Home / ComeDonChisciotte / IL GIORNALE: QUELLA SOVRANITA’ DELLA MONETA IN MANI PRIVATE

IL GIORNALE: QUELLA SOVRANITA’ DELLA MONETA IN MANI PRIVATE

FONTE: IL GIORNALE.IT

Oggi il Giornale ha pubblicato un pezzo autodefinito “Provocazione”, in cui ribadisce che la moneta dev’essere del popolo e non di una cricca di privati. Il Giornale di Berlusconi, sembra disposto in questa lotta all’ultimo sangue, a fare scoppiare il bubbone, con un articolo che mai e poi mai i suoi detrattori, in particolare il braccio armato Repubblica e i suoi finanzieri proglobalizzazione, avrebbero mai scritto. Da far riflettere su chi sta attaccando il Premier da oltre un anno, e sugli eventuali perché. O sul tipo di conflitto intestino che sta vivendo il nostro governo… Un intestino che puzza di interferenze straniere…

Nicoletta Forcheri (mercatoliberonews.blogspot.com)

Abbiamo ricominciato a tremare per le banche. Abbiamo ricominciato a tremare addirittura per gli Stati, a rischio di fallimento attraverso i debiti delle banche. Si è alzata anche, in questi frangenti, la voce di Mario Draghi con il suo memento ai governanti: attenzione al debito pubblico e a quello privato; dovete a tutti i costi farli diminuire. Giusto. Ma l’unico modo efficace per farli diminuire è finalmente riappropriarsene. Non è forse giunta l’ora, dopo tutto quanto abbiamo dovuto soffrire a causa delle incredibili malversazioni dei banchieri, di sottrarci al loro macroscopico potere?
Per prima cosa informando con correttezza i cittadini di ciò che in grande maggioranza non sanno, ossia che non sono gli Stati i padroni del denaro che viene messo in circolazione in quanto hanno delegato pochi privati, azionisti delle banche centrali, a crearlo. Sì, sembra perfino grottesca una cosa simile; uno scherzo surreale del quale ridere; ma è realtà.C’è stato un momento in cui alcuni ricchissimi banchieri hanno convinto gli Stati a cedere loro il diritto di fabbricare la moneta per poi prestargliela con tanto di interesse. È così che si è formato il debito pubblico: sono i soldi che ogni cittadino deve alla banca centrale del suo paese per ogni moneta che adopera. La Banca d’Italia non è per nulla la «Banca d’Italia», ossia la nostra, degli italiani, ma una banca privata, così come le altre Banche centrali inclusa quella Europea, che sono proprietà di grandi istituti di credito, pur traendo volutamente i popoli in inganno fregiandosi del nome dello Stato per il quale fabbricano il denaro.

Ha cominciato la Federal Reserve (che si chiama così ma che non ha nulla di «federale»), banca centrale americana, i cui azionisti sono alcune delle più famose banche del mondo quali la Rothschild Bank di Londra, la Warburg Bank di Berlino, la Goldman Sachs di New York e poche altre. Queste a loro volta sono anche azioniste di molte delle Banche centrali degli Stati europei e queste infine, con il sistema delle scatole cinesi, sono proprietarie della Banca centrale europea. Insomma il patrimonio finanziario del mondo è nelle mani di pochissimi privati ai quali è stato conferito per legge un potere sovranazionale, cosa di per sé illegittima negli Stati democratici ove la Costituzione afferma, come in quella italiana, che la sovranità appartiene al popolo.

Niente è segreto di quanto detto finora, anzi: è sufficiente cercare le voci adatte in internet per ottenere senza difficoltà le informazioni fondamentali sulla fabbricazione bancaria delle monete, sul cosiddetto «signoraggio», ossia sull’interesse che gli Stati pagano per avere «in prestito» dalle banche il denaro che adoperiamo e sulla sua assurda conseguenza: l’accumulo sempre crescente del debito pubblico dei singoli Stati. Anche la bibliografia è abbastanza nutrita e sono facilmente reperibili sia le traduzioni in italiano che i volumi specialistici di nostri autori. Tuttavia queste informazioni non circolano e sembra quasi che si sia formata, senza uno specifico divieto, una specie di congiura del silenzio. È vero che le decisioni dei banchieri hanno per statuto diritto alla segretezza; ma sappiamo bene quale forza pubblicitaria di diffusione la segretezza aggiunga alle notizie. Probabilmente si tratta del timore per le terribili rappresaglie cui sono andati incontro in America quegli eroici politici che hanno tentato di far saltare l’accordo con le banche e di cui si parla come dei «caduti» per la moneta. Abraham Lincoln, John F. Kennedy, Robert Kennedy sono stati uccisi, infatti (questo collegamento causale naturalmente è senza prove) subito dopo aver firmato la legge che autorizzava lo Stato a produrre il dollaro in proprio.

Oggi, però, è indispensabile che i popoli guardino con determinazione e consapevolezza alla realtà del debito pubblico nelle sue vere cause in modo da indurre i governanti a riappropriarsi della sovranità monetaria prima che esso diventi inestinguibile. È questo il momento. Proprio perché i banchieri ci avvertono che il debito pubblico è troppo alto e deve rientrare, ma non è possibile farlo senza aumentare ancora le tasse oppure eliminare alcune delle più preziose garanzie sociali; proprio perché le banche hanno ricominciato a fallire (anche se in realtà non avevano affatto smesso) e ci portano al disastro; proprio perché è evidente che il sistema, così dichiaratamente patologico, è giunto alle sue estreme conseguenze, dobbiamo mettervi fine. In Italia non sarà difficile convincerne i governanti, visto che più volte è apparso chiaramente che la loro insofferenza per la situazione è quasi pari alla nostra.

Fonte: www.ilgiornale.it
Link: http://www.ilgiornale.it/economia/provocazione_quella_sovranita_moneta_mani_private/11-12-2009/articolo-id=406009-page=0-comments=1
11.12.2009

Pubblicato da Davide

  • vic

    Da tenere d’occhio Ron Paul,

    che negli USA sta spingendo per un audit della Federal Reserve. Servirebbe a rendere consci del problema FED almeno i congressisti. E qualcuno potrebbe finalmente metterci l’occhio in quella combriccola di furbastri, di cui Bernake non e’ che l’impiegato meglio stipendiato.

    Non tutte le banche centrali sono private, alcune lo sono parzialmente, altre sono emanazioni dello stato.

    Comunque tranquilli, i big della finanza si stanno gia’ attrezzando, mettendo in piedi una macchina finanziaria, ovviamente privata, per la compravendita di certificati d’emmissione sul carbonio. Ehi myone, se lanciassimo dei certificati sulla dispersione del letame?

    A ruota verranno le valangate di relativi derivati di cui tutti conosciamo lo scopo vero, che e’ la speculazione e nient’affato un’assicurazione protettiva, come i finanziari ci danno sorridentemente e immancabilmente da bere nei loro tutorials.

  • alinaf

    Gulp!

  • Pausania

    Ottimo: a destra stanno cercando consensi e voti in mezzo ai geni del signoraggio e della sovranità monetaria. Stappiamo lo champagne.

    NOTA: Ron Paul in Usa pensa e fa l’esatto contrario di quello che i furbissimi della sovranità monetaria pensano e fanno.

  • Tetris1917

    L’unica cosa certa caro giornalaio.it e’ che stanno fottendosi i TFR dei lavoratori!

  • TizianoS

    Splendido articolo che prende in contropiede, credo, molti lettori di CDC, i quali si aspetteranno invano di vedere un articolo del genere sull’Unità o altro giornale di “sinistra”. Certamente non lo vedranno mai sui quotidiani di “centro-sinistra” tipo Repubblica, Corriere, la Stampa.

    Per me è un segnale, insieme al discorso di ieri in Germania, che Berlusconi è al contrattacco, sa che i “poteri forti” (leggi USA e soci) vogliono farlo fuori, ed è deciso, come si dice, a vendere cara la pelle.

  • vimana2

    Grandioso articolo del “il giornale”, lo vogliamo capire perchè quello svenduto, criminale e viscido verme di Mario Draghi ( gov. Bankitalia ) odia a morte tremonti e il berlusca!!??
    Prima di abbattere berlusconi dobbiamo riunirci come nazione e come stato contro i banchieri internazionali che hanno rovinato perfino gli… USA e l’inghilterra! Ovviamente dietro a queste skifezze usuraie sappiamo bene chi si nascondono, i soliti noti….coloro che nn possono prestare al ” fratello ” perchè vietato dalla bibbia ma posso prestare all’animale parlante ( cioè noi ) dimenticandosi però che prestare nn significa frodare e rubare…..ne pagheranno le conseguenze sia dopo la morte che prima della morte!

  • lucamartinelli

    a parte i commenti degli amici che aprono a loro volta altre tematiche, leggendo on line “il giornale” detto anche la Pravda di Arcore, sono rimasto basito. è vero: denuncia la mancanza di sovranita’ monetaria e quindi indirettamente la finta democrazia che subiamo. ma volevo semplicemente dire che il mio stupore è dovuto al fatto che è stato questo quotidiano di centro-destra anzi della famiglia Berlusconi a denunciare quello che da tempo i piu’ informati denunciano sul Web senza troppo successo, per mancanza di visibilita’. La sedicente sinistra ha sempre fatto finta di niente, da anni, da sempre. eppure l’argomento è tosto. incredibile, come diceva la mia nonna: “non c’è piu’ religione”. comunque sta di fatto che, al di la’ delle simpatie o antipatie personali, Berlusconi è ora un cane sciolto, una scheggia impazzita. che sia la lotta per non essere defenestrato dagli “illuminati” che l’hanno portato alla presidenza del consiglio? Puo’ essere. certo che lui sa chi sono i poteri forti che vogliono la sua testa (e l’avranno, probabilmente), sa che non è certo la sinistra cosiddetta, da cui non deve temere nulla. non fraintendetemi, non sono diventato simpatizzante del cavaliere ma paradossalmente la sua politica estera ed energetica è nell’interesse del nostro paese. ricordo che nel governo Berlusconi 2001-2006 il ministro Tremonti fu defenestrato dalla sera alla mattina. peccato che nessuno racconto’ a noi italici il perche’: Tremonti aveva preparato un regolamento che prevedeva il graduale ritorno di Bankitalia sotto il controllo dello Stato. l’hanno eliminato in poche ore. forse i tempi sono cambiati? non credo, visto che Napolitano il 16 dicembre 2006 ha firmato un decreto presidenziale che elimina ogni possibilita’ che questo possa accadere, a prezzo della svendita di un pezzo di democrazia, ma si sa che il presidente è in odore di massoneria. allora quale puo’ essere il motivo per cui Feltri-Berlusconi hanno deciso una rivelazione che quando sara’ capita dai cittadini (ci vorra’ un po’) potrebbe innescare reazioni non rivoluzionarie, ma elettorali? vedremo. saluti a tutti

  • ilnatta

    mi spiegheresti per cortesia da dove deriva tutta questa tua sicurezza sul fatto che la sovranità monetaria non sia un problema da discutere?
    grazie

  • ilnatta

    non penso sia un caso che il giornale inizi a parlare di questi temi proprio ora che il suo capo è sulla via del tramonto…

  • vic

    I poteri forti non sono solo gli stati ma soprattutto dei club di personaggi e multinazionali. Il loro scopo e’ distruggere gli stati o strutturarli a loro discrezione e servizio. Per loro Obama, Greenspan, Bernanke, Blair, ecc . sono dei semplici impiegati ben pagati. Berlusconi e’ diventato un impiegato troppo anomalo per loro.

    Il gremio in cui si svolge la globalizzazione sotto gli occhi del mondo e’ l’ONU. Sta avvenendo nel settore ambientale a Copenhagen, sotto gli occhi verdi degli ambientalisti, i quali si fanno fottere in tuitti i modi possibili: scientificamente, finanziariamente e socialmente.

    Mi sembra che gli unici che stanno reagendo con dignita’ alla globalizzazione sono alcuni paesi poveri (magari seduti su una cassa d’oro o litio o altro) dell’America Latina, faticosamente alla ricerca di un barcamenamento perlomeno onorevole.

    Attenti anche a generalizzare parlando degli USA. Sono parecchi gli scontenti di come si gestisce il potere a Washington. Potrebbe succedere da un momento all’altro una forma di ribellione degli stati verso il governo centrale, dapprima su temi puntuali e poi chissa’. Qualche sussulto s’e’ gia’ notato quando Bush introdusse i famosi decreti dittatoriali sulle situazioni d’emergenza. Piu’ la crisi avanza e piu’ i sussulti si faranno sentire.

    Nell’UE invece tutti beatamente felici di farsi usurpare quantita’ industriali di diritti che sembravano acquisiti. A che pro se non per il futuro governo mondiale di cui quest’anno abbiamo visto le gesta nella sanita’ (salutino signora Chan di Hong Kong) e nell’ambiente; l’anno scorso invece nel campo finanziario creativo.

    Cosa ci vuole ancora per aprirci gli occhi?

    Un tale che si dava all’ippica per hobby strillava: resistere resistere resistere.
    Certamente, meglio azzeccando a chi resistere pero’, con calma!

  • vic

    Siamo su Marte, anno 5009 dell’era terrestre D.C.
    Due archeologi Marziani, un po’ verdognoli tendenti al grigiastro, stanno discutendo telepaticamente per via di un pezzo di carta straccia ritrovato sotto delle macerie di calcestruzzo terrestre.

    Ogigio1: Si sono estinti tutti gli homo sapiens u.
    Ogigia2: Parli dell’homo sapiens usuratus?
    Ogigio1: Si’, quello che e’ sparito consunto dagli usurai.
    Ogigia2: E che fine hanno fatto gli usurai?
    Ogigio1: Usurati per mancanza di usurandi.

    Come d’uso vi mando un telepatico salutino spaziale.

  • Pausania

    La sovranità monetaria è certamente un problema, più precisamente del genere “idea da lasciare morire di inedia al più presto”.

  • totonno

    Ma porca la miseriaccia zozza , ma è possibile che mi tocca difendere il Berlusca , ma la vogliamo capire una volta per tutte che non è lui il nemico , cari compari Sinistri la volete capire una volta per tutte che il nemico l’avete in casa , volete i nomi ???? Draghi , Prodi , Fassino , D’Alema , Rutelli , e tutta la compagnia cantante . Ora ci si è messo di punta il Kippa Fini che al soldo degli innominabili sta facendo di tutto e di piu per distruggere la figura del Berluscao. Ma ben vengano , e finalmente , articoli che parlano dell’appropiazione indebita che le banche private hanno fatto delle monete , dello scandalo della moneta unica europea , Cari sinistri al posto di rompere i coglioni chiedetevi perche nei vostri giornali non appare una notizia del genere , chiedetevi da chi siete pilotati , e soprattutto smettetela di fare manifestazioni inutili , capziose , senza senso e soprattutto chiedetevi chi le finanzia COGLIONI!!!!!!

  • marcopa

    Forse e’ vero che Berlusconi e’ inviso ad alcuni poteri forti, ma lo e’ perche’ non governa il paese e pensa agli affari suoi privati e non a quelli della borghesia tutta. Le ultime sue dichiarazioni sono il segnale che e’ ormai in grandissima difficolta’, e’ un crescendo di tensione verso magistrati e Napolitano. E’ una situazione molto pesante , non riesco a capire perche’ non lo “abbandonino” apertamente alcuni ambienti come Confindustria, cisl,uil, Corriere della Sera. La sua aggressivita’ e prepotenza e’ speculare ad una remissivita’ vasta.

  • Tetris1917

    Cari commentatori: il ciuccio vola!!!

  • ilnatta

    io di inedia farei morire i banchieri e in generale tutti i capitalisti senza scrupoli di questo pianeta…

  • duca

    L’articolo andrebbe pure bene se non uscisse proprio nel momento in cui hanno deciso di intascarsi i nostri TFR per fare cassa, Berlusconi si dibatte come un tonno nella tonnara, sono più gli operai e gli impiegati sui tetti di quelli nelle aziende, gli ammortizzatori sociali sono in scadenza… Dimentico qualcosa? Usano questo tema come arma di distrazione di massa: incidentalmente potrebbero essere pure nel giusto, ma il vero obiettivo è difendere il padrone e distrarre gli elettori.
    Io credo che la sovranità monetaria sia un problema di quelli che non vanno fatti morire di inedia, come ha scritto qualcun altro qui dentro.
    Ricordo però che il potere di emissione, quando spettava al Tesoro, poneva altrettanti problemi “etici” perchè era difficile resistere al richiamo della stamperia per risolvere i problemi di competitività del sistema paese tramite la svalutazione competitiva. E’ come dire che una pistola è un pezzo di ferro, dipende da chi la detiene e come la usa: la sovranità monetaria deve essere esercitata repsonsabilmente altrimenti si creano problemi anzichè risolverli.

