Nuove prove sulle proprietà trombotiche dei vaccini COVID

Mike Whitney
unz.com

Il calcolo rischio-beneficio è quindi chiaro: i vaccini sperimentali sono inutili, inefficaci e pericolosi. Le autorità che certificano, rendono obbligatoria o somministrano la vaccinazione sperimentale COVID-19 stanno esponendo le popolazioni e i pazienti a rischi medici gravi, inutili e ingiustificati.” Doctors for Covid Ethics, April 29, 2021 [Il link riportato dall’autore non funziona più perchè il lavoro è stato ritirato dalla piattaforma che lo ospitava con il pretesto che sarebbe ancora “sotto indagine.” In ogni caso è possibile consultarlo qui. N.D.T.]

Un nuovo, esplosivo studio dei ricercatori del prestigioso Salk Institute mette in dubbio l’attuale pletora di vaccini basati sui geni, che, al contrario, potrebbero rappresentare un grave rischio per la salute pubblica. L’articolo, che si intitola “La nuova proteina spike del coronavirus gioca un ulteriore ruolo chiave nella malattia,” mostra che la “proteina ‘spike’, caratteristica della SARS-CoV-2, danneggia le cellule, confermando il fatto che la COVID-19 è una malattia prettamente vascolare.” Anche se l’articolo si concentra quasi esclusivamente sulle questioni relative alla Covid, solleva inevitabilmente la questione dei nuovi vaccini, che contengono miliardi di proteine spike che potrebbero aumentare notevolmente le probabilità di malattie gravi o letali. Ecco un estratto da un articolo del 30 aprile 2021:

In questo nuovo studio, i ricercatori avevano creato uno “pseudovirus” circondato dalla classica corona di proteine spike della SARS-CoV-2, ma che non conteneva alcun virus effettivo. L’esposizione a questo pseudovirus aveva provocato danni ai polmoni e alle arterie degli animali da esperimento, dimostrando che la proteina spike, da sola, era sufficiente a causare la malattia. I campioni di tessuto avevano mostrato un’infiammazione a livello delle cellule endoteliali che rivestono le pareti delle arterie polmonari. (Nota: “Le cellule endoteliali vascolari rivestono l’intero sistema circolatorio, dal cuore ai capillari più piccoli”).

Il gruppo di ricercatori aveva poi replicato questo processo in vitro, esponendo cellule endoteliali sane (quelle che rivestono le arterie) alla proteina spike. Avevano così dimostrato che la proteina spike danneggiava le cellule legandosi al recettore ACE2. Questo legame interrompeva la trasmissione molecolare tra ACE2 e i mitocondri (gli organelli che generano energia per le cellule), causando danni e frammentazione dei mitocondri.

Studi precedenti avevano mostrato un effetto simile quando le cellule venivano esposte al virus SARS-CoV-2, ma questo è il primo studio che dimostra che il danno si verifica quando le cellule sono esposte unicamente alla proteina spike.” (“The novel coronavirus’ spike protein plays additional key role in illness”, Salk.edu)

Questo nuovo documento di ricerca è l’equivalente di una bomba all’idrogeno. Cambia tutto, confermando ciò che i critici dei vaccini avevano teorizzato per mesi, ma che non erano stati in grado di dimostrare.

Ora ci sono prove inconfutabili che:

1. La Covid-19 è principalmente una malattia del sistema vascolare (il sistema vascolare, chiamato anche sistema circolatorio, è costituito dai vasi che portano il sangue e la linfa attraverso il corpo) e non del sistema respiratorio.

2. Il principale colpevole è la proteina spike. (“una glicoproteina che sporge dall’involucro di alcuni virus,” secondo il Merriam-Webster. “Come una chiave in una serratura, queste proteine spike si fondono con i recettori presenti sulla superficie cellulare, permettendo al codice genetico del virus di invadere la cellula ospite, di impossessarsi del suo apparato per la sintesi proteica e quindi di replicarsi“. Bruce Lieberman)

3. In poche parole, se la Covid-19 è soprattutto una malattia vascolare e se il principale strumento che produce il danno fisico è la proteina spike, allora perché iniettiamo nelle persone miliardi di proteine spike?

