Il ruolo dei contatori elettrici nella sorveglianza di massa

Jerry Day
crimeandpower.com

Ci viene detto che l’Internet delle cose dovrebbe essere il nostro futuro, tutto è connesso, tutto genera dati. Ci viene detto che questo renderà in qualche modo le cose più convenienti; forse, ma la vostra comodità non è ciò per cui è stato creato l’Internet delle cose. L’Internet delle cose è stato creato in modo tale che le cose vengano associate al vostro nome. Quindi, osservando cosa stanno facendo le cose, si potrà vedere cosa state facendo voi. L’Internet delle cose sarà un organismo digitale vivente in cui potrete essere rintracciati in qualsiasi momento della giornata, osservati, identificati e trattati come un membro volontario di questo nuovo enorme database nell’etere. Ovviamente, l’Internet delle cose è un modo per il governo di assicurarsi che il vostro comportamento non costituisca in alcun modo una minaccia o, se lo è, per consentire loro di farvi, a breve, una visita che potreste anche non gradire.

L’Internet delle cose genererà su di voi più dati di quanti ne siano mai stati raccolti, e più dati avranno su di voi, più potranno prendere le vostre cose, più sarete in loro potere. Per molte persone questo è un concetto astratto, la raccolta di dati e quindi il loro l’utilizzo per tracciarvi, controllarvi e prendere i vostri soldi, in un modo o nell’altro. Si chiama monetizzazione dei dati. La gente non vi spia per divertimento, vi spia i per soldi. I vostri soldi. Vi mostrerò qualcosa che renderà questo concetto molto meno astratto. Potreste non preoccuparvi di essere costantemente monitorati ed identificati quando siete al lavoro, a fare shopping o in giro per la città, ma l’Internet delle cose arriverà in casa vostra, in modo che tutto ciò che farete nel vostro luogo più privato possa diventare un database per qualcun’altro.

Il governo e le aziende vogliono essere sicuri che voi non possiate disattivare il flusso di dati e interrompere la sorveglianza su di voi, quindi ne raccolgono una parte attraverso un dispositivo che non potete controllare: il vostro contatore elettrico. Le aziende che raccolgono grosse quantità di dati hanno scoperto una miniera d’oro: il vostro contatore della luce può essere potenziato in modo da fargli raccogliere tutta una serie di dati personali, di voi, della vostra casa. Con la semplice modifica di alcuni particolari dispositivi elettronici presenti nei contatori, stanno creando il programma di sorveglianza più invasivo e massiccio mai intrapreso nella storia. Immaginate di raccogliere le abitudini comportamentali quotidiane ed orarie di ogni famiglia nel mondo sviluppato. Lo streaming di dati in uscita dal vostro contatore non è comprensibile agli esseri umani, perciò le società di software stanno creando programmi speciali per trasformare questi dati nel vostro esatto profilo, per analizzare il vostro comportamento e costruire, passo dopo passo, un file molto dettagliato e rivelatore della vostra vita privata, minuto per minuto.

Questo software rivelerà le vostre abitudini personali, il vostro stile di vita e persino il vostro carattere personale, difetti compresi, in modo che quei dati possano essere ceduti a persone che vogliono vendervi, tassarvi, accusarvi e penalizzarvi per qualsiasi azione vi vedranno compiere tramite quei dati. Le aziende di servizi hanno bisogno di pacchetti software molto complessi per analizzare, con queste modalità, i dati dei propri clienti. Una delle aziende che compila questo tipo di software è ONZO, una società di software londinese. Il loro software è solo per le aziende elettriche, per aiutarle ad analizzare i dati personali dei propri clienti e trovare modi per sfruttare tali informazioni a scapito dei clienti stessi. Se siete preoccupati per una backdoor nel vostro cellulare, questa è una backdoor nella casa in cui vivete e questa backdoor è aperta tutto il giorno, tutti i giorni. ONZO ha realizzato un breve video promozionale per far sapere alle aziende di servizi quanto è bravo il loro software ad invadere la privacy dei loro clienti. Se lo ascoltate attentamente, potreste trovarlo un filino inquietante.

