Internet dai cieli d’Italia oscura le stelle e irradia il cancro – Il TecnoRibelle

III stagione de Il Tecnoribelle di Maurizio Martucci, una produzione targata ComeDonChisciotte.org

* * *

Arriva in Italia la connessione Internet satellitare a banda larga e alta velocità. “Spazio. I satelliti di Starlink oscureranno le vere costellazioni?” Titola Focus sollevando il problema su quelle finte, in orbita bassa a circa 500 km dalla Terra. “La luminosità della flotta di SpaceX che porterà Internet ultraveloce in tutto il Pianeta preoccupa gli astronomi: nei prossimi mesi potremmo ritrovarci con decine di luci artificiali visibili nel cielo notturno”. Si, è’ vero, ma la più grande preoccupazione, oltre detriti orbitali e sicurezza spaziale, in realtà è un’altra: l’Internet dal cielo, cioè il 5G dallo spazio, è infatti uno tsunami elettromagnetico senza precedenti di agenti possibili cancerogeni, radiofrequenze irraggiate dall’alto a cui nessuno, dal basso, potrà sottrarsene e trovare riparo, comprese fasce deboli e soggetti sensibili della popolazione come neonati, bambini, anziani, malati cronici e da sindrome ambientale, elettro-iper-sensibili, cardiopatici, portatori di pacemaker e apparecchi elettromedicali.

«Disponibile in Italia!», con una locandina pubblicitaria di Starlink scrive Elon Musk su Twitter annunciando l’imminente invasione del wireless dai cieli nostrani, «anche in luoghi nei quali l’accesso alla rete non è affidabile o non è disponibile. Internet ad alta velocità nelle regioni più rurali e isolate», lo spot promozionale per chiedere 30 giorni di prova soddisfatto o rimborsato, nessun contratto, poi 50 euro al mese d’abbonamento e altre 450 euro per il kit con hardware, installazione fai da te, antenna, router Wi-Fi, alimentatore, cavi e un supporto treppiede in cambio 124,39 Mbps di download, streaming in 4k, videochiamate, giochi online con gestione da un’App. “Ora scarichiamo file, riproduciamo Pandora, usiamo Zoom e non abbiamo nessuna latenza”, soddisfatto e gaudente testimonia Davide D. della provincia di Grosseto. Wow, che figata.

Si, ma…con quali autorizzazioni rilasciate dagli organi sanitari del Governo italiano? Con quale nulla osta, permesso o approvazione di sicurezza ambientale? Con quali garanzie per la salute pubblica nell’utilizzo di frequenze ubiquitarie nella sommatoria multipla e cumulativa di massicce flotte spaziali? E poi, quale responsabilità nella prevenzione del danno si è assunto il tycoon della Silicon Valley per invadere lo spazio sopra le nostre teste? Investiti 10 miliardi di dollari in infrastruttura tecnologica, la risposta è semplice. Niente e nessuna, sufficiente la promessa del vice-premier Matteo Salvini di porte spalancate a Palazzo Chigi  (“Elon Musk è un genio innovatore, non vedo l’ora di incontrarlo”) e l’incontro privato in Vaticano con Papa Francesco (“onorato di aver incontrato il Pontefice“).

Transumanesimo urbi et orbi, evidentemente quanto basta per una benedizione onnicomprensiva, così in Terra come nell’alto dei cieli.

* * *

Massimo A. Cascone, 13.02.2023

ISCRIVETEVI AI NOSTRI CANALI
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/@ComeDonChisciotte2003
CANALE RUMBLE: https://rumble.com/user/comedonchisciotte
CANALE ODYSEE: https://odysee.com/@ComeDonChisciotte2003

CANALI UFFICIALI TELEGRAM:
Principale - https://t.me/comedonchisciotteorg
Notizie - https://t.me/comedonchisciotte_notizie
Salute - https://t.me/CDCPiuSalute
Video - https://t.me/comedonchisciotte_video

CANALE UFFICIALE WHATSAPP:
Principale - ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
16 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
16
0
È il momento di condividere le tue opinionix