4. Ecco come l’architetto e produttore cinematografico, Robin Monotti Graziadei, ha riassunto questi sviluppi su You Tube:

Quindi, è un anno intero che ci stanno dicendo, che l’unica cosa che dovevano fare queste proteine spike era entrare nelle cellule . (Ma) è chiaro che non è quello che fanno, (perché) causano la malattia, la malattia vascolare. La malattia vascolare può avere molte manifestazioni. Può includere trombosi cerebrale, coaguli di sangue, lividi e patologie croniche. Pensate che sia una buona idea bypassare le prime (difese) del sistema immunitario …e iniettare… trilioni di proteine spike nelle cellule, dopo le informazioni che sono state appena rilasciate dal Salk Institute? Pensateci….
….
I ricercatori del Salk Institute ci hanno detto, senza alcuna ambiguità, che la proteina spike è una componente fondamentale della malattia da Covid-19. Sì, è vero che la proteina spike associata alla proteina N non si replica. Tuttavia, trilioni (di queste proteine) iniettate nell’organismo con una singola dose di vaccino hanno la capacità di creare danni al sistema vascolare. Questo è ciò che dice uno studio pubblicato da un centro di studi biologici estremamente importante. Questa non è una teoria della cospirazione. Credo che, a questo punto, ci siano abbastanza informazioni per sapere se, nei prossimi giorni, ci verrà detta la verità, perché una notizia del genere dovrebbe essere sulle prime pagine di tutti i giornali e nelle trasmissioni TV. E quello che dovrebbero dire è questo: ‘La base fondamentale e tecnologica, sulla quale in Occidente sono stati distribuiti tutti i vaccini, è fallace. Pensavamo che la proteina spike sarebbe entrata nelle vostre cellule solo per creare anticorpi, così, quando vi sareste trovati di fronte al virus naturale, questo non sarebbe riuscito a penetrare nelle vostre cellule, ma ci sbagliavamo. Ci sbagliavamo perché la proteina spike, di per sé, crea la malattia e, se ve ne iniettano trilioni, in molti casi si manifesterà la malattia.’ Non è sicuro iniettare trilioni di proteine spike nel muscolo, perché bypassano proprio quelle difese immunitarie che avrebbero potuto neutralizzare il virus… Facendo entrare nell’organismo queste sostanze con un’iniezione non state dando al vostro sistema immunitario la possibilità di organizzare una risposta abbastanza forte verso la proteina spike, in modo da neutralizzarla. (Il vaccino stesso) conterrà questa proteina spike in grado di creare la malattia, se accetterete (di farvi iniettare) uno di questi vaccini. …. Ora tocca a noi cercare di correggere l’errore che hanno fatto.” (Robin Monotti Graziadei on the new Salk Institute research paper, You Tube,  guardatelo, prima che lo rimuovano).

Ben detto e perfettamente centrato. Graziadei estrapola il significato nascosto del rapporto Salk e ne chiarisce il significato. Come risponderanno i funzionari della sanità pubblica, i politici, i media e il resto dello schieramento pro-Covid Vax a queste rivelazioni, specialmente con l’imprimatur del Salk Institute stampato sulla prima pagina del rapporto? Cercheranno di nasconderlo sotto il tappeto o faranno di tutto per deviare l’attenzione del pubblico sullo spauracchio della “variante“? O tenteranno qualcosa di completamente diverso, come affermare che una classe di proteine spike fa bene, mentre altre portano a malattie croniche e alla morte? Cosa faranno?

Il dottor Vladimir Zelenko, candidato al premio Nobel per la pace per il suo uso dell’idrossiclorochina nel trattamento dei pazienti COVID-19, ha qualcosa da dire: “Capite cosa significa? Stiamo iniettando il codice genetico virale per la proteina spike in persone perfattamente sane e questo arriva in quasi tutte le cellule dell’organismo.” (Il candidato al Nobel, Zelenko, è stato anche bandito da Twitter).

In effetti, è proprio quello che hanno fatto [e che stanno facendo]. E, non dimentichiamolo, i produttori di vaccini hanno la completa immunità legale per le lesioni che producono. Immunità legale significa impunità morale.

Quindi, che effetto avranno queste proteine spike sulle persone vaccinate?

Ecco cosa hanno da dire i Medici per l’Etica Covid nel loro ultimo articolo pubblicato proprio questa settimana:

“I vaccini sono pericolosi sia per individui sani che per persone con malattie croniche preesistenti, per le ragioni che seguono: rischio di interferenze, letali e non letali, con la coagulazione ematica, tra cui disturbi emorragici, trombosi cerebrale, ictus e infarto; reazioni autoimmuni e allergiche; potenziamento della malattia indotta da anticorpi e impurità nel vaccino dovute alla produzione affrettata e a standard di produzione non regolamentati….