“Siamo la ONZO. Aiutiamo le società elettriche di tutto il mondo a costruire relazioni migliori con i propri clienti, a servirli in modo più efficiente e, per alcune di esse, anche in modo più efficace. Come lo facciamo? Prendiamo i dati sui consumi di energia da contatori e sensori intelligenti, li analizziamo utilizzando i nostri algoritmi brevettati e creiamo un profilo altamente personalizzato per ogni singolo cliente di queste aziende. Quindi contrassegniamo questo profilo con le principali caratteristiche comportamentali, attitudinali e di stile di vita che stiamo identificando. Identifichiamo persino gli elettrodomestici che vengono utilizzati nelle case. Infine, utilizziamo questo profilo personalizzato per fornire alle aziende tre cose:

1. App per il coinvolgimento dei clienti, che educano il cliente finale, creano livelli di fiducia e, in definitiva, riducono il turnover dei clienti;

2. Una descrizione dettagliata di ciascun cliente finale, che aiuta l’azienda a fornire servizi più appropriati e campagne di vendita altamente mirate;

3. La capacità di monetizzare i dati dei propri clienti fornendo un collegamento diretto ad appropriate organizzazioni di terze parti, in base al carattere identificato del cliente.

Quindi, da un sottilissimo flusso di dati sul consumo di energia, ONZO offre un valore commerciale significativo ad un prezzo inferiore a quello di una tazzina di caffè. ONZO, il cliente al centro dell’attenzione. “

Ovviamente, ONZO non è l’unica azienda a farlo. La raccolta di dati dalle abitazioni private è una nuova industria multimiliardaria. La nostra Carta dei Diritti proibisce questo tipo di indagini senza un ordine del tribunale o un esplicito consenso informato da parte delle persone spiate. Ma la ‘rete intelligente’ sta togliendo questa protezione e sarà quasi impossibile ripristinarla. L’attività di ONZO è fornire l’analisi dei dati necessaria per rivelare le vostre abitudini di vita personali ad estranei totali, in modo che possano sfruttarvi commercialmente e legalmente in qualunque modo riterranno più opportuno. Nel video, vengono bellamente trascurati alcuni punti importanti. Nel caso in cui non aveste capito bene le conseguenze di tutto ciò, esaminiamo una frase chiave verso la fine del fimato.

ONZO offre alle aziende elettriche la possibilità di monetizzare i dati dei propri clienti fornendo un collegamento diretto ad appropriate organizzazioni di terze parti in base al carattere identificato del cliente. Monetizzare significa guadagnare soldi con i vostri dati personali. In un modo o nell’altro, i soldi che ricaveranno, alla fine, saranno soldi vostri. Questo non è un programma per aiutarvi, questo è un programma per sfruttarvi, per trarre vantaggi dall’intima conoscenza di voi, forse anche per trovare qualcosa per cui incriminarvi. Stanno per monetizzare i dati che riguardano il vostro carattere, la vostra personalità, desideri, paure e segreti personali che non dovrebbero mai uscire dalla vostra casa. Stanno fornendo un collegamento diretto ad organizzazioni di terze parti appropriate, il che significa chiunque paghi per avere quei dati.

Gli piace dirci che i dati sono sicuri e non possono essere hackerati. Questa è una bugia, tutto può essere hackerato e, per quanto mi riguarda, chiunque metta un dispositivo di sorveglianza sul mio contatore della luce è un hacker. Non ho invitato nessuno di loro a registrare ciò che faccio all’interno di casa mia. Un collegamento diretto significa che le aziende, il governo, le forze dell’ordine e chiunque paghi per saperlo potrà avere in tempo reale i dati sui vostri consumi di energia. Quando accendete o spegnete un qualsiasi apparecchio, un qualsiasi dispositivo elettrico, le organizzazioni di terze parti lo sapranno in tempo reale, proprio mentre accade. Potreste ricevere una chiamata da un promoter che saprebbe che, proprio in quel momento, state facendo il bucato o che siete appena usciti dalla doccia.

Considerate un’ipotetica cliente di un’azienda elettrica, Susan Smith. Susan usa il suo asciugacapelli più volte alla settimana alle 18:30 circa. I dati personali mostrano che Susan ha due bambini piccoli, di tre e cinque anni. Con l’analisi dei dati sul suo stile di vita, tenteranno di costruire il suo profilo personale. I dati raccolti potrebbero far pensare che, visto l’uso serale dell’asciugacapelli, Susan potrebbe essere una festaiola, forse una bevitrice, e magari potrebbe trascurare i suoi bambini ed essere una madre snaturata.

