Home / ComeDonChisciotte / AGGIORNAMENTO IL PIU’ GRANDE CRIMINE 1

AGGIORNAMENTO IL PIU’ GRANDE CRIMINE 1

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

La Commissione Europea ha appena passato una direttiva che multa gli Stati dell’Eurozona per lo 0,2% del PIL se non si adeguano ai parametri del Patto di Stabilità (deficit al 3% del PIL e debito al 60%), quei parametri che sono stati disegnati appositamente per paralizzare i governi nel loro compito di creare ricchezza per i cittadini, e per distruggere i mercati europei su cui le nostre famiglie dipendono per il lavoro e per vivere. Il risultato di questo ennesimo crimine contro la nostra vita vera è riassunto dall’economista Joseph Halevi (Sydney Univ.) così: “Siccome è ora chiaro che la UE, e l’Eurozona in particolare, non potranno generare più alcuna spesa significativa, accade che la domanda ora sta appesa disperatamente alla spesa a deficit interna ed esterna degli USA. Come ha detto Krugman, è l’unica cosa che sopravvive al momento”.Tradotto: con la produzione pubblica di ricchezza e di posti di lavoro totalmente paralizzata in Europa da un disegno criminoso, dobbiamo tutti – persone, figli, aziende, lavoratori, anziani – sperare che gli USA continuino a spendere, perché sono l’unica fonte di domanda di beni e servizi che ancora funziona. Se si spegne quella siamo fottuti. Cioè, calano gli stipendi, schizza alle stelle la già stellare cassa integrazione, i licenziamenti galoppano, milioni di italiani perdono i diritti, perché da disperati si è ricattati da chiunque. L’economista Micheal Hudson (Univ. of Missouri, Kansas City) aggiunge: “In gioco ci sono proposte per cambiare radicalmente le leggi e la struttura della società europea. Se le forze anti-lavoro avranno successo, spezzeranno l’Europa, che diventerà una palude morta col mercato interno a pezzi. Siamo a questo punto di gravità, è un colpo di Stato finanziario in piena regola”.

La Caritas ha appena pubblicato il suo rapporto sulla Povertà ed Esclusione Sociale in Italia e vi si legge che oggi le persone che vivono sotto la soglia  di “forte fragilità economica” nel nostro Paese sono 8.370.000. Naturalmente dovremo aspettare che si arrivi ai bollini per un pasto caldo al giorno, come già accade negli USA a 40 milioni di cittadini, per accorgerci che sarà il caso di smettere di preoccuparci da veri fessi esagitati (caro popolo viola) per la messa in onda di Santoro o per le presunte malefatte di una marionetta senza potere reale.

Paolo Barnard
Fonte: www.paolobarnard.info
Link: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=194
18.10.2010

Pubblicato da Davide

  • Eurasia

    Straquoto… anche se Santoro mi è simpatico ma devo dire che ora lo sta scaramellando alla grande… Qualcuno dovrebbe chiedergli cosa ce ne faremo della libertà quando non avremo nemmeno più gli occhi per piangere?

  • Bimbonanni

    Perfettamente d’accordo. Riguardo a Santoro mi sento di dire che la deve finire di comportarsi in questo modo, lui che è in tv avrebbe il potere di sensibilizzare al massimo le coscienze degli ascoltatori invece si lancia in queste dimostrazioni di cattivo gusto senza via d’uscita. Si sa che ai vertici Rai c’è del marcio, inutile nutrirlo con questi comportamenti sciocchi.

    A parte tutto sono contento di leggere nuove notizie di Barnard.

  • maristaurru

    Scusa ma che domanda sconveniente! Santoro che sta simpatico anche a me e che è un professionista bravissimo, è anche però uomo perfetto di questi tempi, l’uomo nuovo, quello che in nome del bene che resterà astratto, pratica alla grande il proprio tornaconto.

    Ha ragione Bernard, non va nemmeno demonizzanto, è un bravo mestierante che staaccumulando potere personale, soldi e popolarità, quando noi non avremo nemmeno gli occhi per piangere, se davvero sarà così, l’America o la Cina o tutti e due, avranno certo di che dare da vivere alla grande al grande Sant’ Oro, che ripeto, resta sempre un grande professionista che se vai a vedere non ha nessun obbligo a farsi carico dei nostri problemi, se mai dovrebbe avere una qualche remora etica a spacciarsi per Santone , ma nessuna legge glielo impedisce, starebbe alla intelligenza di chi lo ascolta, saper scernere il grano dall’oglio, senza privarsi dallo spettacolo che mette in scena sapientemente. Ma questa ultima funzione la hanno spenta agli italianucci da tempo, e nemmeno loro hanno troppa colpa di ciò

  • ibarrack

    Grazie Paolo … ci resterà la magrissima consolazione che perlomeno eravamo stati avvisati su chi fossero i VERI poteri che incidono sulla nostra vita e chi i Fantocci messi lì apposta per non farci vedere la radice del MALE.

  • lucamartinelli

    insomma, sapevamo gia’ che Santoro, per quanto bravo, è solo uno specchietto per le allodole. I problemi sono altri. Santoro è anche bravo a depistarci. Che ci volete fare? é il sistema degli “illuminati”. Funziona talmente bene da secoli che non lo cambiano. Solo chi ha tolto le fette di mortadella dagli occhi ci vede: recentemente Fazio ha ospitato nel suo programma “chetempochefa” un criminale assassino di massa, Tony Blair. Eppure Fazio passa per oppositore del sistema. Non c’è nulla da fare…..buona giornata.

  • LucaV

    http://www.usemlab.com/index.php?option=com_content&view=article&id=526:il-piu-grande-crimine&catid=21:scuola-austriaca-di-economia&Itemid=177

    La risposta di USEMLAB a BARNARD. Il più grande crimine è che Barnard scriva di cose che non ha capito.

  • LucaV

    E’ morto Maurice Allais da pochi giorni. Nessun articolo, nessun riferimento ad un grande da parte di CDC. Invece mi ritrovo Barnard che continua a predicare e razzolare…MALE.

  • freedom12

    Non capisco tutte queste polemica contro questo giornalista ogni volta che scrive qualcosa…
    Forse si confonde il piano professionale con quello privato? si discute il lavoro o la persona?

