VALANGA 5 STELLE

DI ROSANNA SPADINI

comedonchisciotte.org

Bastava guardarsi i duelli tv su Skytg24 tra i candidati ai ballottaggi, per capire chi avrebbe vinto … da una parte due giovani donne, Virginia Raggi e Chiara Appendino, belle, capaci, promettenti … dall’altra due vecchi arnesi della politica, con le mani lorde di crimini euristi e austerity mistificate, due veri dinosauri della partitocrazia dominante, collusa con i potentati del petrolio, con le oligarchie finanziarie, con quell’intreccio politico mafioso di mafia capitale, che specula sulla pelle dei cittadini italiani, sempre più poveri e sfanculati.

Sta di fatto che la generazione voucher, quella a 7,5 euro all’ora, quella composta di “fannulloni”, “bamboccioni” e “sfigati”, si è presa una rivincita … la strada è lunga e tutta in salita, ma la partenza è foriera di una ventata di aria pura. È arrivata una valanga di voti ai 5 stelle, da parte degli orfani della destra, che volevano picchiare forte sulla politica demenziale di Matteo Renzi e del PD. La valanga 5Stelle in modo particolare si è abbattuta sull’urbe con percentuali bulgare, tanto che le prime proiezioni sfioravano il 70% per Virginia Raggi, che poi ha doppiato nei consensi il povero Bobo Giachetti.

Sembrava strano infatti che l’Italia se ne stesse semplicemente a guardare, come fosse stata sedata da una miscela soporifera di prozac e Mentana, le rivolte francesi contro la Loi Travail, che hanno messo a ferro e fuoco molte zone della Francia … e se ne stesse diversamente basita dinnanzi al tragico omicidio della deputata laburista Jo Cox, che ha pregiudicato un possibile e salvifico Brexit. Del resto è fondamentale capire la crisi per poterla combattere … capirla in tutti i suoi risvolti economico sociali …

All’interno dei processi storici raramente si verificano delle svolte significative, al netto delle qualità ontologiche, ma al lordo delle sofferenze sociali … sono quelle svolte che segnano un passo, un varco, un’impronta … precorse da anni di analisi e partecipazione, inserite in un contesto che oggi è diventato definitivamente quello della società dello spettacolo, dove tutto si trasforma in reality show, depistaggio mediatico, opportunità del web … semplicemente perché i network dell’informazione stanno sostenendo un’offensiva ideologica ben precisa, hanno intrapreso un lucido percorso finalizzato alla distruzione del benessere dei popoli del sud Europa, e all’indebolimento della loro coscienza nazionale, che è uscita ideologicamente devastata dall’impatto con il nuovo capitalismo finanziarizzato.

E nella società dello spettacolo vincono soprattutto i giovani volti fotogenici, espressione di energia, competenza e volontà di cambiamento … quindi le due giovani donne Virginia Raggi a Roma, avvenente e competitiva e Chiara Appendino a Torino, limpida e determinata, hanno sbaragliato quei due cadaveri ambulanti di Roberto Giachetti e Piero Fassino. Perché l’abilità analitica della crisi e la sua possibile risoluzione sono solo un aspetto del successo del MoV, apparso oggi per molti una rivelazione, a tratti ingiustificata a tratti assurda … invece un fondamentale motivo consiste proprio nella capacità del MoV di aver saputo utilizzare con piglio spontaneo gli stessi strumenti mediatici del sistema, come smartphone, facebook, web … anche attraverso una propaganda iconografica sostenuta dalle stesse vittime della crisi, che sono la cifra di quella generazione demolita dal Jobs Act, precarizzata a vita, oscurata ed esclusa da una pur minima possibilità di sopravvivenza sociale. Siamo di fronte ad un processo di mercificazione assoluta dell’umano, che avviene attraverso la collaborazione fra Tecnica e Capitalismo, dove la prima fornisce gli strumenti e il secondo stabilisce i criteri economici e ideologici all’interno del quale tutto ciò deve avvenire.

La genialità politica di Casaleggio e quella istrionica di Grillo si sono particolarmente evidenziate oggi, nel fatto che il M5S è apparso animato, forse per la prima volta, dalle tante presenze giovanili, sguinzagliate nei corridoi del potere, nelle giunte comunali e regionali, nelle piazze gremite di un paese, sempre più spaventato dalla crisi, che sta macinando vittime sacrificali al prezzo di chiusura di fabbriche, aziende, perdita di posti di lavoro, precarizzazione selvaggia, tagli devastanti alla spesa pubblica e indebolimento sistematico del welfare.

I volti dei cadaveri ambulanti, mammut, vecchi arnesi e dinosauri della politica e dell’informazione, sono apparsi nelle ultime ore sui vari programmi tv, straniti davanti ad exit poll e proiezioni, mostrando il lato oscuro della sconfitta, sguardi persi nel vuoto e analisi confuse, tutti nel tentativo di coprire il colpo incassato o di giustificare la cocente sconfitta del loro partito di governo: Fassino, Giachetti, Sala, Romano, i politici … e poi, Feltri, Floris, Vespa, Merlino, Zucconi, Rondolino, Greco, Diamanti … i gazzettieri.

Si commenta la sconfitta di Torino “ove pure il Pd ha governato bene per più di vent’anni” … perché “è colpa di una ventata mondiale di populismo e dei sentimenti anti establishment della destra, del resto il M5S ha vinto con i voti della Lega” … e poi “i 5 stelle, ora che si sono normalizzati, vedremo che cosa sono capaci di fare” … oppure “aiutiamoli a maturare, impareranno dalla forza dei fatti che certe sparate demagogiche come il reddito di cittadinanza sono impraticabili” … e poi “l’originario spirito antisistema dei 5Stelle sembra essersi alquanto stemperato nel corso della trasformazione da movimento a partito”. Quindi il Mov viene costantemente screditato e mostrato all’opinione pubblica come fosse un tentativo populista antipolitico di strappare furtivamente il potere ai legittimi proprietari del palazzo, un MoV ancora incapace di affrontare sfide di governo, e composto di giovinastri arroganti e spregiudicati e di ragazzette sbraitanti e volgarotte.

