Home / ComeDonChisciotte / GIORGIO NAPOLITANO, MASSIMO D’ALEMA: TAPPETO ROSSO AL NAZISMO SIONISTA DI GAZA

GIORGIO NAPOLITANO, MASSIMO D’ALEMA: TAPPETO ROSSO AL NAZISMO SIONISTA DI GAZA


– Dedicato ai morti di Gaza del dicembre 2008, gennaio 2009.

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Il Nazismo ha distrutto il giudaismo fisicamente, il Sionismo l’ha distrutto spiritualmente”, Leibele Weisfisch, Rabbino, 1992

Giorgio Napolitano è un ignorante complice morale di crimini contro l’umanità in Palestina. Massimo D’Alema è un consapevole complice diretto di crimini contro l’umanità in Palestina. L’occupazione israeliana dei territori palestinesi è un insulto permanente a sei milioni di morti nei campi di sterminio nazisti.

L’organizzazione umanitaria americana The Middle East Children Alliance ha completato di recente un sopralluogo a Gaza, colpita nel dicembre del 2008 dal peggiore atto di terrorismo indiscriminato compiuto da Israele su quelle terre dal 1948, e ha intervistato decine di bambini palestinesi chiedendogli quali erano i loro bisogni più urgenti. La risposta della maggioranza di quei bimbi è stata questa: “Poter bere un bicchier d’acqua la mattina”. Gaza è una prigione a cielo aperto dove nessuno può entrare o uscire, dove Israele non permette l’importazione di gas per cucinare, di acqua da bere, di farmaci salvavita, di cemento per ricostruire ciò che ha distrutto, di matite, di lenticchie, di quaderni, di cloro per disinfettare acquedotti e fogne, e dove l’esercito dei neonazisti ebrei israeliani spara ai contadini che raccolgono la bietola per non morire di fame, o ai pescatori che osano uscire nel loro mare per non morire di stenti. Gaza è oggi l’unica camera di tortura sperimentale a cielo aperto del mondo, l’unica istanza al mondo dove uno Stato Canaglia, Israele, sperimenta un sadismo etnico scientifico con l’appoggio pieno di ogni democrazia moderna che si conosca. Il Darfur, Ace, il Tibet, la Birmania, la Korea del Nord e altri orrori simili sono pienamente riconosciuti come tali e sanzionati come tali dai Paesi cosiddetti civili. Non la Palestina, dove da almeno 60 anni una banda di criminali assassini e terroristi che rispondono al nome di Movimento Sionista può permettersi qualunque atrocità per due motivi: perché Israele è oggi la più grande base militare americana del mondo e perché Adolf Hitler ha sterminato sei milioni di ebrei con la nostra complicità durante la seconda guerra mondiale. Motivi per cui Obama sta zitto e per cui l’Europa non osa profferire parola.

Il Movimento Sionista di Theodor Herzl, Israel Zangwill, Vladimir Jabotinski, Chaim Weizman, Leo Motzkin, David Eder, Golda Meir, Moshe Dayan, Ben Gurion, Menachem Begin, Yitzhak Rabin, Ariel Sharon, Ehud Olmert, Tzipi Livni, Ehud Barak, Benjamin Netanyahu (e altri) è una organizzazione criminale il cui unico posto nella Storia è dietro le sbarre della gabbia del Tribunale Penale Internazionale o di una nuova Norimberga. Essi hanno non solo martoriato oltre ogni limite il popolo palestinese, ma non si sono fatti scrupolo in 60 anni di storia d’Israele di mandare al macello fisicamente e psicologicamente gli ebrei stessi, loro concittadini, pur di perseguire il loro piano originario: la pulizia etnica di tutta la Palestina biblica. Hanno rigettato e distrutto ogni singola offerta di pace, hanno raccontato menzogne con una sistematicità diabolica, e hanno consciamente replicato nei Territori Occupati le tecniche di tormento razzista del Terzo Reich. Oggi, questa congrega di assassini corrotti, sta invece ritta sui tappeti rossi degli ignoranti negazionisti come Giorgio Napolitano, che non molto tempo fa ha dichiarato di aver “denunciato l’antisionismo come travestimento dell’antisemitismo. C’è chi – non avendo nel mondo di oggi il coraggio di dichiararsi antisemita – assume come bersaglio il sionismo, con esso identificando una presunta volontà di dominio”. Presunta, dice il Presidente. Ecco cosa lasciò scritto un suo omologo israeliano, Ben Gurion, padre di Israele, nel 1948: “C’è bisogno di una reazione brutale. Dobbiamo essere precisi su coloro che colpiamo. Se accusiamo una famiglia (palestinese), dobbiamo fargli male senza pietà, donne e bambini inclusi… Non vi è alcun bisogno di distinguere fra colpevoli e innocenti”. Ed ecco, Napolitano, come commentò quelle parole il più insigne letterato ebreo israeliano del XX secolo, Yizhar Smilansky “Ci facciamo ingannare di fronte all’evidenza, e ci uniamo subito al grande e comune mucchio dei bugiardi – composto da ignoranza, apatia opportunista e semplice svergognato egoismo – e scartiamo una grande verità per la furba scrollata di spalle di un criminale inveterato (Ben Gurion).”

La stessa congrega sionista criminale pretendeva nel 2006, e otteneva, dal governo di centrosinistra italiano di Romano Prodi e dal suo Ministro degli Esteri Massimo D’Alema l’adesione incondizionata al crimine internazionalmente riconosciuto di ‘punizione collettiva’ dell’intero popolo palestinese, colpevole di aver aderito alla democrazia ma di aver votato a maggioranza il partito ‘sbagliato’. Quello sgradito a Washington. Massimo D’Alema ha portato me e voi sulle soglie della camera di tortura a cielo aperto di Gaza a chiudere i portoni di accesso dei beni di sopravvivenza essenziali e a contemplare un milione e mezzo di innocenti che si contorcono in una “vita da cani” (Moshe Dayan, 1967), ammassati nel 5% di quella che era la loro legittima terra, senza diritti, lasciati morire di parto ai posti di blocco, di malattie banali, costretti a nutrirsi di rifiuti, e sottoposti a un accanimento sadico da parte di Israele che Mary Robinson, Alto Commissario per i Diritti Umani dell’ONU, ha definito nel 2007 “la distruzione di una civiltà”, opinione confermata fra gli altri dalle parole dell’ex ministro inglese per gli Affari Internazionali Clare Short, che in una audizione alla Camera dei Comuni dello stesso anno ha parlato di “un sistema di Apartheid, annessioni brutali, e creazioni di ghetti”. Tutto questo mentre nei salotti italiani personaggi della bassezza morale di Marco Travaglio, Massimo Teodori, Gad Lerner o Furio Colombo pontificavano sulla brutalità dei negri palestinesi, fra un’apparizione tv e l’altra, e mentre finivano il carpaccetto all’aceto balsamico nel ristorante di mamma RAI.

Le prove documentali di quanto ho appena scritto si trovano pubblicate già da tempo nei miei lavori, e sono di fonte unicamente ebraica o occidentale. Vi trovate le smentite a tutte le menzogne sioniste su Hamas, sul terrorismo, su chi massacra chi in Medioriente, su ciò che vi raccontano i Tg italiani. Ma basterebbe il candore agghiacciante dell’ex Capo di Stato Maggiore d’Israele Mordechai Gur, che nei resoconti dell’analista militare israeliano Ze’ev Schiff ammise senza patema alcuno che il suo esercito per 30 anni aveva colpito una popolazione civile che viveva in villaggi, colpito civili di proposito e coscientemente “perché se lo meritano”, e anche in assenza di alcuna minaccia armata. Avrebbe dovuto bastare, sessanta anni fa, il grido angosciato di Albert Einstein e di Hannah Arendt, i quali denunciarono le venature “naziste e fasciste” nei partiti dei padri fondatori di Israele. E dovrebbe bastare a chiunque non sia della pasta di Giorgio Napolitano, Massimo D’Alema o Marco Travaglio il filmato che un eroe moderno come Vittorio Arrigoni ha realizzato, e che sta mostrando a sparute platee italiane ahimè, dove compare tutto l’orrore del sadismo israeliano senza veli: due contadini di Gaza, padre e figlio emaciati, armati di un carretto ottocentesco tentano di raccogliere a mano delle bietole in un campo di loro proprietà; è la loro sopravvivenza, i loro volti sono contorti dalla disperazione, ma gli uomini “dell’esercito più moral
e del mondo
” (Barak), i discendenti dei sei milioni di morti dell’Olocausto, li prendono a fucilate indiscriminatamente, un tiro al piccione con l’agonia altrui. I disgraziati si gettano a terra, salvati solo dalla presenza dei giovani occidentali dell’International Solidarity Movement, che con un coraggio indefinibile fanno da scudi umani alle pallottole. Ma si faccia attenzione: quel tiro al bersaglio diretto a chi tenta di non morire di fame non è fatto per casuale brutalità; è politica dettata da Tel Aviv per portare a compimento i dettami dell’abietto Moshe Dayan che nel 1967 disse: “Voi palestinesi continuerete a vivere come cani, chi vuole può andarsene. Chiunque si avvicini al Movimento Sionista con una morale non è un Sionista”. La scena filmata da Arrigoni torce le budella, strozza la gola di chiunque abbia mai amato un padre o un fratello nella vita, e richiama a pieno titolo le parole di Hannah Arendt: ‘La Banalità del Male’. Accade ogni giorno a Gaza, mentre noi siamo qui. E allora.

Non indignatevi, che siate maledetti se lo fate. Fate altro: informatevi e raccontate al mondo che la crudeltà nazista non è morta, che oggi vive e che si chiama Sionismo, occupazione della Palestina, e che rappresenta l’unico esempio al mondo di orrore etnico pienamente accettato e sostenuto da ogni democrazia moderna. Roma, il Quirinale e tutti noi in prima fila.

 “Il quadro che emerge è di un Israele che selvaggiamente infligge ogni possibile orrore di morte e di angoscia sulle popolazioni civili, in una atmosfera che ci ricorda regimi che né io né il signor Begin oseremmo citare per nome”. (parole dell’ex ambasciatore israeliano all’ONU Abba Eban. Fonte: il quotidiano israeliano Jerusalem Post)

Paolo Barnard
Fonte: www.paolobarnard.info
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=164
29.12.2009

Pubblicato da Davide

  • Erwin

    Scrive il Barnard:

    …una banda di criminali assassini e terroristi che rispondono al nome di Movimento Sionista può permettersi qualunque atrocità …
    1)e perché Adolf Hitler ha sterminato sei milioni di ebrei con la nostra complicità durante la seconda guerra mondiale
    Poi invoca una :
    2)… una nuova Norimberga ._______

    Fintanto che un personaggio come il Barnard ( e tutto il resto del sinistrato intellettuale) continuerà ad avere simili premesse non andrà oltre la punta del proprio naso.______
    Lui e gli altri continuano a raccontare lo stanco mantra dei 6.000.000 e di Norimberga,chiudendosi ogni possibilità di uscita verso la libertà di indagine._____
    L’identificazione del “male assoluto” ,creata dai vincitori la seconda guerra mondiale,nel Nazionalsocialismo preclude ogni margine di manovra veramente” rivoluzionaria”,ma è l’ultima “arma” per sopravvivere del pensiero reazionario e conservatore comunista e liberale._____

    Il Barnard dovrebbe sapere che il numero 6.000.000 è una gigantesca TRUFFA! Allo yad vashem di Gerusalemme hanno “circa 3.000.000” di pretese vittime (indimostrate)! Quindi MAI 6.000.000 !_______
    Il Tribunale di Norimberga è quella cosca mafiosa che si basava su questi 2 articoli:_______

    Articolo 19.
    Il Tribunale non sarà legato dalle regole tecniche relative alle testimonianze. Esso adotterà e applicherà per quanto possibile, una procedura rapida e non formalista e ammetterà tutti quei mezzi che esso stimerà abbiano un valore probatorio.______
    Articolo 21.
    Il Tribunale non dovrà chiedere prove di fatti di notorietà pubblica, ma li considererà come provati.Esso considererà ugualmente come prove autentiche i documenti e i rapporti ufficiali dei Governi delle Nazioni Unite, compresi quelli compilati dalle Commissioni costituite nei diversi paesi alleati per effettuare le inchieste sui crimini di guerra, come pure i processi verbali delle udienze e le decisioni dei Tribunali Militari o di altri Tribunali di qualsiasi delle Nazioni Unite.______

    Da: http://olo-dogma.myblog.it/archive/2009/04/14/statuto-del-tribunale-di-norimberga.html_______

    Lo stesso tribunale che attribuì la responsabilità dell’eccidio di Katin ai Tedeschi! Che oggi è pubblicamente affibbiato ai Comunisti dell’URSS.______
    Lo stesso tribunale che “accertò” i fasulli 4.000.000 morti ammazzati ad Auschwitz!_______
    Lo stesso tribunale che “accertò” la responsabilità del comandante di Auschwitz nell’uccisione di oltre 2.500.000 di persone ,sempre ad Auschwitz,quando in tutto entrarono in quel lager circa 1.300.000 persone!_______
    Questa fu NORIMBERGA!________
    Ne vuole un’altra?_______
    Per falsificare NUOVAMENTE la Storia?__________

    NO! Signor Barnard,la via d’uscita è in altra direzione!
    Lei è ancora sul vecchio impotente tracciato…tracciato da chi Lei vorrebbe processare!_______
    Finchè non si libererà di questi DOGMI non avrà corda a sufficienza!

  • tamolentegole

    Anche io comincio a nutrire dubbi sull Olocausto.Non nego che siano morte tante persone,certamente e’ stata una grande tragedia,pero’ non capisco come mai non si citano mai le morti di omosessuali,gitani etc.Oltretutto questo accanimento contro chi cerca prove che possano dimostrare il contrario.

  • Bubba

    Non indignatevi, che siate maledetti se lo fate. Fate altro: informatevi e raccontate al mondo che la crudeltà nazista non è morta, che oggi vive e che si chiama Sionismo, occupazione della Palestina, e che rappresenta l’unico esempio al mondo di orrore etnico pienamente accettato e sostenuto da ogni democrazia moderna. Roma, il Quirinale e tutti noi in prima fila.

    Alla retorica israeliana si può rispondere solo coi fatti, ma non li si convince. Tu stesso me l’hai detto.

    La gente non ci crede.

    E se ci crede, ad ogni modo riterrà che il pericolo “islamico” è ben più preoccupante di ogni atrocità commessa dagli israeliani e poi ricambiata dai palestinesi.

    Perchè per la gente il pericolo è l’islamizzazione dell’Europa e del mondo, “l’invasione araba” di orde fondamentaliste e retrive. Ed Israele costituisce secondo loro un avamposto che frena le ambizioni di conquista degli islamisti.

    Vaglielo a spiegare che non è così.
    Ti dicono: “io ho amici che vengono da lì, mi raccontano la barbarie dei fanatici, io so.

