Home / ComeDonChisciotte / GLI IDIOTI

GLI IDIOTI

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Un tizio che non si firma ha commentato un mio pezzo sul sito Comedonchisciotte.org con alcune parole e una foto. La parte interessante era la foto. Ritrae Marco Travaglio sorridente che mostra al fotografo la copertina del suo imminente libro ‘Papi’ (su Noemi e Co.), affiancato da Beatrice Borromeo nel suo pieno splendore. Questo accade il 10 luglio. In quelle ore Silvio Berlusconi aveva appena realizzato la più spettacolare cancellazione dalle mappe della Storia di quel nugolo di stolti (ad essere clementi, più avanti non lo sarò) che risponde al nome di Antonio Di Pietro, Marco Travaglio, Peter Gomez, Piero Ricca, Sabina Guzzanti, Beppe Grillo, Lorenzo Fazio, Carlo Vulpio, Gianni Barbacetto e molti altri, più La Repubblica, editori connessi. Li ha letteralmente liofilizzati, loro e le loro smanie.

E’ straziante contemplare il sorriso di Marco Travaglio che mostra la copertina del suo inutile libro numero settecento contro le insignificanti malefatte del Cavaliere, mentre Altri divorano col morso dello squalo Mako il rimanente 1% del potere e della democrazia che ancora gli sfuggiva in Italia.

A seguito, “Una spiegazione per tutte” (Paolo Barnard, paolobarnard.info); Marco Travaglio è veramente un idiota. Mi sembra quel tizio che vidi anni fa all’entrata del McDonald’s Drive Thru di Holliwood con un cartello “il tofu è meglio”, cioè un povero fesso che non aveva neppure iniziato a capire quali fossero gli strumenti per contrastare la mostruosa macchina planetaria dell’hamburger. L’unica differenza è che Travaglio ci fa un pacco di soldi, mentre l’Italia lo prende nel deretano. Cioè: Travaglio è un idiota a metà, l’altra metà è peggio. Antonio Di Pietro è un idiota. Pubblica sull’Herald Tribune il suo “Democracy is in Danger in Italy”. Immaginate: è come se il Pertini anti fascista avesse mandato una lettera al Ministero della Cultura Popolare (Min.cul.pop.) del ventennio intitolata “La Democrazia è in Pericolo in Italia”. La stessa cosa. L’ex Mani Pulite manda il suo appello per la democrazia a una testata che fa capo alla quinta colonna del Capitalismo a Tutto Gas che ci sta annientando la vita democratica (High Octane Capitalism, Forbes.com, www.paolobarnard.info), e che la sta annientando nel mondo intero. Unica differenza è che Di Pietro se ne fotte della nostra partecipazione democratica, cerca voti. Anche Di Pietro è un idiota a metà, l’altra metà…

Chi invece è idiota del tutto, sono gli italiani ‘contro’ che si rifanno al sopraccitato drappello, fra cui molti di voi. Dopo aver visto Grillo annientato 10 a 1 dall’insulso castrone chiamato PD (300.000 firme per Grillo che aveva decretato la “fine della politica”, contro 3.500.000 per Veltroni pochi giorni dopo); dopo aver visto Berlusconi sbaragliare chiunque nonostante 15 anni di inutili invettive confezionate in ogni forma e salsa dai sopraccitati semi-idioti, fino al tripudio odierno; dopo aver letto quest’anno che il Procuratore generale presso la Corte dei Conti, Furio Pasqualucci, nella sua requisitoria sul Rendiconto generale dello Stato ha descritto un’Italia devastata a livello record da corruzione ed evasione fiscale, nonstante 15 anni di inutili invettive confezionate in ogni forma e salsa dai sopraccitati semi-idioti; dopo aver visto i nostri Diritti, conquistati con 250 anni di lotte dal basso, venir sbriciolati in pochi anni dai veri nemici della democrazia – e della nostra vita!, che rispondono al nome di Trans Atlantic Business Dialogue (Tabd), Liberalization of Trade in Services (Lotis), negoziati Gats (General Agreement on Trade in Services), Comitato 133 della Commissione Europea, Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO), banche d’investimento (Goldman Sachs et al.), Tesoro USA, BCE, BusinessEurope, hedge funds, dogma del Libero Mercato et al.; dopo l’evidenza schiacciante che indica nell’inciviltà di milioni di italiani la causa primaria della mafiosità e del prolasso civico di questo Paese; dopo tutto questo, dicevo, ancora centinaia di migliaia di belle anime ‘contro’ compreranno ‘Papi’ e il prossimo ‘La Casta della Casta nella Casta’, affolleranno un altro V-day, e si contorceranno per l’angosciante pericolo del Lodo Alfano, sì certo.
Cioè ingurgiteranno e somministreranno per l’ennesima volta la stessa medicina fallita prescritta da falliti in malafede per fallire ancora, per lasciare l’Italia sempre più a pezzi. E di nuovo si rifiuteranno di capire cosa veramente sta distruggendo la vita democratica. Eppure l’evidenza è davanti ai nostri occhi: chiedete ai cassintegrati italiani del 2009 cosa li minaccia di più – Berlusconi e Alfano o la crisi finanziaria e il crollo dell’economia mondiale per gentile concessione di AIG, Goldman Sachs, e Larry Summers e Bob Rubin, nonché della classe degli investitori internazionali che decide le sorti di qualsiasi economia con qualche telefonata? Chiedete: cosa ha spento quella (spesso eroica) partecipazione dei cittadini alla ‘polis’ che ci regalò l’uscita dalle barbarie dei secoli scorsi – il Biscione o la pianificazione dell’Esistanza Commerciale planetaria fatta da gente come Walter Lippmann e Edward Bernays trent’anni prima negli USA, e che ci ha storditi e ci stordirà per secoli con o senza Berlusconi?

La scelta è urgente, disperata: rimanere idioti al seguito di idioti in malafede, o cittadini che vedono. Vi volete svegliare?

Paolo Barnard
Fonte: www.paolobarnard.info
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=120
12.07.2009

Pubblicato da Davide

  • AnviL

    Qui mi pare che l’idiota non sia nè Travaglio nè Grillo ma l’autore del post. Sinceramente non capisco qual’è il senso di questo articolo.
    Siamo d’accordo che i problemi + importanti dell’Italia sono gli stessi del resto del mondo, ossia: banche, crisi finanziaria, Globalizzazione selvaggia, politica monetaria… non certo quell’idiota (stavolta ci sta) di Berlusconi.
    E poi non vedo proposte, soluzioni:

    La scelta è urgente, disperata: rimanere idioti al seguito di idioti in malafede, o cittadini che vedono. Vi volete svegliare?

    Io mi reputo un cittadino che vede… che dovrei fare? Chi dovrei votare?
    L’autore me lo spieghi dall’alto delle sue conoscenze!!!

  • mat612000

    Se ci dovessimo incazzare così tnto pe ogni libro “inutile” che è pubblicato non vivremmo più…
    Barnard dovrebbe darsi una calmata e, soprattutto, evitare gli insulti, sembra che sti cercando che qualcuno incontrandolo per strada lo prenda a cazzotti sul muso…speriamo di no…sapete dopo cosa ci toccherebbe leggere: contumelie e piagnistei all’infinito….troppo, tropp….

  • Firenze137

    Sono un analfabeta della politica e dei meccanismi che nell’ambito dei meandri del mondo politico-finanziario si insinuano e “muovono” le marionette della politica che Barnard ha qui descritto sicuramente con competenza anche se – ma mi posso sbagliare – con eccessiva enfasi.

    Io molto medestamente osservo che lo Stato Italiano è “ridotto” ad una sorta di gigantesco comitato d’Affari dove non ha molto senso dire che uno è idiota ( immagino che Barnerd si riferisca all’aspetto “politico” ) perchè in questo Comitatone ci si dovrebbe limitare a seguire e spiegare ai più come me -incompetenti – il “flusso” dei soldi ( ad ogni step chi ci guadagna, chi ci rimette ecc) che è il solo elemento base che sta a fondamento e giustificazione di ogni “evento” di una certa importanza.

    Compresa la candidatura di Grillo.

    Io la vedo – da grande incompetente – così.

  • francesco67

    STREPITOSO!

  • gourcuff63

    ma sto paolo barnard è stato contagiato da capezzone ??? che cacchio sta dicendo ?? scusate e su comedonchisciotte devo leggere sta cagata…speriamo veramente sia solo febbre alta…

  • cloroalclero

    Il discorso di Barnard per come l’ho capito io è il seguente: Di Pietro, Travaglio ecc.. sono in pista da 15 anni. Travaglio bercia contro l’evazione fiscale e la corruzione, vende milioni di libri, fa i soldoni e le cose non cambiano. L’operato di questo giornalista di punta è del tutto ininfluente a livello di cambiamento. Di Pietro poi va a denunciare la situazione antidemocratica in Italia presso quello stesso ente che ha preordinato le devastazioni.
    In sintesi: esprimono una voglia di cambiamento farlocca, che non hanno perchè se anche riuscissero a contribuire (che non decidono certo loro) a scalzare il berlusca, l’alternativa non sarebbe mai un cambiamento per il benessere delle classi lavoratrici.
    Embe? ha ragione. Che gli volete dire?

  • cloroalclero

    cioè: non vorrei dire, ma mi pare che la candidatura di Grillo nel PD vada nella direzione che illustra Barnard. Adesso: mettete da parte le vostre antipatie per il personaggio…oggettivamente…è così.

  • Lestaat

    Gli vogliamo dire che c’hanno rotto le scatole quelli che vengono a darci la loro opinione su chi da la propria opinione sulle notizie.
    Voglio dire, cloro, che diamine.
    Quello che è, che fa e che dice Travaglio sarò io a decidere la tara, non ho mica bisogno di sapere l’opinione di Barnard per farmene una.
    Un giornalista riporta notizie e/o le commenta.
    Barnard no.
    Barnard parla degli altri giornalisti.
    E BASTAAAAA….

    Sono 50 anni che il giornalismo italiano è ridotto in queste condizioni.
    Le notizie son diventate le opinioni, e le opinioni si danno sulle opinioni altrui.
    Ma basta cavolo.
    Lo so da me chi è _Travaglio e ci penso da solo a fare la tara a quello che dice a seconda degli argomenti e dell’ambito. Chi cazzo è sto Barnard che pretende di venirci a dire lui come giudicare gli altri…che faccia il giornalista e non il gatto attaccato ai maroni.

  • esplorante

    Al di là del tono volutamente provocatorio sono assolutamente d’accordo con Barnard.
    Niente di più insopportabile – dopo Berlusconi – dell’indecenza quotidiana dei suoi oppositori di maniera.
    Dopo i professionisti dell’antimafia abbiamo ora i professionisti dell’antiberlusconismo – che ci guadagnano pure voti, popolarità e quattrini….
    Mentre la crisi mondiale ci strangola, mentre ogni mese decine di migliaia di persone perdono il lavoro, si parla delle feste a Villa Certosa o delle escort a Palazzo Grazioli. Ecco ciò che è indecente.

  • dextermorgan

    Caro Barnard, qualche anno fa lessi il tuo libro Perchè Ci Odiano e fu una sorpresa bellissima. Lo mandai giù tutto d’un fiato, non credevo a quel che leggevo e alla fine provai un enorme senso di gratitudine per l’autore che aveva saputo ricercare documenti, storie, numeri con una precisione encomiabile.
    Poi ti ho visto su YouTube parlare di Palestina, lezioni di storia molto interessanti e come sempre documentate.
    Per cui non sopporto che un autore intelligente e preparato entri in polemica, sebbene io possa comprenderne il motivo, con personaggi pubblici e giornalisti il cui rigore morale non è nemmeno paragonabile al tuo. E, di conseguenza, ricevere critiche, insulti e sfottimenti dalla gente comune sui blog.
    Oso darti un consiglio: lascia perdere, è una battaglia inutile e oltretutto persa in partenza. Utilizza le tue risorse per altri libri fondamentali come il primo che ho citato, scrivi sulle riviste o si internet riportando fatti, numeri, testimonianze. Informa le persone come sei capace di fare e disinteressati dei vari grillotravaglio, siete su pianeti diversi e la gente sa accorgersene da sola, capisce chi è furbo e chi onesto. E’ solo la tua opera di autore e non di polemista che può interessare le persone e, soprattutto, renderle migliori.
    Con stima.

  • Bloody_mary

    Francamente si puo’ eccepire sulla forma un po’ verbalmente violenta
    dell’articolo,ma nella sostanza il bravo Barnard ha ragione:gli oppositori
    del cavaliere continuano ad attaccarlo su questioni futili e politicamente non
    afferenti e cosi’ facendo non fanno altro che favorirlo perche’ e’ ormai
    evidente,per il tipo di elettorato del pdl,che piu’ Berlusconi viene attaccato
    su tali questioni,piu’ il suo elettorato e i suoi pretoriani serrano le fila intorno
    a lui creando questo clima di congiura presunta perenne che elettoralmente
    paga e fa il suo gioco.Dunque delle due l’una:o i vari Travaglio e Di Pietro
    sono totalmente sprovveduti e non capiscono che tale atteggiamento non
    paga,o sono dei finti paladini dell’antisistema che lo fanno solo per avere
    soldi,visibilita’ politico mediatica e voti.In ogni caso il panorama degli
    oppositori del satiro di Arcore e’ sconfortante e fa capire il perche’ da quando
    e’ entrato in politica e’ maggioranza(almeno elettorale)nel paese.Bravo
    Barnard,hai centrato in pieno il nocciolo della questione.

  • hammurabi

    Invece Barnard sì che fa tremare il potere…

    Un vero, autentico, coglionazzo, e pure rompiballe. Un nano che non potendo competere in altezza non può che cercare di tagliare la testa a tutti gli altri. Barnard, vai a lavorare.

  • Bloody_mary

    Comunque sia,nella fattispecie,ha detto una sacrosanta verita’.

  • dexter

    Io quoto cloro: la storiaccia della candidatura di Grillo mi pare un’ennesima conferma della deriva dell’opposizione grillian-travagl-santor-dipietrista che barnard va denunziando da mesi nei suoi testi.

    Per DEXTERMORGAN : ti consiglio, a parte i suoi testi, di leggerti anche il sito di Barnard, in cui ti potrai rendere conto del percorso seguito da questo signore e perchè ora dice quello che dice – altro che numeri e documenti, che pure sono importanti: di questo lavoro Barnard ne ha fatto a iosa e se ora pare prendersela spesso con certi personaggi è perchè c’è dietro un’amara riflessione sul funzionamento del “dissenso” in questo paese, che poi, in fondo, dovrebbe essere proprio il destinatario dei documenti e dei “fatti” a cui ti riferisci tu).

    Tornando a Grillo, a me pare che questa sia una mossa che, per mancanza di rispetto nei suoi sostenitori, è simile al gesto di Santoro che si fa beffe del mandato elettorale europeo per tornare a ripigliarsi il “suo” microfono. Il fatto è che , come fanno notare anche sul suo blog alcuni suoi “fan” un po’ meno accecati, Grillo ha costruito la sua immagine di paladino soprattutto come castigatore del sistema partitico attuale…i suoi spettacoli sono pieni di invettive sia contro il Berlusca che contro il centro-sinistra…e adesso si candida (pigliandosi la tessera! e magari facendola pigliare apposta a qualche manciata di grillini!) nello stesso apparato che criticava. Se poi c’è invece dietro un machiavellico piano … ma che mossa è? Ma come pensa, qualora vincesse, di gestire tutta la burocrazia di professionisti della politica nazionale, regionale, provinciale e comunale che gira attorno al Pd? Ci fa degli accordi (assoluta incoerenza) o fa una mega-purga interna e ci mette i suoi dei meet-up ? Poi si allea con Di Pietro, vince le elezioni, e “cambia” l’Italia ? Insomma … non poteva “scendere in campo” fondando un suo partito ex-novo? Allora forse questa storia del pd è una mossa pubblicitaria…nel senso che mira a riaccendere l’attenzione su Grillo, magari già sapendo che non lo faranno mai partecipare (hanno già fregato Pannella e Di Pietro quando c’hanno provato con le primarie del Pd…vuoi che non freghino lui?)…Ma questo sarebbe anche peggio nei confronti dei suoi sostenitori…niente di concreto …solo mosse per restare in bella vista e il più a lungo possibile con le sue invettive pubbliche.
    Vedremo…

    Saluti a tutti

  • Bubba

    Non è questione di idiozia, è che i seguaci di Travaglio&Co. non sanno molte cose importanti, e nessuno gliele dice, salvo qualche emarginato come Barnard. Non è facile arrivarci senza l’aiuto di qualcuno.

