La menzogna del “contratto sociale”

Lo schema orwelliano del "passaporto vaccinale" dipende dalla menzogna del "contratto sociale”

 

Brandon Smith – The Liberty Sentinel – 8 settembre 2021

 

Quando i comunisti dicono “Noi viviamo in una società…”, quello che intendono veramente è “Voi vivete nella NOSTRA società e NOI stabiliremo cosa è meglio per voi”.

 C’è una domanda fondamentale che è necessario porre quando si esamina la questione del passaporto vaccinale, e quello che riscontro è che quasi nessuno nel mainstream la sta affrontando direttamente.

La domanda è:

È legalmente e moralmente accettabile limitare i diritti e l’accesso economico delle persone per costringerle a sottoporsi a un “vaccino” sperimentale, o a qualsiasi altra procedura medica?

Inoltre, chi decide quali procedure mediche possono essere accettate? Chi deve essere l’onnipotente e benevolo supervisore del percorso di salute di ogni essere umano? Chiedo questo perché non credo che molte persone si rendano conto delle ripercussioni future derivanti dal permettere ai governi o alle multinazionali (ciò che accade oggi) di imporre le vaccinazioni contro la Covid. E non finisce qui; infatti, non abbiamo idea di cosa succederà una volta aperto il vaso di Pandora.

Per esempio, l’argomento principale dei seguaci del “culto covidiano” e dell’establishment a favore dei passaporti vaccinali è la fantasia del “contratto sociale”. Essi sostengono che poiché “viviamo in una società”, tutto ciò che facciamo influisce in qualche modo su tutti gli altri e, poiché siamo tutti interconnessi, siamo obbligati nei confronti della collettività. In altre parole, la collettività ha il “diritto” di micro-gestire la vita dell’individuo perché, se l’individuo è autorizzato a prendere le proprie decisioni, potrebbe potenzialmente causare danni all’intero gruppo.

Nel caso in cui non si abbia familiarità con questa filosofia, si tratta di un’estensione del socialismo e del marxismo culturale e rappresenta il nucleo stesso della propaganda dei passaporti vaccinali. In passato sono stato coinvolto in dibattiti pubblici con persone filo-socialiste che tentavano di difendere i pregi del socialismo e ogni volta l’argomento si riduceva a una singola obiezione: io dico che se un gruppo di persone vuole andare a costituire la propria piccola comunità socialista, ne ha tutto il diritto…, purché sia VOLONTARIA. Poi, se fallisce e crolla non importa, perché non riguarda me o chiunque altro che non ha voluto partecipare.

Il problema è che questi socialisti/comunisti/marxisti/collettivisti semplicemente non afferrano la nozione di volontarietà. Credono che la gente debba essere costretta a fare la cosa giusta o ad aiutare gli altri, e sono loro che decidono quale sia la cosa giusta e chi debba ricevere l’aiuto. Sono sempre loro che decidono quali libertà sono accettabili e quali libertà sono scomode per la loro agenda. Quando dicono “Viviamo in una società…”, quello che intendono veramente è “Voi vivete nella NOSTRA società e NOI stabiliremo cosa è meglio per voi”.

Quando sostengo che una comunità socialista dovrebbe essere volontaria, inevitabilmente ribattono che le persone non si impegneranno in un tale sistema volontariamente, quindi devono essere costrette a fare ciò che è meglio per il “bene maggiore”.

In termini di passaporti vaccinali, il contratto sociale collettivista è un elemento chiave. Sostengono che essere non vaccinati non è una libertà personale perché chi non è vaccinato mette a rischio la vita di tutti gli altri. Il contratto sociale è quindi violato perché facendo una scelta di vita personale si mettono in pericolo i diritti degli altri.

È interessante però notare come i seguaci del “culto covidiano” siano persone che non applicano la stessa logica ad altre questioni sanitarie come l’aborto. Intendo dire che non ci sono prove sostanziali a sostegno dell’affermazione che le persone non vaccinate siano una minaccia per la vita degli altri più di quanto lo siano le persone vaccinate, e ne parleremo tra un momento. Ma quando parliamo di aborto, stiamo parlando di una decisione medica personale che porta alla morte diretta e osservabile di un altro essere umano, innocente, con i suoi diritti. Gli aborti mettono fine alla vita di oltre 800.000 persone non ancora nate ogni anno negli Stati Uniti, molto più di quanto non faccia la Covid.