  • marcello1950

    Carissimi Italiani, Civilissimi occidentali, –

    guardate bene quei filmati SULLA PALESTINA e stampatevi in mente ciò che dice BARNARD perchè con ciò che stiamo permettendo di fare ad Israele noi stiamo mettendo le basi legali E GLI STRUMENTI TECNICI con cui i prossimi padroni della TERRA potranno legalmente attuare pulizie etniche, di oppositori e di massa,
    Se per caso questi nuovi padroni fossero i CINESI E SE OCCUPASSERO L’EUROPA avranno tutta la legittimità di trattarci allo stesso modo in cui gli ISRAELIANI STANNO TRATTANDO I PALESTINESI,
    veramente IL PRECEDNETE CE L’ANNO anche IN PATRIA (IL TIBET) oltre che NEL MEDITERRANEO (LA PALESTINA)
    non so se con il loro familismo potrenno sopportare tanti tipi umani esotici visto che in Cina le minoranze sono state ridotte drasticamente
    non capisco perchè con noi dovrebbero essere più tolleranti
    insomma speriamo di non dover rimpiagere i TEDESCHI DI HITLER
    spero che siano solo delle allucinazioni di fronte ai crimini odienrni e che non divengano gli incubi di una REALTA’ prossima ventura..
  • Bubba

    Che è poi successo con quel Cesare52 che minacciava provvedimenti legali contro di lei?

    Si attendevano rogne legali. E’ successo niente?

  • Longoni

    Concordo con la sua analisi del numero delle presunte vittime del nazismo (e attendo pazientemente che qualcuno inizi ad illuminare quella caverna buia) e la ringrazio delle precisazioni sul Norimberga.
    Penso che il riferimento di Barnard al cosiddetto Olocausto, segui la versione ufficiale semplicemente per non alzare polemiche inutili nel contesto dello stesso; la palese verità è visibile da chiunque voglia vederla: in 60 anni gli israeliani hanno e stanno facendo molto peggio dei nazisti.
    Mi piacerebbe sapere qual’è quell’altra direzione da lei consigliata a Barnard!

  • Allarmerosso

    finchè saranno le TV e i giornaletti allineati a dare l’informazione alle masse , queste non useranno mai la loro testa per ragionare e capire come le cose vanno veramente , fintanto che non si comprenderà quali sono i veri poteri che controllano il mondo le masse vivranno nella loro convinzione che il mondo è diviso in destra e sinistra in occidentale e non occidentali , vedranno l’evoluzione e l’avanguardia nel trenino nuovo o nella nuova medicina o nel nuovo modello di macchina e di cellulare … Giudicando il “Diverso” per religione e provenienza senza comprenderne realmente la cultura la realtà e le motivazioni che lo spingono ad abbandonare la propria terra e in certi casi la propria famiglia.

  • 6463

    Sono proprio di ieri le dichiarazioni di kippa fini in Libano di condanna del “terrorismo palestinese”, non è un anno che il ministro frattini giustificava come autodifesa lo scempio di Gaza.

    Strano come PB ci veda così bene con l’occhio destro, e non veda niente con l’occhio sinistro.

    Avrà una benda come moshe dayan?

  • nautilus55

    Giusto – 6463 – perché mai Barnard deve solo e sempre citare D’Alema, Napolitano e l’eterno Travaglio…che gli ha soffiato il posto? Da decenni tanti scrivono le medesime cose…adesso arriva lui e…l’attuale governo italiano ne esce pulito come una colomba. Va là, Barnard, abbiamo capito di che pasta sei fatto. Solo, non fare anche tu l’avvoltotio sulla pelle dei palestinesi. Sai, per caso, qualcosa sulla vicenda di Abu Omar? Perché non scrivi mai nulla su quella vicenda? Ah, sono immischiati quelli dell’attuale governo, capito…stai cercando di rifarti una verginità presso nuovi padroni?

  • Simulacres

    Un articolo degno di plauso se non fosse che, ogni qualvolta che si tratta denunciare i crimini del Sionismo v’è sempre (anche quando non v’è motivo o da chi non te l’aspetti) immancabile la solita e insopportabile sottolineatura ricattatoria Olocaustica e per di più, con inqualificabile leggerezza, attribuendogli la qualifica della CERTEZZA!

    Trovo davvero stupefacente che una “voce” che (si crede politicamente scorretta) si erge a paladino dei deboli possa poi sprofondare così in basso e conformarsi, paradossalmente, contemporaneamente al “pensiero unico” sistemico (lavaggio del cervello). Non è una contraddizione in termini?

    Sulla questione “Olocaustica”, v’è tanta di quella impostura su una scala tale che chiarificarla richiederebbe, per primo, un lunghissimo processo a sé stante sugli tutti innumerevoli genocidi di milioni e milioni di civili commessi dai cosiddetti stati democratici alleati.
    Hai visto mai uno “Potere” vincitore dichiararsi colpevole delle proprie malefatte? No, vero? Domandarsi perché.

    E poi che volete che siano se nella sola Germania vi furono 9 milioni di persone che morirono trucidati dalle bombe, dalla fame e infine dalla schiavitù prodotta dagli alleati. Nulla!… Solo gli Ebrei e i sudditi degli alleati soffrirono e morirono, vero?

    Domandina impertinente a Paolo o a chi gli va di rispondere:
    Chi commise più crimini prima, durante e dopo il secondo conflitto mondiale, il “club” City-Wall-Street-&-Co., l’alleato e compagno San Giuseppino Stalin o l’indiavolato criminale nazista Adolfino Hitler?

    Per quanto concerne la questione palestinese copio e incollo un commento che ho posto qualche giorno fa in altro luogo:

    Qualunque governo occidentale che sia italiano, inglese, americano o quant’altro, è infinitamente più carogna verso il popolo palestinese più di quanto lo furono ai tempi di quando si trattava di salvare gli stessi Ebrei dalla persecuzione nazifascista. Se ne infischiarono bellamente di accoglierli nelle loro patrie “democratiche” e così li abbandonarono e li condannarono impietosamente e responsabilmente al loro destino; poichè, il caso contrario, avrebbe incrinato, irreversibilmente. tutta l’architettura guerrafondaia imperialista della City, di Wall Street, & Co.

    Lo stesso orrore avviene oggi in Palestina, così come con la stessa “passione” in Iraq, Afghanistan, Darfur e in mille altri luoghi disseminati in ogni angolo del globo, che guarda caso sono da sempre territori che detengono le più abbondanti ricchezze del suolo. L’Ideazione (genesi) e messa in opera dello Stato di Israele, lì in quell’area, è paragonabile a uno dei massimi capolavori dell’ingegno criminale della lobby giudaico-sassone-americano. E, – al di là della facciata… già da allora si potevano indovinare le intenzioni e cosa avrebbero partorito!

    Dopo quella dei due conflitti mondiali, quest’ulteriore ebbrezza di atrocità Universali di cui gli stati “democratici” europei si rendono quotidianamente partecipi, ci mostrano chiaramente, ancora una volta, tutto l’influsso subito che fa tutta la loro sottomissione all’impero giudaico-sassone-americano, sulle più schifose e immonde tragedie che riesce a partorire e a far pascere impietosamente!

    Ma tutto questo è……………… Democrazia!…

  • tamolentegole

    Ma cosa dici?Almeno lui cita le fonti di quello che dice tu invece tiri fuori solo cazzate e opinioni fuori luogo.

  • Simulacres

    Un articolo degno di plauso se non fosse che, ogni qualvolta che si tratta denunciare i crimini del Sionismo v’è sempre (anche quando non v’è motivo o da chi non te l’aspetti) immancabile la solita e insopportabile sottolineatura ricattatoria Olocaustica e per di più, con inqualificabile leggerezza, attribuendogli la qualifica della CERTEZZA!

    Trovo davvero stupefacente che una “voce” che (si crede politicamente scorretta) si erge a paladino dei deboli possa poi sprofondare così in basso e conformarsi, paradossalmente, contemporaneamente al “pensiero unico” sistemico (lavaggio del cervello). Non è una contraddizione in termini?

    Sulla questione “Olocaustica”, v’è tanta di quella impostura su una scala tale che chiarificarla richiederebbe, per primo, un lunghissimo processo a sé stante sugli tutti innumerevoli genocidi di milioni e milioni di civili commessi dai cosiddetti stati democratici alleati.
    Hai visto mai uno “Potere” vincitore dichiararsi colpevole delle proprie malefatte? No, vero? Domandarsi perché.

    E poi che volete che siano se nella sola Germania vi furono 9 milioni di persone che morirono trucidati dalle bombe, dalla fame e infine dalla schiavitù prodotta dagli alleati. Nulla!… Solo gli Ebrei e i sudditi degli alleati soffrirono e morirono, vero?

    Domandina impertinente a Paolo o a chi gli va di rispondere:
    Chi commise più crimini prima, durante e dopo il secondo conflitto mondiale, il “club” City-Wall-Street-&-Co., l’alleato e compagno San Giuseppino Stalin o l’indiavolato criminale nazista Adolfino Hitler?

    Per quanto concerne la questione palestinese copio e incollo un commento che ho posto qualche giorno fa in altro luogo:

    Qualunque governo occidentale che sia italiano, inglese, americano o quant’altro, è infinitamente più carogna verso il popolo palestinese più di quanto lo furono ai tempi di quando si trattava di salvare gli stessi Ebrei dalla persecuzione nazifascista. Se ne infischiarono bellamente di accoglierli nelle loro patrie “democratiche” e così li abbandonarono e li condannarono impietosamente e responsabilmente al loro destino; poichè, il caso contrario, avrebbe incrinato, irreversibilmente. tutta l’architettura guerrafondaia imperialista della City, di Wall Street, & Co.

    Lo stesso orrore avviene oggi in Palestina, così come con la stessa “passione” in Iraq, Afghanistan, Darfur e in mille altri luoghi disseminati in ogni angolo del globo, che guarda caso sono da sempre territori che detengono le più abbondanti ricchezze del suolo. L’Ideazione (genesi) e messa in opera dello Stato di Israele, lì in quell’area, è paragonabile a uno dei massimi capolavori dell’ingegno criminale della lobby giudaico-sassone-americano. E, – al di là della facciata… già da allora si potevano indovinare le intenzioni e cosa avrebbero partorito!

    Dopo quella dei due conflitti mondiali, quest’ulteriore ebbrezza di atrocità Universali di cui gli stati “democratici” europei si rendono quotidianamente partecipi, ci mostrano chiaramente, ancora una volta, tutto l’influsso subito che fa tutta la loro sottomissione all’impero giudaico-sassone-americano, sulle più schifose e immonde tragedie che riesce a partorire e a far pascere impietosamente!

    Ma tutto questo è……………… Democrazia!…

  • Simulacres

    non so come… ma il mio commento è finito erroneamente qui boh… l’ho riproposto nella colonna principale.

    …colgo l’occasione per dirti che condivido quanto scrivi…

    ciao.

  • Erwin

    Per ora nulla.D’altra parte quando si citano brani tratti da libri “loro”…con tanto di riferimento a pagine…a cosa ci si può attaccare?____Se levi primo,ebreo,ha scritto quelle cose non è colpa mia se le riporto!

  • clausneghe

    Questo è il Barnard che mi piace..
    Ancor di più perchè ha il coraggio di dire di quel vecchio signore con macula o di quell’altro raccoglitore di olive con i baffetti, quello che si meritano con un linguaggio diretto, che rasenta l’insulto, peraltro appropriato.
    Vediamo se Napolitaner e Baffetto Combattente si risentiranno per essersi qualificati in questo ottimo articolo come ignoranti e complici dei criminali al potere in Sion.

  • Erwin

    Nessun revisionista “ufficiale” nega che centinaia di migliaia di ebrei abbiano trovato la Morte durante la guerra,ma a tutt’oggi NON si ha prova provata di un solo caso di gasazione nelle “camere a gas ” di cui tutti parlano e che nessuno ha mai dimostrato siano esistite! Anche se ad Auschwitz la Direzione del lager ha la faccia tosta di spacciare per autentica “camera a gas” un obitorio trasformato in rifugio antiaereo!La stessa “direzione” che PRIMA ha “certificato” 4.000.000 di morti ammazzati,poi (caduto il comunismo) li ha ridotti SENZA MOTIVAZIONE a “circa 1.500.000″….IMBROGLIANDO ulteriormente le persone che visitano tale lager!_____in TUTTO ,in quel lager sono entrate 1.300.000 persone!____Per quanto riguarda gli altri “morti”….quelli non hanno dignità di “eletti”,quindi chi se ne frega!

  • Erwin

    L’unica direzione onesta possibile è quella di spogliare delle falsità la versione ufficiale dei fatti della seconda guerra mondiale,COMINCIANDO dall’accertamento,coi metodi tipici dell’indagine poliziesca ed anche storica, della esistenza di un piano di sterminio ,delle camere a gas,del numero reale degli scomparsi ebrei.____ Poi ,con l’evidenza dei fatti si creerà una nuova consapevolezza sulle “dimensioni” dei fatti e si potrà stabilire chi ha mentito,PERCHE’ lo ha fatto e di conseguenza comportarsi!____Barnard per contestare i sionisti usa categorie logore e indimostrate (non so se ne è a conoscenza) ma tali sono.____Esiste un grosso problema ad affrontare SERIAMENTE e STORICAMENTE il “fatto” olocausto: si pensa che serva a riabilitare il Nazionalsocialismo! In effetti se si dimostra la falsità dell’olocausto(e ciò è ampiamente dimostrato) sorgono spontanee domande imbarazzantissime per l’ufficialità! PERCHE? si è mentito?___Cosa si voleva NASCONDERE?____CHI ha mentito?_____In base a cosa si è mentito?_____Qualcuno cantava: “la veste dei fantasmi del passato cadendo lascia il quadro…immacolato”!_____Questo è il terrore.

  • Erwin

    Trovo sia di pessimo gusto equiparare i Nazionalsocialisti ai sionisti.Affermare il “fatto avvenuto O£OCAU$TO” ed equipararlo allo sterminio palestinese significa DARE VALENZA AD UN FATTO INDIMOSTRATO(L’OLOCAUSTO EBRAICO) IN RAPPORTO AD UNO STERMINIO REALE!___Ovvero :tramite un fatto REALE(l’attuale genocidio palestinese) dare CREDIBILITA’ ad una FAVOLA,una TRUFFA politica ed economica!!!____Barnard nel suo procedere CONFERMA ULTERIORMENTE la versione ufficiale dei 6.000.000….ed E’ ciò che vogliono i SIONISTI!!! La loro UNICA ARMA contro il mondo intero!

  • TizianoS

    Quando, tra non molto, il sionismo cadrà, andrà a far compagnia al movimento che più gli assomiglia, il suprematismo bianco (apartheid) sudafricano. Gli uomini che hanno difeso o non hanno condannato il sionismo saranno ricordati con ignominia, e sarà chiara a tutti la loro malafede.

    Al contrario, saranno ricordati quegli uomini che per primi hanno avuto il coraggio di prendere concrete iniziative contro di esso, e mi piace qui citare: Richard Goldstone, capo della missione ONU sui crimini di Gaza, già giudice della Corte Costituzionale del Sudafrica e già procuratore del Tribunale Criminale Internazionale per la Jugoslavia e il Rwanda; i membri della Corte Britannica che hanno recentemente spiccato un mandato di comparizione contro Tzipi Livni, ministro degli esteri del governo Olmert responsabile dell’operazione “Piombo Fuso” a Gaza, per i suoi crimini di guerra, la quale ha dovuto così annullare una sua programmata visita in UK; e il nuovo Alto rappresentante per la politica estera e di difesa dell’Unione europea, Lady Catherine Ashton, che non solo ha espresso una posizione dura verso Israele, che continua a imprigionare Gaza, ma ha anche criticato il Muro di separazione e le continue espulsioni delle famiglie palestinesi dalle loro abitazioni a Geruslemme Est, nonché la politica di colonizzazione.

