Home / ComeDonChisciotte / IO NON CI STO E PAGO LA MENSA DEI BAMBINI ESCLUSI

IO NON CI STO E PAGO LA MENSA DEI BAMBINI ESCLUSI

DI UN CITTADINO DI ADRO
ilmanifesto.it

Non dovranno rinunciare alla mensa scolastica i 40 bambini della scuola di Adro (Brescia), esclusi perché i loro genitori non avevano pagato tutte le rate. Anche se le Acli si sono offerte di aiutarli, il sindaco leghista Lancini pretendeva il pagamento del «pregresso». Ci penserà un anonimo donatore, che ha inviato questa lettera.

Sono figlio di un mezzadro che non aveva soldi ma un infinito patrimonio di dignità.
Ho vissuto i miei primi anni di vita in una cascina come quella del film “L’albero degli zoccoli”. Ho studiato molto e oggi ho ancora intatto tutto il patrimonio di dignità e inoltre ho guadagnato soldi per vivere bene.
E’ per questi motivi che ho deciso di rilevare il debito dei genitori di Adro che non pagano la mensa scolastica.

Nella foto: Santuario Madonna delle nevi, Adro (Brescia) A scanso di equivoci, premetto che:

– Non sono «comunista». Alle ultime elezioni ho votato per Formigoni. Ciò non mi impedisce di avere amici di tutte le idee politiche. Gli chiedo sempre e solo da condivisione dei valori fondamentali e al primo posto il rispetto della persona.
– So perfettamente che fra le 40 famiglie alcune sono di furbetti che ne approfittano, ma di furbi ne conosco molti. Alcuni sono milionari e vogliono anche fare la morale agli altri. In questo caso, nel dubbio sto con i primi. Agli extracomunitari chiedo il rispetto dei nostri costumi e delle nostre leggi, ma lo chiedo con fermezza ed educazione cercando di essere il primo a rispettarle. E tirare in ballo i bambini non è compreso nell’educazione.

Ho sempre la preoccupazione di essere come quei signori che seduti in un bel ristorante se la prendono con gli extracomunitari. Peccato che la loro Mercedes sia appena stata lavata da un albanese e il cibo cucinato da un egiziano. Dimenticavo, la mamma è a casa assistita da una signora dell’Ucraina.

Vedo attorno a me una preoccupante e crescente intolleranza verso chi ha di meno. Purtroppo ho l’insana abitudine di leggere e so bene che i campi di concentramento nazisti non sono nati dal nulla, prima ci sono stati anni di piccoli passi verso il baratro. In fondo in fondo chiedere di mettere una stella gialla sul braccio agli ebrei non era poi una cosa che faceva male.

I miei compaesani si sono dimenticati in poco tempo da dove vengono. Mi vergogno che proprio il mio paese sia paladino di questo spostare l’asticella dell’intolleranza di un passo all’anno, prima con la taglia, poi con il rifiuto del sostegno regionale, poi con la mensa dei bambini, ma potrei portare molti altri casi.

Quando facevo le elementari alcuni miei compagni avevano il sostegno del patronato. Noi eravamo poveri, ma non ci siamo mai indignati. Ma dove sono i miei compaesani, ma come è possibile che non capiscano quello che sta avvenendo? Che non mi vengano a portare considerazioni «miserevoli». Anche il padrone del film di cui sopra aveva ragione. La pianta che il contadino aveva tagliato era la sua. Mica poteva metterla sempre lui la pianta per gli zoccoli. (E se non conoscono il film che se lo guardino).