Invece al netto dei pregiudizi il successo del M5S e delle due “ragazze” di Roma a Torino, è apparso inevitabile e necessario, una vittoria ampiamente prevista e annunciata. Ora però il loro compito si rivelerà particolarmente arduo, dovranno fronteggiare tutto l’establishment partitocratico che congiurerà per farle fallire, ostacolerà ogni loro singola azione, e pianificherà campagne ben orchestrate di calunnie, attraverso quella macchina del fango, che quei signori sono in grado di indirizzare al meglio quando intendono demolire gli avversari. Ma la loro vittoria non è solo merito del MoV che ha saputo intercettare le cause economico finanziarie della crisi, quanto anche espressione di una necessità storica, quella della presa di consapevolezza degli italiani che si stanno gradualmente svegliando dal coma profondo in cui sono vissuti finora, dopo anni di colonizzazione delle coscienze. La crisi infatti sta invadendo la quotidianità dell’esistenza, e disoccupazione e miseria sono all’ordine del giorno.

Infatti nel tempo dell’odio indiscriminato interclassista, in cui Warren Buffet ha potuto dire “La lotta di classe c’è sempre stata, ed oggi l’abbiamo vinta noi” … il caro vecchio Marx, frainteso per anni e percepito come il demone originario di ogni male, come il responsabile dell’affermazione della “dittatura comunista” nel mondo … aveva però profetizzato anche la mutazione autoritaria del capitalismo, la proletarizzazione di tutte le classi, tranne quella egemone e dominante, e la mercificazione dell’individuo stesso: “Venne infine un tempo in cui tutto ciò che gli uomini avevano considerato come inalienabile divenne oggetto di scambio, di traffico, e poteva essere alienato; il tempo in cui quelle stesse cose che fino allora erano state comunicate ma mai barattate, donate ma mai vendute, acquisite ma mai acquistate – virtú, amore, opinione, scienza, coscienza, ecc. – tutto divenne commercio. È il tempo della corruzione generale, della venalità universale, o, per parlare in termini di economia politica, il tempo in cui ogni realtà, morale e fisica, divenuta valore venale, viene portata al mercato per essere apprezzata al suo giusto valore.” (Karl Marx, Miseria della filosofia)

Il tempo disgraziato del capitalismo finanziario ha dunque reificato anche l’essere umano, un tempo che ha segnato la mutazione ideologica, psicologica e culturale dell’individuo, socialmente atomizzato e sradicato dalla sua geografia territoriale, ridotta ad una progressiva condizione di evanescenza, dai nuovi processi di interazione tecnologico virtuale, divenuto un consumatore passivo e un lavoratore precarizzato e sfruttato. Il popolo dei voucher, i miserabili rimasti senza lavoro, oppure i disperati che abitano le periferie delle città italiane non possono più votare il Pd, un partito che si dichiara di “centro-sinistra”, ma che ormai ha subito un’alterazione neoliberista tale che riesce ad intercettare solo i voti dell’alta borghesia dei quartieri alti, ed ancora (per poco) quello dei dipendenti statali e dei pensionati.

Ecco perché il rottamatore è stato rottamato da una buona parte del popolo italiano, perché il partito di governo, se vuole governare appunto, deve sottostare ai diktat della troika, e rispettare tutte le clausole dei trattati imperiali e la dittatura dell’euro. Oggi però le violenze inferte sul corpo sociale non possono più essere tollerate, il possibile prossimo fallimento di altre banche incombe minaccioso sui risparmi dei correntisti, che cominciano a capire il gioco criminale in atto. Quindi per ironia della storia, il M5S, accusato da sempre di essere troppo virtuale e slegato dal territorio, raccoglie oggi più consensi dei vecchi partiti di sempre, pur legati al territorio, che però hanno profondamente tradito, collaborando con il potere finanziario internazionale a spellare i polli ancora rimasti sullo scenario sociale italiano. È avvenuto quindi quell’inevitabile scollamento, tra partito e territorio, sono sparite le radici della geografia sociopolitica, che trovava linfa vitale nella interazione tra le rappresentanze politiche e il “loro popolo”.

Intanto il M5S, deriso, sbeffeggiato, screditato da tutti gli organi d’informazione, si aggiudica 19 ballottaggi su 20, e lo ha fatto con il lutto al braccio per Gianroberto Casaleggio, mentre Beppe Grillo tornava sul palco a fare spettacoli. Roma rappresenta l’anticamera di Palazzo Chigi, Torino una vittoria ancora più geniale. E infine Di Maio, il più ricercato dalle telecamere, parla da leader in pectore e lancia la sfida a Matteo Renzi: «I cittadini ci hanno riconosciuto la capacità di governare … ora siamo pronti per l’Italia». Quindi #matteostaisereno e non ti crucciare, il tuo compito al servizio delle oligarchie dominanti l’hai svolto perfettamente, e la tua foga riformista ti riserverà comunque una vagonata di euro … anche se purtroppo per l’ultima riforma di ottobre … non potrai evitare di riveder le stelle …

Rosanna Spadini

Fonte: www.comedonchisciotte.org

21.06.2016

62 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
spadaccinonero
spadaccinonero
21 Giugno 2016 1:00

cito

"belle, capaci, promettenti"

perché non ci racconti di cosa si occupa il papi della appendino?

a riveder le stelle

XD
marcopa
marcopa
21 Giugno 2016 7:37

Ho pubblicato un post sul forum, con un tablet che non so ancora usare…

ma nei quartieri di Roma il M5S gestira’ situazioni dove le battute di Grillo e la conoscenza dei flussi informati sul web conteranno poco.
Trovera’ problemi enormi e dovra’ mobilitare risorse umane finora estranee al Movimento. Enormi sono pero’ anche le potenzialita’ , pensate alla rivoluzione nell’energia e nella gestione dei rifiuti che puo’ essere iniziata se il M5s riuscisse a mobilitare le migliori competenze del settore.
Enormi problemi ed enormi potenzialita’.
Sara’ interessante seguire ed impegnarsi in quello che avverra’ a Roma nei prossimi mesi.
Unaltrouniverso
Unaltrouniverso
21 Giugno 2016 7:42

Mah, facciamolo sto governo 5s, tutti duri e puri sembrano adesso, poi viene Rockefeller e se li compra tutti per 500 lire..

gaia
gaia
21 Giugno 2016 7:43

Di tutto si potrà accusare la signora Spadini fuorché di femminismo.

Infatti ha dipinto le due "ragazze" di Roma e Torino come mai si sarebbe inverato con un uomo; con i gay non mi pronuncio.

E’ sufficiente leggersi l’articolo per evincere quanto da me stigmatizzato, non mi va di sottolinearlo perché non mi riconosco nel metodo.

