Il lessico della Nuova Normalità

Ian Jenkins
off-guardian.org

Estratti dal ‘Lessico della Nuova Normalità’ di Greta Reset, docente di Neologia alla Schwab-Gates University.

Antivax: Chiunque rifiuti o critichi uno qualsiasi dei vaccini Covid-19, indipendentemente dalle sue ragioni e dal suo atteggiamento generale nei confronti della vaccinazione – anche se è un rispettato ricercatore medico impegnato da molti anni nello sviluppo dei vaccinii. Qualsiasi prova prodotta dall’antivax è irrilevante perché la prova nega la fede e, senza la fede, la ‘Scienza’ non è niente.
*
Casa di riposo: Sssshhh! Non ne parliamo più. Guarda, è in arrivo un’altra variante!
*
Caso: Individuo perfettamente sano che, inspiegabilmente, decide di sottoporsi ad un test PCR condotto in modo da trovare filamenti virali sui guanti di Howard Hughes.
*
Codici di Norimberga:…Un romanzo di Dan Brown?
*
Diffusione asintomatica: La curiosa idea che la malattia sia diffusa in modo significativo da persone che stanno fisicamente bene, indipendentemente da tutte le precedenti (e più attuali) prove scientifiche. La ragione dei ‘lockdown’.
*
Disinformazione, fonte di: Qualcuno che occupa una posizione eminente nel mondo accademico e che dice cose sbagliate (cfr. ‘Esperto’)
*
Distanziamento sociale: Termine distopico per indicare la distanza fisica arbitraria raccomandata o dagli ‘esperti’ o imposta dal governo per prevenire la ‘diffusione asintomatica’. In realtà dovrebbe essere chiamato ‘distanziamento fisico’, ma non è così.
*
Esitazione vaccinale: Rifiutare egoisticamente o prendere in considerazione la possibilità di rifiutare un ‘vaccino’, specialmente un vaccino sperimentale. Questo gesto è solitamente basato su analisi personali dei rischi/benefici, deficit di paura e sul credere in sciocchezze di Destra, come il consenso informato e il diritto all’integrità corporea.

L’esitazione vaccinale causa il perpetuarsi dei ‘lockdown’, dell’obbligo di indossare mascherina e del ‘distanziamento sociale’ imposti dai governi, che, in realtà, non vorrebbero fare queste cose, ma si sa…incolpare loro. (Vedere anche: Antivax).
*
Esperto: Qualcuno che occupa una posizione eminente nel mondo accademico che dice le cose giuste.
*
Estroversione vaccinale: Il comportamento di qualcuno che racconta allegramente a tutti la propria esperienza vaccinale, senza che i suoi interlocutori lo chiedano o desiderino particolarmente sentirne parlare.
*
Evento superdiffusore: Incontro o evento politicamente sconveniente con un gran numero di persone che si comportano normalmente, che in seguito non diffonde nulla se non amore, unità e informazione.
*
Grande Reset: Colossale accaparramento di risorse collettive e imposizione di un sistema di controllo tecnocratico centralizzato – ma caratterizzato da belle parole come “equità,” “sostenibilità e “diversità” buttate dentro per farlo apparire bello e figo (vedere: ‘Ricostruire meglio’)
*
Ignoranza: Forza
*
Immunità di gregge: Letteralmente un concetto/politica fascista… a meno che non ci si arrivi con la vaccinazione di massa.
*
Influencer: Celebrità, Video blogger o figure dei social media con molti seguaci che usano la loro popolarità per persuadere la gente della saggezza della politica governativa, di cui sanno meno di niente, di solito in cambio di sovvenzioni con fondi pubblici.

Include anche eroi coraggiosi, come quelli della Brigata 77, che combattono la pericolosa guerra contro la dis/misinformazione digitando sulla tastiera in trincee virtuali mangiando ciambelle e sorseggiando caffè (vedere anche SPI-B).
*
Libertà: Schiavitù
*

Libertà di parola: State solo attenti a ciò che dite…
*
Lockdown: Termine preso in prestito dal sistema penale per indicare la protezione della salute nazionale tramite l’imposizione di isolamento, mancata istruzione, stress e paura, limitazione dell’assistenza sanitaria e devastazione economica a tutta la società, indipendentemente dal rischio reale per gli individui o dalla prova di efficacia di tali misure nel prevenire la ‘diffusione asintomatica’.
*
Mascherina, cipiglio da: Lo sguardo torvo, con occhi cattivi, un misto di odio e paura di un ‘mascherina-dipendente’ nei confronti di qualcuno che non indossa una ‘copertura del volto’.
*
Mascherina-dipendente: Persona che indossa la mascherina indipendentemente dall’ambiente circostante, ad esempio da solo in macchina, in cima a una montagna o sott’acqua.
*

Numero R: Metrica epidemiologica che caratterizza la capacità di un virus di diffondersi. Un tempo di vitale importanza e ossessivamente monitorato e scandito dal governo e dai media su base giornaliera, ora è solo roba del 2020, tesoro – quest’anno si parla solo di varianti, non lo sai?
*
Passaporto vaccinale: Vedere: ‘dompass’ e ‘kennkarte’.
*
Politica sanitaria pubblica: Concentrarsi su una possibile singola causa di morte o di malattia, escludendo tutte le altre.
*
Reazione avversa: Malattia o decesso totalmente e casualmente coincidente con la vaccinazione.
*
Ricostruire meglio: Per gli oligarchi, non per voi bifolchi.
*
Scienza, la: Un sottoinsieme di conoscenze scientifiche che non può essere messo in discussione sulla base di dati empirici o di esperimenti ripetibili perché è stato “stabilito” dal consenso diffuso nel sottoinsieme di ‘esperti’ che vi aderiscono.
*
SPI-B: Lo Scientific Pandemic Insights Group on Behaviours – un gruppo di psicologi, funzionari governativi ed ‘esperti’ delle forze dell’ordine che hanno il vitale incarico di assicurarsi che il pubblico venga adeguatamente terrorizzato durante un periodo di crisi della salute pubblica – in particolare rendendolo consapevole di tale crisi e iper-terrorizzandolo attraverso una minacciosa messaggistica mediatica.