    Barnard mette la faccia. Barnard si sforza di fare del suo meglio per fare capire un punto di vista (poi sta a chi legge farsi una propria idea in base magari ad altre fonti). Barnard mette la faccia senza chiedere nulla in cambio. Nulla.

    Mi soffermo proprio sull’assenza di un corrispettivo per l’opera prestata: vedo in giro molti sedicenti giornalisti/divulgatori che si professano liberi, ma poi diventano per l’occasione showman, autori di best seller, fanno proselitismo in rete con blog a pagamento…fiutato il mercato ,ci si fionda…

    Si può essere d’accordo o meno sulle “teorie” divulgate nel “Più grande Crimine” o su altri lavori, ma occorre capire che non cè malafede, che i lavori sono oggettivamente corredati da fonti peraltro citate (possono piacere o meno ma questo rimane un’altra storia)… ogni volta per diffamare/contrastare l’operato di Barnard o di altri Giornalisti si rimandano link con scritti di” Ashoka e Francesco” (link postato da LucaV): a questo punto mi domando: a) chi sono questi autori? che autorevolezza hanno? quali sono le fonti che citano ed utilizzano?

    Il problema di internet è che ognuno può scrivere tutto quello che desidera facendo credere di avere la stessa “capacità, conoscenza, autorevolezza, formazione, ect” magari di uno tecnico/docente del settore. Cosa ridicola è quest ma è quello che viene fatto passare per denigrare.

  • metallaroforever

    l’articolo che hai postato da veramente l’orticaria…il “giornalista” non sa articolare un discorso senza screditare barnard…senza rendersi stupido.

    quando formula frasi di questo tipo…

    Oh poveri noi europei di quale grande crimine siamo vittime! Poveri noi! Guarda invece come stanno messi bene gli americani e gli inglesi! E che dire di noi Italiani prima dell’Euro, stavamo una favola con la nostra Banca d’ItaGlia che inflazionava denaro più di qualsiasi altra banca europea. Con la BCE, ci hanno tolto il paradiso per consegnarci, sulla base di una decisione presa a tavolino, questa immensa sofferenza causata dall’Euro! E mentre noi soffriamo immensamente, americani e inglesi se la ballano e se la ridono nell’opulenza più abbondante del secondo dopoguerra!

    …mi verrebbe da dargli un pugno …

    questo cretino per mettere in ridicolo il discorso di barnard sostiene che la tesi di barnard sia semplicemente che prima dell’euro stavamo bene???
    ma non sarà mica che la denuncia di barnard sia un pò diversa da come la descrive il genio…
    e cioè che si basi sulla possibilità ignorata da tutti gli stati del mondo globalizzato di creare la piena occupazione??e che in europa questo non solo non si è volto fare ma non è più possibbile??

    perchè per confutare le tesi di barnard confutano una tesi che non è di barnard? …questa è distorzione… questa è merda altro che.

  • Simulacres

    Illusi, cornuti e mazziati. Come sempre.

    …non appena, gli “illuminati”, avranno terminato il processo d'”insonorizzazione”, nel quale chiuderanno tutti gli sbocchi, ci si ritroverà, noi sotto-fessi, tutti magicamente ripresi – in presa diretta – rinchiusi e impalati nelle nostre gabbie senza più finestre – doverosamente imbottite – minuziosamente e perennemente osservati – fino alla fine dell’agonia – dalle telecamere (a credito) dei vari vespa e dei vari santoro (poco importa l’entità) della Corte Kafkiana dei diritti dell’Euro$chiavo (o, forse meglio… dell’Eurocau$to!).

  • metallaroforever

    io mi sono rotto i coglioni(scusate il termine)… di sentire gente che sul saggio di barnard risponde fischi per fiaschi…
    —————————————-
    Avete delle obiezioni da fare sul suo saggio??…bene e chi cavolo vi dice niente.

    scrivete un pezzo in cui confutate il saggio e poi lo mandate a barnard,su cdc.. ecc.

    ma quando leggo articoli dove questo saggio di 60 pagine viene liquidato come roba campata in aria a-prioristicamente, e dove si sostiene addirittura che barnard faccia tutto questo per soldi(?), quando io, l’ho letto tutto,mi sono visto i filmati su youtube….tutto esclusivamente gratis…
    ma porca troia …ma perchè dovete sparare cazzate!!
    come potreste mai riuscire a sostenere di essere credibili se siete voi i primi a sparare queste cavolate??
    barnard è risaputo che queste cose le “dona” al pubblico gratuitamente…
    ha pure scritto degli articoli dove giudicava immorale il vendere informazioni per soldi…
    DETTO QUESTO:
    molti criticano il pezzo dicendo che si genera l’inflazione quando si stampa denaro e quindi barnard scrive cazzate???…
    ma che SIGNIFICA!?!?!
    ma scusa,se barnard nel saggio sostiene che l’inflazione creata dall’immissione di denaro è un falso problema,creato da concetti sbagliati che vengono insegnati in tutte le università di economia del mondo,universita ovviamente finanziate e influenzate da ciò che costituisce il vero potere…hai ben capito cosa si sta sostenendo??
    capisci che mi devi smontare questa tesi invece di insultare e basta come un coglione???
    ….guardate la finisco qui perchè non ho molto tempo…ma penso che questi 2 esempi vi aiutino a ragionare…

  • metallaroforever

    e per ragionare non intendo che siete obbligati a pensarla come barnard…..ma che siete invitati a smontare le sue tesi con serietìà e senza peli sulla lingua…se ci riuscite.

  • daveross

    Mi unisco a chi critica la persone che offendono gratuitamente Barnard. Da quando e’ uscito il suo articolo ‘Il più grande crimine’, avessi letto una – dico UNA – contro-analisi degna di nota.

    Il commento di quell’ashoka e francesco nel blog usemlab non solo dimostra di non comprendere i punti su cui si fonda la tesi DIVULGATA da Barnard, ma adduce argomenti scarsi con un tono di attacco gratuito e saccenza che tradisce malafede.

    Su Santoro: la sua di MALAFEDE e’ stata resa chiara lo scorso giovedì ad annozero. Hanno mandato in onda l’intercettazione Porro-Uomo di Marcegaglia dove questi parla CHIARAMENTE dell’esistenza di una ‘sovrastruttura’ dietro i Fini, i Casini, i Buttiglione… E Santoro cosa fa? Bolla questa dichiarazione come un’espressione abnorme ridirige la trasmissione su quello che Porro ha detto o non ha detto. Questa e’ malafede.