“Il corpo è mio e io decido” apparentemente si applica solo all’uccisione dei bambini, ma non alle persone che non vogliono diventare cavie per un cocktail di mRNA che non è stato testato sul lungo periodo per dimostrarne la sicurezza.

Immaginate però se invertissimo lo scenario e applicassimo il vasto argomento del contratto sociale a qualcosa come i bambini e la popolazione! Un membro collettivista/sinistrorso del culto del riscaldamento globale potrebbe anche sostenere che l’aborto dovrebbe essere legalmente obbligatorio perché avere un bambino o “troppi bambini” aumenta le emissioni di carbonio e ciò mette la società “a rischio” ancora di più (di nuovo, senza alcuna prova a sostegno della tesi). Permettendo alla narrazione del contratto sociale di continuare incontrollata, apriamo la porta a nuove orribili misure oppressive e a una completa cancellazione della nostra autonomia.

Penso che si possa dire che l’ideologia del “contratto sociale” sia altamente selettiva e ipocrita. I seguaci del “culto covidiano” non si preoccupano di salvare vite, si preoccupano solo della propria narrazione ideologica e del potere di far sottomettere le persone ad essa. Ma scaviamo ancora più a fondo nel ragionamento alla base dell’affermazione del contratto sociale. Chi sta effettivamente morendo a causa di individui non vaccinati, che secondo le statistiche nazionali sui vaccini costituiscono circa il 50% della popolazione statunitense?

Il tasso medio di mortalità per infezione (IFR) da Covid è un mero 0,26% secondo decine di studi e i numeri del governo stesso. Ciò significa che le persone non vaccinate non sono nemmeno una remota minaccia per il 99,7% della popolazione. Circa il 40% di tutte le morti per Covid sono costituite da persone in case di cura con patologie pre-esistenti, il che significa che non sappiamo se sono effettivamente morte di Covid o a causa dei problemi di salute di cui soffrivano già. Il bacino di persone che potrebbero essere colpite da chi non è stato vaccinato diventa sempre più piccolo…

E che dire della ridicola contraddizione che sorge quando parliamo della narrativa dell’obbligatorietà rispetto a quella del passaporto? Se le mascherine e i vaccini funzionano davvero, allora come può una persona non vaccinata o non mascherata essere una minaccia per una persona vaccinata? Se i vaccini e le mascherine non funzionano, allora perché usarli e perché forzare alle vaccinazioni tramite l’obbligo di passaporti?

La propaganda mainstream afferma che i non vaccinati diventeranno in qualche modo delle capsule di Petri per nuove mutazioni, che danneggeranno le persone vaccinate. Non ci sono prove a sostegno di questa affermazione. In effetti, ci sono più prove che suggeriscono che sono le persone vaccinate a innescare mutazioni e varianti. I media dicono che questo non è motivo di preoccupazione, ma se non lo è allora non dovremmo nemmeno preoccuparci delle mutazioni che si sviluppano nella popolazione non vaccinata, se ce ne sono.

Il fatto è che sempre più prove scientifiche stanno dimostrando che i vaccini sperimentali NON sono efficaci e che i non vaccinati sono effettivamente più protetti dalla Covid indipendentemente dalla variante o mutazione.

Il vero numero di infezioni negli Stati Uniti è impossibile da conoscere perché, secondo il CDC, fino al 59% delle persone che prendono la Covid e la diffondono è asintomatico. Non sanno mai di averlo, quindi è improbabile che facciano il test. Detto questo, è chiaro che molti milioni di americani hanno avuto a che fare con il virus e ora hanno sviluppato un’immunità naturale (si dà il caso che io sia uno di loro). Gli elitari dell’establishment, come Anthony Fauci, si rifiutano di riconoscere l’immunità naturale come fattore e dicono che SOLO le persone vaccinate sono legittimate ad ottenere il passaporto. Perché?

Da paesi con alti tassi di vaccinazione, come Israele, vengono pubblicati più studi che contraddicono completamente la narrativa di Fauci sull’immunità naturale. Israele ha un tasso di vaccinazione di circa il 63% secondo le statistiche del governo, ma le prove scientifiche che hanno pubblicato mostrano che le persone vaccinate hanno 13-27 volte più probabilità di contrarre la malattia e 8 volte più probabilità di essere ospedalizzate rispetto alle persone che hanno l’immunità naturale. Sembra quasi che i vaccini mRNA rendano le persone PIÙ suscettibili al virus piuttosto che meno suscettibili.

