il più grande crimine”, che tratta di questioni monetarie. L’autore è Paolo Barnard. Chi è Paolo Barnard? Vediamo cosa ci dice il suo sito. «Sono un giornalista, o forse lo sono stato, e come tale ho lavorato per innumerevoli testate nazionali fra quotidiani e periodici, come La Stampa, Il Manifesto, Il Corriere della Sera, Il Mattino, Il Secolo di Genova, La Repubblica, La Voce di Montanelli, Il Sabato, Chorus, Oggi, Avvenimenti e altri. Per la televisione in RAI con Samarcanda di Santoro durante la Guerra del Golfo (1991) e con Report per dieci anni. Per riviste di cultura come Micromega, Altrove, Golem del Sole 24 Ore, e per agenzie di stampa e testate online. » Quindi un giornalista di inchiesta, con molta esperienza in politica estera, che ha deciso di addentrarsi nelle questioni monetarie per guidarci alla scoperta del “più grande crimine della storia dell’umanità”. Interessante, se non che alla fine del saggio viene da pensare che forse, finora, il più grande crimine della storia dell’umanità nel dopoguerra… Leggi tutto »

vetusordoseclorum
vetusordoseclorum
9 Dicembre 2011 , 2:37 2:37

Grazie Diegosozio per aver avuto voglia di scrivere tutto questo; se non l’avessi fatto tu avrei dovuto trovare prima o poi il tempo di farlo io. Ormai molti articoli pubblicati su questo sito sono un’emorragia pericolosa di semplicistici assiomi e conclusioni create artificialmente.
Alla faccia della libera e onesta informazione

Morire
Morire
9 Dicembre 2011 , 2:46 2:46

Bravo, ottimo stile di vita, ottimo ragionamento ma soprattutto ottima domanda finale, alla quale mi permetto di risponderti: loro non ci guadagnano nulla in quanto l’obiettivo finale non è il loro arricchimento bensì il nostro impoverimento. Impoverimento culturale, economico, materiale ed intellettuale, niente altro. Le multinazionali che hai testè citato garantiscono sì grandi profitti a chi tira i fili del teatrino, ma anche miliardi di stipendi da fame ai – sempre meno – lavoratori dipendenti. E, comprando meno bibite, secondo te, quali sono i primi stipendi che saltano? Da qui la creazione delle bestie da te menzionate che, allora, cosa faranno? Si mangeranno a vicenda ed ecco servita su un piatto d’argento la miglior autodistruzione gratuita finora pensata e realizzata nella storia dell’uomo “civile”! Buonavita!

bismark2005
bismark2005
9 Dicembre 2011 , 2:53 2:53

Leggo il post di Barnard e i vari commenti e rimango allibito. Se la cosa che dice Barnard è vera (e lo è) qui dobbiamo fare una rivoluzione. Questi giocano con il mio e vostro futuro. Possibilità di studiare, di curarsi, di vestirsi ed avere una vita dignitosa….tutto in fumo.

Allora che si fa? Ce ne restiamo con le mani in mano? Organizziamo qualcosa. Ogno proposta è ben accetta

bismark2005
bismark2005
9 Dicembre 2011 , 2:56 2:56

La prima cosa da fare a mio avviso è far conoscere questo “crimine” all’opinione pubblica. Possiamo inondare i social network, o inviare mail a “servizio pubblico” di Santoro e al blog di Grillo

ericvonmaan
ericvonmaan
9 Dicembre 2011 , 2:57 2:57

Non ho letto tutto il commento. Troppo lungo. Male impaginato: quando vuoi scrivere così tanto devi organizzare in paragrafi. Stile troppo prolisso, troppo pseudo ironico. Ci vuole più semplicità, più chiarezza, concetti diretti. Altrimenti nessuno ti legge. Ho solo capito che ritieni che il signoraggio (con tutto quello che a questo concetto è collegato) è una bufala, e questo mi basta.

Il problema, e su questo sbaglia anche Barnard, è la moneta debito gestita dai privati. La moneta deve essere posseduta e gestita DALLO STATO (ovvero da Istituzioni Statali), emessa SENZA DEBITO (ovvero senza emissione di obbligazioni) a seconda delle necessità, e gestita con finalità di BENESSERE SOCIALE e non di lucro. Ogni altra soluzione è sbagliata, concettualmente, giuridicamente e moralmente.

ericvonmaan
ericvonmaan
9 Dicembre 2011 , 3:03 3:03

Citazione: E in secondo luogo, oggi se ne fregherebbe del mega debito e dei suoi interessi

Il problema, e su questo Barnard è in errore, è la moneta debito gestita dai privati. La moneta deve essere posseduta e gestita DALLO STATO (ovvero da Istituzioni Statali), emessa SENZA DEBITO (ovvero senza emissione di obbligazioni) a seconda delle necessità, e gestita con finalità di BENESSERE SOCIALE e non di lucro. Ogni altra soluzione è sbagliata, concettualmente, giuridicamente e moralmente.

Sottraendo la proprietà e la gestione della moneta ai privati, ed eliminando alla base la ricattabilità dello Stato attraverso il debito, si ottiene la libertà dello Stato e dei suoi cittadini.

Cittadini che sarebbero così in grado, tramite le elezioni, di premiare o punire chi abbia fatto cattivo uso delle politiche monetarie. Cosa del tutto impossibile ora: i giochi vengono decisi dai grandi padroni internazionali attraverso i loro lacchè governanti (che non decidono nulla, ma svolgono compiti ed eseguono disposizioni). E noi paghiamo.

ericvonmaan
ericvonmaan
9 Dicembre 2011 , 3:09 3:09

Allora ti consiglio di imparare a coltivare la terra e allevare galline perchè tra un po’ la tua cassa integrazione non te la daranno più, e allora forse cambierai opinione su quanto è bella la vita semplice e bucolica. Purtroppo siamo tutti collegati, e se la ruota non gira ne soffriamo tutti. Il punto è trovare un modo equo e giusto di farla girare, la ricchezza deve essere distribuita meglio, oggi pochissimi hanno assolutamente troppo mentre il 99% vive delle briciole.

E credimi, il controllo della moneta è la principale leva di potere che questa casta possiede. La moneta deve essere PUBBLICA, emessa SENZA ALCUN DEBITO, e gestita a fini di PUBBLICA UTILITA’. Il resto è secondario a questa battaglia fondamentale.

Non sperare di poterti chiudere in un eremo e fregartene, non funziona.

illupodeicieli
illupodeicieli
9 Dicembre 2011 , 3:20 3:20

Caro Bismark il fatto è che non ne parlano nei termini e nei modi che, credo, possono interessarci : i punti chiave ,lasciando perdere i pareggi o i rientri nei/dei conti, secondo me sono altri. I posti di lavoro; il potere di acquisto degli stipendi e delle pensioni; il costo della mobilità. Il costo della politica nei suoi aspetti più palesi, come gli stipendi, le auto blu,il costo del parlamento. Se si parte da qui, si arriva,sempre secondo me, a parlare di costo energetico e di energie alternative, di controllo del territorio per evitare alluvioni e frane: e da qui si realizzano nuovi posti di lavoro con l’assunzione di geologi, ingegneri, geometri. Se si attua una riforma agraria si darà lavoro a periti agrari, agronomi, veterinari. Se si parla di musei, avranno lavoro archeologi, restauratori, storici dell’arte. E a ciò va aggiunto l’indotto. Ma se Report scopre dopo anni l’acqua calda (con il raffronto tra i castelli della Loira e le ville venete, o tra la zona della Rhur e Pompei, ecco che dovrebbe sapere che Blondet ne parlava già da anni: e forse altri ancor prima di lui. In ogni caso possiamo segnalare ma se non c’è qualcuno che… Leggi tutto »