  • rasna-zal

    Apprendiamo ora la triste notizia della morte prematura (avrebbe compiuto 100 il prossimo maggio) di questo illustre liberista della scuola austriaca, compagno di merende di questi tre signori Milton Friedman, Ludwig von Mises e Friedrich Hayek che tanto hanno dato per le nostre esistenze, difatti “volevano contrastare l’ascesa del keynesianesimo e favorire un’economia di mercato a livello planetario”.

    Bhe? Ci sono riusciti, no?

    A proposito di USEMLAB: cito da questa lettera ai 100 economisti “dissidenti”

    http://www.usemlab.com/index.php?option=com_content&view=article&id=480:la-lettera-degli-economisti-2&catid=47:lettera-economisti&Itemid=164

    BLA.. BLA.. BLA, infine cito : “Il messaggio è chiaro. La crisi è un male, certo, ma un male necessario per correggere gli errori del passato: la politica migliore consiste nel prenderne atto e lasciare che il processo di riaggiustamento, pur doloroso, faccia il suo corso. Il ruolo dello Stato deve essere quello di agevolare questo processo e per farlo deve ridurre la sua presenza, non aumentarla!”

    Ma dico io caro LucaV, ognuno bazzica dove sta più a suo agio, sicuramente tra quelli di usemlab troverai più solidarietà per il ricordo della vita e le opere di questo signore, qui magare c’è qualcuno in più che apprezzano quello che fa’ Barnard.

  • rasna-zal

    Apprendiamo ora la triste notizia della morte prematura (avrebbe compiuto 100 il prossimo maggio) di questo illustre liberista della scuola austriaca, compagno di merende di questi tre signori Milton Friedman, Ludwig von Mises e Friedrich Hayek che tanto hanno dato per le nostre esistenze, difatti “volevano contrastare l’ascesa del keynesianesimo e favorire un’economia di mercato a livello planetario”.

    Bhe? Ci sono riusciti, no?

    A proposito di USEMLAB: cito da questa lettera ai 100 economisti “dissidenti”

    http://www.usemlab.com/index.php?option=com_content&view=article&id=480:la-lettera-degli-economisti-2&catid=47:lettera-economisti&Itemid=164

    BLA.. BLA.. BLA, infine cito : “Il messaggio è chiaro. La crisi è un male, certo, ma un male necessario per correggere gli errori del passato: la politica migliore consiste nel prenderne atto e lasciare che il processo di riaggiustamento, pur doloroso, faccia il suo corso. Il ruolo dello Stato deve essere quello di agevolare questo processo e per farlo deve ridurre la sua presenza, non aumentarla!”

    Ma dico io caro LucaV, ognuno bazzica dove sta più a suo agio, sicuramente tra quelli di usemlab troverai più solidarietà per il ricordo della vita e le opere di questo signore, qui magare c’è qualcuno in più che apprezzano quello che fa’ Barnard
  • metallaroforever

    siamo in due per ora a dimostrare buon senso… speriamo di essere in compagnia…

  • Kevin

    Spesso chi scredita è pagato per farlo. Nulla di nuovo sotto il sole, purtroppo.

  • Cippala

    Il saggio di Barnard non si può smontare è perfetto.
    Il problema sono gli italiani, in Francia anche se non stanno combattendo il più grande crimine, hanno paralizzato il Paese,qui da noi si fa lo show di un giorno dei vari popoli viola e poi tutti a casa.
    PUò E DEVE ESISTERE SOLO LA MONETA DI STATO e l’ho capito grazie al saggio di Barnard..solo una moneta di Stato può creare richezza, spendere quanto vuole ,organizzare un lavoro per tutti e mettere i mega-ricchi al LORO POSTO.
    Poi penseremo come liberarci dalla schiavitù del lavoro.

    Ma finchè la gente non ribellerà e non ritroverà il coraggio è inutile parlare di alternative..perchè l’unica alternativa è soccombere.

  • Cippala

    Ci sono anch’io.

  • boemo66

    Ho già avuto modo di esprimermi qua in altri post su Paolo Barnard e non voglio ripetermi dicendo le solite cose. Chi lo critica lo fa per il semplice gusto di farlo (antipatia?) oppure, come spesso succede, non produce MAI una controprova valida alle sue affermazioni. L’ho sempre difeso in quanto persona informata sui fatti, intellettualmente capace e ben informato. Lo ritengo assolutamente affidabile nelle sue trattazioni, quindi degno di attenzione. Rinnovo a Paolo di continuare a divulgare i suoi saggi atti a informare TUTTI ma in particolare coloro che ancora hanno un barlume di cervello critico. Il buon senso è una cosa rarissima di questi tempi, ma sono fiducioso in tal senso.

  • AlbertoConti

    Io personalmente apprezzo molto i contributi di Barnard, ed è proprio per questo che non posso nascondere le enormi cazzate teoretiche contenute nel suo saggio sul più grande crimine. Al di là del caso Barnard il grande crimine esiste eccome, e Barnard ne ha ben descritte alcune verità. Da qui a proporrre soluzioni assurde e ampiamente bocciate dalla storia recente ce ne corre parecchio, ed è altrettanto criminale non accorgersi del VOLER cadere dalla padella alla brace. Lo sviluppismo da NOI (occidentali) è morto, tanto quanto il comunismo dirigista dell’ex-unione-sovietica. Non è attualizzando Keynes che si da speranza alle prossime generazioni. Anche a voler tenere il concetto di moneta più o meno come quella attuale, lo capisce anche un demente che i LIMITI di produzione e di spesa ci sono eccome, chiunque si arroghi la sovranità di una simile scellerata politica. Spendere a deficit è da deficienti, non di moneta, di cervello.

  • Cippala

    si ma per liberarti dalla crescita,dalla produttività devi ristabilire una moneta sovrana..per distribuire moneta non neccessariamente uno stato deve produrre qualcosa..può far riempire anche le buche della strada o inventarsi qualsiasi altra cosa.
    La crescita infinita non esiste..lo sa anche Barnard che si sono dei limiti, ma il più grande crimine mica vuole limitare la crescita globale, vuole distruggere gli stati,le leggi, la persone.
    Uno stato non ha Limiti di spesa per organizzare la società..esistono limiti nei consumi e Barnard è contro il consumismo.