Lo SPI-B lavora sulla base dell’assolutamente etico concetto dell’uso della paura per ottenere la conformità, concetto che non è mai stato usato in modo improprio nella storia dell’umanità e che non ha mai danneggiato la salute mentale e fisica di una popolazione o colpito la democrazia, l’armonia sociale o la libertà in alcun modo.
*
Stato di diritto/diritti civili: Scusate, che cosa?
*
Tasso di letalità tra gli infettati (IFR): Probabilmente la metrica più importante nella valutazione della letalità di un patogeno, l’IFR è la percentuale di persone infette che muoiono. Per il SARS-CoV-2 la stima attuale è tra lo 0,24% e lo 0,15%. In confronto, una brutta influenza è tra lo 0,1 e lo 0,2% e la rabbia è il 100%. A causa della sua vitale importanza, l’IFR non viene mai menzionato dai media tradizionali e la maggior parte delle persone non ha la minima idea di cosa significhi.
*
Tasso di mortalità standardizzato per età: Criterio di misura universalmente approvato della mortalità per tutte le cause in una determinata nazione, in modo che sia confrontabile con quelli degli anni precedenti. Di conseguenza, non è mai usato dal governo o dai media, che preferiscono invece contare a tempo indeterminato le persone morte entro 28 (o anche 60 giorni) da un ‘Test PCR’ positivo.
*
Test PCR: Il test di reazione a catena della polimerasi era stato inventato dal biochimico americano Kary Mullis che aveva vinto il premio Nobel per la sua scoperta. La PCR è in grado di amplificare campioni di DNA per identificare anche quantità minime di un virus e viene utilizzata su una scala crescente di amplificazione chiamati “cicli.”

Mullis, che è morto nel 2019, era stato chiaro sul fatto che la sua invenzione non poteva identificare e diagnosticare le malattie infettive e, di conseguenza, il suo test viene utilizzato dall’anno scorso per fare proprio questo.

Il capo dell’AIAID, Anthony Fauci, ha dichiarato che amplificare un test PCR a 35 cicli o più significa renderlo praticamente inutile per il rilevamento di una malattia infettiva, perchè risulterebbero solo “falsi positivi,” ma il protocollo messo a punto dallo scienziato tedesco Christian Drosten, che era basato su un modello computerizzato e non su campioni isolati e sequenziati del virus e che era è stato sottoposto a revisione paritaria in solo 48 ore, raccomanda di eseguire il test a 45 cicli.

Questo protocollo era stato poi ripreso dall’OMS e usato praticamente dappertutto, fino a quando, nel mese di gennaio, l’OMS aveva ordinato a tutti di fermarsi perché la cosa non aveva senso. (Vedere anche: ‘Scienza, la’).
*
Tre settimane: Eternità (vedere ‘Lockdown’).
*
Vaccino: Tradizionalmente una preparazione di materiale virale inerte introdotto nell’organismo per stimolare la risposta immunitaria e prevenire l’infezione – ma ora non più.
*
Variante: Un qualcosa di identico al 99,7% all’originale, ma con un nome spaventoso e una buona pubblicità, ad esempio “quadruplice variante supermortale superdiffusiva del [inserire una posizione geografica scelta a caso].”
*
Volto, copertura del: Tutto quello che può servire per coprire la metà inferiore del viso al fine di rispettare i regolamenti e accedere ad una zona riservata; andrà bene qualsiasi cosa, poiché non è richiesta nessuna efficacia nel prevenire la trasmissione di malattie: mutande, una sciarpa di chiffon, una retina per capelli.

Non c’è nemmeno l’obbligo di smaltire in modo sicuro le coperture per il viso dopo l’uso, quindi queste possono essere gettate per strada o anche in aperta campagna per farci giocare i bambini e soffocare gli animali.
*
Ian Jenkins

Fonte: off-guardian.org
Link: https://off-guardian.org/2021/05/30/the-new-normal-lexicon/
30.05.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

5 1 voto
Valuta l'articolo
Sottoscrivi
Notifica di
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
LuxIgnis
Trusted Member
3 Giugno 2021 , 8:33 8:33

Peccato che non ci sono le faccine per commentare….
😉 😉 😉
Oh ci sono! Ho trovato come si fanno 😉 Ma conosco solo questa.

Last edited 21 giorni fa by LuxIgnis
IlContadino
Noble Member
3 Giugno 2021 , 11:21 11:21

Ieri mattina, sono al bancone di un bar e sento dire:”Ciao, da quanto tempo non ci vediamo!” È una ragazza accanto a me, sta pagando la sua colazione. Non so chi sia, continuo a bere il mio caffè e a parlare con il barista. Mi giro e mi accorgo che mi fissa, ce l’ha con me, allora osservo con più attenzione gli occhi, mannaggia è C. un’amica che non vedo da almeno tre anni. -Ma come diamine faccio a riconoscerti con quella pezza in faccia?!- (penso)
Di quelle situazioni che ti avvicinano a comprendere i vari aspetti di questa nuova, bizzarra educazione. A volto scoperto mi ha riconosciuto, ogni tanto un temerario vecchio-normale è utile in giro per il paese;-)

Last edited 21 giorni fa by IlContadino
2
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x