    I veri idioti sono quelli che dopo essere stati avvisati, rifiutano di vedere l’evidenza. Uno per tutti è “nessuno”, che in un suo commento chiedeva la santificazione di Grillo e Travaglio.
    Gli ho scritto un commento. Eccolo:

    “2)rispondi sinceramente a questo:
    qui c’è la sentenza Dell’Utri: http://www.narcomafie.it/sentenza_dellutri.pdf

    A pag. 435:
    “Giornalista:
    Perché c’è, se ricordo bene, nell’inchiesta del San Valentino,
    un’intercettazione tra lui e Marcello Dell’Utri in cui si parla di cavalli
    Giudice Borsellino:
    Si, comunque non è la prima volta che viene utilizzata,
    probabilmente non so se si tratti della stessa intercettazione, se mi
    consente di consultare … no questa intercettazione in cui si parla di
    cavalli è un’intercettazione che avviene fra lui e uno della famiglia degli
    Inzerillo”

    Ora confrontala con l’intervista pubblicata ne “L’odore dei soldi” di Trav:

    “Perché c’è, se ricordo bene, nell’inchiesta della San Valentino,
    un’intercettazione fra lui e Marcello Dell’Utri in cui si parla di “cavalli”.
    [Borsellino:]Beh, nella conversazione inserita nel maxiprocesso, se non piglio errore, si
    parla di cavalli che dovevano essere mandati in un albergo, quindi non credo che
    potesse trattarsi effettivamente di cavalli. Se qualcuno mi deve recapitare due
    cavalli, me li recapita all’ippodromo o comunque al maneggio, non certamente
    dentro l’albergo.”

    E’ diversa la risposta. Infatti, se leggi a pag. 431 della sentenza, c’è scritto:

    “Un riferimento a quelle indagini si rinviene nella intervista rilasciata
    il 21 maggio 1992 dal dr. Paolo Borsellino ai giornalisti Fabrizio Calvi e
    Jean Pierre Moscardo.
    In dibattimento il Pubblico Ministero ha prodotto la cassetta
    contenente la registrazione originale di quella intervista che, nelle
    precedenti versioni, aveva subito, invece, evidenti manipolazioni ed era
    stata trasmessa a diversi anni di distanza dal momento in cui era stata resa,
    malgrado l’indubbio rilievo di un simile documento. ”

    L’intervista pubblicata da Trav era manipolata(non da lui) e il tribunale che ha condannato Dell’Utri ha affidato ad un perito l’analisi dell’originale.
    Probabilmente Dell’Utri è colluso con la mafia e la sentenza sarà giusta(non so), ma il fatto grave (benchè sia gravissimo che ci sia un mafioso senatore) è che Trav quella sentenza la conosce sicuramente e non ha detto che l’intervista era manipolata. Anzi, l’ha ripubblicata dicendo che era una”sintesi” di una “lunga chiacchierata”, invece è una manipolazione del testo originario. E ha persino ridicolizzato Guzzanti che, benchè dica stronzate, stavolta aveva ragione.
    Non ti sembra neanche un po’ grave? Non ti sembra una scorrettezza?
    A me questa cosa ha scioccato, perchè Trav mente sapendo di mentire.
    Mi dici sinceramente cosa ne pensi?”

    Ecco, Travaglio ha mentito una volta. E non si è fatto nessuno scrupolo di prendere per il culo i suoi lettori.
    Dopo aver letto queste righe, “nessuno” mi ha detto che mi avrebbe fatto sapere, ma non si è più fatto sentire. Scappa dalla evidenza.
    Quando l’ho sollecitato, mi ha chiamato Troll, ma evita con cura di rispondere alla domanda.
    Se io sono un TROLL, tu sei un IDIOTA.

  • dexter

    Aggiunta al post di prima: c’è anche un’ altra possibilità, da delineare nel solco dell’andreottiano:”A pensar male si fa peccato, ma…”.

    Dopo il fallimento del pd i vari “potenti” che facevano riferimento a questa “trovata” stanno meditando qualche nuova soluzione per defenstrare il Berlusca…visto che questo pd (avverso al dipietrismo) ha fallito, perchè non immaginarne uno più allineato ad un nuovo corso radical-populista, magari con un leader popolare a far da collante per l’elettorato di sinistra apatico e rassegnato…

    in effetti questa ipotesi è fortina (Grillo co-optato in pieno) ma …chissà?

    ps commento ispirato da altro commento trovato su CDC (autore: Alessando nella discussione del forum sulla candidatura di Grillo)…mi sembrava giusto aggiungerlo ai miei pensieri di prima. Comunque è un’opzione che i lettori di Ripensaremarx riconosceranno senz’altro.

  • RobertoG

    Caro Paolo Barnard, mi permetto di darle un consiglio.

    Lasci perdere questa polemica infinita e distruttiva contro Travaglio & Co. La lasci perdere perchè tanto non porta assolutamente a nulla se non a farla apparire come un frustrato invidioso.

    Vada per la sua strada, scriva i suoi articoli, i suoi libri, esponga le sue ragioni che sono assai più profonde di quelle degli antiberlusconiani filo Usraeliani e cerchi di evitare il tono da predicatore. Quando l’ha fatto è riuscito a scrivere e dire cose assai utili ed interessanti.

    Questa continua carica donchisciottesca contro tutto e contro tutti serve invece solo a farla apparire come un saccente vanaglorioso e le si sta inevitabilmente ritorcendo contro.

    Lasci che gli altri facciano e dicano quello che vogliono e pensi alla sua di informazione, alla fine la gente saprà giudicare.

    Non possiamo pretendere di cambiare il mondo dalle colonne di un piccolo sito di controinformazione, ma iniettare qualche elemento di verità nel mare di menzogne nel quale è immerso, questo sì, si può fare e non è detto che da ciò non possa scaturire qualcosa di importante.

    Un saluto.

  • BarnardP

    Che la battaglia sia persa, potrebbe essere vero. Ma non è vero che io mi sia fatto prendere da una vena polemista. Al contrario. Io pesto su questioni drammatiche, che investono la vita di ogni italiano decente, e cioè: esisteva un’ultima residua minima speranza di salvare l’Italia dallo sfascio, e si chiamava Società Civile Organizzata. Essa però è stata interamente istupidita da una manica di falsi paladini egomaniacali e imbecilli, che sono riusciti nell’impresa di convincere quell’ultima residua speranza a dedicarsi anima e corpo a delle sciocchezze ineffettuali, invece che rimanere centrata e focalizzata sui compiti urgenti per salvare il Paese. Ergo: lodo Alfano e Villa Certosa in primo piano, e il dramma italiano e internazionale totalmente ignorati. Alla fine quell’ultima minima residua speranza è stata annientata proprio da Travaglio, Grillo e soci, spacciatisi per ‘paladini’. Ti sembra cosa da poco? Polemica? E’ una catastrofe che pagheremo per decenni. Ciao B.

  • nessuno

    Dopo aver letto queste righe, “nessuno” mi ha detto che mi avrebbe fatto sapere, ma non si è più fatto sentire. Scappa dalla evidenza. Quando l’ho sollecitato, mi ha chiamato Troll, ma evita con cura di rispondere alla domanda. Se io sono un TROLL, tu sei un IDIOTA.

    Ma trollone mio perchè fai cosi?
    Ti sei tanto tanto offeso?
    Porello mi spiace.
    Ti sei tenuto dentro tutto questo pere tutto questo tempo, ti fa male dovevi sfogarti prima la rabbia e l’indignazione ti alterano il metabolismo
    Suvvia non dire parolacce adesso scendi dall’albero altrimenti niente noccioline
    Vedrai che qui troverai sicuramente la persona adatta a dare una risposta ai
    tuoi dilemmi
    Stupidone .. ma va la

  • nessuno

    E si ci vuole comprensione , apertura mentale e molta molta empatia
    In genere la ragione si da a ?

  • portoBF

    La maggior parte dei commenti che ho letto, a parte 1 (ironico? Spero di no), è contro Barnard, incredibile!
    Quello che B. ha scritto, invece, dovrebbe far riflettere un pò di più, ma a qualcuno evidentemente piace sparare cazzate da tifosi di Grillo e compagnia.
    Per quel che vale, sono d’accordo con Paolo Barnard al cento x cento.

  • portoBF

    Sei di una banalità “stupefacente”, che pastiglie ti sei ingollato per svegliarti?

  • portoBF

    Ma siete tutti uguali, lobatomizzati.

  • portoBF

    Non occorre che fai tante storie, nessuno ti costringe a leggere, e poi non parlare al plurale (vengono a “darci”)(pretende di venirci a dire) etc., parla per te, genio.

  • portoBF

    Non fare del sarcasmo, nessuno.

  • nessuno

    Salve sono nessuno co fondatore di pigna secca pigna verde rubrica satirica che tanto successo ha avuto nel duemila avanti cristo
    Volevo portare il mio autorevole contributo alla discussione io che ho lasciato agi e ricchezze per denunciare che il pesto alla genovese lo taroccano e mi sono messo contro il sistema e i falsi messia

    Certo che per attribuire a Grillo e Travaglio la”catastrofe italiana” bisogna farne di salti quantici
    Ognuno ha le sue opinioni in materia e se le annaffia come meglio crede nulla da eccepire anche se si avverte un risentimento alquanto sospetto nei confronti dei due personaggi
    Non si domanda “solidarietà” a due persone che si disprezzano per una vicenda dovuta alla manifesta incapacità professionale e quando questi la negano ignorando totalmente il personaggio si scatena un’ondata di insulti & dileggi e vere e proprie diffamazioni
    Non si condiscono questi meschini attacchi con motivazioni che sanno di follia etilica allo stato puro
    Ritengo di dover rimandare gli insulti contenuti in questo delirio all’autore in quanto Italiano che fino ad ora riesce a distinguere fra un vero e proprio mascalzone e una persona seria
    Dimostrando di essere un alto esempio di democrazia mal sopportando critiche più o meno pesanti arriva ad invocare la censura und moderazione
    Semmai qui abbiamo uno solo che deve moderarsi nei termini e nei modi di rivolgersi alle persone che sono profondamente disgustate dal leggere simili castronerie
    Visto che la politica del sito è di far parlare tutti indistintamente lui scriva le sue fregnacce e se non vuol leggere le risposte a chi non la pensa come lui passi oltre
    Leggo che i commenti negativi stanno aumentando in maniera esponenziale il che dovrebbe far riflettere e far sorgere qualche dubbio sul proprio operato e rivolgersi ad attività più proficue come dedicarsi all’allevamento intensivo di pecore( che sono molto miti e obbediscono a qualsiasi ordine) o coltivare un bell’orticello con quello che costa la verdura di sti tempi almeno uno potrebbe risparmiare
    Terminando c’è chi con fini deduzioni capisce il ragionamento ma sono persone che hanno fatto della rete il loro palcoscenico e pur di scrivere una cazzata riescono a comprendere anche l’aramaico
    Dei veri e propri rottami umani non fanno testo ragliano alla luna

  • nessuno

    Appunto per quel che vale

  • nessuno

    O troll tu non hai bisogno di stupefacenti sei rincoglionito dall anascita

  • nessuno

    Troll hai rotto il cazzo

  • BarnardP
  • nessuno

    Ma dai quanto ti da barnard per gli interventi?
    Riesci a coprire le spese?
    Devi essere il “marito” della mikaela… ma non sei geloso di tanta adorazione?
    Non ti senti pridere la testa

  • nessuno

    Se permetti ti quoto
    Anche io penso che farebbe meglio a lavorare invece di scrivere delle CAZZATE

  • Santos-Dumont

    Sottoscrivo il “riassunto”. Aggiungerei che, certamente non tra le righe, Barnard suggerisce (senza speranza, IMHO) l’adozione di misure più drastiche della mera indignazione, l’eterna incazzatura estemporanea all’italiana che produce meno del nulla.

  • lludwigg

    Io non riesco a capire una cosa….Travaglio è un giornalista giudiziario, quello è il suo campo, è di quello che si occupa. Perchè si pretende che vada contro il WTO o il Comitato 133 della Commissione Europea? Lui si limita a fare il suo mestiere. Devo dire che, piaccia o no il personaggio, lo fa anche bene, perchè saper divulgare in modo chiaro competente e accessibile a tutti la cronaca giudiziaria italiana e dare in pasto alla gente le sentenze dei tribunali italiani invece delle classiche tette e culi non è semplice. Poi che Travaglio sia fascista, sionista, anticapitalista, vegetariano, romanista o bisessuale a me non interessa, quello esula dal suo lavoro e dal suo ruolo. Se vado a votare non vado a votare Travaglio, lui non è un politico e come tale si comporta.
    E comunque adesso Barnard si potrà fregiare del merito di aver creato l’antitravaglismo, visto che secondo lui già era superfluo e deleterio l’antiberlusconismo, l’antisionismo e l’antifascismo. Per uno che si vanta di portare avanti posizioni concrete e di non farsi un nome alle spalle di qualcun altro non mi sembra poco.

  • mikaela

    Ottima analisi sulla sempre piu’ confusa personalita’ di questi soggetti e delle questioni di casa nostra. Prima di leggere questa considerazione ho avuto modo di leggere la notizia di Grillo.
    allora mi chiedo? se Grillo un giorno siedera’ in parlamento , Travaglio dovra dividersi fra i due amici Di Pietro E Grillo che a questo punto saranno di partito diverso, ma che uniranno le loro forze contro Berlusconi al momento opportuno.E mi chiedo pure? chi votera’ per Di Pietro se tutti i grillini voteranno per Grillo?
    Con due partiti Berlusconi & C.Grillo &C.
    Poi quando andranno alla comunita’ europea la relazione del Transatlantic Business Dialogue la sapranno gia’ a memoria grazie alla Casaleggio & C(Grillo ha bisogno di studiare prima, non ha molta memoria per i nomi e l numeri) Insomma Berlusconi da un lato Casaleggio &c dall’altro.
    Ma alla classe operai, gli impiegati,i pensionati ,le scuole e la sanita’pubblica chi la difendera’ la Casaleggio e tutti quelli che fanno parte del Transatlantic Business Dialogue.(illusione ) Mica possiamo andare tutti al’Omega Project nell’ Adam Smith Institute di Londra. per spulciare documenti decisioni e imposizioni studiate a tavolino per il nostro destini.o forse Grillo e Di Pietro ce le faranno dire dalla voce del nostro paladino della verita’?Ma perche’ non le dice ora queste cose? magari con un bel libro Nooooo! ora bisogna comprare Papi.

  • lino-rossi

    ringrazio Paolo Barnard per il post. senza un buon tasso di anticonformismo diventeremmo tutti polli d’allevamento. molti lo sono già.

  • Lucadamico83

    Richiedo ufficialmente che l’utente Nessuno venga bannato per i continui insulti ed il poco rispetto che mostra verso chi non la pensa come lui.
    Attenzione, questa non è censura ma la pretesa che vengano quanto meno rispettate le regola della buona educazione.

  • Tonguessy

    portoBF= porto Bestialità e Fesserie

  • Tonguessy

    Sta parlando anche per me, perchè straquoto

  • Tonguessy

    “non è vero che io mi sia fatto prendere da una vena polemista. Al contrario.”
    Sparare ad altezza uomo sugli italiani tutti è un modo sobrio, diplomatico e non polemico di rapportarsi con i propri simili? Siamo solo fortunati che non sei a capo dell’esercito, sennò altro che Pol Pot. Lo ripeto, anche se so che non verrò ascoltato: c’è una differenza tra metodo e sostanza. Anche se alle volte sono d’accordo sulla sostanza NON SONO MAI D’ACCORDO SUL TUO METODO. E vorrei farti notare che non stai parlando alle casalinghe di Voghera, ma ad un pubblico adulto che ha già in qualche modo operato delle scelte e affinato delle argomentazioni. Che vengono sistematicamente prese a calci in culo dai tuoi interventi

  • ranxerox

    1994-2009, della serie: da un comico all’altro. “Ora vediamo se ci è o se ci fa”. Noo, sciocca speranza. E’ tutto un percorso, nel mentre inglobano un’altra bella fetta di illusi, quelli convinti che col votare cambi qualcosa. Questi volano troooppo più alti di noi. Ha ragione Barnard, svegliamoci, svegliamoli, checchè ne dica Leestat che si fa le tare. Io ci sto provando, anche rovistando nella merda di facebook

  • vraie

    giustissimo!
    purtroppo la soluzione non si vede all’orizzonte
    continueranno ad esistere gli idioti pro domo di pochi

  • nessuno

    Io invece chiedo il tuo ban perchè sei un clone e/o un troll al servizio di barnard
    Appunto se vuoi invocare le regole della buona educazione chiedile a barnard, portobf e associati
    Provaci ancora che forse ci riesci

  • buzz

    Barnard ti stimo moltissimo e sono quasi sempre del tutto d’accordo con te.
    Un elemento, paradossale, che sto iniziando ad individuare come istupidente, forse più dei grillotravaglio, è questo attraverso il quale stiamo comunicando ora.
    E, dicevo, è paradossale. Perchè “spegnerlo” vorrebbe dire rinunciare a comunicare e a quel minimo di informazione, da cercarsi, da filtrare, da ricostruire, ma pur sempre utile al formarsi delle idee e della conoscenza.
    Ma mantenerlo sta significando, per molti, l’unica valvola di sfogo attraverso cui si presume di aver fatto qualcosa. Si legge, ci si indigna, si commenta, chi ne ha le possibilità scrive, s’inveisce, si insulta e tutto si esaurisce in un fuoco di paglia e di parole elettroniche.
    Siamo sempre più realtà separate che comunicano ma non incidono nel circuito autoreferenziale degli indirizzi ip.

  • buzz

    ma dai… “pubblico adulto”
    ma li leggi i commenti su questo sito che dovrebbe essere la punta di diamante dell’informazione indipendente?

    e questi sono quelli che pensano e che si pongono i problemi…
    figuriamoci il resto.

