Aveva ragione Marx

di Nestor Halak

ComeDonChisciotte.org

Aveva ragione Marx. La religione, l’ideologia, il diritto, sono solo sovrastrutture, quello che conta sono i rapporti di produzione e conseguentemente i rapporti di forza. La presente involuzione autoritaria dello stato italiano lo dimostra. Il potere non ha neppure bisogno di cambiare la legge, basta non rispettarla, basta osservarla solo formalmente e contraddirla nella sostanza. Nessuna costituzione, nessun sistema di diritti, nessuna magistratura, nessun garante è in grado di assicurare il rispetto della legge se non ci sono, sottostanti, i rapporti di forza necessari. La prima repubblica non è caduta sotto i colpi dell’inchiesta mani pulite, è stata la caduta della prima repubblica che ha consentito lo sviluppo dell’inchiesta mani pulite.
L’Italia e l’Europa del dopoguerra sono state possibili a causa della divisione del mondo stabilita a Yalta, la sinistra italiana ed europea si reggevano, in ultima istanza, sull’esistenza dell’Unione Sovietica che era la solida forza sottostante, indipendentemente da qualsiasi aiuto concreto. Il welfare europeo è stato possibile perché esisteva lo spauracchio sovietico. I padroni concedevano perché avevano paura dei comunisti e questo ha consentito in occidente il periodo più florido dell’umanità dalla fine del paleolitico. Infatti, non appena l’Unione Sovietica è caduta, la sinistra mondiale si è sfaldata perché si è esaurita la potenza che la sosteneva, gli uomini politici di sinistra si sono immediatamente venduti al liberismo e si sono affrettati a salire sul carro dei vincitori. Gli equilibri sono saltati: con la loro sola esistenza il PCI e della CGIL com’erano negli anni 60, inducevano il potere ad emanare lo statuto dei lavoratori, col PD e la CGIL di oggi si fa il job act e poi non si rispetta neppure quello.

La situazione internazionale e la mancanza di alternative ideologiche lasciano libero il campo al capitalismo più sfrenato, che con tutta probabilità, porterà diritto alla sua stessa distruzione di qui a pochi anni. Il problema è che trascinerà tutti noi nel suicidio. La follia covidiana ce ne da un’idea precisa. La contrapposizione tra potenze rivali di oggi assomiglia a quella che esisteva prima della grande guerra, è basata solo sulla potenza, non è ideologica, non si fonda più, come durante la guerra fredda, su due sistemi sociali differenti, e non produrrà di nuovo un’Europa del benessere.
Eppure, sulla carta, sembra che i popoli possano facilmente modificare i rapporti di forza col potere. Un tempo si usava dire: mettiamo che il governo dichiari la guerra e nessuno ci vada. Ovviamente non si farebbe la guerra. Lo stesso vale per il lasciapassare sanitario: se il commissario globalista all’Italia decretasse il lasciapassare sanitario e nessuno se ne munisse, ma tutti continuassero a vivere come prima, la misura crollerebbe immediatamente. Il potere si fonda sull’obbedienza delle masse: distruggerlo è semplice, basta disubbidire. Bisogna farlo in massa, però, non solo in pochi coraggiosi, che guarda caso sono chiamati vili dai vili perché avrebbero paura degli aghi. In questo l’ideologia o se preferite l’illusione dell’ideologia, aiuta: di per sé non smuove le montagne, ma può indurre gli uomini a smuoverle.
In questi giorni seguivo la vicenda dei portuali di Trieste e mi ha sorpreso vedere degli operai inginocchiati a pregare col rosario in mano. E’ buffo constatare dove siamo arrivati: un tempo ci immaginavamo così le vecchiette. Non ho potuto fare a meno di pensare che cinquant’anni fa non si sarebbero inginocchiati, non avrebbero pregato (quantomeno in pubblico), ma se proprio si dovevano tenere per mano, avrebbero cantato l’internazionale. Allora i padroni avevano paura dei comunisti, ma dei cristiani non hanno più paura da duemila anni. Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti.

Nestor Halak

Notifica di
107 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
JA
JA (@ja)
Utente CDC
1 Novembre 2021 19:25

Per quanto riguarda la comprensione Politica e le sue fondamentali leggi psicologiche, il rabbino Marx non può nemmeno pulire le scarpe a Machiavelli

lilithdea
lilithdea (@lilithdea)
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
1 Novembre 2021 23:05

Sei un po’ polemico, perché essere ebrei non è una discriminante, ma ci sta nel considerare Macchiavelli(e Guicciardini per restare in Italia) superiori nel loro pensiero concreto alle utopie datate di Marx.

jeints
jeints (@jeints)
Utente CDC
Risposta al commento di  lilithdea
2 Novembre 2021 6:14

Ebrei e rabbini non coincidono sempre, comunque mi chiedo perche’ tutti sono così stupidi da farsi fregare da sempre dai rabbini. Il problema sono i rabbini o la gente?

lilithdea
lilithdea (@lilithdea)
Utente CDC
Risposta al commento di  jeints
2 Novembre 2021 14:05

Certo che non coincidono, infatti il regista Allen è proprio il no prototipo dell’ebreo, andiamo oltre gli stereotipi. Se parliamo di fregare i fedeli, invece i preti di qualsiasi religione cristiana, non li definirei sprovveduti..fregano da anni anche lo Stato non pagando l’Imu e facendosi anche devolvere l’ 8 per mille…e non parlo solo del Vaticano SPA, piccole confessioni religiose crescono in privilegi.

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da lilithdea
JA
JA (@ja)
Utente CDC
Risposta al commento di  lilithdea
2 Novembre 2021 12:03

Ma forse Guicciardini, nel suo “particulare”, se buon funzionario politico non aveva il grandioso ed a-temporale respiro politico di Machiavelli per cui diventò d’ispirazione universale alla creazione e mantenimento degli stati.
Non sono polemico ma il plagiario giudeo (la forma intellettuale del furto in cui sono maestri) mi disgusta.
Il marrano Marx presenta idee social-comuniste come se non fossero il frutto della natura scemita dopo secoli di schiavitù e vita zingaresca nei deserti Medio Orientali, in cui tutto è in comune e tutti sono eguali (vedi kibbuz e natura intrinsecamente social-comunista degli ebrei).
Da cui probabilmente deriva anche il matriarcato, dato in quell’equivoche ammucchiate di zingari schiavizzati solo la madre era certa.

lilithdea
lilithdea (@lilithdea)
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
2 Novembre 2021 20:45

Ovviamente Macchiavelli è ben altra cosa rispetto a Guicciardini..come “respiro politico”, ma non sarei troppo netto come te nel giudizio totalmente negativo su Marx.

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da lilithdea
salvatore ore
salvatore ore (@salvatore-ore)
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
7 Novembre 2021 14:59

scusi sa …… ma Lei ci prende tutti per il culo o proprio è un nazista ?

JA
JA (@ja)
Utente CDC
Risposta al commento di  salvatore ore
7 Novembre 2021 15:26

Se si sente preso per il culo vada nei centri sociali che la possono soddisfare perchè ha sbagliato persona. Per il resto si dovrebbe più preoccupare degli orrendi crimini giudeo-bolscevici che di simili minchiate di propaganda pidiota.
Ma non si vergogna dell’avatar e di che impuniti criminali ha rappresentato?
E con questo mi son sporcato anche troppo le mani con un infame sovietico. Passo e chiudo.

colzani
colzani (@colzani)
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
2 Novembre 2021 10:02

Marx non era un rabbino. Non era nemmeno ebreo. Il padre si convertì e così il piccolo Karl non ricevette il Brit Milah. Forse in quanto a sagacia politica e conoscenza della corruzione Macchiavelli la sapeva di gran lunga più di Marx. Un solo appunto: Macchiavelli conosceva l’economia come io me ne intendo di ginecologia, e anche se fosse stato un economista il Niccolò non avrebbe mai potuto immaginarsi e conoscere i meccanismi delle società classiste post feudali, il capitalismo. Le ricordo che solo dalla conoscenza dei meccanismi economici possiamo formulare precise analisi politiche visto che quest’ultima è una sovrastruttura determinata dal granitico impianto economico, che partorisce, alimenta ed elimina tutte le forme amministrative corrispondenti alle necessità di sviluppo e perpetuazione delle proprie leggi. Se poi avesse studiato Marx dovrebbe anche sapere che questi era un attento conoscitore dei suggerimenti macchiavellici e che, come già ribadito, questi hanno i limiti della contingenza economica e comunque incatenati nella mera gabbia dei giochi politici.

