Home / ComeDonChisciotte / L' AGITAZIONE DELLA FIGA RIOTTOSA

L' AGITAZIONE DELLA FIGA RIOTTOSA

Free Image Hosting at www.ImageShack.us
DI MIKE WHITNEY
counterpunch.org

A marzo di quest’anno, tre ragazze dalla banda femminista punk-rock Pussy Riot  sono state arrestate con l’accusa di “atti di teppismo motivato da odio religioso o di ostilità” per aver  messo in scena una performance non autorizzata e profana nella Chiesa del Cristo Salvatore di Mosca.

Le tre donne  arrestate – Maria Alyokhina, Nadezhda Tolokonnikova e Ekaterina Samutsevitch– dicono  che la loro azione non aveva lo scopo di mettere in ridicolo la chiesa o di irridere i credenti, ma di voler attirare l’attenzione sulla repressione politica che esiste sotto la presidenza russa di  Vladimir Putin.“Non volevamo offendere nessuno … Le nostre motivazioni erano esclusivamente politiche”, ha detto la Tolokonnikova. Il processo alle tre ragazze avviene a Mosca, dove un verdetto è atteso da un giorno all’altro. L’accusa chiede una condanna a tre anni in un carcere di minima sicurezza.

Il processo ha attirato l’attenzione di tutto il mondo e una serie di celebrità, tra cui Sting, Madonna e Danny Devito hanno parlato per conto delle imputate.   Ecco un estratto di un articolo della Reuters apparso Martedì mattina: 
”Lunedì la pop-singer Madonna ha chiesto alla Russia di non incarcerare le tre Pussy Riot per la loro protesta in una chiesa, mentre l’ex tycoon del petrolio Mikhail Khodorkovsky , dal carcere dove si trova, ha paragonato questo processo  ad una inquisizione medievale “. (Reuters)

È interessante notare cheil parere di Khodorkovsky  è stato inserito tra il  gran numero di articoli scritti su questo incidente, cosa  che suggerisce che la copertura dei media faccia parte di un programma ben più ampio,  per screditare Putin. Ricordiamoci che  “Nel mese di ottobre 2003, Khodorkovsky fu arrestato, portato a Mosca con l’accusa di vari reati di frode per evasione fiscale.” E,  a maggio, 2005  i giudici hanno riconosciuto Khodorkovsky e Platon Lebedev colpevoli di sei capi d’accusa tra cui l’evasione fiscale e sono stati condannati a nove anni di carcere ciascuno.(BBC)

L’idea che un oligarca, calcolatore come Khodorkovsky  sia una vittima innocente di una caccia alle streghe è una sciocchezza politica fasulla propagandata dai media occidentali. Putin l’ha sintetizzata meglio quando ha detto: “Un ladro deve stare in carcere”. Allora, che sta succedendo  veramente qui? Perché la Reuters usa una citazione di Khodorkovsky, un criminale condannato, come titolo per difendere una   banda punk-rock ?   

Immaginate se Tony Hayward, della BP, fosse stato buttato in galera per aver inquinato  il Golfo del Messico. Questo fatto lo qualificherebbe come esperto del sistema giudiziario americano?  Allora la Reuters dovrebbe consultare Hayward anche sulle violazioni dei diritti civili?

 Riusciamo a vedere quanto tutto ciò sia stupido?

 Ha senso solo se i media sono parte di una più grande strategia segreta per attaccare Putin. E direi, dopo aver letto almeno trenta  articoli sull’incidente alla chiesa del  Cristo Salvatore di Mosca, che è esattamente quello che sta succedendo.

Non si tratta di Pussy Riot e della loro traversia legale, né di femminismo o di libertà di parola.

 Sono  tutte manovre politiche per mettere Putin in cattiva luce. Questo è tutto.

Basta dare un’occhiata a Google News. Fino a Lunedi scorso, c’erano 2.453 articoli su Riot Pussy, e tutti in lode delle ragazze coraggiose che si sono messe contro Vladimir il Terribile e rischiano per questo sette anni . In pratica questo è il succo della storia. Si ripetono sempre le stesse cose noiose: “Pussy buone – Putin cattivo”.