carloslage
carloslage
9 Dicembre 2011 , 3:25 3:25

Grazie per i chiarimenti…vorrei davvero esortarti pero’ a leggerti qualcosina di Karl Marx,che nella sua insuperata critica radicale e rivoluzionaria del capitalismo,non si opponeva solamente a questi eccessi neoliberali e finanziari(che tu giustamente condanni,definendoli “crimini” o “truffe” e che hanno nella persona di Monti,solo l’ultimo dei Quisling collaborazionisti delle “nazi” elites),bensì e soprattutto alla riproduzione capitalistica in quanto tale.Ti ripeto,senza voler apparire pedante,che e’ L’INTRINSECA NATURA DEL CAPITALISMO( che è come lo schiavismo o il feudalesimo, sia pure accettando parzialmente il suo carattere progressivo),CHE IMPEDISCE AD OTTIME TEORIE COME QUELLE DI WRAY,HALEVI ED ALTRI DI ESSERE APPLICATE!!! E’ il capitalismo che ha portato alla degradazione antropologica dei popoli( che tu invano cerchi di “risvegliare”)e soprattutto delle elites che infatti ci impongono gente come Bush,Obama…e Monti!E’ il capitalismo che sta portando alla distruzione ecologica ed ambientale del pianeta,dopo aver minato la consistenza etica degli individui oggi atomizzati ed incapaci di organizzarsi socialmente e di reclamare i propri sacrosanti diritti!Se vogliamo entrare nello specifico,stiamo assistendo alla vittoria del capitalismo privatizzato di stampo anglosassone contro quel modello, fordista keynesiano che era stato elaborato in Europa,e stiamo indubbiamente entrando in quello che Costanzo Preve,richiamando la geniale definizione di capitalismo di Hegel, chiama il regno… Leggi tutto »

rutzboy
rutzboy
9 Dicembre 2011 , 3:26 3:26

forse vi sembrerà che faccio pubblicità, ma lasciate perde grillo o santoro o il fattone quotidiano, sono anch’essi soggetti a forze di potere troppo grandi per essere indipendenti. Vi consiglio di consultare le pagine di Lo Sai su facebook (attenti ai fake) e se nn aderirvi quanto meno per curiosità visitarle. poi forse a noi nn ci controllano perchè risultiamo ininfluenti, ma almeno siamo indipendenti ed incazzati.

robybaggio80
robybaggio80
9 Dicembre 2011 , 3:50 3:50

Condivido in pieno. Anche in Lituania i contadini contavano sul fatto che con la vita di sempre avrebbero fottuto l’economia al tracollo, questa economia, Invece, sono finiti in miseria ancor prima di cominciare a godere. E poi, l’ospedale buono, cioè la clinica privata, se si è vecchi e la pensione è pari a zero, non è avvicinabile.

vetusordoseclorum
vetusordoseclorum
9 Dicembre 2011 , 3:59 3:59

Coltivo già la terra e i miei vicini (con cui baratto di tutto) hanno galline, conigli e mucche , non entro nei centri commerciali da anni, compro solo dai contadini, ho gli stessi abiti da anni che tengo con cura e non ho la necessità di rinnovare il guardaroba ogni stagione come prima.
Non pago il canone perchè non ho la TV.
Avevo una BMW ora ho un’utilitaria, ho molto tempo disponibile per vivermi la mia povertà con estrema dignità e per nutrirmi di verdura e frutta del mio orto invece che avvelenarmi con continue cene di lavoro in ristoranti cari ma malsani.
Io sono già arrivato, Monti e i suoi amici hanno ottenuto quello che secondo voi è il loro scopo; bravi, hanno vinto la coppa. Prima o poi un tumore li stronca e sai i loro piani occulti dpve se li mettono?
Ripeto, io sono già mesi e anni davanti a molti di voi che hanno ancora un ufficio caldo da cui rispondere agli articoli di Barnard durante l’orario di lavoro.
Vi sto solo aspettando, perchè c’è ancora troppo benessere per convincere chi mi sta attorno a prendere iniziative.

vetusordoseclorum
vetusordoseclorum
9 Dicembre 2011 , 4:07 4:07

La ricattabilità dello stato attraverso il debito e l’emissione di moneta da parte di istituzioni bancarie sono un espediente, ma non risolvi il problema ridando la moneta sovrana ad una nazione.
Difatti è pieno il mondo di nazioni con moneta sovrana che vengono sistematicamente tenute sotto scacco dalle oligarchie finanziarie e militari anglo-americane

Giancarlo54
Giancarlo54
9 Dicembre 2011 , 4:11 4:11

Proposte continuiamo a farne, c’è chi si sta “sbattendo”, risultati al momento ZERO. Colpa nostra? Forse. O forse il nemico è troppo potente e le nostre poche truppe sono disorientate e senza guida. Le masse? Quelle con un minimo di interesse per la politica sono irregimentate nel nulla che sono i sindacati e i partiti della sinistra comunista terminale. Che fare? Boh. C’è solo una cosa da fare: la Rivoluzione, però la Rivoluzione non si fa con le maanifestazioni e le elezioni, per cui…….

Break74
Break74
9 Dicembre 2011 , 4:35 4:35

condivido il tuo stile di vita e non avendo neanche una famiglia da mantenere mi reputo ancora più agevolato. Ma…c’e’ sempre un mà. Come dicevano sopra “Non sperare di poterti chiudere in un eremo e fregartene, non funziona” in parte è vero. Con le imminenti privatizzazioni su tutto (Gats) tra cui l’assistenza sanitaria sarà diffilcoltoso schivare il sistema. Certo chi ha cambiato stile di vita tempo fa sarà notevolmente agevolato. anche per me tutte le passioni sono a costo 0 è più o meno stiamo sulla stessa lunghezza d’onda per tutto il resto.
Io la macchina l’ho completamente abbandonata solo BICI.
E’ queste sono vere scelte politiche tutto il resto e fuffa.
Infine ricordati che Monti è semplicemnte un burattino. Non trovare in lui le risposte alle tue domande.

ericvonmaan
ericvonmaan
9 Dicembre 2011 , 4:43 4:43

Caro vetusordoseclorum, auguro ovviamente a te, ai tuoi figli e alla tua famiglia di non avere mai bisogno di ospedali o assistenza sociale, e spero che ai tuoi figli vada bene zappare la terra con le scarpe bucate e i vestiti riciclati dal cassonetto (chissà, magari aspiravano nella vita a fare un lavoro come il medico, l’ingegnere, il pilota di aeroplano…) perchè se avrai bisogno di cure mediche, assistenti sociali, buone scuole, dubito che potrai pagarle con qualche uovo fresco. Il tuo ragionamento è completamente fuori dalla realtà: non possiamo vivere tutti come quel guru indiano per 40 anni su una colonna senza mangiare. Dobbiamo batterci per una società più equa e giusta, perchè le ricchezze ci sono eccome, il problema è che il 2% controlla e possiede il 90% dei beni mentre il 99% non ha praticamente nulla.
Togliere a quel 2% il potere è possibile: basta togliere loro la proprietà e il controllo della MONETA.
Auguri comunque: anch’io mi sto dando da fare con la zappa, peccato che ho un giardinetto piccolino!

kawataxi
kawataxi
9 Dicembre 2011 , 4:45 4:45

hauhuaauau scusa se mi viene da ridere ma penso che non hai visto la puntata di matrix, dove barnard si confronta direttamente con un tizio di goldman sachs e riesce pure a dargli dell’ ignorante! per questo non potra’ mai andare in tv! per le mail io ed altri 20 l’abbiamo spammato su oltre 100 indirizzi, risultato? 0! lui sta’ ancora la’ e mi chiama patetico lettore o attivista da tastiera. a volte mi chiedo chi me lo fa’ fare….
da una parte l’ignoranza in cui affoga la classe media, dall’ altra quello che ti prende a parole e ti sminuisce…

ericvonmaan
ericvonmaan
9 Dicembre 2011 , 4:48 4:48

Scusa, fai un grosso errore: in realtà di nazioni con una vera moneta sovrana ce ne sono pochissime: Cuba (strozzata economicamente dai terribili embarghi in vigore da 50 anni quindi non ha potuto usare se non in misura modesta la sua sovranità), la Svizzera (stanno benino li no?), la Cina (beh qualche cosa hanno fatto dai tempi di Mao). Tutti gli altri hanno delle Banche centrali private, e il solito sistema della moneta debito. E’ qui che l’opera di divulgazione di barnard pecca, quando cita “nazioni a moneta sovrana” che sovrane non sono per nulla, in primis gli USA. La battaglia va fatta contro la MONETA DEBITO GESTITA DAI PRIVATI.