JA
JA (@ja)
Utente CDC
Risposta al commento di  colzani
2 Novembre 2021 11:16

Hai ragione, non solo era giudeo di famiglia rabbinica, ma pure un marrano che celava la sua immonda natura scemita per truffare meglio i gentili.
Jew or not Jew:
“And one would be correct in that assessment of Jewdom, for Marx’s father, Herschel Mordechai, came from a long line of rabbis. He was not allowed to practice law as a Jew, converted, and became Heinrich.”
http://www.jewornotjew.com/profile.jsp?ID=17

E dopo le fregnacce dette nel prologo vorresti infinocchiarmi su con il resto: mi sa che tu di politica ne capisca come una lontra di banane. O forse anche tu sei un marrano?

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da JA
colzani
colzani (@colzani)
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
2 Novembre 2021 11:43

Elegante la sua replica. Quanti anni ha? Prende un link di un sito che chiunque potrebbe aver fatto e lo venera come divinità.
Se Marx fosse ancora ebreo o meno è ininfluente, resta il fatto che non ricevette il Brits e nella tradizione ebraico ciò corrisponde a non appartenere alla cosca religiosa. Se poi vuole che le trovi i collegamenti e le relazioni che Marx ebbe con la più potente famiglia di banchieri al mondo, ashkenazi ebrei, posso tracciarle tutte le commesse che Marx ricevette e documentargliele. Cosa che lei ne i suoi siti da complottari potrà fare. Le ricordo, sig “politologo”, che sono proprio i siti cospirazionisti voluti e finanziati dalle organizzazioni sioniste e fabiane, riempiendo tali indirizzi web di false notizie e contradditori facilmente preda di debunker e quindi ridicolizzabili e delegittimabili.
La lontra di banane.

JA
JA (@ja)
Utente CDC
Risposta al commento di  colzani
2 Novembre 2021 11:48

Sicuramente marrano dalle bufale politicamente corrette.

colzani
colzani (@colzani)
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
2 Novembre 2021 11:49

Certo. Studi.

maluco
maluco (@maluco)
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
2 Novembre 2021 13:50

Non sono ingrado di sostenere la sua tesi o meno, però so che questo tono è del tutto sterile e controproducente.

JA
JA (@ja)
Utente CDC
Risposta al commento di  maluco
2 Novembre 2021 15:17

A me il buonismo italiano mellifluo e pretesco del “centro del centro” dà il volta stomaco e nei fatti, come a Trieste, finisce disperso a mazzate quando non ultimo anche nel parlamento europeo.
Se le tue orecchie sono troppo delicate, ringrazia secoli di diseducazione giudeo-cristiana che fa rigirare i nostri eroici antenati nella tomba.

BrunoWald
BrunoWald (@brunowald)
Utente CDC
Risposta al commento di  colzani
2 Novembre 2021 18:45

Non vorrei cadere in una disputa sull’uovo e la gallina, ma mi sembra che siano i rapporti di forza a determinare i rapporti di produzione, non il contrario. Infatti l’esistenza dei mezzi di produzione – si tratti delle grandi opere di ingegneria idraulica dell’antichità, o dello sviluppo dell’industria meccanica, o dell’attuale sistema bancario – presuppone l’esistenza di una “entità” in grado di progettarli, imporli, e difenderli. Tale “entità” è di fatto il sovrano, sia che si tratti di monarchi divinizzati, di caste feudali, di borghesie mercantili in ascesa, o di famiglie di banchieri ashkenazi che governano nell’ombra. Questi soggetti impongono sia la struttura economica che la sovrastruttura ideologica – se vogliamo usare la terminologia marxiana – perché ne hanno appunto la forza.
Per quanto riguarda il fatto che l’USSR fosse “un progetto delle grandi banche internazionali, finanziato, guidato e controllato da queste”, sono d’accordo: e a rischio di semplificare, aggiungo che l’hanno fatto al fine di industrializzare la Russia e poterne dunque utilizzare l’immenso potenziale per mettere in ginocchio l’Europa, cosa poi puntualmente avvenuta. Ritengo cioé che la ratio fosse essenzialmente politica, perché il fine ultimo non è la riproduzione di un sistema economico, ma bensí il dominio del mondo.

colzani
colzani (@colzani)
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
2 Novembre 2021 20:41

Effettivamente può generarsi confusione sulla interazione delle cfategorie. Di fatto, sin dall’antichità, tutte le implementazioni tecnologiche hanno avuto lo stimolo da una necessità economica. L’ingegnosità umana attinge dalle condizioni economiche e provvede a migliorarle nell’ottica di aumentare la capacità produttiva o ridurre il lavoro/tempo/costi. Un Tesla non avrebbe mai potuto regalarci la corrente alternata se fosse nato nel 1400 così come Plank non avrebbe potuto elaborare la sua elegante teoria se avesse frequentato Platone. Per quanto riguarda la rivoluzione bolscevica le cose sono un po’ diverse dalla lettura che suggerisce se mi consente. Il 900, già in mano a poche famiglie di finanzieri, si trovava di fronte a due grandi imperi che erano in procinto di spiccare il volo sul volano industriale che aveva cambiato la società del vecchio continente. Questi due imperi erano quello dei Romanov e quello dei Qing. Il tentativo di strappare il potere ai regnanti russi nel 1905 finì nel sangue e i Romanov furono costretti ad implementare rigore e repressione verso quelle élite che guidarono il tentativo di coup. Arrivò ben presto il conto da pagare, e con il 17 il panzer bancario europeo decise che era ora di mettere mano al portafoglio e finanziare… Leggi tutto »

colzani
colzani (@colzani)
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
3 Novembre 2021 12:48

P<rovo a scriverle di nuovo, il precedente è sparito! In genere è la condizione socio-economica che favorisce la genialità umana. Un Tesla era impensabile nel 1400 così come un Plank non avrebbe potuto formulare la sua teoria ai tempi di Platone. Le “entità” in grado di promuovere le invenzioni sono i detentori delle ricchezze e di conseguenza del potere. Nella storia questo potere si è spesso confrontato con i prodotti che la macchina che cavalcava generava e così ad esempio il feudalesimo diede vita al capitalismo ma questo per una intrinseca necessità di ogni società di evolversi tecnologicamente. Questi modi produttivi incipienti entrano in contraddizione con le forme di produzione che li generano e spingono per nuove sovrastrutture. Questo molto brevemente il perché l’economia, che è autorigenerante ed evolutiva si scontra con i suoi possessori che poggiano su rapporti giuridici obsoleti e reazionari a questo sviluppo. In merito all’URSS, anche qui cercherò di essere stringato: La Russia dei Romanov era sulla strada di intraprendere un colossale processo di industrializzazione e le sue banche erano totalmente indipensdenti e scollegate dal grande cartello finanziario europeo. La possibilità che si formasse un fronte capitalista antagonista a quello tenuto in scacco dai Rothschild in… Leggi tutto »

colzani
colzani (@colzani)
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
3 Novembre 2021 16:56

mi dispiace il moderatore non mi permette repliche e mi ha cancellato due commenti

nicolass
nicolass (@nicolass)
Utente CDC
1 Novembre 2021 19:26

anche l’ideologia è morta… ormai sopravvivono solo i debiti. Il governo italiano ha acquistato 352 milioni di dosi di vaccino al prezzo medio di 20 euro a dose quanto fa?? a spanne 7 miliardi… sufficienti a scardinare qualsiasi democrazia. Mediamente fanno 6 dosi di vaccino per ogni abitante… e siamo solo alla terza dose. Quanto dovrà durare lo stato di emergenza per vaccinare 60 milioni di italiani con ciascuna delle 6 dosi?

Ultimo aggiornamento 26 giorni fa effettuato da nicolass
JA
JA (@ja)
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
1 Novembre 2021 19:36

Per fortuna.
L’ideologia non è che la versione laica della religione ed entrambe sono il mortale letto di procuste della vita.

LuxIgnis
LuxIgnis (@luxignis)
Utente CDC
Risposta al commento di  JA
1 Novembre 2021 20:00

L’ideologia è quella che dici tu e non c’è dubbio, ma le idee sono ancora o possono essere forza portante. Quello che manca è appunto un’idea condivisa comune che sia un faro che illumini il percorso.

JA
JA (@ja)
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
1 Novembre 2021 20:16

Infatti, l’ideologia è la degenerazione dell’idea: la sua inebetita asfissia “proletaria”.
Ma la religione, nella sua etimologia latina non ideologizzata, può essere qualsiasi idea leghi insieme delle persone.