 Ora non sarebbe bene pensare che in un paese di religiosi-fanatici come gli Stati Uniti,  almeno un paio di giornalisti avrebbero difeso la posizione della chiesa o avrebbero dovuto trovare una colpa in quello che hanno fatto le ragazze?  Certamente, ma non ho trovato nessun articolo di questo genere, motivo per cui la copertura mediatica “puzza”.

Allora, facciamo un piccolo esperimento e scaviamo un po’ più a fondo su  questo argomento :  Supponiamo che un banda punk-rock di ragazze faccia irruzione nella Cattedrale di St Patrick o in una Sinagoga ebraica nel centro di Manhattan e requisisca  l’altare per fare una performance rauca e blasfema che deride i credenti  e anche  Barack Obama.

I media le darebbero un appoggio come hanno fatto con Riot Pussy?
 No di certo. L’idea è assurda, giusto?   

Allora, dove è la differenza ?  E’ Putin la differenza.

I media stanno a caccia di Putin.  E -un’altra cosa – in America  le ragazze sarebbero state scortate come lo sono state premurosamente  a Mosca o le avrebbero colpite con il taser, con spruzzi di  pepe, bastonate e trascinate in catene da un piccolo esercito della polizia di NY ?

Tutti conoscono la risposta esatta.

Oggi probabilmente sarebbero tutte ancora in ospedale. Non si scherza con NYPD! Ai media non piace segnalare le violazioni delle libertà civili in patria.   Preferiscono puntare il dito contro gli altri.

Ecco perché ci sono  2500 articoli che difendono le povere  Pussy Riot abusate ma non c’è una parola su Bradley Manning, Julien Assange o sulle migliaia di manifestanti di Occupy che sono stati gasati, presi a pugni e incarcerati durante le proteste dello scorso anno.

Le idee di queste persone non appaiono in prima pagina né come campioni dei diritti civili, come Khodorkovsky,  perché non sono ricchi e potenti e non hanno un servizio di propaganda per difendersi.  Sono invisibili. A proposito, avete mai sentito se le Pussy Riot, le tre stelle nascenti,  sono state sbarcate fuori da un penitenziario in una remota isola dove sono arrivate su una lancia o se sono state tenute sveglie per settimane ascoltando musica a pieno volume o spogliate e lasciate nude in una cella frigorifera, o alimentate a forza con un tubo di plastica spinto verso l’alto senza anestesia, e costrette a rannicchiarsi in ginocchio per  dodici ore di fila?

 Avete sentito parlare di questo?  Naturalmente, no.  Perché il “tiranno” Putin non tortura la gente che ha arrestato.

 Solo gli Stati Uniti trattano i loro prigionieri in questo modo,  e questa è un’altra ragione per cui i media devono parlare tanto di questa storia delle Pussy.  Dovrebbero parlare del trattamento terribile che subiscono i prigionieri in custodia statunitense, non tirare pietre contro Putin.  E questo vale il doppio per i procedimenti legali.

Che cosa hanno da criticare i giornalisti americani sul cosiddetto “processo spettacolo”  di Mosca, quando dei sospetti terroristi incarcerati a  Guantanamo non c’è nessuna prova?   Ci avete pensato?

A Guantanamo non hanno nessun  diritto , non hanno diritto a comparire davanti a un giudice, non hanno diritto ad una giuria di loro pari, non hanno diritto di dimostrare la propria innocenza.                                    Zero libertà nella “terra degli uomini liberi”.

Ma i giornalisti ben informati che seguono il processo Pussy non  pensano  che vale la pena di parlarne nemmeno per un  paragone.  Non è che vi sembrerà un po’ strano?

Ora  c’è una clip di Spencer Ackerman per la rivista Foreign Policy: 
 
”Pussy Riot  è – per prendere in prestito le parole di Clash per un secondo – l’unica band che conta.   Quello che decideranno i giudici quasi non ha importanza.  Le tre ragazze di Pussy Riot  – un  esplosivo, odioso incrocio tra una band  e un gruppo di dissidenti russi anonimi – hanno, in un certo senso, già vinto il loro processo farsa  a Mosca. Ogni giorno che va avanti il loro processo per “atti di teppismo motivato da odio religioso”, richiamano l’attenzione internazionale per la repressione paranoica nella Russia di Vladimir Putin. “
 …Le tre ragazze non hanno fatto solo vergognare  Putin e incriminato il suo gangsterismo, ma hanno svincolato lel aspirazioni di una cultura di protesta globale. ” (” Il  Punk è  di nuovo una minaccia ” -Spencer Ackerman, Politica Estera).