Ma dove sono i miei sacerdoti. Sono forse disponibili a barattare la difesa del crocifisso con qualche etto di razzismo. Se esponiamo un bel rosario grande nella nostra casa, poi possiamo fare quello che vogliamo? Vorrei sentire i miei preti «urlare», scuotere l’animo della gente, dirci bene quali sono i valori, perché altrimenti penso che sono anche loro dentro il «commercio».
Ma dov’è il segretario del partito per cui ho votato e che si vuole chiamare «partito dell’amore». Ma dove sono i leader di quella Lega che vuole candidarsi a guidare l’Italia. So per certo che non sono tutti ottusi ma che non si nascondano dietro un dito, non facciano come coloro che negli anni 70 chiamavano i brigatisti «compagni che sbagliano».
Ma dove sono i consiglieri e gli assessori di Adro? Se credono davvero nel federalismo, che ci diano le dichiarazioni dei redditi loro e delle loro famiglie negli ultimi 10 anni. Tanto per farci capire come pagano le loro belle cose e case. Non vorrei mai essere io a pagare anche per loro. Non vorrei che il loro reddito (o tenore di vita) venga dalle tasse del papà di uno di questi bambini che lavora in fonderia per 1.200 euro al mese (regolari).
Ma dove sono i miei compaesani che non si domandano dove, come e quanti soldi spende l’amministrazione per non trovare i soldi per la mensa. Ma da dove vengono tutti i soldi che si muovono, e dove vanno? Ma quanto rendono (o quanto dovrebbero o potrebbero rendere) gli oneri dei 30.000 metri cubi del laghetto Sala. E i 50.000 metri della nuova area verde sopra il Santuario chi li paga? E se poi domani ci costruissero? E se il Santuario fosse tutto circondato da edifici? Va sempre bene tutto? Ma non hanno il dubbio che qualcuno voglia distrarre la loro attenzione per fini diversi. Non hanno il dubbio di essere usati? E’ già successo nella storia e anche in quella del nostro paese.

Il sonno della ragione genera mostri.

Io sono per la legalità. Per tutti e per sempre. Per me quelli che non pagano sono tutti uguali, quando non pagano un pasto, ma anche quando chiudono le aziende senza pagare i fornitori o i dipendenti o le banche. Anche quando girano con i macchinoni e non pagano tutte le tasse, perché anche in quel caso qualcuno paga per loro. Sono come i genitori di quei bambini. Ma che almeno non pretendano di farci la morale e di insegnare la legalità perché tutti questi begli insegnamenti li stanno dando anche ai loro figli.

E chi semina vento, raccoglie tempesta!

I 40 bambini che hanno ricevuto la lettera di sospensione del servizio mensa, fra 20/30 anni vivranno nel nostro paese. L’età gioca a loro favore. Saranno quelli che ci verranno a cambiare il pannolone alla casa di riposo. Ma quel giorno siamo sicuri che si saranno dimenticati di oggi? E se non ce lo volessero più cambiare? Non ditemi che verranno i nostri figli perché il senso di solidarietà glielo stiamo insegnando noi adesso. E’ anche per questo che non ci sto.
Voglio urlare che io non ci sto. Ma per non urlare e basta ho deciso di fare un gesto che vorrà pure dire poco ma vuole tentare di svegliare la coscienza dei miei compaesani.
Ho versato quanto necessario a garantire il diritto all’uso della mensa per tutti i bambini, in modo da non creare rischi di dissesto finanziario per l’amministrazione. In tal modo mi impegno a garantire tutta la copertura necessaria per l’anno scolastico 2009/2010. Quando i genitori potranno pagare, i soldi verranno versati in modo normale, se non potranno o vorranno pagare il costo della mensa residuo resterà a mio totale carico. Ogni valutazione dei vari casi che dovessero crearsi è nella piena discrezione della responsabile del servizio mensa.
Sono certo che almeno uno dei quei bambini diventerà docente universitario o medico o imprenditore, o infermiere e il suo solo rispetto varrà la spesa. Ne sono certo perché questi studieranno mentre i nostri figli faranno le notti in discoteca o a bearsi con i valori del «grande fratello».

Il mio gesto è simbolico perché non posso pagare per tutti o per sempre e comunque so benissimo che non risolvo certo i problemi di quelle famiglie. Mi basta sapere che per i miei amministratori, per i miei compaesani e molto di più per quei bambini sia chiaro che io non ci sto e non sono solo.
Molto più dei soldi mi costerà il lavorìo di diffamazione che come per altri casi verrà attivato da chi sa di avere la coda di paglia. Mi consola il fatto che catturerà soltanto quelle persone che mi onoreranno del loro disprezzo. Posso sopportarlo. L’idea che fra 30 anni non mi cambino il pannolone invece mi atterrisce.
Ci sono cose che non si possono comprare. La famosa carta di credito c’è, ma solo per tutto il resto.

Un cittadino di Adro
Fonte: www.ilmanifesto.it
Link: http://www.ilmanifesto.it/archivi/commento/anno/2010/mese/04/articolo/2604/
14.03.2010

Pubblicato da Davide

  • grilmi

    Non dico tanto se unno su 20 fosse cosi il mondo sarebbe un bel posto dove vivere.

