Home / ComeDonChisciotte / GIULIO TREMONTI E' IL CEFIS DI BERLUSCONI ?

GIULIO TREMONTI E' IL CEFIS DI BERLUSCONI ?

DI ANDREA CARANCINI
andreacarancini.blogspot.com

Ho la vaga sensazione che a Berlusconi lo vogliano morto, sia a Roma sia, soprattutto, a Washington. Il motivo è lo stesso per cui venne ucciso Enrico Mattei: una politica estera autonoma dagli Stati Uniti (le relazioni con Russia e Libia, certo ma anche, ad esempio, con Venezuela[1], Panama[2] e Brasile[3] ) anche se una tale autonomia non è certo ai livelli del suo illustre predecessore.

La pesantezza del clima è stata già notata da autorevoli osservatori:

Cossiga: “Siamo già alla guerra civile strisciante”[4] ;
Gioacchino Genchi: “Temo nuovi attentati terroristici”[5].

Per questo, le forze che stanno dietro a partiti come il PD – l’”opposizione più stracciacula della storia dell’umanità” (Marco Travaglio)[6] – non vedono l’ora di iniziare un’altra “caccia al cinghialone”[7] , come con Craxi nel 1993, e completare l’opera iniziata con le “privatizzazioni” degli anni ‘90[8] .

Purtroppo, adesso è più facile che costoro riescano nell’intento: Berlusconi ha perso il sostegno, tramite il governatore Raffaele Lombardo, anche della Sicilia, quella Sicilia che è sempre stata il fondamento delle sue fortune elettorali.

Dopo la rottura personale con Berlusconi, Lombardo si è legato a doppio filo con i “finiani”: in regione[9] , e in Parlamento [10] . Il dato curioso al riguardo, è che Lombardo, prima del cambio di alleanza, aveva promosso anche lui, sulla scia di Berlusconi, “un asse privilegiato Sicilia-Russia”[11]. Ora, mi domando: come fa un politico che promuove un asse del genere, il cui pivot nazionale è il presidente del Consiglio, ad allearsi con personaggi come i “finiani”, che stanno cercando di togliere di mezzo Berlusconi precisamente per far cessare questo tipo di politica? Non puzza tutto ciò, lontano un miglio, di gattopardismo ?

Povera Sicilia, condannata al suo immutabile destino, prima ancora che dai governi nazionali, dai suoi rappresentanti locali!

D’altra parte è vero che provvedimenti come il “federalismo energetico in salsa leghista”[12] offrono ai gattopardi isolani e nazionali lussuosi spazi di manovra.

È che Berlusconi sta pagando la contraddizione di fondo del suo governo: non riuscire a perseguire come dovrebbe l’interesse nazionale (nonostante i successi di politica estera) a causa dell’alleanza con una forza antinazionale come la Lega, che da sempre lavora per aggravare il divario nord-sud, invece di ricomporlo.
Il premier dovrebbe inventarsi una politica per il sud così come si è inventato una politica estera, ma il compito è improbo: ogni provvedimento serio in tal senso verrebbe bloccato dal duo Tremonti-Bossi col doppio ricatto delle dimissioni e delle elezioni anticipate e però la mancanza di provvedimenti diventerà, quando verrà il momento, uno dei motivi ufficiali addotti dai “finiani” e da Lombardo per scaricare il premier.

Un trappolone. Una situazione, a quanto pare, senza via d’uscita, determinata dalla vera anomalia della politica italiana: quella di avere come fulcro dell’opposizione gli ex comunisti peggiori d’Europa. La lezione della Germania è sotto gli occhi. La Germania, grazie a politici come Schröder e la Merkel, ha sviluppato con la Russia, con la Russia di Putin, un asse di ferro[13] ma lì nessuno rompe l’anima alla Merkel con la storia del Putin cattivo e totalitario. Anzi, lì i socialdemocratici hanno formato con la Merkel un governo di coalizione e hanno appoggiato quello che è stato definito, con astio ma anche con invidia, “il nuovo patto Ribbentropp-Molotov”[14].

