Home / ComeDonChisciotte / THE BERLMAN SHOW (I)

THE BERLMAN SHOW (I)

DI CARLO BERTANI
carlobertani.blogspot.com

L’isola della Maddalena, con tutto il battage di strutture militari che contiene, non è stata ritenuta sufficientemente sicura per proteggere i “grandi” della Terra nell’occasione del G8: probabilmente, la minaccia di migliaia di no-global che l’assalivano in massa – sbarcando dai loro canotti – ha fatto scuotere la testa ad ammiragli e generali, preoccupati di non riuscire a reggere l’onda d’urto. Dopo il “Vallo Atlantico nel 1944”, il “Vallo della Sardegna” poteva cedere anch’esso.
Così, tutti in una città che ha appena subito un devastante terremoto: auguri signor Obama, auguri signora Merkel. Se, la notte, il comodino dovesse traballare, non preoccupatevi: fino alla magnitudo 4,5 non è previsto lo sgombero, dormite tranquilli e sicuri, siete in Italia (!).

Vi sarete chiesti il perché della stranezza, ma conoscete poco l’Italia, perciò è meglio spiegare quello che – siamo certi – non avete ben compreso.
Dovete sapere che, in questo Paese, ogni giorno dell’anno – da decenni – va in onda su tutti i canali televisivi il “Berlman Show”, ossia la rappresentazione dell’Italia vista da un solo punto d’osservazione, quello del Primo Ministro, Silvio Berlusconi.
In questa soap opera istituzionale, gli italiani sono un popolo felice e tranquillo, che non ha preoccupazioni per il lavoro, per la salute, l’istruzione, il welfare. Lo Stato – ossia Silvio Berlusconi in persona – si preoccupa di tutto e per tutti: dopo burrascose notti trascorse nell’harem, Berlusc-al-Sharif – il nostro Califfo nazionale – si sporge dalla finestra, osserva l’Italia e detta il copione della prossima puntata.
A Milano – dove ci sono le sue, personali televisioni – ed a Roma, dove c’è la televisione di Stato che controlla come Primo Ministro, i suoi mercenari prendono diligentemente nota, telefonano agli attori e preparano le scene che gli italiani vedranno il giorno seguente.
So che, da voi, una cosa del genere non sarebbe nemmeno immaginabile: difatti, nella sua classifica, Freedom House inserisce l’Italia – per libertà d’informazione – più o meno dalla parti del Benin o di qualche sperduta Repubblica delle Banane.

Pensate che, in Italia, non si parla mai del nostro principale problema: un terzo dell’Italia è governato dai clan delle Mafie, che oramai non gestiscono solo le attività criminali (droga, armi, ecc), bensì s’inseriscono negli appalti pubblici, come ha ben spiegato Roberto Saviano nel best seller Gomorra. Per averlo spiegato, ha dovuto fuggire e vivere nascosto.
L’Italia – il Paese del Sole – non ha praticamente centrali solari e – mentre nei vostri Paesi fioriscono le iniziative che riguardano le nuove energie rinnovabili – qui da noi costruiranno (dopo il 2020!) quattro centrali nucleari: con il prezzo dell’Uranio in continuo, iperbolico aumento, saranno probabilmente le ultime centrali del Pianeta.

Per farvi capire come il “Berlman Show” si occupi proprio di tutto, vorremmo spiegarvi qualcosa che riguarda ciò che avrete senz’altro letto sui vostri giornali: la nota vicenda di Noemi, la ragazza minorenne che frequentava le “feste” di Silvio Berlusconi.
Pochi giorni dopo lo scoop, fu pubblicata un’intervista ad un ragazzo napoletano – Domenico Cozzolino – il quale raccontava d’essere stato il fidanzato della ragazza per lungo tempo. In qualche modo, il ragazzo voleva far intendere che Noemi Letizia era una ragazza normale con una vita normale.
Poco dopo, però (in Italia, si dice che “Le bugie hanno le gambe corte”), scoprirono che questo ragazzo era un attore che lavorava in una fiction delle TV del signor Berlusconi (“Uomini e donne”), gestita da una conduttrice – tale Maria de Filippi – a sua volta moglie di un giornalista che gestisce il più noto talk show delle TV di Berlusconi, Maurizio Costanzo. Tutto costruito in famiglia.
Quando la moglie di Berlusconi – Veronica Lario – chiese il divorzio, immediatamente una ex parlamentare del partito del premier Berlusconi – Daniela Santanché – concesse un’intervista al settimanale di gossip “Chi” – di proprietà, anch’esso, del presidente del Consiglio – nella quale affermava che, da tempo, la moglie di Berlusconi aveva una relazione con una guardia del corpo. La quale, ha smentito con sdegno, sfidando chiunque a provare il contrario ma, oramai, il messaggio era stato immesso nel circuito dei media.