Urrà per le “Pussy Riot” !       Boo per  “Vladimir Putin”!

Mai letto tante stupidaggini tutte insieme ?   Le Pussy  Riot  non sono Martin Luther King. (Mi dispiace darti la notizia, Spence.) Sono “utili idioti” in uno schema per buttare fango contro Putin.

Sapevate che Putin è probabilmente il leader politico più popolare nel mondo di oggi?  E ‘vero. Ha appena conseguito una schiacciante vittoria nelle elezioni presidenziali facendo un pieno del 63,6 % di voti, più di ogni presidente americano nella storia recente.  E, a differenza delle elezioni negli USA, le schede non sono state conteggiate da macchine di proprietà dei “corporate”  delle quali i proprietari possiedono un codice che non permette nessuna indagine pubblica sui risultati.

No, quella era una vera e propria elezione, dove persone di carne e sangue hanno votato e le loro schede sono state contate veramente.

Secondo Russia Today:  “L’organizzazione complessiva del processo elettorale e tutto  il sistema di monitoraggio hanno avuto un feedback positivo da parte della maggior parte degli osservatori indipendenti russi e internazionali.” 
 
 
 Naturalmente, i media statunitensi sostengono che il voto è stato truccato, ma questo perché l’uva è troppo alta.

La verità è che Putin è preso a calci in culo. Ma questo che cosa prova?  Dimostra che il popolo russo è troppo ingenuo o che i media occidentali diffondendo solo notizie false.

Allora, qual è quella buona?

Anche le elezioni dimostrano che la maggior parte dei russi non condividono le  opinioni delle Pussy Riot su Putin. La maggior parte delle persone non vuole  “far fare i bagagli a Putin “, come hanno detto le ragazze nella loro cosiddetta “preghiera di protesta”. E questo è comprensibile, anche perché Putin ha fatto aumentare  il tenore di vita alla maggior parte dei russi. Ha ridotto la povertà,  l’alfabetizzazione è migliorata, e ha ridotto della metà il numero di persone che vivono in estrema povertà.
La vita è meglio sotto Putin.   Non perfetta, ma migliore …  a meno che tu non sia un oligarca del petrolio, allora no.

Poi le cose sono abbastanza tristi. I media si sono ostinati  contro Putin da qualche tempo, da quando cioè ha contestato l’idea di un  mondo che dovrebbe essere controllato da “un solo centro di autorità”. (In un discorso a Monaco nel febbraio 2007).

Ai pezzi grossi di Washington non piace questo genere di discorsi.  Li turba perché  a loro non piace il modo in cui Putin critica la politica estera americana.  Ecco perché hanno mandato i loro giornalisti – cani da attacco –  a incriminare Putin come un “delinquente della KGB” o un “despota autocratico”, perché vogliono rimetterlo al posto suo.

Ciò che Washington vuole veramente è un cambiamento di regime. Vogliono un fantoccio simile a Karzai per sostituire Putin in modo che possano mettere le mani  (sporche) su tutto il favoloso petrolio e gas naturale.

Questo è quello che vuole veramente. Pussy Riot è solo un altro passo lungo il percorso.

Mike Whitney vive nello stato di Washington. E ‘un collaboratore di Hopeless: Barack Obama and the Politics of Illusion.. Può essere raggiunto a [email protected]

Fonte: http://www.counterpunch.org
Link : http://www.counterpunch.org/2012/08/08/the-pussy-riot-flap/
8.08.2012

Traduzione a cura NITUP per www.ComeDonChisciotte.org

Pubblicato da Bosque Primario

  • RicBo

    Articolo maschilisticamente idiota che vuole difendere l’indifendibile. continua la deriva penosa di questo ex sito intetessante

  • MartinV

    Riguardo all’intervento di Madonna, trovo su Repubblica l’ottima risposta del vicepremier Russo:

    Il vice premier Rogozin su Twitter: “Ogni ex prostituta cerca di dare lezioni di morale quando invecchia”

    maschilista, forse, ma un bel uno-due al volto della ricchissima popstar…

  • vimana2

    Propongo il gulag per Sting e Madonna….