  • marcop

    … ovviamente mi riferisco a pausania o forse (menopausania)

  • ForumPermanente

    I tempi stanno finalmente maturando. La smetteranno forse di chiamarci cospirazionisti. In questo momento delicato e storico dobbiamo essere consapevoli che abbiamo il bisogno di Berlusconi e Tremonti….che ci piaccia o che non ci piaccia. Divulghiamo ulteriormente le nostre convinzioni supportandole da questo aticolo del giornale.it . Per vincere spesso bisogna allearsi con il nemico. La missione in questi tempi di crisi non è impossibile. Certo Berlusconi con questo ha decretato la sua fine. Si sta immolando prima che gli altri lo sacrifichino. Chissà cosa dirà adesso Napolitano sulla faccenda, lui che è un grande sostenitore di un “Nuovo Ordine Mondiale”…..Amici, chi vivrà vedrà ! Ma intanto che viviamo “spingiamo tutti insieme il mondo verso un destino migliore”.

  • ilnatta

    quoto in toto. infatti il problema sovranità monetaria è come questa viene gestita. che siano banchieri o burocrati l’importante è che il ferro sia in mani sagge e che ci sia un vero controllo democratico.

  • marcop

    Sti cazzi che è na scheggia impaggita!!!! Meno male che Silvietto c’è!!!

  • Aldebaran

    Ho capito. Embè certo, ottima la soluzione del Giornale; diamo la leva monetaria in mano alla nostra classe politica attuale. Sisi, eccellente idea, non c’è che dire. Come ho fatto a non pensarci prima mannaggia…

  • marcop

    Sei proprio un ciuco, va bene così no? Ora che i porci banchieri se la godono e ci fluorizzano e ci depredano in tutte le maniere è gaiardo no? Sveieteeeeeeeeeeeeee!!!! La moneta la deve gestire la collettività, gli strumenti ci sono, usa la testa (quella giusta), non quella che hai in mezzo alle gambe!

  • Aldebaran

    Entriamo nel merito, te che ne capisci tanto di finanza, puoi spiegare a un ignorante della materia come me? Quali sarebbero gli strumenti alternativi (che già esistono) per gestire la moneta non da banchieri privati? Cosa vuol dire che la moneta la deve gestire la collettività?

    P.S. Perché ti agiti tanto? Non è che offendendo le persone le convinci della bontà di quello in cui credi.

  • ilnatta

    questa è la classica risposta, giusta in parte, di come sia meglio che il sistema funzioni così. ma certo che con la classe politica che ci ritroviamo sarebbero lacrime e sangue se avessero accesso anche alla stampante! ma questo è proprio il barbatrucco! come è un trucco che nei posti di potere politico ci vadano delle persone che non sanno manco cosa sia il ministero che vanno a dirigere! quindi si dice ben vengano i banchieri illuminati che conoscono bene il sistema bancario e monetario! MA IL PUNTO DOVREBBE ESSERE CHE SE IL SISTEMA MONETARIO FOSSE IN MANO ALLO STATO ALLORA CI SI DOVREBBE IMPEGNARE AD AVERE UNA CLASSE POLITICA PULITA E REALMENTE DEMOCRATICA, SE INVECE VOGLIAMO CHE IL SISTEMA CONTINUINO A GESTIRLO LE BANCHE ALLORA DOBBIAMO SOTTOPORRE QUESTE CAZZO DI BANCHE AD UN MAGGIOR CONTROLLO DA PARTE DELLO STATO O UNA CAZZO DI SOCIETA’ DI CONTROLLO CHE GLI STIA DIETRO. MA UNA COSA E’ CERTA: ABBIAMO POLITICI INETTI E FARABUTTI E BANCHIERI INTELLIGENTISSIMI, FARABUTTI E TROPPO POTENTI!

  • Aldebaran

    Ohhhhh, e qua finalmente cominciamo a scendere nel concreto e a dire cose sensate. Infatti non è quello che dice ‘sto giornale.

  • 21

    Luccichii per allodole… al lodo le prossime eleganti ruberie?

    Ciao ciao 😉

  • gelsomino

    BRAVO SILVIO ! Se devi proprio morire portA CON TE TUTTI GLI ALTRI FILIBUSTIERI.

  • Altrove

    Inquitante notizia non trovate? Credo di conoscere abbastanza la tematica di cui si discute e notoriamente, senza nessun dubbio, possiamo affermare che è sempre stata una certa ala della destra a denunciare questi fatti. Mi pare che fra i primi in italia furono i leghisti (bossi) seguiti poi da alcuni esponenti di alleanza nazionale (mi pare ci furono ad esempio due interrogazioni parlamentari nel gennaio/febbraio del 2008 su questo). Il che volendo sembra anche logico se pensiamo a prodi/draghi come dei portavoce delle banche incriminate. Mi ricordo anche di un articolo dove si diceva che tremonti si fosse montato la testa e attuasse politiche economiche marxiste (forse il manifesto?). Azzardo una ipotesi: potrebbe essere che il cavaliere senza macchia e senza paura lanci un messaggio a chi lo vuole fare fuori? “se cado io tento di portare più gente possibile con me?”. E’ solo un’ipotesi.
    Portare una notizia del genere all’attenzione mediatica è una mossa che può mettere in crisi l’intera fantapolitica. Poco cambia se la sovranità non tornerà mai al popolo, ma cambia la visione delle banche e del governo agli occhi del cittadino medio. Non credo proprio poi che Il giornale non avesse mai sentito correre fra i suoi corridoi voci del genere, ne tantomeno berlusconi. Quindi perchè solo ora? Ma guarda un po’, stai a vedere che gli unici stronzi che non sanno nulla sono gli elettori? Anche qui una precisazione: ci si può credere o non credere, ma cari miei, se berlusconi ci crede un motivo ci sarà. Anche se non è vero nulla. Non incappiamo nella trappola vero o falso. Pensa un po’, prima era un argomento tabù su cui tutti ti ridevano in faccia, adesso è sul giornale… mmm… secondo me qui si stanno cagando sotto tutti quanti per qualcosa, l’importante è che non saremo noi a raschiare via le striscie di merda dalle loro mutande… Comunque ci sarà da divertirsi… Un abbraccio a tutti quanti…

  • marcop

    … stai manzo, è solo una briciola rispetto a quanto stanno fottendo all’umanità da tempi memorabili

  • ranxerox

    A Fanculo la moneta, torniamo al baratto. Gambizziamoli così! E già che ci sono a Fanculo anche sovranità ed annessi sovrani.

  • marcop

    … ma che c..zz… me ne minchia frega di un ladruncolo, pensa a chi da sempre si fotte e cogliona tutta l’umanità prendendo il 99,99 e lasciandoci la bellezza del rimanente 0,01. Pensa al + grande ladrone di tutti i tempi e a tutti i suoi complici, vuoi forse esserne complice pure >>> TU!

  • TizianoS

    Non è facile definire quali siano i “poteri forti” nel mondo, io ho scritto “USA e soci” per cercare di avvicinarmi con solo due parole alla realtà, che onestamente non conosco più di tanto. Come “USA” non intendo ovviamente il popolo americano ma (cito a memoria) le lobby, con quella sionista in testa (AIPAC), il complesso industrial-militare, i servizi segreti, i grandi banchieri privati (Rothschild, Rockefeller), le grandi banche d’affari (Goldman Sachs, JP Morgan), ecc. Come “soci” intedo Massoneria, Opus Dei, B’nai B’rith, Corona Inglese, Corona Olandese, ecc. Ma sono valutazioni personali.

    Caratteristica dei “poteri forti” è di non comparire quasi mai in prima persona, essi hanno i loro “galoppini” che possono essere primi ministri, governatori di banche centrali, ecc.

    Poi ogni paese ha varie sfumature di sotto-poteri occulti, in Italia ad esempio ci sono ancora organi della prima Repubblica che sono nella seconda e che non vogliono bene a quest’ultima. Il CSM è una creatura della prima Repubblica, cioè magistrati politici che appartengono a correnti legate ai vecchi partiti. La guerra di Berlusconi contro il CSM non è solo causata dalle sue vicende processuali, ma ha radici più profonde. Quel tale che si dava all’ippica per hobby, quando strillava resistere, resistere, resistere, si riferiva solo alle marachelle di Berlusconi ?

    Per il resto concordo con il tuo commento specie riguardo all’UE, usurpatrice di diritti acquisiti.

  • TheKiller

    domande 1: ma questo sistema di moneta privata è esteso a tutti gli stati del mondo ??? ( che sono 200 circa ); 2: ci sono stati dove la situazione non è questa e le cose vanno bene??; 3: ci sono stati senza questa situazione, che dunque, secondo le vostre assurde teorie, non hanno debito ( dato che la moneta è loro e non devono ripagarla a nessuno ); 4: sicuri che questo non sia il sistema migliore per pompare al massimo la scienza e la tecnica e produrre il notevole incremento di tecnologia che si è verificato negli ultimi 20 anni ????; 5: mi spiegate perchè in TUTTE le notizie che riguardano l’Italia CDC e tutti questi bloggers difendono al 100% berlusconi, il paladino della giustizia italiana contro gli invasori banco-anglo-israelo-americano-pd-postcomunisti-mortadelliani- …e qui voglio delle spiegazioni serie non delle stronzate del tipo che lui è dalla parte degli italiani e vuole il bene degli italiani e per questo è amico di tutti e fa questo e quello per noi e solo per noi: no; qui voglio sapere in concreto cosa fa il berlusK per contrastare il sistema corporation-banking che colonizza il mondo ( e a quanto pare anche l’italia, ma solo quando la sinistra è al governo, o se ci fossero gli alleati di berluska tipo FINI , che ovviamente è a favore dei banchiero-americani ); 6: tornando alla sovranità monetaria… dai davvero voglio risposte…ora qua da voi…
    bye

  • marcop

    Ma quale assurda teori va su googe e cerca auriti troverai tonnellate di materiale e video di quel grandissimo professore universitario. Prima studia, poi pensa e poi parla!

  • Aldebaran

    Ma che domande? perché berluska e tremonti sono i Che Guevara del duemila!!! Che ti credi, per quindici anni questi hanno fatto finta sa, in realtà loro stanno preparando la collettivizzazione dell’industria, del commercio e anche dell’agricoltura, mica pifferi!!! E pure la moneta del popolo!!!
    Ora ti svelo un segreto, tutte le leggi di liberalizzazione del mercato del lavoro, le cartoralizzazioni tremontiane, i condoni fiscali, le leggi ad personam (o ad personas) fatte dai vari governi berluschini degli ultimi quindici anni erano un’astutissima copertura per fregare i cattivissimi banchieri-industriali-monopolisti anglo-israelo-americani e realizzare (finalmente!!!!) il socialismo perfetto!!! Sisi.

  • marcop

    … qualunque sia la situazione del mondo attuale, la moneta non è ricchezza. La ricchezza è il prodotto del lavoro e della cultura PUNTO. La moneta è (purtroppo) il più evoluto “per modo di dire” strumento che l’umanità ha a disposizione per effettuare gli scambi sulla ricchezza prodotta, se ne potrebbero sicuramente individuare altri, date le risorse intellettuali e tecnologiche di cui l’umanità dispone. Attualmente la moneta ovunque nel mondo è semplicemente uno strumento per espropriare/trasferire ricchezza chi la produce (operai, ingegneri, tecnici, ricercatori, scrittori, etc.) a chi sfrutta l’umanità attraverso il debito e giochi delle 3 carte vari i cosiddetti banchieri. E’ semplicemente ovvio che il controllo di un tale strumento sia necessariamente a disposizione della collettività e non di quelle 4 volpi criminali, che usano le ricchezze per giocare a risiko con la vita degli uomini.

  • marcop

    chiunque sia berlusconi non ci deve interessare, ci deve interessare chi dice la verità, pure fosse un banchiere, dimentichi forse che Dio aveva a fianco 2 ladroni?

  • TheKiller

    ps: quando chiedevo risposte…volevo risposte alle mie domande; da persona non informata sui fatti, non volevo che qualcuno mi dimostrasse la sua intelligenza ( o presunta tale ) con un “rispondi” al mio post…

    se qualcuno è in grado lo faccia….

  • marcop

    “L’attuale creazione di denaro dal nulla operata dal sistema bancario è identica alla creazione di moneta da parte di falsari. La sola differenza è che sono diversi coloro che ne traggono profitto ”
    [Maurice Allais, nobel per l’economia]

    “Pochi comprenderanno questo sistema, coloro che lo comprenderanno saranno occupati nello sfruttarlo, il pubblico forse non capirà mai che il sistema è contrario ai suoi interessi ”
    [Rothschild, alla Ditta Ikleheimer, Morton e Vandergould di New York, 26 giugno 1863]

    “Chiunque controlli l’ammontare del denaro circolante in un paese e’ il padrone assoluto della sua industria e del suo commercio. E quando capisci che l’intero sistema e’ facilmente controllato, in un modo o nell’altro, da una ristrettissima elite, non avrai bisogno che qualcuno ti spieghi come nascono i periodi di inflazione e deflazione”.
    [James Garfield, 20mo Presidente Usa]

    “Non è tollerabile che una banca centrale, isolata, che non ha nessuna responsabilità né l’obbligo di spiegare quello che fa, possa continuare a creare disoccupazione mentre i governi stanno zitti”
    [Modigliani, premio Nobel per l’Economia, su “Il Tempo” del 22/10/2000]

    “Assurdo dire che il nostro paese può emettere $30,000,000 in titoli ma non $30,000,000 in moneta. Entrambe sono promesse di pagamento; ma una promessa ingrassa l’usuraio, l’altra invece aiuta la collettività ”
    [Thomas Edison – New York Times, 1921]

    “Permettetemi di emettere e gestire la moneta di una nazione, e mi infischierò di chi ne fa le leggi.
    ” [Mayer Anselm Rothschild]

    “Il banco trae beneficio dall’interesse su tutta la moneta che crea dal nulla ”
    [William Paterson, fondatore Bank of England, 1694]

    “Bisogna capire che tutta la moda letteraria e tutto il sistema giornalistico controllato dall’usurocrazia mondiale è indirizzato a mantenere l’ignoranza pubblica del sistema usurocratico e dei suoi meccanismi.”
    [Ezra Pound, 1933]

    “Nelle Colonie [americane], emettiamo la nostra moneta cartacea. Si chiama ‘Cartamoneta provvisoria coloniale’ [Colonial Scrip]. La emettiamo nelle giuste proporzioni per produrre merci e farle passare facilmente dai produttori ai consumatori. In questo modo, creando noi stessi il nostro denaro cartaceo, ne controlliamo il potere d’acquisto e non abbiamo interessi da pagare a nessuno…
    Vedete, un Governo legittimo può sia spendere che prestare denaro in circolazione, mentre le banche possono soltanto prestare cifre considerevoli attraverso i loro biglietti di banca promissori, per cui questi biglietti non si possono né dare né spendere se non per una piccola frazione di quelli che servirebbero alla gente. Di conseguenza, quando i vostri banchieri in Inghilterra mettono denaro in circolazione, c’è sempre un debito fondamentale da restituire e un’usura da pagare. Il risultato è che c’è sempre troppo poco credito in circolazione per dare ai lavoratori una piena occupazione. Non si hanno affatto troppi lavoratori, ma piuttosto pochi soldi in circolazione, e quelli che circolano portano con sé un peso senza fine di un debito impagabile e usura.”
    [Benjamin Franklin, Autobiografia, (1763)]

    “L’attività bancaria fu fecondata dall’ingiustizia e nacque nel peccato. I banchieri posseggono il mondo. Toglieteglielo via, lasciando loro il potere di creare denaro e con un colpo di penna creeranno abbastanza depositi per ricomprarselo. Toglieteglielo via in qualsiasi modo e tutti i grandi patrimoni come il mio scompariranno, ed è necessario che scompaiano, affinché questo diventi un mondo migliore in cui vivere.
    Ma se preferite restare schiavi dei banchieri e pagare voi stessi il costo della vostra stessa schiavitù, lasciate che continuino a creare denaro.”
    [Sir Josiah Stamp, Direttore della Banca d’Inghilterra tra il 1928 e il 1941, considerato a quel tempo il secondo uomo più ricco di tutta l’Inghilterra.]