  • veg65

    Caro Barnard, personalmente mi trovo d’accordo con tutto quello che hai scritto ma… oltre ad una critica del sistema, sarebbe gradita anche una proposta costruttiva su come risolvere le negatività appena analizzate, grazie… un tuo estimatore.

  • Bloody_mary

    Hai ragione al cento per cento come Barnard

  • ericvonmaan

    DA SOTTOSCRIVERE AL 100%. E dai vari commenti si capisce chi ha capito qualcosa o chi ancora crede che qualche “paladino degli Italiani” ci possa salvare dal baratro…

  • Lestaat

    Perchè non vai a dire a Barnard che anche lui non è obbligato a leggere Fin e Travaglio?
    Io faccio storie, lui invece fa grande giornalismo.

    Ma va la, va la.

  • Lucadamico83

    Caro Signor nessuno,
    io non sono nè un clone nè un troll al servizio di nessuno.
    Parecchie volte mi sono trovato in disaccordo con Barnard (anche in questo articolo ci son parecchie cose che non condivido), ma ciò non toglie che lui sia libero di scirvere ciò che sente nel rispetto degli altri.
    Rispetto che tu non hai in quanto deridi e offendi qualsiasi cosa che non sia in linea con il tuo pensiero.
    Sinceramente non mi va di difenderlo in quanto è capace da solo di farlo, ma il punto è che i tuoi commenti fatti di insulti e sfottò sono un’offesa per chi li legge (per qualunque orientamento di pensiero).
    Se vuoi fare il fenomeno e sfogare la tua rabbia vai a fare qualche sport….
    Saluti.

    p.s. x me finisce qui, non ti dedicherò più mezza riga.

  • PIEROROLLA

    Una sindrome collettiva sta invadendo tutti i ceti sociali, dalle persone di spettacolo, ai comici sino all’ultimo e piccolo uomo di un villaggio: il ritorno del fascismo. Immigrazione, tolleranza sessuale, discriminazione sul lavoro, sfruttamento, ed ogni piccola piaga della nostra società viene giustificata con la parola “pestaggio” o “squadrismo”, come se si possa ridurre tutto all’estremismo.
    Oggi nel 2008 si parla ancora di svastica ma nessuno hai mai detto però che nella storia, ogni governo nuovo nella sua rivoluzione ha bruciato biblioteche per riscrivere una storia di comodo. Il realtà i crimini più terribili oggi sono compiuti dalle cosiddette classi medie e moderati, i democratici appartenenti ad una borghesia sciocca e sciovinista. Sono loro i militanti di questa “opposizione” che si sta venendo a creare, fatta di professoroni universitari, di figli di papà, che fanno politica per hobby, mentre di notte magari ammazzano qualcuno in una corsa impazzita.
    Li abbiamo visti tutti manifestare a Roma, dicendo volgarità, insultando dei Ministri, scendendo nella più deprimente bassezza che possa esistere, che neanche il più vile dei giornalisti avrebbe osato fare. La Guzzanti è andata in Messico per vedere come manifestano le donne, e poi dal palco parla della possibile tresca tra il Cavaliere e il Ministro Carfagna. Ecco, non capiamo qual è il suo problema, magari lei che voleva essere al suo posto. Ma soprattutto ci chiediamo cosa cambia nelle tasche degli italiani se questo è vero oppure no. Siamo davvero arrivati al punto che insceniamo una crisi di borsa perché Berlusconi ha un’amante? Eppure tutti si scandalizzano, e vanno a caccia di scandali, di intercettazioni che, guarda caso, sono pubblicate sempre dal solito quotidiano Repubblica, il democratico e moderato. Parla di prostituzione, riprende il caso di Clinton e la Lewinski, e ripete alla nausea delle cose che tutti hanno già sentito, trite e ritrite. Ma se preferiamo ascoltare questi pazzi esaltati e sentirci dei ribelli, credere di aver detto no ai “poteri” o al “regime”, ci sbagliamo di grosso, perché in realtà siamo crollati nella melma della società civile.

    In tutto il mondo c’è il malcontento dilagante, anche i ricchi e le caste benestanti hanno paura di perdere quello che hanno e scendono in campo per difendersi con ogni mezzo o propaganda. L’energia ,i termovalorizzatori, i rifiuti, i calcoli, gli scienziati, la Chiesa, gli omosessuali, tutti gridano e ormai persino i cani hanno un’anima che deve essere salvata, persino i morti e i loro nomi devono essere salvaguardati. Noi combattiamo guerre senza sapere perchè, la polizia carica sempre chi ne sa più di loro, e le istituzioni non esistono più. Ma mentre tutti discutono sui falsi problemi che ci hanno creato di proposito per distrarci, in tutto il mondo si prepara la nuova base di una Bretton Woods. Ma a quel tavolo, chi si presenterà per decidere le sorti della nuova umanità e il nuovo controvalore, saranno coloro che possiedono oggi i mezzi per dettare legge. I prezzi stanno aumentando in tutto il mondo, nessuno è stato risparmiato da questa crisi galoppante, e mentre la Russia minaccia di ricorrere alle armi e l’ambasciata americana in Turchia salta, noi ancora stiamo discutendo. Gli Stati Uniti sono in ginocchio, cominciano anche lì scioperi degli autostrasportatori, manifestazioni in cui le persone saccheggiano i negozi, mentre centinaia di persone hanno perso la loro casa e vivono in centri di accoglienza.

    Ma avete mai vissuto in America da cittadino libero, siete mai stati fermati dalla polizia con un taser, avete mai affrontato un processo negli Stati Uniti con i medesimi diritti. Beh, sappiate che se non siete figlio di nessuno, in quel paese morite sepolto vivo in un carcere. E questo è il degrado a cui dobbiamo prepararci perché arriverà anche qua. Oggi la sinistra è di uno squallore unico, perché se fino a ieri mangiavano e brindavano a sbafo, oggi gridano estremismo di destra alla prima testa rasata che incontrano. Praticamente oggi è vietato rasarsi la testa altrimenti vieni definito estremista, se ti chiami Hassan sei un fondamentalista, se sei “raffinato” sei un democratico. Alla fine ogni problema si risolve con un nemico, ed è sempre il fascismo il male assoluto, quasi una sindrome, e nonostante siano arrivati i democratici per salvare il popolo italiano e impiccare l’amante del Duce, ancora si ha paura dei fantasmi. Ebbene si, perché la liberazione dell’Italia dal fascismo da parte degli Americani, è lo stesso tipo di salvezza che è toccata all’Iraq e a Saddam Hussein: la condanna a morte. Vorremmo dunque dire alla cara Sabina Guzzanti che il popolo è come una droga, l’effetto del palco droga le persone, anche se non fanno uso di cocaina. Non bisogna essere potenti per sentirsi forti, le folle ubriacano la gente, è come un viagra, però che dura troppo, coinvolgendo altri e spingendoli a combattere delle battaglie inutili.

  • nessuno

    Re: Per lucadamico83 (Voto: 1)
    di Lucadamico83 il Lunedì, 13 luglio @ 03:16:43 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio)
    Caro Signor nessuno, io non sono nè un clone nè un troll al servizio di nessuno. Parecchie volte mi sono trovato in disaccordo con Barnard (anche in questo articolo ci son parecchie cose che non condivido), ma ciò non toglie che lui sia libero di scirvere ciò che sente nel rispetto degli altri. Rispetto che tu non hai in quanto deridi e offendi qualsiasi cosa che non sia in linea con il tuo pensiero. Sinceramente non mi va di difenderlo in quanto è capace da solo di farlo, ma il punto è che i tuoi commenti fatti di insulti e sfottò sono un’offesa per chi li legge (per qualunque orientamento di pensiero). Se vuoi fare il fenomeno e sfogare la tua rabbia vai a fare qualche sport…. Saluti. p.s. x me finisce qui, non ti dedicherò più mezza riga.

    Intanto del caro dallo a qualche tuo famiglio
    Ho evidenziato un passaggio che è indicativo di quanto tu sia un mistificatore: Dove lo vedi il rispetto per gli altri di barnard?
    Forse negli insulti che propina a tutti gli italiani che hanno la sventura di leggerlo?
    Esimio la tua sensibilità e pari alla tua arroganza sei un mistificatore
    Le tue posizioni su barnard sono irrilevanti, tu non hai citato barnard ma me direttamente chiedendo il ban
    In questo articolo vatti a leggere di chi sono gli insulti e se ti riesce cerca
    di essere un pò meno fazioso
    La rabbia e solo tua e/o vostra io mi diverto a leggere delle cose incredibili alle quali rispondo sullo stesso tono
    Ho risposto fin troppo civilmente a chi ha scritto l’articolo mentre ai troll par tuo tipo portobf ecc ho risposto per le rime e cosi è in tutti gli altri miei interventi
    Avresti dovuto non scrivere neanche quella mezza riga precedente
    Per te finisce qui per me no e se pensi di poter scrivere simili cose di chiedere ban e poi dire che finisce qua ti sei sbagliato troppo comodo

  • fanfara59

    Barnard ha semplicemente ragione. Purtroppo siamo in pochi a pensarla così.

  • nessuno

    Questo individuo scrive ciarpame condito di insulti rivolti a giornalisti ben più quotati e letti di lui comportamento che si può classificare come invidia e sciacallaggio allo stato puro
    Insulta gli Italiani tutti con epiteti vari nei suoi deliri di onnipotenza
    Ma la cosa grave e che pretende di zittire chi gli risponde per le rime, cerca di intimidire gli utenti con la sua batteria di cloni& associati arrivando a chiedere la censura che dovremmo chiedere noi nei suoi confronti visto le oscenità che scrive
    In questo momento ci sono:
    Persone Online:
    Visitatori: 766
    Iscritti: 34
    Totale: 800
    Dei 34 iscritti sono certo che oltre la metà disapprovi quello che questo signore scrive e non intervengono per non trovarsi sotto la raffica di insulti e dileggi da parte degli associati/cloni del profeta
    E vero e proprio terrorismo mediatico che non può e non deve essere accettato
    Questo assurdo e dequalificante personaggio è al termine della corsa come giornalaio è finito da tempo come uomo stendiamo un velo impietoso

  • mendi

    Assolutamente condivisibile.
    E’ un picere leggere ogni tanto tra le innumerevoli travagliate un articolo lucido e comprensibile.

  • TitusI

    si, hai ragione, ma credo che il “livello” di alcuni interventi sia volontario per stroncare la conversazione, appena il tema diventa serio ed interessante si parte con gli interventi che ben conosciamo…
    Quelle limitati a filtrarli e leggi solo chi scrive per dire qualcosa.

  • TitusI

    diavolo, complimentri nessuno, al 20 esimo intervento in questo dibattito hai scritto qualcosa.

  • marimari

    TU SEI UNO DI QUEI COGLIONI DI CUI PARLA E CONDIVIDO
    PER COLPA TUA L’ITALIA NON SI SVEGLIA

  • marimari

    coglioni dei miei coglioni
    CONFONDETE ANCORA STATALISMO E PATRIOTTISMO CON FASCISMO

    VI HANNO BENE LAVATO IL CERVELLO

  • marimari

    assolutamente no
    chi ci puo salvare SIAMO NOI

  • fanfara59

    Egregio Sig. Nessuno,

    La prego di darsi una calmatina.

    Pensare che tutti quelli che non la pensano come Lei siano dei cloni è alquanto deprimente.

    Oltretutto non mi pare che Paolo Barnard sia personaggio che possa permettersi particolari batterie, se non quelle di pentole per normale uso culinario.

  • marimari

    sovranita monetaria

    tutti insieme pretendere i nostri diritti elementari

    L’ACQUA DEV’ESSERE UN DIRITTO FONDAMENTALE
    BASTA PRIVATIZZARE IL PAESE
    RIVENDICARE LA RINAZIONALIZZAZIONE DI BANKITALIA E DEI SERVIZI PUBBLICI
    CACCIARE I CUCULI

    TI BASTA?

  • marimari

    CHI HAI I TROLL HA I MILIARDI
    BARNARD NON PUO PERMETTERSELI

  • nessuno

    esimio signor fanfara59,
    la calmata veda di darsela lei
    Non “penso” ma sono sicuro che parecchi siano cloni & clonetti basta fare un pò di attenzione cosa che magari a lei difetta
    Quello che pare a lei e solo roba sua, la tenga stretta
    E si tenga pure stretti i suoi giudizi e inviti alla calma altri , io sono calmissimo e divertitissimo dal leggere post simili, credo che a zeling non riuscirebbero a fare di meglio
    Passi una buona giornata che oggi la sua fanfara ha suonato e ne sarà contento

  • nessuno

    sopperisco a quello che non scrivi tu
    Per piacere visto che sei in vena di fare conti fai una lista di favorevoli e contrari cosi poi alla fine vediamo il vincitore
    Sai io sono troppo impegnato a difendere la posizione

  • nessuno

    Che bisogno c’è di urlare poi interviene rancesco67 e chiede anche per te il ban che scrivi parolacce

  • nessuno

    E finiscila di urlare i troll costano na pippa

  • TitusI

    Caro Barnard, personalmente ti ho conosciuto tramite Report, non dimentichero’ mai “Il nostro terrorismo, perche’ ci odiano”, so bene che quanto dici e’ corretto, ma devo dirti che e’ anche paralizzante.
    Io ho partecipato ai V-Day, e di certo non me ne vergogno, li avevo modo di fare qualcosa di sensato, non corrispondente al 100% alle mie idee, ma potevo lanciare un forte segnale, si potra’ dire di tutto su chi ha partecipato a quelle iniziative, tranne che e’ un qualunquista, o che si disinteressa.
    Una lotta da qualche parte la si deve pur iniziare, noi siamo come uomini della pietra che combattono contro un esercito moderno, e tu ci chiedi di andare da soli a distruggere la capitale del nemico, come facciamo?
    So che il pappanano non conta nulla, e cerco di dirlo in giro, cerco di diffondere le idee che credo giuste, eppure credo che un simbolo, un nemico contro il quale lottare possa servire.
    E’ vero cio’ che hanno scritto alcuni (lestaat e Tangussey) ma tu ci credi davvero cosi’ idioti da accettare acriticamente quel che dicono gli altri (te compreso)?
    Tu scrivesti tempo fa una cosa giustissima, e’ ora di agire, di scendere nelle piazze,hai ragione, ma per quanto ti sforzi di dire che la nostra tattica e’ sbagliata, la tua lo e’ ancora di piu’! Spali cacca su l'”antisistema”, te la prendi con Travaglio e Grillo, ma a che serve? Credi che ti legga qualcuno che crede che Grillo e Travaglio siano gli arcangeli Michele e Gabriele? Chi credi che legga i tuoi articoli? Su questo punto stai diventando inutilmente ripetitivo, sono certo della tua tensione morale, l’hai dimostrata piu’ volte, io ti chiedo di usarla per portare avanti lotte utili
    per darci il tuo prezioso contributo nell’individuare un atto che possa davvero servire a qualcosa.

    il nemico e’ la “Trans Atlantic Business Dialogue” , bene cosa possiamo fare contro questi tizi? Se la risposta e’ nulla, beh allora lasciami cercare di mandare a casa i papponi cocainomani corrotti che stanno in parlamento, metti che ci si riesca e si possa portare li qualche persona seria, e magari farlo anche in altre nazioni, forse qualcosa potrebbe cambiare…
    mentre continuare a digrignare i denti al nulla servira’ a poco.

    Con sincera stima

    Tiziano De Simone.

  • essenziale

    A mio avviso Barnard centra il problema. Ormai non si ha più la capacità di capire il mondo che ci sta intorno, e le direttrici di sviluppo. Enormi interessi mondiali e mostruosi, si sono mossi per ridurre diritti e riaccaparrarsi delle risorse. Hanno agito (e agiscono) a livello economico, politico e culturale. Con La società dei consumi e la droga mediatica, hanno ridotto grandemente le capacità etico-razionali dell’uomo-cittadino, ridotto ora a uomo-auchan. In realtà il problema non è Berlusconi, Sarkozy etc, né tantomeno Travaglio & Co., ma è questa involuzione direi antropologica dell’uomo ad essere veramente drammatica, perché direttamente ci coinvolge tutti.

  • albertgast

    Dunque, se ben capisco, l’Italia è devastata dalla corruzione e dall’evasione fiscale, i nostri diritti in questi 15 anni sono stati sbriciolati, la mafia progredisce e la crisi ci annienta e….i colpevoli sono Travaglio, Grillo, Di Pietro e compagnìa????? Lo sa che se non me lo diceva lei non ci sarei mai arrivata da sola? A parte le battute, l’analisi della crisi è davvero superficiale, le consiglierei di approfondire l’argomento, magari andando ancora più indietro nel tempo. Da parte mia non comprerò il libro summenzionato, così come, dopo il primo, non ho più comprato libri di Travaglio. E la candidatura di Grillo a segretario del PD mi lascia indecisa se piangere o mettermi a sghignazzare. Certo che Fassino, come spalla, lo vedrei bene.

