Home / ComeDonChisciotte / EUROPA 2012 ? NO, 1932: L’ORDINE PUBBLICO IN GRECIA AFFIDATO AI NAZISTI

EUROPA 2012 ? NO, 1932: L’ORDINE PUBBLICO IN GRECIA AFFIDATO AI NAZISTI

FONTE: ILSIMPLICISSIMUS

Che non ci sia un’Europa politica è una triste realtà quanto alle migliori aspirazioni, ma una favola quanto alla peggiore concretezza. C’è eccome: è quella della finanza e dei grandi gruppi, filtrata attraverso gli egoismi nazionali, che si esprime attraverso la soppressione del dibattito politico in nome di verità e di presunte leggi che sono i dogmi della lotta di classe rovesciata: i ricchi contro i poveri. Non uno dei postulati su cui questa si regge ha una qualche verifica empirica, anzi spesso la realtà li smentisce clamorosamente, la presunta scienza si rivela una fede con il denaro e non l’uomo a fare da argomento ontologico. Così per paradosso quell’Europa che doveva essere il lievito della democrazia è divenuta indifferente alla stessa: qualsiasi regime va bene purché mantenga l’ordine costituito della finanza. E persino l’anti europeismo è bene accetto se collabora a questo disegno.

Le stimmate di questo neuordnung continentale erano già apparse evidenti con il silenzio su ciò che accadeva e accade in Ungheria, ma adesso c’è qualcosa di ancora più inquietante: nella Grecia di fatto governata dalla troika Fmi, Bce e Ue si vanno creando i presupposti per ciò che “non doveva accadere mai più”.
Mentre viene imposto un orario di lavoro di 13 ore al giorno, l’ordine pubblico viene di fatto lasciato ai militanti dei neonazisti di Alba Dorata, i quali si incaricano di bastonare gli immigrati e di incendiare le loro case, dando una brutale attuazione ai “suggerimenti” della medesima troika. Che certo preferirebbe metodi più civili, atti a nascondere la sua stessa barbarie. Ma che alla fine se ne frega: il fine giustifica i mezzi.

Si è arrivati a un punto tale che – secondo un reportage del Nouvel Observateur (qui) – accade che ormai la polizia stessa consigli di rivolgersi agli uomini di Alba Dorata perché lei non ha i mezzi o il tempo per intervenire. Non che poi ci sia tanta differenza: è stato notato dopo le ultime elezioni che i seggi vicini alle centrali di polizia presentavano risultati assolutamente straordinari per i neonazisti, 20, 25, anche 30% contro l’8% nazionale, segno che le forze dell’ordine greche sono già ampiamente infiltrate e ammorbate. L’atto di forza è molto meno remoto di quanto non si creda. Ma l’Europa dei sordidi burocrati, semplici segretari della finanza di cui abbiamo ottimi e sobri esempi da noi, si gingilla con le sue teorizzazioni, con il pret a porter che copre pudicamente gli interessi reali a cui esse sono funzionali. Tutto questo in nome di un’Europa che comincia a fare paura. Anzi che è l’Europa conquistata e avvilita dalla paura diffusa a piene mani e usata per far passare una sempre maggiore sottrazione di diritti e di sovranità. Quella che ormai si sta dando attivamente da fare perché accada ciò che non doveva accadere.

Fonte: http://ilsimplicissimus2.wordpress.com
Link: http://ilsimplicissimus2.wordpress.com/2012/09/18/europa-2012-no1932-lordine-pubblico-in-grecia-affidato-ai-nazisti/
19.09.2012

Pubblicato da Davide

  • Giancarlo54

    Quindi se ho ben capito, i “sordidi nazisti di Alba Dorata” sarebbero al soldo della Troika? E io che pensavo che al servizio della troika ci fossero Neo Demokratia e il Pasok.

  • Santos-Dumont

    Nulla impedisce che siano tutti al servizio della troika, in quanto al virgolettato puoi tranquillamente toglierlo.

  • misunderestimated

    Quindi, se non ho ben capito, la Trojka userebbe Alba Dorata come forza di ordine pubblico al posto della polizia, e addirittura in funzione anti-terzomondista per scacciare i venditori ambulanti immigrati?

