Home / ComeDonChisciotte / HO INCONTRATO UN ALTO PERSONAGGIO…

HO INCONTRATO UN ALTO PERSONAGGIO…

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

La mia vita incrocia quella di un personaggio pubblico italiano di alto calibro, nome e carriera da prima pagina del Corriere della Sera. Questo personaggio intrattiene con me alcuni scambi dove subito mi rivela fatti gravi di rilevanza nazionale e che riguardano proprio la compagine di quelli che io chiamo i ‘paladini’ dell’Antisistema. Sono dei falsari, mi conferma, e questo io l’ho sempre denunciato, ma il personaggio precisa di averli “pescati con le mani nel sacco” proprio nel loro campo d’azione. Li ha visti essere disonesti, omertosi, e collusi in malefatte che ricalcano nel principio, se non nell’ampiezza, ciò per cui essi castigano impietosamente la Casta.

La prima domanda che mi viene è: perché non li denuncia? La notorietà del personaggio e la sua autorevolezza sarebbero impossibili da ignorare; il danno che i ‘paladini’ falsari stanno facendo alla democrazia italiana è troppo grave, nell’istupidimento e annullamento degli unici italiani ancora potenzialmente attivi rimastici, che ormai li seguono come morti viventi. Ma peggio: essi tradiscono la disperata fiducia donatagli da così tanti giovani, che ne saranno delusi, bruciati e ne usciranno cittadini incalliti per sempre. Questa è una tragedia.

La risposta del personaggio è vaga, non si può ora, qualcosa si è fatto trapelare, ma no, vedremo, tu non capisci ecc. Insisto, premo, invoco l’urgenza e l’estremo bisogno di una chiarificazione finale sul fatto che, come ho già scritto, “il nemico marcia alla nostra testa”. Nulla, il personaggio non cede. Si rompono i rapporti.

Sono qui, con in mano dei cocci, distrutto. Questa ultima esperienza mi ha veramente distrutto. Perché a me? Di tutti, doveva capitare proprio a me di incrociare finalmente la conferma più autorevole della verità che grido da anni, ma di averla potuta solo annusare per pochi istanti?

Io non posso fare il nome del personaggio protagonista. Non posso prendermi la responsabilità di gettare un essere umano sotto i riflettori nazionali se non lo vuole, sarebbe un sopruso da parte mia che rivolta la coscienza. Tacere, in fondo, è un suo diritto umano, e io non posso essere arbitro morale delle sue ragioni. Non posso neppure accennare ai fatti relativi alle “mani nel sacco” dei ‘paladini’ dell’Antisistema, poiché identificherebbero il personaggio immediatamente. E di conseguenza non posso neppure nominare chi sono esattamente quei ‘paladini’ falsari, poiché non potrei poi difendermi dalle querele essendo costretto al silenzio. E qui sta la cosa che odio di più, quella per cui vorrei che mai fosse venuto il giorno in cui ho conosciuto quel personaggio. Mi costringe a essere omertoso, mi ha fatto questo, a me.

E allora che senso hanno le righe appena scritte? Solo uno: dirvi il più accorato “non v’è speranza nei personaggi, perché dal momento in cui lo diventano non sono più liberi. Se la vita in Italia rinascerà mai, accadrà dagli scantinati delle formiche, le poche ancora di buona volontà, le persone, se mai ne rimarranno.” Il valore del messaggio è questo, ed è altissimo. Vi basti.

Su tutto ciò non rispondo a mail, tassativamente. Barnard.

Paolo Barnard
Fonte: ww.paolobarnard.info/
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=177
26.02.2010

Pubblicato da Davide

  • Altrove

    Di conferme ne avevamo gia tante lo stesso. Chi non se ne è accorto probabilmente continua per non privarsi della speranza, ormai merce rara.
    Ma inesorabilmente questa campana risuona potente nelle orecchie di ognuno. Sarà impossibile ignorarla a lungo… Un buon non compleanno a tutti…

  • Simulacres

    sicuro di non aver fatto un brutto sogno?
    … la depressione produce “giochetti” tremendi.

    che più “non v’è speranza…”, già lo sapevo.

  • Rossa_primavera

    Che i vari Travaglio,Di Pietro and company,i quali hanno fatto la loro fortuna economica solamente calunniando e infamando altre persone,siano peggio,molto peggio,sotto ogni aspetto,di coloro verso i quali lanciano quotidianamente i loro strali,ormai si sono accorti tutti.
    A volte dicono magari cose giuste,ma sicuramente le loro critiche hanno
    molta poca autorevolezza,sarebbe come se Stalin dicesse che Hitler e’ un assassino.La critica in se’ sarebbe giusta ma perderebbe in autorevolezza vista la persona che la fa:per fare le pulci agli altri bisogna essere irreprensibili e in Italia nessuno e’ irreprensibile.
    Il personaggio che il bravo Barnard cita e accusa di omerta’ e’ secondo me l’ex direttore del corriere della sera,ora editorialista,Piero Ostellino,uomo di grande acume politico ma dotato anche di grande prudenza.Comunque ancora una volta tocca al povero Barnard rivelare una verita’ scomoda,controcorrente:complimenti per il coraggio.

  • maristaurru

    con tutta la simpatia e la stima per barnard, la verità scomoda sarebbe? non ce la può dire.
    e visto che nulla ci dice, il coraggio in che consisterebbe?

    Mi sfugge qualcosa evidentemente

  • Rossa_primavera

    In pratica Barnard lascia ben intuire chi siano i falsi paladini dell’antisistema,di cui e’ vietato parlare male e lascia anche capire
    chi sia il personaggio del corriere della sera che li ha pescati con le mani nel sacco a commettere gli stessi crimini di cui loro accusano
    Berlusconi.Dunque ha detto una verita’ molto scomoda per chi frequenta i salotti radical chic dove impera la cultura dipietrista e travagliata,anche se parlare di cultura a proposito di di pietro appare un vero e proprio controsenso.

  • mikaela

    Il personaggio che il bravo Barnard cita e accusa di omerta’ e’ secondo me l’ex direttore del corriere della sera,ora editorialista,Piero Ostellino,uomo di grande acume politico ma dotato anche di grande prudenza.

    Se fosse Ostellino ????????
    Qui trovi una di quelle considerazioni che va letta a puntate tutta su Barnard Ostellino.

    Altro che dotato di grande prudenza, e’ un negazionista venduto al potere usionista come tutti quelli che hanno visibilita’

    http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=94

  • Longoni

    ….con tutto il rispetto del legittimo dubbio….che anch’io nutro, “commettere gli stessi crimini di cui loro accusano Berlusconi”, è un bel pò difficile per un Travaglio e company. Se non fosse altro, almeno per ragioni anagrafiche. E poi personalmente credo che la verità rimanga tale indipendentemente da chi la annuncia e il suo intento di usarla. Siamo noi con la nostra capacità di comprendonio che possiamo decidere la nostra personale “destinazione d’uso” finale. Sempre se…. non abbiamo rinunciato alla capacità di discernere e se non vogliamo continuare ad essere ipocriti.