Ultimo aggiornamento 26 giorni fa effettuato da JA
Balabiott
Balabiott (@balabiott)
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
1 Novembre 2021 20:07

Uhmmm, a gennaio2022 terza pera per tutti, la quarta a giugno, la quinta a dicembre e a giugno 2023 overdose finale?…

catgarfield
catgarfield (@catgarfield)
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
2 Novembre 2021 8:10

Ma soprattutto perché almeno 6 dosi pro capite? Quindi sapevano già che non funzionava? La cura da cavallo quindi serve ad altro, a cosa? O a stecchirne la maggior parte oppure effettvamente gli servono comunque vivi ma per qualcos’altro.

halak
halak (@halak)
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
2 Novembre 2021 9:07

Non è morta l’ideologia, è morta l’ideologia marxista. Una società umana ha sempre una o più ideologie di riferimento. Quella attuale è evidentemente il neoliberismo. Solo che non si definisce ideologia, ma realtà fattuale, che, come tale, non può essere “sbagliata”. E’ successo spesso in passato. La religione cristiana , riferimento primo per millenni dell’occidente, si autoriteneva (e si autoritiene), verità assoluta ed eterna. Religione e ideologia sono parenti, ma la prima implica il trascendente.

colzani
colzani (@colzani)
Utente CDC
Risposta al commento di  halak
2 Novembre 2021 10:17

L’ideologia imperante è paradossalmente proprio quella che poggia sulle sintesi marxiane! Mi spiego, non poteva esistere una ideologia marxista, perché Marx non ha formulato teorie e programmi politici se non in quella breve parentesi commissionata da un famoso banchiere della City chiamata Il Manifesto. In Marx non troviamo una società che deve essere strutturata e ancor meno indicazioni di come questa verrà gestita. Troviamo una sintesi alla sua immensa raccolta di studi economici che si sintetizza in un ‘ad ognuno secondo necessità, da ognuno secondo capacità’. Erigere tale sintesi ad ideologia è quello che ha fatto il cartello bancario regalandoci il bolscevismo prima, il maoismo successivamente ed oggi il socialimperialismo. Il neoliberismo è uno dei tanti termini con cui abbagliare gli schieramenti ideologici, confusi e assorti nelle rispettive battaglie sfocianti nello stesso oceano. E non è nemmeno il paradigma separatore uomo/società che distingue queste correnti perché le condizioni economiche non concedono che uno prevarichi l’altro. Facciamo parte di un grande reality e ci rimane solo il falso concetto di ideale per sentirci vivi ed è questo falso concetto che ci tiene ignoranti e schiavi.

Primadellesabbie
Primadellesabbie (@primadellesabbie)
Utente CDC
1 Novembre 2021 19:27

Il popolo è nudo…e in ginocchio!

(e sarà dura rivestirlo e rimetterlo in piedi).

Ultimo aggiornamento 26 giorni fa effettuato da Primadellesabbie
Divoll
Divoll (@divoll)
Utente CDC
Risposta al commento di  Primadellesabbie
1 Novembre 2021 22:12

Quando il popolo non ha altro da perdere che le proprie catene….

Primadellesabbie
Primadellesabbie (@primadellesabbie)
Utente CDC
Risposta al commento di  Divoll
2 Novembre 2021 9:48

Non credo sia più questo il caso, o per lo meno non è più generalizzabile.

Teniamo presente che ad avere il coraggio di prendere l’iniziativa di opporsi al pass sono stati i portuali, che sono una categoria oltremodo favorita, per diversi aspetti, a confronto di altri dipendenti.

giannis
giannis (@giannis)
Utente CDC
Risposta al commento di  Divoll
2 Novembre 2021 10:14

esatto , se hai da perdere qualcosa sei titubante , al contrario……guerra

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce (@fedeledellacroce)
Utente CDC
1 Novembre 2021 19:42

Tutto da incorniciare!
soprattutto questa frase:
“se il commissario globalista all’Italia decretasse il lasciapassare sanitario e nessuno se ne munisse, ma tutti continuassero a vivere come prima, la misura crollerebbe immediatamente. Il potere si fonda sull’obbedienza delle masse: distruggerlo è semplice, basta disubbidire”
Aggiungo che non c’é bisogno di aspettare che disobbediscano le masse, cominciamo noi!
Personalmente ho vissuto disobbedendo. Mi viene naturale. Non vedo altro modo per gioire di questo mondo.

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da Fedeledellacroce
Divoll
Divoll (@divoll)
Utente CDC
Risposta al commento di  Fedeledellacroce
1 Novembre 2021 22:13

Siamo alla replica degli anni 30. Disubbidire alle dittature e’ un dovere civico.

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  Divoll
2 Novembre 2021 15:27

Per disubbidire, bisogna prima riconoscerle le dittature, e là fuori c’è ancora una ignara moltitudine che crede che i facinorosi siano quelli che scendono in piazza a manifestare con l’intento di destabilizzare lo Stato.

BrunoWald
BrunoWald (@brunowald)
Utente CDC
Risposta al commento di  Divoll
2 Novembre 2021 17:24

I metodi del potere sono più o meno gli stessi da millenni. Sono i fini ad essere diversi, e grandemente. Negli anni 30 si cercava, nel bene e nel male, di costruire delle nazioni: oggi si vuole distruggerle. Negli anni 30 si faceva appello ad una concezione eroica dell’esistenza (giusta o sbagliata, e persino nell’URSS…): oggi si fa leva sulla vigliaccheria, sugli istinti più animaleschi. Negli anni 30 si favoriva la natalità e il popolo era considerato essenziale, se non altro per disporre di lavoratori e soldati: oggi ci considerano parassiti superflui da sterilizzare ed uccidere.
Mi piacerebbe, ma non vedo alcuna replica.
Faremmo meglio ad evitare torcicolli cercando riferimenti nel passato, perché ci troviamo di fronte a qualcosa di inedito, anche se i mostri che tirano i fili li abbiamo sulle spalle da chissà quando.

clausneghe
clausneghe (@clausneghe)
Utente CDC
Risposta al commento di  Fedeledellacroce
2 Novembre 2021 9:32

Anch’io vivo da disubbidiente eretico schernitore e se riesco pure sabotatore. Lo faccio almeno da 40 anni con ottimi risultati per la mia salvaguardia e autostima. Non mi avranno mai.

LuxIgnis
LuxIgnis (@luxignis)
Utente CDC
1 Novembre 2021 20:02

Sacrosanto questo scritto. Marx può essere criticato sui modi e le modalità di azione da lui in parte suggerite, ma erano anche altri tempi che ora non ci sono più, ma nell’analisi è ancora attualissimo.
Chi controlla il pozzo di un paese, controlla tutto il paese.

oriundo2006
oriundo2006 (@oriundo2006)
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
1 Novembre 2021 20:33

lo controlla con le armi, oppure con la persuasione politica o religiosa, con l’ inganno e la frode…oppure lo controlla semplicemente perche’ e’ rimasto l’ultimo nel paese ad avere un pozzo: gli altri hanno l’acqua in casa !

Divoll
Divoll (@divoll)
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
1 Novembre 2021 22:16

E se non c’e’ il pozzo, lo controlla con i media.

Ferdinando Quintezza
Ferdinando Quintezza (@quintezza)
Utente CDC
1 Novembre 2021 20:02

ah se tutti noi “no vax” “no green pass” “no sticaxx” ci sedessimo sulla riva del fiume …… fu un cinese a dirlo (a volte i cinesi hanno ragione)

Divoll
Divoll (@divoll)
Utente CDC
Risposta al commento di  Ferdinando Quintezza
1 Novembre 2021 22:17

In effetti, e’ quel che dobbiamo fare…

dallafleidars
dallafleidars (@dallafleidars)
Utente CDC
Risposta al commento di  Ferdinando Quintezza
1 Novembre 2021 22:21

Sono seduto da un pezzo e non ho fretta, ho anche smesso di discuterne, c’è un altro proverbio cinese che secondo me è definitivo…”un’ ape non perde tempo a spiegare alla mosca che il miele è meglio della merda”

dallafleidars
dallafleidars (@dallafleidars)
Utente CDC
Risposta al commento di  dallafleidars
1 Novembre 2021 22:45

Non vorrei inquinare una discussione che parte da mastro Marx ma chi sostiene il bisogno di creare reti ha ragione, a me si sta creando da sola senza fatica. Faccio bisnes a 0 al dentista ho smontato il biliardo (quanto pesavano quelle lastre di ardesia?) pulizia e piccola carie a 0 con due vecchi pannelli farò le rampe nuove per il roller e mio figlio farà i corsi a 0 quattro casse di cachi contro un secchio di mele due verze e un cappuccio. Il mio medico no, mi ha dato la Tachipirina e il piccolo ed onesto conto lo paga.

jeints
jeints (@jeints)
Utente CDC
Risposta al commento di  Ferdinando Quintezza
2 Novembre 2021 6:20

Lo faccio da sempre.

clausneghe
clausneghe (@clausneghe)
Utente CDC
Risposta al commento di  Ferdinando Quintezza
2 Novembre 2021 9:39

Giusto. Ma si potrebbe accelerare la faccenda, come quando i Cinesi di Mao, per eradicare il vizio dell’oppio molto diffuso all’epoca, non trovarono di meglio che riempire per settimane il fiume Giallo di cadaveri galleggianti con ancora la pipa in bocca..
I nostri avrebbero la siringa e poi sono milioni e milioni, non basta il Po..
Notare che l’ideologia dei Maoisti nasceva dalle idee di Carl Marx
grande consumatore di oppio, come si è saputo recentemente da certi carteggi privati suoi.. Se fosse nato in Cina probabilmente lo avremmo visto galleggiare nel fiume, ironia della sorte.