    Infine un plauso a Paolo Barnard per il suo coraggioso articolo.

  • Altrove

    Comincio a credere che molti di noi non leggano nemmeno l’articolo. Spero di sbagliarmi, ma se fosse vero chiederei a queste persone di leggere prima di scrivere. Primo punto: Barnard utilizza come paragone l’olocausto… e puo’ benissimo farlo perchè si tratta della “scusa” che poi ha usato il movimento sionista per arrivare alla situazione attuale. Che sia vero o no, l’articolo non parla di questo. Sono gli ebrei che parlano di olocausto di fronte ad ogni accusa. Loro utilizzano questo fatto! Quindi il paragone è più che calzante perchè i due elementi fanno parte dello stesso insieme di verità parziali. Ovvero TU EBREO, perseguitato dal nazismo con parenti morti nei campi di concentramento, perseguiti col sionismo e provochi morti in prigioni a cielo aperto. Si chiama coerenza, o forse ne parlava qualche vangelo?. Di questo parla l’articolo. Poi se vi piace attaccarvi ad ogni cosa per dire “lui sbaglia, dai retta a me” possiamo ritrovarci tutti a casa sua e facciamo una bella festa. Secondo punto: Secondo me avete un po’ rotto le palle con le storie di chi ha ammazzato di più. Non voglio offendere nessuno, ma se si continua così si comincia a dire che quelli erano i buoni e quelli erano i cattivi.
    Nessun potere si è consolidato senza spargere sangue! e se spargi sangue ti aspetti che esso ti ricada addosso… Qui parliamo di gente che ha sofferto e soffre senza distinzioni di bandiere o colori dato che, se ci guardiamo bene attorno, queste bandiere e questi colori non esistono realmente. Infine a chi parla di bende o fazioni politiche dell’autore consiglio di leggere un po’ di più (a meno che non lo abbiate già fatto) e controllare con i vostri occhi il pensiero espresso da barnard. Poi se la politica vi piace così come è (sinistra o destra che sia) e vi piacciono i loro propagandisti tanto meglio. Sulle implicazioni dell’ attuale governo l’autore ha già parlato in precedenza e abbondantemente. Se però pensiamo che esista una opposizione che è contraria all’operato di questo governo, che sia d’alema o di pietro, stiamo rincorrendo nuovamente un’ illusione. E’ strano: quelli di destra lo accusano di sinistrismo e quelli di sinistra di destrismo… mettetevi d’accordo! Secondo me è solo pregiudizio. Apprezzo comunque quei pochi che hanno argomentato la loro tesi…
    Un’ abbraccio sincero…

  • Erwin

    Lei sbaglia._____Lei afferma: “Ovvero TU EBREO, perseguitato dal nazismo con parenti morti nei campi di concentramento, perseguiti col sionismo e provochi morti”____Ma Barnard dice altro! Parla di 6.000.000 di ebrei ammazzati. Cosa INDIMOSTRATA!Quindi la sua equivalenza mon è tale.Quindi il suo paragone non è pertinente.

  • BarnardP

    Grazie dei commenti. Preciso che il motivo per cui io così spesso attacco le figure del centrosinistra italiano è duplice: primo, essi sono molto più pericolosi degli omologhi di centrodestra, essendo molto più ligi nell’obbedienza al vero Potere e alle sue politiche di distruzione sociale (si leggano i miei studi sul Potere). Secondo perché sono molto più infidi delle destre, dato che da queste ultime è ovvio aspettarsi la coltellata frontale, mentre il centrosinistra regolarmente ti accoltella alla schiena dopo essersi travestito da agnello. Nel caso specifico, fu il centrosinistra, e non la destra, ad aderire al crimine contro l’umanità dell’embargo a Gaza dal 2006 in poi.

    Sull’Olocausto e sui suoi numeri di vittime, sarà drastico: chissenenfrega. Trovo di nessun interesse storico né umano lo stabilire se le vittime di quella immane e orrenda tragedia siano state 6 milioni, 4 milioni, 2 e mezzo o anche solo 800mila. Olocausto fu, e negarlo è semplicemente una aberrazione dell’anima. B.

  • Erwin

    I morti VERI ed i familiari dei morti VERI di quel periodo non se ne fregano.____In Francia ,Germania,Austria ed altra decina di stati questa affermazione” chissenenfrega” porterebbe diritto in GALERA!___Per offesa alla MEMORIA .____Chiaramente non si trova “interesse” a stabilire le reali dimensioni del “fatto olocausto”! Né ,magari,sulle MODALITA’ !____Perchè indagare? E se poi ne fossero morti “solo” 500.000 e nessuno per gasazione?Che olocaustino sarebbe? Meglio non indagare!Così potremo in eterno continuare a blaterare di 6.000.000!Di “gaskammern”!____No, gentile Rossi Barnard, l’olocausto come raccontato NON è avvenuto né nelle forme né nei numeri strombazzati ,è una TRUFFA, e solo da qui si può iniziare a considerare i fatti palestinesi!Si, negare l’olocausto …palestinese è una aberrazione… della vista.In aggiunta un CRIMINE delle dirigenze palestinesi.

  • EasyGoing

    Dedicato ai morti di Gaza del dicembre 2008, gennaio 2009.

    Il suo commento a questa considerazione é fuori luogo, anziché contestare e deviare l’attenzione del lettore da questa generossisima considerazione di Barnard, scriva Lei un articolo e contesti il 27 di Gennaio giorno della Shoah. Barnard non sta parlando di quanti ebrei sono stati ammazzati (non li riporterà in vita precisando il numero) bensì dei Sionisti che stanno perpetrando un genocidio da di più 60 anni. Barnard ci mette la faccia in quello che dice e riporta i dati fino a prova contraria.

  • FreeDo

    Condivido sia quanto hai scritto che lo spirito dell’articolo.
    Mi dispiace vederti commentato da chi tenta di andare fuori tema,soffermandosi su quattro parole che nel contesto dell’articolo
    possono passare quasi inosservate.Questi credo che siano gli antisemiti di cui
    parla Napolitano (si riconoscono perche’ ogni qualvolta gli si tocca hitleruccio
    sembra gli si metta un dito nel culo).
    Io non sono contro gli Ebrei, sono contro i criminali di guerra, contro chi si
    accanisce in modo sanguinario su chiunque sia colpevole di essere Palestinese e quindi ostacolo alla paranoica realizzazione della grande israele.
    Grazie Barnard.

  • nicus

    sottoscrivo in pieno il commento di Altrove.
    parola per parola.

    grazie, Barnard, per il tuo prezioso lavoro.

  • Erwin

    Non ho tempo da perdere con chi è programmato su un solo canale di ricezione___Le piace? Se lo tenga!______Ho spiegato a sufficienza della equazione non corretta(secondo me) proposta.____Solo questo: qualunque fatto ,per essere accertato,DEVE avere dei contorni certi!____L’olocausto ebraico è solo una indeterminatezza!____Mi provi il contrario,se ne è capace.

  • backtime

    Sig. Barnard 2000 volte grande, sia per il coraggioso articolo, di cui noto molti presi a raccogliere le goccie fredde del moccolotto, piuttosto che la luce che vi brilla in cima, sia per la verità rimessa tra le compagini di destra e sinistra; ormai credo che in molti se non in troppi, vedendo nella destra il proseguio del fascismo, non riescono a realizzare che a sinistra “è da sempre” molto peggio, questo perché si sentono come, quando il ricco padrone privo di eredi decide di rimettere le sue ricchezze alla servitù***, rimettendo a ognuno per il grado di servizio offerto tanto quanto merita e lo stalliere* se la prende con la governante**** perché ha ricevuto più di lui e a differenza sua, ella non “gioca e non fa debiti” (è una metafora, riuscirete a capirne la sostanza?) e non ha mai ingannato mai nessun sottoposto, mentre lo stalliere, per mantenere i sui vizi faceva la cresta anche quando cera da mettere la biada ai cavalli e metà la vendeva al fattore** vicino che non aveva avuto raccolto…

    * lo stalliere è la dirigenza di sinistra
    ** il fattore sono i sindacati
    *** i soldi che reclama lo stalliere sono degli elettori di sx
    **** la governante è il Popolo

  • francesco67

    La mia ammirazione per te, Paolo Barnard, è molto grande, però sono d’accordo con Erwin. 6 milioni di morti sono “L’OLOCAUSTO”, ridurre la sua portata fino al suo ipotetico reale valore (350.000?) renderebbe gli ebrei meno vittime e nell’immaginario collettivo finirebbero per non essere più giustificati del loro genocidio.

  • TheMissingNarrative1

    “Dedicato ai morti di Gaza del dicembre 2008, gennaio 2009”
    Thank you Barnard
    http://www.youtube.com/watch?v=h7r4ECQqEds

  • totonno

    Napolitano, D’Alema, Travaglio, kippa Fini, ecc. ecc. sono servi dei sionisti e del sionismo , quindi non possono far altro che sostenere i loro padroni , e rispondere agli ordini. L’occasione per manifestare il nostro schifo e disappunto verso il quarto reich , è il 29 Gennaio giorno della memoria , il giorno giusto per ricordare le vittime palestinesi, e non solo, che i cari sionisti hanno sparso per il mondo in questi ultimi 60 anni.

  • lucamartinelli

    non si puo’ dire che l’argomento non sia interessante. l’articolo offre molti spunti e infatti molti sono i commenti. non voglio aggiungere nulla a quanto gia’ detto. Solo vorrei capire se Barnard ha compreso il giro del fumo, almeno in rapporto al mio punto di vista. Caro Paolo, il sottoscritto è rimasto colpito da quanto dici di Napolitano. sono d’accordo con te ma dico che è anche peggio. gli inganni sono una necessita’ in una finta democrazia come la nostra, servono ad ottenere il consenso; fin qui credo siamo tutti d’accordo. Il bello viene quando qualche sospetto nasce anche a proposito delle appartenenze. il sospetto nasce esclusivamente dall’osservazione dei comportamenti. vengo al dunque: Napolitano passa come militante quasi della prima ora del defunto P.C.I. ora è presidente della Repubblica e questo è gia’ strano: da quando i padroni mettono un nemico storico in quella carica? di solito si mettono gli amici. vi sembra banale? vedremo dopo. andiamo avanti. come presidente della Repubblica Napolitano ha solo un compito importante: difendere la Costituzione. ebbene il 16 dicembre 2006 Napolitano ha firmato il decreto presidenziale che riconsce a Bankitalia il suo carattere privato, di fatto tradendo la costituzione che assegna tutte le sovranita’ al popolo compresa la sovranita’ monetaria. ancora, l’anno dopo, in occasione della festa delle forze armate pronuncio’ un discorso che inneggiava al Nuovo Ordine Mondiale, che piu’ che di comunista puzza di massoneria. allora ricordo che il suo mentore politico Giovanni Amendola, padre del piu’ noto Giorgio, era massone. al tempo della guerra fredda, quando nessun dirigente comunista poteva recarsi negli States, lui andava e veniva a suo piacimento con visto aperto. capito il giochino? caro Barnard, Napolitano non è ignorante: è dei loro!!!! per quanto riguarda D’Alema non occorrono molte parole: basta ricordare che a mandare i bombardieri a macellare la Jugoslavia partendo da Aviano è stato lui. altro fulgido esempio di finto comunista.

  • oldhunter

    Caro Paolo, stimo la tua intelligenza, il coraggio e la franca schiettezza degna di altri tempi. Apprezzo in particolare l’audacia nell’andare contro uno dei miti intoccabili del Sistema di fronte a cui si inginocchiano capi di stato e di chiesa: il Sionismo. Ma quando si parla di olocausto hai reazioni irrazionali simili a quelle di Travaglio quando gli si tocca Israele. Su questo argomento diventi, come lui, uomo di parte smentendo lo spirito di ricerca della verità che ti ha sempre contraddistinto. Davvero uno strano e contraddittorio comportamento!
    Per questo, non me ne volere.

  • Rossa_primavera

    Parole veramente sante le tue Erwin,non si poteva scrivere di meglio:quoto al cento per cento.

  • Rossa_primavera

    Il solito ripetitivo Barnard:assomoglia sempre piu’ ad un amante tradito,rancoroso e piccato verso l’establishment,reo di averlo cacciato,secondo lui,dalla Rai.Nonostante abbia in sostanza ragione,si abbandona a gravi insulti ad personam che superano ampiamente il confine della rilevanza penale:si potevano dire le stesse cose con un pizzico in piu’ di eleganza.Gli insulti gratuiti non rafforzano un’opinione,anzi magari le tolgono quella dignita’ che altrimenti avrebbe.

  • Simulacres

    E’ la stessa domanda che mi vien da rivolgerle, ovvero: E’ davvero sicuro d’aver letto l’articolo, se sì, l’ha capito? e i commenti cui Lei implicitamente volge critica, li ha colti davvero? in tal caso sii più esplicito.

    Lei dice “… verità parziali.” che significa?
    la dissonanza – eufemismo… – è che l’una (l’arma del vittimismo olocaustico) è basata su una verità assoluta ma mai provata. – e guai a provarci!!! – ovvero dogmatiche costruite appositamente per infinocchiare quella parte di umanità (quasi tutta) che è essenzialmente pusillanime; l’altra invece (genocidio palestinese) E’ sotto gli occhi di tutti! PARZIALE???? COERENZA???

    Lei continua “…. Non voglio offendere nessuno, ma se si continua così si comincia a dire che quelli erano i buoni e quelli erano i cattivi. ” ecc. ecc.

    Lei, immagino, non se l’è mai posta questa domanda vero? Bene Io si!
    e glielo assicuro, non per partito presso, non ne ho, come non ho ideologie.
    Odio! sia gli uni che le altre! anzi, dirò di più: mi fanno schifo!!!
    Lei ha mai assistito a una qualche sorta di contraddittorio, e non dico imparziale, di vincitori e vinti o se ne è a conoscenza, se esiste un qualche filmato “publico!” da qualche parte?
    E… potrei continuare all’infinito.

    Quanto poi al sinistrismo e al destrismo credo d’aver sopra risposto sufficientemente.

    saluti.

    ps. “L’uomo di spirito vede lontano nell’imensità dei possibili…”

  • Erwin

    Per tagliare la testa al toro!_____Invece di piangere (umanamente corretto) le vittime palestinesi…SI PROCESSI la dirigenza palestinese, che da perfetti IDIOTI permettono l’INUTILE lancio di petardi,per OMICIDIO GENERALIZATO della popolazione palestinese!!!____Solo dei CRIMINALI possono acconsentire a quella pratica SUICIDA che serve solo ai sionisti per giustificare le loro “rappresaglie” ed ai DIRIGENTI palestinesi a far vedere che “fanno”!!!_____Ciò è criminale,CRIMINOGENO!______Esistono altre forme operative.