  • mat612000

    E’ circa quello che penso anch’io.
    All’opinione pubblica o anche solo ai lettori di questo blog non interessano le risse verbali e gli insulti in diretta (per quello c’è già la TV), e le sue offese spostano l’attenzione dal contenuto alla forma (strano che un giornalista ignori tale regola).
    Per cui: è vero che i libri di Travaglio & Co non cambieranno mai la società italiana, ma quando mai questo è stato fatto con i libri?
    Individuano dei falsi colpevoli?
    Deviano l’attenzione su falsi problemi?
    Benissimo: scriva un suo libro in cui identifica i veri colpevoli, non si limiti a elencarli e ripeterli come in un mantra.
    Travaglio & Co andranno avanti a scrivere i loro.
    Si chiama libertà di stampa.

  • marimari

    cerca di aprire gli occhi ed è esasperato dagli idioti
    praticamente è rimasto pochissimo margine e se la gente non si sveglia
    domani vivremo in riserve di indiani o in HLM del tutto impoveriti

    perché ci hanno preso il paese

  • malfidato

    tempo fa pensavo:
    per come sono gli italiani, quando questi gli cominciano a toccare i soldi succede un casino!
    ci speravo, ci credevo.
    ora invece ha devo dar ragione al sig. barnard, vogliamo continuare a guardare o vogliamo cominciare a prenderli a mazzate sulle gengive?
    vogliamo guardare o vogliamo riprenderci la nostra civiltà?
    vogliamo guardare o vogliamo vivere?
    di pietro e travaglio fanno veramente ridere.
    di pietro è come i contestatori dell’onda verde iraniana, contestano, si ribellano, poi chiedono aiuto all’occidente! bei ribelli.
    purtroppo caro barnard, gli italiani penso abbiano bisogno di una spinta, sono troppo anestetizzati, non riesco a capire come ci si può svegliare e incazzarsi! dopo tutto quello che ci è stato tolto e non abbiamo alzato una paglia, cosa deve succedere per riaccendere un pò di orgoglio in petto?

  • radisol

    Bah … sono sicuramente assai distante dall’impostazione tardo/girotondina e tutta “law and order” di Di Pietro, Grillo e compagnia cantante … e soprattutto di Travaglio …..
    Credo infatti che la contraddizione principale sia sempre quella socio/economica e non quella tra una presunta “legalità” ed una altrettanto presunta “illegalità” ….
    Ma quantdo sento Barnard – che peraltro, Palestina a parte, mi sembra ampiamente anche lui attingere allo stesso filone girotondino/giustizialista – parlare in particolare di Travaglio, ho sempre l’impressione che il sentimento che lo anima, al di là dei contenuti, è soprattutto una grandissima invidia personale per il successo che, forse immeritatamente, Travaglio riscuote in termini di successo personale e popolarità ….
    Forse mi sbaglio …. ma l’impressione è precisamente quella ….

  • nessuno

    Ho fatto un piccolo riassunto dei post precedenti al tuo inteevento con richiesta di ban e vedo che qui di insulti ce ne sono a josa, ma tu vedi solo il mio questi sono di portobf

    Se c’è uno andato, coglione, quello sei tu. SVEGLIATI1

    Sei di una banalità “stupefacente”, che pastiglie ti sei ingollato per svegliarti?

    Ma cosa ridi, hai qualche specchio a casa? Guardati!

    Re: GLI IDIOTI (Voto: 1)
    di francesco67 il Domenica, 12 luglio @ 16:33:15 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio)
    STREPITOSO!

    Esempio questo strepitoso a chi è rivolto?
    E poi si contnua…

    Ma siete tutti uguali, lobatomizzati.

    Non occorre che fai tante storie, nessuno ti costringe a leggere, e poi non parlare al plurale (vengono a “darci”)(pretende di venirci a dire) etc., parla per te, genio.

    Non fare del sarcasmo, nessuno.

    La maggior parte dei commenti che ho letto, a parte 1 (ironico? Spero di no), è contro Barnard, incredibile! Quello che B. ha scritto, invece, dovrebbe far riflettere un pò di più, ma a qualcuno evidentemente piace sparare cazzate da tifosi di Grillo e compagnia. Per quel che vale, sono d’accordo con Paolo Barnard al cento x cento.

    Re: GLI IDIOTI (Voto: 1)
    di Lucadamico83 il Lunedì, 13 luglio @ 01:05:18 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio)
    Richiedo ufficialmente che l’utente Nessuno venga bannato per i continui insulti ed il poco rispetto che mostra verso chi non la pensa come lui. Attenzione, questa non è censura ma la pretesa che vengano quanto meno rispettate le regola della buona educazione.

    Vedendo la sequenza mi domando ma come mai ti sei rivolto proprio a me con tutta la tua indignazione da fasullo?
    Quelli riportati secondo te sono complimenti?

  • Tao

    UNA SPIEGAZIONE PER TUTTE

    DI PAOLO BARNARD
    paolobarnard.info

    Una volta per tutte. Io me la prendo con i ‘paladini’ dell’Antisistema italiano, e soprattutto con le masse che li seguono, per motivi di drammatica gravità, per motivi assolutamente centrali alla vita di ogni italiano decente, e non, ripeto, non per vena polemica, per invidia, per rancorosità e frustrazione. Di seguito le ragioni. Ma ancora una nota, e di nuovo una volta per tutte: se io avessi voluto essere famoso, avere cioè il successo dei sopraccitati ‘paladini’, sarei semplicemente rimasto aggrappato al loro carrozzone quando su di esso io ero ben saldo. Ma la mia mente è libera, e nell’istante in cui mi sono accorto dove quel carrozzone trionfante e colmo di fama ci stava portando, l’ho abbandonato e l’ho criticato, metaforicamente sparando alla tempia del mio futuro di ‘personaggio pubblico’. Capito? Ora la parte importante.

    Ogni democrazia del mondo, senza contare i Paesi poveri, è da 35 anni sotto una minaccia immane, che risponde ai seguenti nomi: Neoliberismo – Libero Mercato – Esistenza Commerciale – Cultura della Visibilità – Atomizzazione dell’individuo civico – Dittatura della classe degli investitori internazionali – Distruzione dell’Ambiente. La vita di ciascuno di noi – come lavoratori, come genitori, come figli, come comunità – è stata triturata negli ultimi 35 anni da queste forze sovranazionali, organizzatesi con una potenza di fuoco spaventosa. Siamo di fronte alla versione moderna e cosmeticamente adattata degli assolutismi devastanti dei secoli che ci hanno preceduto. Come sempre nella Storia l’unica speranza, l’unica!, esistente per ostacolare quella macchina mostruosa sono le Società Civili Organizzate. Cioè le persone comuni.

    In Italia esisteva una Società Civile Organizzata. Essa era la nostra unica e sicuramente ultima speranza di salvare il Paese dalle sopraccitate entità e dalla devastazione sociale che ci hanno portato, e di cui Berlusconi è solo un peduncolo attivo. Essa avrebbe potuto studiare il nemico, capirne le origini lontane, la potenza di fuoco e attivarsi con metodo per neutralizzarne i colpi.

    Ma l’Italia è stata invasa da un nugolo di personaggi cinici e scaltri, egomaniacali e assetati di fama, cioè i ‘paladini dell’Antisistema’ Travaglio-Grillo-Di Pietro e soci, che sono riusciti nell’impresa di convincere la nostra Società Civile Organizzata ad occuparsi con energia maniacale di aspetti marginali, insulsi e isterici della vita pubblica italiana. Oggi centinaia di migliaia di italiani potenzialmente utili a salvarci la vita, sono perduti come zombies ipnotizzati che rantolano dietro a vicende assurde o minori e che con il dramma del XX e XXI secolo non hanno nulla o pochissimo a che fare. Costoro sono degli idioti che hanno scelto di gettare a mare le ultime miserrime speranze di salvare l’Italia per occuparsi di ciò che altri idioti in malafede gli hanno ficcato nel cranio per loro esclusivo cinico vantaggio. Questa è una tragedia, che pagheremo tutti per decenni, e i nostri discendenti per secoli. Grillo, Travaglio, Lorenzo Fazio, Sabina Guzzanti, Piero Ricca, Antonio Di Pietro e i loro complici sono direttamente responsabili della morte dell’ultima speranza di salvarci da ciò che sta inghiottendo la mia vita, la tua e quella dei nostri figli. Chiaro ora?

    Paolo Barnard
    Fonte: http://www.paolobarnard.info
    Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=121
    13.07.2009

  • TitusI

    Ma perche’ questa e’ una votazione? Quando anche ci fosse un vincitore, questo cosa dimostrerebbe?
    E poi, ti sono grato di aver scritto qualcosa, criticavo i tuoi post precedenti.
    Comunque difendi la posizione, fa pure.

  • AnviL

    Banalità? Si si tu invece pensa a cambiare pusher… che gente!!!

  • Cornelia

    No Paolo, ti sbagli. Se l’indignazione della parte di migliore della società civile italiana è stata “deviata” verso sciocchezze quali festini e veline non è colpa di Travaglio e soci.
    Dei problemi gravissimi che tu menzioni si parla dal 1999. Nel 2001 a Genova c’erano 300.000 persone. Se oggi non esistono più non è perché sono diventate tutte grilline: è perché il messaggio noglobal risulta indigesto al 99% della società civile di cui tu parli. E’ (è stato) semplicemente inaccettabile. E i media che hanno dipinto chi voleva far conoscere questi problemi come una massa di spaccavetrine, non ha contribuito alla presa di coscienza.
    Senza Travaglio e soci non ci saremmo riusciti lo stesso, a far rivoltare la gente contro questo sistema. Dobbiamo prenderne atto. Non c’è una preparazione culturale e sociale italiana che consenta ciò (cosa che in Francia esiste molto di più). Lo spazio oggi occupato da Travaglio sarebbe stato occupato da un bel nulla, non illudiamoci.
    Chi voleva capire ha capito da un pezzo, tutti gli altri sono ormai persi, e se corrono dietro alle magagne di Berlusconi è perché non avrebbero comunque saputo fare altro.

  • Cornelia

    Aggiungo che mi occupo dei problemi da te summenzionati da oltre 10 anni. Puoi immaginare quanto ne siano stati edotti i miei amici, parenti e conoscenti. Ebbene: tutti loro, malgrado perfettamente al corrente della situazione mondiale, campano la vita a interessarsi di Berlusconi e a scambiarsi vignette sui festini. E non sono una manica di imbecilli, ti assicuro.
    E’ che scelgono istintivamente la via più facile, meno indigesta, meno amara, meno complicata per “ribellarsi”.

  • snypex

    BENVENUTI SU COMEDONCHISCIOTTE

    [email protected]

    Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo

    Evelyn Beatrice Hall, The Friends Of Voltaire

    (… non ho altro da aggiungere anche se per capire certi fatti bisogna conoscerne i retroscena.)

  • harth88

    Barnard, io ho sempre apprezzato i tuoi articoli (quando parlano di qualcosa…) e reportage. Non riesco davvero a capire perchè ti devi sempre scagliare contro l’area dipietro-travaglista… Tu sei un giornalista che si occupa di politica mondiale e che dà voce ai miseri della terra. Travaglio è un giornalista che si occupa di cronaca giudiziaria e (come dovrebbe fare qualsiasi liberale) si batte contro vari problemi dell’Italia come il conflitto di interessi, i monopoli, il bilanciamento dei poteri. Ma con quale mandato divino ti senti autorizzato a giudicare le aree di interesse degli altri? Posso capire che uno sia amareggiato dal fatto che quei problemi più “piccoli” abbiano più visibilità di altri globali e moplto più importanti, ma le accuse gli insulti sono esagerati… Bisogna ammettere che mentre tu rimani in un’alone di semi-sconosciutezza, loro almeno riescono ad arrivare a più persone (direi che mentre travaglio lo leggono un buon 10% tu non arrivi neanche allo 0,05% degli italiani). E’ da bambini dell’asilo poi accusarsi continuamente su chi guadagna di più dai libri (tra l’altro il tuo ultimo post era una pubblicità al tuo libro……..). Perchè i giornalisti seri devono sempre beccarsi l’un l’altro mentre i servi vanno sempre d’amore e d’accordo?

  • vimana2

    Per me barnad ha pienamente ragione come quasi sempre, eccetto che per l’ 11/9, solo che ha idee vecchie……

  • nessuno

    No hai ragione ho sbagliato termine dovevo scrivere statistica
    E visto che tu sei premurato di contare i miei post pensavo potessi fare cosa utile(sic) contando i pro i contro
    E io ti sono grato della critica molto costruttiva anche se qualcosa ho scritto ma forse te lo sei perso mentre eri impegnato a far la conta
    Bene ora mi vado a pappare un bel pò di pesciolini freschi freschi appena pescati ( per i genovesi vado da Cicchetti a Quinto)
    Per chi mi volesse trovare il numero telefonico è sull’elenco basta che chiediate di nessuno e la risposta sarà immediata
    Ps. datevi da fare bisogna passare i 150 post di commento cosi la mikaela li mette nelle statistiche

  • barlavento

    Senti Paolo, la settimana scorsa ho provato varie volte ad entrare nel tuo sito http://www.paolobarnard.info ed il mio antivirus ha sempre bloccato l’entrata detettando, malware, troiani, spartani……. que pasa!!!????

  • g10rdan0

    Insultandosi in rete invece vi conferisce elevazione intellettuale, vero?

    Sarà mai possibile che le persone non riescano ad affrontarsi in dibattiti civili, anche accesi, ma mantenendo il rispetto per la persona fisica e intellettuale?!

    E ci lamentiamo di vivere in un paese che pare una cloaca, per giunta.

    E’ davvero disdicevole…

    Posso chiedere perchè, secondo il commentatore gianni72, PaoloB sarebbe definitivamente andato, a giudicare da quanto ha scritto?

  • g10rdan0

    Scusatemi ho sbagliato ad inserire il mio reply, indirizzato a gianni72.

    Resta comunque lo sbigottimento per la levatura degli attacchi personali che intercorrono tra i lettori di questo sito in generale, ma in particolare in questo “thread”.

  • marcello1950

    Condivido totalmente l’analisi di Barnard,

    mi dispiace che c’è tanta gente in Italia che è interessata solo al suo ombelico, ma è il modo di essere degli italiani; infatti molti sono interessati solo a fare polemica di cortile perchè il loro orizzonte non va oltre di quello di scazzarsi con il vicino.
    Berlusconi malgrado che il suo orizzonte politico sia ristretto ai suoi interessi personali, compreso la volontà di tacitare la stampa, nascondere la crisi, ecc ecc. malgrado la volontà di trasformare il parlamento in una sua corte personale di veline e ragazotti, malgrado tutto quel che ci vogliamo mettere lodo alfano, leggi ad personam, falsi in bilancio, soldi stornati da mediaset per finire sui suoi conti personali, malgrado sia un esportatore di capitali illeciti e malgrado sia una persona senza stile nel mischiarsi con escort e ragazzine ecc ecc ecc.
    malgrado tutto ciò, il fatto che abbia avuto il coraggio di contrastare la politica degli USA in tema di Russia, IRAN, Mediooriente e Somalia, con il rischio di venir fatto fuori politicamente [con storie di veline a cui sarebbe seguito il suo coinvolgimento in storie mafiose di gravità inaudita] ed invece riuscire a far cambiare politica agli USA anzi facendo digerire agli USA gli affari in concorrenza fatti con Russia, IRAN e Libia su petrolio commesse, oleodotti (sud stream) ecc. il fatto che gli stessi che sono stati politicamente sconfitti abbiamo dovuto ammettere che aveva avuto ragione Lui perchè la politica di Brezinsky avrebbe portato solo guai e disastri all’america ed all’Europa,
    il fatto che abbia avuto il coraggio di fare ciò rischiando di persona e con cio iniziando a recuperare un minimo di dignità e di indipendenza nazionale, ne fanno appunto uno statista, malgrado tutti gli orribili difetti di cui abbiamo parlato (ma che sono speculari a carenze di cultura democratica del popolo italiano)
    questo mentre tutti quelli che lo hanno preceduto dall’infido ed infame Amato a Prodi Ciampi compreso sono stati solo capaci di svendere l’italia, dilapidando le ricchezze e oltraggiando la dignità di una nazione.
    se poi Il Berlusca avesse il coraggio di risolvere il debito, (ma penso che tale coraggio gli manchi) allora passerebbe alla Storia.
  • marcello1950

    Caro Barnard, la tua battaglia se pensi che la puoi combattere con gli italiani di oggi è persa in partenza, la battaglia di indipendenza economica e politica dell’italia la si può combattere solo prescindendo dagli italiani, che sono peggiori della classe politica che li comanda.

  • g10rdan0

    Ma allora a sto punto, nessuno dovrebbe criticare più il giornalismo in generale, stando a quanto suggerisce lei.

    Personalmente credo che il lavoro dei Paolo Barnard, Paolo Gambescia, Carlo Bertani, Curzio Maltese, lo stesso Massimo Fini e altri che criticano i giornalisti/attivisti mezzo stampa della controinformazione (che scrivono spesso contro i loro stessi colleghi della carta stampata e dell’informazione televisiva) quando nei comportamenti di questi ultimi si trovino motivi di incoerenza con quanto vanno scrivendo e un’insufficiente aderenza alle reali problematiche democratiche, sia lodevole, seppur “antipatico”.

