Le bugie dietro la “pandemia dei non-vaccinati”

I media mainstream dicono che la maggior parte dei ricoveri legati alla COVID sono dovuti ai non vaccinati, ma un'indagine più approfondita suggerisce il contrario.

Dr. Joseph Mercola
articles.mercola.com

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, la Casa Bianca e la maggior parte dei media mainstream, quella a cui ci troviamo ora di fronte è una “pandemia dei non vaccinati” [1].

Secondo la narrativa ufficiale, il 99% delle morti per COVID-19 e il 95% dei ricoveri legati alla COVID si stanno verificando tra i non vaccinati. In una conferenza stampa alla Casa Bianca del 16 luglio 2021[2], la direttrice del CDC, la dottoressa Rochelle Walensky, ha affermato che “oltre il 97% delle persone che stanno entrando in ospedale in questo momento non sono vaccinate.”

Ma, come riportato dalla conduttrice di Fox News Laura Ingraham su “The Ingraham Angle”, “quella statistica è grossolanamente fuorviante ” [3] e, in una dichiarazione video del 5 agosto 2021, la Walensky ha inavvertitamente rivelato com’era stata creata la statistica “dal 95% al 99%.”

Manipolazioni dei dati grossolanamente fuorvianti

Come si è scoperto, per ottenere quelle statistiche, il CDC ha incluso dati di ospedalizzazione e di mortalità da gennaio a giugno 2021, lasciando fuori i dati più recenti e quelli relativi alla variante Delta, che ora è il ceppo prevalente in circolazione. Il problema è che in quel periodo la stragrande maggioranza della popolazione degli Stati Uniti non era vaccinata.

Il 1° gennaio 2021, solo lo 0,5% della popolazione statunitense aveva ricevuto una dose di vaccino di COVID. A metà aprile, si stima che il 31% avesse ricevuto una o più dosi [4] e, al 15 giugno, il 48,7% era completamente “vaccinato” [5]. Si tenga presente che non si è “completamente vaccinati” fino a due settimane dopo la seconda dose (nel caso di Pfizer o Moderna), che viene somministrata sei settimane dopo la prima iniezione. Questo secondo lo stesso CDC [6].

Quindi, coloro a cui era stata somministrata una prima dose a giugno, per esempio, risulterebbero “completamente vaccinati” solo otto settimane dopo, a luglio o ad agosto.

Usando le statistiche di un periodo in cui gli Stati Uniti, nel loro insieme, non erano vaccinati, il CDC ora sostiene che siamo in una “pandemia dei non vaccinati,” nel tentativo di demonizzare coloro che ancora non hanno accettato di farsi iniettare questa pozione sperimentale di modifica genetica.

La pressione selettiva promuove l’emergere di nuove varianti

Ecco ciò che l’immunologo canadese e ricercatore di vaccini, Dr. Byram Bridle, ha detto a Laura Ingraham riguardo l’affermazione che saremmo in una pandemia di non vaccinati e che i non vaccinati sono focolai di varianti pericolose:

“Assolutamente, è falso chiamare questa una pandemia dei non vaccinati. Ed è certamente falso … che i non vaccinati siano in qualche modo la causa dell’emergere delle nuove varianti. Questo va contro ogni principio scientifico di nostra conoscenza.

La realtà è che la natura dei vaccini che stiamo usando ora, e il modo in cui li stiamo distribuendo, stanno applicando a questo virus una pressione selettiva che lo spinge a creare nuove varianti. Ancora una volta, questo si basa su solidi principi.

Non dobbiamo cercare altre spiegazioni … l’emergere della resistenza agli antibiotici … Il principio è questo: Se hai un’entità biologica che è incline alla mutazione, e il SARS-CoV-2, come tutti i coronavirus è incline alla mutazione, e applichi una pressione selettiva strettamente focalizzata che non è letale, e lo fai per un lungo periodo di tempo, questa è la ricetta per stimolare l’emergere di nuove varianti.

Questo è esattamente quello che stiamo facendo. I nostri vaccini si concentrano su una singola proteina del virus, quindi il virus deve modificare solo una proteina, e questi vaccini non sono in grado di fornire un’immunità sterilizzante.

I vaccinati hanno ancora la possibilità di essere infettati, [questo vaccino] sembra solo poter rendere un po’ meno grave la malattia, e ciò significa che questi vaccini, nella stragrande maggioranza delle persone, stanno applicando una pressione non letale, strettamente focalizzata su una proteina, e la somministrazione del vaccino sta avvenendo in un lungo arco temporale. Questa è la ricetta per creare le varianti.”

L’immunità naturale offre una protezione di gran lunga superiore

Bridle spiega anche perché l’immunità naturale offra una solida protezione contro tutte le varianti, mentre l’immunità indotta dal vaccino non è in grado di farlo. Quando ci si infetta in modo naturale, l’organismo sviluppa anticorpi contro TUTTE le proteine virali, mentre le iniezioni mRNA inducono la produzione di anticorpi diretti unicamente contro una singola proteina, la proteina spike.

Come detto sopra, quando si hanno anticorpi contro una sola delle proteine virali, il virus ha bisogno di mutare solo quella proteina per eludere il sistema immunitario. Invece, quando c’è l’immunità naturale, gli anticorpi riconosceranno tutte le componenti del virus e quindi, anche se la proteina spike è mutata, l’organismo riconoscerà altre parti del virus e le attaccherà.