  • Rossa_primavera

    Questo cittadino di Adro ha compiuto un gesto nobilissimo e nel suo dissertare ha anche centrato il problema:probabilmente quelle 40 famiglie non erano tutte di persone indigenti,ma tra di esse vi erano
    anche probabilmente famiglie benestanti o famiglie che comunque potevano permettersi di pagare quegli 80 euro al mese magari se solo i
    genitori avessero rinunciato alle sigarette,a qualche telefonata col cellulare, o alla benzina per qualche gita.Gli unici ad avere una scusante valida per non pagare sono le famiglie i cui genitori sono disoccupati che sono una minima parte e a cui probabilmente l’amministrazione avrebbe potuto far fronte con un minimo esborso.Il problema e’, come al solito avviene in Italia,che si sono aggiunti una serie di furbetti del quartiere non disposti ad intaccare minimamente il loro tenore di vita per procurare un pasto ai propri figli.Il provvedimento poi non ha fatto discriminazione tra italiani,stranieri ed extracomunitari,come lascia intendere l’anonimo benefattore,ma solo tra chi pagava regolarmente e chi era in arretrato di anni.Del resto se un operaio padre di famiglia ha faticato per dare regolarmente alla mensa gli ottanta euro richiesti,perche’ deve ricevere lo stesso trattamento del signore che magari produce spumante in Franciacorta e non caccia gli ottanta euro solo perche’ si crede il piu’ furbo o in grado di fare qualunque cosa?
    In questo caso la colpa e’ dell’amministrazione inflessibile o del padre indegno?

  • Earth

    Questa persona ha delle gravi carenze di logica. Io non ci sto, col governo che ruba (di destra), dunque per i suoi errori paghero’ di tasca mia e ne sono fiero. Speriamo che anche tutti gli altri che votano a destra faranno la stessa cosa. Perlomeno e’ una persona responsabile…

  • Earth

    Ma queste sono tutte illazioni, per cortesia…

  • amensa

    ti ammiro, ignoto cittadino di Adro, perchè hai saputo fare un gesto degno di un uomo, e ti invidio, perche una banda di mascalzoni ti ha dato la possibilità di farlo.
    l’unica cosa incoerente che leggo in ciò che scrivi, è il tuo voto.
    come fai a sentirti ancora una persona degna di rispetto, dopo aver confermato la tua delega ad un individuo che sta tra quelle persone che tu , col tuo gesto, mostri la loro bassezza.
    tu hai ancora dei valori, ma hai dato una delega in bianco ad un uomo ipocrita, un uomo di potere per cui il potere oscura ognialtro sentimento umano, un uomo ch esi appoggia proprio a coloro che mostrano tanta disumanità. quel voto avresti potuto risparmiarlo !

  • amensa

    se vogliamo allevare sin da piccoli delle merde di individui, che si sentano superiori agli altri, quello della giunta è il metodo buono.
    d’altronde è degno di una lega , ignorante e cafona, incapace di risolvere i problemi se non con misure demagogiche e populiste.
    invece di togliere la mennsa ai bambini, provino a chiedere ai loro rappresentanti romani, perchè strangolano economicamente i comuni, per poi andarsi a far belli al bar della piazza e chiedere il “federalismo”.
    ipocriti !
    da una parte creano i problemi e dall’altra fanno finta di volerli risolvere, e i pesci abboccano !

  • Rossa_primavera

    Quando anche cio’ fosse vero,la colpa del padre min appare superiore
    e degna di essere maggiormente stigmatizzata.

  • Rossa_primavera

    Altro che carenza di logica,la contraddizione in persona,visto che critica
    ferocemente un metodo e poi vota la scuola di pensiero che genera quel metodo.

  • Rossa_primavera

    Per nulla:su un quotidiano locale hanno pubblicato alcuni nomi delle famiglie che non pagavano e le professioni dei rispettivi capi famiglia:
    leggendole ti stupiresti.

  • Earth

    Ah ok, allora ritiro tutto, mi diresti il nome del quotidiano?

  • Rossa_primavera

    Volentieri:il giornale di Brescia che,come abitante di una provincia limitrofa,ho il piacere di poter sbirciare ogni giorno.E il riferimento al
    produttore di vini non e’ affatto casuale.Capito cosa intendo?

  • amensa

    scusate l’OT, ma quando parlo di ignoranza leghista, non parlo a vanvera.
    guardate questa:
    http://www.youtube.com/watch?v=VtDw6dGo37s&feature=player_embedded

  • amensa

    ps. quando un ministro di fronte alla camera riesce a sostenere di aver ottenuto una riduzione del 120 % credo che dovremmo rimandare alle elementari non solo lui, ma tutti i presenti che non gli hanno riso in faccia.
    siamo proprio alla frutta, con questi coglioni !

