Co-vid/Wind-19: un caso di studio?

Le Compagnie telefoniche mondiali sfruttano Covid-19 comportandosi come Robin Hood alla rovescia 

 

Non me ne voglia la compagnia Wind-3 se presento un caso specifico, da fonte affidabile che conosco personalmente: il mio intento è di utilizzarlo come “caso di studio” per stimolare una riflessione, e magari un’indagine, sul comportamento di tutte le compagnie di CIT (Communication & Information Technology) mondiali di fronte alla falsa[i],[ii],[iii],[iv],[v]  pandemia di Covid-19.

“Sono abbonato Wind da non so più quanti decenni, con cellulare più fibra ottica “fin dentro casa” (così giurano e spergiurano).
Dal 25 Giugno niente Wi-Fi in casa, quindi niente servizi Wi-Fi dipendenti.
Al 159 ogni giorno rispondeva un pappagallo elettronico con una lunga serie di passaggi tipo forche caudine, e infine le solite raccomandazioni elementari di scollegare, spegnere, aspettare, riaccendere, etc… L’ho fatto una dozzina di volte, ogni volta sperando che da qualche parte avessero aggiustato: tutto inutile. Impossibile non dico avere un contatto umano, ma almeno una procedura per mandare al pappagallo elettronico una richiesta di aiuto, una segnalazione di guasto, un minimo di riscontro che, almeno, le tue insistenti chiamate stiano navigando da qualche parte come altrettanti messaggi in una bottiglia…
La pagina Facebook e altri siti più o meno ufficiali non fanno che inneggiare alle generose facilitazioni messe in campo dalla compagnia per far fronte all’emergenza Covid-19. Cercando meglio si scopre che il personale è drasticamente ridotto “per gli adempimenti di legge relativi alla protezione dei lavoratori”. Ma come, anche la più scalcinata delle aziende si è dovuta attrezzare per il telelavoro, e questi giganti dell’IT non attivano il telelavoro per i propri operatori?…
Continuo a setacciare internet col telefonino, ma nessuno spiraglio per segnalare il guasto, solo rimpalli da un sito all’altro, da una pagina all’altra, e poi di nuovo alla pagina di prima. Vabbè, lo ammetto, non sono uno smanettone scafato, ma non sono neanche un analfabeta digitale: ho acquistato il mio primo PC nel 1983, il mostruoso intrico ZX-Spectrum, e poi una serie di Mac fino ad oggi…
Da lunedì 6 luglio il 159 non risponde neppure, neanche la fatica di attivare il pappagallo elettronico. Non so se questa novità sia già (in)attiva dai giorni precedenti, perché nel weekend mi faccio scrupolo a disturbare anche i pappagalli.
Vado dal rivenditore Wind-3, ma di lunedì mattina è chiuso. Torno appena apre nel pomeriggio. Dapprima mi ascoltano dubbiosi, poi insistono e si convincono, verificano che il 159 è muto e allora attivano i loro canali perché qualcuno, dalla parte dei pappagalli, sappia che qualcun altro li sta pagando da due settimane senza ricevere quanto dovuto.
Rientro a casa e dopo un’oretta una gentile operatrice mi chiama, mi fa eseguire il resettaggio del router, e conclude che la linea è proprio kaputt. Mi fa attendere un 5 minuti per fare la segnalazione di guasto, poi ricompare, si scusa, e mi dice che ha fatto. Riceverò (ricevuto) un messaggio che mi informa che “la risoluzione è prevista entro il terzo giorno lavorativo, salvo imprevisti” (è prevista salvo imprevisti – callida junctura- e se ci saranno imprevisti sarà certamente per colpa del virus cattivo). Il messaggio continua scusandosi per il disagio (com’è umaaaanooo leeeeiii) e mi invita a scaricare l’APP per entrare in chat con WILL (grazie, anche no, già dato!)”.

A leggere il rapportino della mia fonte ci sarebbe quasi da sorridere, ma io mi faccio alcune domande. Penso che anche i lettori se ne faranno (forse qualcuno confrontando le sue esperienze recenti col proprio IT provider), e spero che si faccia qualche domanda anche qualcuno dei nostri leader politici, a cominciare dal premier Conte che si avvale della super-consulenza di Colao-Vodafone (su di lui la mia fonte non ha dubbi: è la classica volpe a guardia del pollaio!).