Dati recenti pubblicati dallo stato del Massachusetts avvalorano questa convinzione. Nel mese di luglio, il Massachussets ha riportato almeno 5.100 infezioni da Covid, tutte persone che erano completamente vaccinate. Più di 80 di loro sono morte, ovvero un tasso di mortalità molto più alto rispetto ai non vaccinati. Nella mia contea di 20.000 persone, con un basso tasso di vaccinazione e nessun obbligo di mascherina, nel primo anno della pandemia si sono registrati solo 17 morti in totale per Covid.

Questo ci porta alla domanda: perché assumere il cocktail di mRNA? Cosa ci si guadagna? Beh, non c’è niente da guadagnare in termini di sicurezza sanitaria. Anche se ti capita di far parte dello 0,26% delle persone a rischio Covid, alla lunga è meglio correre il rischio dell’immunità naturale piuttosto che farsi vaccinare.

La risposta alla domanda non riguarda la salute, ma la negazione dell’accesso. Il governo e i suoi partner aziendali stanno cercando di fare in modo che si debba essere vaccinati per poter partecipare alle normali attività sociali, o anche per conservare il proprio lavoro. Non solo, ma il processo andrà avanti all’infinito perché ogni anno ci saranno nuove varianti e nuovi richiami. L’unica ragione per fare il vaccino è mantenere almeno una manciata di libertà ed evitare la povertà e la fame.

E qui dobbiamo tornare alla domanda posta all’inizio di questo articolo:

É legalmente e moralmente accettabile limitare i diritti e le possibilità economiche delle persone per costringerle a sottoporsi a un “vaccino” sperimentale?

I seguaci del “culto covidiano” diranno che i diritti delle aziende private superano i diritti individuali, quindi le aziende dovrebbero essere autorizzate a discriminare i dipendenti in base al loro stato di vaccinazione. Ma, di nuovo, quello che stiamo vedendo nella maggior parte dei casi non sono aziende private, ma gruppi di imprese finanziati dal governo e collusi direttamente con i governi per far rispettare l’agenda del passaporto. Quindi dovrei dire di no, queste imprese non hanno il diritto legale di prosperare con i soldi delle tasse pubbliche e poi affermare di essere entità private che hanno la libertà di invadere la privacy medica dei dipendenti e dei clienti.

E comunque, da quando i collettivisti si preoccupano dei diritti delle imprese private? Altra ipocrisia…

Se parliamo di piccole e medie imprese senza incentivi da parte del governo, allora la questione diventa più complicata. In molti stati e in altri paesi le imprese impongono il passaporto solo perché se non lo fanno saranno punite dal governo. In questo caso l’argomento dei diritti delle imprese private va a farsi benedire. I seguaci del “culto covidiano” rispettano l’indipendenza delle imprese solo quando conviene loro.

Francamente, sono le piccole imprese che vengono danneggiate di più dall’obbligo vaccinale, e i costi extra che comporta il solo applicare i passaporti nei propri stabilimenti le seppelliranno. Qualsiasi piccolo imprenditore che volontariamente sostenga le regole del passaporto deve essere preda di un desiderio di morte finanziaria.

In termini di governo, i seguaci del “culto covidiano” sosterranno che ci sono precedenti della Corte Suprema per l’applicazione legale delle vaccinazioni. Onestamente, non mi interessa, e nemmeno a milioni di altri americani. Un gruppo di sommi sacerdoti in abito nero non può permettersi di decidere autonomamente sulla mia salute; io decido e non c’è niente che loro possano fare. È qui che dobbiamo fare i conti con la morale e i principi coinvolti; le vite degli altri non sono in alcun modo influenzate dalla mia decisione di non accettare i passaporti vaccinali. E solo perché un gruppo di persone ha paure irrazionali riguardo alla minaccia Covid non significa che persone con più discernimento sui fatti debbano essere obbligate a farle “sentire meglio” o a sentirsi più sicure.

