Home / Attualità / Cassazione: il profitto diventa giusta causa di licenziamento !

Cassazione: il profitto diventa giusta causa di licenziamento !

FONTE: ICEBERGFINANZA.FINANZA.COM

Noi ve lo abbiamo raccontato più volte, in un mondo infarcito di psicopatici ovunque questa è la normalità, da domani, il minor profitto ovviamente soggettivo, diventa giusta causa di licenziamento.

Immagine410Le motivazioni e le analisi le lascio leggere a Voi, questa è una deflazione salariale bellezza e le riforme sono le riforme, non importa cosa prevedono, l’importante è che si continui a svalutare salari, diritti, welfare e via dicendo e la shock economy bellezza.

SHOCK ECONOMY: BISOGNA TERRORIZZARE!

ROMA. “Il 14 aprile scorso, di fronte agli studenti della Luiss, l’a.d di Enel Francesco Starace ha rilasciato alcune dichiarazioni estremamente allarmanti”, affermano in una nota i senatori di Sinistra italiana.

“Starace – prosegue la nota – ha affermato che, per cambiare un’organizzazione aziendale, è necessario che ‘un manipolo di cambiatori distrugga fisicamente i gangli’ che si oppongono al cambiamento. A tal fine bisogna ‘creare malessere e poi colpire le persone che si oppongono al cambiamento’ in modo da suscitare paura nell’intera organizzazione. Così ‘in pochi mesi’ l’organizzazione capirà, ‘perchè alla gente non piace soffrire’”.

E si, ora avranno tutti paura,  o diventano tutti più flessibili, produttivi, redditizzi ad insindacabile opionione dello psicopatico di turno o finiscono tutti in soffitta!

Ve l’immaginate Jamie Dimon, il ceo della più grande banca di affari americana che licenzia qualche migliaia di dipendenti perchè invece di prendere 27 milioni all’anno ne riesce a prendere solo 25. Secondo me lo assumono in qualche banca italiana, così potrebbero licenziare in fretta la metà dei bancari italiani come ha suggerito recentemente Renzi che non vede l’ora…

Noi siamo rispettosi della sentenza della Corte di Cassazione e ci limitiamo solo a fare un piccolo passo indietro…

LAVORO E PSICOPATIA

Chi c’è al secondo posto dopo i manager e mi fermo qui, il resto è semplicemente follia!

 

Fonte: http://icebergfinanza.finanza.com

Link: http://icebergfinanza.finanza.com/2016/12/30/cassazione-il-profitto-diventa-giusta-causa-di-licenziamento/

30.12.2016

Pubblicato da Davide

  • Apollonio

    Per cambiare questo paese la prima cosa da fare è rivoluzionare la Magistratura ( tutto il resto sono dettagli ) commissariando ogni Tribunale con Tribuni del Popolo, tutte le sentenze emesse da ogni magistrato che non rispettano la legge e la Costituzione sul loro ( Libero Convincimento ) messe in un basket a controllo di un ‘ organismo indipendente .

  • Prendendo spunto dalla fantascienza, che come abbiamo sperimentato e sperimentiamo anticipa, talvolta , la realtà , è sufficiente aspettare forse anche poco perché la tecnologia faccia il suo dovere anche verso la magistratura. E allora niente di meglio di un giudice “elettronico”, da non dover pagare se non in energia, e che una volta ricevuta la documentazione di accusa e difesa e aver verificato (niente di più facile già oggi ) le varie posizioni, in tempo assai rapido (decidete voi quanto), ecco la sentenza: sentenza rispettosa delle leggi costituzionali, del diritto del lavoro, di quello familiare eccetera eccetera eccetera.
    A me non piacerebbe una cosa simile, e forse neanche a voi: ma sulla mia pelle posso dire che ho in mano una sentenza, che ha accolto totalmente le mie richieste, e a distanza di oltre un anno, non è ancora stata eseguita. E potrei continuare, ma vi voglio bene e quindi vi auguro buon anno nuovo.

  • falkenberg1

    <il mondo è cambiato, in peggio ovviamente! Vedete negli anni tra il 1968 ed il 1972 un personaggetto spavaldo, temerario, provocatore quale quello starace non avrebbe mai osato esternare quelle infamità indecenti, proterve, schifosamente provocatorie e sostanzialmente criminali e criminogene! Sapeva perfettamente che, a sera oppure di mattina, c'è un ''commando che ti aspetta per assassinarti un pò'' (Elio e le Strorie Tese)! Oggi con spavalda, scellerata, oltraggiosa sicumera non temono niente, nulla e nessuno certi di farla franca protetti dalla globalizzazione e da malsane strutture quanto più grandi tanto più malavitose! Mascalzoni, delinquenti e persone che offendono solo con la loro malsana presenza il creato, la creazione, il creatore ammesso che ce ne sia uno che ha dato la vita a quelle malsane forme di vita!

