Eccezionalismo americano

DONA A COMEDONCHISCIOTTE.ORG PER SOSTENERE UN'INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE:
PAYPAL: Clicca qui

STRIPE: Clicca qui

Larry Romanoff ci ha chiesto la traduzione di un suo vecchio articolo da ripubblicare anche in italiano su Blue Moon of Shangai ed abbiamo deciso non solo di accontentarlo ma anche di pubblicarlo, perché, in fin dei conti, anche se è un “evergreen” per la maggior parte di noi e di voi lettori, può darsi che serva ad aiutare qualche novellino, qualche nuovo lettore, a levarsi le fette di prosciutto dagli occhi. In effetti, stiamo parlando del nostro vero “padrone di casa” della nazione che da ormai 80 anni (!) occupa l’Italia, detta legge in tutta la nostra politica corrompendo, minacciando, ricattando o eliminando (politicamente ma anche fisicamente) una classe di pavidi sfruttatori e voltagabbana che, come i loro tirafili statunitensi, sono interessati solo “al proprio particulare” (Ser Niccolò, tu sì che avevi capito, e per di più molti decenni prima che questo popolo degenere si formasse e devastasse il mondo). Leggendolo non ho potuto fare a meno di fare (brutto questo doppio fare) un’associazione con una canzone della mia giovinezza, “L’Avvelenata” del “compagno (certo non mio) Francesco Guccini. E anche questa mia introduzione è una piccolissima avvelenata. Buona lettura e, per favore, nei commenti “state bboni, nun ve scavallate…”, siamo come l’ANAS, stiamo lavorando per voi…

 

Larry Romanoff – Blue Moon of Shangai – 22 agosto 2020

 

“Benvenuti in America, la Terra della Libertà”, recitano i cartelli all’aeroporto internazionale di Washington, mentre vi mettete in fila per farvi prendere le impronte digitali e ispezionare le vostre cavità corporee alla ricerca di mini ordigni nucleari.

Avrei potuto intitolare questo articolo “Gettare il sasso nello stagno”. Nel tentativo di prevenire la prevedibile valanga di dissensi, confermo la mia conoscenza delle statistiche prodotte da un’ampia gamma di individui e istituzioni, con intenti e ideologie molto diversi, e che possono “dimostrare” quasi tutto ciò che si vuole dimostrare, come il coefficiente GINI. Le statistiche su cui si basa questo articolo non sono state selezionate in modo incauto e non sono invalidate dalla disaffezione di un lettore.

Gli Stati Uniti sono i migliori solo nell’essere i peggiori

Gli Stati Uniti hanno oggi la più grande disuguaglianza di reddito di tutte le nazioni occidentali [1] [2], superando la Cina e anche più di qualche nazione non sviluppata. Da ciò deriva la più bassa mobilità sociale della maggior parte delle nazioni (3), il che significa che migliorare la propria posizione nella vita sta diventando sempre più impossibile. Se i vostri genitori non sono istruiti e ricchi, non lo sarete mai neanche voi, e il Sogno Americano è morto. Oggi gli Stati Uniti hanno la classe media più piccola e la classe bassa più numerosa di tutte le principali nazioni; la classe media è stata in gran parte distrutta nel 2008 – processo che si sta completando oggi – e probabilmente non si riprenderà mai più. Gli americani hanno il maggior numero di debiti personali tra tutte le nazioni (4), compresi quelli delle carte di credito e dei prestiti studenteschi sempre più impagabili, e gli Stati Uniti sono ora in testa alla classifica mondiale dei fallimenti personali (5). Dal 2008, secondo le statistiche del governo americano, gli Stati Uniti hanno la più bassa percentuale di proprietà di case (57%) (6), al 43° posto nel mondo, molto al di sotto della Cina con il 90% (7), e l’America ha ora un’epidemia virtuale di senzatetto rispetto alla maggior parte delle altre nazioni, con milioni di famiglie senza tetto con bambini.

Il tasso di povertà negli Stati Uniti è straordinario: le statistiche ufficiali lo collocano al 13%, ma in realtà più del 25% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà, nella maggior parte dei casi molto al di sotto (8). Gli Stati Uniti hanno anche la più alta percentuale di bambini che vivono in povertà e quasi un terzo di tutti i cittadini statunitensi dipende dai buoni pasto e da altri aiuti governativi per sopravvivere (9). Anche la disoccupazione è straordinaria. Secondo le statistiche del governo, il 40% degli americani in età lavorativa non ha un lavoro (10) (11), e molti degli altri sono sottoccupati e lavorano solo a tempo parziale. Sono solo le città americane o quelle delle nazioni più impoverite a contenere vaste aree di degrado urbano e baraccopoli disperate come quelle di Detroit e Chicago, in cui la metà delle aree è una landa desolata e violenta dove nessuno va.