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da clausneghe
danone
danone (@danone)
Utente CDC
1 Novembre 2021 20:54

Non condivido la tua analisi Halak. Primo. Intanto Marx non conosceva la moneta fiat e il modello neo-liberista conseguente, che permette a chi crea, rastrella e gestisce la moneta, di decidere e creare qualunque polo produttivo, dove vuole, e qualunque tecnologia necessaria per realizzarlo e sostenerlo. Questo significa che i rapporti di forza produttivi non sono più statici e alla base del potere, come nei secoli passati, ma ne sono una conseguenza, hanno acquisito sempre più dinamicità, possono cambiare forma, indipendentemente degli attori in gioco, esempio chiaro l’esplosione del capitale finanziario post 71, anno dello sganciamento della moneta (dollaro) da qualunque copertura di riserve di valore reale, che ha consentito solo dopo la nascita delle super banche too big to fail, delle multinazionali e dei fondi come blackrock o vanguard, i cui soci oggi sono padroni di tutto praticamente, senza essere nemmeno mai stati imprenditori. Questo non significa credere che nel tempo siano cambiati i padroni universali, no ovviamente, sono a conoscenza che chi comanda oggi è il diretto erede di chi comandava ai tempi di Marx, ma proprio per questo i rapporti di forza produttivi, con lo sviluppo delle tecnologie, sono diventati solo una conseguenza, non una causa del… Leggi tutto »

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
1 Novembre 2021 23:33

Dubito che Marx non conoscesse la moneta fiat, anche se la sua opera verte sulla moneta merce.

danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
2 Novembre 2021 0:24

La moneta fiat nasce il 15 agosto del 1971, quando l’amministrazione Nixon in modo unilaterale dichiara che la Fed emetterà dollari liberamente, senza più nessun vincolo di copertura di riserve di valore reale.
Da quel momento si sgancia anche l’obbligo di trasparenza della numerazione seriale dei dollari emessi, anche se qualcuno sostiene che la moneta fiat esiste da 5000 anni, ma non è così.
Marx non conosceva la moneta fiat.

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da danone
Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Novembre 2021 1:10

Intendo infatti il concetto di moneta fiat, non la moneta fiat effettiva, del tutto senza copertura, cui ti riferisci tu. Il mio non è che un sospetto e si basa sul fatto che tutte le monete sono monete fiat, anche quelle metalliche coniate con metalli preziosi. Il loro valore non è mai quello esatto del metallo prezioso.
Ritengo che Marx fosse troppo intelligente per non saperlo, inoltre proveniva da un’antica famiglia di rabbini.

Il seguente saggio di Mincuo è illuminante:
https://comedonchisciotte.org/moneta-fiat-la-verit/

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da Pfefferminz
danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
2 Novembre 2021 1:31

Si certo, ma non è la stessa cosa limare il valore intrinseco reale della moneta metallica, che quindi diventa anche un valore simbolico e non più solo effettivo, ma conservando tutti i limiti fisiologici di un sistema di conio di monete metalliche dal valore intrinseco reale, seppur diminuito in quantità, con un sistema che crea numeri dal nulla, spacciandoli per valore convenzionale.
Sono due sistemi completamente diversi, e solo il secondo si può definire moneta fiat, non il primo.
E il secondo Marx non lo conosceva.

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Novembre 2021 9:45

La scelta del mio esempio con le monete preziose era infelice. Si capisce meglio l’essenza della moneta, se si fa riferimento a monete coniate con metalli di bassissimo valore, ma stiamo andando fuori tema, per cui mi fermo qui.

danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
2 Novembre 2021 9:59

Capisco cosa vuoi dire Pfef, ma non ti assecondo più di tanto, perchè è un errore confondere la funzione di misura del valore attribuita a numeri creati dal nulla, senza nessuna limitazione reale se non l’arbitrio del monopolista della moneta, e paragonarla alla stessa funzione di misura che viene espletata dal conio di monete metalliche.
E’ vero che il conio di monete metalliche con basso valore intrinseco, è l’ingresso del valore simbolico, ma il sistema di conio vincolava comunque l’emissione a limiti strutturali ed operativi che oggi sono saltati grazie allo sviluppo tecnologico delle piattaforme elettroniche bancarie, oggi è totalmente free e nelle mani di logiche ultra-predatorie l’emissione di valore simbolico, che io considero totalmente anti-scientifico, illogico e criminogeno.

colzani
colzani (@colzani)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Novembre 2021 10:29

Caro Danone, ciò che giuridicamente viene riconosciuto come tale, veniva praticato prima ancora della sua legittimazione. La sola idea della copertura assicurativa (già ai tempi di Marx) operata dai gruppi finanziari per emettere titoli e denaro è una forma di moneta fiat. Con la data da lei riportata, il governo non fa che legittimare un imbroglio che le banche hanno esercitato per decenni. Lo stesso per la riserva frazionaria che è stata regolata e normata quando per secoli questa era la formula del prestito degli usurai (le banche). Come ricordava Marx, ‘nominibus mollire licet mala’: è lecito mitigare un male dandogli altri nomi!

danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  colzani
2 Novembre 2021 13:23

Salve Colzani, ha ragione, so che in materia ne sa a pacchi e quindi non potrei mai sostenere un confronto alla pari con lei :-))

E’ vero che il concetto di moneta fiat era già conosciuto, la rendita e l’interesse, e le pratiche bancarie di prestito, usavano già la leva frazionaria.
Sto solo sottolineando che dopo quella data del 71, si ufficializzano consuetudini che sono diventate lecite, anche sul piano logico e cognitivo, oltre che su quello giuridico-legale e contabile.
Quella data rappresenta uno spartiacque simile al covid, nel senso che, non che prima le balle sui virus e i vaccini non fossero ormai consolidate nella pratica consuetudinaria, ma dopo il covid i processi logici-cognitivi, in materia di virus e vaccini, sono collassati, esattamente come dopo il 71, l’ufficializzazione dell’emissione dal nulla di numeri, da parte di tutte le più importanti ed autorevoli e “democratiche” autorità finanziarie, è stato fatto entrare nel genoma della specie, come fatto logico acquisito, cosa che dal mio punto di vista di uomo totalmente immune da ogni tipo di manipolazione genetica, logica e cognitiva, mi rimane allucinante vedere come un’aberrazione così enorme, sia entrata nella normalità delle cose.

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da danone
Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Novembre 2021 14:43

Non credo che sia una conoscenza diffusa quella del 15 agosto 1971, se non a chi si interessa della moneta, per cui, più che “manipolazione genetica, logica e cognitiva, si tratta semplicemente di ignoranza. Io devo le mie conoscenze a ComeDonChisciotte e in particolare a Mincuo e da allora ho approfondito l’argomento leggendo diversi libri.

danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
2 Novembre 2021 14:53

Pfef ho fatto l’esempio del covid proprio per far capire cosa intendo.
E’ il pensiero unico dell’Autorità e della Scienzah che dice che è logico fare così, punto.
Io non so chi ci “crede” perchè non gli importa niente, o perchè gli importa, si è informato, e ha trovato il mainstream che gli ha detto una certa cosa, a cui ha creduto, oppure perchè non ci arriva proprio.
Osservo semplicemente che il dato di realtà per tutti è diventato un dato falso e illogico.
Ciò che mi stupisce è che è evidente tutto ciò, non è occulto, ma evidentemente è evidente solo per me e per pochi altri, me ne devo fare una ragione :-))

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Novembre 2021 16:11

L’esempio del Covid non è sullo stesso piano della complessità della moneta. Si deve tener presente che la gente è stata terrorizzata per mesi e mesi con immagini di intubati in ospedale e con bollettini di morti. La diatriba sull’esistenza dei virus riguarda solo una stretta cerchia di ricercatori, tant’è vero che eminenti medici come il prof. Raoult continuano imperterriti a mettere i virus in coltura, a fare i sequenziamenti e a guarire i pazienti.
Sulla moneta, ricorda che fu proprio Marx a ribadire il concetto di moneta merce e che ancor oggi ci sono scuole che sostengono questa posizione. Non c’è quindi da stupirsi se la problematicità in sè del concetto di moneta non venga colta.
Ricordo che Mincuo a suo tempo presentò ai lettori di ComeDonChisciotte un indovinello che avrebbe dovuto servire a capire la natura della moneta. Ebbene, nessun lettore risolse l’indovinello.

danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
2 Novembre 2021 18:20

Te lo ricordi l’indovinello Pfef?