Che il SARS-CoV-2 funzioni allo stesso modo di altri virus era stato dimostrato in uno studio di Nature Reviews Immunology [7] di Alessandro Sette e Shane Crotty, pubblicato nell’ottobre 2020. Lo studio, “Cross-Reactive Memory T Cells and Herd Immunity to SARS-CoV-2” aveva dimostrato che l’immunità acquisita naturalmente contro il SARS-CoV-2 è potente, duratura e di portata molto ampia, poiché si sviluppano sia anticorpi che cellule T che prendono di mira più componenti del virus e non solo uno.

Se dobbiamo dipendere dall’immunità indotta dal vaccino, come i funzionari della sanità pubblica ci esortano a fare, finiremo su un tapis roulant di infiniti richiami. I richiami saranno assolutamente necessari, dato che l’iniezione offre una protezione limitata contro una singola proteina virale. Già i dati in tutto il mondo dimostrano che la protezione conferita dal vaccino sta diminuendo rapidamente di fronte alle nuove varianti e Moderna ha dichiarato pubblicamente che si prevede la necessità di ulteriori richiami [8].

Quanto è pericolosa la variante Delta?

Secondo il dottor Anthony Fauci, la variante Delta è sia più trasmissibile che più pericolosa del virus originale e delle varianti precedenti. Il 4 luglio 2021, ha detto a NBC News [9]:

“[La variante Delta] è più efficace ed efficiente nella sua capacità di trasmettersi da persona a persona. E, secondo gli studi effettuati nei Paesi dove sta predominando questa variante, sembra anche essere più letale, nel senso di più grave, causa una malattia più grave, portando all’ospedalizzazione e, in alcuni casi, alla morte.”

In un’intervista del 29 giugno 2021[10], Fauci aveva definito la variante Delta “un punto di svolta” per le persone non vaccinate, avvertendo che avrebbe devastato la popolazione non vaccinata, mentre gli individui vaccinati sarebbero stati protetti contro di essa.

Ricordate, Fauci non è un medico e non ha mai trattato qualcuno infettato dal SARS-CoV-2. Diversi specialisti e medici di base che curano pazienti con la COVID-19 non sono d’accordo con le affermazioni di Fauci e sostengono che non solo la variante Delta non è più pericolosa, ma, di certo, non è più pericolosa per i non vaccinati.

Come riportato dalla Ingraham nel giugno 2021 (video sopra), c’è una teoria di genetica evolutiva chiamata Ingranaggio di Muller, secondo cui quando un’epidemia inizia a calare, il virus tende a mutare verso forme più trasmissibili, ma allo stesso tempo si indebolisce, causando infezioni molto meno gravi. Secondo l’epidemiologo e cardiologo Dr. Peter McCullough, questo è esattamente ciò che stiamo vedendo. [McCullough] aveva dichiarato alla Ingraham:

“La buona notizia è che il 18 giugno, il Regno Unito ha presentato il suo 16° rapporto [11] sulle mutazioni – e stanno facendo un ottimo lavoro, molto meglio del nostro CDC – e ciò che hanno dimostrato è che la Delta è più contagiosa ma è molto meno letale, molto meno preoccupante. Infatti, è un virus molto più debole sia della variante britannica [Alpha] che di quella sudafricana [Beta].”

Le mutazioni Spike rendono i vaccinati vulnerabili alla Delta

È importante notare che la variante Delta contiene tre diverse mutazioni, tutte nella proteina spike. Questo, spiega McCullough, permette a questa variante di eludere le risposte immunitarie in coloro che hanno ricevuto i vaccini COVID – ma non in persone che hanno un’immunità naturale che, lo ribadisco, è molto più ampia. In un’apparizione del 30 giugno 2021 su Fox News (video ), McCullough aveva dichiarato [12]:

“È assolutamente chiaro dal Briefing tecnico del Regno Unito [13] pubblicato il 18 giugno che il vaccino non fornisce alcuna protezione contro la variante Delta. È una variante molto blanda.

Che si prenda il vaccino o no, i pazienti avranno sintomi molto lievi, come quelli di un raffreddore che potranno essere facilmente gestiti … Nei pazienti con sintomi gravi o ad alto rischio, possiamo usare una terapia domiciare con semplici combinazioni di farmaci e far loro superare la malattia. Quindi, ora non c’è motivo di spingere le vaccinazioni.”

Il direttore scientifico di Children’s Health Defense, il dr.Brian Hooker, ha fatto eco alle parole di McCullough. Secondo Hooker [14]:

“Quella a cui stiamo assistendo è una lezione sull’evoluzione virale. Ai virus piace sopravvivere, quindi uccidere l’ospite (cioè la persona infettata) vanifica lo scopo, perché la morte dell’ospite uccide anche il virus.

Per questo motivo, le nuove varianti del virus che circolano liberamente nella popolazione tendono a diventare più trasmissive ma meno patogene. In altre parole, si diffonderanno più facilmente da persona a persona, ma causeranno meno danni all’ospite.

Il vaccino si concentra sulla proteina spike, mentre l’immunità naturale prende in considerazione l’intero virus.

L’immunità naturale – con una gamma più diversificata di anticorpi e recettori delle cellule T – fornirà una migliore protezione complessiva, poiché ha più bersagli sul virus da attaccare, mentre l’immunità derivata dal vaccino si concentra solo su una parte del virus, in questo caso, la proteina spike. Una volta che quella porzione del virus sarà mutata a sufficienza, il vaccino non sarà più efficace.”