  • MartinV

    No, per carità… le masse occidentali hanno bisogno di predicatori famosi e miliardari…

  • DaniB

    denudati anche tu RicBO, vai davanti una chiesa ed illuminaci sulle verita da difendere… ti prego salvaci tu… e cerca di farlo in modo femministicamente intelligente ovviamente

  • DaniB

    e soprattutto femministi!!

  • Sven

    Avanzano sempre Bono Vox, un po’ di indignati a comando italici ed europei e compagnia cantante.

  • Sven

    RiCBO, che ci vieni a fare su questo sito se non cogli il senso dell’articolo?
    Counterpunch è un sito abbastanza autorevole, almeno se devi denigrare un articolo cerca di argomentare..
    Oppure anche tu come le Pussy Riots sei finanziato da qualche ambigua ONG???
    No perché..dalle tue risposte sembra che o non hai capito il senso dell’articolo (ben più alto della vicenda delle fighette) oppure sei un po’ fazioso..

  • vimana2

    lol grandissima risposta!

  • vimana2

    Una soddisfazione ogni tanto ci vuole 🙂

  • DaniB

    Ottimo articolo che in modo semplice quanto efficace dimostra come molti avvenimenti di attualità nell’agenda dei principali media (occidentali) siano mosse strategiche orientate a destabilizzare i governi concorrenti (a quelli occidentali).
    I grimaldelli sono sempre quelli: libertà di parola, femminismo, protesta sociale contro (supposte) dittature… archetipi cinematografici ormai capaci di avvinghiare i sistemi perifierici (le pance) delle numerose anime belle (leggere primo commento) evitando allo stesso tempo la contestualizzazione ed il ragionamento critico.

  • ottavino

    Sting, Madonna e Danny De Vito… manca quell’altro balordo di Bono e si faceva poker!

  • Fabriizio

    ROGOZIN

    il padre che avrei voluto avere

  • albsorio

    La colpa piú grande di Putin è di non essere servo, aver contribuito a creare la borsa petrolifera indipendente iraniana, da dire poi che l’indice di povertá russo è simile a quello americano.

  • tania

    Ormai sono abituata a questi livelli quando leggo CDC , ma di fronte a termini come “prostituta” o “puttana” è d’obbligo ricordare un pizzico di psicoanalisi . Una delle poche cose che l’ignoranza reazionaria insegna subito ai bambini è il senso di colpa sessuale . Come è noto , questa inibizione morale contribuirà a renderli persone timide , paurose , ubbidienti : dei perfetti sudditi educati all’ordine autoritario . Questa è una delle ragioni per cui l’ideologia reazionaria è una tipica espressione dell’uomo orgasticamente impotente .

    PS : detto questo , con tutto il rispetto per Madonna , il mio cantautore preferito è Fabrizio De Andrè

  • vimana2

    Una domanda, ma tu credi a quella cagata chiamata psicoanalisi?

    Si vede, l’articolo parla delle stronzate contro Putin e di come viene ignorata la violenza delle forze dell’ordine in occidente…..nn nn andare da uno psicoanalista peggioreresti.

  • radisol

    Manco Putin fosse comunista e la Russia di oggi fosse ancora l’Urss …. ma non diciamo cazzate …. Putin è una merdaccia fascistoide e reazionaria così come lo sono tutte le articolazioni del potere in Usa, da Obama all’ultimo poliziotto ….. il fatto che Usa e Russia siano “concorrenti” su alcuni temi tra di loro non vuol dire che una entità delle due sia “cattiva” e l’altra “buona” e viceversa ….. nessuna particolare simpatia, da parte mia, per le Pussy Riots delle quali ammetto di sapere ben poco …. ma l’articolo iniziale trasuda maschilismo deteriore da ogni virgola …..