kawataxi
kawataxi
9 Dicembre 2011 , 4:52 4:52

si e’ vero, andiamo tutti a seguire daniele che doveva incontrare monti. maaaaaaa alla fine? niente si no? almeno poteva fare un altro video illuminante come quelli di santo. tipo quello dell’ acqua in cui diceva che e’ buona quella del rubinetto, e per avergli creduto mi sono preso un dito nel culo dall’ urologo… adesso te lo do io un consiglio, lascia perdere i: lo sai, david itcke, tanker enemy e tutti quelli che ti portano a spasso per la sola sete di fama. fatti una tua idea, studia lo stesso argomento da varie fonti e forse (proprio forse) arriverai a farti una tua idea. dimenticavo, il cavallo di battaglia di lo sai e’ il signoraggioche pero’ non esiste, e te lo dice uno che da 10 anni gli sta appresso a cercare di capirlo. ciao

ligius
ligius
9 Dicembre 2011 , 4:54 4:54

impossibile da leggere, troppo lungo e incasinato, peccato…

ligius
ligius
9 Dicembre 2011 , 5:02 5:02

l’assistenza ospedaliera è ancora efficiente, no? Non è che se uno zappa la terra deve pagare con l’uovo….
Comunque credo che non sia l’obiettivo finale della propria esistenza quella di sopravvivere, ma difendersi il più possibile in periodi di crisi come questo, uno deve essere pronto e preparato, poi se non succede niente, meglio così. Poi certo ci si deve dar da fare per cambiare le cose, ma qualsiasi guida di sopravvivenza come primo consiglio dice : mettere al sicuro se stessi per poi garantire gli aiuti agli altri…

warewar
warewar
9 Dicembre 2011 , 5:19 5:19

Grande !!

Finalmente qualcuno che capisce l’economia.

NO ALLA MONETA DEBITO

bonaveri
bonaveri
9 Dicembre 2011 , 5:22 5:22

Caro Paolo, come sai, approvo il tuo lavoro e assolutamente condivido questi tuoi articoli. Ora, lasciami avanzare una proposta utopica: e’ cosi’ folle organizzare un movimento che si ponga come primo obiettivo una condivisione di risorse (di qualsiasi tipo e natura tecnica, commerciale, umana, alimentare, di intrattenimento) che si basi su scambi a livello di baratto (scambi in merce/prestazioni) e ricorra al denaro in misura minima, con l’obiettivo di fare una specie di sciopero al sistema? Mi spiego: oggi persino lo sciopero in fabbrica non e’ uno strumento di lotta, ma una sorta di permesso comunicato all’azienda con 2 mesi di anticipo: cioe’ uno strumento assolutamente inutile, poiché il danno aziendale e’ minimo. Scioperiamo dal sistema. E creiamo un movimento di autosostentamento reale che permetta a quante più persone possibile di “scioperare” al consumo. Gruppi rganizzati per gli spostamenti auto. gruppi organizzati per la coltivazione di aree e creare derrate alimentari sul territorio, come fossero piccole contee autonome. Acquisti ove necessario secondo il principio dei GAS. Strategie di interruzione della prestazione di manodopera, e quando possibile, di fruizione di essa. Eccetera. E’ utopia, e certamente mi darete del matto, ma O uscire dal sistema, O restarne dentro, illudendoci di poterlo… Leggi tutto »

Dagon
Dagon
9 Dicembre 2011 , 5:24 5:24

“La situazione riassunta è questa: in realtà i conti annuali (entrate e uscite) del nostro Stato sono in attivo da tempo (surplus di bilancio)”

Prima ci hanno raccontato che lo stato è in deficit ora Barnard ci dice che abbiamo un surplus attivo (se ne accorge ora ?) ma che comunque per noi è ancora peggio …. mi sfugge la logica.

maristaurru
maristaurru
9 Dicembre 2011 , 5:37 5:37

Ma come vi viene in mente di dire che il surplus di bilancio è una novità? Vivete su Marte, lo hanno scritto che l?italia è in surplus di bilancio premi Nobel, stampa straniere e.. piccolo piccolo, nelle pagine interne ed in qualche lancio di agenzia anche i nostri ricattatissimi, precarissimi giornalisti

Che vuol dire: Lo Stato come vi dice Barnard e cerchiamo di non dimenticarlo, da tempo ci prende grazie alle tasse, molto più di quello che ci da, le tasse grazie al governo delle Banche che tanto piace ai piigs nostrani di vario colore e pari imbecille rapacità, sono al 45% , il che andrebbe spiegato, si paga di più, ma non so spiegarlo convenientemente, insomma sti porci ora si stanno preparando: Lo Stato può fare a meno delle sue attività più lucrose, può perfezionare la rapina del Britannia e cedere a speculatori privati il patrimonio creato da milioni di Italiani con il loro lavoro, io non uso mezzi termini: Una banda trasversale di LADRI ed EVERSORI

Con che stomaco si possa andare a votare sta gentaglia, non lo so davvero. IO NON VOTO, O MEGLIO BARRO LA SCHEDA CHE QUESTI USANO LE SCHEDE BIANCHE

ericvonmaan
ericvonmaan
9 Dicembre 2011 , 5:45 5:45

Tra gli stati a moneta sovrane scusate, ho dimenticato Libia (sotto Gheddafi) e Iran…

vetusordoseclorum
vetusordoseclorum
9 Dicembre 2011 , 5:56 5:56

Certo, lo so che non potrò mai permettermi di ammalarmi e so che mio figlio potrebbe aspirare a fare mestieri per i quali è necessario un corso di studi troppo caro per me. Ma il mio punto di partenza è un altro: io non condivido le posizioni di chi parla di aria fritta. “Basta basta togliere loro la proprietà e il controllo della MONETA” è un’ipotesi che allostato attuale delle cose non è attuabile. Parliamoci francamente, andiamo a tirare pietre contro chi può permettersi Droni, Testate nucleari e Carrarmati, eserciti, etc etc? Bisogna che milioni di italiani si trovino nella mia situazione, anzi peggio, dopodichè si può iniziare a mobilitare una massa di qualche decina di milioni di persone: a quel punto 1 milione di rivoluzionari verranno uccisi, ma nel frattempo gli altri 30 milioni appenderanno a testa in giù i cattivi di Goldman Sachs. Si avrà qualche altro decennio di benessere, dopodichè i rivoluzionari saliti nel frattempo al potere diventeranno i reazionari e saliranno tra le nuove elìte che opprimeranno nuovamente le masse. No, non è un problema di controllare la moneta, è un problema di scardinare alla base un sistema, quello capitalistico, che non è un sistema che… Leggi tutto »

rafelii
rafelii
9 Dicembre 2011 , 6:09 6:09

Caso di scuola di STRAW MAN ARGUMENT, o argomento-fantoccio. Voi ricreate una parodia delle informazioni di Barnard a vostro comodo, per contestarle a piacimento. Esempio: sull’inflazione fate sembrare che prima la neghi, poi la ammetta, poi dica che non è così importante, poi suggerisca di tenerla a freno… così potete gridare ZIMBABWE, MUGABE e via cantando. INVECE LA SERIETA’ DI BARNARD STA PROPRIO NEL NON NEGARE I PROBLEMI MA PROPORRE SOLUZIONI! Lui dice: l’inflazione è un problema reale, per quanto oggettivamente è un problema di chi HA una certa quantità di liquidi, soprattutto non di chi ce li ha investiti in attività produttive. Quindi meno importante della sofferenza di milioni di persone senza lavoro. Ma non la ingnoriamo: vogliamo tenerla bassa e allo stesso tempo creare piena occupazione? Usiamo saggiamente la spesa: vale a dire, usando il denaro in più per aumentare i consumi; eliminando i “colli di bottiglia” che rendono scarsi i beni; rendendo possibile più produzione, più beni, più lavoro. E’ semplice matematica: se l’inflazione viene dal rapporto troppa domanda/pochi beni aumentare i beni è equivalente a diminuire la domanda…solo che la gente NON SOFFRE, psicopatici che non siete altro. Ecco a cosa serve “la macchina stampa-soldi”: il… Leggi tutto »

xwus
xwus
9 Dicembre 2011 , 6:11 6:11

emessa SENZA DEBITO (ovvero senza emissione di obbligazioni) a seconda delle necessità……
Mi risulta di difficile comprensione come sia possibile una cosa del genere…