  • amensa

    se tu ricevessi un testo di astrologia che inizia co:
    Il nuovo modello di sistema solare si basa sul fatto ch eun sole quadrato e freddo, imprima ai pianeti delle orbite a spigolo vivo…….”
    andresti avanti a leggerlo fino alla sessantesima pagina o lo butteresti nel cestino prima ?

  • amensa

    ….. che poi in questo articolo Barnard dica solo cose banalmente evidenti, non significa ch etutte le sue analisi ed i suoi scritti debbano valere come oro colato.

  • amensa

    qui non c’è niente da smontare…. sono banalità sotto gli occhi di chiunque.
    e dico banalità non perchè prive di conseguenze, dico che sono banalità per la facilità del riscontrarle.

  • amensa

    su questo scritto non ho obiettato nemmeno una virgola, mentre ho avuto molto da ridire sul precedente .
    faccio presente ch enon si può smontare TUTTA una costruzione, quando si smopntano le fondamenta su cui poggia.
    tolte le basi, tutta la sovrastruttura diventa semplicemente insignificante pertanto impossibile da smontare, perchè già priva di senso.

  • Cippala

    bhe questo vale per tutti..
    Dai l’euro ci ha salvati.. alcuni dicono calvolate più grosse.

  • amensa

    io invece , pur non contestando nemmeno una virgola di questo suo scritto, ne contesto ampiamente la visione globale che emerge in molti suoi scritti.
    l’inversione ch efa di molte cause/effetti, è uno dei suoi difetti principali, ch eportano come conseguenza a dover presentare un mondo che non è quello reale.
    quello reale ha un brutto difetto: pur in tutte le sue aberrazioni, FUNZIONA.
    quando lo si vuole rappresentare con uno schema che invece dimentica dei pezzi o addirittura darebbe risultati diversi da quelli osservabili, vuol solo dire che è lo schema sbagliato.

  • Cippala

    L’euro Ci ha salvati, il debito pubblico è un grandissimo problema per l’europa e dobbiamo privatizzare e licenziare per poter ridurre il debito pubblico.
    Ma gli Usa, il Giappone perchè spendono a deficit?non si preoccupano per le prossime generazioni? Noi siamo più furbi di loro,soffriamo ora per fregarli tra 100 anni!

    Il signor Mensa è Tra noi..colui che un professionalità ineccepibile ha smontato punto su punto il saggio di Paolo Barnard.. sia ben chiaro ogni tanto il povero Barnard qualche banalità ovvia la dice!

    Ora lascerei la parola al nostro maestro…

  • marco76

    Freedom12 hai centrato il punto…
    Barnard è un giornalista vero. Stop…Tutto il resto è aria fritta.
    Per lui parlano le sue inchieste e la sua integrità morale e professionale…
    Poteva essere strapagato e in prima serata, ma ha scelto di non chinarsi…
    Povera Italia, tutti pronti a scendere in piazza per Santoro ( 600.000 euro lordi annui per 10 puntate di annozero ), Travaglio ( 2500 libri su Berlusconi… ), Grillo, Ricca ecc… E quando troviamo qualcuno che dice le cose come stanno, lo insultiamo…

  • wld

    Senza fare voli pindarici, per dare una risposta a quest’articolo, copio ed incollo qui una parte dell’articolo postato da WILLIAM BOWLES scritto sopra … “Il petrolio, insieme a molte altre risorse (incluse le persone) alimenta l’inesauribile espansione della produzione capitalistica. Dimentichiamo il “picco del petrolio”, sbarazziamoci invece del capitalismo e dopo potremo decidere come migliorare, come condividere e mantenere le risorse della Terra tra tutti i suoi abitanti, presenti e futuri.” Ecco! la vera cosa giusta che si evince in tutta questa inquietante situazione Mondiale è solo una, sbarazzarci per sempre del Capitalismo, costi quel che costi, altrimenti non ci sarà futuro non solo per L’Europa ma per tutta l’umanità, una crescita sostenibile è auspicabile, altrimenti sarà la fine per tutti, e con tutte le conseguenze di una guerra cruenta e globale. Il tempo dei tempi ecc… ecc… sta per finire. Consiglio di leggere attentamente l’articolo sopra postato poc’anzi, da Maroc di: WILLIAM BOWLES, è una coincidenza, ma sembra proprio una buona risposta a quest’articolo di Paolo.

  • eumeo

    Altrochè se funziona, il sistema reale. La funzione principale è quella di sodomizzare le masse, anche quelle che prima stavano un pochino meglio, e l’obbiettivo è a buon punto.

  • marco76

    Saranno evidenti ma intanto la gente continua a comportarsi come sempre…Ripeto, a mio avviso la parte piu importante del saggio di Barnard sono le 15 pagine finali dove si spiega come chi comanda davvero e riuscito a infinocchiarci alla grande…Da questo punto bisogna partire, basta con sta storia della moneta, dell’inflazione…che palle…tutti professori

  • marco76

    Mi aggiungo

  • marco76

    Eh si Cippala, noi siamo quelli che quando organizzano lo sciopero dei trasporti pubblici fermano pullman e metropolitane solo nelle ore di affluenza minima…

  • daveross

    amensa non ho letto il tuo commento al primo articolo di Barnard, ma quello dei 2 blogger di cui sopra ne smonta affatto le basi. Tuttavia quello che dici in generale certo che ha senso.

  • daveross

    Infatti e’ stato anche quello il mio dubbio principale sul primo scritto di Barnard. E ne aggiungerei un altro, il che fanno 2 dubbi:

    1- Non capisco nello scritto quale dovrebbe essere il limite di spesa a deficit di uno stato a moneta sovrana per evitare l’inflazione

    2- Come strutturiamo tutto il discorso di Barnard in un’ottica di economia globale quale la nostra? Lo stiamo vedendo con gli USA e la China del resto: più gli USA emettono titolo più i Cinesi li comprano. Siamo sicuri che spendere a deficit così in una economia globale funzioni come si dice?

    Fatto sta che, secondo me, lo scritto di Barnard ha grandi intuizioni.