  • maristaurru

    Si può essere Massoni e Comunisti. Non è vero che i Massoni non sono mai comunisti, non capisco come sia nata questa favola.
    Non è quindi vero che d’Alema sia un fulgido esempio di finto Comunista, è un Comunista che ora creca disperatamente di tingersi da socialista credo, ma son fatti suoi alla fine. Ma sta favola che da una parte ci sono i comunisti o comunque i loro eredi che , possono aver sbagliato, ma non sono infernali massoni… non si sopporta più, mi spiace , ma basta di prendere in giro la gente!

    Io da povera sora peppa coltiva rose e rape, la so diversa la storia dei rapporti fra comunisti e massoni, in grandissime linee: in effetti prima del 1922 era possibile i comunisti in Russia potevano benissimo essere massoni, poi a Mosca con il congresso della terza internazionale il divieto fu posto per beghe con i massoni francesi, molti dei quali erano comunisti . Basta un piccolo approfondimento e un libro di storia vero , non purgato ad uso di scuole e simili amenità.

    In Italia nell giovane PCI, si adeguarono, ma non erano contenti affatto visto che diversi comunisti Italiani erano massoni, persino Togliatti sapeva bene, e se ne infischiava, che Bruno Sonnino suo stretto collaboratore, iscritto al PCI era iscritto alla Massoneria , di esempi ce ne è in abbondanza..

    Oggi i nel PD ovviamente ci sono Massoni, alcuni siedono in Parlamento, e probabilmente in altri partiti di area sinistra ci sono massoni .. una ragnatela. Di modo che molte cose cui date spiegazioni fantasiose, che si finge di non capire, in realtà si spiegano benissimo con lotte e sgambetti fra massoni. Punto. Se credete a quello che scrivete, beh fate tenerezza. Gran parte delle lotte politico economiche in questo Paese sono lotte di massoneria e Pci e partiti da lui generati e satelliti.. sono ricchi di massoni. Mi meraviglio che blogger che non si occupano di rose e salsine… se lo debbano fare raccontare da Marista !!

    Basta co ste ragnatele e la muffa.. vi seguono in questa rappresentazione teatrale del passato solo 4o5 ragazzi che ancora vi credono.. forse, ma per quanto?

  • maristaurru

    esatto, ben detto, e visto che la storia di Italia degli ultimi decenni è storia di lotte feroci fra logge massoniche di diverso rito e indirizzo politico, io non mi meraviglierei che in realtà gran parte dei danni che stiamo subendo non venga proprio da personaggi, pericolosissimi, di logge sinistre, in una ferocissima lotta di potere in seno alla massoneria e siccome anche come Massoni mi sa che certe abitudini restano.. capisco il come ed il perchè della profonda e distruttrice crisi della massoneria italiana.

  • Simulacres

    Caro Paolo, il virus della credulità (da te solitamente osteggiato) sull’Olocausto ha infettato anche te, t’ha accecato, reso miope e temerario come la banda dei politici, quella dei preti, i maggiolini e le farfalle!

    n.b. il revisionismo non significa negazione, bensì la ricerca della Giustizia per l’affermazione e la celebrazione di verità Inconfutabili.

    Cordialmente.

  • lucamartinelli

    gentile signora, Lei sa cosa è un infiltrato, vero?

  • maristaurru

    Si so cosa è un infiltrato e so cosa sa fare un infiltrato e come deve agire un infiltrato. Non credo che per infiltrare la massoneria ci fosse necessità o utilità di intere logge rosse. E inoltre il mio modo di vedere è che certe lotte oltre che di potere, sono di affari, e immagino che se, con la caduta del muro certi equilibri , anche economici, son caduti… le lotte sotterranee, possono esser state accelerate provocando la rovina, un po’ come un effetto domino sulla società italiana. Ed eccoci qui, come le api operose fanno aria con le ali per rinfrescare e pulire il favo, cos’ i seguaci operosi, consapevoli e inconsapevoli, ronzano e rumoreggiano per coprire l’ultimo segreto, caduta la superiorità morale, e le altre mille favole.. restava una sinistra “pulita” dal peccato originale della appartenenza alla massoneria mascariata e distrutta dall’interno . Ma abbiate pazienza! E’ ormai il segreto di pulcinella. Come se sul foglio ci fossero già scritti i numeretti, dall’1 via via, si traccia una linea, ed il quadro è tutto lì, qui, nei libri, nei fatti.. quei maledetti fatti che non si possono più agevolmente manipolare, nascondere, mascherare. E’ ormai il segreto di pulcinella, ripeto , non lo vede chi non lo vuol vedere, ma saranno sempre meno quelli che chiuderanno gli occhi a comando.
    Ne parlo apertamente perchè so che lo sappiamo in tanti e davvero non capisco questa ostinazione di alcuni di continuare a fare gli ultimi giapponesi. Mi fanno tenerezza ormai.

  • myone

    Tutto e’ vero ma tutto e’ falso, quello che ci si trova e’ frutto di tante cose che poi stanno come gli iceberg nel mare della miseria, sia umana che demenziale di chi puo’ e fa’ comunque, perche’ ha pianificato il problema, senza guardare il problema vero.
    Ma tutto e’ vero, quando vuole essere la voce di chi voce non ha piu’, e si vuole sempre tener alta la dignita’ di guardare le cose verso la sua forma vera, quella della vita.
    E sebbene si parli della vita di chi possa avere torto o averne avuti, almeno gli debba il diritto dell’ oggi, quando disarmato, se si potesse dire cosi, non avendone colpa quando lo era, e parlo dei civili, viene messo nell’ impossibile della vita, da persone che si fregiano in virtu’ di una ragione, il peggio del subito, passando da vittime a carnefici.
    NOn sempre le ragioni, continuando nell’ illecito, rimangono ragioni, ma diventano veri e propri delitti contro l’ umanita’.
    Ma anche li, si guarda alla minima colpa, per far pagare quella piu’ grande e ai piu’, quando la vera colpa del procedere, fa si che la tua colpa sia immensa.
    IO penso che le parole siano finite, sia d una parte che dall’ altra, sia per la palestina, che per tanto altro.
    Quando l’ uomo si schifera’ del suo schifo, lascera’ passare tutto, e pensera’ veramente a quello che serve per sentirsi tale. Ne dubito, ma almeno pensiamolo.
    Una cosa vera c’e’, ed e’ sacrosanta; nessuno dice mai come stanno e come sono state le cose. E’ questa la piu’ grande codardia e prevalicazione.

    Israele quando ha dichiarato il suo stato lo ha fatto su terre loro e su insediamenti secolari. Che le conflittualita’ ci siano state ancora di piu e’ pari per i due contendenti, che la dichiarazione di guerra dei paesi arabi islamici, non sia mai finita in un trattato di pace, ha fatto pianificare israele a quello che vediamo fino ad oggi. Torto o ragione? Se sentiamo le due parti, i fini sono comuni, solo che uno e’ piu’ forte e puo’, l’ altro no. E la questione e’ cieca fin dal suo nascere, e cosi rimane.

    L’ ex iugoslavia, ne ha di senari da raccontare, ma alla fine, con l’ indipendenza dei vari paesi e etnie, il cossovo rimaneva la regione che non aveva chiesto l’ indipendenza, ma che legittimamente apparteneva alla serbia. Certo che di fatti e di porcherie le hanno fatte anche i cosovari, e la serbia non si e’ presentata sul posto con l’ autorita’ civile come legittima governante del cossovo. E la serbia, non e’ entrata in cosovo con elezioni o amministrazioni, ma ha cominciato a fare epurazione e a combattere. Siamo stati anni a vedere i cecchini a ogni telegiornale. In qualche modo si doveva finire. Se a farla finita sono stati chi poi se ne potevano impadronire alla melgio, questo e’ affare del dopo.
    Per me dalema non poteva fare diversamente, e penso che sia stato il pensiero non solo di tutti gli italiani.

    Per quanto riguarda napolitano, nulla da dire. Ha svenduto la banca italiana, e non si fa’ partecipe almeno dell’ umanita’ che si dovrebbe per un popolo. Volete che le cose cambino, quando i capi non solo non sono garanti di una costituzione, ma non danno nemmeno respiro e possibilita’, a milioni di persone nel libano e nel mondo, di un riscatto e di un vivere normale.
    Gia’, c’e’ il male in mezzo, e questi civili hanno anche osannato al male quando era in azione.
    Quindi, tutti in lagher. Si potesse fare per tutti i rappresentanti e i politici e i poteri di questo mondo, sentenziarli a questo modo, perche’ sia di fatto sia come concetto, di male ne hanno fatto e ne stanno facendo ancora, anche fosse solo a parole, dette e non dette.

  • myone

    E’ questo modo di vedere e di dire e di fare, che si toglie il moschino e si ingoia il cammello, e si passa sopra al tutto disastrato e da disastrare ancora, perche’ c’e’ una colpa iniziale o remota, piu’ da fumentare che nel suo vero, e si istituzionalizza il peggio, anziche’ conprendere per un migliore.

  • BarnardP

    Devo tornare a chiarire, e spero per l’ultima volta, la mia posizione sull’Olocausto. Mi si è obiettato di perdere la mia criticità di fronte ad esso, di assomigliare a Travaglio in ciò, e si è detto che “un ipotetico reale valore di 350.000 morti ebrei renderebbe gli ebrei meno vittime”. Si afferma in questi commenti che la ricerca storica sui numeri di morti nei campi di sterminio è decisiva. Decisiva? Ebrei meno vittime?
    Io sono esterrefatto. Proprio non so capire come qualunque essere umano dotato di un’anima possa trovare una differenza determinante nel fatto che 6 milioni di sterminati possano essere in realtà ‘solo’ 400.000. E’ come trovare una differenza determinante nel fatto che vostra figlia sia stata sequestrata, torturata e stuprata per 90 giorni consecutivi invece che per 500 giorni; o nel fatto che un ring di pornopedofili abbia venduto 300 bambini rapiti alle loro famiglie invece che 2000. Ma vi rendete conto, voi da dietro questi pc, cosa significa strappare 400.000 esseri umani alle loro case, stroncare i loro affetti, e farli crepare di stenti, torture, malattie, lavoro a bastonate, umiliazioni inaudite, ricoperti di feci, divorati dalla fame e dalle zecche, sezionati vivi sui tavoli operatori, soffocati negli escrementi sui treni per bestie, ridotti a scheletri coi vermi nelle piaghe dell’ano, e questo senza uno straccio di una colpa al mondo se non quella di essere ebrei. Ma che differnza fa, Cristo, se sono morti così o nelle camere a gas? Ma non sarebbe un Olocausto questo? Ma li sapete contare 800.000 occhi disperati? 400.000 amori spezzati per l’eternità? Avete nella vostra casa uno straccio di persona cui volete bene? La potete, per favore, immaginare stanotte rapita e ridotta così? Vostra moglie, vostra sorella, vostro figlio, vostro padre.
    Potete dire che nel 1945, con anche gli ipotentici 400.000 morti straziati in quella maniera di inaudita scientificità sadica, aggiungendovi i ghetti, le persecuzioni e le leggi razziali, il mondo ebraico non avrebbe potuto egualmente reclamare uno status di vittima storica?
    Ma chi siete voi che sostenete queste posizioni? Immaginatevi in un’aula di tribunale ad affrontate i vostri omologhi morali che argomentano che vostra figlia, sopravvissuta a 90 giorni di stupri e oggi con 79 punti di sutura nella vagina, 47 punti nell’ano, con i legamenti dei polsi tranciati dai lacci, con i capezzoli ricostruiti dal chirurgo dopo essere stati spappolati, non può dopotutto reclamare il massimo dei danni perché in realtà non furono 500 giorni di sadismo come dapprima sostenuto, ma molti di meno! E dopotutto non le hanno estirpato l’utero, e il colon è ancora integro, e la si annovera fra le 70 vittime del maniaco, assai meno di quanto strillato dai giornali. Tutti punti fondamentali per stabilire l’entità del crimine, e per attribuire a vostra figlia la giusta percentuale di vittimismo, perché “il reale valore di 90 giorni di inferno la rende meno vittima”. Dico bene? Voi che sprecate il mio e il tempo altrui ad argomentare logiche simili nella storia dell’Olocausto nazista siete malati nell’anima prima ancora che nel cervello.
    L’Olocausto c’è stato, e Olocausto fu, e ribadisco: chissenefrega dei distinguo sui numeri di una manica di folli che mi ispirano solo una forte nausea. Barnard

  • mikaela

    Quali sarebbereo le altre forme operative?

  • Altrove

    Grazie a chi mi ha risposto: Probabilmente non mi sono spiegato bene, chiedo scusa. Per primo ripeto che non è importante se l’olocausto sia o non sia dimostrato, ma per chi si nasconde dietro ad esso e poi commette gli stessi orrori (che sia vero o no) esso esiste e come! Non so come spiegare meglio di così questo concetto, ma per chi volesse ci posso provare.
    Per Simulacres ecco la mia risposta: Pensa che ho letto il tuo commento e mi trovavo al 90% d’accordo con te. Quello che mi fa scattare è appunto il solito gioco dei numeri tra i crimini di stalin e di hitler. La mia critica non era volta tanto a lei, dato che ha argomentato la sua posizione, ma ad una dialettica che per troppo tempo mi sento di sopportare. Procedo per i punti che tu hai individuato (diamoci del tu, i formalismi non mi interessano):
    Credo di aver compreso le critiche che tu e altri muovete in relazione all’articolo e condivido il vostro fervore sul tema dell’olocausto. Secondo me, e potrei sbagliarmi, state fraintendendo. Tu mi replichi lo stesso e posso capirlo, ma mi chiedo se questo fervore sia pertinente nel criticare la tesi dell’articolo. Verità parziali significa che ne io ne lei sappiamo quale sia la verità dato che appunto esistono vinti e vincitori. Credo che entrambi critichiamo la politica israeliana per come si comporta in palestina e che condividiamo la nausea per sentirsi rispondere la parola Olocausto a qualsiasi “provocazione”. Su questo niente da dire. Però se affermi che l’olocausto non è mai avvenuto devi convenire con me che se si utilizza una menzogna per legittimare una azione, posso benissimo prendere quella menzogna come paragone. Anche qui non so come spiegarmi meglio. Io mi pongo molte domande alle quali non sempre si è capaci di rispondere. Però non capisco esattamente cosa mi stai criticando dato che la pensiamo in modo molto simile. Non capisco bene nemmeno questa cosa del “contraddittorio” e dei “filmati pubblici” applicato al mio discorso. Se ti va di spiegarmi meglio sarò felice di darti una risposta adeguata. Concludo ribadendo la mia posizione di critica verso israele e verso chi, destra o sinistra, sponsorizza o peggio autorizza i crimini contro l’umanità che avvengono in palestina. Tutto il resto, secondo me, è fuori dalla trattazione dell’ articolo… Col massimo rispetto, e chiedo scusa per chi si è sentito offeso…

  • mikaela

    Grazie Paolo, leggere quei commenti per fortuna ha solo distratto pochi lettori. Il problema E’ e restera’ il popolo palestinese che sta’ vivendo di stenti, ma a quelli del popolo palestinese non glie ne frega proprio niente altrimenti non venivano a rompere sotto questa tua considerazione.Grazie ancora per quello che hai scritto, ci voleva questa bella riflessione di fine anno e speriamo che il prossimo vada un po’ meglio per i palestinesi ciao M.