Il punto fondamentale è questo: le nostre libertà sono più importanti delle vostre paure paranoiche, e non ci adegueremo. Noi non sottoscriviamo il vostro falso contratto sociale e voi non siete nella posizione di dettare i termini della nostra “società”. Non vi piace? Siete più che benvenuti a lasciare il paese e fondare una Utopia vaccinale da qualche altra parte. Vedremo come andrà a finire per voi alla lunga.

 

Fonte: https://libertysentinel.org/orwellian-vax-passport-scheme-depends-on-social-contract-lie

 

Scelto e tradotto da Cinthia Nardelli per ComeDonChisciotte

Notifica di
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
JA
Utente CDC
11 Settembre 2021 19:12

La grande frode della pseudo pandemia cinese, creata dal Grande Reset neocomunista della plutocrazia globalizzata, sostenuta dai tamponi farlocchi e continuata dai talebani vaccinazionisti che spiegherebbe anche, al di là degli usuali “ritocchi” propagandistici dei regimi comunisti, la bassissima mortalità denunciata dai cinesi che se non è vera poco ci manca: ““I MORTI DI COVID? SONO L’80% IN MENO DI QUELLI UFFICIALI!” LA RIVELAZIONE DI UN ACCADEMICO TEDESCOMorti con il Covid o per il Covid? Il numero dei decessi reali dovuti a questo virus probabilmente non si saprà mai, così come la sua effettiva letalità. Tuttavia numerosi dubbi sono stati sollevati da personaggi autorevoli in merito alle modalità di conteggio utilizzate, che potrebbero aver gonfiato i dati. “Il Coronavirus probabilmente non è la causa della morte nell’80% dei decessi ufficiali registrati come Covid”, così titola il giornale tedesco riassumendo quella che è la posizione dell’accademico. Lockdown, mascherine, distanziamento e pressione per la vaccinazione sarebbero quindi stati introdotti per arginare un virus con una mortalità inferiore a quella dell’influenza stagionale. ” 31/08/2021 https://www.byoblu.com/2021/08/31/i-morti-di-covid-sono-l80-in-meno-di-quelli-ufficiali-la-rivelazione-di-un-accademico-tedesco/ Quando l’infettivologo Bassetti diceva su “Genova24.it” del 26 Febbraio 2020, ribadendolo anche mesi dopo sulla sua pagina Facebook prima le BigPharma lo rimettessero in riga: “In Italia non… Leggi tutto »

Tiziana
Utente CDC
11 Settembre 2021 19:42

Oggi ero dal parrucchiere e due mamme candidamente parlavano del green pass che era giusto e nella scuola di una di queste chi non si vaccina deve andare in dad e che i genitori di questi ragazzi che non si vaccinano e non lo fanno neanche ai loro perchè sono convinti che il vaccino è sperimentale, che é pericoloso ma secondo le due mamme sono tutte stupidaggini senza vaccino non si ha l’immunizzazione! Ormai la maggior parte è convinta di stare nel giusto e se cerchi di ragionarci ripetono di pari passo il copione dettato in TV. Ormai il lavaggio del cervello è stato completato. Ho paura che non finire bene. In ogni caso noi perdiamo o ol lavoro o la salute!
Tiziana da Roma

Eugiorso
Utente CDC
11 Settembre 2021 20:48

Questo cogli**e dal nome chiarmente anglosassone (l’alveo dell’anglo-sionismo) parla di comunisti … che non ci sono più da lunga pezza.
Si scorge l’impronta occidentaloide, liberaloide e libertaloide … la falsa libertà (magari di essere culattoni …).
Si parla di diritti individuali (l’individuo liberale?) in contrapposto ai diritti delle imprese (predatrici, sfruttatrici e usuraie), nella più vieta tradizione giudaico occidentaloide.
L’impostazione è completamente sbagliata, da respingere.
Puzza di me**a liberaloide lontano un miglio.

Cari saluti

William Farnaby
Utente CDC
Risposta al commento di  Eugiorso
12 Settembre 2021 4:36

mi pare che, come spesso accade quando si espone il pericolo di una dittatura comunista, le emozioni offuschino la ragione. o sei un troll a libro paga dei globalisti?

dimmi un po’… quando scrivi “…. comunisti … che non ci sono più da lunga pezza.”
chi sarebbero costoro?

alessandroparenti
Utente CDC
Risposta al commento di  William Farnaby
12 Settembre 2021 8:09

Appunto: non ci sono. Eugenio ha ragione. E non è un troll.