    “Il capitale deve proteggersi in ogni modo possibile con alleanze e legislazione. I debiti devono essere riscossi, le obbligazioni e i contratti ipotecari devono esser conclusi in anticipo e il più rapidamente possibile. Quando, mediante processi giuridici, le persone comuni perderanno le proprie case, diventeranno sempre più docili e saranno tenute a freno con più facilità attraverso il braccio forte del governo al potere, azionato da una forza centrale di ricchezza sotto il controllo di finanzieri di primo piano.
    Questa verità è ben conosciuta tra i nostri uomini di spicco, adesso impegnati nel costituire un imperialismo del Capitale che governi il mondo.
    Dividendo gli elettori attraverso il sistema dei partiti politici, possiamo far spendere le loro energie per lottare su questioni insignificanti. Di conseguenza, con un’azione prudente abbiamo la possibilità di assicurarci quello che è stato pianificato così bene e portato a termine con tanto successo..”
    [USA Banker’s Magazine (Rivista dei banchieri americani), 25 Agosto 1924]

    “Se gli Americani consentiranno mai a banche private di emettere il proprio denaro, prima con l’inflazione e poi con la deflazione, le banche e le grandi imprese che ne cresceranno attorno, priveranno la gente delle loro proprietà finché i loro figli si sveglieranno senza tetto nel continente conquistato dai loro padri. Il potere di emissione va tolto via dalle banche e restituito al popolo, al quale esso appartiene propriamente.”
    [Thomas Jefferson (1776)]

    “Lo Stato di diritto ha considerato, nel proprio ordine costituzionale, solo i tre poteri: legislativo, giurisdizionale ed esecutivo. Il quarto potere della sovranità monetaria se lo sono fagocitato, nel silenzio, le banche centrali, S.p.A con scopo di lucro. Ecco perché dobbiamo completare la Rivoluzione Francese: la sovranità monetaria va attribuita allo Stato – come Quarto Potere Costituzionale – e tolta alla banca centrale. Non è più tollerabile che, in uno Stato di diritto, la funzione costituzionale della sovranità monetaria sia esercitata da una S.p.A. con scopo di lucro. L’urlo del Ça ira deve tornare sulle piazze, davanti alle sedi delle banche centrali e nei Tribunali. Ci dobbiamo riprendere la proprietà dei soldi nostri.”
    [Professore Giacinto Auriti]

    “I nostri nemici su questo pianeta, sono meno di dodici persone. Sono i membri della Banca d’Inghilterra e di altri più alti circuiti finanziari. Essi posseggono le catene di giornali ed essi sono, come se non bastasse, in tutte le istituzioni che si occupano di salute mentale che sono sorte nel mondo. (…) E questi, apparentemente, hanno deciso in un momento lontano del passato, una particolare strategia. Avendo il controllo della riserva aurifera del pianeta, sono entrati in un programma per portare ogni governo alla bancarotta e sotto al loro dominio, cosicché nessun governo sarebbe stato capace di iniziative politiche senza il loro appoggio”
    [Ron Lafayette Hubbard, ex ufficiale dei servizi segreti della Marina USA]

    «È un bene che gli abitanti “Idioti” della nazione non capiscano abbastanza il nostro sistema bancario e monetario, perché se lo facessero, credo che ci sarebbe una rivoluzione prima di domattina»
    Henry Ford

  • marcop

    LaRouche: dichiarare la bancarotta della Federal Reserve, creare una terza banca nazionale
    http://www.movisol.org/09news157.htm

  • marcop

    “L’attuale creazione di denaro dal nulla operata dal sistema bancario è identica alla creazione di moneta da parte di falsari. La sola differenza è che sono diversi coloro che ne traggono profitto ”
    [Maurice Allais, nobel per l’economia]

    “Pochi comprenderanno questo sistema, coloro che lo comprenderanno saranno occupati nello sfruttarlo, il pubblico forse non capirà mai che il sistema è contrario ai suoi interessi ”
    [Rothschild, alla Ditta Ikleheimer, Morton e Vandergould di New York, 26 giugno 1863]

    “Chiunque controlli l’ammontare del denaro circolante in un paese e’ il padrone assoluto della sua industria e del suo commercio. E quando capisci che l’intero sistema e’ facilmente controllato, in un modo o nell’altro, da una ristrettissima elite, non avrai bisogno che qualcuno ti spieghi come nascono i periodi di inflazione e deflazione”.
    [James Garfield, 20mo Presidente Usa]

    “Non è tollerabile che una banca centrale, isolata, che non ha nessuna responsabilità né l’obbligo di spiegare quello che fa, possa continuare a creare disoccupazione mentre i governi stanno zitti”
    [Modigliani, premio Nobel per l’Economia, su “Il Tempo” del 22/10/2000]

    “Assurdo dire che il nostro paese può emettere $30,000,000 in titoli ma non $30,000,000 in moneta. Entrambe sono promesse di pagamento; ma una promessa ingrassa l’usuraio, l’altra invece aiuta la collettività ”
    [Thomas Edison – New York Times, 1921]

    “Permettetemi di emettere e gestire la moneta di una nazione, e mi infischierò di chi ne fa le leggi.
    ” [Mayer Anselm Rothschild]

    “Il banco trae beneficio dall’interesse su tutta la moneta che crea dal nulla ”
    [William Paterson, fondatore Bank of England, 1694]

    “Bisogna capire che tutta la moda letteraria e tutto il sistema giornalistico controllato dall’usurocrazia mondiale è indirizzato a mantenere l’ignoranza pubblica del sistema usurocratico e dei suoi meccanismi.”
    [Ezra Pound, 1933]

    “Nelle Colonie [americane], emettiamo la nostra moneta cartacea. Si chiama ‘Cartamoneta provvisoria coloniale’ [Colonial Scrip]. La emettiamo nelle giuste proporzioni per produrre merci e farle passare facilmente dai produttori ai consumatori. In questo modo, creando noi stessi il nostro denaro cartaceo, ne controlliamo il potere d’acquisto e non abbiamo interessi da pagare a nessuno…
    Vedete, un Governo legittimo può sia spendere che prestare denaro in circolazione, mentre le banche possono soltanto prestare cifre considerevoli attraverso i loro biglietti di banca promissori, per cui questi biglietti non si possono né dare né spendere se non per una piccola frazione di quelli che servirebbero alla gente. Di conseguenza, quando i vostri banchieri in Inghilterra mettono denaro in circolazione, c’è sempre un debito fondamentale da restituire e un’usura da pagare. Il risultato è che c’è sempre troppo poco credito in circolazione per dare ai lavoratori una piena occupazione. Non si hanno affatto troppi lavoratori, ma piuttosto pochi soldi in circolazione, e quelli che circolano portano con sé un peso senza fine di un debito impagabile e usura.”
    [Benjamin Franklin, Autobiografia, (1763)]

    “L’attività bancaria fu fecondata dall’ingiustizia e nacque nel peccato. I banchieri posseggono il mondo. Toglieteglielo via, lasciando loro il potere di creare denaro e con un colpo di penna creeranno abbastanza depositi per ricomprarselo. Toglieteglielo via in qualsiasi modo e tutti i grandi patrimoni come il mio scompariranno, ed è necessario che scompaiano, affinché questo diventi un mondo migliore in cui vivere.
    Ma se preferite restare schiavi dei banchieri e pagare voi stessi il costo della vostra stessa schiavitù, lasciate che continuino a creare denaro.”
    [Sir Josiah Stamp, Direttore della Banca d’Inghilterra tra il 1928 e il 1941, considerato a quel tempo il secondo uomo più ricco di tutta l’Inghilterra.]

    “Il capitale deve proteggersi in ogni modo possibile con alleanze e legislazione. I debiti devono essere riscossi, le obbligazioni e i contratti ipotecari devono esser conclusi in anticipo e il più rapidamente possibile. Quando, mediante processi giuridici, le persone comuni perderanno le proprie case, diventeranno sempre più docili e saranno tenute a freno con più facilità attraverso il braccio forte del governo al potere, azionato da una forza centrale di ricchezza sotto il controllo di finanzieri di primo piano.
    Questa verità è ben conosciuta tra i nostri uomini di spicco, adesso impegnati nel costituire un imperialismo del Capitale che governi il mondo.
    Dividendo gli elettori attraverso il sistema dei partiti politici, possiamo far spendere le loro energie per lottare su questioni insignificanti. Di conseguenza, con un’azione prudente abbiamo la possibilità di assicurarci quello che è stato pianificato così bene e portato a termine con tanto successo..”
    [USA Banker’s Magazine (Rivista dei banchieri americani), 25 Agosto 1924]

    “Se gli Americani consentiranno mai a banche private di emettere il proprio denaro, prima con l’inflazione e poi con la deflazione, le banche e le grandi imprese che ne cresceranno attorno, priveranno la gente delle loro proprietà finché i loro figli si sveglieranno senza tetto nel continente conquistato dai loro padri. Il potere di emissione va tolto via dalle banche e restituito al popolo, al quale esso appartiene propriamente.”
    [Thomas Jefferson (1776)]

    “Lo Stato di diritto ha considerato, nel proprio ordine costituzionale, solo i tre poteri: legislativo, giurisdizionale ed esecutivo. Il quarto potere della sovranità monetaria se lo sono fagocitato, nel silenzio, le banche centrali, S.p.A con scopo di lucro. Ecco perché dobbiamo completare la Rivoluzione Francese: la sovranità monetaria va attribuita allo Stato – come Quarto Potere Costituzionale – e tolta alla banca centrale. Non è più tollerabile che, in uno Stato di diritto, la funzione costituzionale della sovranità monetaria sia esercitata da una S.p.A. con scopo di lucro. L’urlo del Ça ira deve tornare sulle piazze, davanti alle sedi delle banche centrali e nei Tribunali. Ci dobbiamo riprendere la proprietà dei soldi nostri.”
    [Professore Giacinto Auriti]

    “I nostri nemici su questo pianeta, sono meno di dodici persone. Sono i membri della Banca d’Inghilterra e di altri più alti circuiti finanziari. Essi posseggono le catene di giornali ed essi sono, come se non bastasse, in tutte le istituzioni che si occupano di salute mentale che sono sorte nel mondo. (…) E questi, apparentemente, hanno deciso in un momento lontano del passato, una particolare strategia. Avendo il controllo della riserva aurifera del pianeta, sono entrati in un programma per portare ogni governo alla bancarotta e sotto al loro dominio, cosicché nessun governo sarebbe stato capace di iniziative politiche senza il loro appoggio”
    [Ron Lafayette Hubbard, ex ufficiale dei servizi segreti della Marina USA]

    «È un bene che gli abitanti “Idioti” della nazione non capiscano abbastanza il nostro sistema bancario e monetario, perché se lo facessero, credo che ci sarebbe una rivoluzione prima di domattina»
    Henry Ford

  • myone

    Non so se ti rendi l’ idea che tutta la merda lanciata sul sociale ( a parte il buono che CI e’ dovuto e che e’ parte del buono reso per appropiarsi del meglio per loro), la gente l’ ha sempre pagata senza sconti ed e’ da una vita che e’ cosi.
    Se ogni cittadino dovesse esercitare un certificato di risarcimento danni non solo si riappropierebbe dell’ ammontare comune monopolizzato e privatizzato, rendendo cosi un’ economia reale e vera e benestante e riducendo penso, adirittura i bisogni o obblighi, ma si riappropierebbe pure dell’ ammontare privato accumulato dai singoli che e’ parte del comune e dei singoli spennati.
    Conosco fra tanti una che fa politica, ma e’ quella politica di sedie e di conoscenza che fa scalare, sicche’ da consigliere comunale e’ andato in provincia, ma fa’ solo ruolo di continuatore delle solite cazzate. Ora ha arricchito la sua immagine elargendo una cinquantina di biciclette per gli universitari italiani fruori provincia che vengono a studiare in questa citta’. Mah. Cosi si dice avere il senso della politica. Bhe, dice che la gente deve andare a lavorare. Lui e’ benestante, ha ereditato pure, ha casa propia, prende danaro pubblico esercitando la solita solfa che andrebbe avanti da se’, parla parla come fanno tutti senza affondare mai perche’ non ci sono “materie in merito”, e nella sua vita non ha mai lavorato, se non percependo danaro di ruolo. Il sistema e’ cosi.
    Se avesse anche qualche ufficio, lascio capire che ufficio sarebbe, quelgi uffici servizio sistema, come contabilita’, assicurazioni, e via di questa risma.
    Alla fine, ruoli lavoratici vari, servono solo a controllare le entrate, ma a come si imboscano, che se ne fanno, e che vita si vive, anche se ci sono i supermercati, la tv, la macchina, e si va’ in chiesa la domenica, non ne hanno la piu’ pallida idea.
    he he, il bello e’ che quando li senti, straparlano cianchicando dialettale, e qualsiasi cosa dicano, che sembra come pierino della valsugana quando dice le poesie a natale, sembra sempre che esca merda. Mi scuso per la sua persona, ma nemmeno un po’ per quello che vorrebbe apparire. Ahahahah.
    I calli a quello non si sono mai visti. Ma che vuoi farci, la vita’e’ questa e prendere o lasciare, il circo continua.
    Meglio un villaggio fra gli indiani che un saloon in citta’.
    E la cosa che fa ancora piu’ ridere per non dire disperare, e’ che giunti li, si sentono i beneficiari gli eredi e i continuatori della cosa, come fosse loro.
    Boia.
    E sai allal fine dove si va a parare? Come nel grande. Scendi te che sono migliore io.
    Almeno c’e’ da dargli ragione di una cosa, la concretezza e la decisione, e l’ oliatura milgiore del meccanismo, ma sappiamo che questo non significa nulla, purtroppo, anche se si che serve, ma sai, se una fa la puttana per sopravvivere serve si, se facesse la moglie e la mamma, forse sarebbe meglio al suo posto.
    Massi, noi non abbiamo senso, sforiamo e basta, ecco perche’ non abbiamo ruoli.

  • oldhunter

    Ho letto sia l’articolo, che i commenti. Si, interessante, ma Tremonti ha già sollevato il problema del signoraggio anticipando di molto Berlusconi. Tuttavia, non ci si dimentichi che col Trattato di Lisbona il potere è passato definitivamente a Bruxelles ivi compreso quello della moneta. E Berlusconi lo sa bene. Sono dell’opinione che l’articolo, come le precedenti dichiarazioni del suo fido Tremonti, sono solo una cortina fumogena ovvero un messaggio rivolto ad altri e pertanto, in ambedue i casi, non ci riguardano. Un saluto a tutti.

  • Eli

    Come canta Battiato, “Abbocchi sempre all’amo!”. Ma figuriamoci se Accappatoio Selvaggio, detto anche il Satrapo di Arcore, detto anche Papy, si preoccupa del signoraggio. Con tutti i problemi che ha, deve pensare a farla franca. Questi articoli del giornale di famiglia servono solo per depistare dalle rivelazioni dei collaboratori di giustizia. E poi qualcosa dovranno pur scrivere, quei giornalisti embedded.

  • lucamartinelli

    purtroppo la tua considerazione è vera, troppo vera. ma nulla è per sempre…o no? dovremo stare nel trattato di Lisbona a vita? forse è bene che cominci a pensare ad emigrare….saluti

  • lucamartinelli

    puo’ essere come dici. ma quanti saranno i lettori del “Giornale”? non ne ho idea, ma sicuramente molti, che vanno ad accrescere il numero scarsino di chi conosce gia’ il problema. ovvio che non tutti capiranno ma quelli che capiranno ne parleranno come abbiamo fatto noi internauti per anni, con gli amici e tutte le volte che si presentava l’occasione. per me è una buona cosa, visto che il signoraggio è un segreto non di stato ma quasi assoluto. saluti

  • guido

    FINALMENTE!

    Non ci si rammarichi se la verità viene fuori da una persona (un premier che non posso pubblicamente definire), vediamo il lato buono: l’Etologia ci insegna che gli animali attaccano in modo disperato solo quando sentono di non avere alcuna via di uscita.
    Saluti.

  • nautilus55

    Il solito sasso nello stagno, come quando Maroni lanciò l’allarme per il traffico d’organi. E’ stato fatto qualcosa per arrestare quel crimine? No: sono i soliti “annunci a sorpresa” per sviare l’opinione pubblica. Quando nazionalizzeranno la Banca d’Italia, svegliatemi: prima, ho altro da fare.

  • KATANGA

    vuria mai vuria mai che grillo organizzi un SI B DAY??????????

  • marcop

    La rassegnazione ti fa una seghetta! Sarebbe invece meglio anziché aspettare che gli altri facciano qualcosa per noi, che tutti ci mobilitassimo ognuno con i propri mezzi e che tutti prendessimo la palla al balzo per far conoscere il problema a tutti. Avere un Giornale che scrive nero su bianco queste cose è un fatto molto importante che va nella direzione giusta. Auspichiamoci tanti di questi fatti, auspichiamoci messaggi simili a reti unificate, inoltre simili comunicazioni sono un dovere ed un obbligo per tutti i rappresentati dello stato TUTTI nessuno escluso, chi sa e non parla è omertoso, colluso e traditore, la costituzione italiana e stata fatta carta straccia da un bel pezzo (articolo 1 della costituzione italiana). Articolo 1 del buon senso.

