IL REDDITO DELLA GLEBA

DI ALBERTO BAGNAI

goofynomics.blogspot.it

Il gioco è assolutamente evidente e del tutto scoperto. A cosa serve nascondersi? Sanno che ci cascherete, come siete cascati nella trappola dell’euro, e che ci cascherete per lo stesso motivo: perché non volete fermarvi a pensare, perché qualsiasi sforzo intellettuale che superi la dimensione dell’appartenenza da curva calcistica è superiore, soprattutto adesso, dopo sette anni di crisi, alle vostre possibilità.

Qual è il gioco?

Ma è semplice! Barattare il diritto a un lavoro con il diritto a un reddito.

Lo chiamano reddito di cittadinanza, ma qui lo chiameremo reddito della gleba. Risparmieremo caratteri, e aderiremo meglio all’essenza del ragionamento. Così come la servitù della gleba legava il colono a un fondo, il reddito della gleba serve a legare i nuovi coloni al precariato. Ma se mi avete seguito fin qui (e soprattutto se avete seguito Quarantotto) non avrete certo bisogno che ve lo spieghi, lo scopo del gioco: in un mondo dove la totale libertà garantita al capitale determina uno schiacciamento dei redditi da lavoro e quindi un aumento della disuguaglianza e una traslazione della classe media verso il basso (come ho mostrato in L’Italia può farcela); in un mondo nel quale, stante il principio fondamentale della tutela ultra vires degli interessi dei grandi creditori (che non amano l’inflazione, se pure moderata), l’unico meccanismo di aggiustamento è la deflazione; in un mondo nel quale quindi la polarizzazione dei redditi indotta dalla deflazione sta creando una platea sterminata di poveri; bene: in questo mondo, il nostro mondo, si pone il problema di tenerli buoni, questi poveri…

Eliminiamo subito i discorsi inutili, che, chissà perché, sono i soli che ho visto sui media: “Quali sono le coperture, chi paga?” e via dicendo. Apro e chiudo una parentesi per constatare sconsolato quanto vi sia difficile capire l’ovvio: se i giornali insistono su una cosa, è evidente che la contraddizione principale non è quella. Nella monarchia assoluta della finanza i sudditi vivono nella galleria degli specchietti per allodole, e apparentemente ne sono lieti. Contenti voi… I soldi li troveranno, e questa è la parte apparentemente più dolorosa del ragionamento, tassando le vostre case e tagliando le vostre pensioni. Del resto, scusate, se voi foste il potere, cosa preferireste fare? Togliere soldi a chi non ha più la forza di andare in piazza per darli a chi ancora ce l’ha, o il contrario? Dai, su, non è difficile, e quindi l’aiutino non ve lo do. Ve lo darà la SStoria, se non vi svegliate, imbecilli!

Bene.

Ora che avete capito (se lo avete capito) che i soldi ci sono e sono i vostri, torniamo al punto, che è sempre il solito: l’euro come strumento della globalizzazione liberista nasce per creare deflazione salariale (questo era chiaro negli anni ’70, poi i comunisti hanno preferito pensare ad altro). Ora, si dà il caso che i salari siano la remunerazione della maggioranza, e quindi in democrazia questo sistema non potrebbe reggere. Si provvede allora in due modi:

1) impedendo al dissenso di esprimersi, con leggi elettorali adeguate (vedi alla voce: Italicum)
2) sedando il dissenso con una mancetta (vedi alla voce: reddito della gleba).

Le frumentationes, del resto, qui da noi hanno una tradizione lunga. Dov’è la novità?

Oggi, qui, in Italia, questa idea assolutamente nostrana la stiamo reimportando dalla potenza imperiale di turno. Il reddito della gleba viene spinto, in modalità marginalmente diverse, da due partiti/non partiti (forme “liquide”, o meglio “sciolte”, di organizzazione del dissenso, evidentemente finalizzate alla creazione di un sottoproletariato tanto digitalizzato quanto privo di coscienza di classe): la MMT e il 5 Stelle, i quali, per motivi assolutamente casuali (o causali?), hanno entrambi un collegamento più o meno esplicito con gli Stati Uniti.

(…peraltro, tutti ricorderete l’endorsement per il 5 stelle post-elezioni del 2013, fatto da quello che mi accusava di essere interclassista! Quanta pazienza ci vuole…)

Avete un’idea di quanti paesi ci sono al mondo? Il Fondo Monetario Internazionale riporta le statistiche per 189 di essi. Non tutti stanno benissimo, come facilmente immaginerete. Viene allora da chiedersi: “Ma com’è possibile che di tutti i paesi al mondo proprio l’Italia abbia avuto la sorte propizia di essere eletta per intraprendere un percorso di salvezza?” Sì, perché se voi googlate “MMT France” vi esce questo, se digitate “MMT UK” vi esce questo, se digitate “MMT Espana” vi esce questo, se digitate “MMT Portugal” vi esce questo… eccetera. E la risposta forse è nel caso, al quale, come saprete, attribuisco grande importanza, forse nel fatto che per stabilizzare l’euro, strumento della pax americana, occorre stabilizzare il paese politicamente più rischioso per la tenuta dell’euro, che resta l’Italia, sia perché ha dimensioni tali da far saltare un progetto nel quale ha solo da perdere, sia perché in Italia, a differenza che in altri paesi, c’è un dibattito.

Ma il reddito della gleba è il cavallo di battaglia di un altro movimento, dei nostri amici ortotteri, emanazione di una società di consulenza che qualche legame con la potenza egemone pare l’abbia avuto (del tutto casuale, non sono un complottista).

Il reddito della gleba al mondo della grande finanza fa comodo, è indubbio, come gli fa comodo (per ora) l’euro. E infatti i due movimenti pro-reddito della gleba non si sono particolarmente contraddistinti per la loro critica all’euro (con buona pace dei fessi che pensano il contrario, perché qualche furbo li ha indotti a pensarlo). D’altra parte qui lo abbiamo sempre detto che sull’euro gli ortotteri fingevano, che tutta la loro narrazione della crisi, basata su castacriccacoruzzzionedebbitopubblicobrutto era intrinsecamente liberista, peggio: oscargianniniana, e che quindi la loro opposizione all’euro non poteva che essere fittizia, perché quello che evidentemente nasceva come movimento di intercettazione del dissenso altrettanto evidentemente non poteva opporsi all’instrumentum regni del potere. Lo stesso discorso vale, a grandi linee, per la MMT, e anche questo lo abbiamo detto fin da subito.

Non solo questi movimenti non si opponevano in modo argomentato e deciso all’euro. Oltre a questo, pareva che facessero apposta a scegliere ogni e qualsiasi modo per buttare l’argomento in vacca, mettendo in serissima difficoltà chi stava facendo un lavoro serio. E oggi li ritroviamo, casualmente, insieme, nella difesa del reddito della gleba, cioè, in buona sostanza, nell’importazione in Italia del modello tedesco (ricordate? Ve l’ha detto!), ovvero delle riforme Hartz, delle quali i tedeschi non sono così contenti, dopo averne visto i risultati:

(spiegazione qui), modello che noi siamo comunque costretti a importare a causa del vincolo monetario, che costringe i paesi deboli ad applicare le politiche di deflazione salariale di quelli forti (non essendo più possibile isolare i rispettivi mercati del lavoro nazionali attraverso lo strumento della rivalutazione del cambio nei paesi forti).

Parto dal presupposto che chi attacca la Costituzione nata dall’antifascismo sia un fascista. Ai fascisti di ieri, di oggi, e di domani, ricordo qual è la linea del Piave:

Art. 4

La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.
Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

Art. 36.

Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa.

La linea del Piave è il combinato disposto di questi due articoli. Gli Italiani non voglio la mancia, vogliono un lavoro, perché è loro diritto averlo. Poi ci sono gli italiani, come quelli che hanno leso questo diritto prima favorendo la costituzione di un quarto potere monetario, e poi inserendo in Costituzione il principio economicamente insensato del pareggio di bilancio (via Fiscal compact), tradendo lo spirito della nostra Costituzione, come Quarantotto predica da anni, e profanando le tombe dei nostri poveri morti.

E questa, non le tasse che vi toccherà pagare in nome del “pikettiano” richiamo all’equità e alla solidarietà intergenerazionale (non a caso il nuovo filosofo di Treviri ha rilasciato un’intervista doppia con quello che in Italia sarà il suo braccio armato), questa è la parte più dolorosa di tutta la storia: il tradimento.

Ah, naturalmente la stragrande maggioranza dei traditori della nostra Costituzione era nell’attuale partito di maggioranza relativa, bello compatto nel votare il Fiscal compact. E siccome natura non facit saltus, ieri Quarantotto mi faceva notare che il PD, che era partito da posizioni come questa, oggi, in nome dell’Europa (che, non a caso, per i piddini coincide con l’euro) sta diventando possibilista: confrontarsi su questo tema è giusto, dice Poletti, che poi è quello che vorrebbe far lavorare gratis i vosti figli nelle sue cooperative, salvo errore.

Chiaro, no?

Sull’euro non è giusto confrontarsi, QUINDI diventa giusto farlo sul reddito della gleba.

Così, dopo MMT e ortotteri, un terzo movimento che ha il suo riferimento ideologico se non proprio negli Stati Uniti, in un posto ad essi piuttosto vicino, il PD, si aggiunge alla lista degli utili idioti della finanza internazionale il cui scopo è quello di scardinare le costituzioni socialdemocratiche, certo non per cattiveria d’animo, ma perché, semplicemente, a loro conviene che sia così. Ed avendo loro il controllo dell’informazione, non gli sarà difficile credere che quello che stanno facendo lo stiano facendo nel vostro interesse.

