UOMINI, POTERE E MORTE…

AVVISO PER I LETTORI: Abbiamo cambiato il nostro indirizzo Telegram. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale ufficiale Telegram .

DI LAYLA ANWAR
arabwomanblues.blogspot.com

“Dì: O miscredenti,
io non venero quello che voi venerate.
Né voi venerate quello che io venero.
E io non venererò quello che voi venerate.
Né voi venererete quello che venero io.
A voi la vostra religione, a me la mia religione”

(Il Corano – I miscredenti, Sura 109)

Che titolo macabro! Eppure così vero…
Io sono “privilegiata” di essere una testimone della tragedia irachena. Privilegiata non è la parola giusta, ma forse si…
Privilegiata per essere viva, privilegiata di portare con me questa testimonianza, privilegiata di avere imparato crude verità nel modo più crudo…a carissimo prezzo…un prezzo letale…

Ma certe lezioni importanti si imparano solo così…questo è quanto mi resta da concludere…e se non uso quest’esperienza in modo positivo, ucciderà anche me.

E cosa c’è di positivo in ciò? Di per sé assolutamente niente…piuttosto il contrario…l’unica cosa positiva, e anche qui non sono sicura che positiva sia la parola giusta – ma la uso in mancanza di un termine migliore che ora probabilmente mi sfugge – il disfacimento ad opera della violenza circostanze dei miti e delle certezze che mi erano state date può considerarsi positivo…e forse io devo comunicare un messaggio al mondo, un messaggio incompleto, imperfetto, ma pur sempre un messaggio…

Dimmi chi veneri e ti dirò chi sei. Questo è quello che mi ha lasciato la tragedia irachena…

Ho capito che gli uomini venerano la Morte…davvero, non sto scherzando…il viril sesso ama uccidere, ama dare la morte – loro venerano il potere che sentono quando possono porre fine ad una vita…con qualsiasi mezzo…

Gli uomini venerano il Potere…sono loro i miscredenti, gli arroganti che non si chinano davanti al Creato…ed al Creatore…

Non tutte le forme di potere sono negative…l’auto-difesa è un obbligo, legittimo, ma non è questo il potere di cui parlo…il tipo di potere che vediamo in questo nuovo ordine mondiale è a tutti gli effetti un potere letale…e vigliacco…perlomeno nei tempi passati gli uomini erano uomini, impugnavano la spada e affrontavano faccia a faccia il nemico, non si nascondevano in super jet sganciando bombe, non si nascondevano dietro alle pistole, la polvere da sparo non faceva loro da cortina…

Perché sto parlando di uomini qui?

Ho notato che le guerre e le occupazioni sono tutte guidate dagli uomini. Ho notato che gli stupri e le torture sono commessi dagli uomini. Ho notato che i governi, la industrie, le corporazioni, i grandi giri d’affari…l’intero sistema è gestito dagli uomini…e dalle donne che nell’ombra li seguono…

Ho notato che gli uomini incolpano il “sistema”, ma che contribuiscono ad esso, lo fanno avanzare, sono parte integrante di esso…

Io, in quanto donna, non posso scindere la tragedia dell’Iraq dal viril sesso …dalla mascolinità…

Non sono una femminista, non ho bisogno di esserlo…e non credo che tutti i sistemi patriarcali siano necessariamente, intrinsecamente malvagi…e neppure i patriarchi…ma per quanto ho potuto vedere con i miei occhi, posso affermare con certezza che l’uomo moderno è la sorgente di gran parte del male…

E quando parlo di uomo moderno mi riferisco a tutti gli uomini, di tutte le religioni e di tutte le nazionalità… si, sto generalizzando…e ho ogni buona ragione per farlo.

Non mi interesso di indagare, di tirare fuori dalla maggioranza gli esemplari buoni…parlo di tendenze…e sto parlando di conseguenze. Reali, palpabili, tangibili…sto parlando della Realtà.