William Farnaby
Utente CDC
Risposta al commento di  alessandroparenti
12 Settembre 2021 22:12

pardon, errore mio. non ci sono adesso ok ok.
ma c’erano in passato? chi erano?

Holodoc
Utente CDC
Risposta al commento di  Eugiorso
12 Settembre 2021 8:10

Il nome dell’autore è anglosassone per un motivo molto semplice. Si tratta di un articolo scritto da un americano riguardo alla situazione negli USA tradotto poi in italiano.

È quindi banale che la visione del “comunismo” e della “libertà” dell’autore differisca da quella che ne abbiamo noi italiani.

Al di là delle definizioni, quello che si sottolinea è la forte componente ideologica e irrazionale del pensiero unico imposto prima come propaganda e adesso coercitivamente dalla élite “democratica” (nel senso di Partito Democratico USA e succursali europee) che ha preso il controllo dei governi occidentali.

Il fatto è che, al di là della simpatia politica, se il modo di pensare delle persone diventa irrazionale e superstizioso le cose non possono finire bene…

suresh
Utente CDC
12 Settembre 2021 8:29

baggianate dette un coglione che passa il suo tempo nella sua stanzetta senza un lavoro vero e che non ha mai visto nessuno ammalarsi seriamente di covid!! Siamo d’accordo che per i giovani i rischi del vaccino potrebbero superare i benefici ma per gli adulti, che piaccia o no, il vaccino è il male minore.

BALABIOTT
Utente CDC
Risposta al commento di  oxalidaceae
12 Settembre 2021 21:28

Link molto utili..terrificanti conferme sull’ intruglio vaccinistico…ma, ovviamente, non ne parlerà nessuno..

Gino
Utente CDC
Risposta al commento di  suresh
13 Settembre 2021 3:48

la vogliamo mettere allora in questi termini? baggianate dette da una cogliona che passa il proprio tempo in stressante compagnia di altri coglioni dediti prevalentemente ad accumulare stress e quattrini. la baggianante è quindi pregata di rispondere ad almeno una delle seguenti domande: 1. che senso ha obbligare i positivi ai test a tachipirina e vigile attesa, ed anche nei casi di ricoveri per serie questioni di salute (come ad esempio infarti cardiaci)? 2. che senso ha la disincetivazione delle cure domiciliari e della libertà dei medici di prescrivere secondo la propria coscienza e conoscenza, ed avendo inoltre dimostrato eccellenza nei risultati conseguiti? 3. quali furono le ragioni per proibire di fatto le autopsie? (ed imponendo inoltre la cremazione subito) 4. è soltanto una coincidenza la correlazione tra tassi di vaccinazione anti influenzale ed anti meningite ed eccesso di mortalità? cosa c’era dentro quei vaccini? (vedi bergamo e brescia) 5. non fu strana l’immunità per legge con cui si tutelarono? 6. per quale motivo utilizzarono una gran quantità di camion militari per trasportare ciascuno una bara cadauno? per quale motivo orchestrarono quella lugubre sceneggiata? non fu indecente l’utilizzazione delle bare di Pantelleria spacciate per bare di morti da covid? 7.… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 7 giorni fa effettuato da Gino
oxalidaceae
Utente CDC
Risposta al commento di  Gino
13 Settembre 2021 11:29

Mi intrufolo maleducatamente in questa risposta, scusatemi.

C’è un’altra domanda che da tempo pongo e che non ha mai avuto concreta risposta: “Cosa diavolo c’entra la somministrazione di antiparassitari (e la conseguente completa guarigione) con il mortale virus”?

Forse la risposta voi l’avete già, ma io no, forse semplicemente perchè è nella mia natura perdermi sempre qualcosa e resto sempre indietro a cercare mentre gli altri sono già oltre.

Tornando alla domanda, è vero, ho avuto nel tempo e nel merito, rispostine, rispostone, rispostacce cosmiche, ma nulla ha mai convinto la mia testa bacata.

Però proprio pochi minuti fa in maniera fortuita, una risposta, la più semplice del mondo, forse l’ho avuta.

Dal minuto 30:10
https://www.youtube.com/watch?v=o49HVci1VuU

Ora, se questa fosse la vera risposta, mi chiedo e vi chiedo: “E adesso? che diamine si fa?”