  • Erwin

    Deamicisiani astuti e perfino compiaciuti____Un po’ di cronaca:gli ebrei,in Germania,sono internati dal Novembre 1941,quindi nel 3°anno di guerra____Guerra ,ricordo,dichiarata da Francia ed Inghilterra alla Germania…NON alla URSS che aveva “commesso “lo stesso reato (invasione della Polonia). PERCHE’ non si dichiarò guerra all’URSS?____Dal Marzo 1933 l’ebraismo internazionale ,quindi anche quello tedesco,dichiaro una guerra commerciale,tramite boicottaggio delle merci,alla Germania,quando ancora il neo cancelliere Adolf Hitler non aveva preso alcun provvedimento contro gli ebrei!____Perche?____La “discriminazione” tra ebrei tedeschi e Tedeschi Germani fu voluta e salutata dagli ebrei sionisti tedeschi come un primo passo verso la formazione di una “identità” ebraica.____Dal 1940 gli ebrei costituirono brigate negli eserciti alleati e combatterono CONTRO la Germania,quando ancora gli ebrei potevano emigrare liberamente dalla Germania___Dal 1941, 2 divisioni ebraiche combatterono coi russi contro la Germania.____Quindi ci fu un reale agire antitedesco da parte ebraica___Quanto ai precedenti storici che ispiravano la politica antiebraica ,in Germania, si legga qui: http://olo-dogma.myblog.it/archive/2009/04/12/cosi-parlo-benjamin-freedman.html ,per i sinistrati si legga qui: http://olo-dogma.myblog.it/archive/2009/04/16/lo-sfruttamento-politico-di-auschwitz.html
    Sui reali motivi (economici) dello scoppio della guerra si legga qui: http://olo-dogma.myblog.it/archive/2009/04/19/adolf-hitler-e-la-moneta.html

    ed anche qui: http://olo-dogma.myblog.it/archive/2009/12/11/in-risposta-alle-menzogne-dei-vincitori.html

    _____Durante la guerra morirono circa 50.000.000 di persone. Mediamente il 10-12% della popolazione dei vari stati. Gli ebrei in Europa erano circa 11.000.000.Il 10% è 1.100.000. Quand’anche fossero stati 500.000 i loro morti sarebbero stati meno %mente degli altri.____Quanto alle “modalità” di morte si cita…”farli crepare di stenti, torture, malattie, lavoro a bastonate, umiliazioni inaudite, ricoperti di feci, divorati dalla fame e dalle zecche, sezionati vivi sui tavoli operatori, soffocati negli escrementi sui treni per bestie, ridotti a scheletri coi vermi nelle piaghe dell’ano,…. Ma che differnza fa, Cristo, se sono morti così o nelle camere a gas? …_____Errore Rossi Barnard! Tutte quelle cause sono cause da “Gojim”( da animali parlanti,secondo i testi sacri ebraici) ! 50 MILIONI di Gojim sono morti così!!!____LORO sono passati per le gaskammern!!! Per il camino!!!QUI sta la differenza !!! Lei ignora la “storia ufficiale” da Norimberga(che lei cita) in poi!FUCILAZIONI (circa 1.300.000 ,indimostrati) e GASAZIONI (il resto a 6.000.000.indimostrati) questa è la “vera” verità ufficiale!___Qui sta l’UNICITA’ del loro “olocausto”!!!___Qui sta la truffa!!!___Piaccia o meno a Rossi Barnard.____Si citino i documenti o le fonti da cui si rileva che “furono sezionati vivi sui tavoli operatori”,grazie.___In ultimo:mi può citare UN CASO DOCUMENTATO di ebreo gasato in quanto ebreo?UNO SOLO dei pretesi 6.000.000.

  • Erwin

    E’ molto semplice,basta far funzionare il cervello.Mi deve permettere di non essere esplicito,per la prima volta in vita mia, pubblicamente..

  • backtime

    E già! non sarebbe male fare i conti di quanti sono i morti fatti dal sionismo in 60 anni ed ovviamente non solo in Palestina, un non so che mi dice che avremmo cifre interessanti da contrapporre ai numeri del famigerato olocausto, il solo fatto che i suprestiti richiedano alla Germania a ciclo continuo interventi economici risarcitori, a mio avviso dimostra che sono più propensi a spillare quattrini che rendere giustizia ai morti.

    E poi diciamocela tutta, in tutta Europa sono quasi tutti morti i soldati della grande guerra e quei pochi che sono ancora vivi pensano più a raccomandare l’anima a Dio, perché si sa’, quando si arriva a una certa età non è che si pensi ad altro, nel mentre in Israele, i sopravvissuti sono ancora tutti vivi e pensano ai danè? gatta ci cova. Forse sarà come qui da noi, dove i medici tengono vivi i defunti per farseli pagare come pazienti?

  • nicus

    Allora per la prima volta ci siamo accorti che la nostra lingua manca di parole per esprimere quest’offesa, la demolizione di un uomo. In un attimo, con intuizione quasi profetica, la realtà ci si è rivelata: siamo arrivati in fondo. Più giù di così non si può andare: condizione umana più misera non c’è, e non è pensabile. Nulla è più nostro: ci hanno tolto gli abiti, le scarpe, anche i capelli; se parleremo, non ci ascolteranno, e se ci ascoltassero, non ci capirebbero. Ci toglieranno anche il nome: e se vorremo conservarlo, dovremo trovare in noi la forza di farlo, di fare sì che dietro al nome, qualcosa ancora di noi, di noi quali eravamo, rimanga.

    Ognuno è ebreo di qualcuno. Oggi i palestinesi sono gli ebrei di Israele.

    (“Se questo è un uomo” – Primo Levi)

    vergogna.

  • tamolentegole

    Gia il fatto che venissero ghettizzati mostra che sicuramente non gli si voleva un gran bene.Qui ci sono le prove.

  • Erwin

    Allo stesso pari dei CITTADINI AMERICANI di ORIGINE GIAPPONESE che furono internati nei lager YANKEE!_____Al PARI di circa 10.000 Testimoni di geova,sempre in USA, internati per il loro credo religioso.____Al pari dei sudafricani internati nei lager dagli Inglesi!___Ordinaria amministrazione di ogni Stato.Piaccia o meno.

  • Erwin

    Qui si parla dei pretesi 6.000.000 e delle “camere a gas”….il “barocco” e “deamicis” centrano come i cavoli a merenda!____Per la cronaca: il levi primo NON può parlare,con conoscenza di causa, di “camere a gas”!Se lo fa è perche qualcuno lo ha imbeccato a dovere!

  • nicus

    ah, scusa. credevo stessimo parlando di crimini contro l’umanità, e che quindi fossero i numeri e le modalità specifiche a centrare come i cavoli a merenda.

  • Altrove

    scusa erwin ma qui mi caschi, ha ragione il commento sopra… e che cavolo

  • lucamartinelli

    ecco, gentile signora, avendo avuto la sensazione di non essere stato capito, la sua prima riga di risposta me ne da la conferma. io sostengo che era la massoneria ad infiltrare il P.C.I. e non il contrario come sostiene lei. e tornando al suo primo commento non è vero che gli schieramenti di d’Alema sono fatti suoi. se permette le sue decisioni riguardavano tutti gli iscritti e votanti. non condivido nemmeno la sua opinione quando sostiene che non c’è nulla di male se un comunista si iscrive alla massoneria. io invece credo che di male ci sia molto, moltissimo. io credo che siano totalmente incompatibili. l’una con una percentuale di criminali vicina al 100%, l’altro con una percentuale del 1 o 2% al massimo. gli obbiettivi non sono gli stessi. come fa, signora, a fare di ogni erba un fascio? buona giornata.

  • nautilus55

    Per una semplice parola “ebreo”, rivolta a Giorgio Israel, in un commento in un forum di CDC il sito fu “sparato” sui principali quotidiani ed accusato di antisemitismo. Barnard, addirittura, dà dei nazisti agli israeliani e nessuno apre bocca. Le false flag esistono anche nell’informazione: se non ci arrivi da solo, non posso farti un disegnino per spiegartelo. L’articolo, poi, pur giusto nei contenuti, è terribilmente banale ed inutilmente retorico. Sulla pelle dei palestinesi.

  • Simulacres

    Altrove, grazie a te, per la risposta, il tono e la chiarezza espressa che rispetto e che condivido per larghissima parte, sebbene rimangono irrisolti i punti cruciali e sostanziali che ha scaturito tutta la querelle dei malintesi a cui proverò sinteticamente dare una risposta, spero, chiarificatrice.

    A mio avviso, il “fervore” o meglio il punto di vista “Sapientemente” espresso da Erwin, per primo, non è tanto rivolto a discreditare l’articolo, ma bensì al modo, alla poca “delicatezza” con cui Paolo s’è voluto approcciarvisi, utilizzando l’assunto olocaustico, ovvero comparando per certo e sullo stesso piano una verità ipotetica a una verità reale (i motivi li abbiamo già espressi, inutile ripetersi).
    Vale a dire che nessuno vuole indagare sulla buona fede di Paolo (che solitamente stimo) ciononostante, – sicuramente involontariamente, questa sua “leggerezza” lo rende partecipe e quindi complice della propaganda olocaustica.

    Propaganda che produce così un senso di smarrimento e di colpevolezza diffusa sull’intera “umanità sensibile” e che spiana la strada a un potere tanto travolgente quanto irresponsabile per meglio coprire l’attenzione su altre innumerevoli ecatombi quantomeno di pari dignità (che ai miei occhi è il più grande insulto, se v’è, se esiste, alla Giustizia Divina.)! E’ questo il punto.
    Paolo, con un pò più d'”accortezza” avrebbe potuto esprimere le stesse cose…

    Dici: “Però se affermi che l’olocausto non è mai avvenuto…”;
    nessuno, ne io, nè Erwin (mi pare), e tantomeno i revisionisti affermano che non vi fu persecuzione e conseguente sterminio, semmai non con gli stessi (improbabili) numeri e modalità con le quali la Storia e la “letteratura” ci hanno (me compreso) voluto e continuano far credere senza uno straccio di prova. Sulla base di questi presupposti bisognerebbe allora convenire che se vi fu l’olocausto degli Ebrei, vi furono allora, e vi sono tuttora svariati olocausti.

    Perché infervorarsi, o meglio perché indignarsi? semplice: innato e profondo senso di Pudore e Giustizia e immenso rispetto per tutti coloro umiliati, uccisi o imprigionati, – quando va bene Censurati e perseguitati! – per il sol fatto d’amare e ricercare la Verità.
    N.B. I revisionisti la ingiustizia non la vedono mai dove non esiste, ma molto spesso dove molti ingenuamente e “altri” per evidenti interessi non la vogliono affatto affatto vedere.

    Quanto a: “Non capisco bene nemmeno questa cosa del “contraddittorio” e dei “filmati pubblici” applicato al mio discorso”

    La mia “provocazione” è intesa a sottolineare e mettere in risalto tutta l’impostura dei “vincitori” che mai consentirono ai vinti d’aprir bocca, il che equivale a denegare assolutamente e inumanamente ogni residua forma di tutela giuridica, non potendo per l’appunto la parte soccombente invocare il diritto alla propria difesa.

    Ciao

  • myone

    Bravo Erwin, questo e’ un altro aspetto che i talgiatori di ragioni mancano sempre di considerare. I veri motivi sonon sempre altri. Torti e ragioni e cause, sono sempre altre. E’ per questo, che sulla feccia del compiuto, se ne compie ancora di piu’, e senza andare sui delittuosi fatti di sangue, basta stare nella societa’ vincolata dalla liberta’ e dalla democrazia.
    Di fatto, se ne potrebbero trarre di conclusioni e di ragguagli, ma tutti ci passano sopra, e tutti si sentono ebrei di qualcuno, ma sopratutto tutti sono sotto un nazzista fare e considerare, dove il guardare alla vita e alla giustizia intelligente, fa solo orrore, perche’ e’ la piu’ dura e la piu’ difficile da applicare.
    Ci si smena, e non ci si guadagna, e non si acquista posizione, ….. alla faccia sempre dei piu’, che in parte sono marionette farcite, e in altra, vere e rpoprie vittime. Ma alla fine, sangue o no che ci tocca, siamo vittime di noi stessi, e con maggior colpa, per delegare ancora la nostra sorte, a chi di vere soluzioni non le ha, sapendole tutti che e come dovrebbero essere.

  • maristaurru

    Bene, la ringrazio di aver chiarito con precisione la sua opinione.
    Questo non mi fa cambiare di una virgola la mia. Se esistono , come esistono, logge massoniche che sono composte da uomini di sinistra e se tra questi da sempre ci sono uomini del PCI. Se al momento in cui la caduta del muro di Berlino in qualche modo che certo non posso conoscere con precisione, ma che è intuibilissimo, ha fatto cadere certi equilibri, viene da se che cambiano i giochi e che con rapidità che e lucidità che dobbiamo riconoscere alla sinistra , la stessa che ha dimostrato al momento in cui la guerra stava per finire e di cui gli stessi partigiani ci hanno edotti, ha usato magistralmente la sua colonna di infiltrati e che per essere tali non erano certo con la tessera del partio comunista o di altro sinistro partito, ma ovviamente dovevano apparire , come ogni altro infiltrato rigorosamente non comunisti e installati nelle logge conservatrici per intenderci.

    Non faccia per favore insulto alla mia ed alla intelligenza di chi ci leggesse pretendendo che i comunisti che come tali avevano una tessera da massone fossero infiltrati, erano massoni. Punto. Gli 9infiltrati avevano una tessera e frequentazioni in parte “avversa”, come sembrerebbe ovvio anche ad un bimbo.
    La massoneria è precedente al PCI e checchè lei mostri di pensarne, non c’era niente di male ad esservi iscritti. Quale sia la percentuale di criminali nella massoneria, come fa a dirlo? Beato lei che ha o mostra certezze che gente che davvero studia la massoneria e non ne fa affato oggetto di libri da divulgare, sa di non poter avere a meno forse di esser massone anche lui. Gli obiettivi : davvero a lei sembra che gli obiettivi del PCI fossero tutti nobili? Vedo che è molto religioso, ed è comunque un bene, la fede dà forza ed è cosa che le invidio, io non ho fede, nè in una nè nell’altra massoneria.. o debbo scriver MAFIA? Io spero di no, so che che ci sono stati massoni nobilissimi, massoni ingenui, massoni onesti e disonesti, perchè vede, se lei raggruppa 100 persone, non saranno tutte uguali, non c’è riuscito alla fine neanche Mao ( bello quello !), vestendoli tutti uguali e immagino e spero che anche nelle logge rosse che forse ardentemente speravano di fare diventare l’Italia ricca e festosa come la romania o le repubbliche baltiche, ci fossero persone ingenue e per bene come molti poveri cristi della base PCI che sognavano, sognavano e poi si sono svegliati con la classe dirigente arricchita a dismisura, la certezza che già allora un fiume di rubli arrivava dall’est, e chi sa.. e loro.. con le pezze al culo!!