…tutti i vaccini basati sui geni possono causare disturbi della coagulazione ematica e del sanguinamento…. Questi vaccini non sono sicuri“.(“COVID Vaccines: Necessity, Efficacy and Safety”, Doctors for Covid Ethics)

Eccolo lì, nero su bianco: “I vaccini non sono sicuri.” Qui c’è di più, da un articolo di Children’s Health Defense sul professor Yehuda Shoenfeld, l’immunologo clinico israeliano da tutti ritenuto il “padre dell’autoimmunità.” Shoenfeld affronta la questione da un punto di vista completamente diverso. Date un’occhiata:

“La preoccupazione principale di Shoenfeld riguarda un fenomeno denominato mimetismo molecolare. Nel genoma umano c’è un certo numero di sequenze geniche identiche a quelle del virus della SARS-CoV-2 …

Gli immunologi richiamano l’attenzione soprattutto sulle sequenze identiche in un gruppo specifico di proteine che si trovano nell’apice polmonare (il sito della sindrome da distress respiratorio acuto, ARDS o polmonite covid)… Questo preoccupa Shoenfeld…

È il motivo per cui, l’anno scorso, Shoenfeld e colleghi avevano suonato l’allarme durante la fase di sviluppo del vaccino, sostenendo che le sequenze peptidiche utilizzate nei nuovi vaccini dovrebbero essere uniche e non identiche ad altre sequenze del genoma umano.

Per un individuo predisposto, sostengono Shoenfeld e colleghi, una reazione avversa al vaccino potrebbe essere sufficiente a rompere l’equilibrio e scatenare la malattia autoimmune. Uno dei segnali più ovvi per la predisposizione è quello di soffrire già di una delle oltre 100 malattie autoimmuni emergenti nelle società industrializzate. Eppure, anche con il padre dell’autoimmunità che avverte sul rischio di patologie autoimmuni, non si sente praticamente nessuna parola di cautela da parte dei governi, che invece lanciano programmi di vaccinazione di massa. Dovrebbero vergognarsi.” (“Are We on the Verge of a ‘Super-Epidemic’ of Autoimmune Diseases?” Children’s Health Defense)

Per quel che ho capito, il “mimetismo molecolare” sarebbe una cosa del genere: iniettando nell’organismo proteine praticamente identiche alle proteine Covid note per il loro deleterio effetto sul sistema vascolare, potremmo innescare una situazione in cui il sistema immunitario attacca i propri organi o il proprio sistema vascolare. Ecco perché l’autore si chiede: Siamo sull’orlo di una ‘Super-Epidemia’ di malattie autoimmuni?

In articoli precedenti, avevamo presentato le opinioni di scienziati e medici professionisti che avevano anticipato le questioni che stanno ora emergendo in relazione alla proteina spike. Per esempio, ecco un estratto da un pezzo su un reumatologo pediatrico, il dottor J. Patrick Whelan, che aveva scritto quanto segue in una lettera alla FDA:

“Sono preoccupato per la possibilità che i nuovi vaccini mirati a creare immunità contro la proteina spike del virus della SARS-CoV-2 abbiano la capacità di causare lesioni microvascolari al cervello, al cuore, al fegato e ai reni in modalità che, attualmente, non sembrano essere state valutate nelle prove di sicurezza di questi potenziali farmaci….

“Prima che uno qualsiasi di questi vaccini venga approvato per l’uso generale nell’uomo, è importante valutare nei soggetti vaccinati gli effetti a livello cardiaco della vaccinazione. Per quanto sia importante arrestare rapidamente la diffusione del virus immunizzando la popolazione, sarebbe molto peggio se centinaia di milioni di persone dovessero subire danni duraturi o addirittura permanenti al cervello o ai microvasi cardiaci a causa del mancato apprezzamento a breve termine di un effetto indesiderato dei vaccini basati sulle proteine spike a lunghezza intera su questi altri organi.
(“Scientists Challenge Health Officials on Vaccinating People Who Already Had COVID”, Global Research)

Avevamo anche sottolineato che “i vaccini basati sul gene rilasciano una proteina spike che si diffonde in tutto il corpo, rimane intrappolata nel flusso sanguigno e si raccoglie nello strato di cellule (cellule endoteliali) che rivestono i vasi sanguigni“. Pensiamo che la nuova ricerca del Salk Institute supporti questa teoria generale.

Inoltre, secondo il dottor Hyung Chun, cardiologo di Yale, le cellule “rilasciano citochine infiammatorie che esacerbano ulteriormente la risposta infiammatoria, portando alla formazione di coaguli ematici.” Chun ha dichiarato: “L’endotelio ‘infiammato’ probabilmente contribuisce non solo al peggioramento del decorso clinico della COVID-19, ma è anche considerato un fattore importante per il rischio di infarto e di ictus.”