Gli Stati Uniti hanno i costi più alti per l’istruzione, ma la qualità complessiva dell’istruzione è la più bassa del mondo sviluppato e di alcune parti del resto del mondo. Leggete questo articolo (12). Vi aprirà gli occhi. Alcune buone scuole o università in un’intera nazione non ne fanno un leader mondiale; la prova risiede nel più alto livello di analfabetismo funzionale di tutte le principali nazioni (25%) e in un livello di ignoranza davvero leggendario (13). Gli Stati Uniti sono l’unico Paese al mondo in cui, in ripetuti sondaggi degli ultimi 60 anni, ben il 75% della popolazione adulta e studentesca non riesce a trovare il proprio Paese su una mappa del mondo (14). Rispetto ad altre nazioni, gli Stati Uniti hanno i costi sanitari più elevati di due o dieci volte, ma hanno una qualità complessiva sorprendentemente scarsa e la più alta percentuale di popolazione senza assistenza sanitaria (15). Gli Stati Uniti hanno il più alto tasso di mortalità infantile e la più breve aspettativa di vita alla nascita di tutte le principali nazioni e molto al di sotto di molte altre (16) (17), posizionandosi intorno al 50° posto in un elenco di Paesi. Gli Stati Uniti hanno il più alto tasso di obesità di tutte le nazioni, con quasi la metà della popolazione in sovrappeso (18), uno dei più alti tassi di malattie sessualmente trasmissibili (19), di uso di farmaci antidepressivi che è aumentato del 65% in soli 15 anni (20), una crisi nazionale nell’uso di farmaci oppioidi (21) e di depressione. Gli Stati Uniti hanno il più alto tasso di gravidanze e aborti in età adolescenziale di tutti i Paesi sviluppati (22) e uno dei più alti tassi di divorzio(23) (24). Si noti che in molti studi internazionali le statistiche sugli Stati Uniti non vengono raccolte perché, come hanno osservato gli osservatori, “gli autori hanno escluso gli Stati Uniti perché il Paese è “un’anomalia estrema””. Gli Stati Uniti hanno anche il maggior numero di famiglie monopersonali (circa il 30%)  (25) (26) e la più alta percentuale di bambini senza padre (circa il 25%) (27).

L’America è uno dei due Paesi più razzisti al mondo, dove anche l’uccisione casuale e immotivata di non bianchi non solo è permessa, ma di solito viene approvata. Gli americani sono pazzi per le armi: possiedono più armi di tutto il resto del mondo messo insieme e più armi di tutte le forze di polizia e militari del mondo. Portano le loro armi ovunque e le usano ovunque: gli Stati Uniti hanno il più alto tasso di sparatorie e omicidi di qualsiasi altra nazione, con più di 20 bambini piccoli e più di 200 adulti che vengono mandati ogni giorno all’ospedale o al cimitero. Molte piccole città americane, come la capitale della nazione, Washington DC, con solo mezzo milione di abitanti, o luoghi come Detroit o Chicago, hanno più omicidi all’anno (in ordine di grandezza) di Shanghai, con 25 milioni di abitanti. Il tasso complessivo di omicidi per la Cina è di 0,6 e per Shanghai di 0,2; quello degli Stati Uniti è di 4,0. Negli Stati Uniti il tasso di mortalità da arma da fuoco per i bambini è 40 volte superiore a quello di qualsiasi altra nazione del mondo (28) (29). Gli Stati Uniti hanno anche il più alto numero di crimini commessi con armi da fuoco ogni anno, un totale sconcertante di un minimo confermato di 500.000 e una stima di 3 milioni (30) (31) e il più alto numero di incursioni violente in abitazioni private, con oltre 80.000 casi all’anno di squadre SWAT che sfondano la porta di casa di qualcuno nel cuore della notte, sempre terrorizzando e talvolta uccidendo gli occupanti, di solito senza identificarsi e spesso attaccando la casa sbagliata. (32) (33)

