Israele impone il Green pass anche per i bambini sopra i 3 anni

Israele ha esteso l’utilizzo del Green pass anche per i bambini dai 3 ai 12 anni, finora esclusi dall’uso della certificazione.

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Riportiamo una notizia di Tgcom24 che è ennesima conferma del fatto che il governo israeliano ha abbandonato completamente il nazionalismo etnico-religioso che lo aveva contraddistinto negli ultimi anni per consegnare il suo popolo interamente e senza alcuno scrupolo alla sperimentazione del laboratorio bio-politico globalista. Mentre si estende l’obbligo vaccinale alla tenera età, già si stanno somministrando le terze dosi di Pfizer agli over 60. Israele è la prova schiacciante di come la “livella” globalista non faccia distinzione alcuna tra etnie, e non concederà, come aveva fatto nel Novecento, lo status di “primo mondo” a nessuna nazione: siamo tutti carne da macello, nessuno escluso.

Marco Di Mauro

Israele ha esteso l’utilizzo del Green pass anche ai bambini dai 3 ai 12 anni, finora esclusi dall’uso della certificazione. Lo ha annunciato il governo, spiegando che la misura entrerà in vigore dal 18 agosto. La decisione è stata adottata per evitare nuove chiusure legate alla diffusione della variante Delta. La certificazione si ottiene con il vaccino o con un tampone negativo, che dà diritto al pass per le 24 ore successive.

Inoltre, a partire dal 18 agosto, nei centri commerciali e nelle aree commerciali sarà reintrodotto il “Codice viola”: autorizza la presenza massima di una sola persona ogni sette metri quadrati.

In parallelo il governo ha approvato uno stanziamento straordinario per gli ospedali per rafforzarne subito le strutture. Secondo il premier Naftali Bennett “è infatti in atto una corsa fra il diffondersi della pandemia Delta e la campagna di vaccinazione. Dobbiamo tenerci pronti ad affrontare una situazione in cui si verifichi un aumento simultaneo dei ricoveri in tutti gli ospedali”.

“Dobbiamo guadagnare tempo – ha aggiunto – affinché la campagna di vaccinazione entri in azione”. Dal 30 luglio a mercoledì è stata somministrata la terza dose di vaccino Pfizer a 713mila over 60 che si erano vaccinati con due dosi oltre cinque mesi fa. Vanno invece a rilento le prime due vaccinazioni nelle fasce giovanili.

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
4 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
4
0
È il momento di condividere le tue opinionix