In altre parole, farà er Bomba ora, se è furbo?

Si farà lui campione del reddito della gleba, mantenendo con il PD finto (i nostri ortotteroni cari, che nel 2015 devono ancora farsi un’idea sull’euro) dei margini di finta dialettica, ma appropriandosi di corsa di un’idea che gli permetterebbe di consolidare un consenso che ovviamente non poteva restare al 40% fasullo delle europee (drogato da una campagna elettorale grillina particolarmente inefficace). Ringrazio Quarantotto per questa intuizione: quanto sia fondata lo vedremo presto, ma personalmente temo lo sia, se è vero che, come dice Di Maio, per tre punti passa una sola retta.

Non è mica una rilettura della geometria euclidea!

Tutt’altro.

È una fine analisi politica.

La retta della finanza internazionale passa per questi tre punti:

1) difesa dell’euro (o meglio ancora critica fasulla), inteso come punto culminante della piena liberalizzazione dei movimenti di capitali (utili idioti disposti a difendera se ne trovano a mazzi, come ormai avrete capito);

2) adozione di una legge elettorale liberticida;

3) reddito della gleba (perché comunque i poveracci non puoi solo bastonarli, altrimenti poi lavorano male).

Come al solito, sarà la Bce a tracciare il solco, e il PD a difenderlo. Naturalmente, in nome del “ce lo chiede l’Europa“, della difesa della vedova e dell’orfano, e con toni politicamente corretti. Aspettiamo lieti gli interventi degli influencer dell’OCSE. Scommettiamo che fra qualche giorno cominceranno a preoccuparsi della crescita della povertà? E quali ricette proporranno? E quando succederà, crederete a me e a Quarantotto?

No.

Perché se non foste dei boccaloni non saremmo nell’euro.

E ora scatenatevi, plebaglia! Nell’attesa che l’imperatore vi getti un pugno di sesterzi dal balcone, vi concedo questa libertà…

Alberto Bagnai
Fonte: http://goofynomics.blogspot.it
Link: http://goofynomics.blogspot.it/2015/06/il-reddito-della-gleba.html
4.06.2015
107 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Tao
Tao
4 Giugno 2015 16:52

Ha abbastanza ragione Bagnai. Quindi presumo che sarà linciato, la gente è sempre il miglior alleato del proprio carnefice, che da tempo ha imparato a vestire di “buoni propositi” ogni abuso o fregatura, trovando sempre masse di paladini a sostenerle con entusiasmo. -Un’altra cosa che faranno sarà la riduzione progressiva del contante fino a farlo sparire. Anche lì con il buon proposito della “corruzione, dell’evasione, della mafia…” con torme di entusiasti che lo saranno un po’ meno quando i provvedimenti glieli faranno semplicemente e direttamente via c/c, senza che lui possa fiatare, o quando (più avanti) se protesterà un po’ troppo per qualunque ragione (politica, sociale, religiosa, ecc…) glielo bloccheranno. -Non vedo cosa c’entri il fascismo con queste cose. Con altre magari sì, ma con queste del lavoro… Avevano la Carta del Lavoro quelli, dal 1927, e per quei tempi era non poco…. Fu abolita poi nel 1945. Ma bisogna aspettare un quarto di secolo, il 1970,  per avere lo Statuto dei Lavoratori (una pallida copia della Carta del Lavoro, secondo le parole di Luciano Lama, Segretario della CGIL all’epoca). Anche quando non c’entra nulla lo tirano sempre in ballo il fascismo, come il Lupo Cattivo delle fiabe o il… Leggi tutto »

Tao
Tao
4 Giugno 2015 16:53

Combattere per un reddito garantito a prescindere dal cambio del sistema e dall’uscita dalla moneta unica significa pretendere i soldi di finanziamento da quelli che lavorano, dalle pensioni, gia’ ora stanno decidendo e discutendo su quale tipo di ruberia fare, se far uscire prima a 62 anni decurtando l’assegno pensionistico o se rendere tutto il sistema pensioni contributivo, e altre opzioni varie ed eventuali.

Per questo non credo piu’ nemmeno nella buona fede delle correnti politiche, sindacali etc, che chiedono il reddito minimo garantito senza piu’ occuparsi del problema euro.

Non diminuiranno le spese per gli armamenti, non interromperanno il flusso di denaro verso “l’europa”, perche’ i governi, senza uscire dall’euro non comanderanno un bel nulla, potranno gestire solo quelle che sono diventate gia’ ora le elemosine per i propri cittadini: come si potrebbero chiamare, storni di bilancio?

Giovina

Tao
Tao
4 Giugno 2015 16:54

L’autore dell’articolo è male informato. Barnard si è sempre espresso contro il RDC. Basti pensare che non ha trascurato occasione per criticare pesantemente i 5S proprio su questo punto.
Oggettivista

Tao
Tao
4 Giugno 2015 16:54

oggettivista ha scritto:
L’autore dell’articolo è male informato. Barnard si è sempre espresso contro il RDC. Basti pensare che non ha trascurato occasione per criticare pesantemente i 5S proprio su questo punto.

Infatti l’Mmt è per il lavoro garantito, non per il RdC.

Valdo

Tao
Tao
4 Giugno 2015 16:55

Si in effetti anche la mmt è per la piena occupazione.

Stodler

Tao
Tao
4 Giugno 2015 16:56

Concordo con la posizione di Bagnai, in questo caso sul “reddito di …….” , e, come succede quasi sempre, tramite dei “percorsi educativi”, “culturali”, propagandistici alla fin fine data la potenza dei mezzi che hanno a disposizione, sará la gggente a chiedere di essere “crocifissa”. mincuo ha scritto:    …. cut -Un’altra cosa che faranno sarà la riduzione progressiva del contante fino a farlo sparire. Anche lì con il buon proposito della “corruzione, dell’evasione, della mafia…” con torme di entusiasti che lo saranno un po’ meno quando i provvedimenti glieli faranno semplicemente e direttamente via c/c, senza che lui possa fiatare, o quando (più avanti) se protesterà un po’ troppo per qualunque ragione (politica, sociale, religiosa, ecc…) glielo bloccheranno. …. cut esatto e lo stato di avanzamento del “progetto” é abbastanza inoltrato che non bisognerá aspettare non molto tempo (roba di mesi, secondo me) … vedi la tecnologia NFC e i relativi sviluppi applicativi dei 2 colossi mondiali del mobile device (oltre al diffusissimo utilizzo delle carte di debito e credito giá ampiamente “instillato” nelle abitudini giornaliere giá in essere) oggettivista ha scritto:   L’autore dell’articolo è male informato. Barnard si è sempre espresso contro il RDC. Basti pensare che non… Leggi tutto »

FlavioBosio
FlavioBosio
4 Giugno 2015 16:59

"E ora scatenatevi, plebaglia! Nell’attesa che l’imperatore vi getti un pugno di sesterzi dal balcone…"


Disse l’uomo che ogni 27 del mese si fa pagare lo stipendio dall’imperatore…

Sperem!
Albertof
Albertof
4 Giugno 2015 17:03

A me sembra che non si possano collegare le proposte della MMT con quelle del M5S dato che sono due proposte diverse: i primi propongono i PLG (piani di lavoro garantiti) coperti dalla spesa a deficit dello Stato (ovviamente si parla di uscita dalla zona euro o quantomeno con vincoli meno pressanti del famoso 3%). Il M5S vuole un reddito di cittadinanza assicurando la copertura con tagli alla spesa pubblica (tagli mirati a loro dire ma pur sempre tagli). 

FlavioBosio
FlavioBosio
4 Giugno 2015 17:07

Lavoro garantito!

Ovvero girar limoni otto ore al giorno?
Grattarsi il culo?
Contare le nuvole?
Ma che minchia di lavoro garantito, garantito da ché?
E pagato da chi?
FlavioBosio
FlavioBosio
4 Giugno 2015 17:09

Siii! assumiamo 10 milioni di statali, stampiamo Lire e le buttiamo dall’elicottero con annessi i suddetti statali senza paracadute ovviamente…

Drogarsi di meno!!!
FlavioBosio
FlavioBosio
4 Giugno 2015 17:12

Ed infatti tutti i parassiti statali e parastatali professori universitari di economia compresi cominciano ad agitarsi, non vorrebbero rimetterci una parte del loro sudatissimo stipendio…

Hamelin
Hamelin
4 Giugno 2015 17:32

Finalmente qualcuno che ragiona .

Se puntualizzava anche il fatto che con il Reddito di Cittadinaza proposto dal M5S ( 780 Neuri mensili ) i salari dei lavoratori non qualificati ( cha adesso prendono 1,000-1,200 )veranno tutti compressi verso quella cifra ( 780 Neuri )e quindi verso il basso creando uno sfacelo economico-sociale buttando la classe medio bassa nella povertà totale l’articolo era perfetto .