  • materialeresistente

    A leggere certe robe e certi commenti c’è solo che da pensare “però, il bue che dà del cornuto all’asino”
    Azz, il padrone di Arcore, quello che mise su il “bisinisse” grazie all’amico Craxi che ha come minostro del tesoro uno che facilitava le evasioni fiscali e che fa danni da 1.6 miliardi di euro con robetta tipo lo scilp 1 e 2, che ha ospitato un gentiluomo come Mangano nella sua casetta che combatte contro i poteri forti.
    Ma dove lo danno ‘sto film?
    E poi dicono che gli asini non volano.

  • Borokrom

    Sembra una lotta di potere.
    Di fondo c’è che effettivamente la sinistra, anche estrema, non ha mai toccato l’argomento.
    D’altronde nemmeno il compagno Stalin mise in dubbio il potere delle banche, non intaccò infatti il potere di esse nemmeno nello stato Comunista per eccellenza.
    Cosa che negli stessi hanno, le nazioni governate dal socialismo nazionale fecero immediatamente.

    In ogni caso quì non si può dire di essere in presenza della Destra Sociale, non credo nemmeno che si possa chiamare Destra.
    Comunque secondo me è un segnale.
    E’ noto che Berlusconi, nonostante tutta la sua forza, è debole nel settore bancario e debole è anche nel settore delle mani forti nell’industria e nella finanza.
    Ci sono poteri che vanno ben oltre Berlusconi, poteri che non lo hanno mai digerito e che non lo hanno mai applaudito (come del resto si vide bene all’assemblea degli industriali lo scorso anno, dove ad applaudirlo furono le ultime file con la gente delle PMI, e le prime file, Montezemolo per primo, rimasero rigide).
    Il Tremonti pensiero per giunta lo ha allontanato ulteriormente da questi poteri.
    Berlusconi ha forse dalla sua una grossa liquidità e un buon pacchetto nella comunicazione, ma è chiaro che in politica ha dato quello che doveva dare e non ce lo vogliono più.
    Se voleva vivere tranquillo doveva farsi da parte o quantomeno, se voleva stare nella mischia, diventare senatore a Vita in stile Agnelli, e fare silenziosamente il suo mestiere.
    Ma Berlusconi è buono a far di tutto, tranne che a stare zitto.
    Per cui, adesso, in queste fasi terminali, messo alle corde da poteri che pur di levaro di torno sono disposti a mettere a rischio la serenità del paese, lui non si tira indietro al gioco al massacro.
    Se volesse fare il gioco duro potrebbe cominciare proprio con lo smuovere le folle e scagliarle contro le banche e la finanza.
    E farebbe pure bene, a questo punto.

  • walterkurtz

    Che ingenuità pensare che il Giornale sia diventato improvvisamente anti-poteri forti. Non è Il Giornale uno degli organi di “informazione” più filo USraeliani che abbiamo?

  • marcop

    perché se il nemico si da una coltellata da solo ti dispiace?

  • vic

    Siamo sulla Jeckyll Island. Un gruppuscolo dal DNA speciale sta mettendo a punto la moneta del futuro. Sentiamo.

    Gaston Gore: Siamo tutti daccordo sulla copertura monetaria, dunque.
    Fred Nebel (sbuffo di fumo da sigaro cubano): Pouff. Siamo entusiasti. Pouff pouff.
    Alan Green Spam: La copertura e’ assicurata perche’ senza limiti, molto meglio di una volta quando si ricorreva all’oro.
    Gas G: Passiamo al voto per alzata di naso. Alzi il naso chi e’ daccordo.
    Tutti: (immobili, sorriso Goldman Sachs)
    Gas G: Bene, passa all’unanimita’ l’agenda per una moneta coperta da una riserva a crescita esponenziale di CO2. Alan puoi distribuire i primi certificati.
    AG Spam: (Si alza, dopo aver estratto da sotto la tavola rotonda una cesta di vimini intrecciata in Cina. Fa il giro dela grande tavola e consegna ad ognuno una foglia di fico bella verde. Sulla foglia qualcuno ha inciso una scritta in caratteri derivati da una tavoletta di legno alla deriva presso l’isola di Pasqua: “Certi Ficati CO2, serie zero”

    Lasciando l’amena isola con la mia barchetta sgangherata, vado a cercare dei fichi secchi da mettere sotto i denti e vi saluto.

  • marcop

    sai chi evadono gli evasori fiscali? Evadono rotschild e company, dato che alla fine sono loro i beneficiari delle tasse. Tu alla cricca dagli pure il c.lo. Viva gli evasori totali! Peccato che in questo sistema criminale siano un utopia.

  • marcop

    continua a dormire a a farti i c..zi tuoi, come bisbiglia il felice banchiere al tuo orecchio

  • Aldebaran

    Falso che la sinistra non abbia mai parlato di questi argomenti; c’è Marco Ferrando, portavoce nazionale del Partito Comunista dei Lavoratori, che ha fatto una battaglia molto più seria sull’argomento di questi spot. Il problema è che non se l’è filato nessuno perché ovviamente Ferrando fa parte di un movimento politico CANCELLATO VERGOGNOSAMENTE dai mass media.

  • ericvonmaan

    In Cina la moneta, il renmimbi (o yuan) è statale. Anche in Svizzera lo è per 2/3. In queste nazioni non esiste il concetto di “debito pubblico”.

  • ericvonmaan

    Il punto non è darla “in mano ai politici”: ma darla in mano a una Istituzione STATALE che emetta la moneta A CREDITO e non a debito, e i cui fini siano di utilità sociale e NON di profitto per i suoi proprietari come è stato fino ad’ora. Cerca di vederla in questo modo… i politici disonesti o incapaci possiamo sempre mandarli a casa, qua si parla di cambiare finalmente un sistema diabolico che ci strozza da secoli.

  • idea3online

    Come dissi in un altra occasione:

    L’Alleanza Impero Bizantino ( Russia Ortodossa ) con Parte dell’Impero Romano ( Italia Cattolica ) colloca nel pianeta una massa di uomini di “fede” da una parte…e Occidente Illuminista/Protestante/Liberista da altra parte, entrambi hanno rotto gli accordi. Non è una questione facile, ci sono rancori del passato che pulsano nel presente. Inoltre il ravvicinamento tra Impero Romano d’Occidente e Impero Romano d’Oriente faranno tremare la Scienza della Ragione.

    Sempre secondo me, ma la storia del presente è un anello di una catenza, legato ad altri anelli del passato, passato che sembra non esistere più, ma che come impulsi elettrici attraversa tutti gli anelli della catena che lega il destino degli uomini.

  • cloroalclero

    ho chiesto all’economista in forza come consulente 😀 sul mio sito. Uno che ne sa.
    Dice che la mistificazione è di fondo. Il signoraggio in Italia c’è, ma non c’entra nulla con il debito pubblico. Cioè: sono due discorsi separati, hanno cause diverse e metterli insieme in questo modo è mistificatorio e c’è da chiedersi il perchè di questa mistificazione.
    Passo e chiudo. Ciauzz
    http://www.cloroalclero.com

  • Erwin

    Un certo Adolf Hitler eliminò il debito pubblico e rese pubblica la banca centrale tedesca.______Stampò moneta esente da usura e legata ad unità di prodotto(svincolata dal metallo)_____Il mondo intero gli dichiarò guerra!______Allora come oggi i nomi dei banchieri sono gli stessi e TUTTI rigorosamente EBREI!______Sarà un caso?

  • FreeDo

    La moneta non sara’ mai del popolo, ma al massimo di chi lo rappresenta.
    Avete presente quante volte in questi ultimi giorni B. ha dichiarato di rappresentare la volonta’ popolare?
    Ma il Giornale, vuole mettergli in mano anche la Banca d’Italia?
    Un articolo che loro stessi definiscono “Provocazione” a me sembra che abbia gia’ i requisiti della presa per il culo.
    Saluti.

  • TizianoS

    E l’ Impero Giudaico non sarà piuttosto nervoso per questo ravvicinamento tra Impero Romano d’Occidente e Impero Romano d’Oriente ?

    I giochi sembravano fatti, grazie al tradimento di due papi era finalmente riuscito a far entrare la Chiesa Cattolica nel “modernismo democratico” rousseauiano, in quel mondo Illuminista/Protestante/Liberista a loro più congeniale.

    Se è vero quanto affermi, per l’I.G. sarebbe una grave minaccia, e faranno di tutto per sventarla.

  • amensa

    citazione:” C’è stato un momento in cui alcuni ricchissimi banchieri hanno convinto gli Stati a cedere loro il diritto di fabbricare la moneta per poi prestargliela con tanto di interesse. È così che si è formato il debito pubblico….”
    questa frase merita la palma d’oro all’idiozia.
    il debito pubblico si è formato solo e unicamente perchè lo stato ha speso più di cosa ha incassato in tasse, affitti, concessioni, ecc…
    se gli italiani, invece di credersi furbi, quando l’allora CAF (lo ricordate ? craxsi andreotti forlani) in 10 anni portarono il debito pubblico da 150.000 miliardi delle vecchie lire a 2 milioni di miliardi, spendendo montagne di soldi che lo stato non aveva , ma chiedeva in prestito stampando bot, bpt, cct, avessero capito che quelle belle cose venivano pagate a cambiali che ci ritroviamo oggi sul gobbone, forse adesso non cercherebbero tra i fantasmi qualcuno cui dare la colpa della situazione in cui ci troviamo.
    per trovare il colpevole, coloro che allora votarono il CAF, basta che si mettano davanti allo specchio.

  • amensa

    …. e se poi il cronista “giornale” invece di andare a leggere i deliri di Pascucci e company, su internet riguardo a signoraggio e dintorni (tra cui il debito irripagabile perchè viene stampato il denaro per il prestito ma non quello per gli interessi), andasse in una banca qualsiasi a VEDERE, non a chiedere, come si svolgono i movimenti di denaro, e cercasse anche di capire la logica con la quale il tutto si muove, eviterebbe anche di scrivere corbellerie.
    non sto difendendo le banche, peggio delle sanguissughe, ma il buon senso, perchè mentre si rincorrono i fantasmi, i veri borseggiatori ci vuotano le tasche.
    quando prendete un taxi, pretendete forse che sia vostro ? no vero ? non ci salite solo se vi vendono il taxi. basta che la tariffa sia equa.
    il sistema bancario offre un servizio gestendo la circolazione monetaria, basta che, anche qui la tariffa sia equa. ed oggi NON lo è. Tutto il resto è fuffa.

  • amensa

    ti consiglio una buona lettura dei libri di storia….
    tutte e ripeto tutte le volte che i governanti, in tutte le parti del mondo in cui avvenne, si incaricarono di stampare “moneta del popolo”, seguirono le crisi più nere, e il tentativo fallì sempre miseramente con le “monete del popolo” usate come carta igienica.

  • amensa

    bravo ! il tuo economista è pieno di buon senso.
    e se vai sul sito della banca d’italia, troverai anche il bilancio, sono 39 pagine in cui puoi scoprire, del ricavato del credito delle banconote (non chiamarlo signoraggio, perchè il signoraggio è relativo solo alle monete, ch euna volta coniate, non vengono più fuse per ricavarne il metallo, mentre le banconote possono anche non servire più, con la diffusione della moneta elettronica, e quindi il debito relativo venir rimborsato), diviso tra i “partecipanti” (azionisti) riserve, e tesoro. fatti aiutare dal tuo esperto, e buona lettura.

  • sheridan

    E cosi’ ci siete cascati come tanti polli di allevamento. Il bilancio dello stato sta per saltare per aria e quelli (i berluscloni) cosa fanno??? Vanno a tirar fuori LA MADRE DI TUTTE LE FREGNACCE, IL SIGNORAGGIO! Ma possibile che c’e’ ancora qualche deficiente che crede che il debito pubblico e’ dovuto al signoraggio???? Il debito pubblico LO HANNO FATTO I POLITICI TRAMITE LE IMMANI RUBERIE PERPETRATE NEGLI ANNI, se lo stato spende piu’ di quanto incassa con le tasse mi pare ovvio che si accummula un debito, cazzzzz c’entra il signoraggio???? Ci macava solo questa, adesso che i conti sono saltati (PER LE RUBERIE DEI POLITICI) vorrebbero infinocchiare il popolo con fregnacce grottesche. Ma poi va bene tutto, ma credere a qualcosa che e’ scritto sul giornalino mi sembra proprio una roba da deficienti!

  • amensa

    purtroppo internet è piena di dimostrazioni sul signoraggio.
    chissà se diffondere false informazioni è reato ?
    dovrebbe diventarlo !!

  • sheridan

    Ma che false informazioni? Quelli (quelli che pensano notte e giorno al signoraggio) mica si rendono conto delle fregnacce che scrivono???? Una volta ho letto di uno (un professore) che proponeva di risolvere la crisi della fiat non pagando i debiti in quanto derivanti dal signoraggio, ma robb de matt!!!

  • myone

    Di tutto sto parlare non ho mai visto una scheda a grandi linee sui conti dello stato,
    entrate / uscite / disavanzi / prestiti / crediti / . penso che solo cosi si potra’ vedere dove va’ il danaro.
    E se e’ telematico e paghero’_inculatuttotutti , dove si spartiscano l’ ideologia e chi e cosa chiede di volta in volta in cambio “reale”.
    Se c’e’ un debito ci sara’ qualcuno che riscuote. E visto che tutti sono in debito come stati,
    ci saranno dei mediatori che decideranno il “rale concreto” da barattare a numeri.
    Sono quelli che poi si autopuniranno inventandosi estorsioni e flop programmati ?
    Anche una voce cosi semplice come il debito sembra una matassa difficile da snodare.

  • maristaurru

    La rapina del tfr è già avvenuta nel 2007.. questi arrivano dopo Prodi, informati: Fu Tommaso Padoa-Schioppa, a inserire nella Finanziaria 2007 la norma per trasferire il Tfr non dirottato dai lavoratori verso i fondi pensione in un Fondo Inps a disposizione dell’esecutivo. «Tps» utilizzò 2,4 miliardi di euro per la rete ferroviaria; 1,3 miliardi servirono per rifinanziare spese per investimenti; 520 milioni andarono all’autotrasporto, e negli anni successivi all’Anas e all’alta velocità.

    Le idee geniali per picchiare soldi, nascono a sinistra, anche in questo sono bravi, bravi , bravi.. e voi.. nemmeno sapete quanto son bravi!”!”!”!

  • maristaurru

    Fu Tommaso Padoa-Schioppa, a inserire nella Finanziaria 2007 la norma per trasferire il Tfr non dirottato dai lavoratori verso i fondi pensione in un Fondo Inps a disposizione dell’esecutivo. «Tps» utilizzò 2,4 miliardi di euro per la rete ferroviaria; 1,3 miliardi servirono per rifinanziare spese per investimenti; 520 milioni andarono all’autotrasporto, e negli anni successivi all’Anas e all’alta velocità.

    Leggili tutti i giornali che fai meglio

  • maristaurru

    La Banca d’Italia con grande lungimiranza che risale a Prodi ( Goldman sachs), Ciampi , e poi Amato e compagnia che a voi piace tanto, è stata tramutata in spa e credo sia un caso unico in Europa che le quote siano tutte detenute da alcuni gruppi bancari ed assicurativi, anch’essi privati.

    Ne nasce un enorme e dannosissimo CONFLITTO DI INTERESSI, devastante: Le Banche padrone di Banca d’Italia controllano se stesse e le nostre care pecorelle non l’hanno ancora capito e non sanno arrivare a comprendere che quei signori ci hanno ROVINATO!!

    se la viglianza è in mano al vigliato, viol dire che le vigilanza non c’è, mettetevelo in testa!! Se L’istituo di vigilanza ha in seno banchieri, ma che volete che facciano quei commercianti di danaro (non loro?). Qualunque politico si trova in difficoltà enormi per cercare di arginare uno strapotere che sta strozzando il Paese.
    Non serve capire di economia, basta informarsi.. stiamo nella merda.. capito così?
    E siamo gli unici imbecilli in Europa.. informati e vedi chi devi ringraziare

  • TizianoS

    @ Sheridan

    Rispondo ad alcune tue affermazioni:

    “Il bilancio dello stato sta per saltare per aria”

    L’Italia non è il paese messo peggio: gli Stati con il debito pubblico più alto al mondo sono lo Zimbabwe con oltre il 200% del PIL ed il Giappone con poco meno del 200%; l’Italia è attorno al sesto posto con circa il 105%; gli USA sono attorno al dodicesimo posto con l’82% circa. Ma se si considerano i debiti dei privati, l’Italia migliora la sua posizione e gli USA la peggiorano di molto.