Avrete senz’altro visto il bellissimo “The Truman Show” con Jim Carrey, laddove la vita felice di un americano medio veniva creata ad arte per proporla come un modello per gli americani.
Qui in Italia, nel “Berlman Show”, ogni giorno vengono create decine, centinaia di nuove immagini che sono immesse nel circuito dei media, per ipnotizzare gli italiani e far loro credere che tutto va bene: una nazione di lobotomizzati.

Nel frattempo, l’economia sta crollando: tutti i parametri economici indicano che l’Italia sta andando a fondo, ma pochi italiani riescono a rendersene conto, perché il “Berlman Show” imperversa. Raccontano che il welfare italiano è il migliore d’Europa – e intanto la gente è sempre più povera – e che L’Aquila sarà ricostruita, ma non dicono quando: nel 2032, così hanno dovuto ammettere nella legge per la ricostruzione, perché la loro sciagurata politica economica non trova i soldi per ricostruire. Saranno trovati mediante delle nuove lotterie (!): non è una barzelletta, è tutto scritto nel decreto ufficiale del Governo Italiano!
Per reggere un simile gioco, il premier deve concedere a coloro che fanno parte dello show posti importanti: se cercherete Michela Vittoria Brambilla su Youtube, la troverete mentre fa la giornalista nei locali hard della notte spagnola. Oggi, questa persona, è il Ministro Italiano per il Turismo, uno dei più importanti ministeri per l’Italia, nazione turistica.

Vi chiederete perché l’opposizione, in Parlamento, non denunci queste menzogne: a volte lo fa, ma non può fare nulla contro uno show mediatico che imperversa 365 giorni l’anno, da sei emittenti televisive nazionali più quelle minori. I media, sono totalmente nelle mani del premier.
La necessità di spostare il G8 dalla bellissima isola della Maddalena, in Sardegna, ad una città (L’Aquila) – che corre il rischio di altri terremoti devastanti – è una sola: siccome vi sono, per necessità di ordine pubblico, migliaia di militari nella zona, questo garantisce al gestore del “Berlman Show” che nessuno riuscirà ad avvicinarsi, che nessuno potrà inviare all’estero le immagini delle proteste, che ci saranno sicuramente e saranno tante.

L’Italia, come nazione europea, è oramai solo più una colossale finzione, un grande reality show a cielo aperto, come in nessun altro luogo al mondo: forse, voi che venite in Italia in vacanza, non ve ne rendete conto, ma qui si vive oramai una strisciante dittatura, regolata dai media del Presidente del Consiglio. Più semplicemente, una dittatura mascherata.

Grazie per la vostra attenzione

Carlo Bertani
Fonte: http://carlobertani.blogspot.com/
Link: http://carlobertani.blogspot.com/2009/07/berlman-show-i.html
8.07.2009

Articolo liberamente riproducibile con citazione della fonte

Pubblicato da Davide

  • MACISTE

    Benvenuti in Italia, a leggere Bertani sembra che succedano solo da noi cose del genere, sempre questo piangersi addosso è irritante.