Allora, che fare? Intanto, mi sembra che tirare continuamente in ballo le elezioni anticipate significhi fare i conti senza l’oste. Non è affatto detto che Napolitano – l’uomo degli americani sul Colle – le conceda, come tempo fa ricordava Fini [15], senza prima aver dato un altro incarico, magari proprio all’infido Tremonti, che ha tutta l’aria di essere il Cefis di Berlusconi [16]. Qualcuno poi dovrebbe spiegare a Bossi che, in caso di governo tecnico, non è detto che la Lega venga chiamata a farne parte, anche se fosse presieduto da Cefis-Tremonti…

Se poi il governo tecnico andasse in porto, con la perdita del controllo sui servizi segreti verrebbe meno anche l’assicurazione sulla vita di Berlusconi: potrebbe finalmente avere inizio l’operazione “caccia al cinghialone”.

Lo scenario potrebbe essere il seguente:

. Contro Berlusconi verrebbero sguinzagliate le tre M (Mafia, Magistratura, Massoneria) finalmente libere di mordere a piacimento.

. Gli stracciaculi di cui sopra avrebbero finalmente mano libera (magari con l’ausilio di inchieste giudiziarie ad hoc per aiutare la svendita) sui superstiti gioielli di Stato, con contorno di bombe e attentati vari (magari proprio contro certi manager colpevoli di quell’attivismo sulla scena internazionale tanto sgradito agli americani).

. Il tutto inframmezzato dai boatos del popolo viola, dei dipietristi, dei grillini e di quant’altro.

Andrea Carancini
Fonte: http://andreacarancini.blogspot.com/
Link: http://andreacarancini.blogspot.com/2010/10/giulio-tremonti-e-il-cefis-di.html
4.10.2010

[1] http://www.greenreport.it/_new/index.php?page=default&id=5108
[2] http://www.rassegnastampa.comune.roma.it/View.aspx?ID=2010070116078545
[3] http://www.governoberlusconi.it/detail.php?id=645
[4] http://www.cnrmedia.com/cronaca/newsid/11615/l-ultima-intervista-di-cossiga-guerra-civile-strisciante.aspx
[5] http://notizie.tiscali.it/articoli/cronaca/10/08/04/rivelazioni-genchi.html
[6] http://allegriadinaufragi.blogspot.com/2010/04/scappellamento-destra.html
[7] http://www.aldogiannuli.it/?p=454
[8] Per i particolari, si raccomanda il seguente articolo, nonostante l’impronta “destrorsa”: http://www.loccidentale.it/articolo/perch%C3%A9+la+campagna+diffamatoria+contro+il+cav.+va+a+discapito+del+pd+pugliese.0073794
[9] http://www.corrierediragusa.it/articoli/politica/palermo/10412-governo-regionale-lombardo-lo-vuole-tecnico-ma-micciche-no!.html
[10] http://www.repubblica.it/politica/2010/10/04/news/maroni_insiste_c_molta_confusione_se_maggioranza_non_tiene_subito_al_voto-7692462/
[11] Vedi al riguardo, “L’altro accordo. Prodotti siciliani d’eccellenza in Russia”: http://www.siciliaimprenditoriale.it/index.php?id=4035 , nonché “Il Ministro degli Esteri russo in Sicilia per favorire lo sviluppo di opportunità di business nell’isola”: http://www.raffaelelombardo.it/2010/05/10/il-ministro-degli-esteri-russo-in-sicilia-per-favorire-lo-sviluppo-di-opportunita-di-business-nellisola/
[12] http://forum.politicainrete.net/regno-delle-due-sicilie/74183-federalismo-energetico-salsa-leghista.html
[13] http://paolomorawski.splinder.com/post/17108916/lasse-germaniarussia
[14] http://www.libreidee.org/2009/10/nord-stream-gas-russo-in-europa-terremoto-in-vista/
[15] “Se il Cavaliere vuole la guerra – dice Fini – allora sarà totale, anche perché Napolitano non scioglierà mai le Camere senza dare prima un altro reincarico”: http://www.ilgiornale.it/interni/fini_non_divorzio_ma_voglio_rispetto_berlusconi_basta_boicottaggi_o_io_o_lui/29-04-2010/articolo-id=441390-page=0-comments=1

[16] http://www.ilfoglio.it/soloqui/5765

Pubblicato da Davide

  • Barambano

    Beh io lo già detto. Aspetto solo che non ci siamo più i soldi per pagare i forestali calabresi e i ministeriali romani.
    Tutte le altro cose menzionate da questo articolo sono solo guerra tra ranocchi. Saluti & Baci.