  • TizianoS

    L’ignoto benefettore ha onorevolmente applicato in questo caso il principio anarchico-comunista, ma non credo che l’applicherà sempre; egli si terrà gran parte dei denari che ha guadagnato, e la sua generosità non intaccherà il suo patrimonio. Comunque ha fatto un bel gesto.

    Il problema vero è vedere se l’intera società sarebbe disposta al cambiamento radicale nella mentalità e nell’economia fino ad arrivare all’applicazione universale del suddetto principio, che suona così: “da ciascuno secondo le sue capacità, a ciascuno secondo i suoi bisogni”.

  • ottavino

    Poveretto. Gesto inutile.

  • Truman

    Per lunghi anni ho riflettuto sulla Chiesa cattolica e sul suo sostenere la “ragione” contro l’istinto.
    Non è molto diverso dal sostenere la “logica” di questi due qui sopra.
    La spiegazione di questo apparente paradosso, per cui a due commentatori appare illogico ciò che ad altri appare molto chiaro, era già evidente dai tempi di Aristotele: la logica non serve a nulla se si parte da premesse sbagliate. Se si pensa che l’egoismo sfrenato risolva ogni problema, non c’è logica o ragione che possa salvare dal disastro. E quelli che con tanto mirabile ingegno sostengono la ragione e la logica contro l’umanità, stanno semplicemente sostenendo un loro sistema di pensiero, sia esso l’ideologia leghista o quella cattolica.
    (Devo dire che, pur avendo la Chiesa millenni di colpe, una storia in cui quasi sempre ha appoggiato i potenti contro i deboli, già a definire “ideologia” il pensiero leghista mi viene da ridere, poi a confrontarla con il pensiero cattolico la sproporzione è immane. Eppure alcune logiche corrispondono).

  • Truman

    Narra un’antica leggenda ebraica che il mondo è ancora in vita, nonostante Dio avesse deciso di distruggerlo a causa delle tante infamie perpetrate dagli umani, perchè tutto sommato al mondo c’erano trenta giusti e, guardando con attenzione, per quei trenta giusti il mondo meritava di esistere.

  • materialeresistente

    Ma piantala per favore.

  • Nemesi

    GLI ETERNI GUARDONI

    Quanta ideologia da strapazzo, leggo in questo post.
    Il gesto fatto dal Signore di Adro potrebbe forse definirsi paternalistico, ma quella persona si è messo le mani in tasca e le ha protese verso chi aveva bisogno, senza intenti pubblicitari e senza che nessuno gli chiedesse nulla!
    Ora si legge che il signore che ha fatto quella donazione è una persona contraddittoria, che ha “carenza logica”….un “poveretto”.
    Io non si chi sia quella persona, ma ho il sospetto che i poveretti siate voi.
    Sono sicuro che quel “tizio” povero non è, non lo è di sicuro dal punto di vista economico e non lo è dal punto di vista morale.
    Criticate quella persona solo perché ha avuto successo nella vista ed è stato capace di dare, a tutti, una lezione di vita.Voi siete quelli che non hanno mai fatto nulla.
    Quelle persone che quando c’è da impegnarsi lasciano andare avanti gli altri, salvo se questi hanno successo, di voler salire sul carro dei vincitori al pari di quelli che se la sono combattuta.
    Pronti a irridere gli sconfitti, da consumati lustrascarpe, vigliacchetti.
    Ho l’impressione che voi siete quelli che non hanno mai preso l’iniziativa…. che non si sono mai messi in gioco, perfino le persone che hanno provato e che hanno fallito stanno una spanna sopra di voi.
    Voi siete i mediocri, quelli che vorrebbero che tutti fossimo uguali, guadagnassimo uguali, che andassimo perfino vestiti in modo uguali….ma io vi dico che non siamo affatto uguali.
    Non saremo mai tutti uguali, ci saranno sempre le persone che hanno più sensibilità artistica di altri, le persone che hanno più cultura degli altri, le persone che saranno più ricche di altre.
    E’ vero che molti nascono con la camicia e ci sono tanti furbetti, ma molte persone si sono fatte con le proprie mani, con tenacia, sacrificio e dedizione.

    Se in questo paese vi fosse un po’ di sana informazione si sarebbe dovuto scatenare un puttiferio, del come sia possibile che dei bambini vengano mortificati, perché non sono state pagate le rette per la mensa, si è voluto colpire i genitori attraverso i figli, senza voler capire il perchè di quelle rette non pagate e questo è da galera (morale).

