Un pene in mare?

L’equipaggio della “Ever Given” avrebbe disegnato un pene nel mare

La nave portacontainer “Ever Given” è tuttora bloccata nel canale di Suez. Il giorno dopo l’incidente ha fatto notizia il percorso molto insolito che la nave stava percorrendo.

L’Ever Given è ancora bloccata e non si muove neanche di un centimetro. Martedì mattina la nave, una gigantesca portacontainer battente la bandiera di Panama, ha imboccato l’entrata del canale di Suez da sud. Dopo solo sei chilometri il gigante si è incagliato improvvisamente. Il bulbo di prua è penetrato molto in profondità nella riva est del canale, mentre la poppa si è incastrata sulla riva ovest. È stata forse una burrasca a portare la nave fuori rotta? Scarsa visibilità a causa di una tempesta di sabbia? Un malfunzionamento tecnico? Un errore umano? Per ora, non abbiamo risposte certe su quanto sia realmente accaduto.

Nessuno dei rimorchiatori presenti nella zona del blocco (e ce ne sono parecchi) è riuscito finora a liberare la Ever Given. La nave si è bloccata su entrambi i lati del canale e un centinaio di navi, sia mercantili che petroliere, sono rimaste bloccate. Gli esperti di salvataggio in mare olandesi hanno riferito al giornale DER SPIEGEL di aver ricevuto l’incarico di disincagliare la nave. Come faranno? Dicono che non sarà facile.

Il giorno dopo l’incidente la nave cargo sta facendo ancora notizia a causa di un video piuttosto bizzarro. Il suddetto video mostrerebbe la rotta della nave, registrata dal tracker elettronico mentre il capitano aspettava il segnale per entrare nel canale. Quello che inizialmente nel video sembrava uno scarabocchio senza senso diventa un’immagine globalmente riconoscibile: il capitano e il suo equipaggio hanno disegnato, con una nave lunga 400 metri, una sorta di pene.

Ma è vero? La società che gestisce il servizio di tracciamento navale, la VesselFinder, twitta quanto segue:

Il percorso completo in questo video.

“Lo ha davvero fatto?” si potrebbe chiedere l’osservatore neutrale. Un gigantesco arnese come quello, con un valore totale di circa un miliardo di euro (nave più carico) sarebbe stata usata come matita per un navigatore annoiato?

Cosa ne dice la dirigenza della società armatrice ? Un portavoce di Bernhard Schulte ha spiegato a DER SPIEGEL: “non è insolito che delle navi temporeggino nei dintorni in attesa di entrare nel canale”.

Casualità? Quando è stato chiesto perché la rotta percorsa assomigliasse all’apparato sessuale maschile, il portavoce ha risposto che si tratta di una “pura coincidenza”. Eppure, non ci vogliono grandi voli pindarici per capire il reale motivo.

Di fatto, i timonieri della Ever Given non sarebbero i primi conducenti a disegnare peni e testicoli intorno al mondo. I piloti d’aereo hanno idee simili ogni tanto. Alla domanda se ci sarebbe stata un’indagine interna, il portavoce ha rifiutato di rispondere. Sono completamente concentrati sul recupero, dice.

Nella mattinata di giovedì è fallito un altro tentativo per liberare la nave. Cosa farà ora l’equipaggio contro la noia?

 

Fonte: https://www.spiegel.de/wirtschaft/vor-havarie-im-suezkanal-kapitaen-der-ever-given-malt-einen-penis-ins-meer-a-f46c15ee-0ed4-4ba4-b4c9-c7d31bd66c07

Traduzione di Francesco Paparella per ComeDonChisciotte.

 

9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Simsim
Simsim
27 Marzo 2021 18:12

Faccio fatica a pensare ad un caso. Anche perché i casi sarebbero 3: gran parte del canale è a due sensi di marcia possibili, questa cosa avviene esattamente dove finisce la doppia portanza. Il fallo è una cosa troppo complessa per essere casuale, specialmente se così ben definito. Terzo gran parte del canale è caratterizzato da una banchina di divisione, cosa che avrebe respinto la nave. Fatalità ha beccato un punto sabbioso dove era possibile arenarsi in diagonale. Quarto, ma l’aggiungo a mo di dietrologia, dalle foto satellitari si nota come quello sia l’unico punto dove poteva avvenire un incaglio. Capisco che siamo di fronte ad un cumulo enorme di dietrologia e che il diavolo è nei dettagli, ma cristo santo non ce la faccio a bermi la storiella del guasto casuale proprio su una delle poche navi in grado di bloccare per intero la percorrenza.

Dario Asso
Dario Asso
27 Marzo 2021 19:15

Svelato il mistero …. il Comandante era incazzato.