  • GioCo

    Tenendo conto, Tania, che non si può che essere d’accordo con te riguardo “il pizzico di psicoanalisi” che ci proponi, da Freud a Goebbels (che non era uno spicoanalista ma la sapeva lunga circa lo sfruttamento delle debolezze umane) abbiamo fatto qualche passo avanti socialmente parlando, e la situazione non è certo quella in cui è in pericolo “la morale” nei bambini. La situazione ora è un po’ più pesante.

    Non credo che questo articolo e le relative risposte saranno lette da giovani (me lo augurerei, dato che la media alternativa in giro è più vuota del mondo dei Simps e ha meno senso di Minecarft e rimane comunque entro in confini dei videogame, ben più pericolosi di qualche termine “sessualmente scorretto”) tantomeno da bambini, travolti come sono da stimoli che servono a farne delle bestie, secondo un percorso educativo ben collaudato in altre terre d’angolsassone cultura.
    Il Pop, come il Rock è stato il cavallo di battaglia delle prime proteste giovanili, quelle che in italia hanno sicuramente portato un benefico rinnovamento, accompagnato dalle prime rivoluzioni sessuali. Si è passati così in meno di vent’anni da non poter portare la gonna sopra il ginocchio, ad avere rapporti completi e liberi in discoteche e luoghi di vacanza. Come diceva mia nonna, che nonostante il suo passato non ha mai inibito sessualmente i suoi tre figli, “era troppo alla mia epoca in un senso, ma adesso è troppo nell’altro”. In altre parole, Tania, parlare oggi di “ignoranza reazionaria” dopo le lezioni di B. & Co., o del principe erede dei Savoia (che rappresentano Italiani discutibili, ma non certo “impotenti”) o ancora peggio pensare che sia ancora possibile coltivare il futuro dei giovani con “inibizioni sessuali” per l’uso di parole pesanti, mi pare poco sensato. Cerchiamo di rimanere ancorati alla reltà, Tania, e se una bambina ci chiede cos’è una Puttana, spieghiamogli chi è Madonna, che forse gli daremo qualche possibilià di difendersi e magari di allontanarsi dall’esempio di sta gente, con il rischio di ingrossare le fila delle ragazzine che si ammassano dietro i cancelli di Canale 5 o della RAI.
    Magari bastasse chiamarle puttane queste poverette, per poter restituire loro un po’ di dignità femminile. Ma non credo sia più il tempo, ne il modo.

  • tania

    Non ho capito se quel “ma non diciamo cazzate” sia rivolto a me … Se fosse , non ci siamo capiti , perchè sono d’accordo con te .

  • vimana2

    E’ talmente uguale ad Obama che difendi Obama ed i suoi giornalisti…..

  • bluerik3

    Grande

  • MartinV

    premesso che non ci trovo nulla di maschilista o sessista nell’articolo iniziale, salvo il nome della band che non l’ha scelto chi ha scritto l’articolo, credo che per Madonna e le neo star in oggetto, il termine prostituta vada considerato non nel senso propriamente sessuale… il richiamo al sesso è parte del loro mestiere, anche se quel che vendono non è il proprio corpo, bensì l’immagine artefatta di esso… nessun moralismo, per carità… il personaggio Madonna è maggiormente criticabile per l’acquisto di bambini che per le sue performances artistiche…

  • ws

    questa “campagna” dovrebbe minare la figura di putin dove ? qua nell’ ” impero del bene” tutto questo serve a poco .

    E quindi evidente che l’ obbiettivo mediatico e ‘ in russia , e sicuramente funziona tra i giovani “apprendisti borghesi” delle grandi citta’ che vanno a vedere i vecchi tromboni dello star system occidentale ..

    Ma per questi poi basta controllare bene se e come abbiamo evitato i tre anni di naja che in russia toccano a tutti gli altri che borghesi non sono e che se ne fregano delle “lezioni civili” della “madonna miliardaria”

    perche’ quando la vita REALE ti batte nelle gambe sparisce subito lo spazio di queste baggianate , qua come in russia

  • nuvolenelcielo

    “maschilisticamente”, lol. ma hai studiato per renderti così demenziale in ogni cosa che dici? grazie per l’intrattenimento visto che sembra di piaccia fare figure di M per la vuotezza insensata dei tuoi commenti.