xwus
xwus
9 Dicembre 2011 , 6:16 6:16

E’ avanzo primario = differenza positiva tra entrate e uscite dello Stato al netto della spesa per interessi. Cioè, si mettono da parte gli interessi sul debito, si fa entrate meno uscite. se ne viene un numero positivo è avanzo primario, altrimenti disavanzo primario. Ciò detto, e ribadito che questo concetto è l’ABC per chiunque si occupi di questi problemi (niente di misterioso, quindi, ma una cosa che sanno tutti), l’avanzo primario negli ultimi anni lo puoi vedere qui (avevo già linkato questa tabella alcune settimane fa: Avanzo Primario – Borsa Italiana Quindi niente di strano misterioso. Il discorso da fare non è (come mi pare faccia il presuntuoso) “se l’Italia avesse avuto in questi ultimi anni la propria moneta sovrana, avrebbe potuto innanzi tutto evitare di portare avanti un surplus di bilancio primario, quindi per anni ci avrebbe tassati di meno di quanto spendeva per noi cittadini,” ma è “se l’Italia non avesse contratto debiti in passato, avrebbe potuto innanzi tutto evitare di portare avanti un surplus di bilancio primario, quindi per anni ci avrebbe tassati di meno di quanto spendeva per noi cittadini,”. Perché noi (e il presuntuoso sembra dimenticarlo) il debito ce l’abbiamo eccome. Se una famiglia… Leggi tutto »

rafelii
rafelii
9 Dicembre 2011 , 6:17 6:17

Guarda, non è come pensi tu. Il debito è soltanto un modo di decentralizzare la distribuzione del denaro, nonché offrire una possibilità di investimento a chi si fida dello stato; E SOPRATTUTTO cercare di drenare risorse dall’estero. E’ una prospettiva geopolitica quella che hanno le elites.

Vedi è questo che vogliono fare i porci in europa, impedendo la produzione di denaro per i cittadini. Trasformarci in una mega fabbrica ad alta tecnologia, bassi salari e inflazione ferma, che attragga investimenti e consumi dai paesi emergenti e poveri, facendo ancor più ricche le élites e mettendoglielo così ANCORA UNA VOLTA NEL CULO per i prossimi 1000 anni. A loro e ai cittadini europei.

iltedioso
iltedioso
9 Dicembre 2011 , 6:30 6:30

a scuola c’era una cosa chiamata capacita’di analisi e sintesi…penso che in questo testo(che non ho letto) manchi sia l’una che l’altra

iltedioso
iltedioso
9 Dicembre 2011 , 6:33 6:33

ma se abbiamo un avanzo perche’ continuiamo a pagare di piu’ di interessi?

Hamelin
Hamelin
9 Dicembre 2011 , 6:45 6:45

Mi ha fatto strano anche a me che un ricercatore irreprensibile come Barnard che guarda di tutto e di piu’ non si sia accordto fino ad ora che sono anni che abbiamo un disavanzo primario…mah…
Per quanto riguarda il voto concordo in toto…Personalmente ho fatto sempre voto nullo ( di solito scrivo sulla scheda Insulti ed Ingiurie o nelle annate in cui sono buono pensieri vari su che cosa sia la democrazia rispetto alle pagliacciate che ci propinano ) e non mi sono mai pentito. Anzi devo ammettere che ho sempre provato un po’ di disprezzo per coloro che hanno sempre scelto di che morte morire…
La cosa che mi fa piu’ ridere è che adesso che si stanno accorgendo di morire piano piano , giorno per giorno si lamentano pure…

ws
ws
9 Dicembre 2011 , 7:01 7:01

E’ come dice barnard, e quelli che vedi in giro a spendere sono il 20% della popolazione che ancora da questa italia ci guadagna, piu’ un altro 20-30 % che sta dando fondo ai risparmi di famiglia… prima che che gleli freghi monti

AmonAmarth
AmonAmarth
9 Dicembre 2011 , 7:10 7:10

Ciao a tutti, mi sento di dover scrivere la mia. Ho 26 anni e da neolaureato lavoro da circa 1anno e mezzo. Non sono di “famiglia benestante” tanto dal potermi esimere dal pagare già un affitto o un contributo “in casa”, come si suol dire: quindi ciccia. Mi sento completamente impotente davanti a questi meccanismi imposti dall’alto e credo che queste mie parole digitate come tutte quelle digitate da chiunque altro su questo o altri siti non muoveranno alcunchè nelle abitudini di quei burattinai, quindi è più uno sfogo: anche Barnard nella sua nervosa coscienza credo saprà che tornare ad una moneta sovrana sarà una cosa talmente ostacolata di sti tempi da essere effettivamente impossibile. Visti i tempi sento i miei pochi risparmi in pericolo, risparmi che per ora giacciono sul conto delle poste in vista di un futuro “investimento futuro”, qualcosa che resista anche ad una bomba atomica intendo: come il nostro amico vetusordoseclorum vorrei un pezzo di terra CONCRETO su cui costruire qualcosa (casa/autosufficienza/vita): ma arrivarci mi è impossibile, l’investimento iniziale è proibitivo, talmente proibitivo da doverci fare debiti. Nel dubbio poi che la mia vita di abitudini da cittadino di periferia possa facilmente adattarsi in breve tempo… Leggi tutto »

ericvonmaan
ericvonmaan
9 Dicembre 2011 , 7:41 7:41

Ho paura che tra non molto rimarrà solo la possibilità dell’emigrazione, con tutti i rischi (ma anche le opportunità) connessi

Onilut
Onilut
9 Dicembre 2011 , 7:46 7:46

E’ un atteggiamento meraviglioso il tuo. Non spendi niente, vivi di baratto, educhi tuo figlio nel migliore dei modi. Però – e qui c’è proprio un grosso, grossissimo però che sta per caracollarci addosso – tu hai avuto la POSSIBILITA’ di vivere in quel modo. Hai – se non ho capito male – quarant’anni. Probabilmente i tuoi genitori ti hanno lasciato un gruzzoletto per prenderti il pezzo di terra, la casa etc. Oppure no. Oppure te lo sei guadagnato col tuo lavoro di manager, hai venduto la macchinona e hai deciso di ritirarti… qui c’è gente che non fa il manager, che non ha il BMW… qui c’è gente che non sa mettere l’accento sulla “e”. Cosa faranno quelle persone?

ericvonmaan
ericvonmaan
9 Dicembre 2011 , 7:48 7:48

Ti faccio questa domanda: se lo stato è autorizzato ad emettere obbligazioni, che emette ESCLUSIVAMENTE per acquistare (a strozzo) la moneta da Spa o SA private, a scopo di lucro, sovranazionali e al di fuori di ogni controllo, le quali creano questa moneta (fisica – banconote – o virtuale – cifre sui c/c) DAL NULLA: allora perchè cazzo la moneta non se la emette da solo lo stato senza indebitarsi con nessuno??? E inoltre, se i governanti che abbiamo eletto usano male questo potere, li possiaimo mandare a casa alle prossime elezioni! Mentre Bankitalia e BCE te li tieni! Ti rendi conto che l’emissione di BOT ecc serve solo ad acquistare moneta? Guarda che la moneta va incrementata a mano a mano che il PIL cresce, qualcuno la deve mettere in circolazione! Perchè questo importantissimo compito è monopolio di aziende private a fini di lucro??? Non credi dovrebbe essere LO STATO, cioè NOI, a detenerne il controllo e la gestione? Non ti è mai saltato in mente che questo sistemino della moneta debito sia la più grossa truffa ai danni del popolo mai messa in atto? e che serva solo alle elites proprietarie delle banche centrali a tenere per le… Leggi tutto »

ericvonmaan
ericvonmaan
9 Dicembre 2011 , 7:52 7:52

In ogni caso è il DEBITO che permette loro di tenerci per le palle. Elimina il debito e sei libero. Moneta emessa sneza obbligazioni, direttamente dallo stato. Zac, il cappio è tagliato, per sempre.

ericvonmaan
ericvonmaan
9 Dicembre 2011 , 7:55 7:55

L’avanzo primario non tiene in conto gli interessi passivi (debito). Dopo aver pagato gli 80 e passa miliardi all’anno di interessi ritorniamo in passivo, che va finanziato con altra richiesta di moneta, comprata con emissione di altre obbligazioni, che vanno a sommarsi ecc ecc ecc è logaritmico, non se ne esce in nessun modo.