    In un paese con 800.000 auto blu dove ognuna costa almeno 4000 euro all’anno, per un paese dove il 20% delle tasse è evaso, per un paese con più di QUATTRO milioni di dipendenti pubblici di cui almeno 1.500.000 in chiaro esubero (e stanno sempre a frignare e a lamentarsi), in un paese dove si ruba di tutto e di più, dove c’è gente che è andata regolarmente in pensione a 37 anni!!!! Facevano lavori altamente logoranti…dicevano….

    Dal punto di vista della coerenza quel signore ha di sicuro sbagliato, bisognava applicare la famosa legge di “Guai ai vinti” e magari ridersela perché alcuni padri e madri di famiglia non sono capaci neanche di tirar fuori 80 euro al mese, per far mangiare il loro figli!!!!
    Bisognava applicare la morale in voga al sud italia di “comanda e fotti”,
    oppure il detto romano per eccellenza “…che m’e frega non son caz’i miei”,
    o il detto alla lunbard “che andassero a lavurà”
    ……è proprio vero quel signore di Andro è un poveretto illogico che proprio non ha avuto coerenza!!

  • MATITA

    Hai stusiato e hai letto molto,quindi sei colto e informato.
    Mi chiedo però cosa tu abbia letto se poi al momento opportuno ti schieri ancora e vai a votare Formigoni (lui o qualsiasi altro di di destra,di centro ,di sinistra),costui rappresenta esattamente l’amoralita.l’affarismo il furbismo il clientelismo e l’ignoranza che tu condanni con la tua lettera e il tuo gesto.
    Formigoni è uno che toglie i soldi alla scuola pubblica,ormai allo sfascio economico,per darli a quella privata (tutte in orbita comunione e liberazione,tutte di quei perti che tu vorresti picchiassero i pugni per difendere la vera parola di Gesu e il suo insegnamento ma che in verita pensano a ben altro)
    Formigoni è quello che ti dice che la sanita lombarda è in attivo e funziona benissimo ,salvo poi accorgerti quando ne hai veramente bisogno di come non funziona bene e cosa ti costa in ticket…….potrei andare avanti ma credo che tu sia gia ben informato ma…….come tutti ti lavi la coscienza con un bel gesto ma poi difendi a spada tratta, con il voto ,esattamente i carnefici dei nostri figli,i carnefici del loro futuro.-
    Evidentemente il sistema costituito ti consente di vivere agiatamente e quindi megli topparsi il naso e lavarsi una tantum l’anima……in perfetto stile cristiano cattolico

  • ottavino

    Non c’è niente al mondo di più satanico di un filantropo. Il filantropo è realmente l’incarnazione di Satana. Colui che vuole fare del bene andrebbe messo in galera. Il mondo deve ritrovare la sua realtà, quello è il problema. Viviamo in un mondo dove tutto deve essere dato, tutti devono essere ricchi, i bambini devono studiare, i laureati devono trovare un lavoro, ecc. Questa è totale follia. Il mondo deve semplicemente essere quello che è. Se siamo poveri, bene, allora che si sia poveri. Se non c’è lavoro, bene, che non si lavori. L’errore di base sta nello sforzare tutto il sistema per permetterci quello che non dovremmo permetterci. In quest’ottica il tipo della donazione, è certamente un poveraccio.

  • ottavino

    Se tu caro Truman, desideri essere “buono”, non sei messo bene. Non si deve voler essere “buoni”. Si deve voler essere reali, veri, autentici. Conseguentemente anche la società non deve essere “buona”, ma deve essere reale, vera, autentica.

  • MATITA

    in concreto per canmbiare le cose voi grandi moralisti a parole cosa fate?
    Cosa fate se al momento di votare ancora leggittimate il formigoni di turno con il vostro voto?Se li legittimate con il voto ,perchè vi sono comodi, poi non potete contestare il sistema barbaro,speculativo,amorale.indegno,squallido,arrogante che abbianmo messo in piedi in questo nostro civile occidente……la civilta è parola grossa e ben diversa dal significato comune che le attribuiscono le persone…..
    riflettete e smettetela di ingozzarvi di tutto come porci…….salvo poi fare i moralisti

  • Rossa_primavera

    Unicuique suum tribuere e’ un principio del diritto romano non e’ egoismo,che trova riscontro nell’evangelico date a Cesare cio’ che e’
    di Cesare,il punto di contatto tra le due correnti:in altre parole chi fa di piu’ merita di piu’ e mi sembra piuttosto logico.

