Home / ComeDonChisciotte / FRATELLI D'ITALIA, PERCHE' TUTTI QUESTI CASI DI CORRUZIONE

FRATELLI D'ITALIA, PERCHE' TUTTI QUESTI CASI DI CORRUZIONE

SCOPERTI PROPRIO ADESSO ?

FONTE: ITALIAN.IRIB.IR

Se anche voi credete che in politica nulla accade così per caso (in realtà questa legge vale anche per le altre questioni), allora forse qualcuno di voi si sarà chiesto perchè i vari casi di corruzione affiorano proprio in questi giorni.

Nel senso che come mai i vari casi sulle regioni, iniziati dalla regione Lazio dell’ormai famoso Fiorito, si stanno moltiplicando proprio ora, proprio in questi giorni, e ad esempio non sono stati portati alla luce 6 mesi prima?

Ascoltando gli stessi tg italiani, sulla Rai o su Mediaset, si apprende che le dimensioni dell’abuso dei soldi pubblici ed il numero di regioni in cui qualcosa andava visibilmente storto non era tale da lasciare dubbi.Attenzione a non fraintendere, nessuno dice che le palesi scorrettezze scoperte non esistessero; ma il dubbio è, ripetiamo, perchè proprio ora.

Eppure i magistrati scoprono tutto ora, mentre è in pieno il dibattitto sulle prossime elezioni, proprio mentre gli schieramenti politici si stavano formando, proprio mentre tutto era in preparazione per dare all’Italia un governo eletto.

Ma i casi rivelati negli ultimi giorni, che stanno sistematicamente coinvolgendo un po’ tutti i partiti politici a destra e sinistra, lasciano pensare una cosa.

Considerando che il professor Monti ha pure sventolato a New York la possibilità di un secondo mandato, non è che si vuole preparare il terreno fertile proprio per il suo bis?

In questo senso chi ha visto i tg di ieri avrà notato che i primissimi sondaggi fatti tra la gente dopo gli ultimi scandali rivelano che oltre l’80% degli italiani non si fida più della politica e dei politici. “Ed allora visto che politici sono tutti ladri perchè non riaffidarsi di nuovo ad un governo di “tecnici”?”, potrebbe essere il pensiero che questa operazione potrebbe tentate di inculcare nella mente delle genti.

Ripetiamo che il fatto che il politico in genere sia ladro o meno è un discorso secondario, ora la persona intelligente dovrebbe cercare di capire perchè la tempistica di questi nuovi scandali di tangenti, corruzione ed uso improprio di soldi pubblici è decisamente particolare.

Alcuni degli italiani che ieri hanno risposto alle domande dei giornalisti sui nuovi casi hanno parlato di “Tangentopoli 2” ed in pratica hanno richiamato un concetto che torna utile pure al nostro discorso.

Con la prima Tangentopoli vennero spazzati via i partiti tradizionali e la vecchia classe politica; non che quei politici in particolare non se lo fossero meritati, per carità, ma sicuramente, come poi lasciano pensare “i dubbi incontri” che di Pietro stesso ammette di aver avuto con l’allora ambasciatore Usa in Italia, quel sistematico avvicendamento della “vecchia politica” con quella nuova, che come vediamo oggi non è più onesta, cambiò molto l’Italia soprattutto in certe questioni inerenti alla sua indipendenza relativa in Economia e Politica Estera.

Oggi, a mio avviso, siamo davanti ad un “ricorso” storico con le stesse caratteristiche. Qualcuno dietro le quinte usa la sempre esistente corruzione del sistema politico italiano per favorire la salita al potere del suo uomo, in questo caso Monti.

E sappiamo di chi è o dovrebbe essere uomo Monti, e gli italiani conoscono già troppo bene pure le sue politiche economiche ed altresì quelle della Politica Estera.

Abbiamo capito di chi si tratta. Se proprio non avete nessuna idea, un suggerimento: potrebbe trattarsi di un alleato, o di un paese dove Terzi, un tempo, ha fatto l’ambasciatore!