marcello1991
marcello1991
9 Dicembre 2011 , 8:11 8:11

infatti io il mutuo lo pago con il mio disavanzo, ma proprio perchè ho il disavanzo mica mi “prostituisco” o vendo la macchina come invece mi sembra ci stiano chiedendo di fare!

pur avendo un disavanzo siamo considerati come dei falliti morti di fame…. o no? c’è qualcosa di eccessivo mi sembra!

ciao

vetusordoseclorum
vetusordoseclorum
9 Dicembre 2011 , 8:11 8:11

Sì, certo, sono consapevole che la mia è una posizione attendista che non potrà durare per sempre. Ho rivisto i miei obiettivi e le mie prospettive, ben consapevole che al momento la lotta per ciò che pontifica Barnard sarebbe come pisciare contro vento.
Poche migliaia di persone che leggono e scrivono su forum come questo sono troppo poche, il popolo bue non è ancora pronto.
Nel frattempo io ho tirato i remi in barca, cercando di aprire gli occhi alle persone (mediamente colte) che mi circondano e che, per quanto mi amino e mi stimino, già fanno fatica a trovar la voglia di ascoltarmi quando parlo di 11/9, di Signoraggio, di Gruppi di pressione e lobby massoniche; figuriamoci dover indottrinare le masse dei centri commerciali.
Certo, ora che si sta avverando tutto ciò che io avevo previsto 1 annetto fa, qualche vicino di casa che fino a ieri difendeva il Barzellettiere, i Legaioli o i Bersangirotondini, ora inizia a farmi delle domande…
Speriamo che sia un primo segnale

edo
edo
9 Dicembre 2011 , 8:17 8:17

Lo stato italiano incassa (dalle tasse) più (molto più) di quanto spende; in parole semplici: LO STATO ITALIANO HA UN AVANZO PRIMARIO(*). Ciò che uccide i sudditi italiani sono gli INTERESSI sul debito. Il debito nasce dal fatto che, per avere delle banconote fresche di tipografia si paga un interesse. DOMANDA: perchè si pagano degli interessi per avere delle banconote che costano solo per l’inchiostro e la carta ma non hanno un controvalore in nulla (oro, argento, rame, patate)? RISPOSTA: gli interessi sulle banconote stampate dalla banca centrale europea sono un FURTO legalizzato DOMANDA: perchè questo furto viene messo in atto? RISPOSTA: perchè la banca centrale europea è una banca PRIVATA, i suoi azionisti sono le banche centrali dei paesi aderenti all’euro… e queste banche, per es. la banca d’italia, sono PRIVATE! CHI E’ INFATTI il proprietario della banca d’italia? intesa s. paolo, unicredit, monte dei paschi etc. pensate che solo il 5% della banca d’italia è dello stato (tramite l’INPS). DOMANDA: perchè i politici e la stampa non evidenziano questa assurdità? RISPOSTA perchè le banche controllano il ciclo del potere: i giornali dipendono dalle banche – e quindi sosterranno solo i politici che osservino l’omertà sull’argomento DOMANDA: ma la… Leggi tutto »

Break74
Break74
9 Dicembre 2011 , 8:36 8:36

Ma infatti signori ribadisco che la scelta di vetusordoseclorum è più che condivisibile. Anzi aggiungoche forse è l’unica mossa politica attuabile (anche se con i propri limiti).
Ogni altra forma di protesta è ormai inutile, qualsiasi tipo di manifestazione da paracottai con palloncini e slogan da bancarella è come un rutto in bocca ad un alcolizzato.
Solamente le lotte sul territorio (vedi No Tav) hanno ormai senso.
rispondendo al ragazzo sopra, molto cinicamente ti darei come unico consiglio quello di mettere al riparo solo il tuo culo ed evitare di inserire in questo mondo infame qualsiasi tipo di “nuova vita” ma fa finta di non avermi ascoltato:)
Per il resto informati meglio, molte comunità si stanno unendo per acquisto di appezzamenti da dividere. Una piccola ricerca sul web e ti si apre un mondo nuovo.

michail
michail
9 Dicembre 2011 , 10:10 10:10

Cioè Complottisti per caso su youtube?? hahahahahahaha Quei due rimbambiti che affermano che siamo stati creati dagli alieni??

RicardoDenner
RicardoDenner
9 Dicembre 2011 , 10:24 10:24

Non capisco per quale motivo etico lo Stato fa debiti e poi non li dovrebbe pagare..ma non capisco neppure chi va dagli usurai e poi li denuncia perché non può restituire i soldi…esattamente come chi fa la guerra allo stato creditore..cosa che succederà a breve agli USA verso la Cina..

Insomma..chi ha ordinato allo Stato di fare debiti..?
E’ stato obbligato sotto minaccia armata..? Oppure più semplicemente tutti i politici artefici del debito hanno pensato all’oggi e non al domani che siamo noi..?

Atteggiamento questo che si ripete anche per l’uso delle risorse del Pianeta..

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce
9 Dicembre 2011 , 10:48 10:48

mai votato in vita mia (46)
via dall’italia da 20 anni
2013 torno per votare M5S
altrimenti rimane solo la rivoluzione armata………e questa chi la fa?

modernateoriamonetaria
modernateoriamonetaria
9 Dicembre 2011 , 11:11 11:11

La moneta debito? ah ah ah ah

modernateoriamonetaria
modernateoriamonetaria
9 Dicembre 2011 , 11:14 11:14

i signoraggisti non sanno la differenza tra signoraggio(FINTO PROBLEMA) e sovranità
monetaria. Credono adirittura che la BCE indebita tutti gli STATI dell’euro. Hanno studiato sui libri di Harry Potter.

nuvolenelcielo
nuvolenelcielo
9 Dicembre 2011 , 11:23 11:23

perché nel sistema economico corrente è il deficit che equivale a ricchezza, cioè quando lo stato spende e crea moneta per i cittadini e la società, più di quanto non incassi dai cittadini con le tasse. (deficit = immettere più moneta nel sistema di quanta se ne tolga)

Georgejefferson
Georgejefferson
9 Dicembre 2011 , 12:28 12:28

il più grande crimine della storia dell’umanità nel dopoguerra è aver dato la penna a certa gente_ciccio questo testo e’depistante e diffamatorio…gira da tempo dai soliti noti…complimenti per la fatica copia e incolla..ora te lo confuto un po_sembra rientrare di diritto tra quei sicari intellettuali che producono falsa informazione spacciandola per educazione economica_sembra giusto,sopratutto quando non si ha voglia di studiare e leggere il suo saggio_Il pensiero è un po’ confuso ma sembra di capire che, per Barnard, quando lo Stato dispone di questa “moneta sovrana” tutto va bene_falso non ha mai affermato che basta quello…ti basta possedere il mattarello per fare la pasta?non bisogna usarlo con giudizio(come da lui spesso affermato per la moneta sovrana)ma se togli il mattarello anche il piu bravo cuoco rimane”castrato”_ Quando invece a stampare è un agente dello Stato…_nella zona euro e’ un’agente dello stato che monetizza ai privati a poco ed agli stati a tanto..pensa te.._stampar denaro per mano statale sembra essere l’unica fonte di ricchezza della società. L’assioma di Barnard, accettato come dato, ma del tutto sbagliato, è che lo Stato, per diritto (forse concessione divina?), abbia la sovranità assoluta sul denaro_rispondi…se lo stato prende 100(tasse)e spende 100(servizi)se non monetizza un debito… Leggi tutto »

BIGIGO
BIGIGO
9 Dicembre 2011 , 12:30 12:30

è incredibile ma quello che hai fatto tu è molto simile a quello che sto facendo io da 2 anni circa. Ora spendo pochissimo ma soprattutto do un valore al MIO tempo ed investo su di me, sulle mie relazioni. Ormai negli ultimi anni di lavoro frenetico e sempre qua e la in macchina, le relazioni con gli altri erano diventate piatte ed assolutamente automatiche. Preferisco vivere slo pochi anni della mia nuova vita che una eternità della nia vecchia morta vita.
Un abbraccio.