  • Longoni

    ….con tutto il rispetto del legittimo dubbio….che anch’io nutro, “commettere gli stessi crimini di cui loro accusano Berlusconi”, è un bel pò difficile per un Travaglio e company. Se non fosse altro, almeno per ragioni anagrafiche. E poi personalmente credo che la verità rimanga tale indipendentemente da chi la annuncia e il suo intento di usarla. Siamo noi con la nostra capacità di comprendonio che possiamo decidere la nostra personale “destinazione d’uso” finale. Sempre se…. non abbiamo rinunciato alla capacità di discernere e se non vogliamo continuare ad essere ipocriti. Grazie comunque a Barnard.

  • Rossa_primavera

    Voci dell’ambiente giornalistico asseriscono che il buon Ostellino abbia
    perso diverse migliaia di euro investendo in azioni di una societa’ che poi si e’ scoperta appartenere al sottobosco politico dell’ex benzinaio con laurea avuta dai servizi segreti e del figlio illegittimo di Montanelli.
    Un affare ancora poco chiaro e di cui,ripeto,circolano solo voci per ora
    ma questo mi ha fatto subito venire in mente Ostellino appunto.

  • Rossa_primavera

    I negazionisti sono coloro che negano,ingiustamente,che l’Olocausto sia
    mai esistito,pensando cosi’,stupidamente,di favorire la causa palestinese:il bravo Pieo non e’ certo fra questi,lui riconosce il diritto
    ad esistere di Israele e considera dunque fuorilegge le organizzazioni,tipo Hamas o lex Olp,che si prefiggono la sua distruzione.

  • tamerlano

    "Ma peggio: essi tradiscono la disperata fiducia donatagli da così tanti giovani, che ne saranno delusi, bruciati e ne usciranno cittadini incalliti per sempre. Questa è una tragedia."

    E chi l'ha detto che bisogna sempre appoggiarsi a qualche "papà" leader? Secondo me la cosa giusta invece è proprio quella di affrancarsene e che ognuno diventi egli stesso il proprio leader e cambi individualmente avendo semplicemente come primo obiettivo la verità.

  • Essere persone in vista espone a rischi: essere corrotti, ricattati, incastrati o anche uccisi (anche tu Barnard corri questo rischio).
    Ciò che secondo me occorre invece è che tanti (ma tanti!) percorrano autonomamente e anonimamente la strada della verità e ne mettano in comune (in rete) gli esiti, sembra poco ma sarebbe tantissimo. E un po', grazie a internet, sta succedendo.
  • In definitiva, una sorta di semi clandestinità imposta dalla falsa democrazia e falsa libertà imperante, più pericolosa delle dittature conclamate.
  • SempreIo

    Come da oggetto, sciacquone per Barnard.

    Mi spiace, davvero e tanto: la fonte PB va prosciugandosi.

  • amensa

    perchè quando fa comodo si dice “ascolta quel che dice il prete, ma non badare a ciò che fa” per separare la teoria dalle azioni umane, quando fa comodo ai soliti potenti, e quando qualcuno li denuncia deve invece essere “irreprensibile”?
    perchè è forse un reato meno reato se a denunciarlo è qualcuno poco onesto ?
    ma che razza di modo di pensare demente si sta diffondendo ?

  • AlbertoConti

    “Li ha visti essere disonesti, omertosi, e collusi in malefatte che ricalcano nel principio, se non nell’ampiezza, ciò per cui essi castigano impietosamente la Casta.” Non funziona così anche il vaccino? Per combattere il morbo s’inocula un morbo dello dello stesso tipo, solo un po’ meno virulento, per “allenare” gli anticorpi naturali a combattere il vero pericolo. Anche un po’ d’indignazione è una reazione normale dell’organismo al vaccino, ma passa subito, e si torna a “star bene”. E’ la tecnologia, bellezza!

  • SempreIo

    amensa
    qualcuno li denuncia deve invece essere “irreprensibile”?

    Sì, se chi denuncia è il primo a dire che bisogna esserlo.
    Sì, se chi denuncia afferma sia necessario essere – testualmente – rigidi e inamovibili.
    Sì, se chi denuncia, invece di argomentare piagnucola.
    E ancora sì, se chi “denuncia” è un professionista con le capacità di PB e le spreca, con una comunicazione fallimentare.

  • Kerkyreo

    Ma questo e’ risaputo!
    Qual’e’ il messaggio di queste righe?
    Chi diventa personaggio diventa, aguzzino, questo e’ scontantato, infatti, noi crediamo che il sistema o la societa’ siano infettate da questo virus dai molteplici nomi( mafia, male ,ingiustizia, schiavitu’,ecc.), ma non e’ cosi!
    La societa’ o il sistema non sono “infettate”, sono cosi!!!! Sono state create cosi, dai tempi della genesi se volete!
    La coscenza comune di ALCUNE persone sa che dove ci sono soldi a palate e dove ci sono giochi di potere forti, esistono anche vermi pronti a vendera l’anima al diavolo pur di arricchirsi. PUNTO
    Ma come puo’ una persona accumulare ONESTAMENTE patrimoni da miliardi di dollari?
    E’ IMPOSSIBILE!! Fidatevi….
    Lo fa solo sulle spalle degli altri, e non con il sudore della sua fronte. PUNTO

  • fanfara59

    Stimo moltissimo Paolo Barnard ma in questo caso sento il dovere di inviargli un msg:
    “La cosa peggiore non è la violenza degli uomini malvagi, ma il silenzio degli uomini onesti” – Martin luther King –

  • SempreIo

    Ops, ho commesso uno degli errori che più detesto: rispondere prima di ascoltare. Visto il mezzo: scrivere prima di leggere.
    Scusami.

    La risposta alla domanda “quando qualcuno li denuncia deve invece essere “irreprensibile”?” rimane affermativa.
    Sì, se quel qualcuno ti propone un’alternativa – direttamente o meno – e ti chiede di seguirlo, di dargli fiducia.

  • AlbertoConti

    … quindi la (grande) proprietà privata è un furto e la meritocrazia non la può certo giustificare. “Ahimè, La Palice è morto, è morto davanti a Pavia; ahimè, se non fosse morto sarebbe ancora in vita.” Non sarà Barnard a dimostrarlo, ma l’avvitamento del capitalismo stesso, di fronte al quale (che infiniti lutti addusse agli umani) occorre trovare un’alternativa alla finanza, la sovrastruttura della moneta.

  • Sokratico

    che palle Barnard!

    sempre con la solita solfa del “io so cose che voi umani non potete immaginare”

    un articolo del genere, oltre che diffamatorio e scorretto (dato che di chi parli lo sappiamo perchè parli sempre degli stessi) non è proprio prova di professionismo.

    e poi, Barnard, sai che? “morto vivente” chiamaci i tuoi ammiratori acefali!
    resta sul nel tuo eremo e smettila di presumerti migliore di gente che neppure conosci!

    mi dai la nausea..