Quantum
Quantum
4 Giugno 2015 17:38
Lo ha spiegato spesso il prof. Matthew Forstater:
Poi ci sono numerosi lavori sociali possibili. Sia per la tutela del territorio che per i servizi alle persone.
L’importante è che tutti lavorino ed abbiano qualcosa in tasca da spendere per alimentare la domanda aggregata.
A quel punto le aziende ed i laboratori artigiani riaprono ed assumono, così riparte anche il settore non governativo.
Chiloe12
Chiloe12
4 Giugno 2015 17:45

E’ proprio un bel teatrino fra personaggi in cerca di un produttore per recitare un bel film come ti riscatto il bel paese dalla perfida BCE. Il bello e che credono in quel che dicono nel senso che profetizzano l’uscita dall’euro come l’uscita da una dittatura come se dopo saremo meno povero. Ma noi abbiamo incominciato ha incontrare la povertà quando il potere finanziario ha incominciato a dominare incontrastato questo paese: cioè dagli inizi degli anni 80 con la separazione del Tesoro dalla Banca d’Italia. Noi incominceremo a ritrovare un paese migliore in senso economico-finanziario quando ci riprenderemo il controllo delle banche attuare la de-privatizzazione del credito e con il controllo del credito potremo ripartire. Certo questo significa uscire dall’euro ma la questione centrale fondamentale non sarà il ritorno alla Lira ma il riprendersi il potere economico-finanziario. Problema ma con quale Governo?   

dancingjulien
dancingjulien
4 Giugno 2015 17:50

Cioè se ho capito il succo del discorso del Passato remoto del verbo Bagnare è che gli ortotteri su ordine dei poteri mondiali vorrebbero il RdC perché l’Italia possa rimanere nell’Euro che è il desiderio massimo delle elite. Prrrrrrr la senti la pernacchia caro professor Passato remote del verbo Bagnare? Forse il professore non sa che gli ortotteri hanno ormai una posizione chiara sull’Euro, ma forse nell’esclusivo mondo abitato dal prof, quello dove ci sono solo i meglio fichi di tutti non era ancora arrivata la notizia.  Solamente caro professore che gli ortotteri invece di far calare la scelta di uscire dall’eurozona dall’alto vorrebbero fare decidere ai cittadini,  In qualche modo cercano di informare,certo ad un livello non paragonabile al suo, (posso chiamarla professore o devo chiamarla sua maestà?), ma sa com’è i media non informano molto sul tema euro e poi ci sono economisti che fanno solamente a gara per attribuirsi il premio ‘Lo avevo detto prima io’ che poi è lo stesso premio del ‘sono più fico io‘. Lei è una persona fortunata che grazia alla sua strabordante intelligenza riesce a vivere di quello che scrive, ce tanta gente, (pure gente che ha studiato come lei) che pur… Leggi tutto »

Quantum
Quantum
4 Giugno 2015 18:37

Perché sono parassiti?

Chiunque abbia un lavoro e prenda soldi che poi spende per il proprio tenore di vita alimenta domanda aggregata e muove l’economia.
Perché questa moda del dare del parassita allo statalismo ed ai dipendenti pubblici di ogni tipo?
Trovo sbagliato il reddito di cittadinanza perché aiuta l’economia ma non fa migliorare la qualità della vita in un paese.
Sono meglio i programmi di lavoro garantito che fa impiegare molte persone in servizi ai cittadini e al miglioramento del territorio.
Perché la gente lavora ed ha soldi da spendere, ma contribuisce a lavori sociali, e di risanamento delle nostre città e del paese.
Valdo
Valdo
4 Giugno 2015 18:49

E’ arrivata la capra che non sa manco cosa dicono Keynes e circa un secolo di teoria economica. Ma lui crede alle palle dei monetaristi e dei bocconiani.

Valdo
Valdo
4 Giugno 2015 18:49

Perché ha usato il mio nome?

Valdo
Valdo
4 Giugno 2015 18:51

Bla bla bla. Che l’euro sia una gabbia, e insostenibile, lo dicono i fatti e lo confermerà la sua implosione. Qui non si tratta di profetizzare ma di conoscere le basi dell’economia.

Valdo
Valdo
4 Giugno 2015 18:53

Esatto

DeborahLevi
DeborahLevi
4 Giugno 2015 19:02

caro prof, 

se tanto fa comodo all’elite questa cosa del rdc perché la stessa non la mette in pratica?
sono diventati santi?
ringrazio per l’eventuale risposta
cdcuser
cdcuser
4 Giugno 2015 19:02

appena una precisazione, sicuramente per errore é stato aggiunta questa parte in fondo al mio commento nel forum e riportato qui:

"Ma il noto accedimico vuole dimostrarsi l’unico a dire certe cose.
Il pareggio di bilancio e’ divenuto un principio morale, etico. E’
stato incastonato tra le meravigliose gemme della nostra costituzione. E
non pare che i fautori del reddito garantito contemplino nessun peccato
di eresia in merito."

non é che non condivida queste frasi, anzi, ma non é ‘farina del mio sacco" 🙂

Quantum
Quantum
4 Giugno 2015 19:06

Riprendere il controllo su credito e finanza è un passaggio obbligato.

Ma bisogna agire anche a monte sull’emissione della moneta.
L’Euro è una moneta straniera presa a debito. Non applichi nessuna politica virtuosa con una moneta straniera presa a debito.
Non ha senso prendere le monete a debito per nessuno Stato, nell’era della moneta elettronica e dei cambi automatici nei sistemi informatici.
Simplicissimus
Simplicissimus
4 Giugno 2015 19:20

L’articolo è interessante, soprattutto per la tabella. Ma purtroppo gli economisti hanno alcuni vizi mentali di fondo – mancanza assoluta di pensiero laterale unita al riduzionismo – che li porta quasi sempre a brancolare nel manicheismo (un qualcosa può essere solo buono o cattivo) o nei dintorni delle astrazioni. Bene: intanto Bagnai evita di dire che il sistema tedesco, che sarebbe appunto il modello di reddito della gleba, lo Hartz nelle diverse e successive versioni, non si origina certo nei primi anni del secolo come una forma di reddito di cittadinanza, ma nasce come una serie di drastici tagli alle forme di sostegno universale al reddito che c’erano precedentemente e la loro trasformazione in sussidio allargato di disoccupazione.  Insomma il reddito di cittadinanza c’era fin dalla fine degli anni cinquanta, ma esso era troppo alto non tanto per le finanze pubbliche, quanto per il piano di deflazione, contrazione e precarizzazione salariale che la Germania intendeva adottare in sincronia con l’euro come fava per prendere due piccioni: l’umiliazione del lavoro nei suoi diritti e nelle sue tutele come vuole l’ordo liberismo a cui si erano convertiti i socialdemocratici e come strategia per conseguire la supremazia in Europa.  Dunque di per sé… Leggi tutto »

Leo_Pistone
Leo_Pistone
4 Giugno 2015 19:31

Come tutti quelli che sono contro l’RdC, il prof si dichiara a favore della piena occupazione. Con l’arroganza che gli è nota, espressa nel suo pieno splendore fin dal titolo di un post semplicemente delirante. Nessuno dei pienoccupazionisti, però, è mai stato capace di spiegare spiega come ottenerla, in quanto tempo e a quale costo. Davvero curioso. Stante l’origine della nuova presa di posizione, si poteva stavolta sperare in maggiori delucidazioni? Stando ai fatti, la risposta è no. L’essenziale, ancora una volta, non è dimostrare il minimo sindacale di credibilità, ma alzare polvere per acquisire visibilità. Dunque non sembra si vada molto lontani dalla realtà deducendone che si tratta di una posizione di comodo. Che in attesa si decida riguardo alle modalità attuative della piena occupazione, che come l’araba fenice nessuno ha mai visto, permette con la massima comodità di continuare a tenere bassi i salari perseguendo la precarizzazione di massa e ovviamente il mantenimento di un vasto esercito di disoccupati. Dimodoché chiunque abbia uno straccio di lavoro si senta privilegiato e tenga basse le penne. D’altronde anche il sodale Rinaldi ha dichiarato che se gli dai il sussidio, la gente se ne va a zonzo e si disabitua a… Leggi tutto »

DICKENS77
DICKENS77
4 Giugno 2015 19:38

Quindi fatemi capire… chi vuole ridurre i diritti acquisiti dei pensionati retributivi che hanno versato 100 e prendono 200 per distribuirli ai meno fortunati e’ un imperatore fascista e cattivo? Ovviamente parlo di pensioni oltre una certa soglia… per me dopo i 2000 lordi al mese andrebbero rifatti i conteggi!

oniat
oniat
4 Giugno 2015 19:40

Ma per chi intanto un lavoro non ce l’ha o non può lavorare per impedimenti fisici o psichici o è stato licenziato, o semplicemente per chi invece di andare lavorare in un call center preferisce non fare una beata mazza o scrivere poesie, che si fa? Gli si regala un libro di Bagnai o una compilation dei discorsi paramessianici di Barnard?

Nat
Nat
4 Giugno 2015 19:44

I PLG ce li abbiamo già Alberto, si chiamano Corpo forestale, Ferrovie dello Stato, ecc.

ilsanto
ilsanto
4 Giugno 2015 19:50

Solo per chiedere ma perchè  i contanti tu li tieni sotto al materasso cosi non ti fregano ?

Leo_Pistone
Leo_Pistone
4 Giugno 2015 20:00

E a quelli che speculato onestamente per tutta la vita, sudandosi la giornata giocando al casinò della finanza globale per poi invocare l’azzeramento di tutele, servizi e ammortizzatori sociali cosa vorresti regalare?