Questo sembra suggerire che la proteina spike del vaccino potrebbe avere lo stesso effetto della proteina spike infettiva. Qui c’è di più:

“Gli individui con COVID-19 soffrono di una vasta gamma di sintomi neurologici, come cefalea, atassia, alterazione della coscienza, allucinazioni, ictus ed emorragia cerebrale. Ma i reperti autoptici non hanno ancora evidenziato prove chiare di un’invasione virale distruttiva a livello cerebrale, e la cosa ha spinto i ricercatori a prendere in considerazione spiegazioni alternative su come la SARS-CoV-2 causi sintomi neurologici….

Se non è un’infezione virale, cos’altro potrebbe causare danni associati alla COVID-19 in organi distanti?

Il colpevole più probabile è la proteina spike COVID-19 rilasciata dal guscio esterno del virus e circolante [nel torrente ematico]. La ricerca citata qui di seguito ha documentato che la proteina spike virale è in grado di avviare nei pazienti COVID-19 una cascata di eventi che provoca danni ad organi distanti.

Cosa assai preoccupante, diversi studi hanno scoperto che le proteine spike, da sole, hanno la capacità di causare danni diffusi in tutto il corpo, anche senza alcuna traccia di virus.

Ciò che rende questa scoperta così inquietante è che i vaccini mRNA COVID-19 prodotti da Moderna e Pfizer, e attualmente somministrati in tutti gli Stati Uniti, programmano le nostre cellule a produrre la stessa proteina spike del coronavirus, nell’intento di stimolare una reazione immunitaria che produca anticorpi contro il virus.” (“Could Spike Protein in Moderna, Pfizer Vaccines Cause Blood Clots, Brain Inflammation and Heart Attacks?” Global Research)

La citazione di cui sopra è la chiave per capire cosa sia realmente la Covid e perché i nuovi vaccini minaccino di esacerbare notevolmente il problema.

Come afferma Chun: “…i reperti autoptici non hanno ancora evidenziato prove chiare di un’invasione virale distruttiva a livello cerebrale, e la cosa ha spinto i ricercatori a prendere in considerazione spiegazioni alternative su come la SARS-CoV-2 causi sintomi neurologici….”

Questa osservazione è corretta. La ricerca non indica affatto un'”invasione virale a livello cerebrale.”

Perché? Perché, secondo il rapporto Salk, non è l’infezione virale che penetra nel cervello, ma è la proteina spike a superare la barriera emato-encefalica attraverso il sistema vascolare.

Ecco di nuovo il dottor Chun: “Cos’altro potrebbe causare danni associati alla COVID-19 in organi distanti?

Ancora una volta, non è il virus ma sono la proteina spike e la risposta autoimmunitaria.

Infine, Chun riconosce che i nuovi vaccini “programmano le nostre cellule a sintetizzare la stessa proteina spike del coronavirus come mezzo per indurre l’organismo a produrre anticorpi contro il virus.”

La produzione e la distribuzione di questi “vaccini” potenzialmente letali va ben oltre la semplice incoscienza. Si tratta di una catastrofe globale senza precedenti che potrebbe provocare la morte di milioni di persone. Per quanto tempo continuerà questa follia?

Mike Whitney
Fonte: unz.com
Link: https://www.unz.com/mwhitney/new-report-sheds-light-on-vaccine-doomsday-cult/
03.05.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte .org

32 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
merolone
merolone
9 Maggio 2021 12:06

A Fano un ragazzo di 18 anni è stato mandato in TSO da un sindaco del PD perchè non voleva indossare la mascherina, alla Parata della Vittoria a Mosca erano tutti o quasi, da Putin in giù, senza mascherina, intanto da noi si continua a morire per i vaccini https://www.ilgazzettino.it/nordest/treviso/muore_seconda_dose_pfizer_centro_vaccinale_villorba-5947294.html https://www.valledaostaglocal.it/2021/05/08/leggi-notizia/argomenti/cronaca-4/articolo/valdostano-72enne-muore-24-ore-dopo-essersi-vaccinato-avviati-accertamenti-e-autopsia.html

cachafaz
cachafaz
Risposta al commento di  merolone
9 Maggio 2021 13:46

Centinaia, anzi penso proprio migliaia i decessi dopo il vaccino. . A Pesaro hanno fatto strike con una coppia, lei e’ morta dopo astrazeneca. Lui ictus dopo pfizer. Nessuna correlazione..

