Home / ComeDonChisciotte / UN TRIBUTO AL PROFESSORE RICHARD FALK

UN TRIBUTO AL PROFESSORE RICHARD FALK

DI GILAD ATZMON
gilad.co.uk

Questa settimana abbiamo saputo che il Human Rights Watch (HRW) ha espulso dalle sue fila il più importante ufficiale dell’ONU, il professore Richard Falk (nella foto).

I dettagli succosi sono stati gentilmente forniti dallo sfogo dell’Hasbara* israeliana, UN Watch Blog. “Abbiamo consigliato al Human Rights Watch e al suo direttore Kenneth Roth di fare la cosa giusta, e rimuovere alla fine questo nemico dei diritti umani dalla loro importante organizzazione”, ha detto Hiller Neuer, un sostenitore sfegatato di Israele e direttore esecutivo del UN Watch**. “Un uomo che supporta l’organizzazione terroristica di Hamas, e che è appena stato condannato dal British Foreign Office per il suo appoggio nascosto a un libro virulentemente antisemita, non ha posto in una organizzazione dedicata ai diritti umani”.

Tirapiedi dell’Hasbara quale è, Neuer usando ogni trucco sionista nel libro, disinforma e inganna i suoi lettori. Innanzi tutto, Hamas non è un’ “organizzazione terroristica”, è un governo eletto democraticamente e il libro al quale Neuer fa riferimento è ovviamente il mio – The Wandering who***- che è stato appoggiato da Richard Falk e alcuni dei più importanti umanisti e studiosi del nostro tempo- un libro che è stato un best-seller per 6 mesi in Gran Bretagna e Stati Uniti, è stato tradotto in dieci lingue ed è disponibile in 7 edizioni in Paesi che legiferano severamente contro ogni forma di incitamento razziale così come la negazione dell’Olocausto. Il fatto è che i sionisti e i loro gemelli “progessisti” dovranno accettare che The Wandering who è, dopo tutto, totalmente legittimo****.

Quindi, il Professore Falk ha effettivamente supportato il mio libro e, come i miei altri sostenitori, non ha ceduto alla pressione. Questo infatti dovrebbe riguardare tutti i sionisti e i loro agenti.

“una storia trasformante raccontata con risoluta integrità che tutti coloro (specialmente gli ebrei) a cui importa una pace reale, come della loro propria identità, dovrebbero non solo leggere, ma rifletterci sopra e discuterne ampiamente” Professore Richard Falk riguardo The Wandering who.

Ma il problema non sono l’UN Watch orientato tribalmente e il suo Direttore Esecutivo sionista. Dopo tutto, loro fanno solo ciò che ci aspettiamo che i sionisti facciano -mentire, molestare, abusare, e, se necessario, fabbricare l’evidenza. No, è molto più interessante il comportamento del presumibilmente “progressista” “Human Rights Watch” e il suo direttore Kenneth Roth.

Apparentemente HRW è un’organizzazione indipendente, Non-Governativa (ONG) “dedicata a difendere e proteggere i diritti umani”. Ma ci vogliono non più di pochi secondi di ricerca per scoprire che il primo benefattore del HRW è il sionista liberale George Soros e la sua Open Society Foundation- lo stesso Soros e la società “Aperta” che supporta molte delle ONG palestinesi compresa la BDS***** che può forse spiegare perchè la BDS a Ramallah era così bramosa di compromettere quel più prezioso diritto palestinese, cioè il diritto al ritorno. Non vi sorprenderà neanche sapere che lo stesso HRW finanziato da Soros è stato dedicato all'”esposizione” dei fallimenti di Hamas nelle questioni dei diritti umani? Non è questo ciò che vi aspettereste da un sionista liberale maestri nel comporre storie?
Nel mio nuovo lavoro satirico, un glossario del potere sionista che ora sto completando, includo voci per Soros e la sua “Società Aperta”. Nel libro Soros è un “ebreo che supporta tante buone cause che sono anche molto buone per gli ebrei” e la Open Society Foundation “è dedicata alla trasformazione delle persone bisognose in lettori del Guardian”. Sicuramente ora dovrò aggiungere una voce per il HRW e Roth. Entrambi sono niente meno che “sionisti foglie di fico” e, come tutti gli sfoghi dei progressisti ebraici che sono dedicati alla campagna ebrea tribale e etnocentrica, HRW è là per monitorare, controllare e addirittura soffocare qualunque critica a Israele se dovesse mai arrivare troppo vicino all’osso, ovvero toccare il carattere ebreo dello stato giudaico.