Rosanna
Rosanna
4 Giugno 2015 20:10

Eccolo il Gufo Reale, appollaiato sul suo Gufonomics (mai nome fu così azzeccato), che dispensa dall’alto della sua sapienza divina, dogmi e profezie, giudica e manda secondo ch’avvinghia, direttamente verso la sua comunità di fedeli, pronti a tutto pur di difendere le verità acquisite, mentre lui distribuisce indulgenze agli uni e criminalizza gli altri, i miscredenti e gli eretici. Allora perché il Gufo Reale se la prende con Grillo e i 5 Stelle? Beh perché bisogna votare Salvini, certamente, è quella l’unica salvezza per l’Italia. Ma forse l’Alberto non si è accorto che la Lega ha un armadio pieno di scheletri? Ne ricordiamo qualcuno? #MafiaCapitale: fu la Lega a finanziare il business nomadi dell’arrestato ScozzafavaMatteo Salvini, non inganni gli italiani. Il suo partito è alleato ai principali protagonisti di Mafia Capitale e le politiche di governo Lega-Forza Italia hanno finanziato con decine di milioni di euro il vergognoso business della gestione dei campi nomadi di Roma e dei centri migranti. Il 7 settembre 2010 l’allora sindaco di Roma Alemanno incontrò il ministro degli interni leghista per mettere a punto la gestione del "nuovo piano nomadi di Roma". Quello finanziato dal ministro leghista con 30 milioni di euro [www.beppegrillo.it] per la… Leggi tutto »

Rosanna
Rosanna
4 Giugno 2015 20:20

Ovvero, scheletri vecchi: Sarebbe “ovviamente giusto” dunque fidarsi ancora una volta di qualche sepolcro imbiancato, oppure sarebbe  “amabilmente intelligente” concedere consenso ad un partito che ha collaborato al furto della sovranità degli ultimi 20 anni, ha salvato nel 1994 Berlusconi dal fallimento permettendogli in tutti questi anni di governare e scassinare l’Italia, ha compiuto quei famosi “14 crimini della Lega Nord” (ne ricalco solo alcuni), ricordatici da un interessante flashback di:   http://sollevazione.blogspot.it/2014/05/lega-nord-euro-unione-europea-dedicato.html [sollevazione.blogspot.it] 1)  Ottobre 1992. La Lega Lombarda, pur essendo all”opposizione, vota SI in Parlamento ai Trattati di Maastricht, ovvero votò favorevole alla Bibbia del neoliberismo sulla cui base cessò di vivere la Comunità economica europea e nacque l’Unione europea. 2)  L’euro entra in circolazione il 1 gennaio 2002, col pieno assenso della Lega Nord che faceva parte del governo Berlusconi. 3)  Il 1 febbraio 2003, con l’assenso del governo italiano (di cui fa parte la Lega Nord) entra in vigore il Trattato di Nizza (Costituzione europea). Il Trattato viene firmato a Roma il 29 ottobre 2004. Stiamo parlando della “Costituzione” che verrà bocciata dai francesi e olandesi con referendum nel maggio e giugno 2005. 4)  Il 1 dicembre 2009 (con il consenso del governo Berlusconi-Lega Nord) entra in… Leggi tutto »

robotcoppola
robotcoppola
4 Giugno 2015 20:22

L’elite che controlla il parlamento italico vuole il reddito di cittadinanza per schiavizzare il popolino … torna eh ?

Però chissà perché non perde occasione per boicottarlo in tutti i modi possibili.

http://bit.ly/1dPEdqr [bit.ly]

Tutti questi fenomeni che continuano a scrivere contro il reddito di cittadinanza (in realtà reddito minimo garantito) probabilmente non hanno o credono di non avere problemi di trovare un reddito nel prossimo futuro.

Il problema è che la stragrande maggioranza delle persone avranno problemi a raccattare un reddito nel prossimo futuro. Compreso l’inutile lavoro del bagnai: l’economista.

La tecnologia avanza sempre più rapidamente e e lo stesso vale per l’obsolescenza dei lavori.
Chi crede di essere al sicuro o è un genio o è un cretino.

Teopratico
Teopratico
4 Giugno 2015 20:28

Ottima domanda, con tanto di sorriso.

ilsanto
ilsanto
4 Giugno 2015 20:37

Peccato che piu o meno dal 1973 gli addetti all’industria siano in calo, ora siamo circa al 20% e le previsioni dicono entro 10-15 anni si dimezzeranno. Considerato che l’agricoltura cuba per il 2% il resto si è riversato nel terziario ma ora come testimoniano i negozi che chiudono e la burocrazia elefantiaca non c’è più spazio neanche lì. Ora visti i numeri della disoccupazione che vogliamo fare ? gli diamo i soldi per la spesa, li facciamo emigrare, li lasciamo per strada insieme ai Rom, li diamo in mano alla mafia, li mandiamo in guerra contro la Svizzera (sperando di perderla cosi ci annettono ) ? Così tanto per sapere.

Arcadia
Arcadia
4 Giugno 2015 20:48

Quoto

Arcadia
Arcadia
4 Giugno 2015 20:59

Applausi Rosanna!

FlavioBosio
FlavioBosio
4 Giugno 2015 21:02

Lavoratori socialmente "inutili"… 

Riesumiamo anche il mortadella?
Tipica memoria corta italiana, già dimenticati i fannulloni napoletani che si presentavano al mattino a ritirare la ramazza per poi passare la giornata al Bar anziché ripulire le strade?
Bé io non li ho scordati..
Giovina
Giovina
4 Giugno 2015 21:09

cduser ha scritto: appena una precisazione, sicuramente per errore é
stato aggiunta questa parte in fondo al mio commento nel forum e
riportato qui:

"Ma il noto accedimico vuole dimostrarsi l’unico a dire certe cose.
Il pareggio di bilancio e’ divenuto un principio morale, etico. E’
stato incastonato tra le meravigliose gemme della nostra costituzione. E
non pare che i fautori del reddito garantito contemplino nessun peccato
di eresia in merito."

non é che non condivida queste frasi, anzi, ma non é ‘farina del mio sacco" 🙂

Giovina: Queste parole infatti sono una parte del mio commento. Ma non la frase:

"Ma il noto accedimico vuole dimostrarsi l’unico a dire certe cose."

Nel trasferire i commenti dal forum alla home magari si e’ fatta un po’ di confusione.

FlavioBosio
FlavioBosio
4 Giugno 2015 21:11

Chiunque abbia un lavoro e prenda soldi che poi spende per il proprio tenore di vita alimenta domanda aggregata e muove l’economia.


Allora triplichiamogli lo stipendio, anzi no, decuplichiamolo così alimenteranno ancora di più la domanda aggregata!

Cominciamo dai politici o dai magistrati?


fabKL
fabKL
4 Giugno 2015 21:35

Non so perche’ ma sentendo parlare di reddito di cittadinanza mi viene
in mente una vecchia canzone popolare dei giovanotti della roma bella
cui tutti si dovevano scanzare e manco pagavano l’oste con la scusa che
il vino era annacquato.
Diceva anche

Ce piaceno li polli,
L’abbacchi e le galline,
Perché sò senza spine, nun sò com’er baccalà.
La società de li magnaccioni,
La società de la gioventù,
A noi ce piace de magna e beve
E nun ce piace de lavorà.

dancingjulien
dancingjulien
4 Giugno 2015 21:52

Rossana siamo su un sito frequentato da veteroleghisti stai attenta che potresti essere bollata come eretica è meglio che non usi quei toni io ti ho avvisato 🙂

Vocenellanotte
Vocenellanotte
4 Giugno 2015 21:57

Vorrei sdrammatizzare. In effetti il post bagnato è stato fatto egregiamernte a pezzi.

E mi riferisco a tutti gli scritti bagnati i quali non sono, anche qualora avessero una parvenza di originalità e rispettabilità, attendibili sotto ogni punto di vista. Vorrei citare il famoso filosofo Francesco Salvi a Drive In di qualche millennio fa:
"Ha un’ignoranza enciclopedica. Di cose di cui io non ho la minima idea, lui ne sa ancora di meno".
Vocenellanotte
Vocenellanotte
4 Giugno 2015 21:59

Ops è saltato un pezzo. Riposto:

"Ha un’ignoranza enciclopedica: non sa niente di tutto. Di cose di cui io non ho la minima idea, lui ne sa ancora di meno".
Rosanna
Rosanna
4 Giugno 2015 22:02

dancingjulien, io sono un’eretica, e me ne vanto …

poi sul sito c’è di tutto, per fortuna, è un riflesso speculare della realtà, però mafia/capitale2 sta evidenziando senza ombra di dubbio che tutti quei politici difesi dal Gufo Reale sono corrotti, ipocriti e marci fino all’osso:

oltre al solito Pdmenoelle e Pdpiùelle, ci sono anche Alemanno, Meloni, Maroni, Salvini …

i santi euroscettici, che con la bandiera dell’euro cercavano di rifarsi una verginità

Teopratico
Teopratico
4 Giugno 2015 22:07

Diceva pure

Però noi semo quelli

che je arisponnemo in coro

é mejo er vino de li Castelli

che ‘ sta zozza società.

Non avevano tutti i torti…

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce
4 Giugno 2015 22:16

Sono d’accordo con te! Lavoro per tutti non c’é, e ce ne sara’ ancora di meno negli anni a venire.
Non posso tuttavia rinunciare alla vacuitá di scrivere che, piuttosto che elemosinare un reddito da cittadinanza, vorrei con tutte le mie forze vedere il mio diritto a una povertá dignitosa.
Tradotto significa servizi basici gratuiti (acqua, luce, internet) e zero imposte rapaci sulla proprietá, o sulla successione.