  • radisol

    Un articolo a dir poco demenziale …. e non perchè io nutra chissà quale fiducia nei cosiddetti “antisistema” ( denominazione che peraltro nemmeno hanno mai rivendicato) … ma perchè un giornalista serio non scriverebbe mai una cosa così basata sul nulla … “un autorevole personaggio mi ha detto ma non posso dirvi chi e cosa … ” se non è depressione acuta e/o sindrome pscicotica da protagonismo …. allora, giornalisticamente parlando, E’ ASSOLUTA MALAFEDE E IMMANE SCORRETTEZZA ….

  • nautilus55

    Siamo arrivati ai “pizzini”: a quando le voci e le visioni? Questo non è più giornalismo.

  • clausneghe

    Ma che è, adesso tiriamo fuori l’innominato?
    E poi, l’anonimato garantito da Paolo B. è credibile quanto una cicca, dato il suo noto pubblicare le e-mail private…
    Fuori il nome, altrimenti le tue chiacchere, sebbene on-line, hanno il valore del cicaleccio delle serve di cantina.
    Ciao.

  • harth88

    Ma scusa B, ti sembra il modo di fare.. Forse un’amico anonimo mi ha lasciato intendere che un’altro anonimo ha fatto delle cose che forse non sono proprio quelle che predica… In confronto il giornale di famiglia è il picco del giornalismo mondiale. Non era forse meglio fare le proprie indagini e raccontarci qualcosa di organico e circostanziato? Altro che omertà, mi sebra che PB abbia perso un’ottima occasione per stare zitto.

  • riefelis

    Sono estremamente deluso da Paolo Barnard.
    Un articolo del genere, senza precisare persone e circostanze, è RIDICOLO:
    Mi sembra un saggio sciamano che ha le visioni.
    Barnard ha ormai perso coraggio e credibilità.

  • BarnardP

    Sono Paolo Barnard. Non pretendo che questo mio contributo si iscriva a chissà quale pagina di giornalismo. So benissimo che esso dal punto di vista fattuale è pari a zero, così come da quello investigativo (non posso indagare, smaschererei il personaggio). Ma i ‘maestrini’ di giornalismo che frequentano e commentano questo sito dovrebbero capire questo: quando si ha in mano una verità drammatica che tuttavia è inutilizzabile, tacere non è una buona scelta. Non potendola usare nel pieno della sua potenzialità, la si usa almeno per veicolare un messaggio di qualche valore, per essere cioè utili almeno un poco. L’utilità del mio articolo è specificata alla fine, e si traduce così: coloro che pongono fiducia nella mia onestà morale credano a ciò che ho detto, e abbiano ben chiaro ancora una volta che non è mai dai personaggi che può partire il cambiamento, mentre purtroppo in Italia oggi è SOLO sui personaggi che si punta per cambiare. Chi non si fida di me cestini questo articolo, giustamente. B.

  • wld

    Vede Signor Paolo Barnard, non si può scrivere le cose che Lei ha descritto senza poi pagarne le conseguenze, e ritrovarsi alla gogna; capisco che Lei stia attraversando un periodo molto difficile, (tutti hanno i loro piccoli e grandi drammi della vita), ma certe volte bisognerebbe ponderare, (l’essere adulto si comporta da adulto) e quando ci si trova in una situazione depressiva, come si evince dal suo post, bisognerebbe astenersi dal pubblicare un malessere, senza poi esternare la causa. Veda Signor Paolo Barnard, le potrei raccontare le mie vicissitudini della vita, come ad esempio la repentina morte della mia amata moglie dopo quarantanni, ma ho preferito scrivere un diario privato piuttosto che scriverlo in rete, e così tante altre cose che mi hanno angustiato e che pochissime persone potrebbero capire, anche perché ogni essere umano ha le sue tragedie personali; Lei Signor Paolo Barnard, ha descritto il suo malessere e la sua prostrazione personale senza menzionare il soggetto, ecco che allora la risposta del lettore diventa perentoria: cui prodest? (a chi serve?) se non ha lei? Di conseguenza per chi la legge, la risposta diventa feroce, scontata. Le vorrei dare un consiglio, scriva un diario personale per tutte le cose che non può divulgare, forse … un giorno avrà il coraggio di pubblicarle,

    Con stima, wlady

  • backtime

    Senta Bardard, da quando Lei ha deciso di divenire un personaggio pubblico, manifestando il suo dissenzo contro la RAI e la Gabbanelli, non ho avuto remore alcuna nel sostenerla. Ho così pensato di sostenere un uomo retto, uno che ha le possibilità di vedere ciò che ad altri non è dato vedere e che mettendo la sua vista a beneficio di tutti, di fatto, le riconosco di averci fatto il più bel regalo che un uomo possa aspettarsi da un’altro.

    Ora io e credo e leggendo i vari commenti dei lettori di CDC che sono scaturiti dal suo messaggio, di come si rimanga basiti da questo suo ultimo acume scritto, dove Lei ci da ad intendere, che conosce una persona che ha documentate prove, nelle quali soggetti che vorrebbero passare per paladini della giustizia, non sono niente altro che soggetti a loro volta complici dell’ingiustizia, fin qua nulla di nuovo sotto il sole! sappiamo bene che i tentacoli di chi agisce con disonestà e vi riesce perpretandola, devono essere soprattutto capaci oltre che infimi, quindi in se, la notizia non ci sconvolge ovviamente più di tanto, semmai quello che sconvolge è il perché voglia coinvolgerci nel suo magone, quando poi noi a differenza sua, non sapendo neanche di quale soggetto parla, non possiamo neanche avere la rivalza di di andare a prendercelo per nostro conto e fargli sputare il rospo su ciò che sa.

    Sappia che per mio conto, da come vedo ed interpreto questa storia, Lei in questa storia sembra voglia assumere la parte di Sansone e noi quella dei poveri Filistei costretti a sentire le faditiche parole – or che son finiti i giorni miei, muoia Sansone con tutti i Filistei – è forse questo a cui Lei ambisce Sig. Barnard, morire e farci morire? se così fosse, sappia che la via del culo è un riconosciuto passo stretto ed in vita, tutti prima o poi la infilano o sono invitati ad infilarla.

    Ossequi

  • Suerte

    il danno che i ‘paladini’ falsari stanno facendo alla democrazia italiana è troppo grave, nell’istupidimento e annullamento degli unici italiani ancora potenzialmente attivi rimastici, che ormai li seguono come morti viventi. Ma peggio: essi tradiscono la disperata fiducia donatagli da così tanti giovani, che ne saranno delusi, bruciati e ne usciranno cittadini incalliti per sempre. Questa è una tragedia.

    Caro Barnard,
    nemmeno noi ti capiamo.
    Non trovi logico e conveniente cominciare ad esaminare e a discutere anche delle terapie per poter curare, alla fonte, questo mostruoso sistema massonico/partitico/rappresentativo che spacciano per demos-crazia…?

    Perchè invece dei voli pindarici e delle tue masturbazioni intellettuali non ci parli della DEMOS-CRAZIA, quella VERA, così vicina a noi…?