PietroGE
PietroGE
21 Giugno 2016 8:23

Non è una valanga e la fotogenicità c’entra poco con la vittoria dei 5S. C’è stata una apertura di credito da parte dell’elettorato dovuta in parte alla novità del team che si presentava, in parte alla crisi del governo e in parte al declino di FI e del centro destra che si ritrovano senza un programma chiaro con un leader contestato dalla parte cosiddetta moderata e l’altro che ormai pensa solo alle sue aziende. In un panorama politico tripolare come quello italiano quando due poli sono in crisi l’altro vince di sicuro.

Ai ballottaggi poi la gente vota per il meno peggio. Io ha votato per la Raggi perché non volevo avere un sindaco come Giachetti. Vedremo che cosa combinerà in nuovo sindaco.

Fischio
Fischio
21 Giugno 2016 8:30

Marx, Lenin, Gramsci, Rosa Luxemburg, hanno speso la vita per spiegarci anche con la pratica il significato della ‘lotta di classe’. Il M5S rappresenta l’opposto di quei dettami. Integrato perfettamente col Sistema Capitalista nonchè scelto e supportato da multinazionali, specula sulla debolezza e la rabbia della gente evitandone così l’indirizzo rivoluzionario. Si lascia andare a competizioni di ordine istituzionale assumendone caratteri che coincidono con gli interessi della borghesia e quindi contro i lavoratori (la proposta dell’eliminazione dei sindacati in quanto tali ne è la dimostrazione più evidente)…. Aggiungo inoltre che all’interno dei 5stelle si muovono organicamente anche parecchie anime fasciste…Perciò, attenzione, attenzione, attenzione!!!

Rosanna
Rosanna
21 Giugno 2016 8:42

PietroGE, probabilmente le proposte dei 5 stelle sono gradite ai cittadini, non solo a Roma e a Torino, ma in tutta Italia, infatti la vittoria ha riscontrato livelli altissimi di consenso su tutto il territorio  nazionale, e certo ora arrivano i veri problemi, aggravati anche dal fatto che i comuni ereditati sono stati devastati da politiche sbagliate, che hanno caricato debiti milionari sulle spalle dei cittadini, ma se le due giunte a 5 stelle cercheranno di realizzare quello che hanno promesso … come sta succedendo a Torino, dove il nuovo sindaco Appendino ha chiesto le dimissioni di Profumo … beh … ne vedremo delle belle !!

Appendino chiede le dimissioni di Profumo. Compagnia Sanpaolo: «Siamo autonomi dalla politica»

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2016-06-20/appendino-chiede-dimissioni-profumo-compagnia-sanpaolo-siamo-autonomi-politica-182510.shtml?uuid=ADAI9nf

Quanto al fatto poi che il MoV sappia usare ogni strumento informatico tecnologico mediatico e digitale nel miglior modo possibile … è sotto gli occhi di tutti … e anche questo serve nella "società dello spettacolo" … poi certo la crisi sta macinando vittime giorno dopo giorno, a differenza di quello che ci raccontano i media … che però ormai vengono percepiti sempre più come assolutamente propagandistici …

Albertof
Albertof
21 Giugno 2016 8:52

Beh… aldilà di quello che fa il papi … direi che già la sua laurea alla Bocconi la qualifica ampiamente. Spero che non metta in pratica le "teorie economiche" che le hanno iniettato altrimenti stiamo freschi. Scusate il tono "da bar" ma rende bene l’idea. 

Rosanna
Rosanna
21 Giugno 2016 9:04

Il M5S non ha mai detto che avrebbe combattuto il capitalismo o che sarebbe uscito dalla Nato, però sta cercando di fare una "rivoluzione" all’interno del sistema … una rivoluzione a difesa del pubblico contro il privato, del welfare contro la deriva neoliberista delle privatizzazioni, dell’uso delle energie rinnovabili contro i potentati del petrolio, della tutela del territorio e dell’ambiente contro l’inquinamento selvaggio … e ancora sta sostenendo una guerra contro le oligarchie finanziarie che stanno sfruttando il sistema eurista per defraudare i correntisti o gli azionisti delle banche … e se arriveranno al governo della nazione dovremo aspettarci anche l’uscita dall’euro …

quindi non mi sembra abbiano delle idee disprezzabili … comunque non mi concentrerei su categorie politiche ormai superate dalla storia … perché essere di sinistra oggi significa sostenere politiche a favore del pubblico, dei diritti, del welfare, del lavoro … contro il sistema neoliberista devastante che sta distruggendo l’Italia …

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2016-06-20/appendino-chiede-dimissioni-profumo-compagnia-sanpaolo-siamo-autonomi-politica-182510.shtml?uuid=ADAI9nf

Appendino chiede le dimissioni di Profumo. Compagnia Sanpaolo: «Siamo autonomi dalla politica»

Rosanna
Rosanna
21 Giugno 2016 9:08

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2016-06-20/appendino-chiede-dimissioni-profumo-compagnia-sanpaolo-siamo-autonomi-politica-182510.shtml?uuid=ADAI9nf Appendino chiede le dimissioni di Profumo. Compagnia Sanpaolo: «Siamo autonomi dalla politica» Chi ha fatto certe scelte che ho contrastato, come aumentare gli stipendi, deve fare un passo indietro». Il neo indaco di Torino, Chiara Appendino [argomenti.ilsole24ore.com], fa un attacco a Francesco Profumo [argomenti.ilsole24ore.com], presidente della Compagnia di San Paolo, dopo che quest’ultimo ha fatto approvare dalla Fondazione un provvedimento che crea un tesoretto da 400mila euro riservato all’aumento degli stipendi dei vertici della compagnia. Secondo il neo sindaco, che oggi ha tenuto il suo primo intervento pubblico in Comune a Torino dopo le elezioni di ieri, Profumo si dovrebbe dimettere. «Verificheremo la situazione delle partecipate», ha detto ancora la Appendino, sottolineando di volersi ispirare ai criteri di trasparenza, partecipazione e meritocrazia per quanto riguarda le nomine. Il neosindaco di Torino ha ribadito di non aver condiviso la scelta della precedente giunta di aver nominato alcuni vertici negli ultimi giorni prima della campagna elettorale (Francesco Profumo alla Compagnia di San Paolo e Paolo Peveraro alla presidenza dell’Iren) e ha riaffermato la necessità di «inserire il semestre bianco», ovvero un periodo nel quale non potranno essere effettuate le nomine. “Chi ha fatto certe scelte che ho contrastato, come aumentare gli… Leggi tutto »

pippospano
pippospano
21 Giugno 2016 9:51

Stavo leggendo i post all’articolo della Spadini….pur riconoscendo che criticare e’legittimo e a volte se fatto in buona fede anche costruttivo…una dico una sola persona che si auguri di sbagliarsi e che si auguri anche questi giovani sindaci riescano dove gli altri hanno fallito?!?!?