  • yakoviev

    Ma non mi pare che sia stato Putin in persona a farle arrestare (per le imputate, strumentalmente o meno, ha chiesto mano leggera), né che siano state arrestate per quello che hanno detto contro di lui. Infatti le accuse sono “atti di teppismo, odio religioso etc.”. La questione riguarda , mi pare, il luogo e le modalità della performance, evidentemente la legge punisce coloro che interrompono o impediscono una cerimonia religiosa in chiesa. Dubito che se il presidente foste stato Tizio o Caio invece di Putin non sarebbe successo nulla.

  • nuvolenelcielo

    molto ben detto. Madonna dovrebbe limitarsi a cantare (cosa che non sa fare molto bene, ma meglio che parlare).

  • WarezSan

    Ha ragione da vendere.

    Qui e’ pieno solo di segaioli che si divertano ad andare controcorrente rinnegando tutto quello per cui (a parole) avrebbero fatto fuoco e fiamme.

    Articolo penoso.

    E voi ancora piu’ penosi.

  • nuvolenelcielo

    quindi tutta la sinistra italiana è reazionaria, visto che le uniche emozioni che la smuovono sono le vergogne e gli imbarazzi…

  • nuvolenelcielo

    WarezSan chi? abbi il buon gusto di infilare 2 frasi in fila con un minimo di connessione logica e spiegare la tua posizione sulla strategia mediatica occidentale o russa. Almeno ricbo ogni tanto ci prova a infilare qualche ragionamento, e anche se non ci riesce molto bene almeno ci prova… Tu prima di dare del segaiolo alla gente fai lo sforzicino di giustificare il tuo sdegno contro chi non partecipa alla pussy riot mania, fissa sulla prima pagina di google news da un’eternità mediatica.

  • nuovaera89

    Ricbo ma non hai pensato di fare lo yankee??? 🙂

  • Santos-Dumont

    Basta farsi un giretto sul sito dell’UAAR [www.uaar.it] per avere una prospettiva un pochino differente.
    Whitney invece pare non avere niente da dire sulla deriva clericalista in Russia, inclusa la reintroduzione dell’ora obbligatoria di religione, sui privilegi ai boss, pardon, religiosi ortodossi, etc.

  • Santos-Dumont

    É talmente ovvio! Quoto.

  • nuovaera89

    Articolo condivisibile al massimo, se dovessimo processare mediaticamente tutto quello che fa la NYPD e quello che succede nelle carceri americane dovrebbero processare Obama per crimini contro l’umanità. Quanto sono nauseanti questi media occidentali, almeno cambiassero ogni tanto sceneggiatura, sono monotoni.

  • WarezSan

    Perche’ non vai in Corea del Nord a manifestare il tuo assenso?

  • albertoparise79

    In qualsiasi paese al mondo le “pussy riot” sarebbero state messe in galera.
    Dopo tutta una lunga serie di atti vandalici (tipo ribaltare le auto della polizia), film porno fatti al nono mese di gravidanza dentro ad un museo aperto, farsi scudo con i propri bambini e neonati, sono andate nella chiesa più importante di Mosca a fare quella pessima messa in scena.
    In realtà le autorità sono state anche troppo pazienti.

    Purtroppo queste buffone in cerca di fama e baldoria fanno solo del male ai seri attivisti che combattono per le libertà democratiche in Russia.

    Siccome mia moglie è di Mosca, conosco molto meglio la situazione di come ce la fanno sembrare qui.

    Oltretutto le spacciano come una band ossia un gruppo musicale, ma non lo sono. Sono una specie di collettivo che fa azioni dimostrative superando molto spesso il limite del pudore.

    Chi scrive non è contro la pornografia, anzi, sono iscritto al movimento anticlericale italiano e non sono certo un perbenista, ma ci vuole anche il rispetto per la fede e per le persone.

    Con dei figli piccoli o al nono mese di gravidanza fareste lo stesso? Se vostro figlio si comportasse così ne sareste fieri e difendereste le “pussy riot?”

    Faccio notare che loro stesse si vergognano anche di tradurre il nome del gruppo in russo. Mi viene da pensare che siano manipolate in qualche modo o sotto l’effetto di grandi botte di droga, altrimenti non credo potrebbero spingersi a tanto.

