L’ITALIA: UNA CONTRO TUTTI

di Luca Lobina
lucalobinaconcept.com

Da sempre nella storia, fin dai regni che si sono uniti a crearla (non proprio in maniera voluta e sentita), l’Italia è stata vista come un territorio da conquistare.
Come dico sempre: “Roma non è stata messa lì a caso da degli stolti”!!!
L’Italia è il centro del mondo commerciale tra Oriente ed Occidente, è il centro del mondo spirituale per la religione Cristiano Cattolica ancora oggi la più influente al Mondo, ed è il centro strategico militare perfetto per controllare e gestire il Mediterraneo.
A questo possiamo sommare l’invidia che l’Italia scaturisce in buona parte dei Paesi del Mondo a livello culturale, storico, artistico, culinario e paesaggistico.
Per questi motivi ed un’altra serie di svariati motivi abbastanza complessi da spiegare a livello simbolico ed esoterico, l’Italia ha il privilegio e la “croce” di essere un Paese unico ed inimitabile.
Il fatto che tutti o la maggioranza si stiano concentrando sulla situazione legata al Covid, ha fatto passare in sordina quello che si sta compiendo a livello geopolitico nei confronti dell’Italia e della sua identità.
Mentre l’emergenza sanitaria in Italia viene portata avanti senza logica ed in maniera ossessiva dai vertici occulti e non, di una classe geopolitica estera e di una classe politica-partitica nazionale quasi interamente a stipendio di poteri esteri principalmente statunitensi, per la sfera militare e sanitaria e cinesi, per la sfera legata al puro commercio del monouso, alimentare (principalmente ortofrutticolo), dell’elettronica e delle telecomunicazioni, la cultura, l’identità, l’economia degli italiani vengono resettate l’Italia viene cancellata nei fondamenti.
C’è un attacco all’Italia ed agli italiani, da parte di poteri sovranazionali che vogliono replicare il progetto già riuscito con gli indiani d’America. Il progetto punta a cancellare l’identità italiana come popolo di una Nazione di grande,storia, cultura e tradizioni per renderla:
1. un polo di smistamento mondiale per monopolizzare qualunque tipo di commercio da Oriente ad Occidente;
2. un polo militare strategico qualora una volta resa ufficiale la spartizione mondiale delle due superpotenze, si debba reagire con la forza ad eventuali guerre con Paesi ribelli;
3. rendere l’Italia un Paese con compensi lavorativi al limite della sufficienza e buona parte dei diritti limitatissimi, al fine di trasformarla in uno Stato efficace per accogliere profughi ed immigrati che fuggono dai propri Paesi di origine, per utilizzarli come manodopera a basso costo dalle imprese multinazionali che si impadroniranno di piccole e medie aziende italiane in fallimento e porti italiani;
4. costruire una Chiesa Cattolica ristrutturata, scremata di ogni principio Cristiano, rapida nei tempi rituali ed alterata quasi totalmente nei testi originari, al fine di usare la superstizione vestita da spiritualità come strumento di auto-sottomissione delle coscienze che si affidano ad essa, nel cercare un aiuto divino: una nuova Chiesa colma di menti ma vuota di spirito;
In mezzo a questa emergenza Covid, si verifica anche:
– un sistema sanitario nazionale e buona parte dei suoi esponenti, dipendenti dalle aziende farmaceutiche statunitensi;
– una classe politica completamente a stipendio statunitense (eccezion fatta per quei pochissimi che, con l’arrivo di Draghi, non si sono astenuti bensì hanno votato consapevolmente NO al suo Governo ma ad oggi, ancora troppo deboli economicamente, visivamente e quindi anche politicamente;
– un Presidente della Repubblica ed un Presidente del Consiglio, atlantisti convinti quindi nuovamente di dipendenza statunitense;
– un porto di Ravenna che sta per diventare il porto di ricezione ufficiale di prodotti ortofrutticoli cinesi (1 miliardo di investimento per ingrandirlo ed informatizzarlo), che verranno inviati a Padova in quanto anche quest’ultimo, diventerà il polo di smistamento dei prodotti ortofrutticoli cinesi per tutto l’Est Europa;
– gli appalti per le telecomunicazioni di buona parte degli operatori è monopolio della Cina ed anche l’O-Ran Alliance, cordata per fare da contrapposizione alla tecnologia cinese Huawei, ha comunque al suo interno tre aziende ad amministrazione cinese;