    “LA MADRE DI TUTTE LE FREGNACCE, IL SIGNORAGGIO!”

    A proposito di signoraggio, dico solo questo: la sovranità, per sua natura, non è cedibile, essendo del popolo e dello Stato che lo rappresenta. La sovranità monetaria non dovrebbe pertanto essere ceduta, anzi non potrebbe essere ceduta: secondo alcuni studiosi infatti, la cessione di sovranità configura un attentato all’indipendenza dello Stato (art. 241 Codice Penale), e un attentato contro la costituzione dello Stato (art. 283 Codice Penale).

    “Il debito pubblico LO HANNO FATTO I POLITICI TRAMITE LE IMMANI RUBERIE PERPETRATE NEGLI ANNI”

    La differenza fra un politico e un banchiere è che entrambi possono essere disonesti e incompetenti, solo che il banchiere non risponde a nessuno dei suoi eventuali misfatti, se non ad un banchiere più in alto di lui. Il politico invece in qualche maniera risponde, abbiamo visto come i partiti della prima repubblica, Democrazia Cristiana, Partito Socialista, Partito Socialdemocratico, ecc. siano stati praticamente azzerati.

  • maristaurru

    La Banca d’Italia con grande lungimiranza che risale a Prodi ( Goldman sachs), Ciampi , e poi Amato e compagnia che a voi piace tanto, è stata tramutata in spa e credo sia un caso unico in Europa che le quote siano tutte detenute da alcuni gruppi bancari ed assicurativi, anch’essi privati.

    Ne nasce un enorme e dannosissimo CONFLITTO DI INTERESSI, devastante: Le Banche padrone di Banca d’Italia controllano se stesse e le nostre care pecorelle non l’hanno ancora capito e non sanno arrivare a comprendere che quei signori ci hanno ROVINATO!!

    se la viglianza è in mano al vigliato, vuol dire che le vigilanza non c’è, mettetevelo in testa!! Se L’istituo di vigilanza ha in seno banchieri, ma che volete che facciano quei commercianti di danaro (danaro non loro oltretutto). Qualunque politico si trova in difficoltà enormi per cercare di arginare uno strapotere che sta strozzando il Paese.
    Seguite meno Travaglio e informatevi, stiamo davvero nella merda e siamo gli unici fessi in Europa che non hanno NESSUN CONTROLLO sulla BANCA CENTRALE del Paese, Non è facile da capire, ma davvero Tremonti sta facendo il possibile, leggete, informatevi, ma tenendo entrambi gli occhi aperti, se io uso un solo occhio, come minimo divento strabico, col tempo perdo l’uso di un occhio e divento quasi cieco.. molti di questo blog ci stanno vicini.. gli sfilano ilportafogli e non se ne accorgono, salvo strillacchiare a comando.
    Per esempio, il tfr è stato picchiato già da Tommaso Padoa Schioppa nel 2007, quello di oggi è solo il seguito la leffe fu fatta allora.. non lo sapevate eh? Questo intendo dire quando affermo che molti stanno diventando orbi, seguendo i vari Travagli.. leggetelo quel simpatico giovanotto, non dirà solo fesserie..ma non è Vangelo, nessuno è vangelo, tutti son fallibili, alcuni sono furbi, altri ci hanno rovinato facendola franca, ma insomma un po’ di attenzione, finire proprio nel burrone incantati da certi pifferai del tubo!!

  • rosacroce

    ti pagano per raccontare ste frinacce?
    sono la banche che rubano ,i anche i politici ,ma dopo,
    se ci stampiamo il denaro il debito è 0(zero)

  • rosacroce

    la tua è fuffa,criminale prezzolato sei qui a contar BALLE

  • rosacroce

    IL DEBITO PUBBLICO NON CI PUò ESSERE IN UNO STATO CHE SI STAMPA LA MONETA.
    CONTI PALLE ,SEI PAGATO

  • rosacroce

    IL GIORNALE NON DICE DI METTERE LA BANCA ITALIA ,IN MANO A BERLUSCA ,MA AL PARLAMENTO DEGLI ITALIANI,

  • rosacroce

    lla questione è per me molto semplice :

    1)lo stato iltaliano è al FALLIMENTO grazie alle banche che ci hanno indebitato oltre ogni misura.
    2)berlusconi e tremonti lo sanno ,e stanno cercando di far qualcosa.CONTRO LE BANCHE E L’ELITE.
    3)l’elite al potere ,non li vuole ,per questi motivi
    4)l’elite si serve della sinistra e di parte della magistratura ,per far fuori il berlusca e tremonti
    5)il berlusca lo sa ,e cerca di far approvare leggi di immunità parlamentare.SACROSANTE,
    6)LA SINISTRA E FINI AL SERVIZIO DELLE BANCHE ,LO STANNO IMPEDENDO
    7)CHI è CONTRO IL BERLUSCA ,LAVORA CONTRO GLI INTERESSSI DEL POPOLO ITALIANO

  • rosacroce

    NEI vari commenti ,si individuano 2 o tre persone, PAGATE PER DEPISTARE IL DIBATTITO SUL
    DENARO CREATO DAL NULLA, E VENDUTO A DEBITO CON INTERESSI DALLE BANCHE, AI POPOLI PER MEZZO DELLA COMPLICITA DEI POLITICI LORO SERVI.invito tutti a riconoscerli per non farsi fregare.
    facilmente si noteranno le loro balle astronomiche a servizio delle banche criminali e assassine di popoli.

  • rosacroce

    personalmente,il governo del berlusca mi da il vomito,ma se cade e entra il FINI MASSIMINO,O PEGGIO LA SINISTRA SIAMO TUTTI FOTTUTI,E CADIAMO DALLA PADELLA ALLA BRACE.
    SIAMO BELLI CHE FRITTI.
    questa sinistra e il fini e il casini sono al servizio della oligarchia internazionale che sta depredando il nostro paese,
    il berlusca serve il potere nazionale,almeno ha a cuore l’italia ,gli altri nemmeno quello.

  • rosacroce

    invece quando stampano banche private in mano a EBREI TUTTO Va bene veroooooooooooo?
    pezzo di mmmmmmmmmmmmmm

  • myone

    Che facce da pirla sta gente. Poi quando si cita il bondola, l’ ira mi diventa una missione. Gentaccia che ha pestato sopra la faccia di chissa quanti e di chissa’ come. Spariti. Occultati. Altroche’ ciaucesku. sarebbero da andare a prendere e farlgi veri e propri processi sommari…. sorry, somari.
    Non capisco perche’ a trasmissioni come anno zero e ballaro’, ci siano sempre i soliti pirla e nessuno che raccogliendo e sapendo le notizie, non gli e le rinfaccia e le fa sapere a sto popolo di itlaini brava gente.

  • myone

    …. e se non ha spinto il bondola ad andare in europa…. sgaloppino chissa’ di chi e per cosa. Non e’ mai riuscito a parlare e a spiegare, 4 parole tanto da incantare ebeti, e ha sempre fatto i porci comodi suoi e di chi per lui. E l’ hanno votato chissa’ quante volte. Algi italiani popular e catt_eolici, piace prenderlo alla ” curato”. Svegliatevi che la sx e’ nei bassi fondi, ma se fosse per meta’ dell’ italia, sarebbe ancora li ad incantarvi e a mettervelo in quel posto melgio di chissa’ di chi altro… gente che non vale una pippa e ce li troviamo che fanno caldo e freddo. Ma come si puo’ e come si potra’ ancora sopportare un sistema della tombola…..

  • myone

    La Banca d’Italia con grande lungimiranza che risale a Prodi ( Goldman sachs), Ciampi , e poi Amato e compagnia che a voi piace tanto, è stata tramutata in spa e credo sia un caso unico in Europa che le quote siano tutte detenute da alcuni gruppi bancari ed assicurativi, anch’essi privati. Ne nasce un enorme e dannosissimo CONFLITTO DI INTERESSI, devastante: Le Banche padrone di Banca d’Italia controllano se stesse e le nostre care pecorelle non l’hanno ancora capito e non sanno arrivare a comprendere che quei signori ci hanno ROVINATO!! se la viglianza è in mano al vigliato, vuol dire che le vigilanza non c’è, mettetevelo in testa!! Se L’istituo di vigilanza ha in seno banchieri, ma che volete che facciano quei commercianti di danaro (danaro non loro oltretutto). Qualunque politico si trova in difficoltà enormi per cercare di arginare uno strapotere che sta strozzando il Paese. Seguite meno Travaglio e informatevi, stiamo davvero nella merda e siamo gli unici fessi in Europa che non hanno NESSUN CONTROLLO sulla BANCA CENTRALE del Paese, Non è facile da capire, ma davvero Tremonti sta facendo il possibile, leggete, informatevi, ma tenendo entrambi gli occhi aperti, se io uso un solo occhio, come minimo divento strabico, col tempo perdo l’uso di un occhio e divento quasi cieco.. molti di questo blog ci stanno vicini.. gli sfilano ilportafogli e non se ne accorgono, salvo strillacchiare a comando. Per esempio, il tfr è stato picchiato già da Tommaso Padoa Schioppa nel 2007, quello di oggi è solo il seguito la leffe fu fatta allora.. non lo sapevate eh? Questo intendo dire quando affermo che molti stanno diventando orbi, seguendo i vari Travagli.. leggetelo quel simpatico giovanotto, non dirà solo fesserie..ma non è Vangelo, nessuno è vangelo, tutti son fallibili, alcuni sono furbi, altri ci hanno rovinato facendola franca, ma insomma un po’ di attenzione, finire proprio nel burrone incantati da certi pifferai del tubo!!

  • myone

    ,,,, e sentendo solo queste cose, prima di processare o voler spodestare berlusca, mettete almeno al patibolo un bel po’ di gente a questo modo. E se la cosi detta opposizione continua con prediche e fregnacce vecchie e decrepite, se fosse per loro, non solo si venderebbero come tanti al loro o all’ altro senza che lo se sappia, ma svenderebbero il sistema italia a piu’ furbi dei berlusca che volete marcare, sparsi in tutta europa e oltre oceano. O sbaglio per caso?
    Qui e’ sempre un coflitto di interesse, solo che se la sedia l’ ha berlusca e’ lampante, se l’ hanno altri, ci facciamo in silenzio infinocchiare convinti che chi fa’ la classe operaia mandi tutti in paradiso.
    Poi si sa’, davanti al vero e al giusto, nessuno dei tutti ci sarebbe a come la si vede.
    Oggi si e’ visto dammela, sempre piu’ trans sempre piu’ pervertito, ma vive ancora certa gente?

    (oppinione per pensieri trasversali di un ingnorante fuori luogo)

  • maumau1

    non serviva una economista,visto che l’ho scritto decine di volte e non solo io che signoraggio e sovranità monetaria,sono due fattispecie separate,una non implicante l’altra e che le banche rinuncerebbero al signoraggio,ma mai alla sovranità monetaria ,con cui creano il debito pubblico e prelevano 60miliardi di euro l’anno in Italia,rendendo schiavo l’intero popolo oltre alla politica, sebbene sia un atto eversivo ed anticostituzionale,e punibile fino al 2006 con l’ergaqstolo,poi depenalizzato da Prodi,non per nulla l’hanno fatto presidente UE e credete perchè se no..
    mica lo si diventa per essersi fatto due giri in bici..

    una cosa è certa però,la giornalista legge cdc,sebbene abbia mischiato signoraggio e sovranità..

    Berlusconi sa che sono gli USA_UK_ISraeale che lo vogliono togliere,sia per gli sgarri fatti(per molto meno liquidarono Craxi) sia perchè accingendosi ad una grande guerra che fungerà da polverone e poi da volano per una possibile ripresa ,c’è bisogno che il paese Nato chiave come l’Italia torni ligio al padrone e non abbia strane idee verso la Russia..o di fare da mediatore..di fatto sottraendosi al dominio USA-

    iniziò se ve lo ricordate parlando della tassazione dell’oro di banch’italia..
    era solo un avviso..ai tempi di Noemi..ma costoro,la massa di idioti americani e inglesi (che hanno la meglio solo per la vigliaccheria innata del popolo italiano e quindi dei politici che sono tra i più vigliacchi)che stanno dietro a Fini,Draghi,Prodi e parte del PD,continuano con Spatuzza..ed allora…Berlusconi,contrariamente a molti che stanno pure qui dentro,sa benissimo come stanno le cose con la sovranità monetaria(e qualche idiota qui dentro dice che lo sta facendo per prendere i voti dei signoraggisti)
    visto quanto paghiamo l’anno di pizzo alla banca centrale(circa 70miliardi ad oggi)e che volentieri non lo pagheremmo..e visto che Tremonti dal 2004 aveva un piano di rientro di banca italia nel pubblico,ma sotto pressione di Fini(che disse o io o lui)edi altri ,dovette dimettersi…

    i grandi personaggi della storia nel bene e nel male avevano capito il ruolo delle banche centrali e vennero perciò eliminati per quello più che per altro..tra questi ci sono i 4 presidenti USA,Napoleone,Hitler..
    i primi 4 uccisi subito dopo aver immesso moneta di stato,o condannato pubblicamente l’usura della banche che prestano soldi allo stato,Napoleone sabotato nel vettovagliamento alle sue truppe in quel di Waterloo,da generali corrotti dai soldi dei Rothshild che ,finanziarono Wellington,e che vedevano in Napoleone il vero nemico per il potere delle banche di controllare gli stati prestandogli soldi(sebbene a quei tempi almeno i soldi erano in buona parte titoli di possesso di oro e non carta da pacchi!)
    stessa fine fece Hitler inizialmente appoggiato dalla grande industria internazionale ma poi boicottato dai poteri bancari-finanziari(gli stessi che avevano creato la grande depressione del 29 e portato alla guerra,cosa che si sta ripetendo anche oggi!)in quanto la Germania iniziò a produrre moneta di stato di conseguenza oltre a distribuire al popolo l’enorme quantità di moneta(in salari più ricchi,stato sociale,investimenti pubblici in infrastrutture) che andava invece come pizzo alle banche(ed è per questo che fu votato da oltre il 60% della popolazione!!) li uso per fare forte la germania militarmente e finanziando la ricerca scientifica e tecnica che li aveva portati in pochi anni ad essere leader mondiale in tutti i campi della scienza e della tecnica e quindi malvisti doppiamente dall’impero inglese,che avrebbe di li a poco sostituito se nessuno l’avesse fermato..
    e si fece di tutto per farlo..
    inoltre se le altre nazioni avessero iniziato a produrre moneta da soli ,il popolo avrebbe capito come le banche li truffano e qrebbe determinato la fine di uuesto avun potere usuraio che durava da secoli…

    senza dimenticare che la stessa battaglia di indipendenza degli USA contro l’UK fu condotta con soldi di stato ma a noi ,la storia truccata ha raccontato che era per le tasse sul te’…

    Se la finanza internazionale che comanda banchitalia visto che goldmann sachs in USA ha messo un suo amministratore,Bernanke ,in Italia un suo vicepresidente,Draghi,non si ferma,ne vedremo delle belle..
    fosse la volta buona..anche perchè ormai l’incuo del crack è vicino..
    la Grecia sta come noi…siamo li sull’orlo del burrone..
    l’unica è dichiarare illegittimo ed anticostituzionale l’usurpazione della sovranità monetaria che ha portato al debito pubblico e al relativo interesse da pagare ogni anno e smettere di dar loro 1 solo euro..
    ed evitare il crack..
    solo questo salverebbe l’Italia,ma la Grecia non lo sta facendo…
    ma Berlusconi è Berlusconi…e per questo rischia la vita…

    ma fossi in Berlusconi starei attento ,questi hanno fatto fuori 4 presidenti USA,non ci mettono nulla a farlo fuori…hanno eliminato pure Moro e Mattei…

    ciao

    PS
    e se nei suoi incontri con Putin,avesse stipulato qualche accordo..che in caso di eventi straordinari ,l’Italia potesse uscire dalla Nato e stringere accordi con la Russia ,come entrare dentro lo SCO.

  • lino-rossi

    complimenti per la lucidità.

  • TizianoS

    @ maumau1

    Concordo in pieno con il tuo intervento

    Perché nessuno contesta mai il fatto che Prodi abbia fatto modificare (in pratica depenalizzare) gli articoli del Codice Penale sull’attentato all’indipendenza dello Stato (art. 241), e sull’ attentato contro la costituzione dello Stato (art. 283), rendendo possibile l’usurpazione della sovranità monetaria ?