  • cortesia

    Atteso che Barnard è un utilitarista di matrice anglosassone (keynes+Rawls), ossessionato per di più dai “diritti umani”,e che quindi a volte può far alzare il sopracciglio o emettere una risatina di circostanza alle persone che la sanno sempre più lunga (tipo me), ho una domanda per il compagno di Alternativa ALBERTO CONTI. Quali sarebbero, per sommi capi, le “cazzate teoriche” che inficiano il, a prima vista così convincente, saggio barnardiano? Non è una provocazione, mi piacerebbe davvero saperlo.

  • Cippala

    Siamo colonizzati da poteri sovrannazionali e qui discutiamo se è giusto o sbagliata una soluzione economica proposta da Barnard.Poi si aggiungo i popoli viola, i movimenti a 5 stelle,i Travaglio,i Ricca che accusano i ladri seduti i parlamento come unici responsabili del crimine.
    Proposte giuste o sbagliate, ladri o non ladri… non è più il popolo italiano a decidere il suo destino…mi sa che alcuni hanno letto un altro saggio.

  • freedom12

    gentile amensa, ha tutto il diritto nel dire ciò che ha scritto, ma qualche osservazione è necessaria: che competenze possiede? quale scuola di pensiero economico abbraccia? quali sono le banalità facilmente riscontrabili?

    va da se che qualora voglia risultare credibile cerchi di mostrare/dimostrare le fonti “autorevoli” alle quali si riferisce e non semplici ragionamenti.
    grazie

  • Cippala

    sicuro di aver letto il saggio di Barnard?

  • Cippala

    si ma la moneta nasce prima del capitalismo.

  • freedom12

    hai centrato il punto sulla falsa indicazione dei responsabili agli occhi della pubblica opinione…il saggio è un ottimo punto di partenza, con limiti strutturali, ma almeno da il senso del sistema nella sua interezza.

  • wld

    … la moneta è il capitalismo!

  • marco76

    Giustissimo Cippala…ne vedremo delle belle tra poco…
    P.s. Aspetto ancora tua mail…

  • Cippala

    Andrea Stampamoneta aggiungimi su facebook che te la mando.

  • marco76

    ?????????
    E rivolto a amensa?

  • maristaurru

    Scuola Austriaca, pazzi o furbi? Conta poco, visto che noi stiamo già sperimentando gli effetti del liberismo sfrenato; costoro , sfrondando le loro chiacchere , spesso fanno pensare nei toni e nel modo di condurre i finti ragionamenti, a scientology, una setta o una chiesa, non si capisce bene.

    Amanti sfegatati dei liberi commerci, quindi nel loro universo occupano posto d’onore quegli organismi che mirano alla distruzione degli Stati: WTO, NAFTA, BANCA MONDIALE… Enti che, come L’Onu, spesso corrotti, sempre lontani dagli UOMINI s dai loro interessi, cercano ed ottengono il massimo profittto strafottendosene di noi persone comuni. SONO I NOSTRI NEMICI. Bisogna capirlo in fretta, essi si attaccano a minuzie formali di un ragionamento, quello di Barnard, che ne scopre i propositi criminali.

    Ho appena scoperto che il fondatore dei Scientology aderisce alle teorie della scuola Austriaca, parola, non lo sapevo, ho scritto di getto perchè anni da lessi un libro di costui, e, prima di inviare il commento ho voluto controllare, mi sono detta, hai visto mai… ed ho visto!! Hai capito !!!! pericolosetti i signori.. fatevi una ricerchina su google, e poi leggetevi barnard va, che è meglio!!

  • backtime

    Marista io considero una persona grande, quando raccimola anche per gli altri e non solo per se stesso.

  • maristaurru

    Un conduttore televisivo è uno che fa un lavoro. Può scegliere se farlo per gli ascoltatori in genere o per quella che ritiene la parte che rende di più o che meglio gli si confà. Io non vedo come un conduttore tv possa essere grande, è una parola troppo grande. Può essere, bravo, professionale, corretto, scorretto, onesto.. e via dicendo. Forse sembro cinica, ma di grandi ne vedo pochi e sai, di molti che passarono alla storia come grandi, sono poi emerse miserie e piccinerie. Scusa, ma non ho mai immaginato che Santoro dovesse esser grande, ho visto ieri sul pc un pezzo di vespa, c’era masi il direttore Rai, anche lui si aspetta che una trasmissione sia seguita, piacevole, e .. faccia riempier il grande buco rai. Ecco di grande abbiamo i buchi che gli allegri topastri hanno causato, non altro enemmeno ne vorrei di grandi uomini, grandi uomini? grandi errori. Mi basterebbe una persona intellettualmente onesta con la voglia di lavorare per il suo paese, ma questo ormai non è più il Paese di nessuno, è come una baldracca: di tutti e di nessuno

  • amensa

    io credo, e sono coerente in questo, che quando una persona apprende, incontra, viene a conoscenza di un pensiero che ritiene corretto, e lo fa suo, da quel momento è suo.
    l’acqua calda la si può inventare milioni di volte, se ogni volta non si è preso spunto da qualcosa già esistente, non trovi ?
    ebbene , la stessa cosa è per i pensieri.
    si può trovare conferma o trovare contrasto nel pensiero di altri, cosa importa è ch eil proprio pensiero formi un insieme , riscontrabile in ogni particolare, che si possa osservare.
    quanto applicato nella realtà, ha un grave difetto :funziona.
    potrà dare risultati non belli, sgradevoli, anch eodiosi, ma nel suo insieme funziona.
    a chi mi porta il famoso caso del denaro non esistente per pagare gli interessi, chiedo semplicemente , ma con cosa pagano , le banche i propri impiegati ? e casca l’asino, perchè in “quel modello” non avevano previsto che le banche avessero delle spese.
    ecco, questo è il mio modo di sbugiardare le falsità, mostrare come in certi modelli qualcosa che è sotto gli occhi di tutti non sarebbe possibile.
    ma non mi vedrai mai fare riferimento a qualche “autorità” perchè o una cosa la ritengo vera e allora è anche mia e tanto basta, o non la ritengo vera e allora non la uso e non la cito.
    poi, il mio metodo, non è quello di pontificare, di imporre la mia idea, quanto quello di invitare all’osservazione e guidare nel ragionamento, cosa fattibile da chiunque.
    se ti sembro attendibile, seguimi, altrimenti faccio volentieri a meno di un seguito di pecoroni che non riescono a concludere con la propria testa.