  • Rossa_primavera

    Ottima analisi e ottima osservazione:ne terro’ conto.

  • patmar111

    Dacci un nome, che non ci faccia ridere però, e diventerà il nostro Messia.

  • Earth

    Si certo, ho capito. Grazie della informazione.

  • Tonguessy

    Dio avrebbe dovuto almeno chiedere: sta bene a voi trenta giusti di vivere per poter poi lasciare che gli infami partoriscano generazioni di infami che porteranno discriminazioni, ingiustizie, sfruttamento, morte per fame e guerre e così via o preferite immolarvi per lasciare tranquillo il pianeta?

  • Tonguessy

    Quindi è giusto che Formigoni sia al suo posto, visto che si è dato da fare più degli altri per imbonire l’elettorato. E’ logico. Ma è morale?

  • Truman

    Come già detto, ciò che per alcuni è logico, per altri è solo la difesa di un sistema di pensiero.
    Però mi piace il richiamo all’alleanza tra Chiesa e potere, che stona un po’ nel messaggio evangelico, ma rimanda alla genesi del potere temporale della Chiesa e spiega la sua millenaria persistenza.

    Cito da Il patto dimenticato [minimokarma.blogsome.com]:

    Se oggi esiste la Chiesa – anzi, se esistono le Chiese – è perché il cristianesimo si è proposto da subito come religione capace di accordarsi con il potere politico e di sostenerlo, come puntello dello status quo.

  • Rossa_primavera

    Diciamo che,piaccia o non piaccia,Formigoni e la lega hanno al nord un grande seguito popolare che si traduce in una valanga di consensi:questo li legittima a mio avviso a governare e lo trovo piuttosto logico.Sul fatto se sia morale o meno penso dipenda ovviamente dalla morale di chi giudica:ovvio che un comunista,ad esempio,non lo trovera’ molto morale,ma accadrebbe il contrario se a governare fosse un comunista e a dare il giudizio morale un elettore del pdl o della lega.

  • Truman

    Dice ottavino:

    Se tu caro Truman, desideri essere “buono”, non sei messo bene. Non si deve voler essere “buoni”.

    Non mi sembra di aver usato la parola “buono”. Io parlavo di giustizia.


    Si deve voler essere reali, veri, autentici.

    Su questo posso solo concordare. Il mio nome l’ho scelto con cura.

  • Rossa_primavera

    E non dimentichiamo che la Chiesa e’ la piu’ antica istituzione esistente al mondo.L’alleanza tra chiesa e potere non e’ in contrasto col messaggio evangelico:si tratta appunto di un potere spirituale,diverso da quello temporale,ma non necessariamente in contrasto con esso.
    Si ricordi a proposito la figura dell’imperatore del sacro romano impero che era considerato defensor fidei,racchiudeva in se entrambi i poteri.

  • Earth

    Mah, non mi sembra tanto difficile, la premessa del 21 secolo e’ che la vita di un essere umano non ha prezzo. Dunque possiamo dire che e’ meglio se hanno il cibo 5 persone su 5 piuttosto che 2 su 5, ne consegue che la cosa migliore (giusta) e’ quando c’e’ un beneficio per la maggioranza.
    Il problema sussiste, quando persone illogiche ti indicano come soluzione qualcosa di profondamente sbagliato e quando gli metti tutte le prove davanti ti negano l’evidenza.
    Poi se invece mi fai come premessa che la cosa migliore e’ il guadagno personale, allora e’ un altro ragionamento, che potrebbe avere i suoi perche’ come del tipo: la gente e’ stupida, chi non si sa elevare e’ giusto che venga sottomessa. Fatto sta che questa persona vuole il bene di tutti, ma non vuole cedere il suo status superiore (soprattutt economico, altrimenti non voterebbe a destra, mi pare non abbiano fatto alcun progresso morale), queste due cose, semplicemente non possono coesistere, infatti come diceva rossa primavera, e’ una contraddizione. Oppure tu conosci una via unificatrice? O un’altra premessa?

  • Earth

    “Evidentemente il sistema costituito ti consente di vivere agiatamente e quindi megli topparsi il naso e lavarsi una tantum l’anima……in perfetto stile cristiano cattolico”
    Splendido.

  • anonimomatremendo

    Se uno su venti fosse cosi vivremmo in una societá governata da tanti “Formigoni”…oooops,ma é quello che giá sta accadendo.