AlbertoConti
AlbertoConti
28 Marzo 2021 4:55

Resta solo da interpretarne il significato. Forse a bordo c’era la Nuland: fuck the EU!

Holodoc
Holodoc
28 Marzo 2021 5:20

È possibile far fare quelle manovre di precisione (tra l’altro in un braccio di mare affollatissimo, come si vede chiaramente nel video) ad un mostro del mare del genere e non si riesce neanche a farla stare dritta in un canale?

Tra l’altro il fatto che la manovra “fallica” sia riuscita significa che i suoi propulsori di manovra erano perfettamente efficienti.

Esquivèl
Esquivèl
Risposta al commento di  Holodoc
28 Marzo 2021 8:27

infatti, una nave di quelle dimensioni, e per di più con intorno altre navi altrettanto grandi, e si mette a fare ste manovre “per noia”? Ma mica è un bambino con la paperella di gomma.

Astrolabio
Astrolabio
28 Marzo 2021 7:50

Come si può vedere qui
https://it.sputniknews.com/mondo/2021032710329942-immortalato-da-satellite-momento-in-cui-nave-ever-given-si-incaglia-nel-canale-di-suez/
La nave ha un tratto costante nel canale poi va verso sinistra e così si e’ incagliata meglio.
Tutto studiato.

https://www.tio.ch/dal-mondo/cronaca/1500889/canale-suez-incagliata-nave-bloccato
Che una nave così grande sia incagliato per raffiche di vento sembra ridicolo

Cosa non torna nell incidente diSuez
https://it.insideover.com/economia/cosa-non-torna-nellincidente-di-suez.html?utm_source=ilGiornale&utm_medium=article&utm_campaign=article_redirect
Sulla nave funzionava tutto.
Il comando sbagliato da dove e’arrivato?

merolone
merolone
28 Marzo 2021 6:47

Una cosa passata sotto silenzio dai media è stato l’attacco con una mina da parte di incursori israeliani ad una decrepita petroliera iraniana che portava petrolio in Siria, a cui la coalizione a guida USA sta rubando petrolio e grano, la mina ha provocato una fuoruscita di petrolio che ha inquinato la costa mediterranea israeliana.
Forse gli israeliani per vendicarsi e bloccare il traffico di navi iraniane le quali riforniscono la Siria hanno deciso di bloccare il canale, intanto gli iraniani pare si stiano vendicando attaccando le navi israeliane nei loro mari, e comunque sbarcano rifornimenti alla Siria per via aerea atterrando nell’aeroporto militare russo di Hmeimim.
Gli israeliani non la stanno prendendo bene e hanno inviato un paio di settimane fa il ministro degli esteri a Mosca, un paio di giorni dopo che c’era stato un esponente di Hezbollah il quale aveva incontrato Lavrov.
L’incontro tra il ministro degli esteri israeliano e Lavrov non deve essere andato bene, forse è per quello che poi Biden ha accusato Putin di essere un assassino.
Probabilmente l’input era venuto da Gerusalemme.

gian
gian
29 Marzo 2021 14:57

Può essere anche “solo” un’esercitazione (militare) per eventuali necessità future.
Ma c’è una cosa che non mi spiego. Forse qualcuno sa darmi una risposta. Per muovere un “mostro” del genere non sarebbe stato forse più produttivo un altro “mostro”, non dico delle stesse dimensioni, che forse non ce n’erano in zona , ma comunque qualcosa di stazza simile? Motori dell’una più motori dell’altra vuoi che non si disincagli? (credo sia un problema di dimensioni di eliche alla fine, forse un problema di cavi/catene di traino in questo caso?).

Luca VFR
Luca VFR
29 Marzo 2021 17:07

Dunque al netto di tutte le cose che son state dette in merito al perchè s’è incagliata ed ammettendo che il tracciato satellitare si vero se ne deducono un po’ di cose:
1 solitamente le navi in attesa di entrare in un porto o in un canale aspettano il loro turno da ferme. (e difatti le altre navi erano ferme mentre questa disegnava il Califfo)
2 stiamo parlando di una delle più grosse portacontainer del mondo, nave vecchia, sembra di 3 anni, quindi, diciam così, all’ultimo grido della moda in quanto ad equipaggiamenti, un bestione che, al confronto, un brontosauro pare una Carla Fracci sulle punte, e questa qua si mette a gironzolare per la rada di Suez, disegnando il Califfo, consumando tanta nafta quanta, probabilmente, ne sarebbe bastata per attraversare il canale ed arrivare a Marsiglia, e tutto questo sarebbe il risultato di un guasto tecnico?
3 se è vero quanto esposto al punto 2 allora io sono Marilyn Monroe 😀