    E da quando la finanza avrebbe tra i suoi obbiettivi il recupero etno-nazionalista dei popoli europei?

    La finanza è come il catto-comunismo peloso: più morti di fame girano per le strade e migliori sono gli affari che si concludono in alto.

  • ottavino

    Naturalmente non sono nazista, ma articoli come questo mi colpiscono perchè riflettono la mentalità di chi li scrive. Secondo l’articolista dovremmo avere paura e magari mobilitarci perchè in Grecia stanno per arrivare i nazisti. Ebbene lo dico ad alta voce: non ho paura e non me ne frega nulla se arrivano i nazisti in Grecia.

  • misunderestimated

    Infatti, il principale problema greco sono i nazzisti e gli ambulanti immigrati.

  • Fabriizio

    assolutamente d’accordo che non siano loro un problema, ma solo una coseguenza.

  • reio

    per certa gente è assolutamente normale che la polizia deleghi gli atti squadristi (pieni di coraggio patriottico) a dei picchiatori esaltati

  • siletti86

    L’ORDINE PUBBLICO IN GRECIA AFFIDATO AI NAZISTI? Non vi preoccupate: tra poco ci penserà l’EUROGENDFOR!!!!!! Informatevi!!!!!!

  • siletti86

    A questo proposito: “http://www.youtube.com/watch?v=9LyP_dUhrtI”,
    “http://www.youtube.com/watch?v=277ShRtNVBk”

  • nuovaera89

    Ne vedremo delle belle cari miei….

  • reio

    tra l’ altro agli alti comandi hanno messo personcine per bene, con ottimo curriculum, somalia, g8-genova…

  • misunderestimated

    Dovrebbe spaventare?

  • reio

    cosa

  • Jor-el

    Il teppismo fascista è un problema di ordine pubblico. Se in Grecia il governo se ne frega dell’ordine pubblico e agisce soltanto contro i lavoratori quando si ribellano, i fascisti prosperano e prospereranno, almeno finon a che qualcuno non gli darà una regolata. Ai miei tempi stavano mooolto bassi.

  • mincuo

    Io non so nemmeno se sarò capito ma pazienza. I Nazisti così intesi qui sono Nazisti inventati nel dopoguerra. Quelli veri con tutti i difetti possibili e immaginabili, veri o presunti compresi, erano però NazionalSocialisti, (il termine Nazista fu inventato da propaganda e raccomanadato poi a giornali media libri ecc… ed è sempre usato proprio per cancellare il suo significato originale).
    Ma NazionalSocialista è un termine composto di due parole.
    Nazionalista e Socialista. Si può dire tutto quel che si vuole di loro, ma che fossero contro i lavoratori e il popolo questa non l’avevo ancora sentita. Ma si impara sempre.

  • Tanita

    E poi ci dicevano che l’Europa e gli USA erano il “Primo Mondo”!!!!

  • siletti86

    Guardati questi due filmati e dimmi un po’ tu: “http://www.youtube.com/watch?v=277ShRtNVBk”, “http://www.youtube.com/watch?v=9LyP_dUhrtI”

  • andyconti

    Il socialismo nazionale vuole pari dignita’ solo per i cittadini di etnia del paese. Quali sono questi cittadini? Per Himmler i migliori erano quelli tedeschi da 7 generazioni, sani psicofisicamente secondo gli standards comuni, possibilmente alti e biondi (caratteristiche poco comuni tra i gerarchi, tra cui molti con alcune gocce di sangue ebraico). Per mantenere i privilegi degli industriali e allo stesso tempo la piena occupazione, Hitler punto’ sull’industria bellica con il proposito successivo di ripagare gli investimenti occupando l’Europa. Qual’e’ il socialismo nazionale di Alba Dorata? Ce lo dicano e ne possiamo parlare con argomenti precisi, documentati e non ideologici.