A prescindere dall’appartenenza politica religiosa o di culto…siete Italiani oppure no!?!?!?

fabionew
fabionew
21 Giugno 2016 10:01

Karl Marx, nei suoi scritti giovanili ancor più che in quelli più maturi, aveva profetizzato anche il ruolo dominante della “Aristocrazia finanziaria” : “Mentre l’aristocrazia finanziaria faceva le leggi, dirigeva l’amministrazione dello Stato, disponeva di tutti i pubblici poteri organizzati, dominava l’opinione pubblica coi fatti e con la stampa, in tutti gli ambienti, dalla corte sino al Café Borgne, si spandeva l’identica prostituzione, l’identica frode svergognata, l’identica smania di arricchirsi non con la produzione, ma rubando le ricchezze altrui già esistenti.” Quello che non abbiamo ancora capito è che oggi la cosiddetta "lotta di classe" vede lo scontro tra due sole classi di persone : – quella di tutti i cittadini che con la loro vita e il loro lavoro rappresentano l’economia reale, i quali costituiscono più del 99% della popolazione mondiale; – quella dell’aristocrazia finanziaria e di tutti i loro accoliti, che hanno come attività prevalente la creazione e moltiplicazione del denaro con un clic, oltre al mantenimento di tutti i loro privilegi di casta, i quali costituiscono meno dell’1% della popolazione mondiale. Ma non c’è nel 99% la percezione di questa suddivisione in classi, seguitiamo a contrapporci e dividerci tra di noi, nel frattempo quel 1% della popolazione si… Leggi tutto »

Eshin
Eshin
21 Giugno 2016 10:06

Bella osservazione. 

IVANOE
IVANOE
21 Giugno 2016 10:07

Rosanna capisco l’euforia ( non sò quanti anni hai…probabilmente sei più giovane di me..) ti ricordo che prima del M5S nella sfera del sistema di yalta capitalistico-massonico e atalantista della NATO… ) c’e’ stato lotta continua ( liguori fa il giornalaio di destra per berlusconi… ferrarra idem ) dp ( con capanna che scrive libri e li presenta nei salotti borghesi…mica a torbella monaca… ) pdud ( di magri.. il playboy di sinistra che frequentava yact e donne mondane mica  le brave ragazze di borgata che volevano mettere su famiglia… ) i radicali di pannella e bonino ( bonino la grande femminista che ha fatto lievitare l’età della pensione delle donne a 70 anni !!! ) per non parlare di rutelli…., RC di bertinotti l’uomo dai maglioni firmati che abita con tanto di scorta in uno dei più prestigiosi quartieri di roma mica a corviale e primavalle siamai !!! ) poi è arrivata la Lega di bossi il celodurista… e anche qua si è peduto tra scandali e scandaletti con annesso coccolone che lo ha lasciato deficiente perchè a via veneto si era incontrato con una celebre show girl e mica poteva andare con sua moglie… )Rosanna cosa ti voglio… Leggi tutto »

Eshin
Eshin
21 Giugno 2016 10:23

."…le tante presenze giovanili, sguinzagliate nei corridoi del potere…"

Molto suggestivo. 
Vedo volare ossicini. 

C’è una novità davvero importante rispetto ai partiti del passato. Qui si vede spirito di comunità, collaborazione. 
Prevale il NOI e non l’IO.  I padri hanno lasciato il campo, i figli sono cresciuti. 
Sono curiosa e voglio essere fiduciosa.  

Se pensiamo che sempre e sempre si tonfa e tutti  i giochi sono scritti e saranno eseguiti  possiamo anche chuidere, metterci a sonnichiare e aspettare la fine. Mi pare che la generazione in mezzo sia piuttosto silente e rassegnata.
La gioventù spicca il volo, hanno tutto da vincere. Anche questo mi pare nuovo. una forza abbastanza esplicita molto giovane e appunto sguinzagliata… 
PietroGE
PietroGE
21 Giugno 2016 10:29

Più che Marx, sarebbe giusto citare qualche altro documento che prevedeva agli inizi del secolo scorso il controllo e la manipolazione del popolo a fini di dominio e di sfruttamento. Il dominio ha come presupposto le gestione del discorso da entrambi le parti in modo tale da indirizzarlo verso obiettivi prestabiliti senza che coloro che si combattono da una parte e dall’altra riescano a capire.

Per questo si usa un movimento e lo definisce anti sistema, gli si dà connotati rivoluzionari, si cura l’apparenza e i programmi appetibili all’elettorato mettendo però i paletti sui problemi e le tematiche che contano veramente : la globalizzazione, in particolare quella finanziaria, l’euro e l’immigrazione. Si blandisce il nuovo movimento con elogi sui media più illustri e influenti e con contatti con persone altolocate et voila, les jeux sont faites.  Un esempio classico.

Prendo atto che una riforma seria del sistema finanziario mondiale non è all’ordine del giorno. Sicuramente non in Europa (in Germania qualcuno aveva sollevato il problema ma è stato messo subito a tacere) e forse neanche negli USA, certamente no se vince la Clinton.

temuchindallaCina
temuchindallaCina
21 Giugno 2016 10:43

A me piace l’ottimismo della Rosanna, ma, bisognerebbe guardare un po’ dietro i facili entusiasmi e analizzare a fondo ciò che è successo e non limitarsi al risultato. Parafrasando una partita di calcio, è come aver vinto a tempo scaduto, su autorete, quando la squadra avversaria, giocava con molti vecchi e bolliti giocatori, il tutto, seguito da uno stadio semivuoto. Ora, i 5s, laddove hanno vinto, lo hanno fatto perché i voti del centrodestra li hanno aiutati, e qui sfido chiunque, con numeri alla mano, a contestarli. D’altra parte è ben noto a tutti che, appena i finito il primo turno, Salvini incontrò Di Maio, e cosa si dissero? E come mai Berlusconi si recò in ospedale subito dopo le elezioni del primo turno? Pensate davvero che fosse per una reale incombenza? E come mai il Berlusca ha fatto di tutto per non mandare un candidato forte a Roma per scontrarsi con la Raggi? E a Napoli chi ha vinto? Non certo il 5s. E a Bologna e a Trieste e a Milano? Insomma, un’analisi un tantino più approfondita e una reazione un po’ più prudente andrebbe fatta. Il tutto poi, bisogna ricondurlo ad un dato pesante e inequivocabile, ha votato… Leggi tutto »