    Non fermatevi alla dimostrazione nella Chiesa, andatevi a vedere tutte le puttanate che hanno fatto prima.

  • albertoparise79

    http://www.youtube.com/watch?v=qoj4IfiaNuQ

    Qui forse capite meglio che la buffonata della cattedrale è stata solo l’ultima di una serie (anche molto peggiore) di performance ridicole.

  • Jor-el

    Le Pussy Riot sono un gruppo punk e, ovviamente, fanno cose punk. Per quel che riguarda le loro posizioni politiche, sono liberissime di essere contro Putin e di fare le dimostrazioni pubbliche che vogliono. Secondo me si sta montando un caso che non esiste. Le PR non hanno “protestato contro Putin” più di quanto i Sex Pistols protestassero contro la Regina Elisabetta. Le PR hanno compiuto un azione punk di autopromozione, tutta rivolta ai media occidentali. Sono semplicemente a caccia di pubblicità, e allo scopo hanno seguito la vecchia lezione si Malcom McLaren (l’unico vero rivoluzionario nei Sex Pistols): “CASH FROM CAOS”. Allo stesso modo Madonna, solidarizzando con le PR, promuove se stessa e il suo ultimo tour. Il miliardario galeotto, da parte sua, ha fiutato l’occasione di presentarsi ai media occidentali come perseguitato politico. A nessuno degli attori coinvolti in questa vicenda frega niente di Putin, tutti sono a caccia di dollari e notorietà.

  • walterkurtz

    Ottimo commento

  • terzaposizione

    RicBo perchè non chiedi l’intervento della NATO per exportare democrazia e diritti della donna ai commentatori di CDC?
    Se serve il Casus Belli siamo in molti qui a volerti fare una visita di cortesia per Ferragosto.
    La tua kompagna è tornata con nuove rivelazioni dalla Siria? Ed il tuo amico profugo è a Guantanamo a prendere istruzioni?
    Ma levati di c..o radikal chic dottorando a vita .

  • radisol

    La “geopolitica” è una pessima cosa …. e non è affatto vero il detto “il nemico del mio nemico è mio amico” ….. nel caso di Putin rispetto agli Usa, poi non si può nemmeno parlare di “nemico” ma al massimo di “concorrente” …. ed anche se ho scarsissima simpatia per il tipo di “lotta” messo in piedi dalle Pussy Riots, certamente di tipo piccolo-borghese, tre anni per un flash-mob in una chiesa mi sembrano decisamente molti …. direi proprio troppi …. e questo senza che me lo debba venire a raccontare Madonna o Danny De Vito …. o la stampa Usa ….

  • DaniB

    Peccato ci sia qualcuno che concepisce fenomeni quali le PR come avanguardie di protesta sociale e cambiamento politico. Offendendo in aggiunta chi prova a spiegargli le cose.

  • DaniB

    applausi

  • DaniB

    Uaar: un portale dove i più ignoranti, schematici, bigotti, scientisti e suprematisti si trovano a cantarsela su quanto sono dotti, aperti, progressisiti, relativisti ed egalitari. Un tributo alla Neo-lingua ed i suoi ossimori.

  • Fedeledellacroce

    Warez.. per favore invece di offendere, che sono capaci tutti, cerca di dire cose sensate se ci resci: quale sito di informazione reputi degno di fede e nn un covo di segaioli?
    E cerca di rispondere, altrimenti fai la figura nn del segaiolo, ma del coglione.
    Marco

  • Pellegrino

    non trovo tali parole nell’articolo..di cosa stiamo parlando??

  • albertoparise79

    Le pussy riot non sono un gruppo punk. Sono un collettivo “artistico”. Qui in occidente continuano a sbagliare definendole un gruppo ma loro non fanno canzoni, tanto meno punk.

  • Tesnor

    Le ragazzine sono ignare della manipolazione mediatica a cui stanno partecipando da parte della solita oligarchia di topi di fogna ebrei sionisti, sionisti noachidi e sayanim giudaizzati, responsabili di decine di milioni di morti e due guerre mondiali… Sarebbero da stuprare in publica piazza e cose ben peggiori andrebbero riservate ai pupazzi del “mondo dello spettacolo” che hanno per soldi venduto l’anima a giuda e quindi a satana.. Che Dio salvi Putin dagli usurai come non ha fatto con lo Zar Nicola II….

