NEWS – Trump e Melania positivi al coronavirus, a un mese dalle elezioni

Dominic Patten

Deadline.com

 

A poco più di 30 giorni dalle elezioni, l’annuncio di Donald Trump sui social media giovedì sera arriva solo poche ore dopo che Trump e sua moglie Melania Trump sono andati in autoquarantena dopo che Hope Hicks, uno dei suoi migliori aiutanti, è risultato positivo al COVID-19 all’inizio della giornata.

Di fronte a un fitto programma di rielezioni e in ritardo nei sondaggi dietro il rivale democratico Joe Biden, il 74enne Trump, spesso pandemico, dovrebbe rimanere in quarantena fino a 14 giorni. Dopo aver confermato le notizie sulla salute di Hicks stasera su Fox News’ Hannity, Trump ha detto di essere stato sottoposto a test e di essere in attesa dei risultati.

In un’epoca di risultati quasi istantanei del test COVID-19, il lungo silenzio che ne è seguito ha sollevato preoccupazioni sulle reali condizioni di Trump. La notizia della diagnosi ha presto visto i mercati internazionali craterizzare, anche con un tentativo di calma da parte della First Lady:

Quasi subito dopo il tweet iniziale di Trump, il suo medico della Casa Bianca Sean Conley ha pubblicato un memorandum tramite l’addetta stampa Kayleigh McEnany.

Il termine “convalescenza” ha colpito un tono strano, anche se Conley ha detto che si aspettava “che il Presidente continuasse a svolgere i suoi compiti senza interruzioni durante la convalescenza”. Non si sa dove sia il Vice Presidente Mike Pence o quali possano essere le sue condizioni.

Durante gli eventi della campagna elettorale di oggi, Trump avrebbe dovuto partecipare a una raccolta di fondi al Trump International Hotel di Washington, DC e volare a Sanford, FL per un auto-descritto “Make America Great Again event” venerdì. La Casa Bianca ha aggiornato il programma più tardi, giovedì, dopo che la notizia del test COVID-19 positivo è stata diffusa; per ora il suo unico evento è una “telefonata sul supporto COVID-19 agli anziani vulnerabili”, prevista per le 12:15 PM ET.

Chiaramente in sovrappeso e con una storia di problemi cardiaci, Trump potrebbe rivelarsi non essere l’unico membro della sua famiglia o dei dirigenti amministrativi ad essere ora a rischio a causa del coronavirus.

Hicks era sull’Air Force One con Trump il 29 settembre da e per il primo dibattito presidenziale a Cleveland. In quel volo erano presenti anche l’attivista per la riforma della giustizia ed ex detenuta Alice Johnson, Melania Trump, Jared Kushner e i figli adulti di Trump. Mentre erano seduti nel locale socialmente distante martedì, nessuno dei partecipanti alla festa di Trump, tranne la First Lady, indossava maschere – come si sono rifiutati di fare in numerosi e rauciosi raduni elettorali e manifestazioni delle ultime settimane.

Naturalmente, anche con la distanza che Trump e Biden hanno mantenuto l’uno dall’altro durante il dibattito di martedì, c’è il rischio che il candidato democratico possa essere stato esposto nello spazio chiuso della sala dibattiti. Ironico che Trump ha passato non poco tempo durante l’evento di Chris Wallace, che si è fatto beffe di Biden per aver sostenuto l’obbligo di indossare una maschera per limitare la diffusione del virus.

Di conseguenza, Pence si trovava nello Studio Ovale pochi giorni fa, così come il Capo di Stato Maggiore Mark Meadows, e ampie fasce dell’alta gerarchia di Washington sono state in contatto con i funzionari che sono stati probabilmente esposti al virus nei giorni scorsi. Su quella lista di contatti c’è la candidata della Corte Suprema Amy Coney Barrett, che ha incontrato Pence e il leader della maggioranza del Senato Mitch McConnell (R-KY) – che ora potrebbero essere tutti a rischio.

Pence ha twittato il suo sostegno ai Trumps stasera, ma ha detto di aver preso nota del suo status, dal punto di vista costituzionale o della salute:

Con Pence e il candidato VP dei Democratici, il Sen. Kamala Harris, nominato dai Democratici, che si incontreranno per un dibattito del 7 ottobre, Trump e Biden avranno il loro secondo dibattito il 15 ottobre – esattamente 14 giorni da oggi, la durata della quarantena. Tutto ciò potrebbe significare, dato che la Commissione bipartisan per i dibattiti presidenziali stava già valutando dei cambiamenti per evitare il ripetersi della confusione di martedì sera, un secondo dibattito che potrebbe essere virtuale, nel migliore dei casi, se si tenesse.

Le conseguenze della diagnosi sulla campagna elettorale di Trump e sulle elezioni sono sconosciute. Ciò che conosciamo è il frequente approccio cavalleresco di Trump ai pericoli del virus negli ultimi sei mesi e i numeri ufficiali: più di 7 milioni di casi confermati di coronavirus negli Stati Uniti, più di 207.000 decessi fino ad ora, mentre ci dirigiamo verso la stagione autunnale e influenzale.

 

Fonte: https://deadline.com/2020/10/donald-trump-coronavirus-positive-hope-hicks-quarentine-melania-trump-1234590083/