  • lucamartinelli

    non volevo certo modificare le sue opinioni, gentilissima amica. mi premeva solo scambiare opinioni sulla base di fatti. perdoni se non vado in ordine: è piu’ probabile che una associazione segreta o coperta abbia piu’ criminali di un partito alla luce del sole. la P2 come ricordera’ fu sciolta da Pertini in quanto associazione criminale. pare che non sia morta se le indagini di De Magistris significano qualcosa. mi trova comunque d’accordo su altre sue affermazioni. anch’io credo che se una persona delinque lo fa sia che si posizioni a destra, a sinistra, a nord o a sud o nella massoneria. non sono religioso, sono ateo. me evidentemente sono anche idealista. nel mio modo di essere e di pensare non c’è spazio per l’inganno. trovo disdicevole che una persona si faccia credere di sinistra ( o di destra) e poi ad un certo momento cambi casacca dimostrando di perseguire i suoi interessi e dimostrando nel contempo di avere approfittato della buona fede di chi ha creduto in lui e nelle sue idee. tutto qui. ancora auguri di buon anno.

  • maristaurru

    Che la P2 fosse una associazione criminale non sembra ci possa esser dubbio, ma anche è certo che molti sono stati tratti in inganno, compresi i massoni veri e moltissimi ingenui che credevano di essere entrati nella massoneria davvero.
    Per il resto, non contano le mie supposizioni sul come e perchè e per chi si fece quella strana “cosa” all’insaputa di molti.
    L’effetto di quello che io credo si volle fare, è però evidente: un gran baccano contro la P2 e contro la massoneria nota, mentre nell’ombra altri si davano una gran da fare, la gente crede che la massoneria sia cosa solo di destra e del diavolo, a chi giova la operazione? un caso? Io non credo al caso.
    La P2 , non è la massoneria, ripeto la Massoneria in Italia come altrove, è una ragnatela di logge, per esser brevi, e credo di poter affermare che , stando alle ultime risultanze, vi è rappresentata la società del Paese, con buona pace degli idealisti dei vari schieramenti.
    Ricambio gli auguri di buon anno.

  • giovanni

    Caro Luca, nel tuo commento hai scritto: “il 16 dicembre 2006 Napolitano ha firmato il decreto presidenziale che riconosce a Bankitalia il suo carattere privato”. Ho provato a leggere una copia del provvedimento da te citato (disponibile qui in pdf: http://nuke.onps.org/Portals/0/Documenti/Leggi/DPR_12_12_2006.pdf ).
    soprattutto quell’art.3 che parla delle quote di partecipazione al capitale.
    Pur avendo letto a riguardo diverse campane, non ho particolari strumenti giuridici per affrontare questo argomento.
    Se possibile, ti chiedo quindi di farmi sapere i dati che conosci:
    quali sarebbero (precisamente!) i punti del nuovo statuto che assicurano la Banca d’Italia in mano ai privati?
    Grazie.

  • lucamartinelli

    allora, che Bankitalia sia una societa’ per azioni non c’è dubbio. l’elenco degli azionisti è ora pubblico. occorre che tu mi permetta di tornare indietro di qualche anno, altrimenti non si capisce. Il ministro Tremonti durante il governo berlusconi 2001-2006 preparo’ un piano che prevedeva il rientro graduale di Bankitalia sotto il controllo dello stato. fu defenestrato dalla sera alla mattina, e questo lo ricorderai. fu in quel periodo che Napolitano firmo’ il poco famoso decreto. tornando alla tua domanda, essendo il discorso molto complesso, posso solo invitarti alla lettura di un libro che si chiama “Euroschiavi” di A. Miclavez e M. Della Luna, Arianna editrice. la risposta al tuo quesito inizia a pag 95. è un libro molto tecnico, ti verra’ l’ulcera prima di averlo terminato, ma ti aprira’ orizzonti impensati. buona lettura e buon anno. P.S. perdonami se ti ho rimandato alla lettura del libro. ma la risposta sarebbe stata lunga e tuttavia non esaustiva.

  • eresiarca

    A Barnard, su questa cosa, scatta un riflesso condizionato. Mettetevi il cuore in pace. Piuttosto, noto che sul forum è stato postato un ottimo articolo che mette a posto proprio certi “amici della Palestina”, tra cui rientra anche Barnard.

  • cesare52

    @Truman. Mi scompiscio. Un tale mare di amenità. Di stupidaggini e volgarità anche contro il Presidente Napolitano, a proposito che fine ha fatto la netiquette di CDC che non interviene neanche quando si ingiuria ed insulta un uomo della levatura del PRESIDENTE Napolitano e lo si lascia insozzare dalla merda lanciatagli contro a gratis da chi vuole fare solo sensazione ed invece fa pena e ribrezzo? Io faccio appello a lei perchè questo mi offende. Mi sento sporcato di merda anche io insieme al PRESIDENTE Napolitano. Mi aspetto provvedimenti. Altrimenti la netiquette qui di lato è una buffonata.

  • Matt-e-Tatty

    Io sono daccordo con lei Bernard, ritengo la veridicità sul numero di persone di religione ebraica assassinate durante l’olocausto assolutamente marginale in questo suo articolo, tuttavia, pur essendo altro argomento, ritengo sarebbe giusto appurare e verificare quella parte di storia non per il numero di vittime in sè o per capire se li hanno assassinati nelle camere a gas o a fucilate, quanto, per capire (se possibile) quali sono gli interessi dietro a un eventuale falso storico e per capire chi ha orchestrato tutto ciò (se davvero si tratta di falso storico).
    La ragione per cui ritengo importante fare luce su un massacro avvenuto 70 anni fà è la seguente: potrebbe essere molto utile per capire alcuni aspetti della politica contemporanea… se non ricordo male lei pubblicò degli articoli in cui individuava diverse cattegorie di “potenti” che manipolano il nostro avvenire o sbaglio? Ritiene “possibile” che tra i “padroni del vapore” ci sia qualcuno che ha in qualche modo interesse ad architettare questo ed altri “possibili” falsi storici piu o meno recenti?

    Saluti e complimenti per il suo articolo.

  • cesare52

    @Truman. E quando dico che mi aspetto provvedimenti intendo dire che considero doverosa la cancellazione della seguente frase che è anche l’incipit del ripugnante articolo di chi non sa che fare per farsi prendere in considerazione che buttare merda su una figura che per la Palestina si è sempre impegnato in tutto l’arco della sua vita, appunto il PRESIDENTE Napolitano: “Giorgio Napolitano è un ignorante, complice morale di crimini contro l’umanità in Palestina…”. Ripeto mi aspetto provvedimenti e mi chiedo come è stato possibile consentire questo insulto a gratis e pubblicare la netiquette di CDC che a usto punto pare una buffonata.

  • tesunpo

    un uomo della levatura del PRESIDENTE Napolitano e lo si lascia insozzare dalla merda lanciatagli contro a gratis da chi vuole fare solo sensazione ed invece fa pena e ribrezzo? Io faccio appello a lei perchè questo mi offende. Mi sento sporcato di merda anche io insieme al PRESIDENTE Napolitano. Mi aspetto provvedimenti. Altrimenti la netiquette qui di lato è una buffonata.

    Anche io mi aspetto provvedimenti..non mi sembra corretto accostare la merda a certi personaggi..la merda merita rispetto.

  • EasyGoing

    Alla domanda dell’organizzazione umanitaria americana The Middle East Children Alliance i bambini hanno risposto

    “Poter bere un bicchier d’acqua la mattina”

  • Ha notato anche questo o si è fermato al titolo?
  • cesare52

    @Supero il ribrezzo di questi suoi amorosi sensi con il sig.Erwin , le due persone che mi sono più antipatiche su CDC, e visto che mi chiama in causa, le assicuraro che ci sto lavorando. Quello che il sig.Erwin riporta,compresa la piscina di cui avrebbero goduto gli internati ad Auschwitz è costata 3 anni di galera a chi per primo ha spacciato questa infamia. In un tribunale di uno stato totalitario? No in un tribunale europeo. Le notizie che spudoratamente il Sig. Erwin posta, non sono mica farina del suo sacco, lui riporta notizie di altri che negli altri stati europei sono costate anni di galera a chi le proferiva. Il sig. Erwin approfitta di stare in Italia per diffamare a gratis approfittando di una legislazione che non viene applicata. Il sig. Erwin fa il gradasso continua per esempio a chiamare Primo Levi un gigante del 900 europeo: Levi primo, ebreo. E siccome falsifica ha avuto il coraggio di trasformare un libro che chiunque lo legga, di destra di sinistra o di centro, non può che provare una commozione ed una pietà profonda. Li dentro si parla di numeri dei circa 600 italiani che partirono con primo Levi ne rimasero in vita circa 29 e solo perchè ci fu l’avanzata russa che conquisto la zona dove c’era il lager. Il sig.Erwin, surfando tra i brani fa dire a levi primo, ebreo (naturalmente lui lo scrive in minuscolo e lo fa seguire dalla parola ebreo usata a mo di disprezzo) che “sto seduto tutto il giorno…e rubo benzina.. ” Una infamia grottesca e penosa che vedo continua a ripetere. Chissà se avrà mai una idea originale invece di riprtare pedissequamente tesi che in tutta europa sono costati anni di galera. E magari proporra di procesware Primop levi per furto di benzina alle SS. Lei in questa compagnia ci sta bene. Complimenti

  • BarnardP

    La tua obiezione è legittima, ma bada bene, esula del tutto dal contesto aberrante dei revisionisti apparsi su questo sito, che soppesano le tonnellate cubiche di morti per decidere se fu “olocaustino” o Olocausto.
    Per capire se l’Olocausto è stato artatamente gonfiato non è affatto necessario ricontare i morti o verificare quante camere a gas ci furono, anzi, non servirebbe. Basta osservare le vicende storiche successive, che sono alla luce del sole, come lo scempio in Palestina per 60 anni e il ricatto dei risarcimenti multi miliardari che il Congresso Mondiale Ebraico ha tentato di estorcere all’Europa con la menzogna (sui soldi da restituire). L’Olocausto fu di certo orchestrato, ma NON PRIMA, bensì DOPO il suo effettivo accadimento. Lo sarebbe stato con 6, 4, 2, o 1 milione di morti, senza dubbio. Vede, quello che i cervelli degenerati dei revisionisti su CDC non comprendono è che non è sul numero dei morti che si è giocata la rivalsa ebraica nel dopoguerra, ma su come furono uccisi, cioè sulla unicità sadica/scientifica indubbia dello sterminio nazista. Essa non cambia riducendo il numero di vittime, né è possibile dubitarne, le prove sono soverchianti. B.

  • BarnardP

    E’ stato possibile perché esiste in CDC la libertà di opinione, che è altro dall’insulto. Un insulto, per esempio, è la parola “merda”, di cui tu fai uso frequente (saprai tu perché). Dire che un uomo è complice di crimini ed è ignorante dei fatti storici che precedono quei crimini non è un’insulto, è una opinione. Questi sono concetti elementari, compresi credo anche dai tonti. B.

  • mikaela

    Deve comunque riconoscere una piccola nota di merito a favore di Barnard, come potra’ leggere non ha svalutato il nostro presidente, infatti l’ha messo fra la rosa dei piu’grandi padrini della patria israeliana.TUTTI SUL TAPPETO ROSSO
    Theodor Herzl, Israel Zangwill, Vladimir Jabotinski, Chaim Weizman, Leo Motzkin, David Eder, Golda Meir, Moshe Dayan, Ben Gurion, Menachem Begin, Yitzhak Rabin, Ariel Sharon, Ehud Olmert, Tzipi Livni, Ehud Barak, Benjamin Netanyahu

  • cesare52

    @PBarnard. leggo nell’incipit del suo articolo “Giorgio Napoletano è un ignorante, complice morale di crimini contro l’umanità in Palestina” Questo sarebbe una opinione? Dare dell’ignorante e del complice, seppure morale, di crimini contro l’umanità ad un uomo come il Presidente Napolitano che le piaccia o no è il Capo dello Stato. Anche questi sono concetti elementari che anche un tonto può capire e valutare. E dopo aver fatto questo incipit lei ha il coraggio di dichiarare insulto la parola merda che ho, anche in maniera riduttiva debbo dire, usato per denominare il suo incipit. Che coraggio- E che disperazione umana di uno come lei che non sa che fare per mettersi in evidenza, visto che giornalisticamente è fuori da tutto. Lei insulta in maniera pesante il Capo dello Stato Giorgio Napolitano che ha speso una vita lui ed il suo partito, l’ex PCI per la causa palestinese, ed ha sostenuto ed accompagnato l’OLP fino dalla nascita. E Lei si permette di chiamarlo “ignorante e complice morale di crimini contro l’umanità” e qualifica invece di insult chi chiama questo, in gergo popolare, “buttare merda” e come altrimenti chiamare chi dice “ignorante e complice morale di crimini contro l’umanità”? Complimenti? Comunque io non ho interesswe alcuno a confrontarmi con lei, lei è in malafede e mette CDC in una posizione difficile. O censura e lei strillera alla censura. O tacendo subirà le inevitabili conseguenze di chiamare “ignorante e complice morale di crimini contro l’umanità in Palestina” il Capo dello Stato. Comunque accada (crede lei) avrà la sua visibilità. Comincio a capire di più il concetto di “mina vagante”. Cosa definire il suo comportamento? Un irresponsabile che fa pagare i prezzi della sua smania di visibilità agli altri e nella fattispecie alla comunità di CDC ed a chi incautament le da spazio? Troppo poco. Lei mi sembra più “quell’irrascibile, immarcescibile Braccio di Ferro” ma senza spinaci. Una ultima cosa. La netiquette di CDC , tra l’altro, recità così :”Per questo gli insulti personali non sono tollerati e vengono rimossi senza preavviso” Ora dire a qualcuno “Ignorante e complice morale di crimini contro l’umanità in Palestina” non mi pare un giudizio politico, mi sembra rientri, e come se ci rientra, nell’infamia gratuita e senza prove oltretutto no indirizzata ad un Bush od a Netaniau ma ad un uomo come il Presidente Napolitano. E’ una atrocità. Ed io rinnovo la mia richiesta di rimozione al sig.Truman. Ps: Avrà notato che io le do del lei, gradirei reciprocità. Questo no pr snobismo ma ci tengo a mantenere le distanze tra me e lei. Non voglio neanche per un attimo che ci sia in chi legge la sensazione di “comunella” tra noi. Noi siamo differenti per sensibilità, cultura ed etica. Io ci tengo a rimarcarlo dandole del lei e chiedendo appunto reciprocità. Ed anche se lei scortesemente continuerebbe a usare il tu chi legge è avvertito. E comunque io con questa chiudo. Noi due veramente non abbiamo niente da dirci.

  • cesare52

    @Mikaela. Mi scusi ma lei mi fa ridere. Non so se è una fine umorista o parla sul serio. Ma si rilegge qualchevolta? E rileggendo non le scappa da ridere? Grazie comunque per il sorriso che mi ha involontariamente strappato.

  • cesare52

    @tesunpo. Mi scusi e non mi prenda per uno scortese ma proprio non ce la faccio a risponderle. Questo per significarle ch l’ho letta e mi è salito il disgusto. Se per il domani volesse avere la cortesia di non interloquire più con me gliene sarei grato. Io comunque non risponderò ed anche questo mio post era indirizzato al Sig.Truman. Non stavo intervenendo in merito. C’è pure un limite a quello che un uomo può sopportare. A non più risentirci.