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  merolone
9 Maggio 2021 16:26

Questa e’ una delle cose piu’ gravi avvenute negli ultimi mesi. Eppure, non vedo nessuno in TV a scandalizzarsi, ne’ tantomeno inginocchiarsi…

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  merolone
9 Maggio 2021 16:27

Dal sindaco, si, ma dopo la delazione dell’insegnante e del preside.

nicolass
nicolass
9 Maggio 2021 15:27

Il quadro direi che è abbastanza inquietante…. coloro che si sono fidati facendosi abbindolare dal mainstream e cedendo allle sirene del vaccino direi che sono spacciati. E’ solo questione di tempo prima che in queste persone i danni emergano con tutta la loro desolante brutalità. Volendo però arrischiarsi a tirare le somme della follia collettiva che abbiamo vissuto nell’ultimo anno e mezzo direi che ci sia più di un motivo per angosciarsi. Proprio adesso che stanno allentando le restrizioni e che la campagna vaccinale procede nell’ordine delle 500 mila vaccinazioni al giorno un senso di inquietudine mi pervade. Hanno vinto su tutta la linea visto i numeri dei tele lobotomizzati, sanno che in qualunque momento potranno tirare fuori dal cilindro una nuova variante e le pecorelle belanti correranno a farsi inoculare una terza, una quarta, una quinta dose… vittime sacrificali di un gioco più grande di loro. Hanno vinto perché ora recitano la parte del buon padre di famiglia preoccupato per la ripresa economica, per i giovani, per il lavoro mentre sotto banco portano avanti lo sterminio di massa. Hanno vinto perché col pretesto del virus hanno di fatto esautorato la Costituzione e imbrigliato le libertà individuali con Green Pass… Leggi tutto »

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  nicolass
9 Maggio 2021 16:15

“… e cedendo alle sirene del vaccino direi che sono spacciati.”

Se è vero quanto segue, siamo tutti spacciati.

Circolano notizie non confermate secondo cui i vaccinati potrebbero essere pericolosi per i non-vaccinati. I vaccini Covid sarebbero stati creati per diffondersi fra i non-vaccinati. Sarebbe la Pfizer stessa ad accennarvi in uno dei suoi documenti. Maggiori dettagli nel seguente articolo in tedesco:
https://www.epochtimes.de/gesundheit/anstekende-impfung-johns-hopkins-und-pfizer-warnen-vor-sich-selbst-ausbreitenden-impfstoffen-a3507722.html
Titolo: “La Johns Hopkins University e la Pfizer mettono in guardia sull’autotrasmissione dei vaccini.” Il fenomeno prende il nome di vaccine-shedding.

Kozjak
Kozjak
Risposta al commento di  Pfefferminz
9 Maggio 2021 17:07

Ah…bon…allora avrebbe un senso: eliminare i rompicaxxo e tenersi i pecoroni adoranti e balcone/cantanti…

cachafaz
cachafaz
Risposta al commento di  Pfefferminz
9 Maggio 2021 17:24

Tra i tanti problemi, ne sorge uno grave cui e’ difficile porre rimedio. I barbieri. 15 giorni fa abbondanti ero a farmi i capelli, ad un certo punto il mio barbiere si e’ tolto la mascherina e ha cominciato a parlarmi vicino mentre mangiava uno snack (in 30 anni non lo aveva mai fatto erano le 16), poi e’ andato a sedersi lontano perche’ non stava in piedi…mai successo, nel frattempo e’ arrivato il cliente successivo in anticipo di 20 minuti ed il barbiere si e’ scusato del ritardo da parte sua(che non c’era, era l’altro in anticipo), a questo punto mi ha dovuto confessare che si era fatto il vaccino il giorno prima ed aveva dolori alla schiena e stanchezza. Sembrava che si era fatto di una droga…appena mi ha detto che si era vaccinato mi sono velocemente messo la mascherina, ma ormai il danno era fatto. Per fortuna non e’ successo niente, sono passati 17 giorni. La prossima volta? Il parrucchiere e’ un bel problema. Dovremo andarci con mascherina doppia, minimo. Se basta.

emilyever
emilyever
Risposta al commento di  Pfefferminz
10 Maggio 2021 2:06

Quindi queste notizie se confermate cambierebbero tutto ciò che stiamo leggendo e scrivendo qui, e saremmo più a rischio noi e non chi si è vaccinato? Si tratta di quel fenomeno della diffusione di proteine spike di cui avevo letto ma non ricordo la fonte? Si confermerebbe quel sospetto che mi è venuto dalla notizia che bambine figlie di vaccinati abbiano sviluppato la covid, trasmettendolo poi alle insegnanti.
Ho tradotto l’articolo con il traduttore automatico, ma non mi sembra che spieghi se un vaccinato sia protetto dalle “secrezioni” di virus, chiamiamole così, di un altro vaccinato, e poi si torna sempre all’eterno problema su cui i virologi si dividono. Per Tarro e per l’esperimento cinese fatto su migliaia di asintomatici del virus “naturale”, questi non trasmettono, ma per le spike indotte, com’è la situazione?