  • renatino

    Non è mica una novità se un privato fa un’offerta per qualcosa di cui se ne dovrebbe occupare lo Stato.
    Ormai si fan collette per tutto: ricerca, welfare ed etc. ma di sovvenzionare una mensa scolastica pubblica non lo avevo mai sentito.
    Massì che si continui con l’elemosina, che poi voglio proprio vedere come crescono quei bambini!
    PS.non credo affatto che uno con il proprio lavoro onesto possa arricchirsi!

  • anonimomatremendo

    Ma quale logica:é solo gretta propaganda.

  • anonimomatremendo

    Basta che un agiato signorotto getti l´amo della misericordia che (quasi) tutti abboccano.Che tristezza.

  • Eli

    In effetti c’è una cosa incomprensibile: questo signore colto, intelligente, generoso, che dice di amare la legalità e la giustizia, perché vota Formigoni, leader di Comunione e Fatturazione? O la sua intelligenza non gli consente di capire con chi ha a che fare, o s’identifica in una parte clerical-affaristica che non collima con i suoi ideali.

  • anonimomatremendo

    Proudhon era naturalmente portato alla dialettica. Ma non avendo mai compreso la dialettica scientifica, non giunse che al sofisma. Del resto, ciò derivava dal suo punto di vista piccolo-borghese. Il piccolo borghese esattamente come il nostro storico Raumer, dice sempre “da un lato e dall’altro lato”. Due correnti opposte, contraddittorie, dominano i suoi interessi materiali, e di conseguenza le sue opinioni religiose, scientifiche e artistiche, la sua morale, insomma in everything. È la contraddizione personificata. Se oltre a questo è, come Proudhon, un uomo di spirito, saprà subito giocar di prestigio con le sue proprie contraddizioni ed elaborarle, secondo le circostanze, in paradossi sorprendenti, chiassosi, talvolta brillanti. Ciarlatanismo scientifico e accomodamenti politici sono inseparabili da un tal punto di vista. Non resta più che un solo movente, la vanità dell’individuo, e allora, come per tutti i vanitosi, non si tratta più che dell’effetto del momento, del successo del giorno. Così si perde necessariamente anche quel semplice tatto morale che, ad esempio, preservò Rousseau da qualsiasi compromesso, anche apparente, con i poteri costituiti.

    (K. MARX, Lettera a J.B.Schweitzer, febbraio 1865)

  • Eli

    Bella citazione. Grazie!

  • dana74

    ma quanta mielina buonista da 4 soldi.

    Perché una tra le regioni più rosse d’Italia, ovvero la Toscana non da da mangiare a tutti i senza tetto che si possono apprezzare solo nella stazione di Firenze?
    Chiedete alla Ronda della Carità se tali poveri sono ricevuti da Renzi e Martini o se basta loro andare a chiedere ai vari circoletti Arci sparsi per tutta la regione, se ricevono tutta questa solidarietà ed assistenza che pare secondo il manifesto solo la Lega nega.

    Quando si dice bieca strumentalizzazione.

  • dana74

    poi beato lui che i quattrini ce li ha per fare il galante.
    Quella gente che stupidamente la paga la mensa, povera stupida paga anche le tasse quelle che poi vengono usurpate e scialacquate per regalie mafiose invece di finanziare un welfare per i non abbienti, a prescindere che siano bambini o meno.
    Ogni inverno muore gente perché non può pagare la olletta del riscaldamento, ma si deve contare sulla buona volontà di un benestante O LO STATO HA L’OBBLIGO CON LE TASSE DEGLI ABBIENTI DI REDISTRIBUIRE AI NON ABBIENTI?

    Articoli così sono pericolosi, perché oltretutto non si discute del principio base,
    E’ LA SOCIETA’ capitalista che PORTA A DISUGUAGLIANZA.
    Ma dare la colpa ad un partito E’ SEMPLICEMENTE COMODO E FA DA SCIACQUONE PER QUELLE COSCIENZE che sono complici con un sistema SBAGLIATO.