ProjectCivilization
ProjectCivilization
4 Giugno 2015 22:20

accipicchia…! Bagnai ci e’ diventato un intellettuale ! Bellissimo articolo . Obbietto solo sull’Italicum , per me non e’ liberticida , ma indispensabile ad un governo efficace . E un governo efficace e’ meglio del litigio perpetuo che abbiamo avuto fin dallo Statuto Albertino . Ipotizzare che la gente possa dare un contributo fattivo a governarsi , e’ ridicolo .

mincuo
mincuo
4 Giugno 2015 22:52

Ho diritto di farlo, cioè di chiederli, essendo moneta legale, non so se capisci che significa, Pare di no evidentemente. E non è mica detto che li debba tenere sotto il materasso sai…

Primadellesabbie
Primadellesabbie
4 Giugno 2015 23:13

Domanda: Ma il lavoro per dare l’occupazione come da dettato della costituzione c’é?

Risposta: NO.
E allora perché scrive queste cose questo tale?
marzian
marzian
5 Giugno 2015 0:03

A
parte il fatto che gli articolo di Bagnai sono talmente
auto-referenziali da essere quasi illeggibili da chi non lo consideri il
suo guru, qua ne spara parecchie…

Anzitutto, l’idea del reddito di cittadinanza è stata implementata con programmi pilota in Namibia, India, Iran e Brasile, ed economisti sostenitori se ne trovano in tutto il Pianeta… Altro che Stati Uniti.

Per
quanto riguarda il M5S, non solo è oppositore di Euro / Fiscal
Compact / Pareggio di Bilancio etc, ma all’interno del disegno di legge
sul reddito di cittadinanza ha previsto – come misura di contrasto alla
deflazione salariale – l’istituzione del salario minimo orario…

Ma
almeno documentarsi un po’ su quello che si vuole criticare no vero?

Toussaint
Toussaint
5 Giugno 2015 0:13

Questo spazio dovrebbe essere dedicato ai commenti sull’argomento proposto dall’articolo di volta in volta pubblicato, non a fare propaganda al Movimento 5 Stelle, che ha già un suo sito, e non ha bisogno anche di questo. Voi grillini state rovinando il più bel sito di controinformazione presente sul web. Andate tutti  al diavolo, per favore. 

Insisterei, per il niente che conto, sull’inutilità di pubblicare articoli di Bagnai, va sempre a finire in questo modo. E’ giusto che tutti esprimano la loro opinione, ma quando ci si trova davanti agli insulti sistematici e al trollismo più vergognoso, più o meno mediati dal livello dell’ignoranza di chi li scrive, credo che sia giusto, per il rispetto dovuto sia al lettore che a chi ha scritto l’articolo, di non pubblicare più i suoi lavori.
Ammettiamo una volta per tutte che i grillini e il Club degli Sfanculati hanno vinto, e che da oggi non si pubblica più Bagnai, Barra Caracciolo etc., ma solo il pensiero di Grillo & Casaleggio. Cosa scrive Bagnai, chi vuole, potrà leggerlo direttamente su Goofynomics. 
Leo_Pistone
Leo_Pistone
5 Giugno 2015 0:34

Perché quando vai a stringere questi sovran-progressisti a cacio e pepe, e con tanto di fedeli al seguito, sono intercambiabili con i famigerati iperliberisti?

E perché allora si contrappongono a questi ultimi con tanto puntiglio?
Per disputare loro le poltrone che occupano e il favore dei politici che ancora contano qualcosa?
Avvertenza
Ogni riferimento a persone o fatti realmente accaduti e puramente casuale.
Leo_Pistone
Leo_Pistone
5 Giugno 2015 0:38

E’ puramente casuale.

Giovina
Giovina
5 Giugno 2015 1:01

Ma no, perche’ Toussaint? Credi che molti di quelli che leggono non comprendano? E quelli che comprendono non necessariamente scrivono. Comprendono che e’ un buttare polvere sul tema inoppugnabile dell’articolo – un reddito di cittadinanza in regime di cattivita’,  che quindi per essere posto in essere deve svuotare sempre le tasche degli italiani e aggravare il regime di poverta’-  un buttare polvere tirando fuori scheletri dagli armadi degli altri, distraendo appunto anche dalla responsabilita’ di grillini e company in merito al problema dell’euro e della sovranita’ economica e politica del’Italia. Ma infatti, perche’ fissarsi cosi’ ideologicamente su un reddito di cittadinanza tale? Quando allora, alla stessa maniera, si potrebbe pretendere di ripristinare prima la cassa integrazione, oppure la scala mobile, un servizio sanitario decente, un regime pensionistico onesto e umano…… ma pare invece che la carenza, la defraudazione di queste cose, e la crisi, siano riconosciute come ineluttabili e pero’ da sanare con reddito garantito sotto le condizioni dell’Europa….. la panacea di tutti i mali. E’ "L’Europa" che ci ha portato a questa deriva, ma "L’Europa" non si tocca. E viscidamente, vilmente, e ormai non piu’ incolpevolmente, qualcuno chiede per i cittadini l’elemosina che ci depauperera’ ancora di piu’. Prego… Leggi tutto »

FBF
FBF
5 Giugno 2015 1:31

Perché scrive queste cose? Questo tale non si rivolge ai ricchi o ai figli del nepotismo – e sono tanti e li vediamo con i loro SUV, le loro ville, le loro vacanze e le loro cene al ristorante  –  che attendono impazienti il lavoro e l’occupazione per produrre per fare soldi senza scrupoli mari speculando sulla miseria,  ma ai poveracci ai pensionati cioè gli unici che hanno un reddito per il momento assicurato, quelli che hanno risparmiato e che si sono comprati un appartamentino e forse ereditato un’altro. Ed infatti afferma: I soldi li troveranno, e questa è la parte apparentemente più dolorosa del ragionamento, tassando le vostre case e tagliando le vostre pensioni. Ha senso terrorizzare i pensionati? Si, e poi lo spiego. Poi si rivolge agli aspiranti al reddito anche di cittadinanza e dice loro: Qual è il gioco? Ma è semplice! Barattare il diritto a un lavoro con il diritto a un reddito. Poi aggiunge (…) Gli Italiani non voglio la mancia, vogliono un lavoro, perché è loro diritto averlo. (…) Per cui se il pensionato cede alla proposta di accettare il cambio della moneta si salverà – lui crede – pensione e casa poiché l’afflusso… Leggi tutto »

Valdo
Valdo
5 Giugno 2015 1:44

Io non sono certo grillino, egregio Toussaint, ma sovranista e di sinistra sì, quindi credo di saper giudicare se il suo modello inarrivabile di vita e di pensiero è davvero, come si definisce, un amico delle classi popolari. Bene, secondo me l’esimio Prof. non solo non è amico della gente comune (nella quale tra l’altro non si riconosce perché, come dice sempre lui stesso, vive ai Parioli e sa le lingue) per le motivazioni addotte tante volte per esempio da Leo Pistone; ma non è amico manco della verità e dell’onesta intellettuale, come si evince da questo ignobile articolo. Sì, ignobile, perché si basa su due menzogne grosse come una casa. La prima è che la Mmt sarebbe favorebole al RdC, cosa che Bagnai sa benissimo essere falsa, in quanto l’Mmt da sempre preferisce di gran lunga i piani di lavoro garantito. La seconda palla, che voi fan vi siete bevuti come al solito acriticamente (sapete tutto della vita di Bagnai ma ben poco del resto dell’universo) consiste nel criticare la proposta di legge del M5S in quanto il RdC avrebbe come effetto quello di deflazionare i salari. Peccato che Bagnai non dica che tale proposta di legge contenga anche… Leggi tutto »

Leo_Pistone
Leo_Pistone
5 Giugno 2015 1:58

Come al solito, Valdo, hai centrato il punto perfettamente.

Credo che oggi il prof e suoi seguaci abbiano battuto il record assoluto del loro tafazzismo.
Mi sembra davvero incredibile il modo con cui si autodelegittimano, al punto che non so proprio se non lo capiscono oppure lo fanno apposta.
A meno che invece di tafazzismo si tratti proprio di gatekeeping…
Primadellesabbie
Primadellesabbie
5 Giugno 2015 2:09

Da come scrive, ogni tre parole un regolamento di conti con qualcuno, una stoccata alla suburra o una sottolineatura che c’era arrivato prima lui, che abbia ragione o no, uno così ha bisogno di qualche attenzione da parte di personale specializzato.

Non mi riesce di immaginarlo a moltiplicare i pani.
Leo_Pistone
Leo_Pistone
5 Giugno 2015 2:59

Già. Non ricorda tanto il berlusca dei tempi migliori?

In peggio naturalmente, perché l’arcoriano non aveva quella spocchia che sconfina quasi sempre nell’arroganza, anzi ci teneva a mostrarsi gioviale.
Leo_Pistone
Leo_Pistone
5 Giugno 2015 3:04

FBF,
davvero sei convinto che una persona che arriva non dico a
pubblicare, ma solo a concepire un titolo come "il reddito della
gleba" possa non essere a favore delle categorie sociali che
elenchi all’inizio del tuo post, delle quali rivendica orgogliosamente di fare parte

Hai
mai letto con un minimo attenzione gli altri suoi scritti?

Sono
strapieni di altezzosità, di malcelato e sovente palese ribrezzo nei
confronti di chiunque egli non ritenga al suo livello, di orgoglio
per una pretesa appartenenza a élite, di puntigliosa quanto
bambinesca elencazione delle proprie imprese, attitudini e virtù.