    Lodevole perchè se da una parte dimostrano di ambire al reale cambiamento dello status quo di una società civile alla deriva, esponendosi alle critiche (spesso ingiuriose) dei sostenitori di questi, cercando di stimolare la capacità critica di ogni lettore, liberandolo da qualsiasi pregiudizio dogmatico di sorta, dall’altro risulta pruriginoso perchè tende a gettare luce su quei coni d’ombra della mente umana, rappresentati appunto dai pregiudizi che ognuno alimenta ogni giorno -soprattutto inconsciamente- che sono un lascito delle nostre esperienze culturali, sociali e delle nostre convinzioni politiche.

    In sostanza: perchè invece di insultarci e insultare chi, per dirla con Antonio Di Pietro, ci indica la luna disquisendo sul suo dito, non ci si ferma un attimo a pensare, discutere della stessa?
    E ancora, una volta superato il cul de sac della mera discussione, perchè non iniziare a muoversi attivamente per dare seguito al reale cambiamento di questa società, magari incominciando da se stessi?

  • portoBF

    chiedo scusa anch’io mi sono lasciato un pò andare.

  • portoBF

    Non sai dire altro? Sei come un pappagallo che ripete? Mai un cick fu così appropriato, visto quello che “non” dici.
    Comunque, sono stufo di questa storia, se ti ho offeso mi dispiace, forse mi sono lasciato prendere la mano.

  • g10rdan0

    E’ vero, talvolta il singor Barnard sembra rivolgersi ad un pubblico lobotomizzato, se si entra nel merito del Metodo.

    E’ pur vero che, ne è esempio il commentatore che si firma con nessuno p.e., quanto lo stesso Barnard va scrivendo degli italiani è fatto reale: molti di noi commentatori si accapigliano su queste pagine internaute dimentichi che la polemica, farcita di insulti, non porta ad altro che ad un divisione della reale forza che una società civile possiede per sovvertire le opprimenti forze anti-democratiche che paghiamo ogni giorno, non prima di averle “scelte” per governarci pseudo-democraticamente: stiamo perdendo la coesione.

    E per il più semplice e avvilente dei motivi: principalmente perchè dissentiamo proprio “solo” su chi ci deve guidare, sulla sua rettitudine morale, sulla sua rettitudine intellettuale, sulla sua coerenza (o meno), senza prendere in considerazione il fatto che, se la democrazia fosse davvero tale, non sarebbe limitata alla scelta dei nostri leader, bensì alla condivisione degli onori e degli oneri da essa derivanti per la coesistenza civile.
    Ma come fare ad arrivare a tale status sociale se ci si incorna ancora su quanto sopra e se non si ha ancora -dopo più di cinquant’anni di storia “democratica”- veramente coscienza del fatto che, laddove si annidano interessi economici di qualsiasi natura, e di qualsivoglia portata, non c’è mai interesse per la res publica, nè per il bene comune, ma il solo sostentamento e continuazione degli interessi stessi, con buona pace di tutti i proclami volti a promuoverli da parte dei “paladini” della correttezza democratica e della purezza d’animo?!

  • portoBF

    Sei troppo nervoso, cerca di stare calmo. Ohi, qui andiamo sul personale, ti piacerebbe saperlo eh furbetto, ma te lo voglio dire proprio perchè sei “nessuno”: non so chi è Mikaela, però se proprio insisti su quest’argomento,perchè non mi fai conoscere la tua di Mikaela sempre se un nessuno come te ce l’ha…….
    Si,mi sento “pridere” la testa, sai perchè: io ce l’ho……profumato!

  • portoBF

    Andate sempre sul becero, non sai dire qualcosa di più intelligente?

  • g10rdan0

    In effetti anche altri si sono lasciati andare al turpiloquio e all’offesa, però uno di loro si è pure scusato: segno che l’umanità talvolta lascia spazio all’accidia e all’istinto, dimentica del tratto che la contraddistingue dagli altri animali, e cioè la capacità di tenere a bada l’istintiva violenza -in questo caso verbale, mi si passi il paradosso- con l’ausilio dell’intelletto.

    Non leggo CDC da molto, ma i suoi interventi, non solo quelli che accompagnano gli articoli di Barnard, sono molto spesso ricchi di livore nei confronti di chi non la pensa come lei, oppure di sarcasmo irriguardoso, oppure di insinuazioni che non sembrano avere attinenza con il reale.

    A meno che lei abbia le prove della subordinazione dei vari “difensori” di Paolo Barnad, all’evidenza delle quali le chiederei di rimando infinitamente scusa.

    Per ora, ma solo per ora, mi sembra solo uno dei tanti italiani che, per dirla con Scalfari -ma con tanti altri intellettuali anche del passato- vede il male solo nel giardino dei suoi vicini, incurante dell’erbaccia che prolifera nel proprio.

  • portoBF

    Vedi? Carissimo “nessuno” non sono solo io a dirti quello che sei (ma tu non lo sai, eh si, nel tuo caso sarebbe chiedere troppo a madre natura)

  • portoBF

    Bevi meno.

  • portoBF

    …. per una vicenda dovuta alla manifesta incapacità professionale….

    Incapacità di cosa? Il comico fallito? O il leccaculo di israel?

  • portoBF

    Bubba, se mi permetti, non perdere tempo con tizi come “nessuno”, è inutile, prorio non capisce, ho provato anch’io, ma il demente mi ha dato del troll.
    ps) conosce solo poche parole, es. idiota, troll, e qualche altra, bisogna aver pazienza…..

  • marcello1950

    comunque un Ultimo accenno; Se La Grillo, travaglio and company alcuni in buona fede altri meno sono solo una fortuna per i fondatori e un disastro per l’italia LA COLPA NON E’ LORO la colpa non è dei Grillo Travaglio and company ma è degli Italiani del fatto che più della metà della popolazione italiana è familista se ne fa un baffo dell’etica pubblica e di qualsiasi etica (l’altra metà per un terzo è impiegata o casta che vive sulle spalle dello Stato fregando e fregandosene dei cittadini)

  • albertgast

    Concordo al 100% con quanto detto da Cornelia. Aggiungerei che se, come detto da Barnard, Berlusconi è solo un peduncolo, coerenza vorrebbe che contro quel peduncolo ci si scagliasse, e non contro gli spaventapasseri sparsi qua e là. Debbo ricordare l’esito delle ultime elezioni? 35% pdl e 8% idv. Debbo ricordare l’esito delle liste di grillo? Dove è andata benissimo sono arrivate al 3 e qualcosa. Quindi, ripeto, a chi si deve imputare la situazione italiana? Anche guardandola nell’ambito della crisi mondiale, si potrebbe discutere di quello che è stato fatto, di come è stato fatto e di quello che si poteva fare. Questo mi aspetterei da un giornalista serio. Invece si discute di coppe, quando la briscola è spade. Ecco cosa si fa oggigiorno. Sta diventando lo sport nazionale prendersela con chi conta poco per lasciare in pace chi conta veramente. E sembra uno sport che piace. Soprattutto prendiamocela con chi non conta un tubo nelle decisioni che ci riguardano da vicino, perchè altrimenti i supporters del premier cominciano a dar di fuori e ci coprono di insulti. Cari giornalisti, dove sono finite le inchieste serie? Ma vi siete minzoliniati proprio tutti?

  • portoBF

    Troll hai rotto il cazzo. mammma, che paura mi fai, becero decerebrato.
    Lo sai? Stanotte, scusa ,stamattina non dormirò, dalla paura. Che duro, sei proprio un duro,” troll hai rotto il cazzo”, madonna ,che frase, che intensità. Sei proprio uno stronzo molto duro.
    ps) ora di parola ne conosci un’altra: stronzo……
    Se vuoi puoi anche scrivere “strnzo”, per non sprecare inchiostro……..

  • GianniC

    Signor Bernard,
    credo che Lei abbia centranto perfettamente il problema. Ma per nostra sfortuna, è rimasta poca forma di vita intelligente sulla faccia della terra.
    Le persone non sono più capaci di pensare di testa propria, e quindi usano pensieri di altri… ed è qui che torna utile riciclare pensieri di questi falsi paladini della giustizia.

    I vari Grilli, Travagli etc. si nutrono dell’ignoranza dei Travaglini, Grillini etc etc.
    L’ignoranza è la loro forza. E d’ignoranza ne abbiamo in abbondanza.

  • nessuno

    Ma dove l’ha letto che si è scusato?
    Livore,sarcasmo irriguardoso, insinuazioni “non sembrano” avere attinenza con il reale
    Lei ha delle difficoltà di lettura si è perso parecchio
    Scusa la chieda lei a me per l’intervento censorio ha perso una buona occasione per stare zitto si legga questi:

    Re: GLI IDIOTI (Voto: 1)
    di portoBF il Lunedì, 13 luglio @ 08:20:36 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio)
    A te,TESTA DI CAZZO, non ho mai chiesto niente, se mi va di essere qui è perchè al momento non ho un cazzo da fare, ti disturba? O lavoratore indefesso ( più fesso che altro) ma perchè non te ne vai a lavorare anche per me, io stamani non ne ho voglia, sto a casa ,anzi tra un pò faccio colazione, alla facciaccia tua e poi me ne vado a letto. Buondì

    Re:francesco67 (Voto: 1)
    di francesco67 il Lunedì, 13 luglio @ 05:37:47 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio)
    Hai ragione, non vale la pena perdere tempo parlando con nessuno

    Re: GLI IDIOTI (Voto: 1)
    di portoBF il Lunedì, 13 luglio @ 08:03:50 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio)
    …. per una vicenda dovuta alla manifesta incapacità professionale…. Incapacità di cosa? Il comico fallito? O il leccaculo di israel?

    Re: GLI IDIOTI (Voto: 1)
    di portoBF il Lunedì, 13 luglio @ 08:10:39 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio)
    Bubba, se mi permetti, non perdere tempo con tizi come “nessuno”, è inutile, prorio non capisce, ho provato anch’io, ma il demente mi ha dato del troll. ps) conosce solo poche parole, es. idiota, troll, e qualche altra, bisogna aver pazienza…..

    Re: GLI IDIOTI (Voto: 1)
    di portoBF il Lunedì, 13 luglio @ 07:54:52 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio)
    Vedi? Carissimo “nessuno” non sono solo io a dirti quello che sei (ma tu non lo sai, eh si, nel tuo caso sarebbe chiedere troppo a madre natura)

    Re: GLI IDIOTI (Voto: 1)
    di portoBF il Lunedì, 13 luglio @ 08:30:21 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio)
    Smettila, guarda che ti vengo a prendere sotto casa, demente!

  • mikaela

    Basta appellarsi al regolamento dei Forum e comedonchiscotte ne ha uno. Basta leggerlo e contestare .
    Se riscontreranno l’indecenza .staccheranno il commento. e bloccheranno l’iscritto .questa operazione costa un po’ di lavoro e l’impegno del programmatore. Io l’ho fatto e il commento e’ sparito subito.

  • nessuno

    E non sei il solo a segnalare questo fatto
    Ma sai c’è uno che dice che gli hanno hakerato il sito

  • dozio

    Lo sfogo di Barnard lo capisco in toto.Paolo Barnard non è per tutti, ma per i pochi che davvero sanno distinguere la realtà dal teatro istituito dalla grande regia.

    Vai così Paolo.

  • BarnardP

    Leggi la seconda parte di questo http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=61 e tutto il mio Per Un Mondo Migliore. Ciao, B.

  • BarnardP

    Leggi la seconda parte di questo http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=61 e tutto il mio Per Un Mondo Migliore. Ciao, B.

  • BarnardP

    Legga il mio pezzo di spiegazione qui sotto. Grazie B.

  • BarnardP

    Me lo chiedo anch’io. Ciao, B.

  • nessuno

    Ti ci vedo a fare il moderatore, sei di un self control e di una precisione deduttiva impressionante
    Semmai CDC venisse moderato da te me ne andrei subito
    Quindi visto che se potessi mi uccideresti ti ho dato una dritta
    Naturalmente nello spazio di cinque minuti creerei un sito web e su server russi per farvi un pò di pubblicità su quello contaci.

  • BarnardP

    Sbagli. A Genova , come a Roma nel 2003 contro la guerra in Iraq, i numeri erano al 90% dovuti alla presenza dell’Odiato Designato, o se vuoi dei due Odiati Designati dell’epoca, Berlusconi e Bush. La quota di coloro che erano là per sincera dedizione ai temi era minoritaria e lo ha dimostrato il seguito dei movimenti nel governo Prodi (spariti). Ma soprattutto sbagli se ignori che la gran parte delle forze attive nel 2001 e 2003 si sono poi dedicate in massa ai ‘paladini’. Io questo l’ho verificato di persona quando per 2 anni assieme a Zanotelli abbiamo cercato di unire i gruppi sui temi e non su Berlusconi. Ci siamo visti la gente risucchiata dal boom Travaglio e soci, ci hanno ignorati presi dalla febbre dell’Antisistema. Ciao B.

  • BarnardP

    E’ un problema del tuo pc. Ho già verificato. Ciao B.

  • nessuno

    L’insurezione download [myfreefilehosting.com]

    Non c’è un libro da tradurre, né una storia da raccontare…
    (prefazione all’edizione italiana)
    «Lo scandalo di questo libro è che tutto quello che vi figura è rigorosamente e
    catastroficamente vero, e non cessa di avverarsi, ogni giorno di più». Queste le parole
    rilasciate il 25 maggio 2009, al quotidiano Le Monde, da Julien Coupat, rilasciato da lì a
    qualche giorno dopo una detenzione durata sei mesi, decisa sulla base di sospetti, e
    senza prova alcuna. Julien Coupat è accusato non tanto di essere il «capo» di una
    presunta «cellula terroristica», non tanto di aver sabotato le linee ferroviarie dell’alta
    velocità francese, quanto piuttosto di aver scritto L’insurrezione che viene, il libro che
    avete tra le mani. E queste sue parole potrebbero riassumere il motivo per il quale
    abbiamo deciso di tradurlo: perché quel che dice è vero, e soprattutto, lo dice. Senza
    compromessi di linguaggio e stile, senza promesse di comprensioni da raggiungere al
    termine di chissà quali interpretazioni, il Comitato Invisibile ha condensato nelle pagine
    che seguono una serie di esperienze sensibili a tutti, e da tutti immediatamente
    riconoscibili. L’insurrezione che viene non ha nulla a che vedere con i saggi di filosofia
    politica piazzati in un qualsiasi irraggiungibile pantheon di un qualsiasi vuoto
    dogmatismo: esso fa della vita e della realtà una questione, in primis, di riflessione e,
    conseguentemente, di azione. E lo fa con un atto, deliberato e tangibile, di
    riappropriazione della vita.
    Dovremmo quasi ringraziare il triste teatrino delle leggi antiterrorismo, dello stato
    d’eccezione e dello sciacallaggio mediatico riguardo alla presunta connessione tra
    L’insurrezione che viene e il cosiddetto «caso di Tarnac», per aver permesso che questo
    libro venisse letto su così vasta scala, in maniera collettiva, e spesso da un punto di vista
    pratico. Se non fosse stato per loro, probabilmente la gioia propagata da questo libro
    non avrebbe raggiunto così tante persone. Probabilmente, non avrebbe spinto altri a
    tradurlo nel proprio idioma, a parlarne in così tante occasioni, ad analizzare e mettere
    in atto le conseguenze che esso inevitabilmente porta con sé.
    Come Traduttori Invisibili, abbiamo tentato di rendere il più fedelmente possibile i
    contenuti de L’insurrezione che viene, trasponendolo in un’altra lingua, ma rimanendo
    strettamente legati allo spirito di ciò che viene espresso al suo interno. Abbiamo scelto
    l’anonimato anche come traduttori, per gli stessi motivi espressi più avanti dal Comitato
    Invisibile: il pensiero che è dietro a questo libro, è collettivo, collettiva è la sua
    redazion, e collettiva, contro la proprietà intellettuale, è la sua diffusione. Situatici in
    una qualche zona indefinita tra un comitato di sostegno e una possibile espressione del
    sentimento insurrezionale, abbiamo cercato di far superare a questo libro i confini del
    territorio linguistico francofono, per accendere la scintilla di un incendio fatto di
    riflessioni, incontri, decisioni e azioni che ogni comune che nascerà in seguito avrà modo
    autonomamente di sviluppare.
    Non c’è un libro da tradurre, né una storia da raccontare: c’è un ordine da far crollare.