  • ottavino

    Ma infatti io ho messo un “se”. Se tu vuoi essere buono….comunque non importa. Quello che volevo dire semplicemente era che non ne posso più di questa gente che “vuol tirare fuori il sangue dalle rape”. Bisogna decidersi e decidere delle priorità. Lo stato si deve guardare in tasca e chiedersi: “Per cosa mi servono i miei soldi?”. Se ho dei soldi pago, sennò rinuncio a farlo…basta con queste storie del debito, di voler fare tutto e di più, di garantire tutto….occorre che onestamente ci guardiamo nelle palle degli occhi e stabiliamo delle priorità. Se viene fuori che lo stato non può avere i soldi per tutto, dovremmo rivedere le nostri appetiti, il nostro stile di vita…tutto qua. E’ idiota aspettare il filantropo di turno che ti salda il conto, ma che non risolve per nulla il nostro stile di vita da sperperatori….

  • maumau1

    ma non sanno che visto che votano lega sempre di più questo è solo l’inizio..
    non sanno che il vendicatore Bossi delle ruberie politiche ed amministrative
    appena diplomato dopo 3 bocciature al liceo ha fatto suo figlio l’ignurantun
    dirigente dell’expo a 15mila euro al mese e poi l’ha pure candidato..

    ma di che parliamo
    questi sono ladri come e più degli altri però pretendono di dar lezione..

  • amensa

    io metterei la mano sul fuoco, scommettendo sullla buona fede dell’ignoto donatore di Adro, e sulla reale intenzione di fare cosa buona e giusta.
    ma metto anche l’altra mano sul fuoco scommettendo sulla sua ignoranza (nel senso di ignorare) quelle che sono le conseguenze delle sue scelte. e parlo della sua dichiarazione di voto per Formigoni.
    forse per scarsa scolarità, o per incapacità di ragionare, o prporio per distacco dalle cose terrene,non si accorge , questo benefattore, ch eda una parte sostiene e legittima chi il problema di inciviltà lo causa, e dall’altra si commuove e cerca di rimediare.
    la sua intelligenza non arriva a collegare i due fatti, pover uomo.
    è secoli ch evediamo ripetere lo stesso giochetto.
    creare tanti poveri derelitti per poter fare tante opere di bene !
    UNA VITA DIGNITOSA è UN DIRITTO DI OGNI ESSERE UMANO.
    questo dovrebbe venir stampato su ogni edificio pubblico, nella mente di ogni individuo, in ogni spazio che possa contenere tale scritta.
    forse poi, non ci sarà più la giustificazione del “non ci avevo pensato !”

  • amensa

    ps. e sono buono e non voglio pensare ad un livello di ipocrisia tale dal voler placare la coscienza dopo essersi reso conto di cosa aver fatto con il voto !

  • LAZZARETTI

    SOLITA SOLFA.SOLITA STRUMENTALIZZAZIONE.SOLITO BUONISMO.
    I BAMBIBI SONO INNOCENTI, I GENTITORI NON SO.
    GENITORI CHE NON PAGAVANO LA RETTA DA 2 ANNI,
    CHI CI ASSICURA CHE I GENITORI CHE NON HANNO PAGATO LA RETTA,
    SONO PIU’ POVERI DI QUELLI CHE HANNO PAGATO LA RETTA?
    VERGOGNATI MAUMAU1
    STRUMENTALIZZATORI…
    PRIMA DI APRIRE LA BOCCA, DOCUMENTATEVI…
    E NON MI DATE DEL FASCISTA O DEL RAZZISTA PERCHE NON LO SONO.
    SE SONO SU CDC E’ PERCHE’ DESIDERO IL BENE PER TUTTI,
    MA NON SOPPORTO LA MENZOGNA.
    RUGGERO

  • bluerik3

    Il cittadino di Adro è molto nobile, nel mio comune governato da FI qualunque famiglia, come la mia, che non superi un determinato limite isee, ha diritto alla mensa e al trasporto gratuiti per i propri figli
    Capita spesso che genitori più abbienti approfittino delle larghe maglie della scuola, per non pagare lo stesso. Poi li vedi sputtanare soldi in
    sigarette ed altro.
    Non so se la situazione cambia da comune e comune, comunque occorre un’amministrazione equa e interventista dei beni pubblici.

  • anonimomatremendo

    Prego.:)

  • catrafuse

    sottoscrivo il tuo commento.

  • FeraLupus

    Io dico solo GRAZIE.

    Grazie del gesto che mi consente di avere ancora una piccola speranza nell’essere umano.

    Grazie per avermi consentito di leggere le varie risposte nonché la presa di posizione di alcune famiglie di Adro… che mi hanno fatto riperdere quella piccola speranza.

    Grazie umanità per esser diventata talmente disumana da non riconoscere un tentativo di scuotere le coscienze.

  • maximilienrobespierre

    grande