Come
si può pensare che una persona così evidentemente e totalmente
dedita al culto supremo del proprio io, che impone persino ai propri seguaci, possa avere solo il tempo per
pensare alle sorti di chiunque altro?

Se
poi se ne analizzano con un po’ di attenzione le posizioni, e
soprattutto le contraddizioni, a iniziare proprio
dall’indimenticabile "la finanza speculativa non è da biasimare
perché fa solo il proprio lavoro", non si può che arrivare
alla conclusione della perfetta intercambiabilità di questi
sovranisti in salsa rosa con i campioni dell’iperliberismo.
  

Leo_Pistone
Leo_Pistone
5 Giugno 2015 3:34

Possibile, Giovina, che il vostro fanatismo giunga al punto di spingervi ad accusare in maniera tanto veemente  di essere a favore dell’euro e uno sfruttatore delle sue vittime chiunque non si accechi volontariamente di fronte alle eclatanti contraddizioni e cadute di stile del vostro profeta? Mi sembra doveroso avvertirvi che questo genere di esaltazione tra voi endemica, e che fate di tutto per mettere nella massima evidenza, sta sconfinando ormai nel patologico. Possibile siate talmente ciechi da non vedere quanto siete fuori luogo nelle vostre prese di posizione così distaccate da qualsiasi forma di realtà? Quale malinteso senso di terrore e di rivalsa, rivolto soprattutto a chi la pensa come voi, a parte l’adorazione per il feticcio bagnaiano, è stato instillato in voi fino a farvi vedere nemici implacabili dappertutto? Trattasi di forma conosciuta come paranoia.  Va bè che il Profeta vi ha evidentemente convinti di essere una sorta di Semidio, unico depositario dei Vangeli, e che quindi voi seguaci siate gli amministratori della Sua Verità in Terra, che peraltro provvede a mutare con cadenza quotidiana, ma come potete essere così sprovvisti di ogni senso del ridicolo? Possibile mai che un docente universitario non conosca le regole minime dell’educazione e del rispetto… Leggi tutto »

Rosanna
Rosanna
5 Giugno 2015 6:20

Complimenti Valdo, bellissima risposta, lucida, competente e documentata, però non credo che  i fedeli del guru professor avranno l’umiltà di ragionare … perché loro credono per fede, del resto …

Che cos’è il cielo? Dove si trova? Il cielo non si trova né sopra né
sotto, né a destra né a sinistra; il cielo è esattamente nel centro del
petto dell’uomo che ha fede!

permaflex
permaflex
5 Giugno 2015 6:37

Dall’uso dei vocabili: "ortotteri,reddito della gleba" direi che Bagnai a forza di flirtare con i suoi amici leghisti ha imparato a storpiare i nomi.Bravo mi chiedo quando scoprirà il fascino del giocare colla cacca.
Tira fuori la riforma Haartz,ci manca Hayek,mischia bene il tutto e dice che m5s è per lo schiavismo,senza,notate la magia,andare riportare o criticare niente delle proposte scritte sul reddito di cittadinanza,Bagnai non critica le proposte del m5s ma l’impianto della riforma Hartz.E’ ottenebrato il poveretto,prodigi dell’ingurgitare acqua del Po?Si ripigli.
Quale può essere il recondito scopo di Bagnai,forse quello che milioni di precari che versano contributi senza avere nessuna tutela possano contribuire la cassa integrazione e le pensioni dei privilegiati,degli Alberrto Bagnai e dei tanti altri professori che lo circondano?
Aspettiamo ancora di uscire dall’euro professore,aspettaremo che la Le Pen vada al potere per farci uscire dall’euro intanto lei si potrà godere i soldi e le tutele che i precari con infinito amore le renderanno disponibili.
Ci conti.

Chiloe12
Chiloe12
5 Giugno 2015 7:21

…bla, bla, bla, e quando conosci le basi dell’economia cosa te ne fai, pensi di controllarla l’economia di questo paese, ILLUSO, va la bla,bla,bla… 

Chiloe12
Chiloe12
5 Giugno 2015 7:34

Il controllo del potere economico-finanziario non è un passaggio obbligato è il VERO PROBLEMA. Noi non siamo un paese libero facciamo parte di un sistema di dominio IMPERIALISTICO siamo sotto tutela degli anglosassoni, e in particolare degli inglesi. Dal dopoguerra il controllo sull’area mediterranea è stato assegnato agli inglesi. In Grecia per ripristinare la monarchia contro i comunisti hanno inviato i soldati inglesi, in Italia sarebbe avvenuta la stessa cosa. Non sono cose arcaiche. Guardati il sito Movisol che chiarisce molto cose riguardo a quanto avviene agli inizi degli anni novanta. Non ti dice niente che proprio sul Britannia si sono stabiliti gli accordi per la svendita del patrimonio industriale di questo paese. 

robotcoppola
robotcoppola
5 Giugno 2015 8:26

Ma falla finita, ridicolo!
CdC è stato un gran bel sito fino a qualche anno fa poi la degenerazione verso posizioni vicine ai nuovi guru: barnard e bagnai in testa.
Il numero di articoli CONTRO il M5S/Grillo/Casaleggio non si contano: una valanga, una continua produzione.
È palese che dietro CdC ci siano degli allineati alle nuove religioni dei suddetti guru.
Ormai, su alcuni temi, siamo su posizioni non molto distanti da quelle della propaganda ufficiale, vicini in modo palese alla lega di salvini.
Bagnai, ad esempio, fino a ieri consigliava di votare berlusconi (secondo lui il meno peggio).
Barnard ha manifestato la sua preferenza a monti rispetto al M5S …
Insomma, qui, a parte alcuni articoli interessanti, la qualità sta purtroppo scemando.
Ed è un peccato perché CdC l’ho sempre considerato un punto di riferimento

SanPap
SanPap
5 Giugno 2015 8:33

Da buon Ortottero faccio un salto ad un paio di anni fa; stavo ad una conferenza di Pippo e ho posto una domanda senza alcuna intenzione maliziosa, ero veramente interessato; la domanda verteva sul come regolare i conti finanziari in un contesto in cui operavano due divise, quella ufficiale (EURO) ed una parallela locale; la conferenza era ripresa da una qualche televisione privata; mentre ponevo la domanda la telecamera è stata spenta e non ho ricevuto alcuna risposta decente.

Non accetto di essere chiamato Servo della gleba dalle Pippe che non sono in grado di gestire un interlocutorio.

Detto questo la mia opinione, che ho già espressa, è che il RdC sia necessario per cercare di ridurre lo stato di indigenza a cui il capitalismo di rapina ha ridotto un’ampia percentuale di cittadini; ma deve essere solo un mezzo temporaneo mentre ci si organizza per proporre qualcosa di meno devastante e schifoso.

SanPap
SanPap
5 Giugno 2015 8:37

devastante e schifoso è rivolto al capitalismo di rapina, ovviamente

PinoRossi
PinoRossi
5 Giugno 2015 8:44

Bagnai ha perso la testa.

Brutti scherzi fa un ego deluso.
Primadellesabbie
Primadellesabbie
5 Giugno 2015 9:43

É la prima volta che leggo un articolo di costui, l’impressione é di uno che deve difendere la sua posizione rispetto a diverse situazioni o ambienti nei quali occupa posizioni che teme/sa a rischio.

Il campagnolo che, venuto in città, si mette a strafare per farsi notare, soprattutto da quelli del paesello d’origine, senza essersi prima curato di prendere le misure.
Poi avrà ragione, magari, ma per capirlo bisognerebbe sposarlo e viverci, perché da come scrive…
Toussaint
Toussaint
5 Giugno 2015 10:13

Ridicolo sarai tu e la gentildonna che ti ha messo al mondo. Non sai nemmeno chi sono, imbecille, perché mi offendi? Posso avere un’opinione diversa dalla tua, o è vietato? E dire che quello che volevo esprimere con il mio commento era piuttosto chiaro (pubblicare o meno a fronte di attacchi trollistici che impediscono una seria discussione sull’argomento proposto), anche per un demente come te. Coraggio, il reddito di cittadinanza ti aspetta. 

Toussaint
Toussaint
5 Giugno 2015 10:16

Non s’era rimasti d’accordo che lei non sarebbe più intervenuta sui miei commenti? Per favore.

 
robotcoppola
robotcoppola
5 Giugno 2015 10:39

Sorvolo sulle tue OFFESE che sono di gran lunga più pesanti del mio "ridicolo" …

Certo che puoi avere un’opinione diversa, ci mancherebbe. Ognuno è libero di pensare quello che vuole e subirne le conseguenze.

Non critico la tua opinione ma l’attacco ai "grillini" (utilizzato in modo sprezzante), cioè verso quelli non allineati alle posizioni di bagnai e barnard (di gran lunga più affini al vecchio sistema).