I dati del mondo reale mostrano che la maggior parte degli infetti sono completamente “vaccinati”

I dati reali in aree con alti tassi di vaccinazione COVID mostrano l’esatto contrario di ciò che affermano i media, il CDC e i funzionari della Casa Bianca. Oltre al British Technical Briefing No. 16 [15], citato sopra, abbiamo ulteriori dati da Israele, Scozia, Massachusetts e Gibilterra:

– Il 1° agosto 2021, la direttrice dei servizi di salute pubblica israeliani, la dottoressa Sharon Alroy-Preis, ha annunciato che [in Israele] la metà di tutte le infezioni da COVID-19 erano tra i completamente vaccinati [16]. Tra i completamente vaccinati stanno anche emergendo quadri patologici più gravi, in particolare in persone di età superiore ai 60 anni, ha aggiunto la dottoressa.

Pochi giorni dopo, il 5 agosto, il dottor Kobi Haviv, direttore dell’ospedale Herzog di Gerusalemme, è apparso su Channel 13 News, riferendo che il 95% dei pazienti gravemente malati di COVID-19 sono completamente vaccinati e che costituiscono l’85-90% dei ricoveri complessivi legati alla COVID [17]. Al 2 agosto 2021, il 66,9% degli Israeliani aveva ricevuto almeno una dose del vaccino Pfizer, l’unico usato in Israele; il 62,2% aveva ricevuto due dosi [18].

– In Scozia, i dati ufficiali sui ricoveri e sui decessi mostrano che l’87% di coloro che sono morti per COVID-19 nella terza ondata iniziata all’inizio di luglio erano vaccinati.19

– Un’indagine del CDC su un’epidemia nella contea di Barnstable, nel Massachusetts, tra il 6 luglio e il 25 luglio 2021, ha rilevato che il 74% di coloro a cui era stata fatta una diagnosi di COVID19 e l’80% dei ricoverati, erano tra i completamente vaccinati [20,21]. La maggior parte, ma non tutti, avevano la variante Delta del virus.

Il CDC ha anche scoperto che gli individui completamente vaccinati che contraggono l’infezione hanno nelle cavità nasali una carica virale paragonabile a quella degli infettati non vaccinati [22]. Questo significa che i vaccinati sono infettivi tanto quanto i non vaccinati.

– A Gibilterra, che ha un tasso di vaccinazione COVID del 99%, i casi di COVID sono aumentati del 2.500% dal 1° giugno 2021 [23].

 

Mentre coloro che hanno tutto da guadagnare dal mantenimento della pandemia vorrebbero che tremaste dalla paura al solo pensiero della variante Delta, non c’è assolutamente alcuna prova che sia peggiore dell’originale. È più trasmissibile, sì, ma molto meno pericolosa, poiché i suoi sintomi principali sono quelli di un normale raffreddore.

Secondo i professori di Harvard e Stanford, il numero effettivo di Americani che muoiono per o con la COVID-19 è, in realtà, al minimo storico, quindi l’allarmismo è ingiustificato [24].

E, per quanto riguarda i post virali sui social media di medici e infermieri che affermano che gli ospedali sono strapieni di pazienti non vaccinati per la COVID, non credeteci. La maggior parte sono bot. Abbiamo avuto più volte la prova che la paura viene diffusa non da persone reali ma da account falsi gestiti dall’intelligenza artificiale. Questo include anche account con badge blu. Ecco un campione di recenti tweet fatti in serie per cercare di spaventare la gente [25]:

Dr. Joseph Mercola

Riferimenti:

Fonte: articles.mercola.com
Link: https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2021/08/16/pandemic-of-unvaxxed-lies.aspx
16.08.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

Notifica di
46 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Violetto
Utente CDC
17 Agosto 2021 8:38

Quindi ci basiamo sui “dati ufficiali” (BHUAAHAHAHAH [?]) degli altri paesi? Ah, bene a sapersi. Allora i dati ufficiali italiani dove sono? https://www.iss.it/documents/20126/0/Aggiornamento+EPI+e+valutazione+del+rischio_13+agosto+2021_integrato+epi.pdf/e5b40963-e981-94fd-48a0-ec01f8b7e575?t=1628862081475 Pagina 20 Basta prendere una calcolatrice e fare due conti nella fascia da 60anni in su su 12.334.897 (dodici milioni ….) di vaccinati a ciclo completo 28 in terapia intensiva Nella stessa fascia su 3.311.711   di non vaccinati   123 Cosa significa? Significa che, ancora una volta, per quanto la narrazione sia fallace ed evidentemente falsa da più punti di vista, “scegliere” le notizie che fanno comodo per avallare la propria tesi è altrettanto manipolatorio. Questa è la tecnica del mainstream, o no? I dati di Israele dicono altro? Bene! I dati UFFICIALI (BHAUAUAUAUA) scozzesi dicono altro? Bene è possibile che dati scozzesi cosi riportati non tengano conto del fatto che, come in italia, la percentuale di vaccinati in una certa fascia di età è talmente alta (più del 90%) che bisogna calcolare tutto in base a questo? Non va impostata così la discussione? O no? Ma del resto, scusate, cosa si vorrebbe veicolare? Che i vaccini non hanno ALCUNA utilità? CHe si ammalano di più i vaccinati? Sarebbe ridicolo! E per quale motivo tra l’altro non dovrebbe averne utilità?… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Violetto
cozumel
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 9:34

Leggo comedonchosciotte da più di 10 anni, mi sono registrato oggi solo per dirti bravo.
In questa battaglia è fondamentale rimanere aperti e aggiornare continuamente le proprie idee, si naviga in acque sconosciute.