SanPap
SanPap
21 Giugno 2016 10:47

Se dovessi descrivere con poche parole queste elezioni le definirei "la vendetta dei traditi, di destra e di sinistra" Chi votava destra si è trovato di fronte alla scelta "non voto" "voto e do un calcio in culo a chi mi sta sui coglioni", quasi tutti (86 %) hanno fatto quest’ultima scelta. Alcuni che votavano destra e che conosco, me lo sono venuti a dire chiaramente: non votiamo il movimento, votiamo contro il Pd. Ed è bene che il movimento se lo ricordi. Sono voti in prestito. Chi votava sinistra deve essere diviso in due gruppi: i vecchi e gli altri.Fino alle ore 17.30 l’affluenza è stata bassissima, più bassa di quella registrata al primo turno; i votanti arrivavano in carovana, con i bastoni per camminare, le stampelle, le sedie a rotelle, pochi con le prorpie gambe, dai palazzi della zona notoriamente "rossa", qualcuno ha commentato: il Pd ha scoperchiato le tombe. Sono quelli che credono nel partito comunista, come era narrato in Don Camillo e Peppone. Sono voti in estinzione. Francamente ho pensato che se le cose fossero continuate in quel modo o quasi Virginia non ce l’avrebbe fatta.Poi, dopo le 17.30, il tipo d’elettorato è cambiato. Il conteggio,… Leggi tutto »

Rosanna
Rosanna
21 Giugno 2016 10:49

IVANOE, riconosco insieme a te che la sinistra ha subito una mutazione identitaria a partire da Berlinguer e il suo compromesso storico … e quindi conosciamo perfettamente la storia, ma non dimentichiamo che è subentrato quel consumismo che Pasolini definisce "il nuovo fascismo" da cui il popolo italiano non si sarebbe più potuto liberare … divulgato dalle tv che entravano nelle case e diffondevano il nuovo verbo … per Grillo però non credo, come dici tu, che sia stato colluso con il potere craxiano del tempo, se ricordi la famosa battuta sui socialisti, che accompagnava il suo viaggio in Cina … che poi abbia preso coscienza attraverso il tempo, ne sono pienamene convinta, certo è sempre stato impegnato politicamente anche con gli spettacoli e con i suoi interventi televisivi … non troppo frequenti, perché se ricordi era stato bannato dalla tv per lungo tempo … certo, non è un novello Marx, e non ci possiamo aspettare che il MoV possa combattere il capitalismo o uscire dalla Nato … questo non l’ha mai detto e non ha intenzione di farlo, perché credo anch’io che siano battaglie velleitarie, per il momento … poi magari i tempi potrebbero anche maturare in quel senso… Leggi tutto »

Rosanna
Rosanna
21 Giugno 2016 10:58

Hai ragione Eshin… una forza politica "giovane" e sguinzagliata tra i dinosauri della casta padrona e corrotta … la nuova generazione che si prende la rivincita verso il sistema che l’ha voluta cancellare dalla storia … per di più sembrano decisi a rispettare con coerenza le promesse fatte, come del resto hanno fatto di frequente … quindi staremo a vedere se ci riusciranno

Rosanna
Rosanna
21 Giugno 2016 11:09

Beh … l’ho detto anch’io temuchin che gli orfani della destra hanno aiutato la spallata a Renzi … però non darei tutto il merito a loro, anzi mi sembrano in grave difficoltà … il Berlu sta veramente male e non sta fingendo, per di più ha sbagliato strategia, perché ostacolando Salvini e la Meloni, ha impedito a quest’ultima di arrivare al ballottaggio, che sarebbe stato più arduo vincere rispetto a quello con Giachetti … credo però che la Raggi avrebbe comunque vinto, magari non con le stesse cifre bulgare

per di più la politica del MoV, che raccatta voti da sinistra e da destra, sembra essere predisposta per vincere tutti i ballottaggi … quindi l’aiuto delle destre è stato fondamentale, ma non determinante … e poi è stata una scelta obbligata e necessaria … nessun accordo sottobanco tra Salvini e Di Maio

IVANOE
IVANOE
21 Giugno 2016 11:11

Rosanna ti ringrazio della tua pacatezza con la quale mi hai risposto, anche perchè io sono stato piuttosto secco nel mio commento, purtroppo Rosanna capisco che il M5S è una novità e mi spiace deludere con i miei capelli grigi gli entusiasmi giovanili che avevo anch’io quando pensavo e speravo che una certa spinta a volte anche eccessiva della cultura di sinistra poteva riscattare mio nonno maltrattato ai tempi del fascismo e messo alla fame di mio padre che faceva l’operaio e l’ho visto molte volte abbassare la testa e c’era la DC per sfamare i suoi quattro figli, oggi anch’io alle stesse condizioni costretto ad accettare la "discrezionalità " della mia azienda che ti fa passare davanti il raccomandato di turno o l’opportunista del caso…e oggi ho figli che vivono in una società precaria non solo a livello economico ma di valori.Mi dispiace per tutti quei giovani che come me credevano nel riscatto delle loro famiglie di lavare i torti subiti con la sana giustizia della logica del bene e non della perfidia e delle trame sotterranee.Detto questo purtroppo il personale politico del M5S proviene come diceva Pasolini da qui ragazzi del 68 di valle giulia che tiravano sassi… Leggi tutto »

IVANOE
IVANOE
21 Giugno 2016 11:14

Però ha già detto, di fronte alle bandiere della NO TAV che sventolavano, che " un sindaco non può bloccare i lavori…ma può cercare il dialogo " …mi da tanto di democristiano…
Ma come per diamine un sindaco non può bloccare i lavori !!!
Come non lo può fare ! Lo può fare, lo può fare…
Ma si guarderà bene di farlo…

IVANOE
IVANOE
21 Giugno 2016 11:58

Mazzette per appalti campi rom: 4 arresti e perquisizioni al Comune di Roma

Il giro di tangenti
riguarda funzionari del dipartimento politiche sociali e salute e risale
al periodo compreso tra la fine del 2013 e il marzo del 2014…