Saluti.

istwine
istwine
5 Giugno 2015 11:53

Lo sa benissimo Bagnai che M5S e MMT non propongono la stessa cosa, anzi, non gli somiglia neanche un po’. A me, poco interessa, son scettico su entrambi, ma mezza lealtà (non dico tutta che sarebbe un sogno), non guasterebbe:

Il Job Guarantee è tutt’altro, e ha dei limiti e dei pregi, e delle critiche forti da fargli. Ma non è il basic income, reddito di cittadinanza o sussidio o quant’altro. 
Abrazov
Abrazov
5 Giugno 2015 12:50

Il bue che dà del cornuto all’asino

Certo che farsi dare dell’esaltato, del cieco seguace di guru da  uno che quotidianamente inonda il forum di versetti denigratori "ad personam" , esteticamente discutibili tra l’altro,  dimostrando una sorta di ossessione 
tendente alla malattia non ha prezzo
Solo su CDC
permaflex
permaflex
5 Giugno 2015 12:56

A me sembra che i lavori non qualificati siano arrivati a cifre di 200 euro,e non è che per lavorare in un call center ci si può mettere una scimmia.Adirittura ho conosociuto una commessa di negozio di alimentari,divorziata con figlia,che quando non c’erano i soldi la padrona la pagava in natura:generi alimentari,cibo che non poteva andare a chiedere alla caritas perchè altrimenti gli portavano via la figlia.Chi si suicida quando si entra in casa e si apre il frigo lo si trova vuoto,780 euro sarebbero state  salvezza,e quella stessa persona pur avendo trovato il lavoro non aveva i soldi per fare i 30-40 km per arrivarci.Oppure c’è gente a cui viene tolta la casa perchè gli mancano i 200-300 euro per le pratiche.Certo il diritto è uguale per tutti ma quando mancano anche solo i soldi per la marca da bollo quell’uguale perde senso.Suvvia dire che 780 euro non bastino per tirarsi fuori da una situazione di disoccupazione,frequentare un corso di specializzazione,pagarsi le trasferte per i colloqui,vivere le prime settimane in un ostello ad inizio lavoro in attesa della prima mensilità di un lavoro,ora qualificato e quindi meglio retribuito vista la specializzazione presa,dicevo asserire che quei soldi non bastino è… Leggi tutto »

Giovina
Giovina
5 Giugno 2015 13:09

E’ da un po’ che esperti di diagnosi di patologie mentali, di cui alcuni lettori sarebbero affetti,  discettano su Cdc con sicurezza e spocchia. Le convinzioni di certi sedicenti psichiatri e psicologi invece non attengono a illusioni e fedi per grillismi vari, vero? Chiunque tu sia, chiunque ti mandi, di chiunque tu sia il prestanome:Torna alle tue poesiole, e’ un ambito che piu’ ti si confa’.

permaflex
permaflex
5 Giugno 2015 14:17

Vi invito a leggere un articolo su scenarieconomici.it sito su cui scrivono Antonio Maria Rinaldi e Nino Galloni
L’aticolo ha titolo :
Il reddito di cittadinanza non è Von Hayek

http://scenarieconomici.it/il-reddito-di-cittadinanza-non-e-von-hayek-ed-il-serve-piu-europa-non-e-berlino/
[scenarieconomici.it]

Nat
Nat
5 Giugno 2015 15:48

Io non concordo con l’analisi (senza contesto) della Dott.  Tcherneva circa gli effetti del JG e del BIG ma al di là di questo, a mio avviso, il RDC dei 5S è, diciamo così, una sorta di ibrido delle due misure che può (?) creare un po’ di  confusione . Il RDC targato 5S non è né il BIG né il JG, d’accordo, ma a seconda della sua effettiva realizzazione/riuscita (dipende dallo scenario che si ha in mente) l’ago della bilancia oscilla. Se la proposta venisse  recepita in tutte le sue parti e applicata dagli enti preposti così com’è, a mio avviso questo ibrido sarebbe più simile al JG che al BIG. In altre parole (“sottigliezze” a parte) non credo che all’atto pratico Bagnai si sia sbagliato di molto, anzi. Vedi ad esempio l’ art. 9 comma 4 e 6, art. 10 comma 2,3 e 8 e art. 12 comma 1 par. “e” e comma 5, della proposta di legge:

http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/milano/area_stampa_1/comunicati_stampa/PROPOSTA%20DI%20LEGGE%20reddito%20di%20cittadinanza.pdf

Cosa mi sfugge?

Simec
Simec
5 Giugno 2015 16:33

Il M5S è organico al regime, la valvola di sfogo per non farlo collassare.
Per questo i bamboccioni in parlamento, invece di togliere queste assurde tasse di merda, che impediscono ai piccoli di lavorare, ci prendono per il culo con le elemosine di regime.
Glieli sbattiamo in faccia i loro sporchi soldi.
Noi vorremmo solo lavorare, senza questa burocrazia di merda, senza tasse che ao di mmazzano e leggi che opprimono.
Questa legalità è criminale.
Se grillo volesse il cambiamento userebbe la disobbedienza civile, come Gandhi, come King.
Invece è solo un pagliaccio, come quelli che lo seguono.
Fanculo il reddito di cittadinanza. Basterebbe che questo stato di merda ci lasciasse in pace e ci lasciasse lavorare senza tasse assurde Free tax area sotto i 10 mila euro annui e 10 % fino a 15 mila.  e fanculo l’INPS obbligatorio fisso a 3000 euro se  hai guadagnato zero.
Il problema di questo paese di merda è la sua schizofrenia totale.
Il triste à che in un paese rincoglionito da tv e giornali prezzolati la ggente è diventata una melassa fangosa che il regime plasma a piacimento.
Altro che mance di regime. Dobbiamo disobbedire

istwine
istwine
5 Giugno 2015 16:44

Bé, neanche a me convince molto l’entusiamso della Tcherneva, né i vari scritti sul JG che han rilasciato, più l’analisi del Plan Jefes da cui partono in genere. Io direi che una differenza, per come l’ho capito io, è che nel RDC tu hai diritto a un reddito a determinate condizioni, tra le quali se ho capito bene c’è quello di renderti disponibile per un lavoro, a prescindere dal salario e dal lavoro, e dimostrare di cercarlo continuamente, certificato dal Centro per l’Impiego ecc. Il JG è che ti pago appositamente per fare quel determinato lavoro. Qui nella legge del M5S si parla ad esempio di lavoro volontario. Sì, condivido che tolte sottigliezze e quant’altro la cosa gli possa pure somigliare, però non per forza, e mi sembra che il JG, per quanto come hai giustamente detto esista già (FS, forestali e aggiungo pubblica amministrazione, enti pubblici vari), ha una finalità differente. Peraltro loro (Wray e colleghi) sostengono che crei un rialzo dei salari, perché nel caso in cui il lavoratore riceva un salario basso dai privati, si sposta nel pubblico, e quindi il JG agisca come salario minimo. Questo mi convince poco e non solo a me. Il RDC… Leggi tutto »

cardisem
cardisem
5 Giugno 2015 16:56

Lo chiamano reddito di cittadinanza, ma qui lo chiameremo reddito della gleba.

Non so chi sia e quale competenze abbia l’Autore dell’articolo, ma non capisce… un bel niente! E non parlo di economia, alla cui scienza NON credo, ma all’istituto politico-giuridico-filosofico della «cittadinanza»…
Evidentemente, per questo signore il “cittadino” non esiste… allo stesso modo in cui per la tatcher non esiste la società, ma solo gli individui che la compongono, e dire individui significa "consumatore”, “debitore”, “prestatore d’opera”, “schiavo”…

Con questo caldo mi sottraggo alla fatica di leggere oltre… Lo so: si deve leggere sempre e tutto e fino alla fine, ma non è sempre possibile e bisogna affidarsi all’intuito per le proprie valutazione, accettando il rischio di sbagliare nel giudizio, che in questo caso è del tutto negativo per l‘autore del testo sopra citato.

Valdo
Valdo
5 Giugno 2015 17:09

Qui si parla dell’utilità del reddito di cittadinanza, non del fatto che Grillo voglio o meno il cambiamento. In attesa di chi vuole fare la rivoluzione o disobbedire, a chi è in indigenza vogliamo o no dare un po’ di ossigeno? O stiamo a fare polemica politica?

Rosanna
Rosanna
5 Giugno 2015 17:20

Molto interessante permaflex,  l’ho postato nel forum a tuo nome …

grazie
diebrucke
diebrucke
5 Giugno 2015 17:33

A quanto pare i critici si riassumono essenzialmente in due categorie: quelli che non potendo attaccare le argomentazioni attaccano la persona, e i grillini avvelenati che, incapaci di discutere serenamente, approfittano di ogni occasione per farci sapere quanto la Lega sia disonesta (come se la cosa avesse una pur vaga attinenza con l’argomento in discussione). Certa ottusa mentalità da stadio è il motivo principale per cui mi tengo ormai da tempo alla larga dai grillini, una razza di mentecatti che ha ampiamente superato in stupidità persino i leghisti. Oh, ma tranquilli: se vi piace tanto il RDC, sappiate che Renzi sta lavorando proprio per quello. Lo ringrazierete e vivrete poveri ma felici: http://www.formiche.net/2015/06/04/ecco-lesproprio-che-sta-pianificando-merkel/

robotcoppola
robotcoppola
5 Giugno 2015 17:59

In sintesi i tuoi argomenti sono questi

  1. "…mi tengo ormai da tempo alla larga dai grillini,
    una razza di mentecatti che ha ampiamente superato in stupidità persino i
    leghisti";
  2. "se vi piace tanto il RDC, sappiate che Renzi sta lavorando proprio per quello"

Sorvoliamo il punto 1 che mostra ampiamente il tuo livello.

Giungiamo direttamente al punto 2, cosa c’entra il RdC di renzi con quello proposto dal M5S ?  

Sei così sicuro di essere diverso da chi tanto detesti ?