Giovanni01
Utente CDC
Risposta al commento di  cozumel
17 Agosto 2021 10:25

Forse perché di visioni un poco diverse dalle sue, correggerei il navigare in acque sconosciute con un navigare in un mare di mer..

ton1957
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 11:05

“Basta prendere una calcolatrice e fare due conti
nella fascia da 60anni in su su 12.334.897 (dodici milioni ….) di vaccinati a ciclo completo 28 in terapia intensiva
Nella stessa fascia su 3.311.711   di non vaccinati   123
Cosa significa?”
Potrebbe significare che i non vaccinati arrivano in terapia intensiva, mentre i vaccinati pare che non ce la facciano. (come vedi tutto é interpretabile a piacimento)
Servono dati piú completi ed anche lo storico dei dati, 28 e 123 non dicono nulla se non si sá qual’é l’occupazione media delle terapie intensive. non si conosce lo stato di salute preesistente dei non vaccinati e non si sá quale siano i parametri che utilizzano per contarli (per o con covid ed in caso di un vaccinato, il covid viene escluso a priori?)

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da ton1957
ignorans
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 12:20

Hai ragione. Discutere di dati e di scienza è inutile e fuorviante. Si dovrebbe discutere solo di ro.piscatole. e la propaganda pro covid è solo questo. Un enorme scassamento senza giusrificazione

jeints
Utente CDC
Risposta al commento di  ignorans
17 Agosto 2021 12:43

In cui includo il medesimo Violetto

jeints
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 12:41

«del resto, scusate, cosa si vorrebbe veicolare?
Che i vaccini non hanno ALCUNA utilità?
CHe si ammalano di più i vaccinati?
Sarebbe ridicolo!»….no, non sei un troll, sei solo uno che critica il dogmatismo degli altri apportando un proprio dogmatismo, quello di essere SICURO che «sarebbe ridicolo»che i vaccini non hanno alcuna utilita’, e che argomenti hai per affermarlo?

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  jeints
17 Agosto 2021 13:48

vabè, è inutile
Abbassate costantemente la discussione a livello davvero basso.

i troll siete voi, inconsapevoli forse, ma troll, infiltrati del “potere” che portano costantemente la discussione su argomenti perdenti.
Inconsapevoli forse, ma in ogni caso fate il gioco del potere che non fa chi vuole mantenere la discussione, il dibattito e dunque anche le proteste su un piano che abbia un valore

ignorans
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 17:44

Ma a te piace la gente libera? Ho i miei dubbi…

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  ignorans
18 Agosto 2021 10:32

ma davvero non riesci a capire cio che scrivo?

oh ma fatevi curare

Hospiton
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 14:00

“portare la discussione su piani in cui un dibattito si può accendere ponendo questioni basate sempre su dati verificabili” senza offesa ma mi pare incredibile che dopo 18 mesi di delirio si creda ancora che esistano “dati verificabili“, cifre che un qualsiasi sgherro al servizio di Pfizer non possa demolire a reti unificate a prescindere dalla validità delle stesse. Le statistiche sono un’arma completamente nelle mani delle istituzioni, la cui malafede è certificata da ben prima che scoppiasse l’affaire covid. La verificabilità pertanto diventa mera utopia, i dati che porti non sono attendibili (123 persone in TI tra i non vaccinati, come dimostrare questa cifra? Sono davvero tutti in TI per il covid o hanno 4-5 patologie a testa?). Sono numeri non verificabili anch’essi, e noi non possiamo star ancora qui a preoccuparci di coloro che ridono della “controinformazione” e nel contempo si abbeverano avidamente alla fonte della propaganda ufficiale, si tratta di persone che criticherebbero articoli come quello di Mercola pure se quest’ultimo avesse utilizzato studi a prova di bomba. Il problema della credibilità della controinformazione è superato, secondario, ne conosciamo pregi e difetti e ne prendiamo atto ma ora ci sono altre impellenze. Nel momento in cui pure… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Hospiton
Bertozzi
Utente CDC
Risposta al commento di  Hospiton
17 Agosto 2021 16:05

Applausoni.

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  Bertozzi
18 Agosto 2021 9:57

al solito la tua intelligenza mostrata senza veli
applausi a te!

CptHook
Staff CDC
Risposta al commento di  Hospiton
17 Agosto 2021 16:35

chi assorbe senza vaglio critico ogni sillaba di Burioni e ridicolizza specialisti non allineati è irrecuperabile, non possiamo continuar a sprecare energie nel tentativo di dialogare con fanatici di tal fatta.

Ineccepibile…

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  Hospiton
18 Agosto 2021 9:58

non hai modo di fare una discussione se non secondo dati verificabili.

CHe poi non siano attendibili, lo si sa.

Ma quale utilità ha portare la discussione dicendo “i dati sono tutti falsi” se poi non hai un’altra fonte con altri dati verificabili?

Serve a passare da terrapiattisti

Nulla, fate davver fatica a capire

Io non dico siano corretti.

Ma non puoi contrastare dei dati ufficiali dicendo “sono falsi” e basta.
Lo puoi fare al bar
Ma se si vuole impostare una contro narrazione devi avere dei dati oppure devi attenerti ai dati che ti forniscono trovando i motivi reali e verificabili per cui non sono attendibili
E vai a trovare le incongruenze NEGLI stessi dati ufficiali.

Mo dio ragazzi..che fatica…..davvero…che fatica….

Non ri accorgi che l’articolo riporta dei dati ufficiali?

O ragazzi ma dormite? vi drogate? o cosa?