Fonte: http://italian.irib.ir
Link: http://italian.irib.ir/analisi/commenti/item/114626-fratelli-d-italia,-vi-siete-chiesti-perch%C3%A8-tutti-questi-casi-di-corruzione-vengono-scoperti-proprio-adesso
11.10.2012

Pubblicato da Davide

  • Ercole

    monti, tremonti ,questo enigma appenninico , corruzione e quant,altro per gli operai non cambia la questione,il nostro fine ultimo,non e riformare il capitalismo , bisogna abbatterlo al di la, di chi e chiamato alla gestione della sovrastruttura economica,la lotta per il potere e una questione, delle varie frazioni della borghesia,il nostro compito storico e la lotta di classe,per la classe, sottomessa dalla borghesia.

  • Allarmerosso

    La lotta di classe è il cavallo di troia del capitalismo e tu ancora ci vai dietro dicendo poi che con quello vorresti distruggerlo … ahahah scusa è ma è come dire che vuoi distruggere la shell comprandoti la macchina a GPL

  • SentieroIndiano

    E’ evidente che non è un caso che tutti questa corruzione venga a galla tutta insieme in questo momento. L’oligarchia finanziaria europea vuol far saltare in aria le regioni perchè sono ministati roccaforti di poteri locali che danno fastidio alla nascente dittatura europea.
    Al Monti ovviamente interessa poco ripulire dalla corruzione il paese: la sua principale preoccupazione è favorire l’assoggettamento dell’Italia alla dittatura dell’oligarchia finanziaria europea: questo è il compito che gli è stato affidato da chi lo ha messo al potere con un colpo di stato.
    I partiti hanno collaborato nel togliere al paese sovranità monetaria e politica ma l’oligarchia europea pensa che ora siano di intralcio e bisogna quindi sbarazzarsene colpendo le basi del loro potere locale.
    Non mi sembra però una mossa sensata sul lungo periodo perchè senza l’appoggio dei partiti, il Monti non avrebbe il potere di governare il paese attraverso il parlamento e l’ostilità dei cittadini nei confronti del professorino e dell’europa targata bce cresce lentamente ma inesorabilmente.
    Al momento è riuscito a dirottare il malcontento del popolino disinformato verso la politica corrotta ma poi?
    Il vuoto lasciato dai partiti tradizionali può essere facilmente colmato da nuovi movimenti molto ostili all’europa della bce.
    La gatta frettolosa ha fatto i gattini ciechi …..
    a meno che il loro scopo sia proprio il caos.

  • antiUsrael

    Eh già!
    Grazie Irib

  • Tao

    La storia si ripete ad oltranza,da sempre nei fondamentali.Il problema maggiore non e’tanto il fatto si una ipotetica dimenticanza della storia,e’che essa in realta,per la maggioranza non la si conosce proprio(io compreso).Un esempio…che il problema maggiore sia il possesso di strumenti in mano al settore pubblico per partecipare(non solo controllare)come potere e proprieta nell’economia(che non vuol dire tutto stato uguale bello),e’una tematica presunta portata in causa gia 100 anni fa.Ma anche 200.Ma si presenta come novita il fatto che sia giusto “delegare”al privato…un “andare avanti”…”progresso”…poi ti accorgi che il settore privato,si sta mangiando tutto,ma troppo tardi..ora come allora…ma non solo esso mangia e lascia qua…sopratutto mangia e porta via

    Georgejefferson ([email protected])