    Farebbe bene Berlusconi a far dichiarare nuovamente illegittima ed anticostituzionale detta usurpazione.

    Forse è per questa minaccia che vogliono farlo fuori.

  • TizianoS

    Rettifico il mio commento:

    La depenalizzazione degli articoli 241 e 283 del Codice Penale è avvenuta con Legge 24 febbraio 2006, n. 85
    “Modifiche al codice penale in materia di reati di opinione” pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 60 del 13 marzo 2006, durante la XIV Legislatura (Berlusconi III) che durò fino a maggio 2006. Quindi Prodi non c’entra.

    Evidentemente tali articoli non erano stati messi in connessione con la sovranità monetaria.

    Rimane comunque auspicabile che Berlusconi faccia approvare una nuova legge che dichiari illegittima l’usurpazione della sovranità monetaria riaffidandola allo Stato, sempre che glielo permettano.

  • Erwin

    Lei ,se ne ha facoltà,osservi i 3 casi NOTI (ovviamente a lei ignoti,o quanto meno non è riuscito a sintetizzare,dalla loro conoscenza, uno straccio di deduzione logica ed elementare)______1) Abramo Lincoln stampo’ oltre 400 milioni di Dollari (senza debito ne interesse)…qualche tempo dopo tale atto fu AMMAZZATO__________2) John Fitzgerald Kennedy ,il 4 giugno 1963,mise in circolazione banconote per 4,3 miliardi di dollari. Con un colpo di penna, Kennedy stava per mettere fuori gioco la Federal Reserve Bank di New York(banca PRIVATA)se fosse entrata in circolazione una quantità sufficiente di questi certificati basati sull’argento.__Qualche mese dopo tale atto venne AMMAZZATO . _________3)Adolf Hitler fece la stessa operazione e c’è voluta una guerra MONDIALE per “assassinarlo” !_______Vista la sua ignoranza: controlli ,se corrisponde a verità o meno, che il III° Reich era obbligato ad IMPORTARE manodopera ,dopo tali interventi sulla moneta_______Quindi la carta da “culo” è ,almeno in questo caso, solo nella SUA testa.

  • Sokratico

    leggete questo scemo che commenta:

    “Un certo Adolf Hitler eliminò il debito pubblico e rese pubblica la banca centrale tedesca.______Stampò moneta esente da usura e legata ad unità di prodotto(svincolata dal metallo)_____Il mondo intero gli dichiarò guerra!______Allora come oggi i nomi dei banchieri sono gli stessi e TUTTI rigorosamente EBREI!______Sarà un caso?”

    Un caso? Ma Hitler non è quello che ha INVASO senza provocazione la Polonia, l’Olanda-Belgio, la Francia e la Russia?

    no voglio dire, qualche mazzata se la meritava, senza tirare in mezzo troppi ebrei massoni etc etc..no?
  • marcopa

    Il Giornale e Berlusconi sparano colpi alla cieca “chi piglio, piglio”(si dice dalle mie parti). Perche’ Berlusca e’ in difficolta’ grandissima. due segnali stamani sulla rete:
    Oggi sui siti di Repubblica e Corriere due segnali di cedimento del consenso a Berlusconi. Sondaggio su Repubblica: il 20% degli elettori del centrodestra in disaccordo con le sue dichiarazioni sui giudici,i giovani contrari all’80%(in generale sono piu’ in disaccordo quelli che si informano su internet e giornali);su sito Corriere :Bertelli (marito di Mariuccia Prada)al convegno di Rutelli interviene duramente verso Berlusconi. Un punto di vista molto critico da un ambiente alto-borghese-finanziario moderato.

  • walterkurtz

    No, non è questo che volevo dire. Più che altro mi fanno sorridere i commenti di certi imbucati forzisti che ora recitano la penosa parte degli anti-sistema

  • marcop

    Chi critica uno dei pochi articoli giusti nel panorama globale, da qualsiasi fonte questo articolo provenga dimostra matematicamente di essere COLLUSO con i criminali che controllano il mondo attraverso la moneta e CONTRO l’umanità. Una cosa è criticare un personaggio, un altra e denigrare uno specifico articolo. E come giustamente commenta un lettore dell’articolo in questione:
    il 11.12.09 alle ore 14:44 scrive:
    Era ora che se ne parlasse. Piano piano si dissiperà il velo di omertà che copre questa, che è l’unica notizia e che dovrebbe essere pubblicata tutti i giorni e su tutti i giornali. Comunque grazie a il Giornale per il coraggio, altri ,la Repubblica, l’Unità et similia, non lo avranno mai, continuano a parlare solo di quisquilie e pinzellacchere; il significato della parola informare ormai non lo trovano più neanche sul vocabolario.
    MOMENTI DI VERITA’ SI AVVICINANO, state manzi!

  • cloroalclero

    sicuramente è una spesa pubblica (i dati sulla privatizzazione della banca d’italia li avevamo pubblicati QUI http://www.cloroalclero.com/?p=336 ) ma NON E’ la causa (cioè l’evento generatore) del debito pubblico. Il concetto è questo.

  • marcop

    … chi ha dato a dato chi ha avuto ha avuto. Rimaniamo ai fatti odierni….
    Era ora che se ne parlasse. Piano piano si dissiperà il velo di omertà che copre questa, che è l’unica notizia e che dovrebbe essere pubblicata tutti i giorni e su tutti i giornali.
    Chi sà (e sono sempre di più, mentre tanti delle istituzioni e delle elites certamente sanno da un pezzo) e fa silenzio OMETTE un suo preciso DOVERE di uomo, INFORMARE I SUOI SIMILI DELLA PERPRETAZIONE CONTINUA DI UN CRIMINE GLOBALE che passa attraverso il controllo della moneta.

  • cloroalclero

    allora: secondo il mio amico economista, il debito pubblico ha molti fattori (sprechi ecc..) ma la causa principale sono i BOT e i CCT emanati dai governi per le opere pubbliche (con relativi sprechi annessi)

  • Aldebaran

    Chi controllerebbe l’operato di questa istituzione statale che emette moneta? Dei tecnici messi là dal governo? Il governo stesso? Il parlamento?
    Un’altra domanda; cosa vuol dire moneta a credito invece che a debito? Vogliamo entrare un pò nel tecnico? La moneta non è più fatta d’oro o d’argento da secoli e da quasi cento anni non ha più una copertura in oro.
    A questo punto, come diamo valore a questa moneta? Come facciamo in modo che non siano dei semplici foglietti colorati di carta? Direi che l’unica soluzione obbligata, fino a prova contraria, è l’emissione di un equivalente di titoli di stato all’atto dell’emissione di nuova moneta, se no le banconote ce le mangeremmo per l’inflazione, è ovvio.
    Altra cosa. Rimanendo all’Italia, non è vero che il sistema ci strozza da secoli.
    Dall’unità d’Italia nel 1860 fino agli anni settanta del novecento il debito pubblico nella nostra nazione è rimasto sempre sotto controllo, tranne ovviamente il periodo disastroso delle contemporanee invasioni tedesca e americana in Italia alla fine della seconda guerra mondiale.
    Lo sfacelo è stato frutto di due fattori che hanno iniziato ad agire insieme appunto negli anni settanta: le disastrose riforme della Banca d’Italia e del sistema monetario italiano, dovuti anche all’avanzare (purtroppo) del progetto dell’Unione Europea e le nuove generazioni di politici italiani, sempre più predatrici e disoneste dagli anni settanta in poi, che hanno portato ad uno sconquasso dei conti pubblici dello stato per le loro dissennate e rapaci politiche economiche e finanziarie.

  • Aldebaran

    In Cina non esiste il debito pubblico???? Veramente hanno un debito pubblico enorme!

  • Aldebaran

    che è la stessa cosa

  • marcop

    … al tuo amico commercialista digli di cercarsi su youtube e su google tutto il materiale disponibile del Grandissimo e memorabile Professor Auriti, lui si vero nobel per la pace!

  • Erwin

    Lei è un campione di miro qui colgo là._____ Si legga qui: http://olo-dogma.myblog.it/archive/2009/12/11/in-risposta-alle-menzogne-dei-vincitori.html , poi ne riparleremo.

  • maumau1

    dire che la Polonia fu invasa senza provocazione,chiunque lo affermi,è o uno stolto o un mistificatore..
    un pezzo intero della Germania ,e quindi popolazioni in tutto e per tutto tedesche,erano state annesse alla Polonia dopo la sconfitta tedesca della prima guerra mondiale,il che già allora fu avvisato dai vari esperti,avrebbe posto le basi per future frizioni e guerre,ed infatti fu cosi’..
    si era già provato con la prima guerra mondiale,e riuscito a limitare il potere industriale e scientifico,nonchè la consapevolezza monetaria della Germania,in parte smembrandola(divide et impera)
    ovvio che appena ne ebbe la possibilità Hitler fece quello che cui la maggior parte della popolazione l’aveva votato riportare i tedeschi in Germania,e quindi riprendersi la parte della Germania che ora si chiamava Polonia!!
    Quindi più che legittimo quello che fece Hitler.

    Confermo la minaccia ,più volta tentata praticamente da Tremonti,sempre rimesso all’economia e cacciato solo temporaneamente per impedire che Fini facesse cadere il governo(nel 2004 ,oggi gli rimane più difficile essendo parte del PDL,grande Berlusconi,l’ha ingabbiato!)ora pare rimanere,chi l’avrebbe mai detto l’ultima formidabile arma contro la finanza internazionale che come in Grecia,sente odore di crack in Italia e quindi vuole prendersela in cambio del credito della BCE come prospettato per la Grecia(e come è stato fatto per l’Argentina e tantissimi paesi poveri,dall’FMI e Banca mondiale che afferiscono alle stesse famiglie di strozzini legalizzati che guidano in pratica tutte le istituzioni mondiali!!).

    Però non ci illudiamo,Berlusconi è anche un banchiere,in tutti questi anni non ha mai tirato fuori la questione ed ha lasciato fare Prodi..
    sa che chi tocca quelle corde,muore..lo sta facendo solo come estrema ratio..e se lo lasciano in pace o trovano un accordo,Berlusconi dimenticherà la storia della sovranità usurpata..
    e si dirà che è complottismo..ma loro sanno benissimo che non lo è…ma ripeto un animale in trappola ,messo all’angolo come Berlusconi,tira fuori le unghie,che poi ritrae se lo lasciano in pace..
    a questo punto spero che non lo lascino in pace,ma che anzi ogni giorno vadano sempre più a fondo…cosi’ rete4 ed il suo fido fede si potrà riscattare di decenni di lecchinaggio,già mi immagino fede che dice alla casalinga di voghera con suoi 50-100mila euro messi in banca,che la banca truffa,che le banche azioniste della banca centrale ci fottono 70miliardi di euro l’anno…che con quei soldi potremmpo aiutare poveri,disoccupati ,handicappati,dare la pensione vera alle casalinghe,aggiustare le scuole pericolanti,dare una casa a tutti senza bisogno di mutui da usura,che se le scuole e la sanità fanno schifo è colpa delle banche e della sovranità usurpata..e non ce la farebbero i giornali delle banche contro le reti televisive,contro un prode vespa che riscatterebbe anche lui con un sol gesto anni di inutilità e lecchinaggio ad 1milione di euro l’anno ed i varii prezzolati che potrebbero avere in un sol gesto il riscatto di una vita..e non importa per quali ragioni pratiche,avrebbero cmq fatto ciò che fecero solo i e presidenti USA e per questo persero la vita(Lincoln,Mclinley,Garfield,i fratelli Kennedy)e che denunciarono uomini che hanno segnato la storia,come Napoleone …e che varrebbe più di ogni atto politico,persino di un Berlinguer o di un Moro,visto la portata epocale ed economica che nessun gesto politico passato ha mai pareggiare..come impatto e rivoluzione..senza contare che l’Italia non è la Grecia,e il rischio sarebbe una rapida estensione all’Europa,che tra l’altro si trova in un periodo di massima crisi,in cui parte importante delle risorse fiscali finisce alle banche per pagare gli interessi sul debito…

    ma come ogni cosa, più si avvicina l’evento più sono possibili discontinuità,causa delle forti non linearità,come si vede in ogni sistema dinamico complesso,e quindi crack,crolli,denunce scandalose,uccisioni e ricatti ,attentati(quello di ques’estate in pieno attacco al premier,quando salta quel convoglio proprio mentre transitava nella stazione,ed era di una multinazionale USA,proprio vicino a Camp Derby per me è un avviso..) aerei che precipitano,malori improvvisi dopo visite in ospedale..
    fossi in Berlusconi eviterei gli aerei…farei come Putin che viaggia..in nave lanciamissili,perchè un aereo può cadere per cause che si possono far passare come accidentali,una nave militare o la attacchi o non succede nulla..

    saluti

  • maumau1

    ho scritto una cosa sbagliata non fu Prodi a depenalizzare i reati legati alla usurpazione della sovranità monetaria,ma Castelli nel 2006 governo Berlusconi…questo fa capire che Berlusconi usa l’arma della sovranità monetaria,non perchè sia un buono,ma per salvarsi il culo…
    altrimenti non avrebbe fatto passare quelle leggi che di fatto hanno parato il culo a banchieri(che poi l’hanno ringraziato facendolo entrare in mediobanca e cmq lo hanno lasciato in pace per qualche anno!) e politici che avevano nel passato firmato carte e quindi di fatto compiendo il reato in complicità con le banche..in quanto è stata la politica a permettere che la sovranità andasse ai privati…

    proprio perchè sa bene quale sia il tallone di achille delle banche,ora fa leva su questo…

    Prodi nel 2006(dicembre)invece cambia l’articolo 3 dello statuto di banch’italia che recitava che doveva essere a maggioranza pubblica e non privata come era ed è(anche se solo una modifica costituzionale può sanare il tutto ad oggi sia la banca di italia che lo statuto sono illegali e anticostituzionali,se alla corte interesasse qualcosa,ma pare di no essendo di fatto emanazione della politica e quindi delle banche)

    ciao

  • Erwin

    E’ una perdita di tempo spiegare a chi NON VUOLE capire e che NON PUO’ capire(pena la completa rimozione delle “verità” inculcate in 64 anni di storia ammaestrata e falsificata)…ne va della loro stessa vita pubblica.

  • amensa

    si vede proprio che la tua fede cieca ti ottenebra la vista.
    e quindi non hai proprio capito una sega.
    1) lo stato italiano è al fallimento grazie ai politici caf innanzitutto, ma anch eil berlusca se la cava bene, e a quelli che lihanno votati.
    2)l’unica cosa che tremonti e berlusca fanno , sono gli affari loro.
    3)l’elite , che non ha il potere , ma che vorrebbe far buoni affari, visto che questi ci hanno resi ridicoli ai quattro venti, li vorrebbero far fuori
    4) se qualcuno riuscirà a far fuori il berlusca, sarà il berlusca stesso, e non per cosa NON ha fatto da quando è entrato in politica, ma per i reati, reati capisci ?? commessi per farsi e difendere i propri soldi.
    …… e tuttoil resto non merita nemmeno commenti !

  • amensa

    se riuscissi a capire che NON è depistaggio ma solo un fuggevole tentativo di far ragionare una delle teste vuote, non sarebbe nemmeno necessario risponderti.
    quella che riporti sopra è la più grossa fesseria messa in giro da alcuni grandi stronzi, ignoranti e anche stupidi, fatta solo e unicamente per alimentare un dibattito sul nulla, ma distrarre dai veri problemi.
    complimenti ! tu sei uno di quelli che c’è cascato.

  • amensa

    si vede che non capisci proprio una sega…..
    il debito pubblico ha molti fattori (sprechi ecc…), ma la tara prima è che sono stati spesi soldi CHE NON C’ERANO, perchè non venivano pagate tasse a sufficenza per coprire quelle spese, e allora per trovare i soldi mancanti, sono stati stampati e venduti BOT, CCT, ecc….
    vedi che è un po diversa la storia ??

  • marcop

    con chi?

  • hammurabi

    Vorrei dire una cosa sulla quale forse l’articolista non ha riflettuto abbastanza: Mediolanum.

  • kermitilrospo

    eccheccazzo, con quello 0,01 mi pagherei il mutuo e magari mi faccio la bici nuova…. lo voglio anch’io!!

  • kermitilrospo

    perchè no? magari ci va qualcuno! 😉

  • kermitilrospo

    quasi quasi quoto

  • kermitilrospo

    …cancellato dai mass media (soprattutto di centro sx)

  • kermitilrospo

    si vede che staranno già facendo campagna elettorale!