    Eccola, la VERA DEMOS-CRAZIA:

    http://www.swissinfo.ch/ita/politica/La_democrazia_diretta:_lultima_parola_al_popolo.html?cid=469550

    Perchè da una VITA ci parli della truffa del SIGNORAGGIO BANCARIO relativo alla Sovranità Monetaria e non ci dici mai che questa, così come TUTTE le altre Sovranità, può discendere/scaturire SOLO dalla Sovranità Politica di un Popolo, così come puntualmente e brillantemente si verifica in Svizzera, dove non solo la Banca Nazionale è di Proprietà del Popolo, ma addirittura i cittadini/contribuenti/elettori propongono e votano, DIRETTAMENTE, le leggi che la regolano?

    http://www.snb.ch/i/welt/questions/4.html#3
    http://www.admin.ch/ch/i/pore/vi/vis303.html

    http://www.admin.ch/ch/i/pore/vi/vis297.html

    Ecco, noi con te di QUESTO vorremmo discutere/approfondire, ma siamo sicuri che farai, ancora una volta, finta di non leggere/capire questo post.

    Chissà perchè…

  • albertgast

    Caro Paolo, ancora una volta non sono d’accordo con te. La tragedia non è che i paladini dell’antisistema, come dici tu, siano dei falsari, il che a me per esempio non procura alcuna meraviglia. La vera tragedia è l’istupidimento e l’annullamento degli italiani, tout court. Non mi dirai che i berlusconiani sono più svegli dei grillini o dei dipietristi. Sono solo gemelli speculari. Non è colpa di Travaglio se c’è gente che lo segue come se fosse un profeta e, mi tocca dirlo, non è colpa di Berlusconi se più di metà degli italiani lo segue come se fosse Gesù. Se poi colpa c’è, come c’è, nelle azioni di questi capipopolo, bisognerebbe quantomeno analizzare i danni che hanno prodotto nella società, e qui, credo, fare una bella proporzione matematica ci potrebbe aiutare. Lo so che il problema dell’istupidimento può sembrare senza speranza, e confesso che anch’io spesso mi sento sfiduciata, ma sbagli ad attribuire le colpe a chi non detiene il potere della stanza dei bottoni, come dicevo prima è tutto proporzionale. Il problema dell’istupidimento a prima vista sembra irresolubile, e allora, forse per deformazione mia professionale, si potrebbe fare quella che in informatica si chiamava una Flow Chart. Pian piano, seguendo la logica, si potrebbe partire da una serie di input ed arrivare ad una soluzione. A volte il percorso è lungo e pieno di “if” “then” “or” eccetera, ma ad un risultato si arriva. In queste diverse possibilità che si possono scegliere, secondo me ci sta anche la parte migliore dei “paladini”. Il compito tuo e dei giornalisti come te, a mio parere, sarebbe proprio quello di far sì che non solo i paladini, ma tutti i cittadini imparassero a non farsi degli idoli, nè fra i politici, nè fra nessun’altra casta, ma imparassero a discernere quello che c’è di positivo in ogni persona e quello che inevitabilmente c’è di negativo. Bisogna che imparino a sentirsi persone, anche in presenza di re e regine. Altrimenti si torna al medio evo, cosa che mi sembra si stia avverando sempre più spesso. Ciao.

  • vic

    Il circo sta svernando. Fra poco iniziera’ la nuova stagione di spettacoli. Alcuni artisti soggiornano nel campo di svernamento. Poco lontano si sente qualche nitrito, un barrito. Degli inservienti vanno e vengono coi soliti contenitori. Davanti alla loro roulotte due clown stanno chiacchierando. Hanno in mano un buon bicchiere di vino rosso. Sentiamo.

    Clown Bianco: Salute, al nostro successo nella nuova stagione!
    Fratello Clown: Salute! Ehi, che aria preoccupata. Che c’e’?
    Clown Bianco: Nulla.
    Fratello Clown: Salute al nulla!
    Clown Bianco: Salute.
    Fratello Clown: Che c’e’?
    Clown Bianco: Nulla, nulla.
    Fratello Clown: Salute e salute
    Clown Bianco: Ho visto un re!
    Fratello Clown: Se te vist cuse’?
    Clown Bianco: Un re, un sovrano!
    Fratello Clown: Ah be’. Salute al re! Salute ai principi ed ai cardinali!
    Clown Bianco: Ammazzalo!
    Fratello Clown: Faccio sempre cilecca, lo sai.
    Clown Bianco: Ammazzalo, m’ha detto di quelle cose
    Fratello Clown: Uh, uhh. Cose regali, cose indicibili.
    Clown Bianco: Bravo
    Fratello Clown: Salamelecc.
    Clown Bianco: Andiamo a Lecco.
    Fratello Clown: Ah, ecco! Aleggia un venticello a Lecco.
    Clown Bianco: Ale’, a letto!
    Fratello Clown: Ale’, a letto a Lecco!

    Ale’, ole’. Ale’, ole’!

  • sentinella

    mi sembra che oggi la vita in Italia sia rinata nella piazza colorata di viola. E’ questo un gran bel segnale, un segnale che non siamo tutti degli zombie. Il fatto che poi si possa rimanere delusi perchè coloro che oggi stimiano domani magari vengano meno alla nostra fiducia non toglie niente alla giustezza delle loro denunce. Se dovessero diventare uguali a coloro che hanno condannato in passato sta a noi e alla nostra coerenza trarre le debite conclusioni e comportarci di conseguenza.

  • walterkurtz

    Totalmente d’accordo. Oltre tutto Barnard con “articoli” di questo tipo si presta ad essere strumentalizzato da lettori pro-Berlusca, come avvenuto poco sopra.
    Poco tempo fa aveva annunciato di volersene stare zitto per un po’: queste 4 righe da lui partorite dimostrano che sarebbe stato meglio prolungare il silenzio

  • nautilus55

    Pensi d’esser l’unico che ha visto, conosciuto, ascoltato e origliato cose che non potrà mai comunicare? Senza andare alla certosina citazione delle fonti, un minimo appiglio ci vuole. Ciao

  • oldhunter

    L’alternativa ce l’avremmo sotto gli occhi, ma siccome qui in Occidente viviamo in un mondo islamofobico, non vogliamo scorgerla (figurarsi adottarla…): vietare come diabolica qualsiasi operazione finanziaria! In poche parole, e come d’altronde la cosa era considerata da noi fino a tutto il ‘300, il danaro creato dal danaro è “lo sterco del diavolo”.

  • alvise

    Ha calcato due volte sull’aggettivo “falsari”, e questo mi sconcerta.Perchè ho almeno tre risposte e tutte e tre valide.Barnard non può dire nulla, noi si.

    1) Ha avuto conferma del riciclo di soldi falsi o sporchi.Basta che le banche se ne prendano un po, vengono talmente diluiti in tutto il territorio italiano che in fondo l’M1 non se ne accorgerebbe nemmeno e non farebbe comunque testo.

    2) Ha avuto conferma che il famigerato “Signoraggio”, oggetto di tante discussioni, non è una bufala, stampano tanto di quel denaro da generare una enorme inflazione (e quella la possiamo toccare con mano)

    3) Ha avuto conferma che la riserva frazionaria non è una bufala, le banche finanziano veramente con soldi che non hanno.