  • adestil

    lasciamo perdere che si chiami Starace(e di sicuro sarà imparentato col gerarca da qui le sue affermazioni!)ma capiamoci,cosa ci sarebbe di male licenziare dipendenti bancari quando nessuno deposita più denari?E messi a lavorare solo grazie a raccomandazioni politiche?Vi siete mai chiesti chi ha pagato e paga i dipendenti di banca etruria o marche o carichieti o di MPS?Li pagano obbligazionisti ed azionisti ignari del rischio…nel caso di MPS direttamente noi con la fiscalitù generale perchè dicono che devono salvaguardare i posti di lavoro..
    Ma chi ci lavora se non gente legata al partito PD(o altri)?quindi figli mogli amanti amici di membri di partito…questo il motivo del record di sportelli aperti in tutta Italia..
    Invece è semplice,lo sportello che non serve si chiude e i lavoratori con gli ammortizzatori come per qualasiasi azienda privata..
    Non capisco perchè qui dentro ogni volta che si toccano i lavoratori degli enti pubblici o semici pubblici o bancari(legati sempre alla politica)si alzano gli scudi..
    Forse lo stesso motivo per cui di sera scrivono in pochissimi mentre in orario di lavoro in molti..e visto che nel privato difficile farlo ne deduco che molti che scrivono qui dentro lavorano in enti pubblici o parapubblici..

    Tutti gli enti pubblici che non servono o non producono insieme a banche ed aziende semi pubbliche,vanno chiusi,o licenziati gli esuberi,come in ogni azienda privata…

    Se io apro una azienda e non guadagno che devo fare mi tengo i lavoratori?
    Li licenzio,lo stato e le banche li tengono,ma paghiamo noi…i dirigenti truffaldini figli di politici e poteri forti messi anche nelle banche di provincia..

  • adestil

    il salvabanche che ha distrutto i risparmi prima dell’entrata del bail in è illegittimo ed illegale sotto vari aspetti…però ha permesso di salvare come hanno detto tutti gli esponenti del governo ,del PD e soci,dei giornalisti e professori prezzolati ”i posti di lavoro” ,quali sarebbero sti posti di lavoro ?Quelli di dipendenti,tutti,addomesticati per ingannare il risparmiatore?o Dei dirigenti che appunto li dirigevano e prestavano centinaina di milioni di euro senza garanzie ad amici e parenti dei politici locali e nazionali?
    Per quale motivo dovremmo salvare questi posti di lavoro?Sarebbe immorale salvarli..
    E non si può addurre neanche il pretesto di dire che dobbiamo salvarli perchè eseguivano gli ordini dei dirigenti..e che se licenziamo loro dobbiamo licenziare anche i dirigenti.

    Intanto i dipendenti sono colpevoli(pur essendo l’ultimo ingranaggio )e quindi come minimo andrebbero licenziati poi denunciati e sanzionati civilmente e penalmente per truffa o plagio o circonvenzione di incapace.. altro che protetti dal perdere il posto,stessa sorte toccherebbe ai dirigenti che però siccome hanno maggiore protezione forse non verranno licenziati ma li si può sempre denunciare ….

    Infine se Monte dei Paschi ha record di sportelli in Italia ,chiuderli e sacrosanto..
    i dipedenti licenziati si cercheranno un altro posto dei lavoro come i licenziati di una normale azienza..

    Lo stesso andrebbe fatto per aziende pubbliche o ex pubbliche che ancora hanno molti lavoratori tutelati,come Alitalia..ricordo i 7 anni di scivolo dato ai dipendenti licenziati..
    una abominio per ogni lavoratore del settore privato..

    Quindi visto che è impossibile tenere a lavorare persone che non servono e questo vale sia per settore privato che pubblico,qualsiasi tentativo di violare questo principio è un abominio che prima o poi porta al fallimento..

    Non è una legge del capitalismo ma una legge direi naturale..nessuna azienda si può reggere e non fallire se deve pagare più persone di quelle che gli servono per produrre e vendere i proprii prodotti o servizi..
    Figuriamoci i milioni di dipendenti ficcati in aziende parastatali ,municipalizzate o partecipate,o banche che non fanno niente e succhiano i soldi del contribuente a costoro io non darei neanche disoccupazione o mobilità..
    licenziati in tronco con lo scatoloncino fora dai ball..

    Cosciente che cosi’ certo non si colpiranno i superdirigenti parenti stretti dei politici ma almeno una risanata si darà a sto paese e non è possibile che esistano ancora tali disparità di diritti e di privilegi da dipendente pubblico e privato e vi prego non parlate degli scatti contrattuali che si finisce nel ridicolo oltreche anacronistico…

    Se prendo i dipendenti comunali del mio paese o limitrofi(e non vivo al sud)non fa niente nessuno,uffici quasi deserti,gente in giro per i fatti proprii e nessuno denuncia..denunce fatte in passato ,buco nell’acqua,perchè anche i magistrati sono politicizzati e se magari un dipendente privato viene licenziato la magistratura con ogni cavillo possibile non lo permetterà mai per un dipendente pubblico specie se puramente politico(comune,regione,provincia,stato etc..)