  • dana74

    secondo me Il Gianni Letta è il burattinaio della cricca Bilderberg, così come il nipote fa lo stesso nel c sx.
    Gianni Letta, pare l’highlander Enrico Cuccia

  • Tetris1917

    Trovo questo articolo veramente malato di dietrologia, e pure di infimo ordine. Forse scritto da uno zombi (non in senso offensivo sia chiaro), all’improvviso risorto dopo 40-50 anni. Non mi dilungo, ma Berlusconi si trova in questa situazione, proprio grazie a lui stesso e a tutti quelli che si e’ scelto. Cosa volete dall’America che come la vedo io, ci considera un corpo sepolto da almeno 10 anni? Il problema oggi dell’America e’ la Cina e semmai la Russia. Oltre che la sua crisi strutturale interna e monetaria. STOP!

  • Fabriizio

    sostanzialmente d’accordo. Poi da qui a essere berlusconiano ce ne passa …

  • VeniWeedyVici

    Berlusconi non e’ Gesu’ Cristo, nessuno gli torcera’ un capello (non vedo come si possa fare), quello che uccideranno sara’ Bossi perche’ ha realmente le carte per distruggere il gattopardismo. L’ alleanza di Lombardo con i finiani e’ una manna dal cielo, perche’ riunisce sotto una prossimamente unica bandiera (se si infilano pure i democristiani e’ perfetto!!!) coloro che hanno distrutto l’ Italia da 70 anni. Io ho sempre odiato la Lega, ma di fronte a questo scenario occorre essere lucidi: Berlusconi e’ insalvabile, chi ancora fa articoli berluscocentrici deve capire che quell’ ometto e’ poco piu’ di un ologramma, non rappresenta nulla, non ha un piano politico che non coincida con i suoi interessi personali. Per questo le tre M si sentono in diritto di tirargli M addosso. Perche’ si fa solo i cacchi suoi! Escludiamo Berlusconi dall’ analisi e cosa ci troviamo: Lega da una parte (quanto forte dipende da noi) e una potenziale alleanza fascista-cristiana-mafiosa dall’ altra. Poi c’e’ il partito dello scrittore fallito e del baffetto che bombardo’ Belgrado, che penso valga meno di un ologramma, si commenta da se’, se ancora avra’ un consenso superiore al 20% vuol dire che gli italiani non hanno capito niente. Bypassare la vuota estetica di Vendola e fare una coalizione di sinistra vera, che possa magari governare con gli omini verdi in funzione antiamericana per una nuova politica estera.

  • duca

    E’ sicuramente uno scenario possibile, però giova ricordare che l’autonomia in materia di posizionamento sullo scenario internazionale in tempi recenti fu iniziata da Prodi con l’avvio del programma South Stream (non fu B. a lanciarlo, anche se poi lui dice che ha fatto tutto lui): per dire che fatto cadere di sella Berlusconi, la soluzione di allineamento atlantico senza se e senza ma non sarebbe necessariamente automatico.
    Lo smarcamento dagli USA è ancora strisciante ma è in pieno corso da parte dei maggiori Paesi europei e non ce la vedo l’Italia a strapparsi dall’asse franco-tedesco per farsi trascinare a fondo da quello che al momento appare un impero in declino. A meno che Francia e Germania non ci impongano lacrime e sangue come sembra abbiano in animo di fare, ma non è ancora detta l’ultima parola.

  • duca

    Analisi colorita ed efficace: secondo te bypassare vendola passa dall’IDV e/o dai grillini? Lo chiedo senza polemica, sia chiaro.