BIGIGO
BIGIGO
9 Dicembre 2011 , 12:33 12:33

soprattutto se la mossa non la fa solo vetusordoseclorum, e così si forma una rete di collaborazioni e sussistenza, una societa parallela e nuova basata su valori diversi.

rutzboy
rutzboy
9 Dicembre 2011 , 12:41 12:41

eh? mi spiace proprio michail, forse hai sbagliato gruppo. X noi gli alieni non esistono, come potrai ben vedere qui http://lalternativaitalia.blogspot.com/2011/09/le-incredibili-origini-degli-ufo-e.html

rutzboy
rutzboy
9 Dicembre 2011 , 12:45 12:45
rutzboy
rutzboy
9 Dicembre 2011 , 12:48 12:48

il signoraggio è una proprietà intrinseca della moneta, e no, monti nn ci ha ricevuto. almeno c abbiamo provato. i video di santo lasciali stare anche perche ne avra fatti un paio al massimo.

vainart
vainart
9 Dicembre 2011 , 14:00 14:00

A dire il vero lo aveva detto pure Monti a Strasburgo di recente…

Matt-e-Tatty
Matt-e-Tatty
9 Dicembre 2011 , 14:07 14:07

Io ho rilevato che i terreni coltivbili viste le novità italoeuropee nella mia zona sono passati da 35000 a 50000€ all’ettaro… in fin dei conti da sempre in incertezza la gente ha investito in oro e immobili. L’idea che hanno le persone che si uniscono per decrescita la trovo positiva, ciò che fà vetusordoseclorum io lo faccio da qualche anno pur non essendo ancora nella stessa situazione (per mia fortuna ho ancora un lavoro), lo trovo rilassante e quelle ore la sera e nei w.e. in cui faccio il contadino sono le più rilassanti e appaganti. Consiglio di farlo anche senza necissità, e comunque di non aspettare di essere nel bisogno perchè scoprirete che le spese di partenza non sono poche oltre il fatto che occorre esperienza e certe cose in aricoltura le si apprende solo sbattendo la testa, specilamente se volete fare tutto biologico come faccio io. Consiglio anche alberi da frutto “antichi” per molte ragioni: 1) gli ibridi commerciali li trovate anche al supermercato e dal contadino 2) le razze che usavano i nostri bisnonni stanno scomparendo ed è un peccato. 3) sono mediamente meno delicate e mi rifiuto di usare la chimica per ciò che poi mangio.… Leggi tutto »

reio
reio
9 Dicembre 2011 , 14:41 14:41

fonte :http://it.wikipedia.org/wiki/Economia_d%27Italia “I governi italiani che si succedettero negli anni novanta si orientarono così su tagli alla spesa e sull’adozione di nuove misure per aumentare le entrate. Dal 1991 al 2008 l’Italia godette di un avanzo primario di bilancio, al netto dei pagamenti di interessi. Il disavanzo complessivo della pubblica amministrazione, comprendente gli interessi, scese allo 0,6% del PIL nel 2000, da valori in media di oltre il 10% a cavallo tra gli anni ottanta e novanta.[24]. L’Italia venne così ammessa all’Unione economica e monetaria dell’Unione europea (UEM) nel maggio 1998.”

Georgejefferson
Georgejefferson
9 Dicembre 2011 , 15:49 15:49

fatti una tua idea, studia lo stesso argomento da varie fonti e forse arriverai a farti una tua idea….concordo in pieno

Georgejefferson
Georgejefferson
9 Dicembre 2011 , 16:02 16:02

salve bonaveri…ammiro sempre la buonafede…ma se capisci l’importanza delle fonti di verità che arrivano da BARNARD…capisci anche quante bombe ci anno messo alle catene che vorremmo togliere…senti cosa ha detto a proposito: “Dice la Ravera che dobbiamo vivere con meno, dobbiamo sostituire i consumi con i rapporti umani, e strappa l’applauso. Ma neppure ci arriva, l’autrice, a pensare ai milioni di poveracci che perderebbero il lavoro, il futuro, la casa, per permettere a lei di strappare l’applauso nel dire ste insulsaggini ignoranti di qualsiasi rudimento di macroeconomia. John Maynard Keynes è vissuto per nulla. Ste ‘belle anime’ sparano impuniti le loro fantasmagorie ma non sono nei panni del magazziniere della Lotto cassintegrato o dell’ex operaia dell’OMSA che oggi fa le pulizie in nero, o della madre single con due bambine che non trova uno stipendio che le permetta di uscire da un appartamento marcio di umidità dove le piccole vanno a letto coi pigiamini zuppi. Forse manco li hanno mai visti esseri umani così, ed è un bene per loro, perché il magazziniere, l’operaia e quella madre le gonfierebbero la faccia di sberle neppure a metà della frase “dobbiamo vivere con meno, sostituire i consumi con i rapporti umani”, poiché… Leggi tutto »

Georgejefferson
Georgejefferson
9 Dicembre 2011 , 16:09 16:09

Mi sembra tu sia poco informato…quando si dice che siamo enormemente in deficit si intende disavanzo secondario…cioe’ uscite publiche piu pagamento interessi sul debito superano le entrate…siamo da anni in surplus primario vuol dire si spende meno di quello che si incassa ma senza tener conto degli interessi sul debito

Georgejefferson
Georgejefferson
9 Dicembre 2011 , 16:12 16:12

il professore ha accettato di trasformare l’Italia in un bel discount grazie all’impegno promesso all’Europa ad abrogare la “golden share”, il meccanismo che ha finora permesso allo Stato di conservare il controllo di aziende strategiche per fini pubblici nei settori energetici di energia, comunicazioni e difesa: Eni, Snam rete gas, Enel, Telecom e Finmeccanica,poste…la “golden share”, permetteva allo stato italiano di intervenire e bloccare eventuali scalate di privati per fini di pubblica utilità.La commissione europea(politici non votati da nessuno)ritiene si contrastino le norme sulla libera circolazione dei capitali (o fuga e deregolamentazione dei capitali??)Le pressioni sull’Italia in tal senso sono fortissime ma dove nessuno sembra aver fretta di demolire meccanismi simili presenti in Germania, Francia e altri Paesi dell’area euro. Finmeccanica,dopo il recente (casuale?) mega crollo borsistico ha una capitalizzazione di appena due miliardi (solo i suoi beni immobili valgono il doppio)Mario monti,estremista del libero mercato…sara lui ad aprire le finestre alla definitiva uscita dello Stato Italiano dalla sua stessa economia?

fonti: il sole 24ore/panorama/repubblica/il giornale
http://eventiquattro.ilsole24ore.com/eventi-e-altro/diritto-e-societa/notizie/2011/11/24/golden-share-un-mese-allitalia.aspx
http://blog.panorama.it/economia/2011/11/23/golden-share-le-azioni-che-danno-poteri-speciali-e-che-non-piacciono-alleuropa/
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2011/11/23/golden-share-il-giallo-del-deferimento-ue.html
http://www.ilgiornale.it/economia/saglia_ok_riforma_golden_share/29-11-2011/articolo-id=559469-page=0-comments=1

Petrus
Petrus
9 Dicembre 2011 , 16:29 16:29

Oh porca zozza, il buon grasso viscido Olli lo ha ammesso chiaro e tondo, specificando anche chi ed in che misura goda del signoraggio sull’euro!!!

kenobi
kenobi
9 Dicembre 2011 , 16:33 16:33

Che tristezza questi Ashoka e Francesco. Una critica VA GUADAGNATA. Va guadagnata SPIEGANDO IL PERCHE’ DELLA CRITICA. Non limitandosi alla denigrazione. E’ ridicolo leggere una critica che non dice il perché della critica ma ti dice “Compra il mio prossimo libro”. MI DEVI PROPORRE UN PERCHE’, magari sbagliato, quel che è, ma proponimelo!!! Altrimenti fai una figura da nasconderti sotto terra. Barnard ha criticato alcuni giorni fa Giulietto Chiesa. Però spiegando punto-punto, a tutti i lettori, IL SUO PERCHE’, cioè sua la versione. Barnard è stato UN SIGNORE. Cioè non che dovesse avere ragione ma è stato un Signor Giornalista. Sta qui la differenza tra il Giornalismo (verifica delle fonti) e il Cazzeggio (esternare sulle piattaforme blog gratuite). Oltre tutto del Saggio di Barnard hanno riportato quel che faceva comodo a loro, perché a leggerlo PER DAVVERO vengono smentiti clamorosamente! Ora, io sono un comune lettore, non un Giornalista, io anzi mi aspetto di acquistare informazione dai Giornalisti e che la qualità della merce sia buona. L’uomo è fatto di tempo e il mio lavoro è altro. Voglio dire, io mi fermo qui perché è già troppo il tempo che ho perso leggendo quest’assurdità, ogni parola sprecata per questi due… Leggi tutto »