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Violetto
Hospiton
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
18 Agosto 2021 10:59

Ma davvero sei preoccupato dal fatto che ti diano – e ci diano – del terrapiattista, l’epiteto preferito da chi non ha argomentazioni (e che spesso legge massimo 1-2 libri l’anno, compresa la biografia di Ezio Greggio e perle simili)? Andiamo Violetto, te lo ripeto: la fase “produciamo dati per contrastare” è superata, abbiamo perso nettamente da molto prima che tirassero fuori la carta covid, ora si gioca un altro sport e le regole sono diverse (meglio: non sono previste, in particolare per chi gestisce il tutto), chi non ne prende atto verrà travolto come il povero De Donno. Se proprio vogliamo parlare di dati per provare a scambiarci qualche informazione, ebbene non sto dicendo che siano “sicuramente” falsi, affermo che in un tale delirio non possiamo sapere se lo siano o no, c’è una sottile ma decisiva differenza che molti proprio non riescono a cogliere. In pratica esercito un legittimo dubbio, legittimo in quanto in questa storia i conflitti di interesse sbucano come funghi, con quel che ne consegue in termini di credibilità complessiva della narrazione (vogliamo parlare di Walter “the pfizer” Ricciardi e della sua propaganda per i vaccini? Ed è solo un misero esempio). Se qualcuno mi… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Hospiton
BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
18 Agosto 2021 20:00

“O ragazzi ma dormite? vi drogate? o cosa?”

Si.
Solo tu sei sveglio, lucido, sobrio, machiavellico e rigorosamente analitico.
Continuerei con gli aggettivi, ma soprassediamo.

emilyever
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 15:02

Chi mi legge sa che ogni settimana ascolto i video di aggiornamenti sull’epidemia del prof Raoult e del suo staff di microbiologia, sia sui dati ufficiali degli altri Paesi, ma soprattutto su quelli di persone che testano, seguono e curano tutti i giorni all’Istituto universitario di Marsiglia e all’ospedale La Timone. Ebbene, il 29 giugno, a partire dal 10′, il prof Raoult segnala che su 572 pazienti vaccinati, riconosciuti positivi, il 10% è stato ospedalizzato, 8 sono morti, ed è la stessa percentuale che loro avevano riscontrato sui non vaccinati. E anche fra i vaccinati, i morti sono sempre superiori agli 80 anni con comorbillità. In tutti i video estivi, poi, si conclude che sia in Gran bretagna sia in Israele ormai si riconosce che la protezione offerta da Pfizer, Moderna e Astrazeneca è molto inferiore a quella annunciata dalle cause farmaceutiche, e l’incidenza delle vaccinazioni sulle diffusione del virus per loro è praticamente nulla. i video si trovano sul sito dell’IHu, e quello di cui vi parlavo è questo, in francese
https://www.youtube.com/watch?v=J6FOmnb5RvQ

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  emilyever
18 Agosto 2021 10:33

ti basi su dati ufficiali?
Se si, perchè quelli italiani non li consideri?

MarioG
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 16:23

Il discorso è corretto da un punto di vista metodologico. Tuttavia va valutato nel contesto della costante manipolazione delle cifre. Secondo il suo dato, il rapporto vaccinati/non vaccinati, nei ricoverati in TI per Covid, è 28/123, meno di 1/4. In Israele lo stesso rapporto fra vaccinati e non vaccinati, fra i malati “gravi”, è 6/4. In Israele è pur vero che c’e una percentuale ancora più alta di vaccinati (per lo meno fra gli anziani), apparentemente circa il 85%. Però mi sembra che la discrepanza rimanga notevole. C’è da chiedersi come siano stati computati quei due numerelli nelle terapie intensive.
Poi, discorso slegato dalle considerazioni precedenti: nelle nazioni in cui le vaccinazioni superano tranquillamente il 50% della popolazione generale, il numero assoluto dei malati non è affatto diminuito rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, ma è AUMENTATO quasi ovunque!!!
Volete che “i vaccini non hanno alcuna utilità”?
Mah… sarebbe già un lusso…

(Certo, ci sono sempre ‘buone’ spiegazioni alternative: il virus è più “cattivo”, abbiamo fatto meno Loc Dauun…)

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da MarioG
Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  MarioG
18 Agosto 2021 10:40

Eh ma tu devi saper rispondere con delle considerazioni “basate” alle “buone” spiegazioni.
(tu nel senso di una discussione che possa avere un valore oltre al bar)

GioCo
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 16:31

@Violetto, intanto ti ringrazio perché di voci discordanti ce ne è sempre bisogno. Ma forse sfugge qualche particolare. Qui pochi hanno a che fare con chi è “contro” i vaccini e sono abbastanza certo che la maggioranza vorrebbe veramente tanto che sia vera la fiaba narrata che questa terapia genica sia sicura ed efficace. Magari siamo in generale più propensi a pensare che una tecnica di prevenzione sperimentale (un download qualcuno l’ha chiamato) di cui si sa poco perché nuova ma rivolta ai sani (che non possono tornare indietro una volta inettatosi il preparato) spacciata per vaccino sicuro ed efficace fin da principio, non suggerisce nulla di buono e siccome a spingere sono gli stessi che si parano dietro scudi penali e contratti parzialmente occultati, solo un pirla non pensa MOLTO male dell’intenzione che c’è dietro. No? In particolare tutto indica come l’obbligatorietà surrettizia (per ora) passa da un esigenza politica di un governo tecnico messo in piedi in modi e tempi estremamente sospetti. Siamo più propensi verso la libertà di scelta e a prescindere dall’efficacia di qualcosa di poco noto, per le buone pratiche di vita e le cure con farmaci noti da 30 anni. Noi non sappiamo in… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da GioCo
Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  GioCo
18 Agosto 2021 0:24

“… quali sono esattamente i danni a medio e lungo termine.”

Ritengo che sia urgente bloccare le vaccinazioni Covid, al fine di chiarire le cause dei decessi e dei gravi eventi avversi già noti, che sono probabilmente la punta dell’iceberg di quelli reali.
Il Corona-Ausschuss dell’avvocato Füllmich sta cercando un ospedale da acquistare e in cui allestire un centro specializzato nello studio dei danni da vaccino.

Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 20:00

“… cosa si vorrebbe veicolare?
Che i vaccini non hanno ALCUNA utilità?”

Esistono già dei dati di fatto. Recenti esperimenti su vaccinati hanno mostrato che dopo 5-10 giorni si assiste alla formazione di anticorpi del tipo IgG e IgA.

Secondo il prof. Bhakdi, il fatto che vengano prodotti anticorpi IgG e IgA, ma NON IgM, sta a dimostrare che i primi, gli anticorpi IgG e IgA, erano già presenti e che la vaccinazione funge solo da booster, da richiamo.
La vaccinazione è quindi INUTILE.

Questo a fronte dell’estrema pericolosità dei vaccini mRNA, già a partire dalla seconda vaccinazione, in cui anticorpi e linfociti aggrediscono gli “spuntoni” della proteina Spike che si affaccia dai rivestimenti dei vasi sanguigni. Alla terza vaccinazione le cose andranno anche peggio.
Discussione nel forum di ComeDonChisciotte qui: https://comedonchisciotte.org/forum/notizie-dal-mondo/news-da-parte-del-prof-bhakdi/

Quanti devono ancora morire o riportare invalidità da vaccino Covid, prima che ci si renda conto della gravità della situazione?

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
18 Agosto 2021 10:37

In questo articolo sono postati dei “dati ufficiali” a dimostrazione che in certi paesi i vaccinati si ammalano come e più dei non vaccinati.

La mia domanda è molto semplice: Perchè i dati ufficiali italiani che mostrano invece l’opposto, non vengono considerati e se li posto sono uno che crede alla narrazione ufficiale?

Selezioniamo i dati ufficiali che ci convengono?
E non è quello che fa il mainstream?

Consideriamo TUTTI i dati ufficiali inattendibili?
E allora di cosa parliamo?

Quale epidemia? quali restrizioni? quale greenpass?

La discussione si fa SEMPRE su notizie ufficiali che poi possono essere smentite o meno da altri dati e/o considerazioni.
Altrimenti non esiste notizia!

Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
18 Agosto 2021 23:26

Stai dicendo cose ovvie. Certo che si parte sempre dai dati ufficiali, anche per l’Italia, dati cui poi si farà la radiografia. Ricordo quando cominciai a marzo 2020 a seguire i bollettini quotidiani del dott. Bodo Schiffmann e come lui sottolineasse, con una punta di orgoglio, che faceva riferimento solo ai dati ufficiali. Schiffmann mostrava poi come i dati venivano ricavati e come si potesse mentire al pubblico pur con dati corretti, quando questi non venivano contestualizzati e messi in relazione con altri. Poi ci sono le manipolazioni palesi, come l’abbassamento della soglia dei test RT-PCR solo per i vaccinati. O l’improvvisa sparizione di decessi legati al vaccino nelle statistiche VAERS. In altri casi si rende estremamente difficoltoso accedere e analizzare i dati, come nel caso della farmacovigilanza europea. Recentemente la Gran Bretagna ha cambiato la modalità di contare i malati Covid che vengono ricoverati in ospedale. Prima si contavano anche i positivi ai test oltre ai pazienti sintomatici, ora solo questi ultimi. (fonte:https://tkp.at/2021/08/13/falsche-und-richtige-zaehlung-covid-faellen-so-wurde-sie-im-uk-geaendert/ Conteggio errato e corretto dei casi di Covid: ecco come è stato modificato nel Regno Unito. In tedesco) Negli ultimi giorni si leggono testimonianze di personale sanitario, ad esempio di un ospedale di Graz, in Austria,… Leggi tutto »

Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
20 Agosto 2021 11:38

Secondo una notizia riportata sul giornale tedesco Welt, la maggior parte dei pazienti Covid ricoverati sarebbe non vaccinata. Ci sarebbero però anche ricoverati vaccinati nella misura del 12%-13%, secondo una stima di un primario di un ospedale di Colonia.
https://www.welt.de/vermischtes/article233230815/Intensivmediziner-Grossteil-von-Corona-Patienten-in-Kliniken-ungeimpft.html
(in tedesco)

Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 23:15

Caro Violetto, trovo positivo che tu continui a pungolarci con le tue osservazioni, perché questo ci costringe a mettere a fuoco, rivedere e rivalutare le nostre convinzioni. Al di là delle statistiche, ti prego di considerare che il dibattito fra esperti è bloccato. A nulla sono valse le lettere, i ricorsi, gli appelli di eminenti studiosi come il Prof. Bhakdi e il gruppo della dichiarazione di Great Barrington. Il dott. Zelenko, medico personale di Trump, e ideatore della omonima terapia contro la Covid, ha detto in una recente intervista di ricevere quotidianamente minacce di morte. Il prof. Raoult riceve pressioni, molti medici ammettono che, se criticano la pandemia, rischiano di venire radiati dall’Albo. In questo clima di caccia alle streghe, quelli che si pongono delle domande si trovano nella situazione di poter assistere costantemente a due versioni contrastanti, ma mai ad un contraddittorio. È una situazione anomala, aggravata dalle nostre conoscenze insufficienti di medicina e biologia, per cui occorre individuare quei referenti che sono non solo esperti in materia, ma inattaccabili sul piano etico. Dal mio punto di vista, ComeDonChisciotte è riuscito a dare voce a questi ultimi.