  • VeniWeedyVici

    No, quelli neanche li considero, sono semplicemente una protesi dell’ ecosistema berluscocentrico, spariranno insieme all’ odiato nanetto. Ci vuole una sinistra che abbia idee di sinistra naturalmente in contrasto con il sistema americano. Magari insieme a dei Verdi veri di scuola sudtirolese/localista.

  • AlbertoConti

    ………. “Lega da una parte (quanto forte dipende da noi) e una potenziale alleanza fascista-cristiana-mafiosa dall’ altra” ……….. E’ proprio vero che il comprendonio ha tempi troppo lunghi per i troppo stolti. Cos’altro deve fare il povero bossi per dimostrare cos’è realmente? Abbiate pietà di un minorato!

  • VeniWeedyVici

    In questo momento serve un minorato, che tra l’ altro e’ sempre il bersaglio piu’ facile per un attentato politico…

  • xl_alfo_lx

    Io aspetto invece il momento in cui i camion delle provolette Galbani vengano bloccati e che non passino più Roma, così come aspetto l’espulsione della quasi totalità delle banche. Sai l’economia è molto semplice da capire se si fa funzionare il proprio cervello!

  • andyconti

    Nessuno dei lettori che abbia minimamente rilevato la enorme CAZZATA detta nell’articolo: la politica estera di successo di Berlusconi.
    Ok, se anche in questo sito non si capisce quanto con il Cav. siamo lo zimbello del mondo…..vi lascio alle vostre dispute……

  • duca

    Era talmente palese che era pleonastico: il fatto che la “politica estera” di Berlusconi sia in certa misura autonoma rispetto ai desiderata di Washington è puramente incidentale e deriva dagli interessi privatissimi dell’untuoso del signore: non si spiegherebbe altrimenti come mai tratti da pari a pari con masnadieri del calibro di Gheddafi, Putin e altri preclari esempi di leader democratici.
    Anche la Germania fa affari con Putin e fa il North Stream in cu… ehem in barba agli americani, però c’è un altro modo di relazionarsi, non parliamo poi dei baciamano a Gheddafi…

  • ElwoodBlue

    Che Berlusconi si sia messo in una posizione indifendibile è sotto gli occhi di tutti.

    Che per poterlo difendere in qualche modo oramai tocchi parlare di minchiate è altrettanto sotto agli occhi di tutti.

    I miei complimenti a Andrea Carancini.
    Il suo articolo ha immediatamente scalato rapidamente la classifica, e ora si gioca il primo posto spalla a spalla con l’articolo che dice che non è vero che Berlusconi fa le cazzate: SEMBRA così solo perché il suo cervello in alcuni momenti della sua vita è stato controllato dagli alieni, ma per fortuna ora che è Presidente del Consiglio i servizi segreti e il CERN hanno studiato uno scudo mentale che lo protegge.

    Signor Carancini, mi dia retta: faccia più spesso all’amore.

    Dopo probabilmente dirà le solite minchiate che dice adesso, ma almeno avrà lucidità mentale sufficiente per non farsene accorgere.

    Dio, che palle.

  • ario

    Io direi di fermarle anche prima di Roma.

  • ario

    Intendo le provolette… ed anche i provoloni.

  • ventosa

    Inutile cercare una soluzione che venga dall’alto. Ho letto e continuo a leggere commenti molto interessanti, alcuni illuminanti (fatemi esegerare, va’…), che quasi sempre trovano un’antitesi più o meno valida. Non è possibile pensare ad una soluzione nazionale senza considerare le molteplici implicazioni, anche in senso negativo, nello scenario globale, globalista e globalizzatore. Resistere a livello locale è già molto, probabilmente il primo tassello e se a questo si riesce ad applicare anche una strategia di collaborazione sinergica sul territorio si può pensare di portare a casa qualche risultato e, prima di tutto, coinvolgere la gente, aumentando in essa la consapevolezza del proprio potere. Per questo, non butterei via il lavoro che stanno portando avanti i grillini che, per la massa, può incidere sicuramente di più rispetto a voli intellettuali fuori dalla portata, per il momento, di di coloro che rappresentano la potenziale “massa critica”.
    Una cosa non esclude l’altra e, a volare troppo in alto, si rischia di parlare alle nuvole. Il potere non lo si può abbattere (dopo ogni rivoluzione, ad uno se n’è sostituito un altro, sempre!), ma si può iniziare a limitarne l’autonomia. I tempi stanno maturando, sperando che non sia troppo tardi.
    Saluti.
    (Scusate, non so andare a capo…)