  • reio

    menare chi non la pensa come loro e i disgraziati, mentre sbraitano al complotto

  • mincuo

    Quella di Hitler che puntò sull’industria bellica è la fola di chi di economia dell’epoca fan leggere gli articoletti di giornale, quindi numeri mai visti. Iniziò a metà 36 col quadriennale, e i valori su PIL del 39 ci sono. Com eci sono di quella Inglese dal 36 lo stesso, Francese dal 37, USA lo stesso, e quella Sovietica fin dal 1925.
    E ripagare “gli investimenti” ancora peggio. La Germania non aveva da ripagare niente. Se è esistita una cosa vicina alla MMT quella è la Germania Nazionalsocialista.

  • mincuo

    Cosa che sta su tutti i libri (tolto Meier e un altro paio che falsificano i dati e infatti sono spesso quelli citati).
    Ma Eichengreen, Galbraith , Lu, Samuelson, lo stesso Keynes ecc.. hanno scritto. E nel mondo vero i dati economici esistevano anche allora, anzi quelli Tedeschi erano molto accurati. Non c’è uno della MMT che non si sia letto o non faccia riferimento a Schacht e il suo “magic of money” come caso pratico, anche perchè fu l’unico.
    E natualmente nessuno che parli male di economia dal 33 al 39, anzi.
    Ma questo va bene non per il popolo, che deve avere il suo santino e i suoi cartoni animati. Il Demonio. E quindi il Demono è per tutto. Mangia in modo demoniaco, va in bagno in modo demoniaco, dorme demoniacamente ecc…
    65 milioni di persone, ma niente medici, ingegneri, operai, impiegati pensionati, imprenditori, scolari, malati, niente ospedali, pensioni, servizi, ristoranti, cinema, niente uomini donne bambini, macchè, solo tutti col braccio teso tutto il giorno.
    Fa ridere l’ipocrisia di quelli della MMT che non si azzardano mai a citare quello che nella storia fu l’unica cosa vicina, e di successo, alle teorie loro. E come dargli torto, d’altronde, verrebbero associati al DEMONIO. E’ il livello miserabile della cultura “laica”.
    Manco i Talebani erano indottrinati così.

  • eresiarca

    È così, ma ciò non toglie che chi si presta a prendersela con delle bancarelle e non coi bancheri, nel medesimo sbrigativo modo, sia da considerare un po’ codardo…

  • ottavino

    Dici bene, ma sei molto razionale. Io che razionale non sono, non capisco perchè trovo in giro un grande desiderio di novità, di cambiamento, e poi quando il cambiamento arriva tutti sembrano opporglisi. Forse perchè il cambiamento non è di loro gradimento? Forse vorrebbero uno stato buono che aumenta gli stipendi, dà lavoro a tutti, ti riempie di benessere e tanto, tanto democratico? Eh, ma allora la gente sogna….

  • nuovaera89

    Concordo pienamente, io però ne ero al corrente 🙂 e tutto sommato non ho mai allineato gli uomini di alba dorata come i nazisti (meglio, nazionalsocialisti) di Hitler.. il problema è sempre quello, riassumibile in una parola: I.N.F.O.R.M.A.Z.I.O.N.E.

  • RicBo

    Naturalmente non sono nazista, ma articoli come questo mi colpiscono perchè riflettono la mentalità di chi li scrive. Secondo l’articolista dovremmo avere paura e magari mobilitarci perchè in Grecia stanno per arrivare i nazisti. Ebbene lo dico ad alta voce: non ho paura e non me ne frega nulla se arrivano i nazisti in Grecia.

    Poi ci si stupisce se l’Europa è in triste decadenza e c’è una totale mancanza di solidarietà fra i popoli…

  • misunderestimated

    Già il fatto che siano reduci dalla Somalia significa che hanno superato gli “anta”…

  • misunderestimated

    Ecco, allora spiega a tutti il motivo per cui un qualsiasi cittadino europeo dovrebbe essere solidale con un irlandese o un lussemburghese, residenti in paradisi fiscali e e grandissimi beneficiari della manna europoide, alla faccia del fesso lavoratore comunitario.

    E non mi si tiri fuori il bankster, il neocon, il nazzista, il kapitalista e il reazionario.