  • xmas

    Per quanto sia totalmente d’accordo, e potrei rincarare la dose di parecchio (ma chi non potrebbe farlo … e’ come sparare su un’ambulanza … un esempio: 2 parole … Banca Rasini); caro Bertani, aspetta di vedere quello che verrá dopo Berlusconi. Il meglio viene sempre dopo.
    Che riesca l’operazione internazionale in corso per tirarlo giù o che sia tirato giú poco dopo, sono giá scritti (da chi di dovere) i nomi di coloro che verranno dopo … allora si, che ci divertiremo. Dopo il vento forte arriva la tempesta, dopo Gorbaciov venne Yeltsin, … e dopo Berlusconi …
    P.S. Chiunque desideri commentare questo mio post, non sia cosí osceno, da parlarmi di scelta del popolo (votante) attraverso elezioni, perché in un sistema dove non puoi dare la preferenza, ma puoi “crocettare” solo le liste redatte nelle segreterie di partito, non esista in realtà NESSUNA SCELTA, per non parlare di brogli elettorali (vedi svolgimento elezioni 2006 che per assurdo ci hanno evitato un Prodi 3, che avrebbe svenduto non so quale parte residua dell’Italia, giá che non é rimasto piú niente … ah no … il Colosseo …), del martellamento mediatico ipnotico a favore dei futuri “fortunati” predestinati dagli .. “dei”, e non ultimi, ma forse i migliori … dei governi TECNICI (… e sono stato conciso …).

  • nessuno

    Ma quale complotto internazionale?
    Il complotto è tutto interno sono i suoi stessi dipendenti che si ribellano, leggete cosa dice dell’utri e il suo associato micciche
    Dalla sicilia con furore, la protesta dei peones sta risalendo la penisola
    la fine si avvicina
    Gli odi e le invidie all’interno della casa delle libertà provvisorie ci sono sempre state ma sono esplose con le nomine delle veline
    I servi si ribellano e quando questo accade per il padrone è giunta la fine

  • francesco67

    Sto Bertani mi pare sempre più ingenuo. La cosa peggiore è che crede di pontificare dall’alto dell’informazione alternativa. Solo che si ritrova piccolo piccolo, nell’ingranaggio del sistema. Ancora no sa che la mafia è funzionale allo stato. Ancora non sa che tutte le varie nazioni hanno il loro Maurizio Costanzo. Ed ancora crede che Berlusconi sia il male maggiore dell’Italia. Coma giá ha detto Xmas, allacciate le cinture perche il bello viene sempre dopo… tra poco si comincia a ballare davvero.

  • Tetris1917

    Sempre sto clima da complottismo, mi spiegate perche’ mai all’estero dovrebbero annientare Berlusconi?
    1) Forse perche’ in Italia ci sta ancora molto da vendere in pasto alle banche e ai capitalisti della globalizzazione?
    2) Forse perche’ Berlusconi non garantisce abbastanza il capitale internazionale?
    3) Forse perche’ il mercato del lavoro e’ molto regolamentato a favore dei lavoratori?
    4) Forse perche’ in Italia quando una multinazionale decide di togliere le tende, trova il governo in opposizione netta come succede in Francia o in Germania?
    5) Forse perche’ il debito pubblico italiano non e’ una garanzia piu’?
    6) Forse perche’ Berlusconi si sta rivolgendo ad altre potenze mondiali tipo Cina, piu’ di quanto non facciano per esempio Francia, Spagna, Inghilterra ecc…?

    Spiegatemi, per piacere, dando un senso materialistico a tutti i complottismi fumosi che generate nei vostri post.

    P.S articolo reale quello di Bertani.

  • marcello1950

    iL PROBLEMA, CARO BERTANI, è CHE ORA CHE PARE CHE BERLUSCONO POTREBBE CADERE NON PENSARE CHE IL SISTEMA MIGLIORI ANZI ALMENO CON BERLUSCONI LA RABBIA DI QUELLI CHE A LIVELLO DI PELLE NON LO POSSONO SOPPORTARE PERMETTE L’ESISTENZA DI UN VARIEGATO MONDO DI OPPOSITORI ANCHE FEROCI DI BERLUSCONI E DEL BERLUSCONISMO,
    ma se berlusconi cadrà subentrerà una nuova dittatura più pervasiva che non ci darà nemmeno spazio della cosmogonia degli oppositori del berlusconismo una piatta normalizzazione ci sepellirà la classe degli oligarchi prenderà definitivamente il potere con governati anonimi, melasse buoniste, e politicamente corrette spegneranno ogni forme di opposizone sociale e politica.

