Jonh Bolton auspica lo stanziamento di truppe USA a Taiwan

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

L’ex Consigliere per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti John Bolton si è lasciato andare ad affermazioni molto pesanti sabato 16 aprile, durante il Global Taiwan National Affairs Symposium.

Nel corso dell’evento organizzato da realtà che vogliono che l’isola si dichiari formalmente una nazione sovrana, nel quale erano tra gli oratori anche alti funzionari taiwanesi, tra cui il presidente Tsai e il vicepresidente William Lai, Bolton ha dichiarato che Taiwan dovrebbe aumentare la sua cooperazione militare con gli Stati Uniti e iniziare a ospitare le truppe americane sul suo suolo, come ha fatto prima del 1979.

Gli Stati Uniti infatti hanno mantenuto una presenza militare a Taiwan tra il 1950 e il 1979, con ben 19.000 truppe schierate durante il periodo. Successivamente, con Nixon prima e Carter dopo, gli USA hanno deciso di riconoscere formalmente la Cina, mantenendo tuttavia relazioni diplomatiche, commerciali e militari informali con Taipei, anche garantendo la presenza di alcuni militari come addestratori e consulenti, così come le guardie presso l’American Institute in Taiwan, l’ambasciata statunitense de facto. La presenza di personale militare statunitense a Taiwan è stata a lungo un segreto, anche se lo scorso ottobre il Presidente taiwanese Tsai Ing-wen ha svelato apertamente la loro presenza sull’isola.

Sia Washington che Taipei dovrebbero aumentare le spese militari per la difesa dell’isola, ha insistito Bolton, aggiungendo che lo stazionamento formale delle truppe americane potrebbe essere parte di una soluzione alla minaccia della Cina, schieratasi con la Russia nel conflitto ucraino.

Bolton, che è visto come uno dei funzionari più spregiudicati d’America, ha a lungo sostenuto il rafforzamento della presenza americana a Taiwan e l’adozione di altri passi verso ciò che egli descrive come un deterrente per una Cina aggressiva. Secondo la rivista Foreign Policy, è riuscito a far passare un aumento delle truppe a Taiwan quando era Consigliere dell’amministrazione Trump. Questa politica è stata continuata dal presidente Joe Biden.

Bolton ha anche elogiato l’alleanza AUKUS tra Stati Uniti, Regno Unito e Australia,  suggerendo che il Giappone dovrebbe unirsi per garantire un maggior controllo della Regione indopacifica.

Massimo A. Cascone, 18.04.2022

Fonte: https://www.taipeitimes.com/News/front/archives/2022/04/18/2003776781

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
3 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
3
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x