  • Tao

    Se si volesse davvero risolvere taluni problemi,lo si farebbe.C’e’lavoro per tutti nei mestieri socialmente utili.Se un cambio di abitudini crea surplus di persone,esse possono venir indirizzate ad altri lavori,se lo stato facesse lo stato.Ma allora si parlerebbe di RIqualificazione,di SPENDERE MEGLIO.Non spendere meno.Se lo stato spende meno,toglie soldi al settore privato,interrompe il circuito dell’indotto(l’operatore ecologico senza stipendio non spende piu al supermercato/calzolaio/idraulico ecc ecc)il danno non e’solo per l’operatore.Ma vedere nel proprio comune il lazzarone crea disagio nel singolo che crede che il mondo macro sia come il suo mondo micro,il malcontento va ad alimentare la legittimita dei TAGLI…ma ci abituano a non ragionare,il singolo vorrebbe una MIGLIORE spesa…non MINORE spesa.Ma la minore spesa danneggia tutti compreso il singolo,ma le basi elementari della macro economia non viene spiegata nei media.Servono i ladri di polli per creare legittimita nei tagli.QUEI SOLDI IN MENO vanno a ripagare i rentier che tengono in stallo gli stati con interessi usurai.Gli stati non piu sovrani non possono piu decidere interessi ragionevoli per il finanziamento di loro stessi.

    Questo in Italia dal colpo di stato del 1981.Meno spesa pubblica toglie risorse al privato,e si fa apposta per trasformare gli stati in semplici enti ricattabili e senza piu strumenti.Vero stato significa fare gli interessi del settore privato..quindi interessi pubblici..di tutti.Questo non e’piu stato.Non vuol dire questo legittimare ruberie e mancanza di etica,basterebbe dare poteri alle class action dei cittadini per punire chi se ne approfitta.Ma questo non lo fanno

    Georgejefferson ([email protected])

  • Nauseato

    Ma i casi rivelati negli ultimi giorni, che stanno sistematicamente coinvolgendo un pò tutti i partiti politici a destra e sinistra, lasciano pensare una cosa.
    Non sopporto dover leggere « pò », scusate ma è più forte di me.

    Fatta questa osservazione pedante, solo uno sprovveduto potrebbe credere che sia un caso… Tanto più che il volgarmente noto magna-magna da una parte e gli “inquinamenti mafiosi” dall’altra sono da decenni una costante.

  • Giancarlo54

    Quanto dice Irib è sicuramente vero, le cose saltano fuori non per voglia di giustizia ma per motivi squisitamente politici ed economici, il problema è come muoverci in tutto questo schifo, denunciare le manovre della finanza cosmopolita e del suo braccio armato (Monti) senza dover prendere le difese di una classe polita totalmente screditata e meritevole di essere messa al muro. Questo è il problema per i sovranisti.

  • alvise

    Pensare che sia un fatto politico è un po dura. D’accordo che ci sarà un 80% di scontenti della politica, ma pensare che sia una manovra per tentare di dirottare le preferenze su un governo tecnico, secondo me è dura egualmente, perchè anche di questo governo anticostituzionale la gente non è contenta, almeno entro determinate fasce. Alllora a questo punto dell’ipotesi sarebbe interessante fare una stima di quanti voti potrebbe prendere, un altro governo tecnico, da una parte, e quanti dall’altra

  • albsorio

    Sarebbe divertente che questa operazione gonfiasse le vele a M5S, personalmente spero sia la volta buona che Monti & C. + ABC vengano mandati a casa, i “tecnici” attuali hanno sbagliato tutte le previsioni di spesa, non credo siano incompetenti, seguono un piano… che va contro il Paese, cioè noi. Bisogna votare senza i paraocchi della ideologia e mandarli a casa tutti, questi vogliono aumentare il numero di persone che non votano, questo è il loro obbiettivo, a chi non vota non devi rendere conto, preferiscono la gente in piazza dove gli sparano proiettili di gomma o ti arrestano e ti picchiano senza motivo piuttosto che la democrazia partecipata. Andiamo in massa a votare gente diversa, ma andiamo tutti! Il mare è un insieme di gocce creiamo l’onda che li spazzi via.