Gli Stati Uniti hanno il più alto tasso di consumo di cocaina e metanfetamine di qualsiasi altra nazione (34), grazie soprattutto al successo della guerra alla droga della CIA, che permette all’agenzia di importare cocaina in esenzione doganale. Gli Stati Uniti hanno il più alto tasso di disuguaglianza di genere (35) tra le nazioni industrializzate, superando di gran lunga nazioni egualitarie come la Cina (e in precedenza l’Iraq e la Libia). Gli Stati Uniti hanno il più alto numero di avvocati e cause legali al mondo, in ordine di grandezza, un riflesso sia della naturale litigiosità che dell’innata avidità; gli americani spendono ogni anno il doppio per azioni legali rispetto all’acquisto di nuove automobili (36). Il Giappone ha 14.000 avvocati, la Cina 160.000, gli Stati Uniti 1,35 milioni (11 ogni 100.000 per Giappone e Cina rispetto ai 300 ogni 100.000 per gli Stati Uniti). Gli americani superano il mondo intero per quantità di consumo inutile, avendo superato da tempo il punto in cui può essere considerato patologico. Per quanto riguarda lo spazio pro-capite nei centri commerciali, la Germania ha 2,7 metri quadrati per persona, il Giappone 3,9 e il Regno Unito 5. Per ogni acquirente americano ci sono 24 metri quadrati di centro commerciale. Gli Stati Uniti hanno di gran lunga il più alto livello di emissioni di anidride carbonica su base pro capite, grazie soprattutto alla General Motors che ha ripetutamente commesso un genocidio di automobili elettriche.

Guerre e violenza sono termini che definiscono l’America. Gli Stati Uniti come nazione sono ora, e sono sempre stati, intensamente militaristi, intrinsecamente provocatori, combattivi e violenti. Gli Stati Uniti sono di gran lunga il più grande mercante di morte al mondo, essendo responsabili di circa il 70% del totale delle vendite di armi a livello mondiale. Per fare un confronto, la Russia è seconda con il 17%, mentre la Cina è al 3%. Se includiamo tutto, gli Stati Uniti spendono ogni anno per le loro forze armate circa il doppio di tutto il resto del mondo messo insieme, come già ben documentato da molti autori, superando di gran lunga i 1.000 miliardi di dollari. Hanno anche la più grande rete di basi militari straniere al mondo, con più di 1.000 installazioni di questo tipo, tra cui molte che non appaiono su alcuna mappa, e il maggior numero di laboratori di armi biologiche al mondo, con più di 400 al di fuori degli Stati Uniti. L’America ha lanciato il maggior numero di guerre di aggressione nella storia del mondo ed è stata in guerra per 235 dei suoi 243 anni di vita come nazione; tutte guerre non provocate e ingiustificate, nessuna delle quali era una guerra di “liberazione” o “per rendere il mondo sicuro per la democrazia”, ma per la colonizzazione e il saccheggio. Gli Stati Uniti si distinguono anche per aver assassinato più leader mondiali stranieri e altri funzionari (circa 150) (37)  di quanto abbia fatto persino Israele, e per aver gestito la più grande rete di prigioni per la tortura mai esistita nella storia del mondo. Gli Stati Uniti vincono anche il primo premio per avere alcuni dei più sanguinari assassini di massa e patologici nella storia del mondo, superando di gran lunga i nostri ex eroi Stalin e Hitler. Vengono subito in mente Kissinger, Albright e Curtis LeMay, ma ce ne sono altri.

Gli Stati Uniti hanno di gran lunga il più alto tasso di incarcerazione di tutte le nazioni, con oltre il 25% dei prigionieri del mondo nelle sue carceri e con quasi il 35% di tutti gli americani adulti con precedenti penali. È allarmante che gli Stati Uniti abbiano il numero di campi di internamento – campi di prigionia – di gran lunga più alto al mondo, tutti e 800 con personale al completo ma vuoti, in attesa che gli americani osino lanciare un’altra protesta tipo Occupy Wall Street o simili. Gli Stati Uniti hanno le forze di polizia più militarizzate di qualsiasi altra nazione, con armamento pesante di tipo militare come MRAP, APC, droni e armi automatiche. Il motto della polizia “Proteggere e servire”, un tempo affisso su ogni auto della polizia, è stato modificato. Ora recita “Occupare e uccidere”. Gli Stati Uniti hanno di gran lunga il più alto numero di civili uccisi ogni anno dalla polizia (ben oltre 1.000) di qualsiasi altra nazione al mondo, compresi gli Stati canaglia e i membri dell’asse del male. Gli americani hanno molto più da temere dalla loro polizia locale che dai terroristi. La brutalità della polizia in America è ormai leggendaria, così comune da essere uno degli termini che definiscono la nazione, con pestaggi, sparatorie, molestie, false accuse criminali che raggiungono proporzioni epidemiche e sono in aumento.