Il Professore Falk aveva poche possibilità di sopravvivere in un ambiente così tribale e il motivo è piuttosto semplice. Al contrario dello sionista Neuer, il sionista liberale Soros, e “l’anti-sionista sionista” Roth, il Professore Falk rappresenta in realtà il massimo successo del progetto sionista. Il primo sionismo prometteva di traformare gli ebrei in “persone come tutte le altre persone”. Il sionismo prometteva di portare in vita un ebreo che trascende il tribale, un ebreo che pensa universalmente e eticamente. I primi sionisti credevano anche che una trasformazione di questo tipo poteva essere realizzata solo in Palestina. Certo, avevano torto ma nessuno può ignorare il fatto che i più grandi e più prolifici universalisti ebrei sono di fatto israeliani (Prof Yishayahu Leibovitch, Prof Israel Shahak, Nurit & Miko Peled, Gideon Levy, Amira Hass, Uri Avneri, Ilan Pappe, Israel Shamir e molti, molti altri). Ma il Professore Falk e pochi altri sono riusciti a raggiungere un obiettivo simile nella Diaspora. Quegli ebrei che noi ammiriamo di più e nella cui integrità abbiamo più fiducia come il Prof Norton Mezvinsky, Prof Norman Finkelstein, Prof Falk -hanno tutti qualcosa in comune- non operano dentro le celle politiche esclusive degli ebrei. Al contrario di JVP, IJAN, HRW e Mondweiss, tutte le quali sono dedicate primariamente a promuovere gli interessi degli ebrei, essi sono dedicati a valori universali.

Quindi sostengo che il Professore Falk ci fornisce un’occhiata alla possibilità della vera emancipazione ebraica – la capacità di rompere il ghetto mentale, intellettuale e non-etico. Inoltre, quest’ultima storia del HRW’sHerem (l’espulsione di Kosher) di uno dei pù grandi umanisti della nostra generazione è in verità un evento educativo.

Per molti anni, molti di noi videro il sionismo e Israele come la madre e il padre del male contemporaneo, ma ora, molti di noi sono riusciti a realizzare che la politica progressista ebraica è un poco sinistra ma, al contrario del sionismo che è solo avvelenato dall’inganno, il discorso progressista giudeo è intrinsecamente disonesto – parla universale ma pensa tribale.

Mentre i nostri disaccordi con israele e il sionismo sono chiari, il modus operandi adottato da AZZs e il suo inesorabile tentativo di dominare il discorso progressista mentre, allo stesso tempo reprime la libertà di espressione lascia sempre più umanisti sospettosi di ogni forma di politica ebrea -sia questa di destra, sinistra o centro.

Mi piace pensare che il mio Wandering Who fosse il primo tentativo di discutere questi argomenti apertamente. L’ho scritto perchè anch’io sono un girovago che ha deciso, invece di prendere dimora nella terra di qualcun altro, di lasciare la mia terra nativa. Forse il Professore Falk ha supportato il mio lavoro, perchè, come me, anche lui è un girovago. Egli pensa su di sé, esamina la sua identità e la sua nozione di giustizia da un punto di vista trascendentale. Come me, egli è un artista, un poeta, un uomo che cerca, sfidando ogni probabilità, la bellezza, pace e verità.

Dall’altro lato, la Open Society Foundation di George Soros ha contribuito con 100 milioni di dollari alla HRW solo per fare tacere le anime guidate eticamente ed esteticamente com quella del Professore Falks e gli altri.

Gilad Atzmon
Fonte: www.gilad.co.uk
Link: http://www.gilad.co.uk/writings/watch-human-rights-watch-a-tribute-to-prof-richard-falk.html
23.12.2012

Traduzione per www.comedonchisciotte.org cuar di ILARIA GROPPI

NOTE:

*Hasbara: termine utilizzato dallo Stato di Israele e da gruppi indipendenti per spiegare la politica del governo di Israele e mostrare l’immagine di Israele nel mondo (fonte: wikipedia)
** UN Watch: ONG fondata nel 1993 affiliata all’American Jewish Commitee (comitato per la salvaguardia della sicurezza degli ebrei di tutto il mondo) e sponsorizzata dal World Jewish Congress (fondato con l’obiettivo di agire come il braccio diplomatico degli ebrei). (fonte: wikipedia)
***Letteralmente: Il “chi” girovago
**** Nella versione originale viene scritto “strictly kosher”. Kosher è un termine col quale viene indicato il cibo che può essere consumato dagli ebrei (che risponde cioè, alle regole alimentari imposte dalla religione ebraica)
***** BDS: Boycotts, Divestment and Sanctions. Movimento nato nel 2005 basato sul boicottaggio a Israele finché quest’ultimo si attenesse alle leggi internazionali e ai diritti palestinesi (fonte: bdsmovement.net)
NOTA: non ho trovato informazioni né sull’AZZ alla quale l’autore fa accenno, né sul “HRW’s Herem”

Pubblicato da Davide

  • cardisem

    Per quanti sono lettori, ammiratori e sostenitori di Gilad Atzmon o meglio della visione che rappresenta urge un coordinamento, perché il suo libro non avrà vita facile in Italia… Pur avendolo ordinato (e pagato), io ancora non lo possiedo…

  • cardisem

    Informo i traduttori di Atzmon di un progetto per una edizione italiana del suo blog…

  • anita

    Boia, che traduzione ! Si stenta a seguire il senso del discorso. Quasi peggio dei traduttori automatici.

  • Tonguessy

    Hitler Neuer, un sostenitore sfegatato di Israele..
    Hmm…