  • grilmi

    io specificherei lo zimbello del mondo occidentale asservito alle lobbies, di sicuro tra gli stati sovrani “canaglia” il berlusca è un pioniere, un ribelle, a cui viene riconosciuta una forma di rispetto sconosciuta agli schiavi…

  • ulrichrudel

    Volevo ricordare a quelli che hanno sempre da criticare,che Andrea Carancini esprime le sue idee,almeno presumo che sia lbero di farlo.
    In ogni caso se Berlusconi piange non è che Obama ride! Visto che, i grandi consiglieri che lo circondavano lo stanno lasciando solo, con le pive nel sacco.
    Da noi, visto cosa hanno fatto i politici che si sono alternati alla mangiatoia ,vale L’aforima di B.Russel: I nove decimi dell’attività di un governo sono dannose,dunque,peggio sono svolte ,megli è. saluti

  • Earth

    “spariranno insieme all’ odiato nanetto.”

    no, informati sui casaleggio.

  • Barambano

    Ottima osservazione. Peccato che commetti un errore. Se tu conoscessi il mondo come lo conosco io sapresti che gli stati falliranno prima delle banche. Il NWO non accetterà un altra Argentina ma solo un altra Grecia. In Grecia sta fallendo lo stato mica le banche. Saluti & Baci.

  • duca

    Ti riferisci al baciamano a Gheddafi, suppongo…
    Seriamente penso che la descrizione che tu fai si applichi piuttosto ad un Achmadinejad, a un Chavez o a un Morales, per citarne uno un po’ più moderato, non certo al nostro pericolosissimo clown.

  • afterglow

    Sinceramente non ho capito un accidente. Ora, esiste una netiquette di CDC. Una delle regole fondamentali consiste nello scrivere articoli chiari (possibilmente) sintetici, che esprimano concetti non astrusi o autoreferenziali. Un’altra regola d’oro è quella di criticare finchè si vuole senza mai ricorrere all’insulto. Io stesso sono stato vittima di ingiurie da parte di un illustre collega di forum. Un mio predecessore, nei commenti di questo stralunato articolo, ne è un fulgido esempio. Si possono utilizzare sinonimi altrettanto incisivi piuttosto che i soliti “cazzate”, “minchiate” ecc. Se poi non si è in grado di farlo, tanto vale tornare a scuola ed imparare un pò di buon vecchio italiano. In chiusura, non ho capito praticamente nulla dell’articolo e, francamente, non capisco perchè sia stato pubblicato. Se ne poteva fare a meno.

  • VeniWeedyVici

    “al nostro pericolosissimo clown”

    felicissima espressione

  • Ricky

    Non é un mistero che Berlusca é da tempo considerato inaffidabile dal vero Potere neoliberista e che quello che ci aspetta dopo di lui é la brace rispetto alla padella (vedi cosa sta succedendo in Spagna con il “socialista” ZP).
    Ma da qui ad elevarlo a statista come fa l’autore di questo sconclusionato e mediocre articolo ce ne passa davvero…

  • cris79

    rinchiudetelo per favore!!
    è fuggito da un manicomio l’autore di questo articolo?!

    ” Contro Berlusconi verrebbero sguinzagliate le tre M (Mafia, Magistratura, Massoneria) finalmente libere di mordere a piacimento.” 😀 😀

    questa entra di diritto tra le migliori minchiate sentite nel 2010 :-))

  • andyconti

    Hai ragione Afterglow, bisogna evitare parolacce, io e’ la prima volta che ne uso una (ho detto:”cazzata”), ma proprio perche’, come dici tu, questo articolo non era necessario pubblicarlo,…..quando ce vo’ ce vo’….