BrunoWald
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
18 Agosto 2021 2:31

«È possibile che ci sia una volontà che sfrutta l’ingenuità del popolo “anti” che gli fa seguire strade perse in partenza? È possibile che a spostare la discussione non main stream su certe linee sia una strategia?» Possibilissimo. Da quelli c’è da aspettarsi di tutto. Ma come osservano giustamente altri utenti, dati affidabili non ce ne sono proprio, ed anche se dimostrassimo la nostra credibilità con una adamantina purezza critica, non servirebbe a nulla. Il gregge non viene convinto con la credibilità e serietà, ma con la manipolazione, il terrorismo e il ricatto. E poiché quello è il terreno dello scontro, e lei lo sa benissimo, continuare a spaccare… il capello in quattro ogni volta che qualcuno porta dati che smentiscono la narrazione ufficiale, è a dir poco sterile. Quali sarebbero i terreni “diversi e non perdenti” secondo lei? Secondo me nessuno, perché il potere gioca sporco e non accetterà nessun dibattito sensato e trasparente. Quindi? Penso ci si debba concentrare non sulle cifre ma sull’essenziale, ovvero: 1) il potere ha posto in essere un’operazione terroristica globale simulando una pandemia, facendo morire la gente apposta, sospendendo le costituzioni, rubandoci il lavoro, i risparmi, la libertà e i rapporti umani; 2)… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da BrunoWald
VincenzoS1955
Utente CDC
17 Agosto 2021 9:34

La pandemia di Covid non esiste. È tutto un gigantesco inganno politico. I raffreddori e le influenze più o meno forti sono sempre esistiti. Quello che rilevano gli inaffidabili tamponi ( sui quali si regge la montatura) con moltissima probabilità sono frammenti di un qualsiasi coronavirus e ce ne sono a centinaia di specie. E poi nel nostro organismo ci sono più virus, batteri e funghi che cellule per la maggior parte innocui o tenuti a bada dal meraviglioso ed efficientissimo (più di ogni vaccino) sistema immunitario che la Natura ci ha donato.
Ecco, è su questo che dobbiamo puntare la battaglia e convincere quanta più gente possibile che la pandemia di Covid è un inganno per passare a un nuovo ordine socio- economico mondiale dove tutto sarà digitalizzato e controllato da una criminale élite e se vinceranno loro e dal pianeta scomparirà la libertà e l’essenza della Vita.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da VincenzoS1955
Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  VincenzoS1955
17 Agosto 2021 9:49

perfetto.

“La pandemia di Covid non esiste. ”

per me la terra è piatta

Avanti cosi dai!

meraviglioso ed efficientissimo (più di ogni vaccino) sistema immunitario che la Natura ci ha donato.”

Vuoi dire quello che bastava una ferita infettata da batteri (che per qualcuno non provocano le malattie….) per lasciarci le penne?

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da Violetto
LuxIgnis
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 10:57

Diciamo una cosa che è ben chiara o almeno dovrebbe. Questa malattia non ha un test affidabile a disposizione. Il famoso PCR che non dovrebbe essere usato a fini diagnostici e che viene usato con cicli di amplificazione spropositati.
Solo questo invalida tutta la narrativa in corso.
Questo non vuol dire che non ci sia niente ma che è molto probabilmente molto ma molto minore di quello che viene narrato.
Se andiamo a vedere i dati sull’incremento delle mortalità dei vari stati rispetto alla media annuale, non ci sono variazioni mostruose come viene propagandato. In alcuni paesi come la Svezia, che ha seguito giustamente un altra strada, ha l’incremento minore di tutta Europa, e statisticamente nullo.
Ora questo almeno a noi è ben chiaro ed è un pilastro fondamentale da non dimenticare quando si fanno certi commenti.
Almeno che tu non creda che invece sia affidabile. Ma allora mi sorgono delle domande…

buddyboy
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
17 Agosto 2021 11:26

Ad integrazione vorrei aggiungere che per potersi definire tale una pandemia deve avere tre elementi : 1 rapida diffusione ,2 ampia diffusione 3 la mancanza di specifica immunizzazione da parte dell’uomo.Ora se il 90% dei contagiati risulta asintomatico o paucisintomatico sembra abbastanza chiaro che l’ ultimo punto non sia oggettivamente confermato…Quindi o consideriamo questi ultimi come “malati con immunità ” e decade il punto 3 o non li consideriamo “malati” e decade il punto 2 e tutto il racconto pandemico…

jeints
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 12:48

Il collegamento terra piatta-inesistenza covid lo fai solo tu. Una curiosita’: non crederai anche a che abbiano lanciato il cadavere di Osama in mare per rispettare il rituale musulmano? A questo punto magari crederai anche alla pallottola magica di Oswald. Insomma, alla fine sono quelli come te che si bevono tutto, non noi che , come dici, crederemmo alla terra piatta (idea diffusa dai servizi per screditare il complottismo.serio).

CptHook
Staff CDC
Risposta al commento di  jeints
17 Agosto 2021 17:01

Hai dimenticato il WTC 7 caduto per colpa degli altri due, il 757 nel Pentagono (ma qualcuno guarda mai Indagini ad alta quota?) e quell’altro presuntivamente caduto in Pennsylvania lasciando un cratere di pochi metri. Che ce ne hanno fatto un eroico film…

Parolo Massimo
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 13:55

Ricoverato ( su mia escplicta richiesta ) il 22 gennaio c.a con polmonite da covid 19. Dopo quattro giorni dimesso in ottima forma. Trattamento in ospedale con: terapia antibiotica con amoxicillina / clavulanato ev. per profilassi sulla sovrainfezione batterica; in associazione ad azitromicina ( come da relazione clinica). Se avessi ascoltato il medico al pronto soccorso, il quale voleva mandarmi a casa con la bombola di ossigeno e rimanere in vigile attesa, forse non sarei qui a scrivere. É inutile perdersi nei numeri, il fatto incontrovertibile é che si può curare se preso in tempo, se invece stai in vigile attesa….