Il software cerca di creare profili personali come questo partendo da qualunque tipo di dati in suo possesso. Non guarda solo che cosa succede, il software cerca di capire che cosa significhi. Ma questo è solo un giocare agli indovinelli computerizzato, in cui un’attività domestica perfettamente innocente potrebbe essere fraintesa per incriminarvi, o comunque farvi correre il rischio di un approccio indesiderato e inappropriato da parte di un estraneo. La realtà è che non deve importare a nessuno se e quando Susan usa il suo asciugacapelli. Ma, installando un contatore intelligente in casa sua, stanno raccogliendo innumerevoli dettagli privati sulla sua vita e questi dati rimarranno per sempre in loro possesso, e vorranno ricavare soldi da quei dati. Con un software analitico del genere, i vostri dati sono molto più rivelatori di voi, della vostra famiglia, della vostra vita personale, di quanto possiate mai immaginare.

Se si acconsente all’installazione di un contatore elettronico nella propria abitazione, si accetta di far parte di questo programma. State dando la possibilità che le vostre abitudini di vita personali e la vostra identità possano essere usate da estranei totali come armi contro di voi. Credo che nessuno, dentro la nostra casa, dovrebbe raccogliere dati sul nostro comportamento. Se siete d’accordo, troverete assistenza e risorse per opporvi e resistere a questo programma su www.freedomtaker.com. Scorrete verso il basso sulla home page e troverete prestampati di informativa legale per il rifiuto di questa sorveglianza gratuiti e scaricabili, che potrete inviare alla vostra società elettrica. Un altro sito Web per aiutarvi con informazioni e risorse è www.takebackyourpower.net.

Jerry Day

Fonte: crimeandpower.com
Link: https://www.crimeandpower.com/2019/12/18/the-role-of-utility-meters-in-mass-surveillance/
18.01.2020

18 Comments
  1. Vincenzo Siesto da Pomigliano says

    Ci mancava anche questa…. la prossima cosa sarà?

  2. Predator says

    Tutto molto interessante, ma in un prossimo futuro sarà realtà.
    Gli attuali contatori ENEL, non hanno sensori, per cui…

    Allora come ci si può difendere?

    Bisogna considerare sempre che +Tecnologia = +Controllo

    Ognuno può fare la sua scelta: vivere in modo + o – tecnologico.

  3. Il Topo says

    Siamo già oltre tutto questo. E inoltre questa è una strategia passiva, cioè che agisce, o reagisce, in base a un comportamento.
    Il vero obbiettivo è anticipare le nostre mosse, determinarle, orientarle, attraverso azioni indirette. Sapere cosa fare con noi prima, non durante, o dopo.
    Non è poi così importante sapere quali sono i segreti di una persona, che alla fine sono sempre più o meno quelli, ma capire come e dove agire per fare in modo di farla andare verso una certa parte, in un certo modo, ad un certo momento.
    Il trucco non è far sapere a tutti che si è spiati e ricattabili, generando psicosi e sospetti, ma farli sentire liberi e in grado di determinare scelte, economiche, politiche, militari… E questo non può essere accettabile.
    Siamo oltre il controllo, siamo nell’era della determinazione controllata.

    E poi…
    basterebbe un generatore di corrente alternativo, di qualsiasi tipo, staccato dal contatore, e si devierebbe il flusso dati in uscita.
    Invece, loro vogliono controllare il flusso dati in entrata per farci fare ciò che vogliono.

    Ma, un momento: non è quello che stanno già facendo? Coi dati, ok.
    Lo faranno con l’energia, coi servizi, togliendo e ridando flusso.
    E noi, come i cani di Pavlov, impareremo a ubbidire ai flussi.

  4. chimbi dfe says

    …e se uno decide di rinunciare al contatore? Visto che siamo in epoca di cambio di paradigmi… “Accussì sa’ pigghianu ‘nculu!” diceva Sollozzo. Non troppi anni fa sembrava fantascienza l’ idea di togliere la linea telefonica fissa. Al Capone diceva: “Se uno si mette contro di me, io mi metto contro di lui…” Questi mafiosi sì che sapevano campare…

    1. Holodoc says

      A Scampia i contatori è da un po’ che li hanno aboliti…

  5. Holodoc says

    Oggi ho ricevuto sullo smartphone la pubblicità di una agenzia di pompe funebri.
    Come fosse qualcosa che usi di più se la pubblicizzano.