  • nuovaera89

    Ma cosa c…o centra la Corea del Nord?? cosa centra con il discorso delle pussy rot con il caos mediatico provocato dai media occidentali nei confronti di Putin?? a te sembra manifestazione politica quello che hanno fatto queste ragazze?? AGGIUNGENDO l’elenco fatto di alberto? io non sono cattolico praticante ma di certo non vado ad esporre il mio pensiero dentro ad una chiesa con chitarre e canzoni stile we don’t celebrate Sunday! e sicuramente dopo tutte quelle cose fatte, in ogni stato del mondo sarebbero state arrestate (in america poi con il taser le avrebbero massacrate). Perché non vi mettete insieme voi e tutti i pro Usa Israel e ve ne andate ad invadete la Siria scatenando la 3 guerra mondiale?

  • ilnatta
  • consulfin

    non mi dire che all’ex petroliere non farebbe piacere la caduta di putin! Con Eltsin faceva soldi, con Putin fa la galera…

  • tania

    Capisco il tuo pensiero e in fondo anche “le lezioni di B. & C. e del principe erede di Savoia” sono dello stesso livello e stampo dei maschilisti di questo forum ai quali era rivolto il mio commento .

  • Jor-el

    Della situazione politica interna della Russia capisco poco io, figuriamoci Madonna! Il riccastro in galera sì, mi sa che è l’unico che ha dei motivi fondati per avercela con Putin. Ė evidente che sta approfittando del clamore mediatico suscitato dalle PR per atteggiarsi a dissidente.

  • Jor-el

    La risposta di Putin a Madonna, però è stata ottima. La cosa più punk di tutto il caso.

  • Skorpio_B3

    Ciao, scusa una domanda personale, apparentemente irrelevante ma x me molto importante x capire il discorso nel forum, tu RicBo 6 uomo o donna?
    X dimostrarti la mia onestà ti confesso subito che io sono un uomo ma bisessuale, sia attivo che passiva ed adoro il travestimento (sono una crossdress)!.

  • Skorpio_B3

    Le Pussy Riot le manderei 5 anni in un carcere maschile magrebino: così possono sfogare appieno tutti i loro desideri e la smetteranno di fare cazzate sovversive a casa loro agli ordini dei soliti paesi stranieri.

  • Santos-Dumont

    É vero o non é vero che in Russia hanno reintrodotto l’ora di religione obbligatoria, alla faccia della libertà?!
    Che mi dici in relazione al fatto che le autorità hanno un occhio di riguardo in relazione a certi privilegi dei religiosi ortodossi: Russia, cresce indignazione per privilegi e lusso della Chiesa ortodossa [www.uaar.it]?
    … addatorná Baffone! 😀

  • Santos-Dumont

    Sieg Heil!
    CDC é diventato una combriccola di cavernicoli di destra?!

  • Santos-Dumont

    Purtroppo anch’io vedo segnali preoccupanti.

  • Santos-Dumont

    Finalmente un commento sensato! Anche se non concordo pienamente, penso che a prescindere dalle intenzioni biecamente commerciali delle PR, in Russia sia in corso una deriva clericalista [www.uaar.it] giá da tempo. Che poi i rossbruni entrino in agitazione, é nell’ordine delle cose… 😉

  • Santos-Dumont

    Quoto.

  • Santos-Dumont

    Era talmente buono, che ho quotato due volte, 😀 😀 😀

  • Jor-el

    Sarà, ma a me questa sembra una canzone. Punk. http://www.youtube.com/watch?v=CZUhkWiiv7M&feature=related

  • radisol

    A parte che le Pussy Riots sono ucraine e non russe ( ma forse qualcuno dovrebbe spiegare a questi cavernicoli che l’Urss non c’è più e che Putin è più fascistoide che “comunista”) ricordo che le Pussy ( che pure, come ho già chiarito non amo) sono venute pure qua a protestare contro il governo Monti ed ovviamente contro il Vaticano …

  • radisol

    E comunque “pussy riot” non vuol dire “figa riottosa” bensì “la rivolta della figa” …. almeno un pò di correttezza nell’uso dei termini ….