  • Erwin

    Le parole hanno un senso,sotto qualunque latitudine,TRANNE quando si tratta di O£OCAU$TO!___Il cosidetto olocausto è storicamente così delimitato (da hilberg in giù): 1) Hitler odiava gli ebrei e diede l’ordine di sterminio degli ebrei!(ciò si legge nei testi del massimo storico ebreo di tutti i tempi, hilberg raul appunto)_____2) Un vasto piano di sterminio fu preparato a tale scopo!_____3) Furono costruite le macchine dello sterminio(le fUmose camere a gas)!_____4.000.000 di ebrei furono gasati ad Auschwitz(lo dice la sentenza di Norimberga)____1.300.000 furono i fucilati,per un totale di 6.000.000 !____Questa è la VERITA’ UFFICIALE PROTETTA PER LEGGE!!! Non le seghe mentali che qui si moltiplicano!_____Ora delle due una: 1) Si prende la versione ufficiale per buona! ___2) Non si prende la versione ufficiale per buona!____Nel primo caso non c’è scampo davanti ad osservazioni semiserie di un qualunque scolaretto di 1^ elementare____Nel secondo caso TUTTE le seghe mentali di aspiranti stregoni sono valide.____Ora qui si danno per scontati i 6.000.000….DOMANDA: quindi si hanno 6.000.000 di NOMI e COGNOMI,con relativi dati di nascita ?____Se si….si esibiscano!______Se no: di che cavolo state parlando?_____Sempre qui si danno per scontate le armi di distruzione di massa,le famose camere a gas omicide, chiedo: ESISTE UNA prova della loro esistenza?___UNA SOLA!____Faccio un esempio semplice anche per i trombati : si paragoni il cosidetto olocausto ebraico ad un incidente automobilistico con grossi danni!____Come si stabilisce ciò che è avvenuto e la responsabilità di ciò?___COI RILEVAMENTI della polizia!____Nel caso dell’olocausto NON ci sono rilevamenti certi ,documentati!_____Sui DANNI si ricorre a PERIZIE tecniche sui mezzi e persone!____Nel caso del cosidetto olocausto NON CI SONO RILEVAMENTI di Polizia e PERIZIE di alcun genere!____PERCHE’?______Accertato ciò….come cavolo si può parlare di un fatto di cui NON si conoscono le dimensioni?_____OVVERO :fu solo un TAMPONAMENTO!? ___QUINDI in mancanza di RILEVAMENTI e PERIZIE come si fa a stabilire COSA sia REALMENTE accaduto?___Se non se ne conoscono le “dimensioni” ,come si fa a DEFINIRLO?___OGNI termine è applicabile!Ma non appropriato, e basato su PROVE.____Mettendoci dalla parte del conducente che ha provocato il danno,DOMANDA___: si risarcisce il danno in base a PERIZE TECNICHE ,DOCUMENTI e RILEVAMENTI o…. SOLO in base a ciò che dichiara e pretende la “parte lesa”? _____Consiglio : quando si vuol parlare del preteso olocausto ebraico si usi iltermine “SARCHIAPONE”.

  • nicus

    mi scusi, cesare, ho visto che il suo appello è rivolto a Truman e non ad altri utenti, ma mi sembra che lei stia confondendo l’autore dell’articolo con qualcun altro e sento il bisogno di dire la mia.
    non solo Barnard è uno stimato professionista, ma è anche molto conosciuto nel circuito della controinformazione italiana. ogni suo articolo rimbalza su svariati portali e blog, suscitando reazioni ed innescando dibattiti (come vediamo succedere anche qui su CDC), e il suo canale youtube conta ogni giorno nuovi iscritti. quindi questo calcare la mano sul suo presunto bisogno di una platea che lo ascolti mi sembra quantomeno pretestuoso.

    premesso questo, mi chiedo e le chiedo come si possa giustificare la dichiarazione del Presidente Napolitano, in cui parla di “presunta volontà di dominio”. siamo d’accordo, spero, che si tratta di un’affermazione priva di legami con la realtà, dato che non c’è proprio niente di “presunto”. lei crede che sia ingenuità? Napolitano sarebbe solo un po’ ignorante, ma in buona fede?
    faccio onestamente fatica a crederlo.

  • Erwin

    Dico bene? Voi che sprecate il mio e il tempo altrui ad argomentare logiche simili nella storia dell’Olocausto nazista siete malati nell’anima prima ancora che nel cervello. L’Olocausto c’è stato, e Olocausto fu, e ribadisco: chissenefrega dei distinguo sui numeri di una manica di folli che mi ispirano solo una forte nausea. Barnard
    @@@@@@@

    Se siamo tanto “folli”…”malati nell’anima…cervello”_____perche perde il suo prezioso tempo con noi?____Perche questo tema raccoglie tanti commenti?___Perche diciamo cose folli?____Non è una buona considerazione dei blogger di CDC !____”…L’olocausto c’è stato”…certo! Come la VERGINITA’ di Maria!___Come il “fermati o Sole”!____Dogmatiche affermazioni prive di un qualunque riferimento documentale…appunto come un qualunque seguace delle 3 superstizioni semite____il cosidetto olocausto ebraico è diventato “La” nuova religione dogmatica dell’Occidente(e non solo!),coi suoi olopapi,olovescovi,olopreti,olocredenti,olocattedrali,olovangeli,olosanti e olobeati!____Una S.P.A!

  • Erwin

    Lei afferma …” le prove sono soverchianti”…Le può indicare?

  • nicus

    perdonami, erwin, ma se il tuo incidente stradale fosse causato dalla volontà di pochi uomini che si mettono a bombardare un’autostrada dopo averla stipata di innocenti, una volta appurato chi siano i colpevoli, me ne farei veramente poco di contare l’esatto numero di carcasse umane e auto sventrate.
    eh, dici tu, ma se non trovano la targa dell’auto mica gli rimborso il danno! come faccio ad essere sicuro che non se ne stanno approfittando? e poi, siamo sicuri che fossero bombe carta, come si dice in alcuni documenti ufficiali, e non semplici molotov?

    ecco, tu ora applichi questo ragionamento burocratico/amministrativo alla vita di centinaia di migliaia di persone, all’annientamento sistematico della loro dignità (di cui, converrai, ci sono eccome le prove). io mi chiedo onestamente come tu riesca a farlo.

  • Erwin

    Dice bene…” una volta appurato chi siano i colpevoli”…DOVE stanno le INDAGINI che hanno portato ad accertare che fossero colpevoli ,come ideatori del piano di sterminio,realizzatori delle gaskammern ?____A me di morale,etica,politica,filosofia ed altre seghe mentali importa nulla!____SOLO FATTI DOCUMENTATI e VERIFICABILI!_____Il cosidetto olocausto ebraico è CICCIA….SOLDI,TANTI SOLDI e POTERE RICATTATORIO…un preservativo a tutela della colonia di occupazione sionista di Palestina.

  • nicus

    A me di morale, etica, politica, filosofia ed altre seghe mentali importa nulla!

    adesso capisco da dove nasce la nostra incomunicabilità.

  • Erwin

    Più che incomunicabilità credo sia deliberata distrazione dal reale.___In ambito di indagine storica,poliziesca,legale,le categorie segnalate centrano come i cavoli a merenda e come tali hanno valenza.

  • nicus

    se così fosse, sarei ben felice di vivere in un mondo illusorio dove legalità, morale ed etica non fanno parte di categorie del pensiero scorrelate tra loro.

  • Erwin

    Spesso delle sane pagane scopate risolvono i casi più ostinati.La pratica delle seghe mentali…diceva mia nonna fa diventare ciechi!

  • nicus

    apprendo con dispiacere che legalità e stretta osservanza della logica, per chi si interessa di inchieste storiche e poliziesche, implicano anche la derisione di chiunque abbia opinioni differenti, peraltro con argomentazioni di altissimo livello.
    peccato, un’altra occasione di confronto persa.
    buone feste, erwin.

  • Erwin

    Per correttezza verso “Bubba”del post del Martedì, 29 dicembre 2009=====
    Nel trattare di levi primo,ebreo internato ad Auschwitz-Monowitz
    mi riferisco alla ristampa identica alla precedente dell’Editore
    Einaudi dell’01/09/84, indicando fra parentesi il n° delle pagine
    dalle quali ho preso le notizie.____
    1) Testo originale di levi primo:
    …dove “sto al coperto e al caldo e nessuno mi picchia; rubo e vendo sapone e
    benzina, senza serio rischio. Sto seduto tutto il giorno, ho un
    quaderno e una matita… e perfino un libro sui metodi analitici…
    e quando voglio uscire basta che avvisi” (pag. 178)._______
    2)Piscina di Auschwitz:
    Tutti gli interessati possono aprire il seguente link e vedere:_____
    http://www.rense.com/general24/swimpool.jpg_____

    Può essere vista andando sul retro del campo. È localizzata dietro il block 6, non lontano dal block 10 ._____

    Il primo ricercatore a scoprire la piscina di Auschwitz fu Ditlieb Felderer revisionista, la cui esistenza viene negata ancora oggi dalle autorità del Museo di Auschwitz .______
    Sempre ad Auschwitz:__
    …”Non c’era il ring, solo un piazzale e loro che urlavano, si divertivano, giocavano. Sempre di domenica, quando non si lavorava”…___

    poi___: …” si organizzavano partite. Oltre al ring improvvisato, c’era anche un campo da calcio. Noi assistevamo “…____

    poi: …”Ad Auschwitz si giocò pure a pallone, si organizzarono match di boxe, fu alzata persino una rete di pallavolo, venne costruita una piscina”… _____

    da: http://www.cdec.it/rassegnastampa_cdec.asp?idtesto=817_____
    Sempre sulla piscina di Auschwitz le parole di Marc Klein,ebreo internato in Auschwitz:______

    …“L’orario di lavoro veniva modificato la domenica e i giorni festivi, quando la maggior parte dei kommando era in ferie. L’appello si faceva verso mezzogiorno. Il pomeriggio era poi dedicato al riposo e ad una pluralità di attività culturali e sportive. Gare di football, basket e pallanuoto (in una piscina all’aperto costruita dai detenuti all’interno del campo) attraevano folle di spettatori. Va notato che soltanto le persone in forma e ben nutrite, esentate dai lavori più duri, potevano partecipare a queste gare, che scatenavano calorosi applausi fra le masse degli altri detenuti”._____
    (“De l’Université aux camps de concentration: Télmorgnages strasbourgeois”, Parigi, Les Belles-lettres, 1947, p. 453).____
    Nel suo opuscolo Observations et réflexions sur les camps de concentration nazis, egli scriveva ancora:___
    “Auschwitz I era composto di 28 isolati, costruiti in pietra, disposti in tre file parallele, in mezzo alle quali correvano strade pavimentate. Sul fianco del quadrilatero correva una terza strada sulla quale erano stati piantati alberi di betulla; era la Birkenhaller, destinata ad essere il luogo di passeggio per i detenuti e dotata di panchine. C’era anche una piscina all’aperto”._____
    (Opuscolo di 32 pagine stampato a Caen, 1948, p. 10; il testo è una riproduzione di un articolo dell’autore pubblicato su “Etudes germaniques”, n° 3, 1948, pp. 244-275). 
    Marc Klein, professore alla Facoltà di Medicina di Strasburgo______

    Quando parlo lo faccio sempre con cognizione di causa. Ora si vorrà PROCESSARE e CONDANNARE per …”DIFFAMAZIONE” (!!!)… anche il Klein!

  • mikaela

    Ho notato che CDC anziche’ cancellare le parole da lei tanto richieste dalla considerazione di Barnard ha cancellato il nome di Travaglio che appariva scritto all’inizio del suo articolo. Ragioni loro, ma ho notato che in 12 ore c’erano solo 500 letture mentre la considerazione di Barnard piu’ vecchia di un giorno aveva gia’ accumulato altre 2000 letture.Anche io ho iniziato la giornata con un bel sorriso.

  • Altrove

    Grazie, simulacres, adesso ho capito molto meglio e tenterò di chiarirti cio’ che intendo: Sulla “leggerezza” di barnard nel trattare l’articolo ti rispondo in due parti. 1)Non è esattamente lui che fa i paragoni “olocaustici”, ma le persone che lui cita (einstein, eban, ecc..) che essendo ebree criticano di “nazismo” il loro pari in israele. Non credo che se si vada da un ebreo in israele e gli si dica che l’olocausto non è avvenuto nei termini che conosciamo egli sia d’accordo con noi. Per loro è una verità incontestabile! giusto? dunque posso utilizzare (giusto o non giusto) questa stessa storia per paragonare i crimini che israele commette con il misterioso olocausto nazista dato che israele può affermare senza ombra di dubbio di essere stata perseguitata e sterminata nei campi di concentramento. E’ israele, come dici tu, ad usare la storia dell’ olocausto, per legittimarsi il territorio palestinese. Un popolo che dice di aver subito una grave ingiustizia e alla prima occasione ricrea le stesse ingiustizie, va portato all’ evidenza ed è per questo che trovo fuori tema la questione sollevatasi (spero di esserci riuscito questa volta).
    2) Inoltre barnard, con tutto quello che gli gettano addosso, gli manca solo di essere accusato di negazionismo (sappiamo bene cosa vuol dire al giorno d’oggi) dicendo addio alla sua credibilità. Bisogna essere cauti con l’opinione pubblica,;quella aspetta solo il prossimo mostro da divorare.
    Sul revisionismo storico penso non si debba aggiungere niente, casomai ricordare a tutti che la storia va aggiornata ogni volta e che tutte le voci debbano essere ascoltate. Altrimenti si può pregiudicare verità importanti per l’intera umanità. Infatti io non critico l’idea, ma la dialettica del numero dei morti che poco ha a che fare con la soffernza di chi le ingiustizie le subisce davvero. La questione palestinese, ad esmpio, ha inizio molto prima del famigerato olocausto nazista! La propaganda dei vincitori deve essere smascherata, ma dato che questa propaganda adesso rappresenta la verità nell’opinione pubblica, bisogna far cadere un punto alla volta, altrimenti si perde la credibilità. Per me i morti sono morti, non fa differenza se 1000 o 10, tanto la verità verrà a galla comunque. Sforziamoci su chi sta soffrendo adesso, il passato si rimodellerà di conseguenza… Scusa la risposta sintetica, ma è anche il 31 di dicembre… Alla prossima occasione di confronto… Un saluto.

  • Nellibus1985

    La signora Liliana Segre l’ha accudita un mio parente. Pesava 32 kg ed era appena scappata da Treblinka, ha raccontato cosa le accadde. Però secondo qualcuno si è inventata tutto. Accade anche questo, in questo mondo “democratico”.

  • cesare52

    Contenta lei.