  • ventosa

    Condivido per grandi linee l’analisi di Barnard, però non capisco perchè mettere in un unico calderone Travaglio, Santoro, Sabina Guzzanti, Di Pietro, Grillo etc. Così facendo si compie un tipo di analisi generalizzata che, da un lato è utile ad avvicinarsi alla causa base delle situazioni e dei problemi globali e da l’ennesimo spunto(Purtroppo perso da qualche frequentatore del sito…) per riflettere e confrontarsi, dall’altro butta al secchio quel “poco” di buono ed utile che nasce dalle attività dei signori criticati da Barnard. Mi riferisco principalmente all’accostamento di Grillo ai parolai di professione. Se va a fuoco la fabbrica in cui lavoro, è vero che chiamo i vigili del fuoco, ma nel frattemposi cerca di far evacuare i locali, di mettere in sicurezza gli impianti e, se ci si riesce, di limitare il propagarsi delle fiamme. Ecco, io non ho sposato Grillo, ma l’attenzione che da molti anni pone su questioni inerenti alla vita quotidiana di ciascuno di noi, ignorati completamente da intellettuali ed intellettualoidi, molto bravi ad indirizzare ma poco propensi a farsi venire i calli alle mani, sta comunque svegliando dal torpore molti giovani che fino a poco tempo prima avevano voglia di fare ma non sapevano cosa.
    Io sono daccordo, mi ripeto, con lei sig. Barnard, però nel frattempo c’è bisogno anche di chi combatta le piccole battaglie, mentre si reclutano soldati per combattere una guerra e, mi permetta, a me di tornare al nucleare, di continuare a vedere privatizzare l’acqua, di vedere progetti di cementificazione completamente inutili per la comunità (E le altre questioni portate avanti da Grillo, che lei sicuramente conosce), non piace affatto, pensando soprattutto alle generazioni che verranno.
    Per questo faccio un distinguo tra le attività “proposte” da Grillo, che reputo comunque importanti, anche se per il momento sul nostro territorio e la falsa politica dei parolai da lei citati.
    Saluti

  • nessuno

    Qui c’è un’altra segnalazione in merito
    Ma forse anche lui avrà dei problemi con il suo pc

    Fonte: https://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=15885

    daetil
    Registrato: Nov 28, 2008
    Messaggi: 2

    MessaggioInviato:
    Mar Mag 26, 2009 8:25 pm
    Oggetto: Rispondi citando
    be se è hackerato o no ditegli che entrando ci si busca sto bel signorino:

    Trojan-Downloader.JS.Iframe.azl

    Quindi occhio a tutti andateci guantati

  • Allarmerosso

    QUOTO IN TOTO

  • marimari

    @cornelia
    travaglio pesca in quella merda
    e fa deviazione di informazione
    esattamente come grillo e di pietro

  • valis

    Il problema dell’Italia è Travaglio.
    Di Pietro vuole che qualcuno invada il nostro paese.
    Dobbiamo fermarli!
    Paolo Barnard è colui che ci farà aprire gli occhi su queste grandi verità.
    Chi non lo capisce è un idiota.
    E nessuno sembra ancora capace di ragionare con la propria testa.

  • marimari
  • Allarmerosso

    Grande dall’alto della “tua incompetenza” secondo me hai scritto uno dei commenti fin qui piu sensati che ho letto . Che possa essere giusto o meno vero o falso d’accordo o no . rimane che c’è un pensiero espresso con saggezza e dopo aver letto una caterva d’insulti ( INUTILI ) fa piacere 🙂

    ciaociao

  • Allarmerosso

    E tu non leggerle !!!

  • ventosa

    Ti ringrazio,marimari, lo avevo già visto ma hai fatto bene a postarlo. La prima cosa che mi saltò in mente, subito dopo la visione, è che dava l’immagine di un Grillo in commistione con lobby di potere molto influenti e, di conseguenza, che fosse un documento creato ad arte per attaccarne l’immagine, come nella legge del contarappasso, sfruttando lo schema che utilizzò lui per mostrare il sistema delle scatole cinesi nella gestione delle aziende legate a Tronchetti Provera, tant’è che, nonostante quella avrebbe potuto essere una strada percorribile, non ebbe più seguito. Se non ricordo male(Ora non ho tempo per rivedere il filmato), nei vari passaggi c’erano anche dei “pare” o “sembra”.
    Attenzione alle tecniche di disinformazione!
    Comunque, come già scritto precedentemente, non ho preconcetti, sto in guardia e, se mi accorgo di avere preso una cantonata, ho tutta una vita davanti..
    Grazie, comunque.

  • Franky_Ramone

    Sto leggendo ‘Il Tallone di Ferro’ di Jack London e mi ha colpito il suo modo di pensare riguardo all’evoluzione della società. In realtà le sue idee possono risultare da primi del novecento e in gran parte superate, però a volte penso che ormai anche noi ci stiamo avvicinando di più ad un qualcosa di imprevedibile e totalmente nuovo. Mi risulta veramente difficile poter pensare a come sarà il futuro, ma una cosa è certa e la condivido con London: non possiamo tornare indietro.

  • mikaela

    http://www.youtube.com/watch?v=KmV1UxyLQM8
    video disponibile di questo intervento su you tube
    questa e’ la trascrizione perche’ si sente poco…………………………

    LA POLITICA NON FA I NOSTRI INTERESSI
    Mi chiamo Paolo Barnard sono stato con Report la trasmissione di Milena Gabanelli per molti anni ora sono passato con Giovanni Minoli. E’ il giorno della giustizia questo. Vorrei parlare molto della giustizia della guerra al terrorismo di cui mi sono occupato lungamente, ci sarebbe tanto da dire pero’ non credo d’avere il tempo per aprire questo grandissimo dibattito sulla giustizia della guerra, sulla cosiddetta guerra al terrorismo. Invece devo parlarvi di quella iniziativa che con Alex Zanottelli con Castagnola con Antonio Veronitti con Ciotti e altri abbiamo cercato di lanciare di mandare avanti, credo vi sia stato dato (credo spero) un volantino all’inizio di questa marcia. Allora vi dico rapidamente da dove parte questa idea che abbiamo avuto. Parte dalla realizzazione che ora tocca a noi tocca a noi come persone perche’ la politica che ci ha sempre poco rappresentato a questo punto non ci rappresenta piu’ per niente in assoluto , vi spiego perche’…….La politica oggi serve la classe degli investitori internazionali ricordatevi questo nome perche’ e’ importante esiste una classe di investitori internazionali che detta legge alla politica. questa non e’ dietrologia non e’ una fantasia ideologica. Io ho indagato per esempio le attivita’ del Transatlantic Business Dialogue che e’ un associazione di 230 fra le piu’ potenti multinazionali e istituti finanziari del mondo che ogni anno a Bruxel fa una relazione che porta alla Commissione Europea che e’ tenuta a leggere la relazione, è tenuta a commentare questa relazione ed e’ tenuta a rispondere al Transatlantic Business Dialogue su che cosa pensano di questa relazione e che cosa potranno fare per desiderare che gli stampi questa relazione. Ora questo e’ il Transatlantic Business Dialogue che detta legge alla Commissione Europea la quale poi a pioggia detta legge fra i Governi d’Europa. Se volete sapere da dove viene la flessibilita’ sul lavoro da dove viene l’attacco ai beni comuni, basta che andate a leggere l’Omega Project nell’ Adam Smith Institute di Londra dove Milton Friedman aveva gia’ pensato queste cose in anni assolutamente non sospetti e guarda caso quello che ha scritto nell’Omega Project è successo puntualmente, una cosa dopo l’altra, governi di destra, governi di centro, governi di centro sinistra, e non ha fatto nessuna differenza. Ora quando io vi dico che la politica non ci ascolta che non ha fatto mai i vostri interessi dico esattamente queste cose. L’altro motivo per cui la politica non fa i vostri interessi e’ che chiunque come me che sta alla Rai o gira per Roma in certi ambienti sente, percepisce che noi siamo l’ultimo interesse del politicante dopo che ha soddisfatto altri 99 interessi. Veramente credetemi questo e’ quello che succede. C’e’ questa iniziativa che e’ partita, noi diciamo basta, noi vogliamo prendere in mano la politica ,siamo noi che vogliamo farla. Guardate non c’e’ alternativa, veramente non c’e’ alternativa a questo punto. Ecco l’iniziativa la stiamo facendo partire con una certa fatica, l’idea e quella che ciascuno di voi si faccia portavoce a catena di questa cosa.

  • castigo

    Re: GLI IDIOTI (Voto: 1)
    di nessuno il Domenica, 12 luglio @ 22:14:06 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio) )
    Ma che cazzo vuoi idiota?

    Re: GLI IDIOTI (Voto: 1)
    di nessuno il Domenica, 12 luglio @ 22:14:58 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio) )
    O troll tu non hai bisogno di stupefacenti sei rincoglionito dall anascita

    Re: GLI IDIOTI (Voto: 1)
    di nessuno il Domenica, 12 luglio @ 22:15:28 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio) )
    Troll hai rotto il cazzo

    Re: GLI IDIOTI (Voto: 1)
    di nessuno il Domenica, 12 luglio @ 22:15:59 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio) )
    Troll hai rotto il cazzo

    Re: GLI IDIOTI (Voto: 1)
    di nessuno il Domenica, 12 luglio @ 21:34:07 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio) )
    E si ci vuole comprensione , apertura mentale e molta molta empatia
    In genere la ragione si da a ?

    Re: GLI IDIOTI (Voto: 1)
    di nessuno il Domenica, 12 luglio @ 22:19:26 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio) )
    Se permetti ti quoto
    Anche io penso che farebbe meglio a lavorare invece di scrivere delle CAZZATE

    Re: GLI IDIOTI (Voto: 1)
    di nessuno il Domenica, 12 luglio @ 22:40:48 CDT
    (Info Utente | Invia un Messaggio)

    Online ora: 01 : mikaela 02 : portoBF 03 : alvit 04 : nessuno 05 : BarnardP 06 : GinoAnceschi

    La clac al completo o manca qualcuno? Ma non ti vergogni di fare queste buffonate?
    Sono le sei del mattino io inizio a lavorare e tu cosa fai parassita?

  • mikaela

    Cornelia qui potrai ascoltare il video di Barnard della presentazione di quella bella iniziativa
    c’e’ anche la trascrizione che ti riporto sotto perche’ l’auidio e’ molto basso la trascrizione e’ anche al lato del video…….
    http://www.youtube.com/user/4iwishyou

    LA POLITICA NON FA I NOSTRI INTERESSI
    Mi chiamo Paolo Barnard sono stato con Report la trasmissione di Milena Gabanelli per molti anni ora sono passato con Giovanni Minoli. E’ il giorno della giustizia questo. Vorrei parlare molto della giustizia della guerra al terrorismo di cui mi sono occupato lungamente, ci sarebbe tanto da dire pero’ non credo d’avere il tempo per aprire questo grandissimo dibattito sulla giustizia della guerra, sulla cosiddetta guerra al terrorismo. Invece devo parlarvi di quella iniziativa che con Alex Zanottelli con Castagnola con Antonio Veronitti con Ciotti e altri abbiamo cercato di lanciare di mandare avanti, credo vi sia stato dato (credo spero) un volantino all’inizio di questa marcia. Allora vi dico rapidamente da dove parte questa idea che abbiamo avuto. Parte dalla realizzazione che ora tocca a noi tocca a noi come persone perche’ la politica che ci ha sempre poco rappresentato a questo punto non ci rappresenta piu’ per niente in assoluto , vi spiego perche’…….La politica oggi serve la classe degli investitori internazionali ricordatevi questo nome perche’ e’ importante esiste una classe di investitori internazionali che detta legge alla politica. questa non e’ dietrologia non e’ una fantasia ideologica. Io ho indagato per esempio le attivita’ del Transatlantic Business Dialogue che e’ un associazione di 230 fra le piu’ potenti multinazionali e istituti finanziari del mondo che ogni anno a Bruxel fa una relazione che porta alla Commissione Europea che e’ tenuta a leggere la relazione, è tenuta a commentare questa relazione ed e’ tenuta a rispondere al Transatlantic Business Dialogue su che cosa pensano di questa relazione e che cosa potranno fare per desiderare che gli stampi questa relazione. Ora questo e’ il Transatlantic Business Dialogue che detta legge alla Commissione Europea la quale poi a pioggia detta legge fra i Governi d’Europa. Se volete sapere da dove viene la flessibilita’ sul lavoro da dove viene l’attacco ai beni comuni, basta che andate a leggere l’Omega Project nell’ Adam Smith Institute di Londra dove Milton Friedman aveva gia’ pensato queste cose in anni assolutamente non sospetti e guarda caso quello che ha scritto nell’Omega Project è successo puntualmente, una cosa dopo l’altra, governi di destra, governi di centro, governi di centro sinistra, e non ha fatto nessuna differenza. Ora quando io vi dico che la politica non ci ascolta che non ha fatto mai i vostri interessi dico esattamente queste cose. L’altro motivo per cui la politica non fa i vostri interessi e’ che chiunque come me che sta alla Rai o gira per Roma in certi ambienti sente, percepisce che noi siamo l’ultimo interesse del politicante dopo che ha soddisfatto altri 99 interessi. Veramente credetemi questo e’ quello che succede. C’e’ questa iniziativa che e’ partita, noi diciamo basta, noi vogliamo prendere in mano la politica ,siamo noi che vogliamo farla. Guardate non c’e’ alternativa, veramente non c’e’ alternativa a questo punto. Ecco l’iniziativa la stiamo facendo partire con una certa fatica, l’idea e quella che ciascuno di voi si faccia portavoce a catena di questa cosa.
    Vorrei lasciare ad Alberto Castagnola i minuti per la spiegazione esattamente di che cosa si tratta e di cosa si puo’ fare grazie.

  • LonanHista

    egregio barnard, io lo scrivo da sempre:

    SVEJAAAAA PECORONIIIII!!!!! E SONO TANTI PURTROPPO ANCHE IN QUESTO SITO……………….ma è tutto inutile, il nostro paese è diventato un gregge di piccoli borghesi, pecore con la panza piena a ruminare sdraiate all’ombra, qualcuna bela e per non sentirla le altre pecore le cedono un pò di spazio…..basta sfogarsi in tv o peggio nei BLOG SIMIL GRILLO e passa tutto…….E NESSUNA DI LORO IMBORGHESITA ACCETTA LAVORI UMILI DELEGATI AI NUOVI PROLETARI CIOè GLI IMMIGRATI….intanto il male del paese, tutto il male è comunque berlusconi(CHE FA MOLTO PIù COMODO ALLA SX CHE ALLA DX….altrimenti che cazzo farebbero i travajo e accozzaglia pancontaglia varia intellettual radical chic?)……………ps.grazie barnard, siamo in 2 a pensare e scrivere(ci provo da una vita)le stesse, il che non è molto, forse è poco, ma è più di niente.
    http://www.cincinnato1961.splinder.com

  • mikaela

    grazie per la segnalazione .

  • Tonguessy

    EFFINALMENTE QUALCUNO CHE CAPISCE LE COSE! Bravo G10rdano! E’ esattamente il mio punto, ed il motivo per cui Barnard NON PUO’ essere un riferimento per il movimento: troppi distinguo, troppe frecce avvelenate, troppe bombe lanciate tra le stesse fila di chi potenzialmente potrebbe seguirlo non possono che nuocere alla coesione che auspichiamo (io e te almeno). Non voglio più i duri e puri, ho bisogno di qualcuno che eviti il populismo ma sappia capire cosa siano gli interessi della Res Publica e li sappia difendere. Con un METODO che eviti la violenza, che sappia dialogare (e non dare inizio a guerre) con chi la pensa diversamente. Che non usi l’offesa come METODO, ma il dialogo.

  • nessuno

    Bravo castigo hai fatto una cosa utile ora però devi mettere le mie risposte al posto giusto altrimenti dimostri a tutti quello che sei un fasullo
    Datti da fare e vedrai che quadretto

  • pietro200

    mi unisco al vostro pensiero.
    anima e corpo, s’intende.

  • hammurabi

    Una volta per tutte. Io me la prendo con i ‘paladini’ dell’Antisistema italiano, e soprattutto con le masse che li seguono, per motivi di drammatica gravità, per motivi assolutamente centrali alla vita di ogni italiano decente, e non, ripeto, non per vena polemica, per invidia, per rancorosità e frustrazione. Di seguito le ragioni. Ma ancora una nota, e di nuovo una volta per tutte: se io avessi voluto essere famoso, avere cioè il successo dei sopraccitati ‘paladini’, sarei semplicemente rimasto aggrappato al loro carrozzone quando su di esso io ero ben saldo.

    Clap clap clap. Tu non vuoi i soldi, disprezzi il successo e tutti quelli che ce l’hanno (il sospetto che siano più bravi e intelligenti di lei non la sfiora, eh?). Però rompi la palle da mane a sera. Ma allora che cazzo vuoi, Barnard? vuoi che venga a casa tua a farti un pompino?

    Ma la mia mente è libera…

    e te lo dici da solo? e se invece fossi solo un cretino che spara cazzate?

    Ogni democrazia del mondo, senza contare i Paesi poveri, è da 35 anni sotto una minaccia immane, che risponde ai seguenti nomi: Neoliberismo – Libero Mercato – Esistenza Commerciale – Cultura della Visibilità – Atomizzazione dell’individuo civico – Dittatura della classe degli investitori internazionali – Distruzione dell’Ambiente.

    Sì dà il caso che cose come il liberismo ed il libero mercato ad alcuni piacciano. Libero di non pensarla così, ma non di scatenare una caccia alle streghe contro chiunque non sia perseguitato dagli stessi tuoi fantasmi, peraltro senza uno straccio di argomentazione.

    Parla delle cose che sai, se sei in grado di articolare un discorso, lascia fare agli altri il loro mestiere, e se non sei capace allora vaffanculo. Porca miseria Barnard, hai veramente rotto il cazzo. Sei patetico.

  • Eli

    E tu psicopatico.