L’America è l’unica nazione al mondo con un sito web chiamato “Killed by Police.org” per documentare l’epidemia di civili uccisi dalla polizia, e l’unica nazione in cui i giornali locali hanno sezioni dedicate a elencare il numero di omicidi giornalieri in ogni quartiere delle principali città, per aiutare i cittadini nell’acquisto di case. I tassi di criminalità violenta negli Stati Uniti sono almeno, per ordine di grandezza, superiori a quelli della Cina o del Giappone (e di molte altre nazioni).

Gli Stati Uniti hanno anche uno dei sistemi giudiziari e di polizia più corrotti al mondo. Nessun Paese occidentale è particolarmente esente da questa accusa, ma l’America eccelle. Per fare un esempio, gli Stati Uniti hanno di gran lunga il maggior numero al mondo di cittadini ingiustamente condannati da testimonianze fraudolente, circa 40.000 condanne causate da un solo laboratorio forense fraudolento. E, naturalmente, gli Stati Uniti hanno la più grande rete di spionaggio del mondo per grandezza, con l’ambizione di rubare ogni segreto e di registrare e salvare ogni comunicazione di ogni essere umano sul pianeta.

Non è più un segreto che la democrazia di stampo americano abbia vari difetti, tra i quali spiccano le disfunzioni estreme e la corruzione dilagante, anche se il saccheggio delle mangiatoie pubbliche è al secondo posto. Gli Stati Uniti hanno anche il governo più totalmente invaso da burattinai e controllato da stranieri parassiti, avendo perso completamente il controllo a favore delle varie lobby e con tutti i funzionari eletti che hanno giurato fedeltà agli ebrei e a Israele piuttosto che all’America. Gli Stati Uniti hanno il più alto numero e la più alta percentuale di Presidenti, Segretari di Stato e Segretari alla Difesa che sono stati certificati come pazzi criminali e che avrebbero dovuto essere sottoposti a lobotomia e ricoverati a vita in istituti. Troppi nomi da elencare. L’America è l’unica nazione che ha più o meno istituzionalizzato la corruzione governativa praticamente a tutti i livelli, che si estende profondamente al sistema giudiziario, agli organi normativi e al Congresso, oltre che ai governi locali e statali. Gli Stati Uniti sono noti per aver compilato le statistiche economiche più fraudolente di tutte le nazioni, sviluppate e non, compreso il “reddito medio” estremamente fittizio di 45.000 dollari, e sono uno dei Paesi più indebitati al mondo. Suggerisco vivamente a tutti di leggere questo breve articolo sulle statistiche economiche degli Stati Uniti (38) e di smetterla di dire che i numeri della Cina non sono affidabili.

Per non essere da meno, i media statunitensi hanno una classe a sé stante in termini di disonestà, parzialità, censura e giornalismo di opinione. I giornalisti americani sono per lo più della stessa pasta e presentano più o meno la stessa malignità.

Gli Stati Uniti godono della più completa immunità per i crimini dei colletti bianchi d’élite, perseguendo solo le aziende e mai le persone. Gli americani si vantano del loro sistema finanziario trasparente e privo di corruzione e i media statunitensi si divertono a criticare la Cina per quelle che sembrano essere occasionali frodi aziendali. Ma nella lunga lista dei più grandi fallimenti aziendali del mondo dovuti a frodi e corruzione, tutti, tranne uno, sono avvenuti negli Stati Uniti. Ron Unz ha preparato un elenco che comprende Enron, WorldCom, Tyco, Global Crossing, Adelphia, MF Global, Lehman, Bear Stearns, Merrill Lynch, Washington Mutual e Wachovia. Gli Stati Uniti sono stati anche la sede dei più grandi schemi Ponzi del mondo, come quelli di Bernie Madoff e Allen Stanford, che hanno provocato perdite pubbliche per quasi 100 miliardi di dollari. Sono gli Stati Uniti, non la Cina, la patria delle frodi e degli inganni aziendali, mentre tutte le frodi aziendali più grandi degli ultimi decenni in Cina, tranne due, sono state commesse da aziende americane, non cinesi.