  • amensa

    e per sottolineare quanto appena detto
    1) che le azioni dei governi e dei governatori abbiano solo peggiorato la situazione economica di tanta gente, non è una teoria, ma la semplice realtà.
    2) che le politiche di rientro dal debito attuate sulla pelle diTUTTI i cittadini, è un altro modo per peggiorare la situazione, visto ch ec’è anche un problema di sovra produzione
    3) il multare chi è già in difficoltà, poi è la coglionata del secolo
    come vedi Barnard non ha fattoaltro ch eenfatizzare fatti noti , mica ha esposto teorie, almeno stavolta, per cui non c’era proprio nulla da contestare.

  • AlbertoConti

    Concordo sulle grandi intuizioni. Da come la vedo io il limite di spesa di uno stato sovrano vero, che emette base monetaria, è prossimo allo zero, se non vuole mandare a carte 48 l’economia dei suoi cittadini. Sto parlando ovviamente di un paese normale, dove il circolante creditizio emesso dalle banche non superi la base monetaria (se è più di dieci volte tanto, come da noi oggi, è chiaro che ogni altro ragionamento è inutile). Quindi lo stato vero deve spendere solo quel che incassa come gettito fiscale, senza sprecarlo in interessi passivi che non hanno alcuna ragion d’essere (vero vantaggio di uno stato sovrano vero). Asserire che “non ha limiti di spesa” perchè i soldi corrispondenti li può emettere all’occorrenza, equivale a dire che è un falsario, che danneggia la società creando inflazione, salvo che nei periodi di straordinaria crescita economica delò proprio paese, periodi eccezionali che non possono durare a lungo (di fatto, per cui il pretenderlo per prolungare lo schema di Ponzi sulla moneta è sì da veri criminali). I cinesi sono ancora obbligati a comprare i bond USA, ma odiano gli americani per questo, e prima o poi gliela faranno pagare, ed anche sostenere questa situazione è da criminali.

  • operaiomantici

    Di Barnard non approvo come ha trattato la questione del signoraggio. E nemmeno l’impostazione secondo cui Prodi e Berlusconi (aggiungetene pure altri a piacere) sono antagonisti: è una messinscena gigantesca, sono fazioni apparentemente contrapposte sottostanti ad un’unica regia. Divide et impera.

    Però ha detto anche cose interessanti, in primis come lo spettro dell’inflazione e del debito siano ostacoli creati appositamente per allontanare lo stato dall’uso sovrano della moneta.

    Ma che bisogno c’è di spendere a deficit quando lo stato può creare moneta e usarla senza indebitarsi?

  • maristaurru

    Barnard non è un economista, ha raccolto materiale ed è buon materiale, ha fatto un lavorone coordinandolo , cercando di essere facile da capire, non ha badato a fare bella figura a pavoneggiarsi mettendosi semplicemente al servizio del più forte, esercizio molto praticato anche su questo blog da alcuni, ed estremamente facile, ma ha badato a spiegare cose non facili a tutti, e ci è riuscito benissimo. Chi crede di esser tanto furbo, torni in sè e si renda conto che tutto passa, e che in molti si stanno dando da fare per cercare di fare capire agli Ialiani in che situazione ci stanno mettendo, e con l’aiuto di chi dall’interno del paese. Chi può, chi sa anche poco, deve farlo . Barnard lo sta facendo e bene.

    Tanta acrimonia verso questo giornalista fa davvero sospettare che anche in questo sito ci siano individui assai interessati alla distruzione di questo Paese. Liberisti è un conto, ma ognuno capisce che c’è una certa differenza fra liberismo e pirateria, fra libero mercato e libera frode. Forse per certuni in questo Paese è arrivato il momento di smetterla.

  • illupodeicieli

    Anni addietro, già nel 2005, mentre dappertutto si parlava quasi e solo dell’11 settembre o di Saddam Hussein, io e pochi altri insistevamo sul fatto che i problemi reali nostri e dei nostri cittadini erano il lavoro e la capacità , ridotta, dello stipendio. Ma niente, quasi tutti ignoravano questi temi che oggi sono cari a tanti siti e blog. E se anche allora qualcosa si cominciava a sussurrare, era per lo più rivolta a indicare le spese pazze per stipendi di dirigenti che operano in un sottobosco assai protetto, gente da stipendi a 5 zeri. Certo che non si sa che cosa fare. Se vai a lavorare porti a casa pochi soldi, che non sono sufficienti per coprire le spese vive, di tutti i giorni. Le responsabilità di cui parla Barnard nei suoi vari articoli sono ignorate dalla maggior parte dei media ,quali tv e giornali, e non raggiungono il grande pubblico, quello che oggi si trova in difficoltà. Ritengo che anche essere costretti a unire il pranzo con la cena è un vantaggio per chi continua a vessare i cittadini e a privarli di ogni possibilità di ripresa economica e di lavoro. Chi è impegnato a cercare soldi non ha la testa per andare a combattere nelle barricate.

  • Iacopo67

    Leggo sempre volentieri Barnard, lo ritengo uno dei giornalisti più sinceri.

    Ho letto il suo saggio che trovo interessante anche se sono un pò perplesso su un paio di cose:

    Barnard afferma che la tecnica della riserva monetaria non è in uso, la cosa mi ha lasciato stranito perchè una cosa così non l’avevo mai letta prima. Anzi varie altre fonti trattano della riserva frazionaria come sistema effettivamente in uso.

    L’altra cosa è che lo stato si finanzi col debito pubblico:
    il problema è che ogni ulteriore spesa del governo aumenta il debito pubblico, mica si può aumentarlo all’infinito, si arriva al punto che è sempre più difficile trovare acquirenti di titoli del debito, sempre più grosso.

  • mikaela

    accade che la domanda ora sta appesa disperatamente alla spesa a deficit interna ed esterna degli USA.

    e gli usa non compreranno mai da noi perchè l’euro è troppo alto, possono comprare gli stessi prodotti altrove.

    è un colpo di Stato finanziario in piena regola”.

    infatti, chi puo’ compra il dollaro e quando (loro)decideranno d’abbassare l’euro torneranno a fare shoping (compreranno le nostre aziende strangolate dalla crisi facendo grandi affari per 4 centesimi ) in Italia e così c’avranno guadagnato 2 volte.