Domande:

1) E’ vero quel che dice Il Sole 24 Ore[vi] e altre testate economiche[vii],[viii],[ix], che le compagnie telefoniche stanno facendo guadagni triliardari grazie all’emergenza montata in tutto il mondo col pretesto di Covid-19?

2) Se intanto le medesime compagnie “piangono il morto” e riducono ulteriormente il personale addetto all’assistenza degli utenti (già ridotto all’osso e malpagato), non è che fanno come Robin Hood alla rovescia?

3) A proposito di Robin Hood alla rovescia, non si notano strane analogie con Big Pharma, l’OMS di Bill Gates, i 5G di Immuni, i SI-VAX a prescindere, e altri squallidi sciacalli che pompano la PANICOdemia per sempre più e sempre meglio mungere sette miliardi di pecoroni terrorizzati?

4) A parte i leader politici di Svezia e Tanzania[x] e pochi altri, quelli del resto del mondo, a cominciare dal Nostro, sono più accecati o più corrotti?

5)…

6)…

n)…

 

 

[i] L’OMS non ha mai dichiarato ufficialmente lo stato di pandemia per CoViD-19. Tutto quello che abbiamo è una conferenza stampa in cui il DG Ghebreyesus dice: “Abbiamo valutato che CoViD-19 può essere caratterizzata come una pandemia”. Nessun atto protocollato da parte degli organi competenti in base allo statuto dell’OMS: Assemblea Generale (art. 21a) o Consiglio Direttivo (art. 28i).

[ii] https://comedonchisciotte.org/covid-19-positivo-anzi-negativo-anzi-chilosa/

[iii] https://www.maurizioblondet.it/ce-una-nuova-pandemia-lasintomaticita/

[iv] https://www.ilfattoquotidiano.it/2020/06/22/alessandro-meluzzi-coronavirus-e-una-falsa-pandemia-malati-pompati-con-terapie-sbagliate/5843899/

[v] https://www.npr.org/sections/coronavirus-live-updates/2020/05/21/860480756/scientists-warn-cdc-testing-data-could-create-misleading-picture-of-pandemic?t=1594066168872

[vi] https://www.ilsole24ore.com/art/coronavirus-e-smart-working-fanno-raddoppiare-traffico-telefonico-tlc-giga-illimitati-ADs57dC

[vii] https://markets.businessinsider.com/index/nasdaq_100

[viii] https://www.tgcom24.mediaset.it/mastergame/news/coronavirus-in-italia-aumento-del-traffico-internet-dovuto-ai-troppi-giocatori-online_16201259-202002a.shtml

[ix] https://www.ravenna24ore.it/notizie/economia-lavoro/2020/05/27/con-il-covid-tante-videoconferenze-e-zoom-vale-in-borsa-piu-di-general-motor/

[x] https://comedonchisciotte.org/covid-19-svezia-e-tanzania-disobbedienti-a-chi/

Pubblicato da Leopoldo Salmaso

Medico, marito, padre e nonno. Studioso delle relazioni socio-economiche, finanziarie e monetarie fra Nord e Sud del mondo. Lavora con le popolazioni rurali della Tanzania da oltre trent'anni. Autore di "AIDS: Sindrome da Indifferenza Acquisita?" e di "Il golpe latino: l'Europa salvata dalla crisi per errore" disponibile anche in Inglese e Spagnolo su Lulu.com. Conduttore del programma radiofonico "Debito e democrazia” su Radio Gamma 5. Co-editore del manifesto "Moneta Bene Comune", disponibile in varie lingue su www.monetabenecomune.it Autore e traduttore (da Inglese, Francese, Spagnolo, Swahili)
Precedente Tutti pazzi per il TSO – TG ComeDonChisciotte & Vero Giornale, 6 Luglio 2020
Prossimo Se questo è il lavoratore a distanza del futuro, ESCI di casa adesso