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
3 Novembre 2021 17:06

Solo a grandi linee. Mi ricordo che i commenti erano spassosissimi: qualcuno tirò in ballo la fisica quantistica!

colzani
colzani (@colzani)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
2 Novembre 2021 10:24

Marx non solo conosceva i meccanismi di creazione di moneta fiat (che non veniva definita tale) ma ammonì lo studioso che affrontava i suoi lavori sulla rendita finanziaria e su come inquinasse i processi produttivi capitalistici e tendenzialmente avrebbe spostato il baricentro economico. Non ebbe il tempo di approfondire le sue scoperte allargando in campo internazionale l’accumulazione del capitale ma introdusse concetti sull’imperialismo, i cartelli e queindi i monopoli corporativi e finanziari che, qualora le masse operaie non fossero riuscite a ribaltare i rapporti di forza, avrebbero visto drastiche svolte nel paradigma produttivo.

halak
halak (@halak)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Novembre 2021 9:16

Caro Danone (imparentato con lo jogurth?), penso che la tua risposta sia più lunga dell’articolo. Non ho inteso fare un elogio o una critica al pensiero marxiano, non sarei nemmeno in grado. Ho solo detto che per Marx il diritto era sovrastruttura e penso che avesse ragione.

danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  halak
2 Novembre 2021 9:37

Si, si può certamente intendere così, ma in realtà per l’occhio del filosofo, per l’uomo che sa di non sapere, tutto è sovrastruttura, perchè l’unica struttura che esiste davvero è la Verità.

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Novembre 2021 9:40

Infatti, i rapporti di forza esistono veramente (struttura).

halak
halak (@halak)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Novembre 2021 14:29

E allora Pilato chiese: che cos’è la verità? Gesù, ci dicono, non rispose. Per quanto mi riguarda, la verità non è né un oggetto, né un’entità metafisica: è solo un attributo di una preposizione.

danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  halak
2 Novembre 2021 14:39

La Verità, e non lo dico io, è ciò che davvero è ed esiste, è l’Essere.
Io, come nessun altro, non sa cosa è o esiste veramente, per questo motivo la verità è l’unico ente che, non solo esiste veramente, ma davanti a lei in modo assoluto tutti sono uguali, veramente.

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Novembre 2021 14:48

Io mi accontento della realtà oggettiva e di quello che la nostra mente, con tutti i suoi limiti, può conoscere.
La “Verità” che descrivi tu, è inconoscibile.

danone
danone (@danone)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
2 Novembre 2021 15:03

L’accontentarsi è un’inclinazione egoica che non porta a granchè.
La neutralità dell’osservatore è l’approccio del vero ricercatore.
La mente mente, non c’è da fidarsi e la natura percettiva dell’uomo lo confonde parecchio nella ricerca della verità.
Chi non conosce non può sapere ciò che è inconoscibile.

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce (@fedeledellacroce)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Novembre 2021 15:28

Solamente chi sa di non sapere ha la chiave per aprire la porta di quella che tu chiåmi veritá.

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da Fedeledellacroce
Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  danone
2 Novembre 2021 15:56

“Accontentarsi” in questo contesto significa essere consapevole dei limiti della mente e degli strumenti disponibili al momento per indagare la realtà oggettiva. Non significa che non si possa in futuro aumentare il numero e la qualità degli strumenti a disposizione. Vi sono conoscenze raggiunte con l’intuizione o con la fede che al momento non possono essere sottoposte all’indagine scientifica. Da qui prendono l’avvio due strade, secondo me. O si sopporta di non avere al momento ulteriori conoscenze suffragate da prove o si procede verso proposizioni non verificabili con il metodo scientifico. Ognuno è libero di scegliere la sua strada.

PietroGE
PietroGE (@pietroge)
Utente CDC
1 Novembre 2021 20:58

Secondo me ci sono sbagli a 180 gradi in questo articolo. Marx che disprezzava la religione come una sovrastruttura ha costruito la sua teoria come una religione laica messianica, con tanto di paradiso e papa e l’aggiunta di teoria economica sgangherata a tal punto da ridurre alla fame anche un Paese ricchissimo come la Russia. Non aveva ragione. La prima repubblica è stata affossata da mani pulite con l’aiutino di ambienti ‘atlantici’. Il welfare europeo deriva dalla evoluzione consumistica del capitalismo, non ha niente a che fare con la presenza dell’URSS. I partiti di sinistra, che avevano già buttato a mare già da anni il ‘sol dell’avvenire’ sovietico sono saltati sul carro del liberismo e dell’emancipazionismo individualista con l’avvento della globalizzazione, cercando (e sperando) di trovare un ceto di riferimento sostitutivo della classe operaia nella borghesia ‘progressista’ cittadina e negli immigrati. Oggi vediamo questo tipo di equilibrio sociale in fase di sfaldamento perché la globalizzazione ha portato miseria anche nella classe media e ‘l’internazionalismo in un solo Paese’ (la società multiculturale) è fallito negli USA e sta fallendo in Europa.

IlContadino
IlContadino (@ilcontadino)
Utente CDC
1 Novembre 2021 21:06

Una bella giornata di sole, passeggiata tranquilla. Un tizio va dicendo ai passanti che sta piovendo, a detta sua in realtà non c’è il sole, la pioggia scende a catinelle. Io guardo in su, mi schermo gli occhi con la mano, sole che spacca le pietre. Penso che il tizio sia un po’ fuori di testa. Ma c’è una signora che lo ascolta, gli dà retta, tira fuori l’ombrello e lo apre per coprirsi dall’acquazzone. Un signore poco distante a sua volta apre l’ombrello, poi un gruppo di ragazzi, tutti con l’ombrello aperto. Presto chiunque incontro per la via, in questa giornata di sole meraviglioso, cammina di fretta con l’ombrello aperto come durante un temporale. Tutti credono ci sia un temporale, scappano sotto scrosci immaginari, si guadano i piedi, ingobbiti e bagnati di acqua che non c’è. Mi guardo intorno un po’ divertito, un po’ stranito, un po’ impaurito. Un mondo di pazzi. Osservo loro e osservo il tizio che ha dato il via alla follia. Penso che lui non sia colpevole, non sia minimamente responsabile, ognuno dei passanti ha aperto il proprio ombrello, di sua iniziativa. Sembra una storiella assurda, eppure è quanto succede, giorno per giorno, da ormai… Leggi tutto »

nicolass
nicolass (@nicolass)
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
1 Novembre 2021 21:20

nel regno della pazzia o ti fingi pazzo o la pazzia si impossesserà di te. Forse ti conveniva aprire anche tu l’ombrello ma solo per finta

Ultimo aggiornamento 26 giorni fa effettuato da nicolass
jeints
jeints (@jeints)
Utente CDC
Risposta al commento di  nicolass
2 Novembre 2021 6:18

Metto la mascherina se proprio devo, corrisponde alla tua proposta. Ma solo in rare occasioni.

halak
halak (@halak)
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
2 Novembre 2021 9:28

Se ci pensiamo è una storiella che abbiamo visto innumerevoli volte nel corso della storia: uomini che credono fermamente alle più fantasiose assurdità. Quando sei fuori da quel clima e da quell’epoca, ti pare impossibile, eppure succede. E’ come un incantamento: finché ci sei dentro non lo capisci, ma se appena riesci a percepirlo da fuori, cambia improvvisamente tutto. E dici:quanto sono stupidi. Ma non sono stupidi, perlomeno non più di te. E’ che siamo fatti così.

nicolass
nicolass (@nicolass)
Utente CDC
1 Novembre 2021 21:15

Ormai mi sono convinto che la vaccinazione di massa per quanto riguarda il Covid sia un gigantesco esperimento planetario in cui stanno selezionando i transumani di domani (scusate il gioco di parole). Questo è esattamente il motivo per cui alcuni muoio subito per effetto del vaccino mentre altri invece sopravvivono senza apparenti problemi. Praticamente quelli che non riportano conseguenze dopo la prima e la seconda dose sono quelli inoculati con il placebo…a tutti gli altri vengono iniettati sieri con concentrazioni crescenti di nanoparticelle e ferraglia varia che serve appunto a selezionare i genotipi che meglio saranno strutturati per fare la transizione che dall’umano porta al transumano. Le dosi di richiamo servono a potenziare di volta in volta la concentrazione di queste componenti selezionando così quelli di noi più adatti a sopravvivere alla transizione in atto. Certo la maggior parte di noi perirà non per il virus ma per il diretto effetto dei vaccini, ma una percentuale sopravviverà e questa a loro basta. Non è infatti pensabile che vogliano uccidere tutti col vaccino privandosi così di un certo numero di schiavi che possono sempre tornare utili per i lavori più umili. Va bene le macchine e i robot che via via… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 26 giorni fa effettuato da nicolass
Rnamessaggero
Rnamessaggero (@rnamessaggero)
Utente CDC
1 Novembre 2021 21:27