Intendo nella forma mentis , rigida e imbrigliato in una delle tante religioni economiche in voga, quindi intollerante con chi la pensa diversamente da te …

robotcoppola
robotcoppola
5 Giugno 2015 17:59

In sintesi i tuoi argomenti sono questi

  1. "…mi tengo ormai da tempo alla larga dai grillini,
    una razza di mentecatti che ha ampiamente superato in stupidità persino i
    leghisti";
  2. "se vi piace tanto il RDC, sappiate che Renzi sta lavorando proprio per quello"

Sorvoliamo il punto 1 che mostra ampiamente il tuo livello.

Giungiamo direttamente al punto 2, cosa c’entra il RdC di renzi con quello proposto dal M5S ?  

Sei così sicuro di essere diverso da chi tanto detesti ?

Intendo nella forma mentis , rigida e imbrigliato in una delle tante religioni economiche in voga, quindi intollerante con chi la pensa diversamente da te …

permaflex
permaflex
5 Giugno 2015 18:55

altra perla
"Perché se non foste dei boccaloni non saremmo nell’euro."
detta da chi vivendo nell’iperuranio dell’euro all’epoca non si interessava

permaflex
permaflex
5 Giugno 2015 19:05

Ci sono stato in Germania nel 95 ed è come dici te,a fronte di una forte componente di immigrati che facevano la più disparata varietà di lavori e di lavoretti,accumulandone più di uno nel caso,c’era una massa di tedeschi  che,chi più chi meno,percepiva qualche forma di sussidio.C’era un’ampia casistica,chi aveva bisogno arrivava comunque ad avere il suo assegno di sussistenza e comunque,ne sono sicuro,non c’era obbligo di lavoro.Nel 2008-10 ho avuto poi modo di parlare con tedeschi e discutendo mi dicevano in pratica che ‘la pacchia’ era finita’,la famosa riforma Hartz.Ora per curiosità sono andato a controllare i dati demografici tedeschi,si nota a fronte di una forte immigrazione da tutta europa causa la crisi,che la popolazione è in decrescita,questo è in linea col fatto che i lavori e lavoretti,prima svolti da immigrati,vanno ai tedeschi che altrimenti non avrebbero il sussidio e quindi gli stranieri tornano nelle patrie di origine.Cosa cambia allora,dato che sembrerebbe una mera sostituzione si suppone che il reddito pro capite dovrebbe essere rimasto invariato,così non è perchè gli immigrati che conoscevo io nel 95 non avendo tutele,lavoravano anche 12 ore e più al giorno per massimizzare il guadagno,d’altro canto sono sicuro che i tedeschi che li hanno… Leggi tutto »

cardisem
cardisem
5 Giugno 2015 21:48

Chiedo scusa per la mia ignoranza: cosa sono gli “ortotteri”?

cardisem
cardisem
5 Giugno 2015 21:54

ah, ricordo tu sei quello con il pallino della ‘disobbedienza civile”, senza avere la minima idea di cosa sia la “disobbedienza civile”… E non te la spiego. Se però ti pare che sia una idea farlocca quella del “reddito di cittadinanza", ti sfido io a dimostrarmi che sia meno farlocca, anzi risolutiva, toccasana e cura di tutti i mali, quella della “disobbedienza civile”… Ma non voglio stare a polemizzare come finisce sempre inevitabilmente a voler dialogare con te… E magari finire a insulti e volgarità. Ciao!

cardisem
cardisem
5 Giugno 2015 22:06

Ho un indicatore che per me funziona meglio dell’Istat:
– vedo dalla mia finestra ogni giorno gente che rovista nei cassonetti della spazzatura.
– quando non li vedrò più rovistare, vuol dire che il momento peggiore è passato e non dovranno venire tempi ancora peggiori.

Qui no si tratta di essere o non essere grillini. Chi poi sia più “mentecatto” è difficile da dire… L’insulto mi fa pensare a quegli che in visita a un manicomio chiedeva ad un matto in quanti fossero lì dentro. Il matto rispose che lì dentro erano in pochi, ma fuori di lì ce n’erano tantissimi che forse manco sapevano di essere “mentecatti”…

Sono favorevole al “reddito di cittadinanza”. Magari ci fosse! Come “mentecatto” non ho però mai pensato che questa fosse la “soluzione”, ma solo l’inizio per poi passare ad una soluzione di tipo “sistemico”… Se un prima difficoltà può essere la ricerca delle coperture finanziare, saranno poi maggiori le difficoltà soprattutto “politiche” per dare vita a un nuovo sistema economico, politico, sociale, dove appunto il “reddito” è un diritto e il lavoro solo un "obbligo” per far funzionare un mondo solidale…

permaflex
permaflex
5 Giugno 2015 22:25

Grilli

fabKL
fabKL
6 Giugno 2015 3:13

si, ma non lo pagavano :))

Nat
Nat
6 Giugno 2015 13:06

Credo sia una questione d’ interpretazione. Ad esempio : “I centri per l’impiego cooperano con le regioni, i comuni e l’Agenzia del demanio, ciascuno con le proprie risorse, al fine di promuovere la nascita di nuove attività imprenditoriali in relazione alle caratteristiche produttive, commerciali, economiche del territorio, nell’ottica dell’inserimento lavorativo dei beneficiari di cui alla presente legge.” “Ai fini della presente Legge la partecipazione del Beneficiario del reddito di cittadinanza, a progetti imprenditoriali promossi dal centro per l’impiego territorialmente competente ai sensi del comma 2 articolo 10 della presente legge, è da considerarsi alternativa ed equivalente all’assolvimento degli obblighi di formazione di cui all’articolo 11, lettera f).”  Che significa “promuovere la nascita di nuove attività imprenditoriali” e “partecipazione a progetti imprenditoriali”? Quindi non solo lavoro subordinato? Si riferisce anche agli autonomi giusto?  “La misura del reddito di cittadinanza di cui ai commi 1, 2 e 3 del presente articolo, per il solo caso di lavoratori autonomi, viene calcolata con riferimento al reddito netto dell’anno precedente a quello di inoltro della richiesta, con previsione di successivo calcolo di compensazione, da effettuarsi non appena disponibili i dati reddituali relativi all’anno in corso. Nel caso in cui dal calcolo emerga che i redditi… Leggi tutto »

Valdo
Valdo
6 Giugno 2015 18:56

Temo che tu non abbia letto bene le critiche, diebrucke, sennò ti saresti accorto che ce ne sono alcune circostanziate e molto precise. Sono state sottolineate due vere e proprie menzogne di Bagnai, che sono alla base di tutto il suo articolo: 1) che la Mmt proponga il RdC (quando invece da sempre chiede i PLG); 2) che il RdC del M5S sia deflazionistico, in quanto Bagnai ignora o omette di dire che la proposta di legge proprio per evitare l’effetto deflazionistico propone il salario minimo orario.Bagnai quindi basa il suo articolo su due fregnacce, la prima delle quali detta in malafede, perché che cosa voglia l’Mmt lui lo sa benissimo. E’ evidente perciò che tale articolo non è scritto per dare un contributo ma per delegittimare altri soggetti dell’area no-euro di cui lui vorrebbe essere l’unico ed osannato mentore.Come vedi, quiindi, le critiche sono proprio sui CONTENUTI, mentre se parliamo di attacchi personali faccio notare due sole cosette, che voi fan ottusangoli quanto i piddini dovreste cominciare a considerare: innanzitutto, il primo a usare l’insulto gratuito e spocchioso verso gli altri è proprio il vostro guru, che ne fa un uso industriali. E’ pertanto ridicolo pretendere di non raccogliere… Leggi tutto »

Tauk
Tauk
6 Giugno 2015 23:41

In realtà non abbiamo bisogno di nessun reddito di cittadinanza, e neanche di denaro, se vogliamo progredire nella super-civiltà dobbiamo abolire il denaro, abolire le discriminazioni di ogni genere, lavorare tutti in uguale misura e avere tutti gli stessi diritti e doveri, ci riusciremo? non è probabile, ma non impossibile!

FBF
FBF
7 Giugno 2015 14:53

Scusa non avevo letto. Ma a questa gente non gli frega nulla di nulla. Sono solo servi del sistema. Chi serve, serve, e chi serve comanda. Gente senza scrupoli. Non so se rendo l’idea ma il paragone lo posso fare con la politica. Questa non serve più, non esiste più, perché  le ideologie, le idee e gli ideali anche amorosi sono morti. Non esiste nulla. I politici di mestiere ascoltano ciò che viene detto dal potere assoluto … e lo applicano in periferia. Per cui la politica diventa partecipativa. Nascono le liste civiche o di quartiere tanto per dire. Che si tratti di fare un tombino rosso piuttosto che nero per arrivare alla sintesi di una società multietnica o multirazziale quello è il loro ruolo. Mediatori. Tanto – pensano – se non lo faccio io lo fa un’altro. E la domenica al mare con la barca nuova. Siamo arrivati alla pura sopravvivenza, alle briciole, al tradimento di se stessi. Non è neanche esatto dire zoologia. Un pollo ha già più libertà perché ridotto in schiavitù. Questi sono liberi e servi. Morti i ragazzi di tutti i paesi nella seconda guerra mondiale – un inganno – il potere ha chiuso il… Leggi tutto »

permaflex
permaflex
7 Giugno 2015 16:30

Valdo,forse c’è un terzo punto segnalato nel commento di Simplicissimus dove dice:

Hartz…nasce come una serie di drastici tagli alle forme di sostegno universale al reddito che c’erano precedentemente e la loro trasformazione in sussidio allargato di disoccupazione