Per concludere il nostro elenco di aree in cui l’eccezionalismo americano brilla davvero, gli Stati Uniti sono stati per anni meritatamente votati come la nazione più odiata al mondo, sono ampiamente vituperati come il più grande bullo del mondo e giudicati da tutti i popoli – compresi gli americani – come la più grande minaccia alla pace mondiale.

Per evitare che qualcuno pensi che l’elenco di cui sopra sia ingiusto o esagerato, si può fare un semplice test applicando le voci ad altri Paesi. La Germania, per esempio, o la Cina o il Canada. Certamente ogni nazione ha dei morti, dei crimini, dei divorzi, delle spese militari e così via, ma nessuna delle voci di questo elenco può essere applicata alla Germania, alla Cina o al Canada, né ad alcun’altra nazione. Gli Stati Uniti hanno il debito più alto, le spese militari più elevate, il razzismo, le uccisioni, le armi, le incarcerazioni, le torture in prigione, le guerre iniziate e tutto il resto. I record di disuguaglianza, obesità, consumo, debito personale, povertà, uso di cocaina, omicidi, appartengono tutti all’America, senza che nessun’altra nazione sia in lizza. L’affermazione è dimostrabilmente vera sia per l’ignoranza e l’ipocrisia che per la brutalità della polizia. Come accusa, l’elenco è accurato al 100%, una descrizione fattuale dell’America di oggi, vista senza la propaganda e gli occhiali rosa.

Un elenco completo delle aree di eccezionalità americana deve includere un’altra voce: il maggior numero di traditori. Questa sfortunata categoria esiste a diversi livelli: il primo è quello del Presidente, dello staff della Casa Bianca e del Congresso degli Stati Uniti che, come già sappiamo, hanno giurato fedeltà a Israele piuttosto che all’America. Il secondo è la FED statunitense, di proprietà straniera, che persegue in modo criminale la propria agenda e distrugge sistematicamente il tessuto economico dell’America. Anche il gruppo di proprietari elitari della maggior parte delle grandi banche e multinazionali statunitensi rientra in questa categoria, perseguendo il proprio vantaggio privato mentre distrugge consapevolmente l’economia della propria nazione.

Ma c’è un terzo livello, più pervasivo, un ampio gruppo di americani istruiti che sono essenzialmente gli arraffatori, traditori della maggior parte dei loro valori e del loro popolo, inseriti nel sistema e dipendenti da esso, che partecipano pienamente alla distruzione del loro paese agendo come luogotenenti dei funzionari del governo segreto. Questi individui sono fondamentali per il successo della trasformazione degli Stati Uniti in uno Stato fascista, con le élite che dipendono da loro per l’esecuzione delle loro politiche, ma traggono anche profitto dalle loro posizioni in termini di stipendi attraenti e protezione da gran parte della legge. Queste sono le persone che meglio conoscono tutti i crimini e le ingiustizie sociali, essendo di fatto parte volontaria del loro processo di esecuzione, ma meno propense a denunciarli per paura di danneggiare le loro carriere. È il livello medio dei dirigenti istruiti, degli avvocati, dei contabili e dei manager del governo, delle società criminali, delle fondazioni, dei think tank, dei media e di molti altri che sono direttamente responsabili di aver inflitto consapevolmente un danno enorme al proprio popolo e alla propria nazione. Come gli amministratori delegati delle banche e delle multinazionali, questi arraffatori cercano solo il proprio vantaggio, scartando i valori umani e (accecandosi) rendendosi ciechi di fronte al male che fanno.

L’elenco che segue serve a facilitare la comprensione.