Tutto bello l’ articolo ma “aveva ragione il rabbino”, sapendo che religiosamente ha denigrato la religione, non la digerisco. In vaticano gira voce siano in maggioranza gay, quindi possiamo dire che la religione è gay? Non credo, la religione è un’ altra cosa, frega una cippa di cosa ne facciano certi ominidi. I rabbini stanno ancora massacrando le idee con l’ ideologia. Hanno inventato il razzismo e accusano chi ha dato loro ascolto di razzismo, con questo abbiamo detto tutto. Se Marx ha sparato un paio di verità nelle analisi lo ha fatto solo per portare conseguente fumo negli occhi, la stessa tecnica delle tv di oggi: il vaccino fabbuono t’agguarisce, si il vaccino si, ma trattasi di altra cosa quella a cui si riferiscono. Il grande errore dell’ umanità è stato quello di abbinare il comunismo al mondo del lavoro solo perché il rabbino ne aveva azzardato l’ accostamento. Il comunismo non si è mai visto perché Marx sapeva bene che non sarebbe mai potuto esistere, i danni al mondo del lavoro invece sono reali come i danni che l’ economia in mano ai ricchi marxisti sta ancora facendo. Per rispondere a Marx basta mio nonno: tutti ch…..tori col… Leggi tutto »

halak
halak (@halak)
Utente CDC
Risposta al commento di  Rnamessaggero
2 Novembre 2021 9:33

Io non sono affatto antisemita, ma a prescindere da questo, se un ebreo dice una cosa vera, negarla solo perché è un ebreo, non mi pare una cosa sensata neppure per un antisemita; è la politica dello struzzo.

Rnamessaggero
Rnamessaggero (@rnamessaggero)
Utente CDC
Risposta al commento di  halak
2 Novembre 2021 19:24

Come ho già affermato, bastava leggere prima di parlare, anche Marx qualche cosa vera l’ ha sparata, come anche Barbara Durso ogni tanto qualche verità la spara, le verità sono d’ obbligo per ottenere credito. I marxisti non sanno che lo struzzo non mette la testa sotto la sabbia per nascondersi, ma per cercare sassolini che ingurgita perché contengono sali minerali e per ripulirsi l’ intestino. Ti capisco, anche Marx ignorava certi fatti e li utilizzava simbolicamente. Il tuo articolo, come ho già scritto è bello, qui posso aggiungere interessante come è già stato detto anche da altri. La sovrastruttura se te la spiega mio nonno ti stampa poche parole, fidati, anche lui sa la verità, la differenza tra mio nonno e Marx è che mio nonno stava lontano dal lievito dei farisei e non gli mancava di certo l’ intelletto. Antisemita è una parolaccia, non facevi prima a darmi del filo palestinese? Siamo nel 2021, o si cambiano i paradigmi e i termini o siamo fottuti, Marx ha fottuto un bel po’ di generazioni; potere al popolo io sono il popolo: ma che vada a cag…re. Abbiamo già Messora marxista stalinista rossobruno, nun ce serve artro da questo punto… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da Rnamessaggero
Primadellesabbie
Primadellesabbie (@primadellesabbie)
Utente CDC
1 Novembre 2021 21:55

Quando il potere ha bisogno di strumentalizzare un’ideologia affermatasi per limitarlo, o di irregimentare la religiosità popolare, significa che è in una fase in cui deve fare i conti con un altro soggetto, popolo o l’intellighenzia o religiosità serpeggiante e che questo soggetto ha gli strumenti per manifestarsi, tolti quelli…

Le critiche, spesso, sono segnate dall’applicazione esasperata di una pretesa di perfezionismo, caratteristica del meccanismo mentale della nostra epoca, e conseguenza della mentalità scientifica; sarebbe (stato) utile tenere ben presente che “il meglio è nemico del bene” (Voltaire).

Per quanto mi riguarda, l’articolo è molto centrato.

Ultimo aggiornamento 26 giorni fa effettuato da Primadellesabbie
Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
1 Novembre 2021 22:58

La disubbidienza diventa sempre più rischiosa. A Zermatt, in Svizzera, tre ristoratori del locale Walliserkanne sono stati arrestati per violazione delle regole Covid.

“Il ristorante “Walliserkanne” a Zermatt è diventato una sorta di simbolo per gli oppositori delle regole della corona in Svizzera.”

“Problemi a Zermatt: 3 arresti per violazione delle regole della corona nel ristorante Walliserkanne. Tre persone – due uomini e una donna – che, secondo BLICK, appartengono a una nota famiglia ospitante, sono state arrestate nel fine settimana. A causa di ripetute violazioni delle norme in vigore in Svizzera, come l’obbligo della mascherina, le autorità avevano ordinato la chiusura del ristorante, ma la locanda è rimasta aperta.”

https://de.euronews.com/2021/11/01/zoff-in-zermatt-3-festnahmen-wegen-versto-gegen-corona-regeln-im-restaurant-walliserkanne

Nella fotografia si vedono i blocchi di cemento che la polizia ha fatto piazzare davanti all’ingresso del ristorante. Quegli sbarramenti ora sono ricoperti di fiori e candeline portati dai dissidenti.

Se ne trae la conclusione, evidenziata dall’autore, che la disobbedienza deve essere fatta in massa.

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da Pfefferminz
Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
1 Novembre 2021 23:30

“Aveva ragione Marx”. Il titolo è altisonante e dà adito a critiche, ma penso che l’autore abbia voluto riferirsi, a mio avviso giustamente, soltanto al concetto di “sovrastruttura” da opporsi ai rapporti di produzione. Per il resto, penso che ognuno di noi sarebbe in grado di portare un esempio in cui Marx “non aveva ragione”.
(Marx, ad esempio, non poteva prevedere il fenomeno dell’esplosione demografica e la conseguente grande disponibilità di manodopera a basso costo)

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da Pfefferminz
jeints
jeints (@jeints)
Utente CDC
2 Novembre 2021 6:10

Rapporto di forza unico da sempre presente: conformismo delle masse (tanto per parlare di questo «genio» Marx) come struttura sottostante a quella che sarebbe invece la sovrastruttura utile al progresso, ma che e’ incatenata al conformismo, e cioe’ lo spirito libero (che personalmente considero sinonimo di intelligenza), coltivato comunque, nonostante il dominio del conformismo, da una piccola minoranza, parte della quale e’ presente in una parte (non in tutto nemmeno qui) di un blog come questo.

Gio
Gio (@gio)
Utente CDC
2 Novembre 2021 6:48

…In questi giorni seguivo la vicenda dei portuali di Trieste e mi ha sorpreso vedere degli operai inginocchiati a pregare col rosario in mano…

Davvero uno spettacolo patetico, solo 30anni fa avrebbero lanciato le molotov. Adesso tutt’al più lanciano una scorreggia.
Bravi, bravi…

AlbertoConti
AlbertoConti (@albertoconti)
Redazione CDC
Risposta al commento di  Gio
2 Novembre 2021 12:45

Sei tu patetico, o paleolitico, come preferisci.