  • kermitilrospo

    complimenti….
    (non scherzo) 😉

  • Altrove

    Io pensavo che l’articolo individuasse un punto di discussione ben preciso:
    “come mai il giornale pubblica un articolo del genere in questo momento?”.
    Se stiamo a discutere se è vero o no, si fa notte. Un giornale di un certo “prestigio” e con una tiratura nazionale pubblica una potenziale accusa verso lo stato italiano e delle banche… la domanda da porsi, secondo me, non è se sia vero, ma perchè… Improvvisamente siamo diventati tutti esperti dell’ economia, mancati broker miliardari per pigrizia. Da quello che ho studiato la questione è molto più complessa di come può apparire. Incappi in una serie infinita di documenti contrastanti dai quali è difficile farsi un’ opinione e capire cosa è realtà e cosa è finzione. Credo però che vero o falso nel mondo moderno non siglifichi proprio nulla… meglio affidarsi all’ intuito. Saluti a tutti

  • marcop

    Questo articolo de Il Giornale è una pietra miliare nel panorama del giornalismo italiano e mondiale. Un arma potentissima per chiunque si voglia attivare, da acquistare nella versione cartacea e da tenere sempre a portata di mano. Il Giornale di proprietà della famiglia Berlusconi firmando l’articolo prima a nome Ida magli e poi a nome della redazione ove non lo smentisse, certifica la realtà TOTALMENTE ED ASSOLUTAMENTE CRIMINALE E FRAUDOLENTA OLTRECHE’ GRAVISSIMA del debito pubblico e a maggior ragione proveniendo da un mainstream fortemente legato al primo ministro del Governo Italiano che conosce necessariamente benissimo e nei dettagli il sistema del debito pubblico e della gestione monetaria. Mettendo nero su bianco su un documento diffuso in tutta Italia che spiega riguardo il gravissimo meccanismo di gestione monetaria compie un atto ufficiale da cui dovrà difendersi tutta la dirigenza Italiana che include Governi, Polizia, Carabinieri, Magistratura, Informazione, etc. che fino ad ora hanno avuto tutti sulla questione un comportamento assolutamente omertoso, deviante e occultatorio gia dai tempi delle denunce pubbilche del Grandissimo ed unico Professor Auriti.

  • rosacroce

    quello che dici tu è un miraGGIO ,STRANO PARLI COME LINO ROSSI SARAI MICA LUI CON ALTRO NOME?

  • rosacroce

    SENTI CARINO TU E QUELLI COME TE CHE SPACCIANO STE IDEE DA FESSI è ORA CHE VI TOGLIATE DI MEZZO ,. DATO CHE CON LA GRAVITà DELLA SITUAZIONE ATTUALE IO ,,,,,,,,,,,,,,,,,, WE LA GENTE SERIA NON ABBIAMO TEMPO DA PERDERE CON LE CHIACCHERE EBETI DI TE E DEI TUOI AMICI DEFICIENTI

  • rosacroce

    PERFETTAMENTE D’ACCORDO .QUESTO è IMPORTANTE:
    PRIMO
    FAR FUORI DRAGHI E LE BANCHE .

  • Borokrom

    Siccome a molti ho visto che interessa:

    IL BILANCIO DI PREVISIONE 2010 DELLO STATO E’ DI 792MILIARDI DI EURO
    DI QUESTI BEN 338 VANNO A TAMPONARE IL RIMBORSO E GLI INTERESSI DEL DEBITO PUBBLICO.
    GROSSE PERCENTUALI VANNO ALLA GESTIONE PERIFERICA (REGIONI, COMUNI, ENTI VARI).
    LO STATO CENTRALE SI TIENE CIRCA IL 23% CHE SONO CIRCA 180 MILIARDI.
    SE DA QUESTI SI TOLGONO GLI STIPENDI RESTANO CIRCA 90 MILIARDI PER FINANZIARE COSUCCE COME ISTRUZIONE, ORDINE PUBBLICO, PREVIDENZA, RICERCA ETC…

    Quindi dai 792.000.000.000 di entrate rimangono allo stato 90.000.000.000…

  • nautilus55

    Sante parole, materialeresistente, ma qui di cervello ne è rimasto poco…Ciao

  • nautilus55

    Smettila di fare disinformazione, maristaurru: studia un po’ d’economia!

  • nautilus55

    E come mai, tu che sai tutto d’economia, sui mercati internazionali vengono svenduti proprio i bond greci e italiani? Signor “tuttosò”, a parte falsificare i dati (è il 117,5%, il nostro rapporto debito/PIL) credi che sia l’unico parametro economico?

  • maristaurru

    (IRIS) – ROMA, 10 DIC – “La decisione del Governo di utilizzare oltre 3 miliardi di euro provenienti dagli accantonamenti del Tfr dei lavoratori a copertura di un terzo dell’intera Finanziaria è un furto annunciato”, afferma Pierpaolo Leonardi, Cordinatore nazionale RdB.

    “Già dalla decisione di trasferire il Tfr dalle aziende ai fondi pensione e all’Inps – spiega Leonardi – era chiaro che il risparmio affidato ai fondi pensione sarebbe diventato carta straccia, e quello all’Inps sarebbe stato utilizzato dal Tesoro a copertura di esigenze che nulla hanno a che vedere con la previdenza dei lavoratori”.

    “Dunque, non ci stupisce tanto questo – prosegue Leonardi – quanto il fatto che Cgil, Cisl, Uil, Ugl, che hanno fortemente voluto e sostenuto il trasferimento del Tfr ai fondi pensione e lo smantellamanto di fatto dell’istituto del Tfr, oggi si stupiscano dell’uso che il Governo ne intende fare “.

    “Non solo RdB diffida il governo dall’utilizzare questi fondi in modo diverso da quello che è il loro unico scopo, ovvero garantire la buonuscita dei lavoratori, ma ritiene che sia ormai improcrastinabile – conclude il Coordinatore RdB l’introduzione di una norma che almeno consenta od ogni singolo lavoratore di fare marcia indietro e di riprendersi i propri risparmi”.

    Io non faccio disinformazione, e non so se la fai tu o sei solo ignorante ed arrogante. Ti ho riportato sopra uno scritto di Leonardi Coordinatore di Rdb che ha la onestà intellettuale che a molti di voi manca: non era d’accordo con il duo lescano Padoa Schioppa e Prodi, come non lo è con questo governo sul TFR, e io So che il TFR era condannato dal 1993 circa…
    non fare il sapiente con me, che non attacca, informati , leggi, capisci .. sarebbe ora!!

  • Aldebaran

    verissimo purtroppo…

  • mikaela

    Grazie del link.

  • mikaela

    NE PARLERANNO AD ANNOZERO? E TRAVAJO COSA DIRA’ DI PAPI QUESTA VOLTA? CHE DITE, LO SCRIVERA’ NEL SUO PROSSIMO LIBRO?

  • remox

    Come immaginavo i sinistroidi non sono riusciti a cogliere, per via del loro cieco ed ideologico odio, la portata di questo articolo dove per la prima volta si tratta, anche se con parole semplici e concetti non proprio esatti visto lo scopo divulgativo, un tema che è invece assolutamente reale ed attuale.
    Che tristezza… siete come farisei.

  • Borokrom

    Io non credo che il fatto grosso sia la notizia.
    Diciamo che sull’argomento regna una grossa confusione, sia sull’origine del debito pubblico, le attuali dimensioni e i condizionamenti che ha sui governi.
    Il signoraggio è una componente a mio avviso, di un processo che una volta innescato è alquanto pericoloso fermare.
    O meglio, lo si può fare, vedere il caso Argentina.
    Adesso è ben difficile per una nazione in area Euro, specie tra i paesi per difinizione trainanti (tra cui ci siamo noi), fare default, e cioè mandare a fanculo la BCE, l’IMF, la Banca D’Italia (che non è degli italiani a questo punto si è capito).

    Io credo che qui la notizia è che qualcuno si decida a parlarne.
    Da quando governano i banchieri nessuno vuol che si faccia parola di queste faccende, anche se diciamo, il Re è Nudo, perchè se uno vuol sapere basta che si interessi all’argomento e troverà tutto quello che è necessario sapere.
    Per inciso, ho visto che qualcuno parlava di BOT e CCT, ecco, questi non creano il DEBITO PUBBLICO, ma sono pezzi di debito pubblico che vengono messi in vendita con bond a breve termine, 1 anno (BOT), e a lungo termine CCT.
    Per cui lo Stato ti vende un pezzo di Debito, con la promessa che dato che tu oggi lo aiuti pro-tempore (tamponando il debito), lui ti sarà riconoscente dantoti gli interessi.
    Se per dire si facesse bancarotta i detentori di Bot e Cct se la prendono nel culo, salvo lunghe cause e processi internazionali per ottenenere qualche rimborso (vedi Argentina).

    Il punto è: perchè hanno scritto questo pezzo?
    Se originariamente l’ha scritto Ida Magli, che è effettivamente una voce Libera, per quanto i detrattori ne possano dire, è un conto.
    Ida Magli scrive cose ben più pesanti, in altri riviste e contesti.

    Se allora la direzione del giornale suddetto, si è presa la briga di mettere un pezzo del genere, ci sono delle ragioni di fondo pesanti, sicuramente approvate anche dall’editore.

    Il che vuol dire, secondo me, che qualcuno ha mandato un messaggio:
    Occhio che se si vuol giocare pesante possiamo farlo pure noi, e se ci mettiamo a voler fare incazzare la gente può essere che ci riusciamo.

    Ricordiamoci che stiamo vivendo tempi duri, per quanto possa valere al giorno d’oggi in un paese occidentale dove bene o male si mangia e si possiede il telefonino.
    Ma nel passato sono scoppiati vari casini nel mondo, quando la pressioni fiscale e la disoccupazione sono diventati insostenibili, a fronte di una classe politica che si sta pappando tutto, sotto forma di ruberie e sprechi.
    Alla fine tutto potrebbe crollare come il castello di Madoff, nel senso che con le vacche grasse va bene a tutti, quando il denaro scarseggia allora si rischia in maniera sistemica.
    E stiamo rischiando, non solo in Italia.
    Ma in Italia abbiamo il pregio di non fare sistema e di giocare al massacro, che è quello che sta facendo la sinistra oggi, il cui unico scopo è di sepellire Berlusconi dipingendolo come il problema dell’Italia.

    PS Se Ferrando, tra i pochi di sinistra, ha parlato di Signoraggio è perchè Ferrando non CONTA UN CAZZO.
    Fermorestando che lo rispetto perchè una persona in gamba.

  • amensa

    Cari lettori
    Quanto sto per scrivere non richiede conoscenze specifiche di economia, basta sapersi guardare attorno, un po’ di buon senso, e una testa che non serva solo a portare in giro un cappello. E un po’ di pazienza di attenzione.
    Ho letto un articolo, preso dal più becero complottismo, in cui si additano le banche e il sistema bancario, come responsabili dei nostri mali, presenti e futuri.
    Ho cercato di rispondere, ma mi sono accorto che il discorso deve essere un po’ più ampio, che le responsabilità delle banche non sono quelle additate troppo semplicisticamente con i discorsi sul signoraggio e la stampa delle banconote, o la creazione del denaro, e qui cercherò di chiarire.
    E il tutto, non per difendere il sistema bancario, correo del disastro in cui stiamo per precipitare, ma per additare le vere ragioni, per cui va censurato.
    E inizio con alcuni assiomi, tanto banali che non dovrebbero richiedere dimostrazioni.
    1) I debiti, prima o poi qualcuno li paga. Questo significa che non sempre paga chi ottiene i vantaggi, anzi, la politica è proprio quell’arte di raccogliere vantaggi e far pagare il conto a qualcun altro. Per questo si dice che è “sporca”.
    2) La ricchezza è relativa. Se tutti fossimo milionari, saremmo tutti ricchi o poveri (usate pure il termine che volete) nello stesso modo. Lo spazzino anziché esser pagato in centinaia di euro, sarebbe pagato in milioni, ma spazzino resterebbe, solo che il pane lo pagherebbe a migliaia, anziché in unità.
    Il discorso del debito pubblico, nonostante i tentativi maldestri di qualcuno di spostare l’attenzione su altri responsabili, è responsabilità pura e semplice dei politici che ci hanno governato negli anni passati.
    E con loro, la responsabilità è di chi li ha votati.
    Il debito si è formato, anno dopo anno, spendendo più di quanto incassato in tasse e entrate varie.
    Ovviamente, la popolazione era molto contenta di avere dei benefici senza dover pagare il conto, ma non erano miracoli, erano semplicemente risorse prese in prestito, a cambiali, che hanno cominciato a scadere e quindi vanno pagate.
    A meno di fare come l’Argentina e dichiarare di non voler più pagare i debiti. Ma non mi pare che abbiano avuto quei grandi vantaggi.
    La caratteristica del debito pubblico è innanzitutto che è fatta da titoli contratti a tempi diversi e per diverse durate.
    Dato che ogni titolo quando viene emesso, riflette l’interesse in vigore in quel momento, e l’interesse è variato notevolmente, ecco che ne scadono contemporaneamente di quelli su cui si paga interesse più alto e quelli su cui si paga un interesse più basso.
    Ma visto che lo stato non ha i soldi per pagare tali titoli in scadenza, ecco che ne emette altri per pagare quelli che scadono.
    Ma quelli che emette se può a lunga scadenza, altrimenti a media o bassa, riflettono comunque il tasso di interesse del momento.
    E oggi tale tasso è estremamente basso, quindi la gestione del debito relativamente facile.
    Ora, tanto per non restare tanto nel vago, parliamo di un debito pubblico di 1700 miliardi di euro, che a un tasso medio del 5% , fanno circa 85 miliardi di euro, solo di interessi.
    Questi 85 miliardi, che potrebbero finanziare la scuola, la sanità, il welfare, vanno invece a pagare i soli interessi del debito pubblico contratto e portato a questi valori assurdi dalla fine degli anni ’80 del secolo scorso.
    Ma notate che i certificati del debito, non sono solo in mano alle banche, ma anche ai singoli cittadini, ai fondi (di cui sempre i cittadini possiedono le quote) o entità estere.
    Ora, in un periodo di tassi bassi, pagare i titoli che scadono emettendone di nuovi, può anche essere vantaggioso. Chiudo un debito al 6% e lo ripago aprendone un altro al 4%, ci risparmio il 2%.
    Ma cosa accadrà quando finirà la festa dei tassi bassi ?
    I soldi per ripagare i titoli in scadenza, non li avrà sicuramente ancora trovati, ma se dovrà rinnovare titoli al 4% con altri al 6% la gestione del debito pubblico peggiorerà velocemente il suo costo.
    Come vedete, in un ambiente con elevato debito pubblico, il tasso di interesse sul debito è estremamente importante.
    Ed esso dipende da due fattori:
    1) Il tasso ufficiale di sconto
    2) Lo spread o maggiorazione relativa al rischio insolvenza
    Del primo è responsabile la banca centrale, oggi la BCE, per noi.
    La quale lo manovra assieme alla quantità della massa monetaria, con il fine dichiarato (per sua costituzione, di tenere l’inflazione antro il 3% annuo).
    Su questo punto occorrerebbe fare una discussione ad hoc, nella quale considerare i dettati delle varie “scuole economiche”, molto distanti tra loro.
    Resta il dato di fatto, che il tasso di riferimento lo stabilisce insindacabilmente e secondo sue stime, la BCE.
    Il secondo punto riflette invece quello che è chiamato “il rischio paese”.
    Più è alto l’indebitamento di uno stato, più sono basse le sue possibilità reali di ripagare il debito, più forti sono le obiezioni da parte dei cittadini, e di quali classi, nel vedersi aumentare le tasse, per aumentare le entrate dello stato, e più è alto il differenziale , rispetto al tasso di riferimento.
    Questo riflette il fatto che, essendoci libertà di movimento dei capitali chi dovesse investire dei soldi, a parità di durata del titolo, preferirebbe un titolo di un paese meno indebitato, economicamente più forte, e quindi che dà maggiori garanzie di restituire il capitale imprestato.
    Quindi, un “rischio paese” più alto, va compensato con interessi più alti, se si vuole che vengano sottoscritti i suoi titoli del debito.
    E questo è tutto quanto c’è da dire per illustrare il meccanismo del debito pubblico.
    Ora alcune considerazioni.
    Se i governanti, per avere consenso, non chiedono sufficienti tasse al loro popolo, in effetti ipotecano, ricorrendo al debito, il futuro.
    Se il pensiero è : “io raccolgo i vantaggi oggi (in consenso) e lascio le patate bollenti ai miei successori” in effetti tale politica paga perché, e solo perché la popolazione è ignorante e non si accorge di cosa tutto ciò significhi. Perché se volesse SOLO dire che si spostano nel tempo i vantaggi e gli svantaggi, andrebbe ancora bene, ma purtroppo, in più ci sono anche gli interessi da pagare, ed allora i conti andrebbero un po’ rivisti.
    Avere un debito elevato, significa poi anche togliere ai futuri governi la possibilità di dare un ritorno decente ai sacrifici richiesti con il pagamento delle tasse. Per cosa ci riguarda, già oggi il “servizio del debito” (che sarebbero poi gli interessi sul debito pubblico) requisisce buona parte di quanto versato dal popolo.
    Inoltre asservisce il governo al sistema bancario. Se la BCE decide di innalzare il tasso di sconto, immediatamente le risorse da dedicare al pagamento degli interessi, lievita, sottraendo risorse alle altre destinazioni dei finanziamenti.
    Il sistema bancario , inoltre ha una grossa responsabilità sul costo del debito pubblico. Se le banche destinano una parte elevata delle loro disponibilità di finanziamento, ad acquistare titoli del debito pubblico, l’interesse che lo stato è costretto a pagare su di essi scende, ma se le banche rifiutano i titoli, l’interesse dovrà salire.
    In questo gioco tasse/debito chi ci guadagna e chi ci rimette. Le classi più ricche sono quelle che ci guadagnano di più quando si abbassano le aliquote maggiori (di tasse).
    Se le tasse raggiungessero ad esempio il 60% per redditi annui superiori ali 250.000 euro, a costoro resterebbero ancora 100.000 euro annui, che non sono pochi, ma essi non arricchirebbero in continuazione. E non aumenterebbe il debito pubblico.
    Aliquote superiori basse, debito pubblico già alto, porteranno, in caso di crescita dei tassi sul debito, ad innalzare le tasse su tutti,anche per coloro che già hanno difficoltà a mangiare fino alla fine del mese, oppure una svalutazione della moneta, che equivale ad un aumento percentualmente uguale per tutti , delle tasse.
    Quanto è stato fatto, poi, nella gestione di questa crisi, è addirittura criminale.
    Politiche disastrose messe in atto dal sistema bancario e speculativo, che ha riempito le tasche di banchieri e speculatori, ha aperto buchi enormi nei patrimoni delle banche.
    I governi hanno riempito tali buchi aumentando il debito pubblico, trasferendo così i debiti dalle banche agli stati.
    La manovra non ha dispiegato immediatamente i suoi effetti, perché i tassi sono stati tenuti artificiosamente bassi.
    Ma quando la festa finirà, i tassi torneranno a salire per frenare gli effetti della grande liquidità resa disponibile dalle banche centrali, anche il costo del “servizio del debito”, di debiti saliti vertiginosamente, ricadrà sulle popolazioni come mazzate.
    E intanto i ricchi signori banchieri e speculatori e politici che li hanno appoggiati, prenderanno i loro aereoplanini e fuggiranno in tranquilli paesi esotici, lasciando le popolazioni a togliere le castagne dal fuoco.
    SVEGLIA !!!!
    Almeno bloccate gli aereoplanini, in modo da potergli far sputare il maltolto, prima che prendano il volo.