  • Cataldo

    L’operazione di Barnard è una cosa che si è sempre vista. Cambiano gli scenari, cambiano le modalità, cambia, ma solo nelle apparenze, la biografia degli attori, gli esiti sono sempre gli stessi. Giuliano Ferrara rappresenta il prototipo di questi intellettuali che scientemente si schierano a difendere il potere, partendo da posizioni costruite tra le schiere dei suoi oppositori o a queste contigue.
    Nel caso Barnard utilizza uno strumento classico, di questa retorica cocchiera: il ben’altrismo. Ovvero, noi ci preoccupiamo di un pericolo apparente, mentre ben’altri sono i pericoli. La cosa pericolosa di questo stilema di propaganda è che fa sempre presa, per il semplice motivo che trasla l’oggetto del discorso su un piano diverso, spiazzando normalmente l’interlocutore sempre più infarlocchito, ormai.
    Barnard è sicuro, come lo era illo tempore Ferrara, che i suoi sforzi saranno premiati lautamente.
    Il signor B, grazie anche ai Barnard, puo ormai fare quello che gli pare, dove non arrivano ad azzannare i suoi fedeli cani di razza, quindi fuori dagli spazi dominati dell’informazione di massa, si lanciano questi furbi bastardelli che sono sicuri che troveranno l’amica mano a carezzarli in futuro.
    Barnard si forza di essere diverso, ma il fetore che emana è antico per i nostri stanchi olfatti.

  • albertgast

    Mi spiace ma la tua teoria non mi convince. Non credo che se la gente ha smesso di fare grandi proteste sia colpa di Grillo & Co. E’ più facile che si sia stancata di andare a dimostrare per ottenere ogni volta il nulla. Ripeto per l’ennesima volta, se le cose non funzionano sarebbe buona norma protestare contro chi le cose le fa, non contro chi a sua volta protesta, anche se in modo diverso. Fra l’altro, avendo letto per un pò il blog di Grillo, tanto per sapere di cosa si parlava, ho notato che siete molto simili: anche da quelle parti 9 su 10 ci se la prende con chi non è al comando, cambia solo l’oggetto della critica. Sarebbe come dire che quando c’era Prodi, le caxxate che ha fatto non erano imputabili a lui, ma a un qualche movimento d’opposizione. Mi sembra una stupidaggine. Vero è che qui nessuno ha mai colpa di nulla: se i salari sono bassi o se i lavoratori perdono i loro diritti la colpa non è dei datori di lavoro, ma dei sindacati (per carità anche loro sono colpevoli, ma non i soli colpevoli), se si vengono a sapere le magagne di qualche politico (dx o sn) la colpa è dei giornalisti, se qualche alto papavero viene inquisito la colpa è dei giudici (mai di chi ha commesso il reato), d’altra parte se un magistrato ci mette 10 anni a trascrivere una sentenza, la colpa è del governo che ha tagliato i fondi. E così abbiamo quadrato il cerchio. Alla fine vorrei umilmente porre una domanda: attaccare chi non ha in mano il potere, oppure non attaccare chi il potere ce l’ha e lo sta usando, quando le cose vanno male, a chi giova?

  • doppio

    io frequento il sito cdc però non intervengo mai; ora però voglio dire chiaramente che sono con Barnard, e ne vorrei cento mille come lui, perchè forse ci sarebbe un pò più speranza di cambiare lo schifo in cui siamo immersi. Forza Paolo, continua così (però ricrediti sull’11/9!!!

  • pietro200

    personalmente non penso che dire la verita’ significa offendere.

  • Hassan

    La cosa divertente, è che Barnard cita anche Piero Ricca fra chi ha rovinato l’Italia, dimostrando ancora una volta quanto la sua visione della realtà sia completamente distorta e fuori dal mondo. Gli incontri che fa Piero Ricca, pubblicizzati nel suo blog, generalmente non attirano più di 150-200 persone ( http://www.pieroricca.org/2009/06/14/operazione-agora/ ).

    E questo, secondo la visione di Barnard, sarebbe il “paladino anti-sistema che sta imbrogliando le masse”.

    A pensar male, si direbbe che Barnard stia operando una sorta di “divide et impera” all’interno del VARIEGATO movimento “anti-sistema”, che vede al suo interno gente di destra, di sinistra, credenti, non credenti etc.etc. Strategia tesa alla frammentazione di tale movimento per renderlo inefficace.

    Stiano attenti i Barnard-boys… occhio alle fregature, generalmente chi si propone come “l’unico puro” crea un seguito che spesso si coagula in forme molto simili alle SETTE, dove c’è il Messia e i suoi Discepoli…

  • myone

    Se Travaglio ha fatto fuori tutti dalla scena, mi e’ sembrato di capire,
    allora sulla scena si alternano solamente marionette.
    A= Chi dice qualcosa lo deve dire rincolgionendolo con il finto, altrimenti si fa brutta figura,
    oppure, scolgionando, fa ridere, e allora ci si specula.
    B= Se rimane Travaglio e de petro, siamo messi propio all’ osso.
    Gia’ loro prendono la scena, bastano e avanzano, a fare da punta a quello che e’ il senso del capire.

    La politica e’ un burattinaio.
    Fazino ha detto che grillo e’ un problema, perche’ poco serio ah ah ah
    non si e’ mai fatto la tessera del partito, e poi fa il comico, e non la politica.
    Gia’ qui, siamo gia’ sgonfiati.

    Politica, oppinione, intelligenza, volonta’, comprensione,
    sono tutti ingredienti da circo e da comiche drammatiche.

    Media, politica, e vita sociale, gravitano sempre sopra un filtro, mentre le realta’ sono realta’,
    diverse, vere, e volgiono risposte, non inciuci, intrighi, lavaggi mentali intellettualoidi.

    Nessuno sa’ piu’ chiamare le cose come sono, ma come le confezionano,
    ed e’ vero, che gli italioti ormai rinco, bevono e bevono…. purtroppo, in mancanza di altro.

    RIPETO:
    (povero grillo equilibrista domatore)
    quando e’ che c’e’ un partito a tutti gli effetti, con classe intelligente capace di gestire uno stato,
    che chiuda le frontiere, affinche’ l ‘ italia sia un paese modello e non monello,
    e che sappia riequilibrare il senso del vivere comune, con tutti i cambiamenti che servono?

    A quando, grillo e compani di ogni genere, non mettono sforzi e materia,
    per fare una TV privata dell’ informazione, 24×24 ore, dove le persone,
    possano venire veramente informati, partendo da CDC in su’, se si puo’.
    A QUANDO MAI ??????

    A quando mai, una volgia di cambiare vita e modi, che sia radicale, coscente, davanti al vero bisogno e davanti alle vere soluzioni?

    Finche’ nulla si muove, si va avanti a romanzi, e quando va bene, altriemnti,
    si va avanti a tragiche barzellette continue.

  • myone

    Se Travaglio c’e’, e’ lui che ha fatto fuori tutti.
    Berlusca, si e’ ormai stufato di pantomine varie.
    Ha ragione. Fa’ il suo lavoro, e i ciuci li lascia in stalla.

    POi dico, ma che ci fa’ a parare su queste menate. Da qui si vede che pezzo di uomo e’. Starebbe piu’ sull’ altra sponda, quella dei checca-inutili.
    E’ troppo rap-soft da salotto mondano, Non gratta e ne morde, succhia.
    Che froci di persone. Parlo in generale.

  • mikaela

    Stiano attenti i Barnard-boys… occhio alle fregature, generalmente chi si propone come “l’unico puro” crea un seguito che spesso si coagula in forme molto simili alle SETTE, dove c’è il Messia e i suoi Discepoli…
    ……………………………………………………………..Io non mi sento Barnard’s Boy Ho letto la pagina web di Barnard e ho visto tutti i suoi video in rete, se lo difendo e’ perche’ sono una persona che amo il prossimo e noto che quello che dice Barnard coincide con le mie idee.Ancor prima di lui ho vissuto all’estero e in USA. Il consumismo e l’atteggiamento della gente di 25 anni fa in usa e’ lo stesso che abbiamo in Italia da qualche anno.
    La gente li si muoveva alla stessa stregua degli spot pubblicitari e di quanto la TV gli stava propinando.Gli italiani all’epoca mi sembravano tanto migliori anche se un po’ arretrati , invece avevano solo ancora una dimensione piu’ umana Oggi posso dire che si muovono in simbiosi.Loro hanno invaso il nostro territorio e ci propinano quello che vogliono con il permesso di tutti i governi passati e presenti.
    Abbiamo un solo padrone che sta’ distruggendo il mondo in nome della liberta’ e del benessere apparentemente di tutti ma che in realta’ fa solo i loro interessi. Io non mi sento Barnard’s Boy (non credo c’e’ ne siano) e tanto meno di far parte di una setta.Penso invece che grazie ai suoi lavori e le sue ricerche e a quel poco che gli e’ rimasto (la rete) stia facendo capire che mentre ci fanno crede che i problema sia Papi si scopre che papi ha gia’ fatto quello che doveva fare e che gli va benissimo anche avere come antagonista un di Pietro.
    Da notare che la morte di Mihcael Jackson e’ servita agli Usionisti per oscurare il colpo in Honduras per ben 3 giorni.La stessa cosa e’ in Italia quando si spendono i soldi per comprare il libro di Papi si distrae la gente da altre letture importanti.
    Barnard ha sempre detto di considerarlo solo come forma d’informazione libera alla stessa stregua di Wikipedia,(ogni cosa che lui dice e’ una fonte d’informazione basta ricercarla in rete ,(multinazionali associazioni articoli e altre fonti) e se in tanti gli fanno sentire la loro vicinanza e’ per dirgli che non e’ solo, e che come lui ci sentiamo presi in giro da tanti che ci raggirano solo per il loro sporco tornaconto.Perche’ nessuno ha mai parlato del Conflitto israelo-palestinese? Ricordo d’averti mandato il link di un lavoro di barnard” Per un mondo migliore”, da li avresti gia’ dovuto capire perche’ Barnard dice e attacca tutti quelli che hanno voce in TV.
    Ma vedo che piu’ o meno scriviamo sempre le stesse cose,perche’ tu non hai argomenti in quanto poco informato su Barnard .

  • Recremisi

    Come se lo avessi scritto io. Grazie

  • Earth

    in questo caso ti devo dare ragione a te 😉 pazzo che non sei altro

  • ippweb

    Ma comi ti permetti di dare dell’idiota alle persone, sinceramente tendo a non leggere piu’ gli articoli col tuo nome perche’ sono sempre pieni di odio e rancore nei confronti di coloro che sono piu’ noti di te e ai quali non dai la patente di persone serie ed intelligenti che dai solo a te stesso, ma chi ti credi di essere. Io ho capito una cosa nella vita, che di imparare non si finisce mai e che spesso cose che reputavo assolutamente certe poi non si sono rivelate affatto tali. C’era poi un signore prima di me e di te che aveva ben capito che sapere significa comprendere di non sapere, ma tu saresti stato uno di quelli che gli ha fatto bere la cicuta, perche’ ti reputi l’unico che capisce tutto. Bene se prima tendevo a non leggere quello che scrivi, dopo questo ultimo articolo non leggero’ affatto quello che scrivi, nemmeno una tantum. Detto questo credo che prima di scrivere ancora dovresti andare da uno bravo a farti vedere, per capire qual’e’ il problema che ti affligge invece di prendertela con tutti.

  • Tonguessy

    si direbbe che Barnard stia operando una sorta di “divide et impera” all’interno del VARIEGATO movimento “anti-sistema”.
    ESATTAMENTE! Invece che tentare una mission impossible con obiettivo riunire gli sforzi di tutti sotto un’unica bandiera, il sig Barnard fa l’esatto opposto e allontana anche persone che come me sanno che alle volte dice cose sacrosante ma non condivide le priorità individualistiche che antepone. Ci serve qualcuno che abbia a cuore la Res Publica (quindi TUTTI NOI) prima di tutto, e poi, nel tempo libero, segua anche i suoi personalismi, giustificati a quel punto. Ma la nuova classe politica è esattamente il contrario. Pensate che il “grande” Diliberto ha licenziato Rizzo perchè quest’ultimo lo ha accusato di accompagnarsi ad un P2ista.
    http://www.proletaria.it/index.php/proletaria/Il-conflitto-delle-idee/Pensiero/PDCI-RIZZO-A-DILIBERTO-MI-ESPELLI-PERCHE-HO-CHIESTO-CONTO-DEI-TUOI-INCONTRI-CON-MASSONI-EX-P2

    Res publica? No, grazie, solo Res Privata!

  • Tonguessy

    Caro Paolo, quando parli con SOBRIETA’ e non lanci secchi di letame in faccia ci si può anche provare a dialogare. Quindi lascia che ti dica la mia. Sono d’accordo al 1000% con la tua frase : “Come sempre nella Storia l’unica speranza, l’unica!, esistente per ostacolare quella macchina mostruosa sono le Società Civili Organizzate. Cioè le persone comuni.”
    Se partiamo da questo assunto, dobbiamo necessariamente riporre le nostre speranze nelle persone comuni. Ora hai idea di cosa voglia dire coalizzare le persone comuni sotto una ben definita bandiera? Significa informarle e dare loro una possibilità di scelta. Quella scelta che magari non hanno mai concepito. Se Grillo, come ci confida un utente, ha aperto la strada alla critica verso il modello che da 35 anni (solo?) ci minaccia, ben venga anche Grillo. Quell’utente votava per quel modello, adesso non più. Non è attraverso i personalismi che convinci la gente. Anzi. Solo se si rendono conto di essere importanti si aggregano attorno all tua idea. Il motivo della sconfitta della sinistra in genere è che tutti i leader adottano una visione molto miope della Res Publica. Prima viene l’interesse della corporazione, poi quello generale. Le guerre in contrasto con la nostra costituzione, le privatizzazioni, le delocalizzazioni, il precariato fino alle eque suddivisioni dell’etere. Questi sono alcuni temi che sostengono la prassi dell’impero. Abbiamo capito che Travaglio è quello che è. Ci hai informati. Ok, grazie. La vogliamo finire qui? Ce l’hai detto in tutte le salse. Se continui diventi anche tu egomaniacale come quelli che critichi. E così la gente si scassa perchè non è interessata a queste diatribe. Altre sono le cose importanti. Se non capisci questo stai facendo il gioco di Travaglio e soci. Mi capisci? Da che parte vuoi stare? da quella della gente che cerca informazioni (ed un buon giornalista come te ne può dare molte) oppure da quella degli egomaniacali scassapalle che fanno il gioco del “divide et impera”, creando dissapori e amarezze tra chi ha le potenzialità per seguire una strada alternativa allo sfacelo attuale?

  • g10rdan0

    Resta comunque il fatto che, sebbene pruriginosa per alcuni, la battaglia di Paolo Barnard è comunque legittima.
    L’adesione acritica al suo pensiero, o a quello di Travaglio&Co., non fa altro che condannarci all’immobilità e alle divisioni.

  • g10rdan0

    PortoBF s’è scusato a rimando di un mio commento in cui auspicavo un abbassamento dei toni offensivi di tutti, portoBF compreso.

    Lei qui mi risponde insinuando mie difficoltà di lettura, siamo alle solite: insinuazioni e sarcasmo.

    Dato che io non l’ho offesa, sarebbe così gentile di cambiare il tono con me?

    Giusto per il rispetto che io le ho dimostrato in ogni mio commento.

    La ringrazio.

  • ericvonmaan

    Quello che molte persone non riescono più a vedere (o non sono mai riuscite a vedere) con occhi obbiettivi è la giusta scala di importanza dei problemi.

    Si parla straparla ci si insulta e ci si accapiglia (vergognoso qui il comportamento verbale di diverse persone, non sto a fare nomi, sono sotto gli occhi di tutti – secondo me non dovrebbe essere permesso oltrepassare una soglia minima di educazione) per problemi che hanno influenzato a dire molto L’UNO PER CENTO dei nostri problemi sociali ed economici attuali, mentre si continua a vivere nella più completa ignoranza nei riguardi dei meccanismi e delle cause più importanti che ci hanno portato alla situazione in cui viviamo.

    I poteri forti (quelli veri, non Berlusconi!!!), le corporations bancarie, la responsabilità di uomini politici che in passato hanno SVENDUTO i beni di stato ai privati, le leggi infami approvate di nascosto (le leggi sulla riserva frazionaria delle banche, sulla privatizzazione della Banca D’Italia, sulla vendita delle aziende di stato ecc ecc), e noi stiamo ancora qui a difendere personaggi che, per usare una felice vecchia espressione di Bossi, sono per importanza “come una scorreggia nello spazio”.

    SVEGLIAMOCII!!! Si diffonda informazione su COME VIENE CREATO IL DENARO, chi ne possiede il monopolio e perchè, e si potrà capire chi comanda veramente.

    Perchè il potere ce l’ha chi ha i soldi.

    Credo che il senso del post di Barnard sia proprio questo: svegliarsi! e smettere di perdere tempo in inutili bla bla bla che continuano a fare gli interessi di chi veramente comanda.

    Solo una larga coscienza popolare può portare alla creazione di una nuova classe politica che, finalmente, faccia i NOSTRI interessi e non quelli delle solite 2-300 famiglie che comandano il mondo da trecento anni.

  • ericvonmaan

    Quello che molte persone non riescono più a vedere (o non sono mai riuscite a vedere) con occhi obbiettivi è la giusta scala di importanza dei problemi.