    Solidarietà tra popoli…

  • misunderestimated

    Sono pur sempre uomini di carne ed ossa, non è che se girano con i paraspalle da football o con il salvacondotto europoide me la faccio addosso.

    Se guerra sarà…

  • antiUsrael

    No Andyconti su questo sbagli: la questione razziale non fu cosi scabrosa e netta come ce la racconta la storiografia dei vincitori anche se è innegabile un’esaltazione etnogermanica da parte del NS tedesco(ma forse una volta era normale esaltare se stesso nella propria terra). Ad esempio nel 1936 ”delegazioni arabe provenienti da diversi paesi partecipavano al congresso del partito nazista a Norimberga; foltissima, fra le altre, quella egiziana di cui facevano parte Ahmed Husayn, leader delle ‘Camicie Verdi’ del Misr al-Fatat (Giovane Egitto), Fathi Ridwan e Nureddin Tarraf del Nuovo Partito Nazionale, e Gamal Abd Al-Naser allora ufficiale dell’esercito egiziano(poi presidente dell’Egitto).
    Le ‘Islamische Gemeinde’ (Comunità musulmane) attiravano nel Terzo Reich numerosi studenti arabi, facilitando le loro possibilità di studio.” pagina 77 dal libro ”il fascio, la svastica e la mezzaluna” di Stefano Fabei
    Lo stesso succedeva nell’Italia di Mussolini che fece ospitare a spese dello stato centinaia di ragazzi di paesi islamici e dell’India per farli studiare nelle università italiane:per queste sue aperture si scontrò più di una volta col vaticano e gli ambienti più reazionari.
    E’ tutto documentato con tante fonti nel libro di Fabei.
    In ogni caso se questi di Alba Dorata stanno compiendo veramente(perchè la stampa inventa molto quando padrone paga) queste malefatte da violenti xenofobi ignoranti allora sono proprio ”nazisti” come sistema vuole e centrano poco col nazionalsocialismo.

  • andyconti

    Questo e’ successo durante i primi anni, evidentemente se poi hanno fatto la guerra e’ perche’ non e’ stato sufficiente e i conti costi-benefici li faceva lo stesso Hitler durante le riunioni con i suoi responsabili militari, politic, economici e con gli industriali con tanto di cifre sui ricavi delle conquiste per coprire gli investimenti bellici.

  • andyconti

    Gli arabi non rientravano nelle mire razziste del nazionalsocialismo. In quanto ad Alba Dorata, sono loro che mettono una simil-svastica nella loro bandiera. Poi, per giudicare il nazionalsocialismo non mi baso sulla propaganda dei vincitori ma sui racconti dei nonni che hanno sofferto cio’ che i tedeschi facevano quando occupavano un paese.

  • antiUsrael

    Si anche io conosco quei racconti dai miei nonni (che ricordano anche le mitragliette e i fischi delle bombe anglo-americane), ma allora secondo questo ragionamento dovremmo giudicare il comunismo sui racconti delle popolazioni occupate dall’armata rossa inferocita e fomentata da Ehrenburg oppure la democrazia sui racconti delle popolazioni occupate dagli anglo-americani e dalla NATO.
    Non si può giudicare un sistema politico economico basandosi sulle malefatte di alcune sue truppe che occupano un paese traditore durante una guerra mondiale ed usano ogni arma per ricacciare gli invasori angloamericani e i loro fiancheggiatori(anche a costo di mettere in mezzo innocenti).
    Inoltre anche la tempo esistevano le false flag e i travestimenti per attribuire massacri al nemico.
    Capisco anche la mentalità dei vecchi: la mente per mantenersi sana e rassicurata deve giudicare il vinto come male assoluto per illudersi che hanno vinto i buoni.
    Per quanto riguarda il simbolo di Alba(ammesso che siano veri certi racconti) chiunque sotto lauto compenso potrebbe creare un partito con un simbolo che ricorda una A anarchica o una falce e martello e farsi seguire da un’orda di decerebrati per compiere malefatte da accreditare a quelle ideologie che il potere vuole screditare.