  • dana74

    non è che Berlusconi sia un eroe nazionale che ami farsi bello per politica estera, si ignora in alcuni commenti che non è carancini o chi ne fa il paragone con Mattei che afferma che la sua politica estera non va bene, SONO LE DICHIARAZIONI DI AMBASCIATORI USA E ISRAELE AD AVERLO DICHIARATO PALESEMENTE

    Per quanto riguarda la Lega non è che soffia per aumentare il divario Nord sud, è un fenomeno nato (poi diventato altro) dalla constatazione che quel divario è incolmabile dopo anni di soldi in “sviluppo del sud”.

  • Pellegrino

    Che tristezza leggere certi commenti … si può (forse si deve) non apprezzare Berlusconi, ma non capire che quello che è scritto nell’articolo è vero al 100% vuol dire che ancora non si è capito niente di ciò che sta succedendo in Italia e nel mondo.

  • essenziale

    …il sapore di fondo che si trae da quest’articolo è che Berlusconi starebbe facendo il bene dell’Italia e tutti gli altri (ora si è aggiunto pure Lombardo), tra cui Usa, Massoneria, Magistratura, etc, a dargli addosso…quest’articolo è veramente fuori strada, poi l’accenno all’asse Sicilia- Russia veramente risibile. Pessimo!!

  • andyconti

    UNA VOLTA PER TUTTE FINIAMOLA CON LE STUPIDAGGINI. BERLUSCONI NON PUO’ ESSERE AVVERSARIO DEGLI AMERICANI PERCHE’ ERA MEMBRO DELLA P2 CHE ERA NOTORIAMENTE LA FILIALE DELLA CIA IN ITALIA. SE GLI AMERICANI LO HANNO SCARICATO E’ PERCHE’ HA INIZIATO A COMPORTARSI DA IDIOTA CON TUTTE LE SUE PUTTANELLE AVIOTRASPORTATE E HA DANNEGGIATO L’IMMAGINE DELLA MASSONERIA.

  • Pellegrino

    parli così perchè della P2 non sai niente.

  • andyconti

    E’ arrivato quello che sa tutto, immancabile. Allora racconta tu cos’era e cos’e’ la P2.

  • Pellegrino

    non ho la presunzione di insegnare e non scrivo in maiuscolo per dare più peso al mio niente..trova da solo delle tracce… puoi cominciare con il capitolo “Il Grande Vecchio” su “Mossad base Italia” di Eic Salerno.

  • andyconti

    Il tuo niente, non il mio, e gia’ parlando cosi’ dimostri la tua pochezza.

  • andyconti

    L’articolo che consigli non sposta granche’ quello che ho detto io e quello che tutti sanno benissimo, le maiuscole non sono importanti e non dimostrano nullita’, sono a conoscenza dei legami col Mossad, sono anche consapevole pero’ che in questo sito gira un po’ troppa ossessione antiebraica, per questo e per altri motivi (non ultimo l’arroganza di molti lettori come te) non lo frequento piu’. Dell’eventuale risposta che darai non me ne importa e non la leggero’, se preferisci difendere Berlusconi fallo pure, e’ cosi’ che si spiega la sua permanenza al potere. Adesso potrai provare a dare peso al tuo niente condividendolo con gli altri brillanti lettori.

  • Pellegrino

    “L’articolo che consigli non sposta granche’ ”
    questo è il tuo metodo.
    Quale articolo??? ho citato un capitolo di un libro.
    Non sposta granchè?? ma neanche hai capito di cosa si tratta…vorrei capire quale ‘articolo’ avresti letto…lascia perdere, che è meglio.

    ..certo che, da tua ‘promessa’, non leggerai, ti saluto e ti faccio i miei auguri.

  • Pellegrino

    ???
    certo che, da tua ‘promessa’ non leggerai, resterò con l’atroce dubbio sull’oscuro significato di questa frase.
    certo che, da tua ‘promessa’ non leggerai, ti saluto e ti faccio i miei migliori auguri.