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  emilyever
10 Maggio 2021 6:47

Il Prof. Bhakdi ha rilasciato un’intervista sul tema che devo ancora ascoltare. A presto.

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  emilyever
10 Maggio 2021 12:41

Emily, ti segnalo la mia risposta a Deheb.
Ho accennato anche alla modifica della famigerata legge tedesca sulle malattie infettive. Il diritto all’integrità fisica è stato limitato all’interno di un discorso che riguarda le vaccinazioni.

Deheb
Deheb
Risposta al commento di  Pfefferminz
10 Maggio 2021 3:58

Caaaalma!

Sono appunto notizie non confermate, hanno fatto un minestrone di informazioni.
Avevo già visto questa cosa di Pfizer che “ammette l’auto-trasmissione”.
In realtà Pfizer parla GENERICAMENTE di vie di trasmissione per contatto inalazione (o ingestione, ma quest’ultima via l’hanno tralasciata, ovviamente).
Il fenomeno del vaccine-shedding è riferito al virus-shedding (la diffusione -leggi positività alla RT-PCR- per settimane, dimenticando che non si sa bene cosa sia questa positività a lungo termine, frammenti genici, virus completi patogeni o meno…).
Pure lo studio di Nature sull’auto-diffusione del vaccino è da vedere: è riferito alle terapie per le zoonosi e l’auto-diffusione è basata su una contaminazione dell’animale (nello studio pipistrelli), una specie di crema o simile che verrebbe spalmata su di un animale e che verrebbe ingerita dagli altri pipistrelli quando, ad esempio, si spulciano reciprocamente (una loro usanza comportamentale).

Un vaccino generico dopo l’inoculazione si diffonde per via ematica e linfatica, come potrebbe “propagarsi” per via cutanea o per vie aerea? Il latte materno è già più verosimile.

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  Deheb
10 Maggio 2021 6:43

Tranquillo, se ne sta occupando l’avv. Füllmich in persona 🙂
https://t.me/Prohom4you/2571
(video in tedesco)

Deheb
Deheb
Risposta al commento di  Pfefferminz
10 Maggio 2021 9:43

Un aiutino…?
Sia per Füllmich che per Bhakdi (quando lo ascolterai, non ho telegram)

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  Deheb
10 Maggio 2021 12:36

L’intervista con il prof. Bhakdi si trova su DLive al seguente link: https://dlive.tv/p/bitteltv+6Q1TAtCMg (in tedesco) Il prof. Bhakdi dice che sulla base delle conoscenze attuali NON ci sono elementi a sostegno del fatto che vaccini o parti di essi o spike proteine “facciano un salto” dai vaccinati ai non-vaccinati. Questo è tutto quello che dice sul tema, in pratica conferma quanto ha detto una collega in un’intervista del giorno prima presso Bittel TV. Il prof. Bhakdi esprime poi la sua opinione sulla “pressione immunitaria” (Immundruck) secondo cui, per il fatto di essere stati vaccinati ed avere anticorpi, il virus dovrebbe intensificare le mutazioni. Dice senza mezzi termini che si tratta di “Unsinn” (assurdità, stupidaggine). Per far comprendere il concetto, dice che gli anticorpi sono nel sangue, mentre i virus attaccano i polmoni. Accenna agli IgA e precisa che sono di solito in numero insufficiente. Roger di Bittel TV nomina Vanden Bossche e accenna ai suoi stretti legami con le case farmaceutiche. Il dott. Reiner Füllmich invece riferisce di aver sentito numerosissime notizie, secondo cui i vaccinati potrebbero essere pericolosi per i non-vaccinati. Accenna al contenuto del documento di Pfizer. In sintesi, dice che le notizie devono assolutamente essere verificate e… Leggi tutto »