    La terza ipotesi non è un vero e proprio falsificare ma il concetto è molto vicino.
    Ne avrò “beccato” uno di questi?Che bello sarebbe se almeno Barnard ne confermasse uno, ammesso che ho colpito il bersaglio.Non avrebbe bisogno di fare nomi basterebbe solo confermare.Invito chi vuole postare, di farlo con vostre ipotesi, chissà che Bardnard, se fra tutte, qualcuna la conferma, senza dire chi ha indovinato, ma sarebbe già qualcosa…..

  • vic

    Per quei giornalisti italiani digiuni di storia Svizzera (quasi tutti quelli televisivi, pure Gad Lerner), c’e’ un sito dal comodo accesso alfabetico:

    http://www.hls-dhs-dss.ch/index.php?lg=i

    L’edizione in arabo ad usum scribarum Libiae seguira’ cammin facendo. Non prima che Frattini, Tremonti, Maroni, ecc. si siano letti i 13 volumi, nell’edizione tedesca, pero’!

    Coraggio, nell’edizione cartacea ci sono molte immagini. Ahime’ con poche cortigiane.

  • alvise

    Devo correggere.Ovviamente non “Ha calcato due volte….”, ma “Ha calcato tre volte….”

  • cris79

    Stavolta io stò con Barnard,semplicemente perchè alla fine dell’articolo dice questo:”E allora che senso hanno le righe appena scritte? Solo uno: dirvi il più accorato “non v’è speranza nei personaggi, perché dal momento in cui lo diventano non sono più liberi. Se la vita in Italia rinascerà mai, accadrà dagli scantinati delle formiche, le poche ancora di buona volontà, le persone, se mai ne rimarranno.” Il valore del messaggio è questo, ed è altissimo. Vi basti. ”
    Rispecchia esattamente il mio modo di vedere le cose e nel mio piccolo cerco di farlo capire alle persone. Un cambiamento può avvenire solo dal basso..meglio ancora, siamo noi stessi che dobbiamo essere artefici di un cambiamento e questo vale in ogni cosa nella vita.
    Tutti i “guru” internauti che sono partiti subito all’attacco di Barnard dovrebbero rileggersi ogni mattina questa ultima parte dell’ articolo e farne un punto di inizio.
    Detto da uno che praticamente a quasi sempre criticato i suoi articoli in alcune riflessioni.

  • alvise

    Non sono d’accordo con Kerkyreo, perchè quando c’era solo il baratto la società non era corrotta.Non mi riferisco ai romani od altre civiltà, vado ancora molto più indietro, per cui secondo me non è genetico.Diciamo che col tempo il genere umano ha imparato ad autofregarsi.
    E comunque, per i critici, Barnard è un parresia, perchè contestarlo gratuitamente?Secondo me lui ci sta indicando la strada, anche se il nome della strada non la può indicare per i motivi che ha espresso.

  • ambrosia

    farebbero carte false per incastrare grillo travaglio ecc e questo giornalista si fa dei problemi ?
    Io non posso fare il nome del personaggio protagonista. Non posso prendermi la responsabilità di gettare un essere umano sotto i riflettori nazionali se non lo vuole, sarebbe un sopruso da parte mia che rivolta la coscienza..

  • nettuno

    Paolo stai calmo! la giustizia che cerchi e che invochi non ha i tuoi tempi.
    Beviti un cynar nel frattempo . Sappi che alcuni ” stronzi” vendono a galla da soli ,senza che li devi sollevare con un giornale arrotolato a mo’ di pala..

  • sheridan

    Ma insomma, fatemi capire, dovremmo prendere le distanze da gente come Travaglio, Grillo, Di Pietro (e tutta quella sporca dozzina del Fatto Quotidiano) e dovremmo prendere per buone le fregnacce sussurrate da qualche pallone gonfiato da prima pagina del corriere o repubblica? Chi possa essere il personaggio in questione non me ne puo’ fregar di meno, i vari ostellino, galli della loggia, panebianco, mieli, de bortoli e compagnia sono quelli che per 15 anni hanno sottovalutato e spesso giustificato le porcate piu’ immonde commesse dalle politica e adesso vorrebbero fare chiamata di correo verso quei pochi che rischiano la vita per dir la verita’???
    Ma che vadano aff….!!! E stavolta ci mando anche te Barnard, anche se mi sei simpatico!

  • BarnardP

    Secondo te io arrivo a espormi in questo modo su un tema di questa gravità per una soffiata di una firma del Corriere della Sera? La mia fonte è molto più autorevole e i tuoi eroi non stanno rischiando neppure l’unghia di un mignolo. Le vite che stanno rischiando sono la tua e la nostra, ed è questo il senso di ciò che ho scritto. B.

  • BarnardP

    Hai ragione nella prima affermazione, torto nella seconda. Ma grazie comunque, B.

  • BarnardP

    Hai compreso precisamente il senso di ciò che ho scritto. Sei praticamente l’unico, e ti sono ancor più grato per il fatto che non sei neppure un mio fan. Grazie, B.

  • BarnardP

    Sul signoraggio mi sto documentando, ma non c’entra. Grazie comunque dello sforzo. B.

  • mikaela

    Non nega l’holocaust ma nega il genocidio del popolo palestinese

    Chisa’ se ha letto questa scheda

    E se parlassimo anche del terrorismo israeliano?

    http://74.125.47.132/search?q=cache:ezKiDvsPgzEJ:www.noglobal.org/nato/medioriente/israelterror.htm+E+se+parlassimo+anche+del+terrorismo+israeliano%3F&cd=1&hl=it&ct=clnk&gl=it

  • Gabbiano

    Caro Paolo davvero pensi che i tuoi “fans” non hanno capito quello che hai scritto?
    non ti sei accorto che tutti quelli che ti ringraziavano e ti elogiava non postano più ? (apparte qualce eccezione che non perde occasione per sputtanare i negazionisti accettabili)
    non ti sei accorto che commentano solo gli apparteneti alle varie parrocchie per darti del fallitto o per sviare l’argomento facendo gli Sheridan anche se hanno capito quello che hai scritto ?
    Guarda che è lapalissiano, la morale di questo articolo l’hai detta e ripetuta quindi per me non c’era d’aggiungere altro e non sono intervenuto perchè tu hai detto di smettere di stare davanti al compiuter, di non ringraziarti, di non fare i “fans” ma muovere il culo e agire.
    A proposito ti faccio notare che con tutti i cazziatoni che ci hai fatto qualche tuo” fan” moriva dalla voglia di commentare ma si è ridotto a scriverlo nel forum(quello più piccolo) per non farti incazzare.

    https://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=22676

  • maristaurru

    @” non è mai dai personaggi che può partire il cambiamento, mentre purtroppo in Italia oggi è SOLO sui personaggi che si punta per cambiare.”

    Grazie Barnard, per questo messaggio apparentemente semplice, ma dannatamente difficile da mettere il pratica.

    E’ vero, emerge prepotente anche dai vari blog il nostro carattere, ancora cerchiamo l’uomo della provvidenza , chi lo vorrebbe rosso, chi nero, chi banco, chi azzurro. Intanto noi non cambiamo, negli uffici pubblici e privati continua il malcostume diffuso , le furbizie, le scorciatoie spesso obbligate dai malfunzionamenti, ma comunque bene accolte dagli italiani e via con il solito tram , tram , in attesa di quello che con la bacchetta magica, due leggi, quattro arresti e molta gogna mediatica, tanto per divertirci un po’, metterà a posto decenni di sciatterie e di malaffare. Temo che sarà doloroso e lungo il percorso verso la maturità, se mai riusciremo a centrarlo.