    Si parla straparla ci si insulta e ci si accapiglia (vergognoso qui il comportamento verbale di diverse persone, non sto a fare nomi, sono sotto gli occhi di tutti – secondo me non dovrebbe essere permesso oltrepassare una soglia minima di educazione) per problemi che hanno influenzato a dire molto L’UNO PER CENTO dei nostri problemi sociali ed economici attuali, mentre si continua a vivere nella più completa ignoranza nei riguardi dei meccanismi e delle cause più importanti che ci hanno portato alla situazione in cui viviamo.

    I poteri forti (quelli veri, non Berlusconi!!!), le corporations bancarie, la responsabilità di uomini politici che in passato hanno SVENDUTO i beni di stato ai privati, le leggi infami approvate di nascosto (le leggi sulla riserva frazionaria delle banche, sulla privatizzazione della Banca D’Italia, sulla vendita delle aziende di stato ecc ecc), e noi stiamo ancora qui a difendere personaggi che, per usare una felice vecchia espressione di Bossi, sono per importanza “come una scorreggia nello spazio”.

    SVEGLIAMOCII!!! Si diffonda informazione su COME VIENE CREATO IL DENARO, chi ne possiede il monopolio e perchè, e si potrà capire chi comanda veramente.

    Perchè il potere ce l’ha chi ha i soldi.

    Credo che il senso del post di Barnard sia proprio questo: svegliarsi! e smettere di perdere tempo in inutili bla bla bla che continuano a fare gli interessi di chi veramente comanda.

    Solo una larga coscienza popolare può portare alla creazione di una nuova classe politica che, finalmente, faccia i NOSTRI interessi e non quelli delle solite 2-300 famiglie che comandano il mondo da trecento anni.

  • g10rdan0

    Secondo me, con tutti sti commenti, si sta perdendo il vero “obiettivo” della critica di Barnard.
    Ho letto tutti i commenti -tra chi difende Grillo & Co. scagliandosi contro Barnard e viceversa- e il quadro che ne esce è preoccupante, per la buona riuscita di un vero e proprio movimento che alzi il proprio culo dalle sedie e si scosti dagli schermi per fare veramente qualcosa che non sia contro un’idea, ma che sia un’idea alternativa.
    Quando Barnard dice che il movimento no-global del 2001 è poi scomparso non dice stupidaggini, dice la verità.
    Quando dice che se un gruppo di persone cerca di attivarsi per sostenere, sviluppare e affermare un movimento che abbia idee alternative, ma che non sia dichiaratamente “contro”, sta parlando di un dato di fatto palese, per tutti coloro che han provato ad attivarsi tra le loro fila.

    Ed il fatto che un movimento sia dichiaratamente contro a priori, senza sviluppare idee veramente critiche, basate su paradigmi completamente differenti dagli attuali, denota una debolezza che sarà la morte stessa del movimento, proprio come è successo a quello no-global, a quello pacifista e a quello new-age, per fare esempi pratici del recente passato.

    Analizzare le cause della loro sconfitta non è lavoro facile, ma con una sana dose di critica costruttiva che scevri le menti dai pregiudizi di sorta potrebbe portare alla nascita di una nuova idea, un nuovo movimento -per dirla con Barnard- per un mondo migliore.
    Purtroppo -differentemente da quanto molti auspicavano all’inizio- non è sicuramente con i Grillo, con i Travaglio, con i Ricca o chi per loro che questo avverrà, semplicemnte perchè sono uno spin-off del sistema che essi stessi attaccano -sistema parrochiale/clientelare/nepotistico- e dal quale loro stessi attingono, nelle modalità e per i temi che trattano.
    Chiunque abbia avuto a che fare con i meet-up, abbia partecipato ad alcune delle loro riunioni, o abbia discusso attraverso lo strumento dei forum di queste, può averlo riscontrato.
    Stefano Montanari e il movimento politico-culturale “Per il Bene Comune” vi dice niente?
    Le modalità con cui Beppe Grillo prima l’ha sostenuto -con l’acquisto del Nanoscopio- per poi abbandonarlo, sposando la causa di un partito -IDV- che, nei giorni della crisi dei rifiuti campana, sosteneva l’indispensabilità dei diversi inceneritori che si aveva intenzione di costruire non è sufficiente per evidenziare le contraddizioni di questi “paladini”?

    Possibile che non ci si renda conto di quanto sterili siano, ai fini di un reale cambiamento della nostra società e quindi del nostro futuro, quei movimenti nati prima con l’intento dell’attacco ad un sistema, per poi sviluppare alternative insite e speculari al sistema stesso?
    Possibile che non ci si renda di quanto deboli siano tali movimenti nati dalle “contro-idee”, rispetto a quelli -ora assenti- che nascano da “idee alternative”?

    In ultimo: le parole di Barnard, in questo articolo effettivamente sopra le righe, penso nascano più dalla disperazione derivante dall’ennesima delusione che per altro.
    Delusione per l’ennesimo movimento all’inizio apparentemente alternativo, ma via via sempre più solidale con il sistema.

    L’iscrizione e la conseguente candidatura di Beppe Grillo per il PD delle ultime ore, che cosa ci suggerisce?

  • mikaela

    di quello che dice Barnard lei non ha proprio capito niente

  • ericvonmaan

    Esatto: come molti altri.

  • ericvonmaan

    Nessuno sei un maleducato, a dir poco. Impara a discutere senza insultare, se ne sei capace. Nessuno di noi è Dio, tu compreso.

  • cinnamon

    MI SEMBRI UN PO’ CONFUSO
    SE BARNARD FOSSE AL SERVIZIO DEL BERLUSCA AVREBBE AVUTO A SUA DISPOSIZIONE ALTRI MEZZI PER FARLO MOLTO PIU’ POTENTI DELLA RETE. BARNARD E’ ANDATO VIA DALLA RAI MA AVREBBE POTUTO RIMANERCI LECCANDO IL CULO QUA E LA COME FANNO TANTI PER RIMANERE ATTACCATI ALLA LORO POSIZIONE DI PRIVILEGIO.
    LUI HA MANDATO TUTTI A CAGARE PER ESSERE COERENTE ALLA SUA LINEA DI PENSIERO DI GIORNALISTA LIBERO, CHE VIGILA SULLA NOTIZIA A 360 GRADI SENZA GUARDARE IN FCCIA NESSUNO.
    CHE BARNARD SI SIA PREPARANDO IL CAMPO CON UN RIENTRO NELLA TV NON SARA’ CERTAMENTE IN QUELLA DEL BERLUSCA CHE ASPIRA.
    PURTROPPO ALLA LUCE DEI FATTI VISTO CHE L’INFORMAZIONE SIA DI DESTRA CHE DI SINISTRA E’ TUTTA AL SERVIZIO USIONISTA UNA VOCE SCOMODA COME BARNARD SARA’ CONDANNATA A RIMANERE FUORI DAL GRANDE PUBBLICO.LA SUA OBBIETTIVITA. IN QUESTO MOMENTO VISTA LA SITUAZIONE MONDIALE POTREBBE PORTARE GLI SPROVVEDUTI COME TE A PENSARE UNA COSA DEL GENERE ,MA NON E’ COSI’.
    QUELLE DUE PAROLE CHE POTREBBERO SEMBRARE A FAVORE DEL’ATTUALE GOVERNO CHE A MIO PARERE FA SCHIFO SERVONO SOLO PER FAR CAPIRE CHE ANCHE GLI ALTRI FACEVANO SCHIFO. E SE NON TI E’ CHIARO QUESTO NON HAI CAPITO PRPPRIO NIENTE

  • cinnamon

    ANCHE TU E DA TANTO NON TI SI CAGA NESSUNO IDIOTA

  • cinnamon

    SE CE’ NE FOSSEROSTATI DI PIU'” DI GATTI ATTACCATI AI MARONI” DEGLI IDIOTI.PROBABILMENTE SAREMMO STATI MEGLIO.
    INVECE SI SONO FATTI TUTTI COMPRARE COME IL TUO AMICO TRAVAGLIO & COMPANY

  • cinnamon

    A quando, grillo e compani di ogni genere, non mettono sforzi e materia,
    per fare una TV privata dell’ informazione, 24×24 ore, dove le persone,
    possano venire veramente informati, partendo da CDC in su’, se si puo’.
    A QUANDO MAI ??????
    A quando mai, una volgia di cambiare vita e modi, che sia radicale, coscente, davanti al vero bisogno e davanti alle vere soluzioni?
    CHE SCHIFO
    DAGLI PURE UNA TELEVISIONE A QUELL’IDIOTA
    SE PRIMA DICEVA DELLE MEZZE VERITA’ POI NON DIRA’ PIU’ NEANCHE QUELLE

  • cinnamon

    “vuoi che venga a casa tua a farti un pompino?”
    CASOMAI BARNARD E’ INDECISO, IO SONO DISPONIBILE A 360 GRADI
    CIAO
    MICIONE

  • cinnamon

    NON HAI CAPITO UN CASSO DI NIENTE NEANCHE TU -CON LA TUA ANALISI DI CACCA – SE BARNARD AVESSE AVUTO LA STESSA VISIBILITA’ DI TRAVAGLIO E GRILLO -AVREMMO SAPUTO VERAMENTE LE COSE IMPORTANTI CHE STANNO PORTANDO ALLA DERIVA IL NOSTRO PAESE- NON QUELLE QUATTRO CAGATE CHE GRILLO E TRAVAGLIO CI FANNO SAPERE SU PAPI E COMPANY-
    BARNARD CON LA SUA LUCIDA ANALISI CI DICE QUALI SONO I VERI PROBLEMI- E TU- E GLI ALTRI VI RODETE -IL CULO -PERCHE’ AVETE TUTTI SETE DI POTERE PERSONALE- SIETE COME I PREDICATORI CHE PARLANO MALE DELLA CHIESA – PER FARNE UN ALTRA ESATTAMENTE UGUALE-SOLO CHE QUESTA VOLTA NON CI GUADAGNERA’ IL PAPA MA – MA LORO E TUTTI I LORO ASSOCIATI-

  • cinnamon

    IO CREDO GHE I GRILLINI SANNO
    PERO’ IL GURU GLI HA FATTO IL LAVAGGIO DEL CERVELLO
    BEL VIDEO GRAZIE

  • cinnamon

    FORSE L’11 SETTEMBRE E’ IL TALLONE D’ACHILLE DI BARNARD E RIESCO ANCHE A CAPIRE IL PERCHE’.
    LUI HA BISOGNO DI DOCUMENTI NON SUPPOSIZIONI
    VEDI SE ANCHE LUI DICESSE – SI SONO STATI GLI USIONISTI-
    PER LUI SAREBBE FACILE -LUI E’ PER LA PACE IN PALESTINA – TROPPO FACILE ATTACCARE ISRAELE IN QUESTO CASO-
    IO L’HO CAPITA COSI LA COSA-
    COME TUTTO QUELLO CHE DICE HA BISOGNO DI ANNI DI RICERCA PER DOCUMENTARE BENE LA COSA –

  • cinnamon

    COME DIRE- TI SEI PERSO IL PRIMO POST-TE LO RIMETTO ANCORA-HAI FATTO BENISSIMO-OTTIMA ANALISI-NULLA D’AGGIUNGERE-

  • ventosa

    Vedi, Cinnamon, io non sono un grillino, però mi attengo ai singoli contenuti. E’ l’unico polo di aggregazione che per il momento è riuscito a far confluire centinaia di migliaia(Che spero diventino milioni) di coscienze per impedire di ritrovarci sul territorio inutili, costose e tremendamente pericolose centrali nucleari. Tanto mi basta per appoggiare questa ed altre tre o quattro battaglie portate avanti dai gruppi a lui aderenti. Ripeto che sono perfettamente cosciente del fatto che i giochi si svolgono molti piani più in alto, ma per abitudine cerco di fare quello che posso al livello in cui ho qualche potere, anche minimo.
    Ciao.

  • myone

    Di questo devo proprio darti ragione al 1000×1000
    l’ italia e’ america compressa, senza ossigeno.

  • hammurabi

    “CASOMAI BARNARD E’ INDECISO, IO SONO DISPONIBILE A 360 GRADI CIAO MICIONE”

    Cioè a 90° (la tipica posizione dei lettori di Barnard) moltiplicato per 4. Interessante.

  • mikaela

    E NO BELLO ! -A 90 E’ LA TUA –
    TU TI SEI OFFERTO- NON IO –
    360 E’ LA MIA APERTURA MENTALE-

  • mikaela

    Cosi’ come e’ scritto sembra che sia io il destinatario del post cinamon
    voglio rettificare e dirti che quello che leggo nel tuo post mi fa schifo e la mia apertura mentale a 360 gradi verso il mondo mi fa capire che c’e anche questo fra gli insulti a Barnard e a quelli che lo seguono. vanno accettati. lui ne ha sentite di peggio

  • cinnamon

    E NO BELLO ! -A 90 E’ LA TUA – TU TI SEI OFFERTO- NON IO – 360 E’ LA MIA APERTURA MENTALE-

  • Biecoblu

    Leggo e rileggo ma di questo post mi sfugge il lesso. Livore a parte, cosa ti spinge, Barnard ?

  • MACISTE

    Bravo Paolo è sempre piacevole leggerti, autenticamente sincero e senza peli sulla lingua

  • veg65

    … concordo perfettamente.

  • Cataldo

    Io non sono confuso, fareste bene a leggere il post. E’ tutto un deja vu, Barnard segue le orme di altri, i vostri commenti sono gli stessi di quelli che andavano dietro ai Ferrara. Barnard non è al servizio diretto del Berlusca, è una mosca cocchiera, aspetterà il suo tornaconto.
    La sua polemica è assolutamente sterile, ed è fraudolenta. Ne abbiamo visti tanti, come Barnard, che per vari motivi hanno preso la strada di affiancare in contesti altrimenti difficilmente raggiungibili, i cani del padrone. Il suo ruolo è proprio quello di inquinare ed infettare il dibattito sulla rete, dove i cani da guardia di B. sono meno efficaci, essendo il pubblico, almeno cosi dicono, di maggior senso critico.
    Rifletti sul nichilismo Barnardiano, che è la vera sostanza della sua strategia. Il suo ruolo è quello di catalizzare tra li oppositori al potere di B. energie e ragionamenti da buttare al macero del ben’altrismo e dell’inane mantra dei poteri occulti, che poi cosi occulti non sono.
    Sul fatto che io sia sprovveduto, le mie analisi sulla situazione politica italiana sono confermate giorno per giorno. Sono uscito dalla politica nel 1994, perchè con l’avvento di B, scrissi, i partiti si sarebbero trasformati in pure cinghie di trasmissione delle clientele, sempre più ristrette e fameliche, e la democrazia sarebbe andata a puttane del tutto, sono stato un facile profeta. Ora arrivano 4 ragazzini che pensano di aver capito che ci sono “i poteri forti”, senza vedere che B. è una delle loro principali marionette. Quando è stato eletto B. ho scritto su vari blog che avrebbe avuto vita difficile per gli attacchi dall’esterno, in quanto aveva accumulato una serie di errori in politica estera che gli avrebbero fatto fare una brutta fine, bruciato dalla dialettica interna al potere USA. SI vede come è finita. COmunque da sprovveduto continuerò a pensare che nulla di nuovo c’è sotto il sole, dopo i ferrara arrivano i barnard, ma la musica è la stessa. Tra qualche tempo lo capirai da te.
    CIao CIao

  • anarchia

    Paolo condivido. Ma è la storia di sempre.
    Già migliaia di anni fa Socrate si poneva il problema: perchè solo troppo poche anime sono partorienti mentre la maggior parte no?
    Siamo animali, evoluti quanto si vuole ma sempre animali. E come tutti gli animali siamo vincolati ai nostri istinti di base che oscillano tra individualismo e socialità(= ottenere un vantaggio individuale derivante dall’unione delle forze in determinate situazioni!) con una netta prevalenza verso il primo aspetto. E’ la nostra indole, non possiamo farci niente. Per questo i popoli non si sono mai ribellati e probabilmente non si ribelleranno mai. Non è naturale per noi umani acquisire una coscienza collettiva. Solo un leader, un singolo individuo con carattere carismatico ha la possibilità di trascinare le masse. E se anche riesce a scatenare una rivoluzione, una volta preso il comando si comporta come gli stessi spodestati. La storia lo insegna, Orwell anche. Così è stato e così probabilmente lo sarà per sempre. L’unica possibilità concreta è la lotta per la sopravvivenza: cercare di diventare come i berluska&co. gli eventi decideranno i vincitori. Per gli altri… solo i sogni e le speranze.

    PS: ma se il berluska non fosse stato baciato dalla sorte e facesse ancora il cantante sulle navi (un simpatico nanetto vecchietto cantante) lo odiereste ancora? Se uno dei tanti sconosciuti bambini che ogni anno muoiono di fame in Africa un giorno diventasse un dittatore vi farebbe ancora così pena?
    Non sono gli eventi a definire un uomo buono o cattivo. Gli eventi danno solo delle possibilità agli umani. E’ la nostra indole animale che poi decide x noi.

  • castigo

    posto giusto o sbagliato non c’entra nulla.
    ti lamentavi degli insulti che ti sono stati rivolti??
    a quanto pare pure non sei da meno…..
    avresti più possibilità se non insultassi nessuno, ma se non l’hai capito da solo, che te lo dico a fare??

    P.S. peccato non poter modificare i commenti, mi piacerebbe metterci pure il “fasullo”…..