Deheb
Deheb
Risposta al commento di  Pfefferminz
10 Maggio 2021 16:39

Grazie !
Il parere di Bhakdi mi sembra più sensato.
Sulla questione del documento di Pfizer (se non l’hai ancora visto), parti da qua:
https://cdn.pfizer.com/pfizercom/2020-11/C4591001_Clinical_Protocol_Nov2020.pdf
pag. 67 del pdf, capitolo 8.3.5.1 dove parla di esposizione durante la gravidanza e più sotto, come esempio, parlando di esposizione ambientale, cita l’inalazione e il contatto fisico. Come esempio. Quindi, è vero che Pfizer ne parla, ma falso che lo si contestualizzi all’interno del discorso diffusione-vaccini.
Sulla legge tedesca non saprei, metteresti un riferimento ufficiale? Detta in questa maniera mi pare una sciocchezza dei politici che non sanno una mazza e scrivono ciò che gli viene dettato.

Conosci questo?
https://zenodo.org/record/4641693#.YJmS0i8QNR1
La trombocitopenia indotta dal vaccino (su base autoimmunitaria) potrebbe essere originata da sostanze presenti come eccipienti all’interno del vaccino, sembra presentino omologia di sequenza col fattore 4 della coagulazione.
Un’altra ipotesi.

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  Deheb
10 Maggio 2021 12:51

Ancora sull’intervista al prof. Bhakdi:

Il prof. Bhakdi parla dei vaccini a vettore come Astrazeneca, Sputnik e Johnson & Johnson. Dice che gli adenovirus impiegati in questi vaccini non possono replicarsi, ma che in Brasile hanno trovato dei vaccini Sputnik contaminati che contenevano virus vivi! Il prof. Bhakdi chiede quindi che tutti i vaccini vengano controllati. Questo si faceva una volta e ora è assolutamente indispensabile. I vaccini non devono solamente venire controllati, ma gli esiti dei controlli devono venire pubblicati.

Pfefferminz
Pfefferminz
Risposta al commento di  Deheb
10 Maggio 2021 6:46

https://t.me/AllesAusserMainstream/4190
(in tedesco)
Il Prof. Bhakdi ha rilasciato un’intervista a proposito (che devo ancora ascoltare)

Kozjak
Kozjak
Risposta al commento di  nicolass
9 Maggio 2021 17:05

A me che vaccinino 500.000 persone al giorno andrebbe benissimo, così raggiungono i loro risultati e non dovrebbero più spappolare i maroni….ma non sarà così.
Già oggi esce la notizia che senza il pass verde non potrò più vedere il mio vecchio in casa di riposo…..
Dovrò cercare un buon avvocato e fare causa a qualcuno, ma è un gioco che odio e che costa….

CptHook
CptHook
9 Maggio 2021 13:36

Pezzo da far circolare quanto più possibile, anche se dubito che la massa possa capirlo…

cachafaz
cachafaz
Risposta al commento di  CptHook
9 Maggio 2021 13:51

Fatto con 2 blog di primo piano…piu’ che altro, siccome l’edificio dove ha sede questo istituto e’ su una scogliera, magari mandano delle gru a buttarlo di sotto…

Simsim
Simsim
9 Maggio 2021 14:11

A me non sorprende questo studio, per un motivo: da la certificazione specifica di una cosa che era già chiara per esclusione, per come le cure domiciliari sono andate principalmente ad operare sui trombi, e per il fatto che la stragrande maggioranza delle reazioni avverse ai vaccini siano di tipo trombotico. Benissimo che qualcuno abbia fatto uno studio specifico e lo dimostri con i dati, anche se chiaramente faranno di tutto per fare finta di nulla a riguardo.

emilyever
emilyever
9 Maggio 2021 15:56

Intanto, a supporto dell’articolo, segnalo che l’Ema sta indagando su casi di miocardite e pericardite in seguito al vaccino Pfizer. Ovviamente l’archivieranno, e di tanto im tanto è giusto ricordare che l’Ema è finanziata per l’84 per cento dalle case farmaceutiche, cioè il controllore è controllato dal controllato.

https://www.blitzquotidiano.it/salute/miocardite-e-pericardite-dopo-vaccino-pfizer-lema-indaga-su-casi-quali-sono-i-sintomi-3300618/

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  emilyever
9 Maggio 2021 16:23

I finanziatori sono sempre gli stessi.
Gli stessi che finanziano anche OMS, EMA, ONU, UE, ONG, media….

