L’esercito russo annienta i mercenari in Ucraina

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Questa mattina, domenica 13 marzo, l’esercito russo ha attaccato i campi di addestramento ucraini di Starichi e Yavorivskyy, dove centinaia di mercenari giunti da varie parti del mondo erano stanziati.

Come riportato dal generale Igor Konashenkov, portavoce ufficiale del ministero della Difesa:

La mattina del 13 marzo, armi di alta precisione a lungo raggio hanno colpito i centri di addestramento delle forze armate ucraine nel villaggio di Starichi e nel campo di addestramento militare Yavorivsky.

Queste centri di addestramento erano anche utilizzati come base per immagazzinare armi e attrezzature militari fornite a Kiev dai paesi occidentali.

L’eliminazione dei mercenari stranieri che arrivano sul territorio dell’Ucraina continuerà”, ha sottolineato il generale.

L’attacco è stato necessario a seguito dei sabotaggi effettuati dai mercenari stranieri alle attrezzature militari e all’aviazione russa, effettuati con armi occidentali: Javelin (USA), NLAW (UK) e sistemi di difesa aerea portatili Stinger, che richiedono un serio addestramento, ha detto il ministero russo.

Massimo A. Cascone, 13.03.2022

Fonte: https://ria.ru/20220313/naemniki-1777951655.html

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
7 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
7
0
È il momento di condividere le tue opinionix