– Una Calabria dimenticata volontariamente da politica e media, (ricordo che la Calabria è anche porto di smistamento di armamenti e droga da sempre), una regione politicamente ed economicamente distrutta da organizzazioni mafiose, che sta per affrontare le elezioni in una delle città più critiche che è Cosenza, con una schiera di candidati incandidabili fuori da ogni logica (*);
– una Sardegna sempre meno collegata al resto dell’Italia per via della cancellazione in crescente aumento in merito al numero dei trasporti che la dovrebbero collegare con tutto il resto dell’Italia;
– sindacati, ormai al soldo degli agglomerati aziendali, che si impongono anche sui dipendenti delle piccole e medie imprese (in teoria principale ricchezza italiana da sempre) abbandonandole a se nel momento in cui tentano di non sottomettersi;
– un trattato firmato dall’attuale Presidente del Consiglio Mario Draghi ma siglato PRIMA di avere questo ruolo, dove spiegava a chiare lettere ai colleghi internazionali del settore bancario, che è necessario disincentivare le piccole e medie imprese che, a fronte di una crisi come quella del Covid barcollano, perchè sono un pericolo per la stabilità economica dell’UE, e favorire e finanziare le CORPORATE ovvero, le imprese multinazionali che, essendo più grandi e con poteri accentrati, risultano più solide ed affidabili affinché l’UE regga economicamente. (Però della diminuzione dei compensi e delle tutele e degli aumenti delle mansioni per ogni dipendente non c’è menzione);
Questo è ciò che avviene in Italia mentre tutti, cittadini, politica e media parlano di Covid.
Se l’Italia continuerà a far percorrere questa strada ai suoi Governi nominati ed ai partiti ormai per il 90% corrotti dall’estero e colmi di mercenari, di stupidi o di incompetenti, tra meno di 10 anni non esisterà più l’Italia che conosciamo, non ci saranno più italiani considerabili tali, ne aziende italiane realmente italiane.
L’Italia diventerà uno Stato di accoglienza di profughi ed immigrati di Paesi colonizzati dalle due maggiori potenze mondiali, Paesi colonizzati dalle suddette, affinché esse possano attingere dalle loro risorse energetiche o minerarie.
L’Italia diverrà uno Stato vuoto della sua identità, resettato delle sue tradizioni, della sua cultura e delle sue risorse nel quale approderanno continuamente “pirati” affamati anche delle briciole che rimarranno di quelle poche prove che un’Italia invidiabile, antica e bella è esistita.
Quello che successe per gli indiani d’America, sta accendendo in Italia. Saremo colonizzati da quei Paesi che un tempo fummo noi o i nostri già colonizzati a colonizzare.
L’Italia dovrebbe chiudere il fronte in maniera drastica, quei pochi esponenti sani e consapevoli dell’opposizione, dovrebbero unirsi anziché avere ognuno il proprio partitino inutile dove esibire la propria vanità e diventare un’opposizione reale e più grande, che si muove unita: non una coalizione MA un Partito Unico di Difesa Nazionale con un solo obbiettivo al di sopra di qualunque scelta:
riottenere un’Italia che preserva la propria identità, la propria cultura e le proprie aziende in maniera tassativa e indipendente dalle imposizioni estere, aperta alle collaborazioni internazionali MA che non implichino MAI una presenza influente dell’estero in Italia.
Uno Stato dove l’unico esercito presente deve essere quello Italiano e con una moneta parallela all’Euro al fine di avere un piano B qualora l’Unione Europea non volesse ritrattare tutte quelle regole economiche e fiscali che vanno contro le piccole e medie imprese italiane nonchè quelle sull’acquisizione a priori di immigrati provenienti da ogni parte del Mediterraneo.
Ma ovviamente è solo una libera opinione.
Luca Lobina 

(*)Elezioni Comune di Cosenza 2021: risultati e candidati – Corriere.it
https://www.corriere.it/elezioni/risultati-comunali-2021/cosenza_078045.shtml 

Pubblicato da Tommesh per Comedonchisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
48 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
48
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x