Denisio
Denisio
9 Maggio 2021 15:57

In pratica a livello di istituzioni mondiali gli unici sani di mente sono al consiglio di stato Francese che hanno bloccato i viaggi ai trogloditi che si sono vaccinati:

https://www.rassegnastampa.eu/estero/francia-consiglio-di-stato-vietato-viaggiare-ai-vaccinati-perche-portatori-del-virus/

Dino79
Dino79
Risposta al commento di  Denisio
9 Maggio 2021 16:22

Sono tentato di cominciare a pensare che tutti questi trogloditi meritino la depopolazione…

Dino79
Dino79
9 Maggio 2021 16:20

Sembrera’ OT, ma secondo me e’ molto, molto, in tema: “Siamo sull’orlo di una trasformazione globale. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è la giusta grande crisi e le nazioni accetteranno il Nuovo Ordine Mondiale. David Rockefeller “La guerra e la carestia non vanno bene. Al contrario, la malattia offre il modo più efficiente e veloce per uccidere i miliardi [di persone] che devono presto morire se si vuole risolvere la crisi demografica. L’AIDS non è un killer efficiente perché è troppo lento. Il mio candidato preferito per eliminare il 90% della popolazione mondiale è l’Ebola (Ebola Reston), perché è altamente letale e uccide in giorni, invece che in anni. Abbiamo malattie trasportate dall’aria con il 90% di mortalità negli esseri umani. Uccidere gli umani. Pensateci. L’influenza aviaria è anche una buona soluzione. Per uno che sopravvive, se ne seppelliscono nove”. Dr. Eric Pianka Università del Texas “C’è un unico tema dietro tutto il nostro lavoro: dobbiamo ridurre i livelli di popolazione. O i governi lo fanno a modo nostro, con metodi ben puliti, o avranno il tipo di confusione che abbiamo nel Salvador, in Iran o a Beirut. La popolazione è un problema politico. Una volta che la popolazione… Leggi tutto »

Dino79
Dino79
9 Maggio 2021 16:20

Sembrera’ OT, ma secondo me e’ molto, molto, in tema: “Siamo sull’orlo di una trasformazione globale. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è la giusta grande crisi e le nazioni accetteranno il Nuovo Ordine Mondiale. David Rockefeller “La guerra e la carestia non vanno bene. Al contrario, la malattia offre il modo più efficiente e veloce per uccidere i miliardi [di persone] che devono presto morire se si vuole risolvere la crisi demografica. L’AIDS non è un killer efficiente perché è troppo lento. Il mio candidato preferito per eliminare il 90% della popolazione mondiale è l’Ebola (Ebola Reston), perché è altamente letale e uccide in giorni, invece che in anni. Abbiamo malattie trasportate dall’aria con il 90% di mortalità negli esseri umani. Uccidere gli umani. Pensateci. L’influenza aviaria è anche una buona soluzione. Per uno che sopravvive, se ne seppelliscono nove”. Dr. Eric Pianka Università del Texas “C’è un unico tema dietro tutto il nostro lavoro: dobbiamo ridurre i livelli di popolazione. O i governi lo fanno a modo nostro, con metodi ben puliti, o avranno il tipo di confusione che abbiamo nel Salvador, in Iran o a Beirut. La popolazione è un problema politico. Una volta che la popolazione… Leggi tutto »

GioCo
GioCo
9 Maggio 2021 16:38

Occhio a come verrà condivisa questa “bomba” che è già stata oscurata. Non è peer reviewed e questo la rende attaccabile. Unito al fatto che chi si è fatto il vaccino e magari ha pure trascinato a farselo gli affetti, non vorrà di certo sentire ragioni (già è terrorizzato dal virus, non ha “spazio” per essere ancora più terrorizzato da ciò che è stato spacciato come mezzo per combatterlo). Sempre secondo me, eh?

Angelo Argentieri
Angelo Argentieri
9 Maggio 2021 18:48

Nel mio ambiente di lavoro su 4 colleghi vaccinati ben 3 hanno avuto effetti collaterali, in particolare uno con dolore al cuore, l’ infermeria aziendale lo ha mandato all’ ospedale x accertamenti, per fortuna gli è passato ma si trattava della prima dose di Pfizer.

Angelo Argentieri
Angelo Argentieri
9 Maggio 2021 18:48

Nel mio ambiente di lavoro su 4 colleghi vaccinati ben 3 hanno avuto effetti collaterali, in particolare uno con dolore al cuore, l’ infermeria aziendale lo ha mandato all’ ospedale x accertamenti, per fortuna gli è passato ma si trattava della prima dose di Pfizer.

Kozjak
Kozjak
Risposta al commento di  Angelo Argentieri
10 Maggio 2021 1:18

Sul mio lavoro l’unica tamponatura generale è avvenuta dopo che un vaccinato si è beccato il virus