Eppur si muove… stranamente ad un giorno dall’insediamento della raggi la struttra massonica-mafiosa romana si sta muovendo subito… ovviamente ad essere incriminati magari sono 4 funzionari del comune che non ne sanno veramente niente…come voevasi dimostrare già mandano messaggi alla raggi… ovviamente per metterla in difficoltà, in sostanza  sarà cominciata la pulizia al contrario, in galera gli onesti e al comune i furbi e gli opportunisti…

Rosanna
Rosanna
21 Giugno 2016 12:26

Carissimo IVANOE, anche se l’entusiasmo è giovanile non lo è certo l’età … comunque hai ragione quando dici che l’Italia è un paese di  destra, la sinistra in parte ha tradito e in parte si è fatta fagocitare dal nuovo consumismo e dalla società dei consumi … ora però la situazione si è fatta drammatica, perché il nuovo capitalismo finanziario non ha più bisogno del lavoro per produrre e per fare profitto … quindi anche una forza politica che cerchi di frenare l’inarrestabile e trovare modalità di risoluzione per le questioni sociali … cercando di salvaguardare il benessere degli italiani … non credo sia completamente negativa.

ProjectCivilization
ProjectCivilization
21 Giugno 2016 12:48

Autosuggestionarsi per non affrontare i problemi ? Non mi piace . Il Movimento progressista , non e’ ancora nato .

Rosanna
Rosanna
21 Giugno 2016 12:52

Una descrizione del degrado cui è stata sottoposta la capitale d’Italia di straordinario realismo … non c’è altro da aggiungere al tuo affresco, illuminante e deprimente insieme … se non che siamo ad una svolta politica e sociale della vita italiana … e se non si volta pagina, siamo destinati a morire come popolo, nazione, lingua e cultura …

certo che quei vecchietti in carrozzina che sono accorsi a salvare il Pd restano degli eroi della patria … e comunque se venisse voglia di fare un bagnetto sul litorale di Ostia, converrebbe a questo punto tirare dritto …

fabionew
fabionew
21 Giugno 2016 13:13

Ho tirato fuori Karl Marx perchè è citato nell’articolo di Rosanna, ma pochi sanno che nei suoi scritti giovanili aveva chiaramente individuato nell’economia finanziaria il problema più grande.

Sono quindi d’accordo sul fatto che il potere ha bisogno di attuare "il controllo e la manipolazione del popolo a fini di dominio e di sfruttamento", e che per questo individua due parti contrapposte (la destra e la sinistra) per gestire il "discorso da entrambi le parti in modo tale da indirizzarlo verso obiettivi prestabiliti senza che coloro che si combattono da una parte e dall’altra riescano a capire".
Il M5S crea solo problemi a questo potere, perchè è composto esclusivamente da semplici cittadini che non hanno legami ed interessi con questo sistema e che crea un terzo polo che sconvolge gli equilibri precostituiti, per questo è avversato dai media, dalle due parti dx e sx, dai poteri forti e dalle banche. 
I primi passi dell’Appendino (dimisioni di Profumo, Presidente della più grande Fondazione Bancaria Italiana) sono un primo assaggi, e la Raggi ha già detto che le partecipate ed il debito saranno i primi temi di cui si occuperò … il buongiorno si vede dal mattino !   
Emanuele_C
Emanuele_C
21 Giugno 2016 13:29

Avrei voluto vedere anche la Bedori a Milano.

temuchindallaCina
temuchindallaCina
21 Giugno 2016 13:48

Carissima, che il Berlu stia veramente male non mi pare, e lo testimonia il fatto che fra poco tornerà a casa, per un uomo di quasi 80 anni, con problemi di varia natura, non è male….e infatti secondo me hanno enfatizzato il problema fisico, non sto dicendo che non ce l’avesse, ma ne hanno approfittato per defilarsi. Riguardo a Roma, non ha sbagliato strategia, accidenti, ma perché lo capiscono in pochi, lui ha volutamente fatto casino a Roma, per molti motivi, infatti, questo casino, lo ha fatto solo a Roma e non in altre città. La Raggi, in ogni caso, avrebbe vinto a mani basse, perché la situazione romana è disastrosa e perché nessuno ci vuole mettere le mani…. la politica del movimento, che, scusami, non ho ancora capito qual è, perché ci sono molte anime al suo interno, ha ricevuto i voti da destra (moltissimi) e da sinistra (pochi) semplicemente per opportunità degli altri. Insomma, volevano fare fuori molti del PD e ci sono riusciti, ora però, hanno il cerino in mano e se la devono giocare. Anche tu dici che non c’erano accordi, anche amici miei leghisti hanno detto la stessa cosa, fatto sta che basta guardare i voti nei… Leggi tutto »

temuchindallaCina
temuchindallaCina
21 Giugno 2016 13:52

Certo, ma, anche loro non sono dotate di bacchetta magica, se non cambi l’apparato, lo scheletro, tu puoi cambiare il sindaco, ma sarà sempre peggio.

IVANOE
IVANOE
21 Giugno 2016 13:56

Gentilissima Rosanna, scopro che siamo più vicini di quello che penso…
Ti auguro e mi auguro che sia così…
Ma dubito solo del fatto che ormai il decadimento è talmente avanzato che abbiamo raggiunto il punto di non ritorno… perchè manca la credibilità e il modello da seguire… e tu non sai quanto è importante avere credibilità che nessuno da più a nessuno… chi è ai vertici e comanda le pulsioni umane hanno giocato in modo demoniaco utilzzando i mass-media prorprio per devastare la credibiità di tutto e tutti dalla chiesa al M5S al papa al presidente della repubblica e senza nemmeno sforzarsi troppo…perchè già erano di loro compromessi…
Ci salverà solo un miracolo o la concatenazione di combinazioni favorevoili…non sò.
un saluto

spadaccinonero
spadaccinonero
21 Giugno 2016 13:59

e allora?

per me chi si occupa dell’unghia incarnita mentre si dimentica del tumore è solo un vile collaborazionista
Rosanna
Rosanna
21 Giugno 2016 14:02

Anch’io … non ho capito cosa è andato storto … e comunque anche se non aveva molte chance di vittoria, però avrebbe potuto intercettare i consensi di Sala e magari favorire Parisi … così la sconfitta sarebbe stata definitiva

Rosanna
Rosanna
21 Giugno 2016 14:17

Cavolo … ma guarda che strano … in un mondo fatto solo di depravati, criminali e collaborazionisti si salvano solo i troll …

Emanuele_C
Emanuele_C
21 Giugno 2016 14:18

Io un’idea ce l’ho e non vorrei che il M5S diventasse "Amici" della politica.

donjuan
donjuan
21 Giugno 2016 14:45

No , non li può bloccare . informati …

donjuan
donjuan
21 Giugno 2016 14:49

Grande Rossana !

donjuan
donjuan
21 Giugno 2016 14:56

Grande Rossana !