  • La più grande disuguaglianza di reddito tra le nazioni principali
  • La più bassa mobilità sociale
  • La più piccola classe media e la più grande classe bassa di tutte le nazioni principali
  • La più grande quantità di debiti personali
  • La più alta percentuale di laureati con ingenti debiti per prestiti agli studenti
  • La più bassa percentuale di proprietari di case tra le nazioni principali
  • Il più alto numero di senzatetto tra le nazioni principali
  • La più alta percentuale di case e auto pignorate al mondo
  • Il più alto tasso di povertà tra le nazioni principali
  • Il maggior numero di bambini in povertà e di bambini senza casa tra le nazioni più importanti
  • Le più grandi baraccopoli e degrado urbano di qualsiasi nazione occidentale
  • La più alta percentuale di popolazione che riceve aiuti alimentari dal governo
  • Il più alto livello di disoccupati, sottoccupati e occupati a tempo parziale
  • Il più alto numero di persone di età compresa tra i 65 e i 75 anni che rientrano nella forza lavoro per sopravvivere
  • L’unica nazione che non ha ferie pagate o congedi di maternità obbligatori
  • I costi più elevati per l’istruzione
  • Il più alto tasso di analfabetismo funzionale di tutte le nazioni sviluppate e semi-sviluppate
  • Il più alto livello di ignoranza
  • I più alti costi per l’assistenza sanitaria
  • Il maggior numero di persone senza assistenza sanitaria
  • L’unica nazione occidentale con un alto contenuto di alimenti geneticamente modificati
  • Il più alto tasso di mortalità infantile
  • Il più alto tasso di obesità
  • Aspettativa di vita più breve alla nascita
  • Il più alto tasso di malattie sessualmente trasmissibili
  • Maggiore produzione e accesso alla pornografia
  • Maggior consumo di farmaci antidepressivi
  • Il più alto tasso di gravidanze in età adolescenziale e di aborti tra i paesi sviluppati
  • Maggior numero di famiglie monopersonali
  • La più alta percentuale di bambini senza padre
  • Il più forte nazionalismo di tutte le nazioni
  • Il più alto livello di razzismo e di violenza legati alla razza
  • Il più alto numero e la più alta percentuale di armi da fuoco
  • Il più alto tasso di omicidi
  • Il più alto numero di sparatorie
  • Il maggior numero di crimini commessi con armi da fuoco all’anno
  • Maggior consumo di cocaina e metanfetamine
  • Maggior numero di avvocati e cause legali
  • Le più alte emissioni di carbonio
  • La più alta spesa militare
  • La più alta vendita di armi
  • La più grande rete di basi militari straniere (1.000) e di laboratori stranieri di armi biologiche (400)
  • Il maggior numero di guerre di aggressione di qualsiasi nazione nella storia del mondo
  • Maggior numero di governi destabilizzati e rovesciati
  • Il maggior numero di leader e funzionari stranieri assassinati
  • Il più lungo genocidio nella storia del mondo
  • La più grande rete di prigioni per la tortura – e di navi-prigione – nella storia del mondo
  • Il peggior record in materia di diritti umani di tutte le nazioni, forse ad eccezione di Israele.
  • Il più alto tasso di incarcerazione
  • La più alta percentuale di popolazione con precedenti penali
  • Il maggior numero di campi di internamento per civili
  • Forza di polizia civile più militarizzata
  • Il maggior numero di civili uccisi dalla polizia
  • Il più alto numero al mondo di violente incursioni SWAT in case civili
  • L’unica nazione con una diffusi pignoramenti
  • La più grande rete di spionaggio commerciale e militare
  • Il governo più controllato da alieni parassiti
  • La più alta percentuale di presidenti e funzionari criminalmente insani della storia
  • La corruzione governativa più istituzionalizzata
  • La più completa immunità per i crimini dei colletti bianchi dell’élite
  • Il maggior numero di fallimenti aziendali dovuti a frodi
  • Il maggior numero di statistiche economiche fraudolente di qualsiasi grande nazione
  • I media e gli editorialisti più distorti e disonesti
  • La più ipocrita di tutte le nazioni
  • La nazione più odiata
  • Il più grande bullo del mondo
  • La più grande minaccia alla pace nel mondo

 

Larry Romanoff è un consulente di gestione e uomo d’affari in pensione. Ha ricoperto posizioni dirigenziali in società di consulenza internazionali ed è stato proprietario di un’azienda di import-export internazionale. Attualmente vive e lavora a Shangai. Non ci ha mandato la sua foto perché dice che troppi “ragazzi dell’alfabeto” (CIA; NSA, CSIS ecc.) gli stanno appresso.

 

Link: https://www.bluemoonofshanghai.com/

 

Direttamente da Larry Romanoff – Tradotto da CptHook

 

ISCRIVETEVI AI NOSTRI CANALI
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/@ComeDonChisciotte2003
CANALE RUMBLE: https://rumble.com/user/comedonchisciotte
CANALE ODYSEE: https://odysee.com/@ComeDonChisciotte2003

CANALI UFFICIALI TELEGRAM:
Principale - https://t.me/comedonchisciotteorg
Notizie - https://t.me/comedonchisciotte_notizie
Salute - https://t.me/CDCPiuSalute
Video - https://t.me/comedonchisciotte_video

CANALE UFFICIALE WHATSAPP:
Principale - ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
20 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
20
0
È il momento di condividere le tue opinionix