bonaveri
bonaveri
9 Dicembre 2011 , 16:33 16:33

Hai ragione, ed ho colto la stigmatizzazione dell’utopia. Io faccio il mestiere di musicista, e forse per questo ho imparato come tanti a vivere di poco. E nonostante quel poco, suono gratis per gli operai cassintegrati, per l’ANPI, per i centri sociali di anziani. E se un commercialista c’e’ che si rende disponibile a fare un 740 gratis per un professionista in difficoltà, un fornaio a fare due chili di pane in più per un barbone, un barbiere a fare un taglio di capelli per un anziano che con la pensione non arriva a fine mese allora si puo’ tentare di contarci, e fare qualcosa anche se piccolo ed insignificante per alleviare le pene, facendo riscoprire la speranza e tracciando i bagliori di una via possibile riacquistando fiducia in un essere umano vicino a noi. L’umanità non ha un volto, il vicino di casa invece ha un nome, ed occhi, mani, braccia e gambe. A Boogna dove vivo ho tentato di organizzare in un centro sociale una sorta di cucina di emergenza: 10 euro di iscrizione, ed il diritto ad un pasto al giorno fatto di un bicchiere di vino e due etti di pasta con olio e formaggio. Reso… Leggi tutto »

RicBo
RicBo
9 Dicembre 2011 , 16:34 16:34

‘La scomparsa dei fatti’ è dell’usciere del liberismo Marco Travaglio e ciò che espone quel libro lo ritroviamo applicato pari pari nell’ineffabile ‘Fatto Quotidiano’, lì sono artisti nel parlare d’altro e nel confondere le idee.

Per il resto non bisogna farsi illusioni: bisognerebbe arrivare a situazioni tipo corralito argentino per vedere una reazione dei cittadini ma io credo che Draghi e Merkel abbiano imparato quella lezione quindi non faranno esplodere situazioni incontrollabili. L’Europa mediterranea, insieme all’Irlanda e alla Polonia vivrà una lenta agonia, un’impoverimento lento ed inesorabile che ci porterà alla situazione della Spagna e dell’Italia del Sud degli anni 50, colonie saccheggiate e serbatoio di forza lavoro a basso costo, sollazzo della borghesia anglo-franco-tedesca.

Io all’epoca mi starò già godendo la mia pensione a Mar de la Plata, preferisco andarmene piuttosto che fare la scelta di vita (pur rispettabilissima) dell’amico ‘vetusordoseclorum’ qui sopra.

Georgejefferson
Georgejefferson
9 Dicembre 2011 , 16:39 16:39

quardate questa tabella(http://it.wikipedia.org/wiki/File:Debito_pubblico.jpg)cosa succede dall’82…poi leggete questo copia incolla(fonte___http://www.umanista.info/spip.php?article1)…alla faccia dello stato cattivo papa che noon paga i debiti__Il debito passò dal 98 al 121.5% nei tre anni che vanno dal 1992 al 1994 a causa di un disavanzo interamente dovuto alle spese per interessi. nel 1981, per iniziativa dell’allora ministro del tesoro Beniamino Andreatta in stretta collaborazione con il Governatore Ciampi, il divorzio fra banca centrale e tesoro sancì la fine del finanziamento obbligatorio del debito tramite emissione di moneta: la Banca d’Italia avrebbe potuto sottoscrivere o meno i titoli di Stato a sua discrezione. Ovviamente il prezzo da pagare era la dipendenza del finanziamento del debito dal settore privato: “da quel momento in avanti la vita dei ministri del Tesoro si era fatta più difficile e a ogni asta il loro operato era sottoposto al giudizio del mercato” [25] dichiarò Andreatta. Con buona pace della norma costituzionale secondo la quale il potere appartiene al popolo, fu messa nelle mani del «mercato», cioè di un gruppo ristretto di banche, la possibilità di generare una crisi finanziaria di dimensioni nazionali rifiutando di finanziare il debito della collettività. A detta dello stesso Beniamino Andreatta si trattò di una “congiura aperta” che… Leggi tutto »

Georgejefferson
Georgejefferson
9 Dicembre 2011 , 16:40 16:40

quardate questa tabella(http://it.wikipedia.org/wiki/File:Debito_pubblico.jpg)cosa succede dall’82…poi leggete questo copia incolla(fonte___http://www.umanista.info/spip.php?article1)…alla faccia dello stato cattivo papa che noon paga i debiti__Il debito passò dal 98 al 121.5% nei tre anni che vanno dal 1992 al 1994 a causa di un disavanzo interamente dovuto alle spese per interessi. nel 1981, per iniziativa dell’allora ministro del tesoro Beniamino Andreatta in stretta collaborazione con il Governatore Ciampi, il divorzio fra banca centrale e tesoro sancì la fine del finanziamento obbligatorio del debito tramite emissione di moneta: la Banca d’Italia avrebbe potuto sottoscrivere o meno i titoli di Stato a sua discrezione. Ovviamente il prezzo da pagare era la dipendenza del finanziamento del debito dal settore privato: “da quel momento in avanti la vita dei ministri del Tesoro si era fatta più difficile e a ogni asta il loro operato era sottoposto al giudizio del mercato” [25] dichiarò Andreatta. Con buona pace della norma costituzionale secondo la quale il potere appartiene al popolo, fu messa nelle mani del «mercato», cioè di un gruppo ristretto di banche, la possibilità di generare una crisi finanziaria di dimensioni nazionali rifiutando di finanziare il debito della collettività. A detta dello stesso Beniamino Andreatta si trattò di una “congiura aperta” che… Leggi tutto »

Georgejefferson
Georgejefferson
9 Dicembre 2011 , 16:43 16:43

errata corrige..ho copiato 2 volte il pezzo centrale

Georgejefferson
Georgejefferson
9 Dicembre 2011 , 16:45 16:45

quardate questa tabella(http://it.wikipedia.org/wiki/File:Debito_pubblico.jpg)cosa succede dall’82…poi leggete questo copia incolla(fonte___http://www.umanista.info/spip.php?article1)…alla faccia dello stato cattivo papa che non paga i debiti__Il debito passò dal 98 al 121.5% nei tre anni che vanno dal 1992 al 1994 a causa di un disavanzo interamente dovuto alle spese per interessi. nel 1981, per iniziativa dell’allora ministro del tesoro Beniamino Andreatta in stretta collaborazione con il Governatore Ciampi, il divorzio fra banca centrale e tesoro sancì la fine del finanziamento obbligatorio del debito tramite emissione di moneta: la Banca d’Italia avrebbe potuto sottoscrivere o meno i titoli di Stato a sua discrezione. Ovviamente il prezzo da pagare era la dipendenza del finanziamento del debito dal settore privato: “da quel momento in avanti la vita dei ministri del Tesoro si era fatta più difficile e a ogni asta il loro operato era sottoposto al giudizio del mercato” dichiarò Andreatta. Con buona pace della norma costituzionale secondo la quale il potere appartiene al popolo, fu messa nelle mani del «mercato», cioè di un gruppo ristretto di banche, la possibilità di generare una crisi finanziaria di dimensioni nazionali rifiutando di finanziare il debito della collettività. A detta dello stesso Beniamino Andreatta si trattò di una “congiura aperta” che non… Leggi tutto »