  • Kevin

    L’astrologia è completamente differente dall’economia. Nel primo caso basterebbe un solo controesempio per falsificare la teoria, in economia è un po’ più difficile.

  • Iacopo67

    Avevamo uno scudo che ci proteggeva, una sia pur imperfetta democrazia. Dovendo sottostare al ricatto del voto, un governo democratico non poteva trattarci troppo male.

    Ma quello scudo l’abbiamo perduto.
    Molti poteri sono ormai stati trasferiti ad entità non democratiche, che non devono sottostare al ricatto del voto elettorale.

    BCE, Commissione Europea, WTO e altri stanno decidendo le nostre sorti, impunemente, in una dittatura di fatto, mentre della democrazia ci hanno lasciato solo il guscio vuoto, per ingannarci.

    La causa a monte delle nostre disgrazie è stata la distruzione della democrazia, perchè quelli che ci governano, ora, ormai liberi, possono comportarsi peggio di bestie nei nostri confronti.

  • ElwoodBlue

    Anche a me non sta molto simpatico il Popolo Viola, sia chiaro.

    E no, il fatto che io tenga per la Fiorentina non aiuta.

    Però questo ennesimo commento di Paolo Barnard ricalca perfettamente il filone dei suoi commenti precedenti: qualunque movimento di piazza è profondamente sbagliato, a meno che non sia guidato da LUI.

    Per favore, ma quando facciamo basta con i buffoni?

  • Firenze137

    Non sono un economista e neppure un teologo Che però crede in quello che sta scritto da ‘qualche parte’ …

    Il crimine è stato annunciato dalle Scritture da Satana che è una persona ..’seria’ e le promesse le mantiene.

    Senza fare citazioni delle Scritture ma la storia di come è stata messa sull”altare’ di adorazione la moneta (per la precisione l’eresia e la sterlina) originando la moneta a debito – cioè la sterilina – è sotto gli occhi di tutti con storia della Banca d’Inghilterra che col commonwealth si è ‘estesa’ – ha esteso la moneta a debito, sterlina – per oltre 22 milioni di kmq nel 1855 quando è stata misurata.Il mondo sotto la moneta a debito. E da lì tutto il resto.

    Il grande crimine esiste. Non ho letto il saggio di Barnard. Ma che il sistema ci sta fottendo è sicuro e certo come la morte.

    Farsi le masturbazioni mentali per disquisire se ci fottono parecchio o poco – ‘signoraggio si/no ‘scuola tedesca/austriaca ecc’ , monete complementari, e tutte le diavolerie che tutti noi più o meno conosciamo, lo trovo quanto meno una perdita di tempo.

    Il grande merito di Paolo aver fatto dei ragionamenti e considerazioni economico finanziarie probabilmente anche contestabili ( non lo so.. lo dico intuitivamente). Ma ha fatto nomi e cognomi dei responsabili di chi ci fotte e questo nessuno lo fa e l’ha fatto. Anche Beppe Grillo lo faceva.. nei sui spettacoli prima del 2001 faceva vedere nel maxischermo, banconote e facce di banchieri ..”mastini” con nomi e cognomi. Poi non l’ha fatto più.

    Quindi chi si diverte ad inveire contro Paolo, beh.. in fondo è per questo che molti si divertono a scrivere. Peggio per loro, se loro si divertono così.

    Ma l’informazione, l’informazione con la ‘I’ maiuscola Paolo l’ha fornita e di conseguenza la consapevolezza a tutti noi. Poi se dell’informazione e della consapevolezza non ce ne fotte niente .. ma anzi.. giù addosso a Paolo per sfogarci. Beh questo non si fa . E dobbiamo esserne – anche di questo – consapevoli.. anzi tristemente consapevoli.

    Perché la verità del crimine sta lì e ci fotte chi più chi meno, tutti e tutti i giorni!. La CRISI è sotto gli occhi di tutti e non è una crisi ..cardiaca è frutto dell’opera dell’uomo. Questo nessuno lo può negare. La sovranità non esiste più, nè per la politica nè per la moneta. Il “MONOPOLI” è truccato ed è chi lo ha truccato che dopo averlo truccato detta anche le regole.

    Non ce ne frega niente come della gente che si suicida per la perdita di lavoro ?. Bene .. PER ORA . Ma domani ? Se tocca a me .. a te che famo ?

    Meditiamo

  • BarnardP

    “Ma che bisogno c’è di spendere a deficit quando lo stato può creare moneta e usarla senza indebitarsi?”

    Lo Stato a moneta sovrana può inventare il denaro e spendere accreditando direttamente i c/c dei cittadini, oppure può spendere emettendo titoli di debito. In entrambi i casi lo Stato arricchisce i cittadini (accredito diretto di $ sui c/c oppure i $ dei cittadini sono investiti in titoli che rendono interessi). Se lo Stato non spende a deficit non può arricchire i cittadini, e infatti quando lo Stato pareggia il deficit impoverisce i cittadini con la tassazione o i tagli alle spese pubbliche. E’ quello che fece Clinton anni 90′ col risultato catastrofico dell’indebitamento privato di milioni di americani infatti. Uno Stato che usa moneta senza indebitarsi ci rovina tutti. Ciao B.