    certo una maestra d’asilo o infermiera è altra cosa..
    ma già dare ai professori 3 mesi di ferie(solo d’estate) invece di corsi di aggiornamento obbligatori,è un privilegio inaccettabile..visto pure che ai dipendenti privati spettano 2 settimane di ferie massimo 3(d’estate)senza contare le vacanze di natale e pasqua e molti altri privilegi…

    quindi settore bancario (da sempre un settore legato mani e piedi alla politica)e poi il settore pubblico devono avere stessi diritti e doveri di quelli privati..

    chi dice ”non dobbiamo togliere diritti ai dipendenti pubblici e bancari”ma darne di più ai privati,dice una corbelleria infatti in primis è impossibile conti alla mano ed in secundis non è neanche giusto dare soldi a persone che non lavorano…visto che non c’è nulla da fare sia agli sportelli dove non viene più nessuno(sia per la crisi sia per il passaggio al credito virtuale)sia in settori del pubblico dove basterebbero 3 persone e ce ne sono 40solo perchè ad ogni nuova legislatura regionale provinciali nazionale o solo pure comunale ogni schieramento ha portato nuovi dipendenti che non servivano immesso nuovo dirigenti che poi sono diventati stabili ,il che ha contribuito non poco ad un debito come lo abbiamo oggi,del tipo parassitario…

    quindi per come stanno le cose oggi,bne venga un repulisti generale dei rami inutili
    e pazienza se per adesso tanti dirigenti rimarranno li al loro posto,i cittadini cmq possono sempre denunciarli(vedi quelli delle banche!)

    • Toussaint

      Guardi Adestil, mi costringe ad uscire dall’esilio che mi sono autoinflitto, giusto per precisare un po’ di cose, visto che nessun altro lo fa.

      Innanzitutto, se lei avesse dato un’occhiata alle statistiche, avrebbe visto che la percentuale dei dipendenti pubblici italiani, in rapporto sia alla popolazione in generale che a quella attiva, è fra le più basse in Europa. E’ equivalente grosso modo a quella tedesca (ma mi pare che loro non inseriscano alcune categorie, come ad esempio i militari) e notevolmente inferiore a quella dei paesi del nord e a Francia/Gran Bretagna.

      Sia Orizzonte 48 che Goofynomics, Scenari Economici etc. hanno pubblicato delle tabelle al riguardo molto illuminanti. Provi ad andare su questi siti e dia un’occhiata (i link li trova facilmente da solo). Qui o guardiamo le statistiche, oppure cadiamo nel “micugginismo”, che ritengo una forma di grave degrado per qualsiasi ragionamento.

      I dipendenti, sia pubblici che privati sono ovunque gli ultimi fra i colpevoli. Stiamo a vedere che lo sportellista è responsabile di quello che fa l’Amministratore Delegato, pensando oltretutto che essi stessi non sono del tutto avvertiti delle conseguenze di quello che vendono perché non adeguatamente istruiti, o addirittura convinti in buona fede di dire cose giuste invece che cavolate. Visto che ci hanno venduto, passando ad un altro settore, le mozzarelle blu, questo non vuol dire che l’operaio ne sapesse qualcosa … avrà fatto quello che faceva tutti i giorni. La responsabilità semmai sarà dei vertici aziendali.

      Se l’impiegato pubblico non lavora etc. etc., è perché i dirigenti non controllano. Si cominci con il licenziare loro, invece di dare a tutti dello “scansafatiche”, compresi i dipendenti pubblici del suo paese (perché non li denuncia, invece di scrivere a CdC? Coraggio …).

      I bancari non mi stanno simpatici (come i dipendenti Telecom, Eni, Enel, Terna, gli statali etc.) perché tutto sommato sono dei privilegiati (ma io i privilegi li vorrei per tutti, non è che vorrei eliminare i loro. E’ possibile, sa?). Detto questo, non è che mi metto a ballare intorno al fuoco per il loro licenziamento, in attesa di mangiarmeli arrosto. Sono padri di famiglia anche loro. Come quei poveretti dell’Almaviva che hanno appena licenziato. Come faranno a campare?

      Un discorso serio, quindi, è fare un’analisi delle ragioni per cui l’Italia è in crisi e quindi cercare di eliminarle (lo sappiamo tutti quali sono, queste ragioni, non annoio nessuno elencandole per l’ennesima volta). Per le persone che saranno licenziate (ma se ne licenziano a migliaia tutti i giorni. Sa quanti licenziamenti per “vendetta”, nel privato, conseguentemente all’introduzione del job act?) spero che si possa fare qualcosa per attenuare le conseguenze. E comunque vada loro la mia solidarietà, per il niente che conto. Non gioisco per il loro licenziamento (per i dirigenti, invece, non verso una lacrima. In particolare per gli apicali).

      Tanto mi sembra fosse dovuto.

  • redfifer

    Non tutto il male viene per nuocere!

    Visti i tempi che la Magistratura attua per la giustizia, tutti i Magistrati DA OGGI sono LICENZIATI IN TRONCO, visto e considerato che oltre a lavorare su cause che si svolgono vergognosamente in decenni e nelle altre Nazioni in molto meno, spesso dalle stesse non se ne cava un ragno dal buco e l’utenza quanto lo Stato non ne ricavano certamente profitto.