Georgejefferson
Georgejefferson
9 Dicembre 2011 , 17:04 17:04

scusa ma credi che uno stato sia paragonabile ad un padre di famiglia?deve fare il bravo con chi gli presta i soldi?e perche’ l’emissione e’ controllata da privati?sai di che parlo?per aumentare l’occupazione bisogna produrre di piu,per produrre di piu ci vuole la gente che spende,se non aumenta la produzione la gente rischia il lavoro e non spende….allora che si fa?come si puo produrre di piu,senza soldi nuovi al netto?chi deve metterli?se li mette lo stato dal nulla(stampando e spendendo)la gente non lo accettera,non si fida ben sapendo che cosi facendo senza quella fiducia che stimola la produttivita l’inflazione impoverisce tutti(i piu deboli soccombono per primi)….puo emettere a debito…indebitandosi con i propri cittadini…e con tassi bassi puo mantenere il valore del denaro dei risparmiatori compratori e diventare intermediario di quel credito che serve alla societa per produrre di piu e creare piena occupazione…certo senza esagerare…ma seguendo passo passo la crescita per lo sviluppo sostenibile…un certo deficit programmato e’indispensabile…senza il deficit..lo stato spende e riprende(pareggio di bilancio)e non ci sono soldi nuovi per il lavoro…a meno che entrino in gioco prestatori miliardari privati,quindi sono loro a dirigere una nazione ci vorrebbe la necessità di un obbligo per legge ad emettere debito… Leggi tutto »

warewar
warewar
9 Dicembre 2011 , 17:55 17:55

che uomo triste…forse non sai che l’80% del debito pubblico è composto da interessi e interessi su interessi (questi interessi creano forse una c***o di ricchezza ?)…LO STATO NON DEVE INDEBITARSI, PERCHE’ PUO’ FINANZIARSI EMETTENDO MONETA INVECE CHE EMETTENDO BOT…

LAZZARETTI
LAZZARETTI
9 Dicembre 2011 , 18:16 18:16

Debito: pubblico e privato.
Debito pubblico e’ un’invenzione dei 3 stati canaglia o
meglio dei potenti dei suddetti,
Debiti che hanno causato sofferenze atroci a popoli di paesi
arabi,africani e latino-americani.
P.B. conosce ne conosce bene le dinamiche,
perche’ le ha appurato sul campo,
attraverso i suoi viaggi per le inchieste fatte per la RAI.
Contrariamente a quei giornalai che non hanno mai mosso
il c. dalle loro sedie.
Il debito non potra’ mai essere ripagato,l’economia languira’
almeno per altri 5 anni, le famiglie verranno buttate fuori dalle loro case,
da uno stato di polizia criminale permanente.
I risparmi potrebbero evaporare come neve al sole,
in un magico pomeriggio borsistico.
La spesa a debito dello stato, e’ l’unica soluzione.
La fine dell’Euro e della UE e’ certa.
A meno che i popoli europei siano cosi’ masochisti,
da spirare sfiniti davanti alle bande armate della finanza.

Georgejefferson
Georgejefferson
9 Dicembre 2011 , 18:53 18:53

ciao…grazie a te per il cortese commento,sono cantautore amatoriale(www.georgejefferson.altervista.org) da anni unisco passione musicale alla solidarietà di farlo gratis…principalmente per riuscire a creare testi di stimolo al libero e critico pensiero..hai pienamente ragione riguardo alla solidarietà..io mi riferisco all’illusione che viene costantemente alimentata di un cambiamento a breve termine..magari ingrassando pure le tasche ti tante belle anime..vorrei girarti un commento a riguardo da me scritto in un’altro sito:”una volta aperte certe porte non torni piu indietro…non si puo,io personalmente mai tornerei indietro…anche se ci danno a intendere che la spensieratezza del “fregatene,da che mondo il mondo e’ cosi,pensa a te stesso divertiti”appare come un vivere da”persona normale”.Ti trovi tremendamente solo…ma forse lo siamo sempre stati anche in presenza di amici e parenti.Questo pero’ puo essere anche motivo di orgoglio e dignita,non e’il sentirsi superiori,concetto presuntuoso ed arrogante,ma il sentirsi piu vivi,piu uomini..anche se il concetto di uomo puo essere idealizzato.Questo puo portare a piu sincere amicizie,anche se le conti con una mano…Pero’…c’e’ un pero…l’integrita psico fisica deve sempre rimanere integra…questo per mantenere quella lucidita essenziale all’analisi oggettiva e critica.La spensieratezza adulta,poi,e’un concetto a mio avviso inerente al diritto…non significa divagare nella superficialita ma dare alla vita anche il suo valore… Leggi tutto »

vetusordoseclorum
vetusordoseclorum
10 Dicembre 2011 , 2:38 2:38

Queste righe di Georgejefferson sono per me una boccata di aria fresca, il sollievo di trovare qualcun altro che mette per iscritto ciò che pensi tu.

AmonAmarth
AmonAmarth
10 Dicembre 2011 , 5:13 5:13

Ciao Matt-e-Tatty! Non sarai percaso il Matt che mi ha regalato il miele?… Se è così ci rivediamo lunedì, haahahah! …Speravo che qualcuno mi desse qualche indicazione più concreta sul come poter investire in terreni con quel poco che un 26enne può aver accumulato… Boh per ora spero solo di poter continuare a lavorare senza problemi. Ciao M!

morpheo
morpheo
10 Dicembre 2011 , 8:34 8:34

L’ unica spiegazione a tutto questo è che vogliono fare la GUERRA, punto.

Ho cercato in giro qualcosa che spiegasse la differenza tra adesso e prima, avevamo lo stesso debito anche prima non solo noi e siamo andati sempre avanti, adesso o qualcuno a parole povere mi spiega cosa è cambiato facendo nomi e cognomi o rimango sempre della stessa opinione, cioe’ quella che tutto questo e solo un falso per sistemare le PEDINE e dare origine alla 3° GUERRA MONDIALE.

bonaveri
bonaveri
10 Dicembre 2011 , 14:46 14:46

In premessa, e forse ho frainteso, ma se quando in chiusura parli di avere urtato la sensibilità altrui ti riferisci a me, davvero non preoccupartene perché non lo hai fatto, anzi: mi ha fatto piacere, perché tra l’altro ci sono ragionamenti che ci accomunano ed altri su cui magari tornare a riflettere. Cio’ che scrivi è equilbrato, e condivisibile. Certamente questa sorta di rovesciamento del consolidato potrebbe creare sconvolgimenti notevoli… ma l’alternativa? Credo che tra poco gli scontri sociali saranno davvero notevoli, con masse di persone sprofondate nella povertà. La situazione del pianeta non è da meno, in quanto a disatri: Fukushima in primis, e presto il nuovo batterio killer. A breve la guerra: credo che presto la questione Iran genererà lo sfacelo. 30.000 bambini ogni giorno nel mondo non vedono l’alba del giorno dopo. Il fatto che siano molto lontani da noi non rende meno grave la situazione. La rende irrilevante per le masse, come osservava Anders il secolo scorso… resta che accade. Altra questione: abbiamo davvero tutto questo tempo? il tempo cioè di sperare che le persone, gradualmente, prendano coscienza? E ancora: come stimolare questo processo? Con il web? …la stampa no, che e’ preclusa. La televisione uguale,… Leggi tutto »

Georgejefferson
Georgejefferson
10 Dicembre 2011 , 19:39 19:39

la maggior parte del commento era un copia incolla di un’altro commento da me scritto riferito all’interlocutore di quel sito ripreso perché ritenuto da me inerente al dialogo.Non sappiamo se ci sarà il tempo…in tanti temono fatti gravi all’orizzonte..basti pensare che si stima che nel mondo esistano debiti circa 15 volte superiori all’intera produzione di beni e servizi mondiale…e’ un disastro…difficile da percepire come realtà per tutti.Io ritengo che il mio ragionamento non coinvolga proprio come hai detto:”che le persone, gradualmente, prendano coscienza”,penso che le persone prendano coscienza(e lo considero un cammino infinito,io compreso)solo ed unicamente se a livello inconscio essi DECIDANO di farlo.Nel senso che se a quel livello la loro volontà non vuole,nessuno puo fare nulla per milioni di persone..se non sperare di stimolare quella loro volontà inconscia al coraggio del libero e critico pensiero..con informazioni date…purtroppo…in stile semplice,diretto,ed emotivo(guai a dire falsita pero)perche noi gente tutta…siamo indotti alla mediocrità perennemente grazie all’esistenza commerciale e cultura della visibilità(termini presi a prestito da Barnard)…insomma quello che intendo e’ che ci vuole la giusta discrezione secondo me a proporsi(non alludo ovviamente alle tue iniziative criticandole)…perche e’ facile cadere nel tranello della parrocchia costruita dove si litiga per chi e’ piu… Leggi tutto »

Matt-e-Tatty
Matt-e-Tatty
12 Dicembre 2011 , 9:02 9:02

No, non sono io. Quanto agli investimenti… purtroppo i valori di mercato sono viziati dalla crisi e purtroppo gli unici “affari” che puoi fare sono attraverso le aste giudiziarie che equivale a risparmiare sulle disgrazie altrui. Ciao.