ADESSO Rettorato Torino: polizia picchia minorenni e minaccia sgombero anticipato

La DIGOS vuole anticipare lo sgombero previsto per le 16, gli studenti resistono. Intanto a piazza Arbarello la celere ha fatto numerosi feriti tra studenti liceali minorenni

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

ULTIM’ORA Sempre più tesa la situazione davanti al rettorato dell’Università di Torino, dove i nove irriducibili resistenti che occupano da due giorni l’aula magna, insieme a una ventina di sostenitori davanti ai cancelli, sono sempre più asserragliati dalla DIGOS, che proprio in questo momento gli sta imponendo lo sgombero anticipato: non più alle 16 come pattuito, ma adesso. Intanto dentro si resiste, e gli occupanti promettono che non lasceranno il posto fino all’ora prestabilita, denunciando anche la situazione in un video.

Linea durissima con gli studenti No Green Pass, che hanno deciso, unici in Italia, di alzare il livello dello scontro, attuando la prima vera protesta studentesca incisiva contro la dittatura sanitaria. Fin quando si tratta del solito flash mob, infatti, la polizia lascia correre. Ma l’occupazione del rettorato è un atto che non solo blocca le attività dell’ateneo, ma potrebbe scatenare l’effetto emulazione nel resto d’Italia. Per questo gli ordini del prefetto sono stati chiari: nessuna pietà. Così anche con il corteo contro l’alternanza scuola lavoro, composto per lo più da minorenni, partito da piazza Arbarello, in cui Cobas e studenti liceali esprimevano solidarietà con gli occupanti del rettorato e – secondo una nostra fonte – avevano intenzione di recarsi in loco a loro supporto è stato bloccato già all’angolo con via Bertola da un cordone di celerini che, stando alle nostre fonti, ci sono andati giù pesante: moltissimi contusi e feriti, alcuni anche in maniera grave. Tuttora i manifestanti si trovano insanguinati e bloccati dalla celere.

AGGIORNAMENTO (13:00) Sopraggiunge un accordo tra la polizia politica e gli Studenti No Green Pass: niente sgombero immediato, ma si anticipa l’orario pattuito alle 15:30.

MDM 28/01/2022

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
3 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
3
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x