  • esterina

    “Non mi sembra però una mossa sensata sul lungo periodo perchè senza l’appoggio dei partiti, il Monti non avrebbe il potere di governare il paese attraverso il parlamento e l’ostilità dei cittadini nei confronti del professorino e dell’europa targata bce cresce lentamente ma inesorabilmente.”

    Riprendo quanto affermato da Indiano per dire che forse un obiettivo è anche quello di convincere la comunità ad annientare i partiti, quindi non solo quello del Monti bis: proprio ieri una collega parlava della inutilità, a fronte di tanta corruzione, dei partiti e della utilità (!!!) di ricorrere a governi tecnici, inteso proprio come forma di amministrazione d’ora in poi. Forse il problema non è solo il Monti bis, ma anche il Monti (o chi per lui) tris e cosi via…
    Speriamo di no.

  • haward

    Vent’anni dopo, titolo di un romanzo di Dumas. 1992-2012 cioè sono passati 20 anni da Tangentopoli e la storia si ripete. Come allora, dietro la cortina fumogena alzata dalla Magistratura e dai media per confondere e depistare i gonzi, si muovono lucide strategie per completare l’accaparramento di ciò che rimane del patrimonio pubblico del nostro povero Paese. Ieri Giuliano DAVID Amato (oggi ben remunerato da Deutsche Bank) e Carlo Azelio Ciampi, oggi Mario Monti. Ieri l’attacco alla Lira da parte di Soros, oggi lo spread. L’Italia deve tornare ad essere solo “un espressione geografica”, così come tutte le altre nazioni europee al servizio dei veri padroni sovranazionali. Di Terzi di Sant’Agata mi è rimasta impressa la definizione di “rivolto alla pace” dell’arsenale atomico dei suoi grandi amici israeliani.

  • nuovaera89

    La decisione di far uscire tutto questo schifo proprio adesso a sicuramente un piano di sottofondo, ormai ne sono sempre più convinto, è già successo nel 92 e sta succedendo di nuovo, in questo caso tentano di far rimanere Monti per continuare lo smantellamento dello stato italiano e di continuare le manovre di lacrime e sangue imposte dalla UE.
    Questa classe politica è fallita miseramente, non c’è dubbio, ma i poteri che la manovrano continuano a distruggere vite di milioni di cittadini.

  • Tanita

    Scusate, off topic ma… Mamma mia, ho mal di pancia dal ridere! Ho sentito che il Nobel della Pace é andato all’Unione Europea! “Porco boia” direbbe mio padre, “mannaggia!”, si sono dimenticati della BCE e dell’FMI! Ci voleva tutta la Troika, perché sono stati cosí cattivi??? Povera Cristine Legarde, povero Draghi, li hanno lasciati fuori!

  • Truman

    Per il problemino ortografico abbiamo provveduto.

  • Hamelin

    Adesso lo assegnano a chi sgancia piu’ Bombe.
    Che tristezza.

  • AlbertoConti

    Mani pulite ha prodotto berlusconi. Che questa sia “mani pulite 2 – la vendetta”? Magari! Molto improbabile, ma lasciateci sognare. Il piano occulto è ovviamente identico, ma questo è anche il paese dei paradossi, dei boomerang. Spennateci pure, prego, ma quando il limite arriva …..

  • sfruc

    Irib: come non condividere in pieno, parola per parola, il tuo scritto?
    Spoliazione sistematica dell’Italia e delle sue classi popolari in favore dell’oligarchia finanziaria: 1992, fase 1 (Amato-Ciampi, con i giovani Draghi e Monti in apprendistato); 2012, fase 2 (Monti-Draghi).
    Aggiungerei: abolizione delle sovranità nazionali, suffragate da un certo controllo democratico, in favore della sovranità arbitraria e assoluta dell’oligarchia finanziaria: 1981, prova generale sull’Italia (Andreatta-Ciampi, con Monti – guarda un po’ – come consulente di Andreatta); da Maastricht in poi, estensione sistematica a tutti i popoli europei.
    Certo che l’emerito Carlo Azeglio non se ne è persa una… sarà fiero del suo prosecutore (non persecutore) Monti