Rosanna
Rosanna
21 Giugno 2016 15:02

E’ vero … non può bloccarla, ma potrà boicottarla se mai, come il sindaco di Parma, Pizzarotti, che non poteva impedire la costruzione dell’inceneritore, ma poteva boicottarne l’avvio ed anche impedirne la definitiva privatizzazione … infatti è stato anche sospeso, perché invece di boicottare IREN, ha boicottato il MoV

http://video.repubblica.it/edizione/torino/appendino-un-sindaco-non-puo-bloccare-il-tav-ma-portero-le-ragioni-del-no/243852/243899

Appendino:"Un sindaco non può bloccare il Tav ma porterò le ragioni del no"
"Un sindaco non può bloccare la
Torino-Lione, ma porterò al tavolo le ragioni del no". Così Chiara
Appendino, nel corso della sua prima conferenza stampa da sindaco di
Torino, a proposito della Tav. "Mi siederò al tavolo, dialogherò con
tutti, anche con quelli che pensano che sia giusto farla – ha detto –
valuterò le ragioni loro, e se non c’è dialogo valuterò anche di
lasciare il tavolo", ha concluso sottolineando che "questo voto ha
dimostrato che si è riaperto un dibattito in città".

http://www.ilgiornale.it/news/politica/appendino-attivista-no-tav-non-posso-fermarla-1273881.html

La Appendino sulle barricate: "Tav? Sosterrò fronte del no"

Il
nuovo sindaco di Torino promette di "portare avanti le ragioni del no"
al tavolo di discussione sulla tratta ad Alta velocità fra Torino e
Lione

donjuan
donjuan
21 Giugno 2016 15:06

Complimenti .  bella osservazione….sembriamo su fb..

JeanPaulGuilloche
JeanPaulGuilloche
21 Giugno 2016 15:33

Aa’ lasser en lle coia orn n’ omenta gurtha!!!! 

(Quenya S)
SanPap
SanPap
21 Giugno 2016 15:37

Quello che ho scritto mi ricorda l’argomentare di Bacco, nel Bacco in Toscana di Redi: via via che assaggia il vino toscano le sue frasi sono sempre più abborracciate, proprio come le mie; peccato che nel mio caso la causa non sia il vino ma la rabbia. Il comizio di chiusura del Movimento si è tenuto a 100 m. di quell’edificio di cui ho parlato. Durante in fascismo era adibito a spogliatoio per i bambini della colonia marina; la colonia vera è propria era di fronte sull’altra parte della strada. Dopo anni d’abbandono e iniziato un lento restauro. Ora contiene una biblioteca (dedicata ad Elsa Morante), un albergo (il Litus), un teatro (teatro del Lido), un centro d’accoglienza, una chiesa, un ampio parcheggio (in parte occupato da un deposito a cielo aperto di amianto; l’amianto si trovava sul tetto di una scuola elementare, è stato tolto e depositato in questo parcheggio; la scuola e parcheggio distano circa 6 metri; e hanno il coraggio di parlare di bonifica e messa in sicurezza); la parte restaurata della colonia marina è più o meno la metà. Mentre  ascoltavo il comizio di chiusura la guardavo, mi sono venute in mente tutta una serie di domande: ma… Leggi tutto »

permaflex
permaflex
21 Giugno 2016 15:54

Intanto ci si riprende la sovranità al contempo si pone a frutto un grande tesoro,forse l’ultimo rimasto:la corruzione;i soldi pubblici spesi e sprecati in favore dei privilegiati ritornano nella tasche dei cittadini.

permaflex
permaflex
21 Giugno 2016 16:01

Il comune di Raggi non è insediato prima và fatta la derattizzazione dei locali

IVANOE
IVANOE
21 Giugno 2016 16:25

ragazzi su dai ma inforatevi voi !
E’ ovvio che il sindaco do torino ha competenze solo su torino…ma può ritardare non facendo o non dando supporto alle attività dei comuni vicini, può non autorizzare lo scavo di cavi che portano energia o dati alla stazione di torino…. perchè la tav è la che deve passare con le infrastrutture informatiche…e sapete che vuol dire bloccare do fatto i lavori, fargli fare solo uno scatolone initulizzabile… e mandando alla malora investimenti irrecuperabili a causa dell’azione del tempo… può bloccarla la tav può bloccarla fidatevi…non boicottarla ma bloccarla amministrativamente…ma lo farà ? O arriverà la telefonata tuonante di qualcuno della UE ?
Arriverà la telefonata…però se blocchera la tav acquistera di credibilità lei ed il movimento 5 stelle.

Moreno
Moreno
21 Giugno 2016 16:33
Non capisco i motivi di chi critica l’articolo .
Il trionfo dei 5stelle a queste amministrative è l’unica notizia positiva di questo periodo . La vittoria dei 5stelle vuol dire , dove amministreranno , trasparenza , città più pulite , lotta alla corruzione , più soldi per le politiche sociali nei limiti del possibile : di questi tempi mi sembra già una gran cosa … E poi soprattutto vuol dire , contemporaneamente , un freno alla crescita delle destre radicali e l’inizio della fine per il Renzismo .. Boh , non capisco i motivi di chi critica .. 
Valdo
Valdo
21 Giugno 2016 16:41

Ci sono diversi castori in circolazione… gente che credeva a bufale come la sinistra radicale o i Le Pen de noantri… e che si rifiuta di ammettere di aver disprezzato l’unico cavallo vincente che possa costruire una alternativa…

spadaccinonero
spadaccinonero
21 Giugno 2016 18:14

la bellezza di 15 commenti e nessuno mi ha ancora detto cosa fa il papi della appendino

XD
Albertof
Albertof
21 Giugno 2016 18:21

da L’Espresso:

" Il padre Domenico è stato per trent’anni dirigente ed è ora vicepresidente esecutivo di Prima Industrie , …, presidente il Gianfranco Carbonato che guida Confindustria Piemonte…"
Eccoti accontentato. 
XD
spadaccinonero
spadaccinonero
21 Giugno 2016 19:19

inoltre è un precursore delle delocalizzazioni in Cina…

ti sembra quindi una persona da votare?
io non avrei votato una persona con un pedigree del genere NEMMENO SOTTO TORTURA
cardisem
cardisem
21 Giugno 2016 19:26

Rosanna, apprezzo in genere le tue cose, ma non mi pare che tu sia di Roma… io si, ma non posso dirti qui ciò che io so e tu non sai…
Io sono molto preoccupato e non ho animo di festeggiare alcunché.