  • maristaurru

    ovviamente il tram tram sta per trantran, deve essere un lapsus froidiano, visto che spesso penso a come quelli della mia generazione, per diversi motivi, si son dovuti spessissimo attacare al tram e cedere il passo ad altri.

  • oldhunter

    Quoto parola per parola. Grazie per il messaggio, Paolo.

  • BarnardP

    Ciao, non so chi ha capito cosa, come faccio a saperlo? Spero che tu abbia ragione, e spero che il personaggio da me citato ci ripensi e apra la bocca. Grazie, B.

  • BarnardP

    Se poi come effetto collaterale della mia considerazione vi fosse il fatto che il ‘personaggio’ in causa si decidesse a denunciare ciò che sa, o ad autorizzarmi a farlo, si aprirebbe uno spiraglio di luce che non vediamo da 15 anni. E sarei curioso di vedere come se la caverebbe Santoro a quel punto. Ma siamo sempre alla periferia del concetto più importante: cosa siamo capaci di fare io e voi dagli scantinati in cui ci troviamo? B.

  • alvise

    Guardi Barnard, anche se dicesse a che cosa è riferita la parola “falsari”, non credo che si possa intuire chi è che ha parlato con lei.Facciamo un esempio.Se “l’innominato” le ha detto qualcosa riconducibile alla monetizzazione, cioè moneta falsa o riciclata, non penso sia rintracciabile con sicurezza, è impossibile, troppi personaggi gravitano intorno alla stampa della moneta.Se invece per falsari intende la falsità di qualche politico, che in campagna elettorale fa promesse mai mantenute, beh non credo che questa sia una notizia clamorosa, per cui non è sicuramente così.Allora mi rimane il dubbio sulla moneta, ma questo sappiamo già che la BCE è come se stampasse moneta falsa, ma forse lei ha notizie ancor più clamorose su questo fronte, è così?Barnard, a me basterebbe un sì se fosse così, e lei sarebbe a posto perchè il nome sarebbe comunque difficile scoprirlo, anzi impossibile.Oppure riguarda i bond americani da 134,5 miliardi di dollari, scoperti dalla dogana di chiasso, all’interno di una borsa di due giapponesi?Perchè per legge, dal contrabbando di denaro, che sia M1, o M2 ecc, lo stato può prelevare una percentuale.In base alla normativa valutaria, se i titoli dovessero essere dichiarati autentici, il nostro Paese diventerebbe creditore nei confronti del tesoro Usa di ben 38 miliardi di euro.Allora questa sì sarebbe una bomba, dove sono andati i finire i soldi?Di questi bond, in cui qualche furbastro ha vouto insinuare che sono falsi, non si è saputo più niente, chi ce li ha questi soldi adesso?E’ questo che potrebbe svelare?Perchè se fossero veri, addio USA.Mi basta un sì.Grazie.

  • sheridan

    E dagli col signoraggio, le stamperie di moneta e i Tbond della dogana di Chiasso. In quello che ha scritto Barnard queste cose non c’entrano proprio niente (per fortuna). E’ evidente che si riferisce ai suoi bersagli preferiti quali Grillo, Travaglio e compagnia. Mi par di capire che il personaggio in questione sia un pezzo grosso della finanza, dell’industria, della politica, dello spettacolo o dell’informazione, e ti pare possibile che un siffatto personaggio possa apprezzare Grillo o Travaglio??? Magari siamo alle solite, Travaglio che si e’ fatto l’amante, Grillo che fece l’incidente stradale e Di Pietro che si e’ comprato un monolocale a Busto Arsizio!

  • maristaurru

    Provo a indovinare, dagli scantinati noi abbiamo solo una arma: fare rete , ma sul serio, su ogni sito e senza demordere, sulle mille web tv, sulla stampa raggiungibile, sulle tv locali, adesivi sulle finestre, sulle auto, candele colorate ai vetri, lenzuola, tutto e di più.
    sarebbe meno inutile di quello che si possa credere , questi ancora temono l’opinione pubblica e potremmo determinarla noi dal basso noi e non fargliela imporre a coloro dall’alto; e poi.. scendere per strada, non un corteo, ma tutte le strade, non sarebbe impossibile, sarebbe una faticaccia che si potrebbe realizzare solo se riuscissimo a penetrare nelle coscienze assopite e sarebbe tanto più facile quanto più cocente risultasse il tradimento

  • ArtemisiaGent

    Già, “cosa siamo capaci di fare io e voi dagli scantinati in cui ci troviamo?”. Visto che nemmeno internet e la rete possono essere una soluzione cosa si può fare? Oltre ad andare al bar. Questo vorrei tanto sapere signor Barnard

  • Altrove

    ah, un po’ di aria fresca…

  • Gabbiano

    Forse non mi sono spiegato bene.Volevo solo dirti che la penso come l’utente sopra e aggiungo che non è importante sapere chi sia il personaggio da prima pagina, come hai detto tu la morale è nella parte finale dell’articolo e l’hai anche ripetuto in un tuo commento.Fare i detectiv(gli sheridan) non serve a niente e i tuoi “fans” l’hanno capito e non commentano più per paura di un cazziatone,(l’hai detto tu che non dobbiamo stare davanti al compiuter ma andare al bar) ciao

  • Gabbiano

    Tenedo presente che il calibro è
    da prima pagina la cosa avrebbe risonanza anche in tutte le televisioni e giornali ciao

  • Suerte

    Ma siamo sempre alla periferia del concetto più importante: cosa siamo capaci di fare io e voi dagli scantinati in cui ci troviamo? B.

    Ma come, vi presento, nuda e cruda, “La Sovranità Politica di un Popolo”…

    http://www.swissinfo.ch/ita/politica/La_democrazia_diretta:_lultima_parola_al_popolo.html?cid=469550

    …da cui ne scaturiscono TUTTE le altre (compresa quella monetaria),
    con allegato un semplice e concreto strumento attraverso il quale poterci arrivare…

    (http://www.listapartecipata.org/)

    …e qui su CDC, nell’anno 2010, ci chiediamo ancora che possiamo fare…?