    Ho cliccato sul tasto “per saperne di più” ed è venuto fuori che se ricevo pubblicità sgradite è perché ho scelto di non farmi profilare da Google. Praticamente hanno cercato di convincermi a farmi profilare confidando nella mia superstizione 🙂

    Roba da matti…

    1. Franca says

      A mio avviso hai ricevuto quella pubblicità per la recente discussione stimolata dal supremo Alceste.😂😂

      1. Holodoc says

        Possibile 😉

  6. Simone A says

    Come se ce ne fosse bisogno….. Smartphone, provider internet, telecamere del traffico, pagamenti elettronici e movimenti bancari, la massa di dati su un consumatore reperibile è di suo già enormemente più dettagliata! I consumi elettrici sono l’ultimo degli indicatori utili, solo interessanti per i venditori di energia.
    Articolo veritiero ma sensazionalistico senza motivi reali, al momento nel mondo è impossibile anche fare il santo eremita senza essere profilati, arrestati per vagabondaggio ed inseriti in comunità di recupero dai servizi sociali. Se nascesse un San Francesco d’Assisi oggi che fine farebbe? Riuscirebbe ad avere un suo Eremo delle Carceri o avrebbe solo le carceri (magari con cella imbottita)?

    1. Holodoc says

      C’è ancora chi pensa di sfuggire al sistema solo perché non vive in Cina… che ingenui…

  7. giovanni says

    cioè, se del marito di Susan si sono perse le tracce e se il suo gruppo misura di energia elettrica ha rilevato nel giorno della sparizione un carico induttivo di circa 400 w continuativo per 36 ore, ovvio che nel freezer c’è qualcuno…..

  8. Rossi Mario says

    Ok,ma l’alternativa qual’è?Se non accetti il contatore ti staccano la luce.Stessa cosa vale per lo smartphone,se non accetti quello che ti propongono,non lo accendi neppure.La cosa veramente geniale è che sei spiato e paghi tu per esserlo.

  9. Mario Poillucci says

    Epperò lo ”spionaggio” è double face! Sovente chi viene spiato spia a sua volta e allorquando ”spiano” alcune persone potrebbero verificarsi ”fenomeni pirotecnici”!! Una raccomandazione: tornate a telefonini arcaici! Non potrebbe rintracciarli neppure il padreterno!!!

  10. Il Topo says

    Lo spionaggio si divide in raccolta e in propaganda. Cioè sostanzialmente passivo e attivo. Si raccolgono informazioni atte a creare azioni di dissuasione, di condizionamento, di prevenzione.
    A me pare che l’istallazione di un semplice generatore non allacciato alla linea, e o l’uso di una bombola del gas, possano inficiare quanto asserito sopra.
    Molto meglio “collaborare” con lo spiato, che insospettirlo e, nei fatti, ricattarlo.
    Molto meglio farlo diventare un collaboratore, meglio se inconsapevole.
    La Tamburina.

  11. lady Dodi says

    Per noi che scriviamo qui non c’è bisogno di contatori elettrici, siamo come minimo, schedati. Di noi sanno tutto. Non chiudono Internet per questo, per i social.

  12. Il Topo says

    Parlo con mia moglie di cambiare la lavatrice…
    Bip bip… Ecco la pubblicità dei centri commerciali con le offerte sullo smartphone.
    Mi scappa un putt… Eva e bip bip… Vai di milfone in zona compiacenti. Che poi mia moglie… Ah ecco perché stai sempre a scrivere…
    E del contatore mi dovrei preoccupare?
    Ma Snowden non ha insegnato niente?

  13. Iacoz says

    Ma, non è che poi, rivolgendosi al loro sito, questi a loro volta “monetizzano e analizzano” i nostri dati…la mia è, e vuole restare una battuta.
    A dire il vero tutto quello che ho letto mi sembra, ancorché, inquietante, piuttosto ovvio.
    Anche se vedo una visione un po’ troppo complottistica quella di qualcuno che ti viene a suonare a casa perché non stai alle regole della società, a meno che, tu non stia seriamente complottando per rovesciare il governo, per sostituirlo con uno più a te più confacente, che poi magari si comporterà in maniera ancora peggiore…ma questa è una mia divagazione.
    La conclusione è che; o si torna ad una stile di vita rurale, o si cresceranno nuove generazioni culturalmente in grado di gestire queste nuove situazioni. Un po’ complesso in ogni caso!

  14. Galeazzo says

    Almeno con me questo Onzo avrebbe una G in più. Disgraziatamente il sottoscritto è per l’appunto il tipo di cliente che, se tutti fossero così, l’intero sistema mondiale crollerebbe in 4 giorni.

Comments are closed.