  • freedom12

    mi trovo d’accordo al 100% su quanto hai scritto. Mi è venuto il sorriso nel leggere tutto ciò. Stiamo qui a discutere se l’inclinazione sta a 88° o a 90°…ma sempre in quel posto ce la stanno mettendo…

    la forza del saggio di barnard a mio semplice avviso sta nel fatto di fare capire il fortissimo legame psicologico/fisico con il denaro…il resto diventa opinabile, discutibile ma non banale…

    Sono contro gli estremismi, i fanatismi o il diventare tifosi di “qualcosa”/”qualcuno”…mi fa paura credere per assioma…ma necessito di confronto anche con persone come barnard o come te gentile amensa per formarmi, non cestinando come spazzatura chi fa in oggettiva buonafede un lavoro…ripeto il lavoro di barnard è incompleto, per me, ed ha limiti, ma costituisce un ottimo inizio per chi vuole approcciarsi a queste problematiche

  • freedom12

    mi trovo d’accordo al 100% su quanto hai scritto. Mi è venuto il sorriso nel leggere tutto ciò. Stiamo qui a discutere se l’inclinazione sta a 88° o a 90°…ma sempre in quel posto ce la stanno mettendo…

    la forza del saggio di barnard a mio semplice avviso sta nel fatto di fare capire il fortissimo legame psicologico/fisico con il denaro…il resto diventa opinabile, discutibile ma non banale…

    Sono contro gli estremismi, i fanatismi o il diventare tifosi di “qualcosa”/”qualcuno”…mi fa paura credere per assioma…ma necessito di confronto anche con persone come barnard o come te gentile amensa per formarmi, non cestinando come spazzatura chi fa in oggettiva buonafede un lavoro…ripeto il lavoro di barnard è incompleto, per me, ed ha limiti, ma costituisce un ottimo inizio per chi vuole approcciarsi a queste problematiche

  • maristaurru

    Chiedilo al popolo viola per esempio, chiedilo a quelli che fingono che nessuno ci ha svenduti, per esempio, chiedilo a quelli che non vedono l’ora di buttare al cesso quel poco che ci è rimasto dopo i regali concordati sul britannia.. debbo continuare?

  • marco76

    Infatti sta qui il problema…Quando trovi una persona come Paolo che ti sbatte in faccia la verità e le contraddizioni che ognuno di noi ha, li scatta la difesa con i relativi insulti ecc… ecc…
    Il sistema ci ha fottuti, ma a parecchi di noi piace essere fottuti…In piu e comodo vivere nella piena filosofia consumistica e magari schierarsi con i vari Grillo, Travaglio, Ricca e simili…Ci fa sentire alternativi, impegnati, fighi…

  • daveross

    @ElwoodBlue

    Non condivido questo commento. Le persone del popolo viola non sono in malafede. Mi ricordano un po’ Don Chisciotte contro i mulini a vento, quando il suo vero nemico è alle spalle.

  • mikaela

    Mi basterebbe una persona intellettualmente onesta con la voglia di lavorare per il suo paese,

    Cara Maristaruu, dopo aver letto tutto quello che ha scritto Barnard da più di dieci anni a questa parte credo che l’unico intelletuale onesto che si è dato sempre da fare per il suo paese sia proprio lui ed è per questo che non gli fanno fare neanche una comparsata in nessuna televisione neanche quando in certe occasioni l’unico per controbattere certi argomenti sia proprio lui.
    Anche CDC pubblica solo quello che piace al webmaster tralasciando alcune considerazioni di Barnard che possano per esempio screditare il finto Ribelle Giornalista Fini ,oppure gli ultimi video (il più grande crimine)dove Barnard accusa chiaramente De Benedetti e il suo operato.Insomma, è proprio come dici tu ogniuno fa il suo lavoro con passione e serietà ma sta’ a noi giudicare e cercare di capire i loro limiti.

  • Firenze137

    perfettamente d’accordo sulla ‘filosofia consumistica’ che mi consente un’ulteriore considerazione. Siamo abituati a pagare per avere qualsiasi cosa.

    Non c’è niente di male se uno compra . Anzi. Ma l’abitudine a scomodare il portafoglio invece di se stessi, ci porta spesso a ‘demandare’ ai paladini (grillo travaglio ecc) … magari pagare il cd o il libro … che alzare il sedere dalla sedia e trovarsi con la gente che in prima persona protesta. Molti dicono di non sapere cosa fare.. ed è anche vero. L’ho sperimentato nei comitati. Ma cominciate ad interessarvi a parlarne.. a trovarvi e vedrete che non è tempo perso.

    Spengete la televisione ed accendete il cervello.

  • mikaela

    E.conomy (terza parte) [www.youtube.com]

    già tutto ripreso e raccontato da Barnard quando la sinistra italiana era idealmente dalla parte dei lavoratori, poi hanno abbracciato la destra e l’hanno messo a tacere.
    Grazie Barnard

  • wiki

    detto bene…

  • wiki

    e poi c’era qualcuno che si perdeva apppresso a baggiante tipo signoraggio e sovranità monetaria…

  • wiki

    ultimamente Barnard sembra predere per oro colato tutte le profezie degli economisti americani…manco lo sfiora il pensiero che gli americani possano aver paura di un Europa unita che si possa affrancare da suo dominio…e che magari abbiano scatenato le loro agenzie di ratinga per rovinare l’economia europea oltre a creare dissidi all’interno della CE per dividerla dando appoggio ai peggiori politicanti che hanno portato nel tempo il debito pubblico dove è ora anche per finanziare gli interventi degli eserciti europei a favore delle guerre imperialiste degli USA…un altro po’ e ci porta gli USA come modello economico sociale da seguire…e poco dopo ci proprrà magari il mitico stato israliano… mah

  • Cippala

    PErchè tutti gli economisti americani sono per l’attuale sistema?
    Ci sarà qualche professore dal pensiero libero o no?
    Barnard voleva far capire che per gli Usa il deficit non è un problema, ha gia condannato in passato che con il deficit hanno salvato le banche e non la gente.
    Spero per te che sei solo in malafede..Guardati il vecchio report di Barnard sulla New Economy.Su Israele ha gia documentato tutti i suoi crimini in passato.
    Riguardo al signoraggio non è proprio una sciochezza, Barnard ha dato un contributo importantissimo per far capire che può esistere solo una Moneta di stato e non dei cittadini e spero che dal suo saggio ha capito il perchè.

  • Cippala

    Le banche centrali ricomprano i titoli..mi pare che lo sta per fare la FED.
    Lo faceva anche l’italia molto tempo fa..sono solo bit e carta straccia, è quello che dovrebbe fare una banca centrale sovrana (creare e distruggere denaro).
    LA BCE ha chiesto aiuto all’FMI per aiutare la Grecia..pensa un po te che fregatura.

  • mikaela

    delle guerre imperialiste degli USA…un altro po’ e ci porta gli USA come modello economico sociale da seguire…e poco dopo ci proprrà magari il mitico stato israliano… mah

    schiaccia qui e guarda questa serie di video forse sei giovane ma il tuo commento mi sembra un pò NAIF [www.youtube.com]

  • BarnardP

    Grazie a te. B.

  • mikaela