    Per fortuna che c’è qualcuno in Italia che l’ha già capito da un pò di tempo che cosa possiamo fare, sono usciti dagli scantinati, si sono riuniti e strutturati in Movimento Politico, hanno raccolto le firme e si presentano per le elezioni regionali nel Lazio:

    Dallo STATUTO della “RETE DEI CITTADINI”:

    http://retedeicittadini.it/

    __________________________________________________

    Art. 15 dello Statuto:
    – Obblighi degli Eletti di Lista
    Ogni iscritto, in ogni momento, ha diritto di proporre un voto, un iniziativa o qualsiasi attività che sia di pertinenza o prerogativa, formale ed informale, dell’Eletto. Tali proposte saranno presentate ufficialmente a tutti gli altri iscritti e, dopo essere state discusse ed eventualmente emendate, e se approvate dalla maggioranza degli iscritti, verranno sostenute dagli Eletti, in tutte le sedi opportune.
    L’Eletto, nell’esercizio delle sue funzioni e prerogative, è tenuto a votare ed agire coerentemente a tali deliberazioni, espresse secondo la volontà della maggioranza degli iscritti. Solo nel caso in cui fosse impossibile far giungere in tempo utile all’Eletto la volontà generale espressa dagli iscritti egli potrà agire secondo il proprio giudizio ritenendosi comunque sempre assolutamente vincolato ai programmi e alle indicazioni elaborate dalla Lista. Egli potrà liberamente emettere dichiarazioni personali relative a questioni di interesse dell’istituzione in cui è stato eletto, qualora specifichi la natura personale di tali dichiarazioni.
    Nel caso ci fossero più Eletti, essi dovranno votare in maniera proporzionale alle volontà degli iscritti, secondo le indicazioni degli iscritti stessi.
    L’Eletto sarà eventualmente coadiuvato da assistenti, eletti esclusivamente dall’Assemblea.
    __________________________________________________

    Sveglia Barnard e svegliatevi TUTTI/E…questo Paese stà già cambiando, con voi o senza di voi.

    La VERA Rivoluzione è la DEMOS-CRAZIA.
    http://www.democraticidiretti.org/

  • Earth

    Quello che Barnard dice nei suoi articoli puo’ essere criticabile o meno (chi mi conosce sa che ci vado pesante quando non sono d’accordo), ma come persona e’ sempre stato onesto, un idealista che e’ stato schiacciato dal sistema. Io gli credo, ci sono persone che hanno fede in entita’ che non possono provare, come dio, io invece ho fiducia nelle persone come lui.
    Questo di sicuro non e’ un articolo, per cui non e’ giornalismo, io lo vedo come un racconto, lo stesso a cui lo si fa ad un amico, e lui lo ha fatto per i suoi cari lettori che lo seguono e “conoscono”. Una piccola precisazione, se avevi una piccola possibilita’ di riavere a che fare con questi “alti” personaggi, dopo questo scritto, non sara’ piu’ possibile senno’ la gente pensera’, “ah era lui quello di cui parlava Barnard…”

  • Earth

    Il tuo link, non funziona. Ma sono tutte pecore i fans di Barnard? Lui comanda e loro eseguono? Anche io ho pensato al fatto che non dobbiamo stargli dietro ed agire mentre scrivevo il mio commento, ma un po’ di raziocinio per favore, dovete fare quello che vi pare ma nello stesso tempo apprendere… Io sono un “fan” di Barnard perche’ e’ l’unico che ha centrato il vero problema, eppure leggendo i miei commenti nei suoi articoli, non sembra proprio, perche’ non mi piacciono i suoi metodi e strategie per combattere il nemico. Aprite la mente, imparate a pensare con la vostra testa e soprattutto non abbiate paura o e’ tutto perso in partenza…

  • Gabbiano

    IL POST E’ STATO CANCELLATO DA CDC ECCO PRCHE’ NON FUNZIONA.
    MOTIVI DI COMPORTAMENTO SCORRETTO IN PASSATO CONTRATIAMENTE A QUELLO CHE PENSAVO IO.
    NON POTENDO PIU’ ENTRARE QUI HA POSTATO LI DOVE SICURAMENTE SI ERANO DIMENTICATI DI BLOCCARLO.PER QUANTO RIGUARDA I “FANS” DI BARNARD NON LI CHIAMEREI NE FANS NE PECORE MA SEMLICEMENTE DELLE PERSONE CHE SI RISPECCHIANO NEL SUO PENSIERO PER ONESTA’ INTELLETTUALE E MORALE CIAO.

  • BarnardP

    Grazie, apprezzo il tuo commento. Se posso precisare, è stato l’Antisistema che mi ha schiacciato, più che il Sistema. E non proprio schiacciato, direi esiliato. Ciao B.

  • BarnardP

    Se lo vuoi sapere da me hai sbaglliato tutto. Lo devi sapere da te, sei tu al comando, io sono solo una delle tue fonti. B.

  • mikaela

    Guarda Gaby che per fare quello che suggerisce maristarru mica dovete aspettare il nome del pezzo grosso .Basta pensare a tutto quello che vi hanno taciuto i paladini della controinformazione .Avete gia’ le prove, a che serve avere quelle inconfutabili.Che travaglio e’ un USionista con il guinzaglio lo sapete, che di pietro ha firmato il trattato insieme agli altri pure, che grillo dice solo quello che vuole la Casaleggio e’ stato dimostrato, che nessuno parla di signoraggio e della banca d’Italia pure
    Ma cosa state aspettando? le prove ci sono, e’ un anno che le vedo scritte dette e ripetute.Se quello non parla voi non vi muovete mai?Cominciate dalla Banca D’italia, dalla sovranita’ monetaria, dei sit-in o sit-down difronte alla sede, tutto pacificamente senza bandiere e senza partiti,forse sarete in pochi ma insieme fraternamente e vedrete che chi in questo momento inizia a sentire questa recessione si unira’ a voi.Basta guardarsi intorno, le code di poveri davanti alla caritas per un pasto gratis ,i disoccupati, i cassaintegrati ,gli anziani che vivono miseramente e quelli che a malapena arrivano a fine mese. Queste devono essere le persone che devono farvi compagnia nella protesta e l’Italia ne e’ piena chiedete instancabilmente i vostri diritti .(io vivo fuoi altrimenti per quello che mi hanno fatto sarei la prima a unirmi a voi.

  • ottavino

    Bravo Paolo! Questa sì che è una risposta fantastica! Però, onestamente devo dirti che per me tu rimani un paranoico. Io credo che stai sbagliando proprio tutto a concentrarti su questo o quel personaggio che, a detta tua, può cambiare il corso della storia….infatti la nostra sfiga non è nei personaggi ma nel quotidiano. Sono gli atti che viviamo quotidianamente, sono i comportamenti, le attitudini, i pensieri che crediamo “normalità” la nostra tomba. I personaggi sono solo ombre…..

  • eumeo

    Ipotizziamo, come è, di ritenere valido il messaggio iniziale di Barnard secondo cui lui stesso non è un guru, ma una fonte. Punto. Va bene, ci ha convinto.
    Oggi Barnard scrive che “sa una cosa” ma non ci puo’ dire cosa, nè chi, nè dove, nè perchè, nè quando. Che fonte sarebbe, questa?
    Scrive che dovremmo credergli, perchè il valore del messaggio è altissimo.
    Personalmente credo a Barnard, ma Barnard non sarebbe d’accordo con me perchè se questo messaggio di Barnard ottiene credito, cio’ che ha scritto Barnard per anni vale zero.
    E lui è troppo intelligente per non capire questo paradosso, ne sono certo.