  • IVANOE

    Diciamo metaforicamente… perche la magistatura non funziona…ma molto metaforicamente…
    Poi perchè c’è bisogno adesso come per tangentopoli dei capri-espiatori ladri veri perchè si deve passare alla terza republbica e ricreare una verginità ai partiti, vedrete già nel 2013 le nuove faccie che compariranno mente piano piano sfumeranno i vari bersani, casini, fini, berlusconi ecc. ecc.
    Questo perchè non deve cambiare niente docet USA !!!
    La colpa è della magistratura che non fa il suo lavoro che dovrebbe controllare dovrebbe anticipare le ruberue… ma chissà perchè non lo fa ?

  • siletti86

    Secondo me c’è una parte di verità in quello che hai detto! Forse, e non è affatto improbabile, coloro che stanno scatenando questo putiferio non sono coloro che lo scatenarono nel 92!

  • AlbertoConti

    Speriamo. Però la stagione delle liquidazioni del patrimonio pubblico sembra proprio la stessa.

  • nigel

    E’ una delle notizie più tragicamente ridicole della settimana

  • nigel

    In sostanza, Giustizia-propaganda…

  • Antonin

    Finalmente un commento di questo genere! Erano settimane che le budella mi si attorcigliavano, ed io per non saper né leggere e né scrivere meditavo. La visione è medioevale. Riunire i poteri sotto l’egida dell’unicum. Disintegrare le autonomie, screditare, incarcerare. Sciogliere un comune come Reggio Calabria per mafia è il simbolo tangibile d’un ritorno al passato, di un governo autoritario e liberticida. 150 anni fa si chiusero le scuole per 15 anni da quelle parti, oggi ci si leva il peso, regalando un territorio a gentiluomini che sanno far affari nel produttivo Nord, pagando il dovuto al momento opportuno. Non c’è una politica economica da discutere o candidati a cui affidarsi, è necessario ricordare, e dai Fiorito in poi, son solo coriandoli.

  • Antonin

    Come un soffio a ricordare.
    L’unione europea premiata col Nobel per la pace? Non è per così dire una pulsione sessuale indotta a masturbatori malati, per i quali considerare lo scioglimento dell’UE il giorno prima e per giustificati motivi,diventa una bolla di sapone il giorno appresso? Su radio rai oggi 12/10/2012, si parlava dopo tale encomio casualmente di stati u-n-i-t-i d’Europa.
    Ps: Monti vuol spegnere le luci per risparmiare in energia, ricordate il Medioevo si?

  • Hamelin

    E chi sarà mai l'”Homo Novus” della situazione…
    Che mai potrà essere uno che fa ridere in quel di Genova…

  • Tanita

    Infatti. Questi figli di puttana totalitaristi non hanno limiti. Si superano ogni giorno.

  • Aironeblu

    Per completare il quadro, l’assegnazione del nobel per la pace alla UE è stata accompagnata dalle parole di Thorbjorn Jagland, il presidente del comitato:

    “E’ un messaggio all’Europa perché si faccia di tutto per mantenere quanto ottenuto e si vada avanti.” 

    Senza tanta ironia (purtroppo), è abbastanza chiaro quale sia il tipo di pace propafandata da questi organismi, che rappresentano la facciata diplomatico-buonista del sistema di potere: è la pace più grande che potremo mai raggiungere, la pace eterna dei sensi, già portata in larga scala in Medio Oriente, e già pianificata per i cittadini europei.

  • consulfin

    per rimanere alla tua metafora, a me sembra che Ercole voglia distruggere la shell … dandogli fuoco. E io sono con lui. questa storia del cavallo di troia è roba vecchia: ma a te piace come vanno le cose? Hai viste in giro lotte di classe? Io no. E ritengo che sia proprio questa assenza a determinare questo stato di cose.