Gli uomini, il viril sesso, sono RESPONSABILI di gran parte delle tragedie, dolori e sofferenze inflitte su questo pianeta…

Dalle guerre alle occupazioni, alle prigioni, alle torture, alle violenze sulle donne, ai crimini, all’inquinamento della terra….il potere maschile e il suo cattivo uso sono alla radice della nostra rovina…e si tratta per certo di rovina…

Sostituendosi a Dio, l’uomo si concede ogni tipo di trasgressione, ogni genere di offesa…abusando del suo ruolo di “vice-reggente” in terra, l’uomo ha trasformato questo luogo in un inferno…un inferno in terra…

Che sia un giudeo, un musulmano, un cristiano, un ateo, un agnosta o qualsiasi altra cosa…non importa più…si lascia alle spalle le più terribili tracce, un lascito di dolore, sofferenza, corruzione e morte…una morte spirituale, morale, fisica…

Ofni cosa che cerca di costruire con una mano, la distrugge con l’altra…può spazzare via con unsolo distruttivo atto letale anni di duro lavoro…può distruggere cuori, anime, corpi, rendendoli inutili, impossibili da ricomporre…

Si è auto-venerato come una divinità, ha trasformato Dio nella sua stessa immagine, ed ha modificato la religione, l’ideologia e il resto per adattarli ai suoi istinti distruttivi…

Imbevuto di sé, o meglio, dell’illusione di sé, un se stesso disconnesso, ebbro di potere, il viril sesso ha portato distruzione su tutti i fronti…

Schiavo del proprio ego, della propria avidità, della propria sete, si crede libero…ma non è che uno schiavo…

Nascondendosi dietro la religione, i principi, le ideologie…non è che un clown che non sa neanche più far ridere…indosserà un migliaio di maschere pur di non dover guardare il proprio volto, il suo sesso, la sua mascolinità e ciò che significa essere uomo…continuerà giorno dopo giorno come un robot, come le macchine che costruisce quotidianamente…finché non si spezzerà….finché non si spezzerà…e chiederà aiuto, per capire che è solo, e che è sempre stato solo…

Il suo rifiuto di guardare in profondità, e farsi le domande serie, la sua egomania, la sua mancanza di connessione con la Fonte di tutte le cose viventi lo hanno trasformato in un essere morto e senz’anima…e non mi importa in quante moschee, chiese o templi egli vada…e non mi importa quanti libri abbia letto, e non mi importa quanti articoli abbia scritto…

Vedete, sono una tipica donna – non mi importa molto del vostro Dio, del vostro Gesù Cristo, del vostro Elohim, della vostra Divinità hindu, del vostro Buddha, del vostro Marx, Engles, Darwin, o qualsivoglia altro falso dio che venerate…io guardo il vostro operato, le vostre azioni, e controllo se seguono/corrispondono alle vostre parole…fondamentalmente guardo se agite con coerenza…e pochissimi lo fanno…

Vedete, sono una tipica donna – guardo ai risultati. E quando lo faccio, vedo uomini che faticano giorno e notte per arrivare a qualche invenzione, qualche codice genetico, qualche scoperta, qualche formula, qualche equazione…e vedo il loro lavoro al servizio della Morte…

Vedete, sono una tipica donna – vedo gli obitori, le prigioni, i segni delle torture, gli stupri, le tombe di massa, il sangue, le esplosioni, le armi, le tossine, i veleni, le vedove, gli orfani, i bambini deformi, e vedo le vostre mani maschili ovunque…dietro a queste foto…vedo le vostre mani maschili, e le donne che nell’ombra vi seguono…

Vedete, sono una tipica donna – do la Vita, e voi non date altro che Morte.

Layla Anwar
Fonte: http://arabwomanblues.blogspot.com/

Link: http://arabwomanblues.blogspot.com/2010/05/men-power-and-death.html
16.05.2010

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di ARLEQUIN

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
13 Commenti
vecchi
nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
13
0
È il momento di condividere le tue opinionix