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce (@fedeledellacroce)
Utente CDC
Risposta al commento di  AlbertoConti
2 Novembre 2021 15:11

Noi, patetici paleolitici, abbiamo la religione di traverso per molteplici, ovvi motivi.
E poi, cosa sono queste preghiere e rosari se non la richiesta d’intervento del divino?
😀
Scherzi a parte, i portuali hanno le palle di mettersi in prima fila al fronte.
Sono abbastanza intelligenti da capire che il lancio di una sola molotov scatenerebbe l’inferno su di loro, fisico, mediatico e giuridico. Oltre a mandare in fumo i sacrifici fatti fino ad ora.
Per quanto mi riguarda non vado a protestare con fiori o rosario. Anzi non protesto proprio.
Semplicemente disubbedisco.

suresh
suresh (@suresh)
Utente CDC
2 Novembre 2021 7:26

vecchiume e baggianate stantie. personalmente preferisco Il Mulino del Po a Marx

halak
halak (@halak)
Utente CDC
Risposta al commento di  suresh
2 Novembre 2021 9:40

Lo capisco, Marx è difficile, occorre molto impegno per capirci qualcosa. Il Mulino del Po è molto più rilassante. Per chi trovasse eccessivo anche quello, c’è sempre il Mulino Bianco.

clausneghe
clausneghe (@clausneghe)
Utente CDC
2 Novembre 2021 9:20

Tra di noi c’è troppa gente che ha paura di usare la violenza, nemmeno per difendersi, dicono, bisogna andare alle mani.
Per contro il Potere Demoniaco che ha preso forma sotto i nostri occhi attoniti e quasi increduli, usa la violenza scientifica della guerra contro il Popolo in protesta. Lo abbiamo visto a Trieste, dove i servi in divisa spruzzavano acqua gelida ad alta pressione mescolata a solide manganellate, contro i pacifici manifestanti che ora, dopo il danno pure la beffa, si sentono dire dai servi giornalai del mainstream che per colpa loro ritornano i focolai di covid. Naturalmente l’acqua gelata nei vestiti invernali è un toccasana contro l’influenza, lo sanno tutti, pare dire quella vecchietta sgrammaticata e con pesante accento del Sud a capo dell’armata Brancaleone Covidiota..
Io sogno di poter un giorno vendicarmi, non esiterei un momento a ingaggiare una guerra vera e propria contro questi nemici che mi rendono la vita amara. Il primo comandamento dice di non uccidere, ma chi lo osserva? I Potenti no di sicuro, noi timidi buoni invece non vogliamo sporcarci il Karma, ma è giusto?

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce (@fedeledellacroce)
Utente CDC
Risposta al commento di  clausneghe
2 Novembre 2021 15:20

Come darti torto?
Ma il consiglio che mi sento di esplicitare é di riempire quella pipa e darci dentro fino a che le idee omicide svaniscano in uno sbuffo di fumo…
Poi tenere l’arma oliata e pronta per ogni evenenza, é un dovere di chiunque voglia dissentire imposizioni come quelle che stiamo subendo.

LuxIgnis
LuxIgnis (@luxignis)
Utente CDC
2 Novembre 2021 9:34

Le ideologie sono in realtà narrativa, ed in quanto narrativa sono finzione, quindi false di per sé. Alcune narrative possono essere veramente di aiuto e proficue nella crescita dell’uomo poiché portano un frammento di verità od avvicinano ad essa. Ma sono sempre false e questo bisogna ricordarsene sempre (cosa che non si fa mai). L’essere umano ha un gran problema da sempre -è nella sua natura-, ha un grande vuoto dentro di sé. Un vuoto di non conoscenza. In realtà non sappiamo nulla di ciò che ci circonda, non sappiano nulla di chi siamo e da dove veniamo. Nulla. Vuoto. Il grande errore è quello di riempire questo vuoto con un ideologia, appunto. Una narrativa che cambia costantemente nelle epoche, anche se poi alcune basi le mantiene sempre. Questo vale per tutto: politica, economia, scienza, medicina e tanto altro. Ed è stupefacente se si va ad analizzare profondamente e criticamente molte delle ideologie o delle teorie proposte, notare che sono estremamente fallaci, che non hanno i dati a posto, che sono rappezzate, e così via. Ma vengono continuamente proposte per due motivi. Il più importante è che tutti noi umani ci sentiamo importanti e “pieni” con una narrativa che riempie… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da LuxIgnis
colzani
colzani (@colzani)
Utente CDC
2 Novembre 2021 9:39

Marx aveva ragione perché scoprì i meccanismi economici che pilotano le scelte politiche. Da qui la sintesi dell’autore prende la tangente tirando in ballo gli USSR che erano tutto fuorché una manifestazione di una economia transitoria socialista e sbaglia oltremodo quando afferma che con il crollo dei soviet si sia sfaldata la “sinistra” sostenuta da questo fantomatico monolita. Ancora, affermare che i “padroni” concedevano perché esisteva lo spauracchio sovietico dimostra la totale ignoranza dei meccanismi economici e delle dinamiche geopolitiche internazionali. Forse l’autore che cita Marx a vanvera avrebbe dovuto elaborare sulle scoperte marxiane dei Grundrisse prima di lanciare slogan da centro sociale e scoprire che Marx aveva ragione perché la coagulazione dei poteri nella finanza grazie alla sempre più predominante economia della rendita da interesse ha portato alla centralizzazione del potere e quindi delle scelte politiche internazionali nelle mani di poche famiglie in possesso dell’intero sistema monetario globale. Il welfare è una condizione alla crescita economica capitalista, quando quest’ultima frena il welfare attinge le proprie risorse da quella macchina sfruttatrice che si chiama colonialismo, oggi neocolonialismo finanziario. L’autore dovrebbe inoltre evidenziare come questo welfare è inversamente proporzionale all’accumulazione di capitali reali e non generati dalla leva finanziaria, quest’ultima capace… Leggi tutto »

halak
halak (@halak)
Utente CDC
Risposta al commento di  colzani
2 Novembre 2021 14:43

Cerco di ripeterlo: Marx scrisse che il diritto, la morale, la religione, l’ideologia eccetera sono sovrastrutture rispetto alla struttura portante della società che sono i rapporti di produzione. Il titolo dell’articolo allude a questo. E’ altisonante? Sì, lo è, serve, come in genere i titoli, ad attirare l’attenzione. L’articolo, ovviamente, non è una critica al pensiero di Marx. L’URSS non c’entrava nulla con Marx? Tesi sentite tante volte. Fatto sta che loro non erano d’accordo e facevano cortei con faccioni di Marx in testa. Tutti sciocchi, ignoranti e in mala fede? Fa nulla, tanto c’è sempre un esegeta marxista che ha capito tutto e custodisce il verbo. Purtroppo quando si parla di marx è sempre così.Una cosa ho notato nella letteratura marxista non gli riesce mai: essere semplice e chiara.

colzani
colzani (@colzani)
Utente CDC
Risposta al commento di  halak
2 Novembre 2021 16:18

Le analisi marxiane non sono semplici e chiari per chi non le ha studiate. Troverà tanto “ermetismo” in Ricardo, Smith, Malthus, Keynes, i marginalisti e gli austriaci.
Se le dico che l’USSR e Marx non avevano nulla da dividere, quella non è una tesi ma un fatto incontrovertibile.
Su una cosa ha ragione: ha attirato attenzione.

FrankDax
FrankDax (@frankdax)
Utente CDC
2 Novembre 2021 10:27

Buongiorno , il concetto “aveva ragione…” secondo me rispecchia , aldilà di qualunque ideologia , la mancanza dell’uomo “sapiens” di imparare dai propri errori ed evolversi . Di dare un significato alla parola vivere , che è diventata invece , sempre più simile a “sopravvivere” . A me sembra , che l’Uomo , stia regredendo , Marx era un filosofo del 1800 , ma la sua filosofia era di stampo “materialista” , niente a che vedere con quella di ben 2000 anni prima , di Platone , Plotino & C. , dove “Uomo” significava qualcosa di ben diverso , e Filosofia significava , dare indicazioni di come diventarlo . Se analizziamo gli ultimi 2000 anni , di Noi uomini , non abbiamo fatto nient’altro che ripetere gli stessi errori idolatrando Violenza , Potere , Denaro , e quindi ha poco senso quando diciamo , a Noi stessi , aveva ragione…. ma dovremmo dire ” le ideologie passate (di qualsiasi tipo) sono Tutte un Fallimento” , e sarà sempre così , fino a che non cambieremo i nostri “idoli” .

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da FrankDax
XL
XL (@xl)
Utente CDC
2 Novembre 2021 14:56

La religione, l’ideologia, il diritto, sono solo sovrastrutture, quello che conta sono i rapporti di produzione e conseguentemente i rapporti di forza.

Sui rapporti di forza si può essere parzialmente d’accordo, ma l’idea che questi dipendano dai rapporti di produzione è una ingenuità, bestialità, e narrativa controfattuale evidente.
Se le aziende produttive più importanti del mondo (le 43060 multinazionali) sono tutte di proprietà di un ristretto cartello di società finanziarie (banche, fondi, assicurazioni) significa che NON è il settore produttivo a stabilire i rapporti di forza.
La finanza attiene al sistema di regole (che attribuisce per esempio alle banche la facoltà di creare denaro dal nulla, assumendo così gratis una posizione di forza dominante) e quindi chi controlla il sistema di regole e l’apparato per farle rispettare, quello è il forte.
Religione e ideologia determinano (volenti o nolenti, esplicitamente o implicitamente) in quale direzione verrà usata la forza.

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  XL
2 Novembre 2021 16:31

“… ma l’idea che questi dipendano dai rapporti di produzione è una ingenuità, bestialità, e narrativa controfattuale evidente.”

Il discorso vale anche per il periodo storico in cui visse Karl Marx? Già allora la finanza rivestiva un ruolo predominante?