  • amensa

    la domanda posta da alcuni lettori, e cioè “perchè ora e solo ora, si parla del debito pubblico, addossandone inoltre laresponsabilità alle banche” è pertinente, anzi veramente molto azzeccata.

    posto come ho scritto sopra che la responsabilità del debito pubblico è innanzitutto dei politici, che per mantenere il consenso hanno speso molto più di quanto incassassero con le tasse, ma anche di chi, senza interessarsi, senza ascoltare chi metteva in guardia hanno continuato imperterriti a votarli, resta la domanda del perchè di questa operazione.

    il fatto che si additi falsamente il sistema bancario, capeggiato oltretutto da una istituzione sovranazionale, a mio avviso ha solo un significato:
    gli attuali governanti NON vogliono assumersi le loro responsabilità di fronte a ciò che hanno fatto, e soprattutto a ciò che NON hanno fatto.
    quanti soldi sono stati buttati per l’Alitalia ?
    quanti in quel progetto assurdo del ponte sullo stretto ?
    perchè togliere l’ICI, unica tassa veramente facile da verificare ?
    perchè premiare con lo scudo fiscale, ad un costo ridicolo (vedi gli altri paesi che per regolarizzare il reato chiedono l’intero dovuto, più la nominatività per impedire il reiterare del reato ) chi ha rubato, si perchè evadere le tasse è rubare al popolo, e malversato ?

    quando andassero in tv, e avverrà presto, a chiedere sacrifici, dovranno esser sicuri che tutti, o almeno la maggior parte dei cittadini, non reputi LORO i veri responsabili di questo nostro disastro, ma abbiano un capro espiatorio alternativo, già bello e pronto.

  • marcop

    … mamma mia che fatica… per fare uno + uno non serve un trattato e per decifrare quello che scrivi non basta un buon software ne un buon analista. Ti hanno mai detto che rubare non crea ricchezza, ma la sposta! La ricchezza non la produce il denaro, la produce il lavoro, ma la produce anche l’energia che spesso è addirittura gratis, il nostro pianeta e tutto cio che ci circonda è ricchezza, uomini inclusi. Ma il furto e la stupidità la annullano. Stampare denaro e metterlo a debito oltre che truffa è furto ed oltre che furto è uno stupido crimine contro l’umanità e le ricchezze che ci pervadono. Non ti allambiccare troppo con calcoli astrusi dai a Cesare quello che è di Cesare.

  • marcop

    Travajo e anozero = miseria e tradimento

  • Borokrom

    Quello che dice Amensa è tecnicamente ineccepibile, nel senso che le cose sono andate così.
    E ci sono groooosssi rischi, quando questa storia delle iniezioni di liquidità e di assorbimento di debiti da parte degli stati verrà al pettine.

    Forse la discussione a questo punto è un altra, chiarito il fatto che non si può andare tutti in Ferrari.
    A questo punto allora val la pena di rimettere in discussione il sistema stesso, altrimenti rischiamo di perdere di vista il fatto che si, in effetti siamo in queste condizioni per via delle scelleratezze dei politici del passato…
    Siamo in queste condizioni perchè guadagnamo 1 e spendiamo 2, tendenza forte tra gli anglosassaoni, meno da noi…
    Siamo in queste condizioni perchè abbiamo voluto dei lettori DVD a 15euro, e non si capisce come facciano anche a portarceli in Italia per 15ero.

    Però c’è da dire anche che questo sistema lo hanno voluto, in questo sistema ci hanno messo, dentro, e ora fino al collo.

    Perchè se questo sistema non andava bene ai vari Rothshild e Co (generalizzo ma ci capiamo), allora non avrebbero messo gli stati in mano alle banche.
    Le banche centrali sarebbero rimaste degli stati nazionali.
    I debiti di stato non sarebbero esistiti, in quanto cari miei, come diceva Ezra Pound:

    Uno stato che non ha soldi per fare una strada è come un ingegnere che dice che per fare quella stessa strada non ha abbastanza chilometri a disposizione.

    Quindi alla fine della fiera sarà pure che il signoraggio è una cazzata confronto ai danni che questo sistema è stato in grado di autoinfliggere a se stesso e alla gente, ma è questo sistema che ci hanno imposto e che ci sta strangolando.
    Il signoraggio alla fine è come lamentarsi del coperto in un ristorante che ci propina un conto da 200euro a testa.
    Ma se in questo ristorante mi ci hai portato tu (governo demoplutocratico) e io non ci volevo entrare, allora posso incazzarmi, spaccarti una bottiglia nella testa e lasciarti a pagare il conto.
    Poi se scopro che oltretutto mi ci hai portato perchè eri in combutta col ristoratore (le banche) allora mi autorizzi anche ad impiccarti e bruciare pure il ristorante con il ristoratore dentro.

  • TizianoS

    Falsificare i dati è una parola grossa, assolutamente fuori luogo: i dati che ho riportato (il nostro e altri rapporti debito/PIL) li ho presi da Internet, e sono riferiti al 30 giugno 2009, può darsi che nel frattempo siano cambiati, ma in ogni caso la sostanza del discorso non cambia.

    Io ho scritto che l’Italia non è il paese messo peggio, quindi è implicito il concetto di una posizione non brillantissima, comunque credo che i bonds greci siano trattati peggio di quelli italiani.

    Qualificarmi “tuttosò” e uno che sa tutto di economia credo sia un attacco gratuito, comunque mi scuso se a volte appaio troppo schematico; inoltre non ho mai detto che il rapporto debito/PIL sia l’unico parametro economico, ma è certamente uno dei più popolari.

    Spero di aver chiarito tutte le tue preoccupazioni. Ti invito a scrivere piuttosto commenti organici ed equilibrati, senza cadere nell’attacco personale.

  • Erwin

    Di nulla.____Servisse a far ragionare deficienti come certi qui dentro!______Ma credo abbiano le valenze sature.

  • maristaurru

    dimentichiamo sempre che si stampa carta senza corrispondenza di riserva aurea, e che quella che era in banca d’Italia, o che comunque avrebbe dovuto esserci e che era “oro del popolo italiano” o quanto ne era (forse) rimasto, con la scellerata privatizzazione, a quanto pare .. è stato REGALATO alle banche.. ora dove è? Dove sia in realtà nessun lo sa…

    Crimini , niente altro che crimini a mio modo di vedere. Nessuno sembra volersene occupare seriamente.. forse ci sono poteri che fanno paura, quindi intoccabili , e falsi pericoli inventati ad hoc per fare felice e tenere occupato il popolo bue? Ve lo siete mai chiesto?

  • Aldebaran

    Come con chi? Con chi ha comprato i titoli del debito pubblico cinesi, come in tutti gli stati del mondo.

  • marcop

    …. Ma vi rendete conto?
    Forse qualcuno penserà che non c’entra niente, … ma,
    è la quarta volta che mi rileggo l’articolo a questo link:
    http://www.stefanomontanari.net/index.php?option=com_content&task=view&id=1065&Itemid=68

    e più lo leggo e più lo trovo grave e perfettamente allineato agli obiettivi che le elites stanno raggiungendo anche grazie alla gestione totale della moneta…

    Chi non si attiva o fa parte delle elites, ma credo siano pochi o ormai è andato! Vittima gia di tutti i meccanismi operativi per renderci tutti sempre + schiavi.

  • amensa

    se prima di scrivere cercassi le informazioni, scopriresti che la banca d’italia ha in riserva circa 2500 tonnellate d’oro.
    ma questo , oggi, è completamente ininfluente, come ininfluente è il “chi è” il proprietario del denaro.
    l’unica cosa influente è invece “quanto si fa pagare per gestire e far circolare il denaro” la banca centrale.
    oltre al “costo” del denaro, infatti, quel parametro influisce su quanto lo stato deve pagare di interessi sul suo enorme debito (pubblico).
    questa e non altre stupidaggini, è la cosa importante, di cui eventualmente chiedere ragione. Ma di cui nessuno parla.
    il resto sono solo stronzate ( scusa il termine)

  • amensa

    hai perfettamente ragione a menzionare le responsabilità dei banchieri , ma diamo pane al pane.
    una responsabilità è PROPORRE un sistema
    altra responsabilità è ACCETTARE un sistema.
    che poi ad accettarlo siano politici corrotti, la responsabilità di averli eletti ricade sempre e comunque su chi li elegge.
    altrimenti , di nuovo, si fa di ogni erba un fascio, e non si viene mai a capo di nulla.

  • ericvonmaan

    Puoi trovare risposte esurienti alle tue domande su Internet (ad esempio cos’è la “moneta a credito”). L’emissione di titoli di stato a copertura dell’emissione di valuta NON ci risparmia dall’inflazione, anzi (si è ben visto), è solo il giochetto con il quale i famosi padroni delle Banche Centrali si appropriano di denaro VERO ripagandolo con biglietti freschi di stampa (senza nessuna copertura, oltretutto, ma non è questo il problema)
    Chi controllerebbe una Istituzione Statale? Come la Polizia? I Carabinieri? La Magistratura? Un qualsiasi Ministero? Allora dimmi chi controlla una istituzione PRIVATA, SEGRETA, SOVRANAZIONALE e al di sopra di qualsiasi legge e parlamento?

  • maristaurru

    prima di fare il saccente e l’arrogante: tu hai visto le 2.550 tonnellate di oro?
    Non è ininfluente il fatto che l’oro del Paese ITALIA sia passato nelle mani dei BANCHIERI PRIVATI, stupidaggini non sono, a qualcuno piace farlo credere e qualcun altro vuole crederlo forse per pigrizia mentale o per tifo e paRTIGIANRIA DA PIRLA. La Banca centrale ? che intendi tu per banca centrale ? Forse la Banca d’Italia? Ma che essa si differenzi dalle banche che ne hanno la proprietà è una finzione a me pare.

    Quindi vediamo SERIAMENTE quanto si prendono le Banche A VARIO TITOLO della ricchezza del Paese, non solo stampando carta, ma anche facendoci pagare il danaro o per esempio i così detti servizi bancari, capitalizzando le spese, facendo in modo che le loro aziende commerciali ( altro le Banche non sono), oltre ad usare come materia prima danaro per lo più non loro, possano usufruire , per noti ed evidenti motivi, di una legislazione e di condizioni di favore che se altre ditte commerciali potessero usufruirne, stai sicuro che, non avendo giocato a zecchinetta con i soldi degli utenti, starebbero ricchi, e non chiuderebbero.

    Stanno rovinando un Paese ed ancora le pecore del Paese stanno lì a difendere i vari santini rossi, bianchi o neri, roba da scemi!

  • marcello1950

    E’ facile fare un articolo


    CHE BERLUSCONI LO PONGA ALL’ORDINE DEL GIORNO del CdM COME STRUMENTO NECESSARIO PER SUPERARE LA CRISI SITEMICA: fare l’articolo sul Giornale è facile significa che rietra tra nella battaglia in corso, tra le bande nazionali ed internaizonali

    PERSONALMENTE continuo a sperare CHE Berlusconi NON SIA APPIATTITO SU TREMONTI CHE CONSIDERO il peggior nemico delle piccole imprese e dell’economia Italiana MA LO SOSTIENE E LO PROTEGGE DAGLI ATTACCHI DELLA SUA STESSA MAGGIORANZA (un tremonti che poi viene difeso dai Bersani e dagli Letta della sinistra ed è l’assurdo, ma viviamo in italia)
    FINCHE NON VEDO I FATTI NON CREDO, DI BUONI PROPOSITI SON PIENE LE FOSSE ed i morti saranno i poveri imprenditori italiani falliti, e noi finiti tutti in mani cinesi.
  • Aldebaran

    E’ vero, hai ragione. Ma ripeto, il problema non è nell’emissione dei Titoli di Stato e neanche nel debito pubblico che, se gestito dallo stato con senso di responsabilità e per il bene dei cittadini rimarrebbe, come è stato nel passato anche in Italia, in quantità accettabili. I titoli di Stato sono uno strumento indispensabile e non rinunciabile per come è strutturata l’economia moderna (cioé quella degli ultimi duecento anni), il problema è un altro, CHI GESTISCE LA MONETA, su questo sono completamente daccordo con te e altri. Ma non credi che cambierebbe poco o niente se a gestire la moneta invece che questi banchieri rapaci fosse lo stato italiano (cioé la politica italiana). Anzi, forse sarebbe peggio. Il problema è che sono favorevolissimo a che lo stato si riappropri della gestione della leva monetaria e che si rinneghi lo stramaledetto euro e la suicida politica finanziaria di Maastricht-Bruxelles, ma non in questo momento perché, vedendo come è ridotta la politica italiana e la cosa pubblica italiana, questo significherebbe per l’Italia un destino mooooooooooooolto peggiore dell’Argentina. State attenti e valutate bene tutti gli aspetti…
    Io penserei per il momento, in attesa di tempi migliori, a soluzioni d’emergenza quali la creazione di monete locali, alternative all’euro, per transazioni economiche e finanziarie magari non di carattere nazionale o internazionale, ma limitate ad ambiti locali o regionali.
    In questo modo si potrebbe mantenere l’euro per le grandi operazioni di carattere nazionale e internazionale, creando così un doppio binario valutario euro-monete locali.
    In questo modo si “sgancierebbero” i problemi economici quotidiani delle persone comuni come noi dal grande carrozzone di Bruxelles; in questo modo si avrebbe una notevole mitigazione, a mio giudizio, dei problemi che ha creato l’euro e il sistema finanziario dell’Europa Unita.
    Tutto questo ovviamente in attesa che si creino le condizioni per cui si possa fare in Italia il cambiamento radicale che ho indicato sopra.

  • lino-rossi

    contro i dogmi non c’è niente da fare. bisogna aspettare che prendano il sopravvento nuove generazioni non infette.