  • lucoli

    Quello che non capisco è perché chiami antisistema quello che i grillo, travaglio e Co. dicono o portano avanti. Il sistema è sempre lo stesso, loro criticano chi attualmente lo governa, ma non lo cambierebbero, nei loro programmi o proclami non c’è nessun accenno a cambiare l’attuale sistema che ad esempio permette ad un comico o un giornalista di portare a casa tra i 500,000 e i 4 milioni di euro all’anno, a seconda della sua notorietà. Nessuno di loro si sogna di proporre un cambiamento al sistema attuale che garantisce loro queste laute prebende per le loro prestazioni. Quindi, dov’è l’antisistema?
    Ciao,
    L.

  • BarnardP

    Hai ragione da vendere. L’unico motivo per cui lo chiamo antisistema è perché si spacciano come tali e così il pubblico capisce di chi parlo. B.

  • maristaurru

    ciao Michela, io da tempo immagino che sui tenti temi collegati all’abbraccio davvero immondo tra sottobosco della politica, politica, potere economico, si dovrebbe alla fine in qualche modo fare il punto, riunendo tutte le informazioni di cui siamo a conoscenza, ed è un mare in cui saper mettere ordine. Io la vedo come un puzzle le cui tessere, spesso incomplete, sono sparse, sarà di certo una fatica ricavarne un quadro quasi completo, molto ci viene nascosto, ma qualcuno, come Barnard , possiede già dei begli aggregati di tessere o forse chi sa, tutto il quadro.

    Dopo di che, a quadro abbozzato, non credo basti dagli scantinati scrivere 4 cose , ci si dovrebbe aggregare ancor di più, fino a fare una specie di grossa piattaforma unica di blog collegati, mantenenti ognuno la propria identità specifica, blog come persone, ma uniti in una lunga catena virtuale che di sicuro riuscirebbe io credo a fare opinione, dipenderà dal messaggio che potremo diffondere e da quanto questo messaggio sarà aderente alla realtà che le persone possono misurare giorno per giorno vivendo la vita consueta. Non so se sono riuscita a spiegarmi, ma certo il fatto che tu sei fuori, non limiterebbe affato la tua partecipazione a questo progetto, come non lo farebbe per i tanti Italiani che da fuori ci guardano sbigottiti e meravigliati di come siamo potuti arrivare in fondo ad un pozzo , in attesa dei carnefici e senza fare nulla per salire verso la libertà.

    Ultmina cosa: credo fermamente che proprio agli taliani fuori del Paese dobbiamo chiedere aiuto: nel senso che essendo fuori , comunque la pensino, sono mediamente meno rincitrulliti da noi, sostanzialemente noi tutti a me pare siamo come bambini o animaletti maltrattati, incapaci di reagire razionalmente, al massimo mordiamo, ed anche questo sfruttano per i loro fini, chi sa mordere viene usato per mordere a comando. Uniamoci a chi è lontano dall’aria avvelenata di questo Paese!

  • BarnardP

    Una fonte può anche essere presa sulla fiducia, perché no? Sempre fonte rimane. L’importante è che poi il lettore sia colui/colei che si mette al centro e agisce di conseguenza. Darmi fiducia su una fatto del genere non significa elevarmi a guru, è come credere a un passaggio del Vangelo senza per questo sposare adoranti la dottrina della Chiesa né divenire pecorelle di Dio. B.

  • Nellibus1985

    Sono anni che Barnard denuncia queste cose, non vedo la novità in questo caso specifico. Ancora c’è qualcuno convinto che i personaggi famosi nati o mitizzati dal sistema massmediatico siano liberi? Io spero di no, come spero che i più si siano resi conto del fatto che ci sono un paio di argomenti tabù sui quali, guarda caso, le “opinioni” di tutti i giornalisti ed intellettuali di picco appartenenti alle parrocchie più diverse convergono precisamente. Saluti.

  • mikaela

    Ciao maristaurru, quello che esponi e’ chiarissimo e fattibile
    Essere collegati tutti sparsi sul territorio con piccoli punti d’aggregazione invitando tutti quelli che non hanno internet a unirsi per chiedere i nostri diritti. Per quello che ho visto la stessa battaglia e’ stata fatta anche in USA, non vale piu’ la pena andare contro questo o quel governo(Obana e Clinton ne sono la riprova) tanto fanno tutti gli interessi delle banche e dei pochi che comandano il monto che sin dai tempi lontani hanno i loro tentacoli su tutti i governi del globo.Allora dobbiamo unirci per far valere i nostri diritti e pretendere dal governo di turno di cambiare a livello nazionale o anche solo a livello regionale o comunale dove ci sia una necessita’ le leggi. Il contatto diretto e’ la cosa piu’ efficace e loro lo sanno per questo hanno sponsorizzato i paladini della contro informazione (sia di destra che di sinistra) per farci far il lavaggio del cervello cosi’ non agiamo piu’.

  • mikaela

    Ps. non contare su Barnard lui fa solo l’informatore, per quelle poche volte che gli ho scritto mi ha sempre risposto di fare di testa mia e cosi’ ho fatto.Sono molto impegnata su you tube diffondo i suoi video in inglese nel mondo e qualche risultato l’ho ottenuto, ho trascritto invece quelli in italiano sempre sul conflitto israelo-palestinese e li ho mandati ai vari blogger per farli conoscere e stampare affinche’ li distribuissero sempre fra le persone che non hanno internet ma in pochi mi hanno detto dell’uso che ne hanno fatto.

    http://perche-ci-odiano.blogspot.com

    Il canale di Barnard su you tube ha 1400 iscritti ed e’ anche a loro che bisogna rivolgersi per uno scambio di opinioni e materiale. Spingere i giovani a fare riunioni e parlare di problemi reali e non solo di Zaitgest ufo o torri gemelle fare video che trattano i problemi da risolvere. Ho notato che you tube arriva piu’ rapidamente e allora vado sotto i video dei personaggi famosi (per esempio georg clooney e elisabetta in inglese,oppure i migliori gool di calcio o della ferrari ecc.ecc. insomma video che guarda tutto il mondo) metto il mio bel post in inglese e aspetto i curiosoni che vanno a vedere il mio canale e ci trovano in avatar il video di Barnard

    http://www.youtube.com/user/TheMissingNarrative

    che racconta la storia del conflitto.insomma diffondere in internet e’ facile ma se non si ha il contatto con il resto della societa’ non serve a niente.

  • speranza

    credo che non sia carino da parte tua dare del depresso a barnard, la depressione è una cosa seria e il tuo commento mi sembra davvero fuori luogo.

  • speranza

    aggiungo che il fatto che barnard scriva liberamente anche del suo stato d’animo conseguente all’ennesima possibilità svanita per i motivi che cita, sia ammirabile, io personalmente credo nella sua onestà morale/professionale e comunque il messaggio che voleva far passare mi sembra che nn ti sia arrivato.

  • magnesia

    Barnard ha sempre qualche insider che per qualche oscuro motivo è indiscutibilmente l’oggettività dei fatti divenuta persona, che gli sussurra sempre la prova incontrovertibile. Se assomiglia anche solo da lontano all’insider di al-qaeda, allora buona fortuna.

    Io intanto continuerò a leggere tutto quello che hai scavato con fatica, lasciando i sussurri da parte fino a prova contraria, magari scavata con fatica da altri.