GioCo
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 16:48

Ti attacchi alle sciocchezze per dirne altre? L’abusata associazione terrapiattisti è proprio un classico!
Magari rispondi invece sulla “tachipirina e vigile attesa“, perché non è chiaro se stai difendendo questo governo, le case farmaceutiche e i loro preparati sperimentali o dei numeri molto discutibili.

Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
17 Agosto 2021 20:15

La pandemia di Covid non è identificabile.

Non dimentichiamoci che l’OMS ha cambiato senza valido motivo la definizione di “pandemia” nel 2009. Fino ad allora era necessario il criterio di “numero enorme di decessi e di casi di malattia”.

La nuova definizione di “pandemia” dell’OMS è “diffusione in tutto il mondo di una nuova malattia”.
Secondo questa nuova definizione, ogni influenza stagionale con un virus leggermente diverso da quello degli anni precedenti, consentirà di dichiarare lo stato di pandemia.

Poniamoci delle domande sul motivo di questo cambiamento di definizione.

Eugiorso
Utente CDC
17 Agosto 2021 9:58

Aspettate e sperate di vedere dati italiani sul covid non taroccati …
Io so solo che nel paesetto orrendo in cui vivo (Regione Friuli Venezia Giulia) noto una “esplosione” di funerali in chiesa, anche se da diverso tempo i morti giornalieri per covid in Regione FVG sono 0 o, al più, 1 …
Che siano morti, almeno alcuni di questi, poco dopo il vaccino?

Cari saluti

ton1957
Utente CDC
Risposta al commento di  Eugiorso
17 Agosto 2021 10:34

Confermo, esplosione di morti anche da queste parti (Torino), nessuno morto per covid, tutti per altre preesistenti patologie,un paio morti a pochi giorni dal vaccino. In maggioranza muoino a casa.
Servirebbero dati sui morti non covid.

Lestaat
Utente CDC
17 Agosto 2021 13:47

Un altro articolo che guarda il dito invece della luna.
Con il vaccino non si ferma il virus.
L’obbligo o ” l’invito ” a vaccinarsi per proteggere è senza senso e l’accettazione di tale “logica” da parte di tutti mostra che siamo in una psicosi di massa.

Roberto Rey
Utente CDC
17 Agosto 2021 15:57

Molti medici e operatori sanitari rifiutano il vaccino. Perchè ?
Cosa hanno visto per rifiutarlo?
Qualcosa che non verrà mai reso pubblico perché non garba a “lorsignori”, ovvio.,

Nobileanima
Utente CDC
17 Agosto 2021 16:08

“[La variante Delta] è più efficace ed efficiente nella sua capacità di trasmettersi da persona a persona…” Ma poveretto cosa poteva dire? Che dal 2000 tenta di brevettare le sue invenzioni sulla SarsCov? Che sono state respinte più e più volte in quanto la natura non è brevettabile? Che nel 2003 ha mentito pur di ottenere il brevetto affermando che: “Un coronavirus umano appena isolato è stato identificato come l’agente eziologico della SARS ed è chiamato SARS-CoV”. …. Nel 2007 è stato brevettato ma solo parziale (cioè esclusa la parte che riguarda “natura). Poi il genio trovò l’illuminazione: in america usa la parte che gli è concessa, mentre a wuhan laboratorio + università usa la parte che non gli ha concesso l’america. Alla domanda: perché non è mai stato isolato il virus? La risposta è: perché è stato concepito diviso per metà in due parti del mondo. (C’è anche un doc che gira in internet dove l’impiegato laboratorio wuhan nella fatidica notte chiede urgentemente al amico usa la seconda parte del genoma). Cosa c’entra Italia la seconda dopo wuhan? C’entra: Ci aspettavamo di vedere emergere uno scenario del genere da Wuhan o Guangdong, Cina, Italia settentrionale, Seattle, New York o… Leggi tutto »

uparishutrachoal
Utente CDC
17 Agosto 2021 16:59

Piove o non piove..?
Quante volte abbiamo dovuto mettere la testa fuori dalla finestra per sincerarci della risposta?
Ma una cosa è chiara: in tutti i casi, pioggia o non pioggia, la stessa è miseranda.
Col covid è lo stesso.
In quale epidemia della storia ci si è domandato se esiste o non esiste..?
E a prescindere dalla risposta: che cavolo di epidemia è quella che viene messa in dubbio..?
Alle volte ..in autobus..fermi, ci domandiamo se il motore è in funzione pronto alla partenza.
Dopo qualche minuto in pressante domanda veniamo scossi da vibrazioni rumorose potenti che ci sballottano sul sedile senza pietà, e solo allora vediamo quanto eravamo ingenui a porci la domanda.
Speriamo non venga un’epidemia vera che ci faccia capire la differenza con quella presunta.

Ultimo aggiornamento 1 mese fa effettuato da uparishutrachoal
Astronauta
Utente CDC
Risposta al commento di  uparishutrachoal
17 Agosto 2021 18:19

Meglio sperare che arrivi in evento che sovrasta la presunta pandemia, qualcosa di più grave in cui non si parla di vaccini ma di disastri a cui far fronte e a cui ovviamente “il governo non era preparato”.

Joseph Toureau
Utente CDC
18 Agosto 2021 19:26

Si continua a disquisire sulla variante Delta. Ciò non porterà di certo a far cambiare idea di vaccinare da parte dell’autorità . Bisogna cambiare paradigma. Il virus è clinicamente inefficace. Solo così si potrà far cadere il castello di carte messo su dall’elitè di potere.

46
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x