Fischio
Fischio
21 Giugno 2016 19:31

Se si capisce che il problema risiede, al di là dei tempi, nel dualismo Capitale-Lavoro, la discussione può avere un senso, altrimenti qualunque nota cade nel nulla di fatto….Per inciso faccio presente che abito a Livorno, città dove amministra il M5S. La situazione è TRAGICOMICA. La stessa cosa mi risulta in quel di Parma. E non poteva essere diversamente data l’incompetenza e la mancanza storico- politico-culturale dei 5stelle, un movimento senza capo (a parte il folle Grillo e le multinazionali che lavorano dietro le quinte) nè coda. In ogni modo vedremo presto il casino che combinerà nella città che fu eterna dopo il passaggio della Raggi. Anzi sapete cosa dico: spero nella scalata al Governo del M5S, magari velocissimamente perchè altrettanto velocissimamente scomparirà finalmente dalla scena…Via tutti quelli che hanno amministrato e governato fino a oggi? Bene!!! Ma dopo i 5stelle serve un movimento politico pronto a ribaltare il Sistema Capitalista e basato sulla lotta di classe…Il comunismo non è stato sconfitto ma TRADITO…

spadaccinonero
spadaccinonero
21 Giugno 2016 19:31

adesso ti tocca spiegare perché sono troppo curioso di sapere 

ù_ù
Albertof
Albertof
21 Giugno 2016 19:47

Mah. cosa vuoi che ti dica. Io personalmente ho perso le speranze. E’ tutto già deciso, in Grecia, come in Inghilterra, come in Francia, come in .. Italia. Abbiamo già raggiunto e superato ampiamente il punto di non ritorno. La gente si doveva svegliare prima.

spadaccinonero
spadaccinonero
21 Giugno 2016 19:49

io penso che votando il 5s si provveda a :

– prendersi in giro da soli
– alimentare il torpore
Emanuele_C
Emanuele_C
21 Giugno 2016 20:11

Rispondo per me, ovviamente, ma lo specifico che é meglio. Sono tutt’altro che un lepenista o un comunista deluso ed è questo modo di "bollinare" che accomuna le tifoserie opposte, in pieno stile italidiota: per certi discorsi, basterebbe invertire le sigle PD con M5S e non ti accorgeresti della differenza in idiozia. Basta andare su FB e leggere i commenti civilissimi di certi sostenitori se provi non a fare il bastian contrario (mi stanno sul cazzo pure e peggio quelli) ma a far notare cose scontate, financo banali.Nome e Cognome del sottoscritto stanno, a futura memoria, tra quei 350.000 del 2007, ed apposti con estrema convinzione in una piazzetta semi-deserta ad un banchetto striminzito, ben prima che il Movimento nascesse.Ho fatto un’osservazione ben precisa, perché la Bedori no? Mi devo fermare alle sue dichiarazioni? Beh, scusate, non mi sono bastate.Il mio timore? Che la coscienza civile, la quale ha bisogno di tempo per cristallizzare davvero intorno ad una rivoluzione come quella che il Movimento porta, sia molto per il tronistico "fondotinta" piuttosto che per la sostanza.Ad ogni modo, al di là della tastiera, c’é un mondo reale ed il Movimento lo aiuto più di quanto certe mie parole possano far… Leggi tutto »

ilsanto
ilsanto
21 Giugno 2016 20:49

Scusa ma per curiosità cosa ti senti di consigliare per un voto responsabile ? O pensi che andare al mare sia la soluzione migliore.

Magari passare dalla "Rappresentanza" ad una democrazia partecipativa/diretta potrebbe essere la soluzione al marasma attuale.
ilsanto
ilsanto
21 Giugno 2016 20:56

Ma che c’entra suo padre con lei, che facciamo si votano solo le persone che dimostrano di avere almeno 3 generazioni di proletari alle spalle ? ma quanto siete talebani !!!!

spadaccinonero
spadaccinonero
21 Giugno 2016 21:35

non si tratta di essere veterocomunisti o altro…

il papi della appendino non è un industriale comune bensì un precursore delle delocalizzazioni
per me la democrazia è una presa per il culo, non partecipo ad un gioco truccato IO
gli altri sono liberi di fare quel che meglio credono
pippospano
pippospano
22 Giugno 2016 11:21

Vedi il M5S e’andato al voto delle amministrazioni comunali con lo slogan Cambiamotutto ..in pratica come dici tu l’unica soluzione possibile!!

Ti ripongo la domandain in forma speculare:
Pensi che non ci riescano ..o speri che non ci riescano a cambiare il sistema????
Io personalmente gli auguro di riuscirci anche se credo che le difficolta che incontreranno saranno enormi, dato che dovranno (se lo faranno), attaccare le sacche di potere e di privilegio che si sono divorate le grandi cittä.
Dopotutto si diceva "quelli del M5S sono pazzi se credono di poter governare senza alleanze"… le stesse persone che dicevano queste cose ora cominciano a parlare di cambiare la legge elettorale perche’ hanno paura che il M5S vada al governo!!
Cataldo
Cataldo
22 Giugno 2016 13:41

@Fischio
Non esiste un primato della politica su tutto, la politica si iscrive nell’ambito del pensabile del fattibile, si esprime in una data cornice culturale ed istituzionale: per affrontare il nodo fondamentale della redistribuzione ormai la politica non basta più da sola, e questo è un problema generale di tutto l’"occidente".

Bisognerà prima riportare nell’orizzonte della nostra cultura valori ormai dissolti dal sistema capitalistico-finanziario, e richiederà tempo e sacrifici, in questo quadro l’azione del M5s è positiva, anche senza valutarne i risultati concreti, per il semplice fatto che allarga l’area di elaborazione del pensiero politico, coinvolgendo soggetti che prima ne erano stati esclusi dai meccanismi di cooptazione della sclerotica classe dirigente Italiana.