  • Matt-e-Tatty

    Solo per il simbolo: a me pare una greca, un decoro in voga nella civiltà ellenica, non ne conosco il significato (se ne aveva uno) ma è un simbolo greco con origini lontane. Che poi venga utilizzato perchè somigliante alle simbologie tedesche anni 30 o che la somiglianza sia del tutto casuale non saprei. http://annunci.ebay.it/annunci/vaso-greco/8057410

    Per il resto quoto.

  • reio

    non ci mettono mica i ragazzini a dirigere la baracca

  • mincuo

    Sono uno specialista in storia economica di quel periodo. E ho scritto qualche libro pure. Va bene comunque non è sede questa.

  • siletti86

    Questo è per dire che anzicchè guardare alle “pagliuzze” di Alba Dorata, bisogna guardare alla trave dell’Eurogendfor!

  • terzaposizione

    I tuoi commenti arricchiscono sempre il forum, grazie soprattutto per quelli di Economia.

  • terzaposizione

    La mano che lanciò molotov che provocò 4 morti in una banca i Atene tempo addietro, era quella di Alba Radiosa (Dorata); fu un false flag per addossarne la responsabilità ai Movimenti di protesta del popolo ellenico.
    Sono i soliti cagnacci idrofobi di cui l’1% che domina il Mondo, si serve per scatenare il KAOS. Al G8 hanno usato squadracce di BlackBloc baltici infarciti di sbirraglia nostrana, in Grecia prezzolati neo-nazisti.

    Quando il sangue scorre per le strade è ora di arricchirsi, Rothschild dixit.

  • Giancarlo54

    Sul fatto che Alba Dorata sbagli obbiettivo lo già detto e lo rimarco, aldilà dell’indubbio errore di pestare persone innocenti (la maggior parte almeno)

  • Giancarlo54

    Di quali tempi stai parlando? Sei stato in Grecia?

  • Giancarlo54

    In effetti questi neonazistio hanno ben poco a che fare con il nazionalsocialismo che mi risulta essere stato annientato nel 1945.

  • Giancarlo54

    L’hanno fatta o, forse, sono stati costretti a farla. Il dibattito è sempre stato aperto, su questo.

  • andyconti

    Se Alba e’ creata dietro lauto compenso non so, ma comunque ammetti che quelli sono decerebrati. Sul resto, io in effetti credo sia ai massacri sovietici che a quelli americani, e questo significa che i massacri tedeschi sono di qualita’ superiore? mah….poi ci si lamenta che il complottismo non viene considerato seriamente.

  • Giancarlo54

    Ne hai le prove? Può darsi che tu abbia ragione, quelli di AD non mi sono particolarmente simpatici, però ti chiedo le prove.

  • antiUsrael

    Complottismo?
    Io volevo semplicemente rendere chiaro che non si può giudicare un sistema politico/economico/sociale basandosi sui crimini DI GUERRA che sono a torto o ragione ricollegabili a quel sistema/governo.Soprattutto quando l’elite petrolbancariamondialista dominante ha interesse per ovvi motivi a demonizzare quel tipo di governo.

  • ottavino

    ma perchè non inaugurare un nuovo modo di vivere? se uno ritiene che deve fare qualcosa per i greci, vada e faccia! bisogna smettere di chiacchierare….

  • maristaurru

    Un sogno del nostro dopoguerra? IL NAZI comunismo. Ne ho sentiti tanti ed alcuni ancora in auge, crederci alla unione nazismo + comunismo, inteso nel senso deteriore dei termini. E si torna al nodo centrale: il POTERE che oggi è solo POTERE ECONOMICO e mi sembra che di questo si stia parlando, del potere economico, di lotte di potere economico, secondo me questo vuol dire che non siamo di fronte a ideologie di tipo partitico, ma di fronte a forze che sanno come usare suggestioni ed ideologie per imporsi: Proteiformi. A quelli del nazismo, del socialismo di Marx , di Mussolini, di questo o di quello non interessa un tubo saranno sempre più forti di chi vuole la Grande Germania perchè quella è condizionata, molto o poco, dalla politica, dai problemi della rielezione della Merkel che quindi DEVE non affamate troppo il popolo, problema che non ha Monti.. a differenza dii quei ministri che vorrebbero dopo esserci al governo a Monti del governo dell’italia non frega nulla.. se gliene frega.. allora è un tordo, visto che noi potremo al massimo decidere come rac coglier la mondezza seguendo linee guid UE, o come illuminare le strade.. seguendo linee guida UE ( leggi linee guida Germania, Belgio, Olanda ). Insomma , i partiti sono MORTI… inutile ragionare di destra e sinistra.. POTERE ECONOMICO e lotte di POTERE, non vedo altro, il nazismo è solo maschera del potere economico.. ora come allora…