  • cesare52

    @nicus. Bene, apprendo che chiamare il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano :”ignorante e complice di crimini contro l’umanita in Palestina…” a lei non importa. Lei interviene per spiegarmi che siamo difronte ad uno stimato professionista. Mica ad uno fuori da tutto il giornalismo che conta, cacciato a calci nel sedere da Report, che anticipa il Presidente Napolitano nel suo atteso messaggio di fine anno per innescare con degli insulti “ignorante e complice morale di crimini contro l’umanità” un caso a cui Cdc se censura ,come la netiquette qui a lato, che lei finge di non vedere, imporrebbe, lo stesso PBarnard griderebbe alla censura, se CDC fa finta di niente ci penseranno gli organi ufficiali, certo non crederà che dare dell’ignorante e complice di delitti contro l’umanità al presidente della repubblica passi indenne. Chi pagherà per la mania di mettersi in mostra, visto che tutti lo ignorano e d è costretto a scrivere per 50 persone e molti sono nick doppi se non tripli,? Pagherà la comunità di CDC e chi gli ha incautamento dato spazio e magari ha elaborato la netiquette qui accanto. Lei un simile comportamento lo definisce da “stimato profeswswionista. Stimato da chi? Lo sa come è chiamato nella comunità giornalista? “quello con gli occhi da invasato” “Il pazzo” “Cavallo pazzo”. La domanda più frequente quando, raramente, per farsi due risate lo si nomina è ” Ma ha intasato anche la tua di casella e-mail con i dossier con preghiera di pubblicare contro Travaglio, Gabbanelli, Santoro? Si? Guarda io ho dovuto cambiarla, e mica ti scrive poco. Un kilometro alla volta! Povero cavallo pazzo”. Bene lei si tenga il suo personaggio e per favore nion si umili con queste marchette.

  • cesare52

    @nicus. Mi ero dimenticato di complimentarmi per la sua decisione di essere su CDC. Questo è il suo prima ed unica volta che interviene su CDC. Prima di , mi passi l’espressione, “fare il tifo per PBarnard” e spiegarmi quale stimato professionista è, infatti lei non era mai intervenuto. Bene spero che non sia l’ultima e non si limiti, come sempre nei post di costui, ad intervenire solo per fare la claque a PBarnard. Lo sa che c’è una espressione che definisce questa moda che scatta, sarà un caso, solo nei post del Sig. PBarard? Si dice: ” lo sbarco delle truppe cammellate”

  • cesare52

    @erwin supero il ribrezzo che lei sempre mi da quando scrive :levi, primo-ebreo. In minuscolo il nome e cognome seguito dalla parola “ebreo” usata come disprezzo. Per ringraziarla. Ho degli amici che dicono: “ma destra e sinistra, sono nozioni antiquate. Il fascismo non c’è più tantomeno il nazismo” I suoi post, fatti leggere, mi hanno dato tante soddisfazioni retoriche. E cene. Lei non è interessato a ricalibrare la Storia, magari utilizzando tecniche compreso il computer e la rete e tutte le moderne conoscenze per precisare meglio, focalizzare, ricuperare documenti e quantaltro. Riaggiornare insomma. Lei, abbia il coraggio di ammetterlo, e me lo aspetto da un avversario, io direi nemico che abbia rispetto di se stesso e quindi del nemico, è un nazista, neanche neo. E’ arrivato in ritardo ma si sente del terzo reich, magari un SS redivivo. Ha un interesse ideologico a negare l’olocausto perchè in realtà il suo vero interesse è la possibilità in questa confusione di riproporre le tesi sociali economiche e politiche del terzo reich. Non si dispiaccia se io prendendo esempio da lei nel caso di levi, primo:ebreo , scrivo terzo reich in minuscolo. Quello che mi chiedo : ma perchè si maschera da storico qjuando lei è un nazista che lotta per riabilitare il buon nome delle SS, del terzo reich e chissà con il tempo anche hitler, adolf:nazista? Abbia il coraggio delle sue opinioni e si dichiari palesemente. Per “Se questo è un uomo” di levi, primo :ebreo, per sbugiardarla e dimostrare quanto sia capziosa e deformante la sua citazione: tre righe in un volume di 183 pagine, beh basterebbe leggere l’inizio della pagina e la sua fine. Lei falsifica, ma è il suo mestiere e la sua vocazione. Debbo dire che sono ammirato. Lei è un bugiardo così abile da rasentare il genio. Ed ha un grande coraggio: far passare Primo Levi (io lo scrivo maiuscolo) come un “testimonial” di Monowitz, succursale di Aushwitz. Lui stesso sarebbe un testimone di quanto si stava bene, eppoi c’era una piscina. C’è un piccolo particolare chi lo ha affermato è stato condannato a 3 anni perchè ciò è stato giudicato falso con sentenza passata in giudicato, la stiamo traducendo e prima o poi la produrremo a tutti, da un tribunale che evidentemente non ha creduto alla sua versione anzi la giudicata falsa. La sua versione? manco per il sogno Lei spaccia notizie che non sono sue ma di gente, mi è diffficile usare questa parola, che sta scontando pene o le ha scontate perche ha dei tribunali le hanno considerate false e diffamatorie. Il problema è che in Italia si fa difficoltà ad applicare le leggi che non siano a favore di Berlusconi. E lei può campae a die cose che in altra parte la farbbero arrestare. Personalmente ci sto lavorando. Mettere in piedi un coordinamento tra le varie associazioi per far applicare le leggi contro chi nega l’olocausto anche telematicamente. Coinvolgendo trasversalmente anche deputati e senatori anche di una destra pulita che ha condannato le leggi raziali. I primi contatti sono stati molto positivi. Con il tempo e con il lavoro si riuscirà a ricacciarle in gola a lei ed a quelli come lei gli insulti contro l’olocausto. Sto meditando di chiamare questa proposta di legge: levi,primo:ebreo. Grazie per il suggerimento

  • Erwin

    Il solo fatto che sia tornata pesando 32 Kg significa che gli inabili al lavoro(ed una persona di 32 kg è inabile al lavoro) NON venivano sistematicamente gasati!Ma a noi raccontano il contrario! Concorda?La sua signora è la prova lampante della falsità che ci è stata propinata.

  • maristaurru

    caspita, mi sto documentando su questo erwin, nel senso che mi sto leggendo quel che scrive qui. Incredibile ed io avevo avuto l’impressione che il suo tarlo fosse la “libertà di espressione” argomento condivisibile da chiunque e se mai da approfondire.. e che ti scopro? Vado sempre troppo d corsa.

  • BarnardP

    Ma lo sa, signor anonimo cesare52, che lei è un bugiardo? Porti le prove di quello che afferma, se no si tolga di mezzo, perché CDC coi suoi utenti faticano a trascinarsi dietro tipi del suo livello. B.

  • cesare52

    @PBarnard. Dopo l’articolo contro i negazionisti è ritornato quello di sempre. Lei deve avere due personalità. Come dire dottor Jekill e mister Hide. Primo io non sono anonimo : mi chiamo cesare prudente e la mia e-mail è [email protected], sarà la decima volta che pubblicamente la scrivo su CDC, quindi se si vuol querelare , non saprei su che, io sono qui. Lei mi scriva ed io le darò anche la residenza e l’indirizzo. Secondo :Mi ha particolarmente divertito la sua dichiarazione : “porti le prove di quello che afferma, se no si tolga di mezzo, perchè CDC coi suoi utenti faticano a trascinarsi dietro tipi del suo livello”. E lo dice proprio lei che apre questo post con il seguente sobrio incipit “Giorgio Napolitano è un ignorante ed è responsabile morale di crimini contro l’umanità in Palestina” . E lei dice a me “porti le prove , se no si tolga di mezzo…” Oltre alla spudorataggine lei crede che queste sue “sobrie” dichiarazioni indirizzate al Capo dello Stato passeranno “lisce” per CDC e la sua comunità? E quindi proprio lei ha il coraggio di dire “perchè CDC coi suoi utenti faticano a trascinarsi dietro tipi del suo livello”? Ma lei scrive con uno specchio davanti? Ha mai sentito parlare di disturbi dela personalità o personalità doppie? Vuole provare a ricongiungere i due PBarnard, quello attuale, particolarmente spocchioso con quello dell’articolo contro i negazionisti? Se al momento avverte qualche disturbo non si preoccupi ma consulti uno psicologo. Ma soprattutto non provi ad intimidirmi. E siccome io sono una persona adulta non ritiro il plauso che in altra parte le ho manifestato. Non è colpamia se lei è così isolato ma forse del suo caratter che anche qui ha manifestato.

  • nicus

    mi scuso con gli utenti per lo spazio rubato alla discussione, questo è un messaggio per cesare52, al quale sento il bisogno di rispondere poiché non è la prima volta che mi si accusa di essere un fake:

    grazie per i complimenti, sono felice anch’io di intervenire ogni tanto su CDC (questa non è la prima né l’unica volta, si documenti meglio), e in genere mi riservo di farlo su argomenti che conosco. spero che questo non la disturbi.
    da quando frequento questo sito, l’unica cosa che mi ha fatto sentire a disagio è stato leggere insulti di varia natura all’indirizzo di qualcuno. so che questa pratica non nasce con CDC, ma trovo deludente che anche un posto come questo diventi teatro di così tristi spettacoli.
    vede, frequento internet da diversi anni, e so bene che appena arriva da qualche parte un personaggio carismatico, i poveri di spirito sentono il bisogno di fare qualunque cosa pur di non lasciarlo emergere, come cercarne i lati oscuri dietro a presunti complotti, moltiplicazioni di nick, organizzare pedinamenti informatici di chi non gli si oppone… ma l’unico risultato netto è un aumento di entropia (e, spesso, magre figure).

    detto questo, non sono l’avvocato di nessuno, né aspiro a diventarlo, ma posso assicurarle che non sarà riferendomi pruriginosi scambi di opinioni con non meglio identificati “giornalisti” che riuscirà a stuzzicarmi o a mettere in crisi la mia opinione su Barnard, dal momento che ciò che penso di lui è saldamente ancorato a quello che scrive e a come agisce.
    saluti

  • cesare52

    @nicus. Purtroppo non ho il dono della fede ma rispetto i credenti come deve essere lei. Lei però rispetti i laici come me, che hanno bisogno di ragionamenti più di rosari e messe cantate. Fccio un eempio di ragionamento: se prima dell’annuale messaggio del Capo dello Stato Giorgio Napolitano, messaggio che tutti sanno la data in cui si svolgerà io trovo scritto su un sito che ” Giorgio Napolitano è un ignorante e complice morale di crimini contro l’umanità in Palestina” io rifletto sull’anticipo di qualocosa che si aspetta, sul simbolo, cioè sulla rilevanza del bersaglio scelto che amplifica quindi anche l’attenzione che ne deriva al mio attacco e sul fatto che il bersaglio, il Capo dello Stato, non ha nessuna capacità operativa, è una carica di rappresentanza, simbolica, e soprattutto non è successo niente che lo coinvolga, che giustifichi il mio attacco. Si gioca tutto sui simboli, non c’è nessuna notizia da censurare od approvare. Il mio attacco, inusitato perchè si parla di “crimini contro l’umanità in Palestina”” da attribuire al Capo dello Stato che anche se volesse compierli non potrebbe mancandogli qualsiasi operatività, è la notizia. Il bersaglio, il Capo dello Stato, è la possibilità che la non-notizia faccia clamore, insomma che il nulla pretestuoso rimbalzi e faccia audience. Ed io sia sulla bocca di tutti, pro e contro non importa, basta che si parli di me. E’ lo schema di tutti gli articoli di qualcuno. Il risultato ? IO, IO, IO, IO, IO. Una paranoia che ame fa senso. Nella fattispecie però forse qualcuno ha esagerato. Apostrofare con “ignorante” e “crimini contro l’umanità” il capo dello Stato” non passera indenne. Sono diverse volte che le faccio quta inoppugnabile considerazione ma lei da questo orecchio non ci sente. Non ci vuole sentire. E già questo è un ragionamento e lei mi risponde con il culto della personalità. Lei mi parla, a sproposito, di pedinamento, lati oscuri, di entropia etc etc ed evade il mio ragionamento. Per il resto: A me risulta che lei interviene solo a supporto degli articoli di “colui” non c’è niente di male, io mi auguro in futuro che lei intevenga anche su altro e con qualche argomento che non sia “è una brava persona, lo dico io”, insomma mi piacerebbe qualche argomento diverso dal tifo a priori.

  • nicus

    il fatto che lei dalla frase “ciò che penso di lui è saldamente ancorato a quello che scrive e a come agisce”, che peraltro potrebbe essere estesa a qualunque persona io abbia incontrato in vita mia, riesca a ricavare un “tifo a priori” la dice più lunga sulla sua capacità di giudizio e di onestà intellettuale che sul mio presunto rapporto con Barnard.
    quanto alle frasi incriminate, l’idea che un giornalista esprima un giudizio, per quanto duro e definitivo, su un uomo politico non desta in me alcuno scalpore.
    forse questa epoca di giornalismo in sordina l’ha abituata un po’ male. ci rifletta.

  • cesare52

    @nicus. Siamo alla commedia dell’arte. Ho a lungo argomentato, citando le frasi, anzi l’incipit sciagurato di questo articolo di PBarnard che ripeto :”Giorgio Napolitano è un ignorante, ed è complice morale di crimini contro l’umanità in Palestina…”Sono partito da questa “sobria” dichiarazione di PBarnard, un attacco inusitato ed immotivato contro il Capo dello Stato con motivazioni che chiamarle pretestuose è già troppo, fumo nientaltro che fumo, e senza considerare l’uomo Giorgio Napolitano, il suo partito, l’ex PCI da sempre come Napolitano a favore dei palestinesi con una solidarietà pratica, e senza l’aiuto determinante non sarebbe nata l’olp, non sarebbe esistita e rappresentata la causa palestinese in tute le istituzioni internazionali. Giorgio Napolitano è stato uno dei più appassionati in tutto questo. Si chieda a qualche dirigente palestinese, per esempio a Roma, di qualsiasi fazione cosa pensa di questo articolo. Un consiglio prima prenoti dal dentista. Ho rilevato l’ovvio: dare dell’ignorante e del complice seppure morale di crimini contro l’umanità al Presidente della repubblica, di qualsiasi repubblic, non sarà senza coseguenze, tra parentesi è particolarmente atroce dirlo di Giorgio Napolitano perchè non è vero. Lei ha nulla da eccepire su qusto mio ragionamento? Neanche lo prende in considerazione. Da questo orecchio non ci sente. Mi risponde con un trucchetto. Parte da una frase che non ho detto, la smentisce e si dispiace. Io mi dolgo dell’incipit ma lei da questo orecchio non ci vuol sentire. Mi ricorda la seguente barzelletta:” Un incrocio. Una macchina che tampona l’altra. Scendono i guidatori. Quello tamponato si duole :”Ma tu guardo che danno. Ma non l’hai visti gli stop? E la distanza di sicurezza? Ma tu guarda questo! Ma chi ti ha dato la patente? Ma tu guarda questo individuo!” Al che il tamponatore che fino ad allora era rimasto zitto si getta sul tamponato al grido :”Aho, io ti querelo. Tu a me individuo non me lo dici!” Ecco leggendo il suo post mi è venuta prepotentemente in mente questa vecchia barzelletta. Ecco perchè dico che siamo alla commedia dell’arte. lei fa il sordo per non pagare il conto. E con questo chiudo. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.

  • nicus

    grazie, cesare52.
    magari con questo scambio è la volta buona che mi convinco a non aspettarmi ragionevolezza e coerenza da parte di chiunque.

  • cesare52

    @Nicus. E continua a non rispondere. E fa pure l’offeso. Lei.