Anche le Forze dell’Ordine: “Troppe morti improvvise” e si rivolgono a Gratteri

Il Sindacato della Polizia di Stato LES (Libertà e Sicurezza) e l'Associazione OSA-Operatori di Sicurezza Associati hanno investito le energie in un comune obiettivo e, insieme all’Associazione ALI-Avvocati Liberi e alla Senatrice Bianca Laura Granato, hanno presentato un esposto-denuncia presso la Procura di Catanzaro evidenziando i possibili elementi di reato commessi con la somministrazione di massa dei cosiddetti vaccini anti-COVID.

DONA A COMEDONCHISCIOTTE.ORG PER SOSTENERE UN'INFORMAZIONE LIBERA E INDIPENDENTE:
PAYPAL: Clicca qui

STRIPE: Clicca qui

In alternativa, è possibile effettuare un bonifico bancario (SEPA) utilizzando il nostro conto
Titolare del conto: Come Don Chisciotte
IBAN: BE41 9674 3446 7410
BIC: TRWIBEB1XXX
Causale: Raccolta fondi

di Valentina Bennati
comedonchisciotte.org

Troppi morti per malori improvvisi tra persone che erano sane.
Il fenomeno, che riguarda tutta Europa, è stato di recente confermato anche dal dottor Valerio Petterle, medico che certifica i decessi in Veneto e da Giovanni Trambusti, analista dati statistici, nella trasmissione Mediaset ‘Fuori dal Coro’ in un servizio a firma di Raffaella Regoli.
Rimane da chiarire se queste morti abbiano una correlazione con il vaccino che è stato imposto indirettamente a tutti e direttamente a varie categorie, come i sanitari, gli insegnanti e gli appartenenti alle Forze dell’Ordine e di Polizia.

E proprio da chi porta la divisa è partita un’iniziativa che, forse, lo speriamo tutti, riuscirà a creare una breccia nel muro di gomma che sta proteggendo da troppo tempo una tematica divenuta ormai un tabù per le autorità e la maggior parte dei media del nostro Paese: il Sindacato della Polizia di Stato LES (Libertà e Sicurezza) e l’Associazione OSA-Operatori di Sicurezza Associati si sono uniti e, insieme all’Associazione ALI-Avvocati Liberi e alla Senatrice Bianca Laura Granato, hanno investito le energie in un comune obiettivo presentando una denuncia presso la procura di Catanzaro con la quale chiedono con forza l’apertura di un’indagine al fine di appurare finalmente la verità.

Nel VIDEO che segue l’Avv. Antonietta Veneziano di ALI, che è il legale del sindacato LES (Libertà e Sicurezza), illustra i dettagli dell’esposto a Francesco Capo di Visione TV.
In base a quanto riferito dall’Avv. Veneziano “alla popolazione sono stati somministrati dei farmaci imperfetti pericolosi per la salute pubblica già conoscendone gli effetti potenzialmente letali”. La documentazione presentata a riguardo è molto dettagliata e la richiesta è che i fatti vengano accertati e che tra i vertici delle Istituzioni Sanitarie (EMA, AIFA, Ministero della Salute, Istituto Superiore di Sanità) gli eventuali responsabili siano chiamati a risponderne.

In questi ultimi tre anni ci sono state Procure che non hanno indagato e che hanno optato per una rapida richiesta di archiviazione di denunce importantissime che, molto probabilmente, avrebbero evitato tanti morti e danneggiati, se adeguatamente approfondite.
L’auspicio, adesso, è che il corposo dossier depositato presso la Procura di Catanzaro guidata dal Dottor Nicola Gratteri (tra l’altro anche il suo caposcorta è uno dei tanti decessi improvvisi di questi tempi), possa finalmente spingere gli inquirenti all’apertura di un’indagine accurata e rigorosa.
Non ci resta che rimanere “in vigile attesa”. Fiduciosi sempre, nonostante tutto.

___


ComeDonChisciotte.Org

 

ISCRIVETEVI AI NOSTRI CANALI
CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/@ComeDonChisciotte2003
CANALE RUMBLE: https://rumble.com/user/comedonchisciotte
CANALE ODYSEE: https://odysee.com/@ComeDonChisciotte2003

CANALI UFFICIALI TELEGRAM:
Principale - https://t.me/comedonchisciotteorg
Notizie - https://t.me/comedonchisciotte_notizie
Salute - https://t.me/CDCPiuSalute
Video - https://t.me/comedonchisciotte_video

CANALE UFFICIALE WHATSAPP:
Principale - ComeDonChisciotte.org

Potrebbe piacerti anche
Notifica di
62 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
62
0
È il momento di condividere le tue opinionix