  • antiUsrael

    maristarru il tuo ragionamento è condivisibile, ma quando dici
    ”il nazismo è solo maschera del potere economico.. ora come allora…”
    sembri ignorare che i pionieri di questo sistema economico hanno scatenato una guerra mondiale per fermare il nazionalsocialismo.
    Abbiamo la rete dove possiamo trovare le conferme su questa cosa che è ampiamente provata.
    Un buon inizio sarebbe informarsi riguardo la ”legge sulla reichsbank” del 1939 (e guarda caso un paio di mesi dopo iniziarono i massacri di civili tedeschi da parte della Polonia – sobillata dai soliti ”democratici” guerrafondai – culminati col massacro di Bromberg).
    Se tutti i sistemi social-economici simili al nazionalsocialismo sono stati distrutti dai ”liberatori” proprio quando hanno deciso di affrancarsi completamente dall’usurocrazia mondialista, vedi – per fare tre esempi recenti – il nazionalcomunismo di Nicolae Ceaucescu, il nazionalsocialismo arabo-baathista di Saddam Hussein o la democrazia popolare socialnazionalista di Muammar Gheddafi – un motivo deve pur esserci.

  • Georgejefferson

    Nazione/sociale/internazionale sono parole astratte che a seconda dell’impianto ideologico costituito di ognuno,prendono valenza positiva/negativa….giusto/sbagliato…buono/cattivo a seconda dei casi…Ma nei tempi storici di quel che fu…nonostante la propaganda funzionale a qualcuno DOPO…ci fu un culto della personalita di un certo elemento che scrisse”la mia battaglia”…e non c’e’niente di piu esplicito e diretto come esempio di estrema legittimazione teorica della legge del piu forte..senza se e senza ma..Del darwinismo sociale(non darwin persona) piu convinto e radicale.Insomma,un uomo da eliminare gia dalla culla,pur essendo io,un pacifico.Ma come ben dici Mincuo nessuno ha il diritto di sentirsi superiore a seconda della SUA MORALE…ma nessuno puo impedirmi,per ora,di esprimere opinioni personali

  • Georgejefferson

    L’impianto ideologico di visione mondo (non il modello di economia)era tutto scritto dagli anni venti,e le pratiche coerenti a quel modello erano gia in atto da molto prima del 39,(ripeto l’impianto ideologico di visione mondo,non il modello economico)Ma l’intervento “liberatorio”e’avvenuto in quegli anni,come si avesse scoperto l’aqua calda in ritardo.Come se la divisione netta tra superiori e inferiori non fosse esistente prima.Ma il modello economico stava superando una certa soglia,e fu cosi…che qualsiasi cosa si avvicini se non per interessi strumentali verra associato al demonio…”nei secoli dei secoli”.Se c’e’un modo per screditare nell’immaginario collettivo delle masse certe sovranita della moneta,e’ proprio quello di associarlo a quegli anni,pur nell’ambito dei fondi di verita.Basterebbe questo per capire quanto un tabu possa essere ingigantito solo a parlarne.Non sempre la verita’ e’funzionale alla speranza di giustizia o etica.Proprio per i motivi che cita mincuo.Le masse accecate dagli slogan e abituate a sospendere il giudizio avendo ingigantito la componente emotiva…apposta.Un esempio?La repubblica presidenziale la voleva Berlusconi…Ora…associazione/sospensione dei giudizio/significato…rep.presidenziale uguale brutto/berlusconi/dittatura…non pensando al potere uguale comunque presente,ma di nascosto ai pensieri semplici dei piu.