Gino
Utente CDC
Risposta al commento di  oxalidaceae
14 Settembre 2021 0:00

Mannaggia, sarebbe sicuramente un’indagine molto interessante; ma non c’ho tempo… comunque mi riprometto di almeno cominciarla non appena comincerà il brutto tempo (col bel tempo sono troppo impegnato nella cura di un po’ di terra: terrazzamenti esposti a sud-ovest, pendenza media circa 30%; ritorno economico = 0 ma possbilità di grande ritorno in termini paesaggistici, naturalistici e salutistici; garantisco che lavorar la terra dopo un po’ diventa una passione totalizzante…) comunque « che nessuno è mai stato in grado di contraddire » (minuto 18:43) non è esatto… circa le ragioni dell’efficacia dell’ivermectina, a mio parere quella di Montanari è un’ipotesi eccessivamente semplicistica. Ciò su cui focalizzerei: 1. tipica manifestazione delle cause di morte da covid sono i trombi; il più delle volte nel circolo sanguigno, ma anche nei tessuti; 2. ai fini della cura dei sintomi del covid, parrebbe essere sufficiente l’assunzione di una dose giornaliera di 3 mg di ivermectina per 3 giorni consecutivi; viene tipicamente riportato che già dal primo giorno i problemi respiratori vengono molto attenuati; 3. l’ivermectina rende il sangue tossico per un gran numero di parassiti: strongyloides stercoralis, elmitici, oncocercosi, zanzare, pulci, … 4. quella dello strongyloides stercoralis è parassitosi trasmessa dal contatto col suolo;… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 6 giorni fa effettuato da Gino
Gino
Utente CDC
Risposta al commento di  Gino
14 Settembre 2021 0:52

aggiungo che “attenuazione dei problemi respiratori dopo un giorno” parrebbe implicare che l’azione terapeutica avvenga nell’intestino. A tal riguardo è da notare che:
1. il microbiota intestinale è produttore esclusivo di un gran numero di enzimi indispensabili, soprattutto alle funzioni cerebrali (vedi autismo), ma anche alle funzioni svolte in molti altri distretti;
2. la salute del microbiota intestinale è anch’essa un’omeostasi (ovvero, tale da dipendere anche da casi di “mors tua vita mea” …);
3. una tra le tante ipotesi possibili potrebbe essere che la gravità della malattia chiamata “covid” possa in gran parte dipendere da pre esistenti infezioni intestinali; ad esempio, da strongyloides stercoralis (vedi “l’s. stercoralis può causare iperinfezione schiacciante in persone che assumono corticosteroidi o altri farmaci immunosoppressori o […]”) … rimarrebbero però comunque da concatenare causalmente i trombi …

oxalidaceae
Utente CDC
Risposta al commento di  Gino
14 Settembre 2021 1:14

Grazie Gino, grazie davvero. Mi hai già dato tanti preziosi indizi. Aspetto volentieri quel che c’è da aspettare (la pioggia) per avere un giudizio, un qualcosa per continuare a capire. Da sola non vado molto lontano.

(A dire il vero, non aspetto molto volentieri. Il petrichor mi porta via il fiato per lunghi minuti, mi chiude i bronchi, è per me terribile, ma per fortuna passa presto. Già lo temo perché la siccità dura da troppo. Ciò nonostante concordo con te. L’amore per Madre Terra è superiore a tutte le miserie che ci circondano. Ed avere la maestria di ingioiellarla con muretti a secco che restano nei secoli, beh…è come amarla di più. Grazie anche di questo.)

Joseph Toureau
Utente CDC
Risposta al commento di  suresh
15 Settembre 2021 10:42

Sarebbe un male assai minore se Lei la finisca di scrivere fandonie. O è un troll?

ton1957
Utente CDC
12 Settembre 2021 10:13

Ha stato Marx?

sbregaverse
Utente CDC
12 Settembre 2021 12:16

Ricordate la bomba totemica i suoi sacerdoti e i riti connessi?
Oggi è tutto in cantina.Anche il Covid, più prima che poi, finirà in cantina insieme alle altre logore carabattole, con buona/cattiva pace di tutti.

Violetto
Utente CDC
13 Settembre 2021 8:00

mi mancavano le ffesserie sui COMUNISTI male del mondo, in un mondo iper capitalista liberista.
ahhaahahah

20
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x