BrunoWald
BrunoWald (@brunowald)
Utente CDC
Risposta al commento di  Pfefferminz
2 Novembre 2021 17:53

Ma l’hai detto tu stessa: la “struttura” è la forza. Ieri, oggi, e sempre. Sono i rapporti di forza a determinare tutto il resto, compresi i rapporti di produzione. La forza è la realtà prima ed essenziale in questo mondo, la causa rispetto a cui tutto il resto è un effetto: un nudo fatto, che millenni di fumisterie filosofiche e prediche morali hanno cercato invano di dissimulare, e che ora si sta manifestando nel modo più crudo davanti ai nostri occhi attoniti.
Oggi il potere ha acquisito una tale forza che, dopo averci schiavizzati per millenni, è in grado di disfarsi di noi: e probabilmente ci riuscirà, anche (non solo) perché per tanto tempo ci siamo crogiolati nelle nostre illusioni. Ma forse il nostro destino era segnato fin dall’inizio, da quando abbiamo imparato a fabbricare strumenti.

William Farnaby
William Farnaby (@willfarnaby2)
Utente CDC
2 Novembre 2021 16:09

vedo che basta mettere Marx nel titolo per far cliccare e aprire l’articolo (articolo… una serie di banalità superficiali messe in mezza paginetta scarsa).

spero che CDC non sia caduto nella triste realtà del clickbait. a giudicare dai commenti qui presenti sembra di essere su twitter.

a proposito, sembra che sfugga che Marx era un satanista.

Pfefferminz
Pfefferminz (@pfefferminz)
Utente CDC
Risposta al commento di  William Farnaby
2 Novembre 2021 16:18

“a proposito, sembra che sfugga che Marx era un satanista”

Sì, lo sappiamo. Come vedi, Marx è un argomento di attualità 😉

Rama
Rama (@rama)
Utente CDC
2 Novembre 2021 18:59

Io continuo a non capire, come ci salviamo?

Fedeledellacroce
Fedeledellacroce (@fedeledellacroce)
Utente CDC
Risposta al commento di  Rama
3 Novembre 2021 1:06

Qualche anno fa gli sciamani e capi spirituali dalle Ande y Cordillera sono scesi tra la gente occidentale (el hermano menor, come ci chiamano loro) per risvegliare le coscienze e salvare il mondo. Sono scesi con delle piante medicinali e sostanze sacre: Psilocybina, Iboga, Ayahuasca, Bufo Alvarius etc..
Chi vuole salvarsi ma non sa come, potrebbe aver bisogno dell’aiuto di queste sostanze e cerimonie per risvegliare la coscienza e l’intelligenza assopita.
Se qualcuno volesse saperne di piú, puó contattarmi.

Ultimo aggiornamento 24 giorni fa effettuato da Fedeledellacroce
halak
halak (@halak)
Utente CDC
Risposta al commento di  Rama
3 Novembre 2021 9:47

Una volta lessi un racconto di fantascienza dove i soliti alieni cattivi avevano superato le difese esterne e stavano arrivando. I terrestri sottoposero il problema ad un supercomputer quasi onnisciente. Il dialogo si svolgeva più o meno così:
“Questi sono tutti i termini del problema, dicci come risolverlo”.
“Il problema non ha soluzioni”.
“Ma allora come faremo a salvare la Terra?”
“Non la salverete”.

BrunoWald
BrunoWald (@brunowald)
Utente CDC
2 Novembre 2021 19:12

È la forza che crea il diritto… le leggi valgono per i sudditi e non per i legislatori… Nessun pezzo di carta può garantirti i diritti che non hai la forza di difendere… Sono verità talmente ovvie e scontate, che pure un pò tutti stiamo scoprendo al pari dell’acqua calda, con quell’espressione stupita e offesa di chi ha appena ricevuto un ceffone. Colpa nostra, che abbiamo creduto per decenni a un sacco di cazzate perché le menzogne aiutano a vivere, tanto sembrava che la dolce vita sarebbe durata per sempre e il cazzeggio e le ferie non ce li toglieva nessuno.
Ognuno di noi farebbe bene a mettersi davanti allo specchio e dire a se stesso: “benvenuto nel mondo reale, cretino!” E senza darci un tono fingendo che la pillola rossa di Matrix l’abbiamo scelta noi, perché in realtà ce la stanno facendo ingoiare a forza: se abbiamo l’illusione di essere dei fighi come Neo è solo perché siamo circondati da poveri minus habentes che non ci arrivano proprio, manco adesso.

halak
halak (@halak)
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
3 Novembre 2021 14:59

Esattamente. Ma bisogna stare attenti con l’ovvio, spesso l’ovvio ci risulta invisibile finché qualcuno non ce lo indica, e solo dopo ci pare di averlo sempre saputo, proprio perché… è ovvio! E neanche dobbiamo colpevolizzarci troppo: certo non ci aiuta a capire la realtà la stucchevole retorica che ci viene continuamente propinata dal circo dei media e dai pomposi personaggi di “alto profilo istituzionale” che affermano esattamente il contrario sbrodolando d’incenso la Costituzione per poi tradirla alla prima occasione.

BrunoWald
BrunoWald (@brunowald)
Utente CDC
2 Novembre 2021 19:35

Solo un paio di appunti. I popoli non possono modificare i rapporti di forza col potere, nemmeno sulla carta: per questo si chiama potere. “Mettiamo che il governo dichiari la guerra e nessuno ci vada”: il fatto è che ci vanno. Basterebbe che i poliziotti “figli del popolo” si facessero da parte: invece ci menano. Ancora più semplice: basterebbe che tutti gli italiani, o gli australiani, ecc. si astenessero dal lavoro: neanche tutti, qualche milione. Ma non lo faranno mai, in quantità sufficiente, perché la “massa critica” crede alla tv (ieri ai preti). Persino chi non ci è cascato fa la fila in farmacia per farsi tamponare, ognuno per sé e Dio per tutti, anziché organizzarsi. E quando ci sveglieremo (si fa per dire…) sotto l’urto delle circostanze, ci manterranno in riga con le tecnologie di cui dispongono per reprimere le sommosse. Idranti e manganelli sono solo l’antipasto. Quanto ai portuali e le vecchiette, è vero: ma in questo momento non c’è altra via, perché lo scontro presuppone un’organizzazione, e una mentalità, che mancano in assoluto. Da decenni. Nelle attuali circostanze, non reagire e costringere il potere a smascherarsi potrebbe essere l’unica tattica possibile, giacché sembrano esserci pezzi dell’elite disposti… Leggi tutto »

FrankDax
FrankDax (@frankdax)
Utente CDC
Risposta al commento di  BrunoWald
2 Novembre 2021 20:52

Buonasera , appunti ineccepibili , ma che mettono in chiaro il grosso problema di quella che chiamiamo “Democrazia” (Governo del Popolo) , parola che non ha senso se non c’è Cultura e Istruzione (intese come documentarsi e ragionare). Infatti in mancanza di queste , se la maggioranza del popolo (caso odierno) è ignorante (nel vero senso della parola , cioè che ignora…) avviene quella che io chiamo la “Dittatura del Deficiente”… e per giunta il Tutto in piena ragione “legale” essendo sostenuto dalla maggioranza . Per questo il Vero Potere ha puntato sulla distruzione sistematica della Scuola , facendola diventare quella che nei giorni nostri è una fabbrica di “ignoranti”… Risuonano sinistre e prevvegenti la parole scritte ad inizio del ‘900 da un famoso “scritto” considerato un “falso” : “9/9 – Per poter annientare le istituzioni dei “Gentili” prima che sia ora, li abbiamo toccati con arte e delicatezza, abbiamo agguantato le estremità delle molle che muovono il loro meccanismo. Queste molle sono in senso stretto ma giusto quelle dell’ordine; le abbiamo sostituite con la licenza caotica del liberalismo. Abbiamo messo le mani sull’amministrazione della legge, nella condotta delle elezioni, nella stampa, nella libertà della persona, ma principalmente nell’istruzione e… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da FrankDax
Primadellesabbie
Primadellesabbie (@primadellesabbie)
Utente CDC
Risposta al commento di  FrankDax
2 Novembre 2021 21:56

“…il Vero Potere ha puntato sulla distruzione sistematica della Scuola…”

Il potere ha puntato sulla scuola che è stata, tra tutte, la trovata vincente, facile da maneggiare e da diffondere e priva di risvolti sfavorevoli.

Da li si plasma e dirige la società facendole accettare di buon grado tutte le contorsioni immaginabili, mirabilmente associate all’illusione generale di averle scoperte e meritatamente conquistate.

Ultimo aggiornamento 25 giorni fa effettuato da Primadellesabbie
107
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x