  • Mara79

    io la penso come Tetris, credo poco al complotto interazionale. In compenso ci vedo lo zampino di Murdoch che può aver spinto i suoi a rincarare la dose di sputtanate ( leggittime nei contenuti, sia ben chiaro); se aggiungiamo che quest’ultimo sia anche il padrone dei media che negli USA hanno l’incarico di imapallinare l’amministrazione Obama 24 ore su 24, allora pare evidente che il fine è solo economico.
    Comunque sia tutto il mignottaio non basterà a farlo cadere, anzi… lui se la ride e chi lo vota si divide in due categorie:quelli del “son tutte balle dei comunisti” e quelli che “sono solo invidiosi perchè è pieno di figa”.(concedetemi il termine). Per vedere chi subentrerà basterà semplicemente attendere la fine della legislatura, quando per forza di cose non potrà fare il premier. Speriamo che almeno non sia quel molliccio di Fini.

  • AlbaKan

    …meno male che non ci sono state scosse…altrimenti la foto con Obama veniva mossa!

  • nessuno

    Image and video hosting by TinyPic [it.tinypic.com]

  • piersky

    Perche’ dice che l’elettoato di berlusconi se ne frega di questi scandali, e poi dici che Berlusconi non si candidera’ piu’ la prossima volta. Io temo che se dovesse passare indenne (cosa che non penso) il nano non moklera’ l’osso e si ricandidera’, sperando magari nella presidenza della Repubblica. MA non esistono leggi che gli impediscono di rifare il premier, purtropo. Se gli italiani continuano a votarlo e lui non passa ad altra vita puo fare il premier ad infinitum.

  • adriano_53

    COME IL TRUMAN SHOW ANCHE IL BERLMAN SHOW, DOVRA’ PRIMA O POI FINIRE.

    COLORO CHE GIA’ STANNO SALMODIANDO ” SI STAVA MEGLIO QUANDO C’ERA LUI”, IL CHE E’ UNA CAZZATA TIPICAMENTE ITALIOTA VISTO CHE LUI C’E’ ANCORA, DOVREBBERO MEDITARE SU UN SEMPLICE DATO EVIDENZIATO DA BERTANI: IL MONOPOLIO TELEVISIVO.

    LA SOLA ROTTURA DI QUESTA OSCENITA’, VARREBBE UN GOVERNO TECNICO.

  • harth88

    Sono d’accordo con il post precedente. Di problemi ce ne sono sicuramente tantissimi ma non è vero che berlusconi “è sempre meglio di chi verrà dopo”. Mi sento di dire che al 99,99% chiunque verrà dopo berlusconi sarà per forza meglio. Ve la immaginate l’italia con una televisione privata pluralista e una televisione pubblica slegata dai partiti… mi viene da piangere solo a pensarci

  • valerioslim

    Io sinceramente pensavo che fosse un blog serio, e invece mi sembrate solo un branco di adolescenti isterici e sconfusionati.

    Io so solo che il paese italico è formato da popoli (molto simili tra di loro) che prendono a cuore ogni discussione, e tendono a trattarla nella stessa identica maniera di qualsiasi buon tifoso di calcio.

    La mia giovane età, il mio percorso di studi scientifico, e il poco tempo libero concessomi dal mio lavoro, non mi permettono di approfondire e capire meglio gli schemi politici, sociali ed economici che regolano l’attuale momento storico del nostro disgraziato paese. Ma dei punti che trattate , e non, mi sono ben chiari, e mi piacerebbe elencarveli brevemente di seguito:

    1) L’Italia è un’importante paese di confine strategico per l’occidente: vicino a Oriente, Nord Africa e Est Europa;

    2) non ha mai avuto una “vera” forma di democrazia;

    3) è stata sempre, sin dalla sua nascita, fortemente influenzata dai governi esteri;

    4) lo Stato Pontificio influenza tuttora il paese e rappresenta una delle forze più influenti assieme alla classe economica e alle mafie (non capisco perchè non ne parliate quasi mai);

    5) Non ha mai avuto un’informazione libera! I giornali, le radio e le televisioni sono sempre state sotto il controllo dei partiti;

    6) Nel 1991 avvenimenti geopolitici hanno ristrutturato i poteri economici del mondo (al pari di quello che avvenne storicamente nella prima guerra mondiale), e l’Italia con tangentopoli è stata tra le prede di questa ristrutturazione;

    7) è normale che l’FMI, le banche estere (che gestiscono già il 20% del giro di affari del paese) e le Corporations straniere siano interessate al nostro mercato (come succede a qualsiasi paese del mondo), in particolar modo ad eventuali privatizzazioni (mi sembra di ricordare che durante il governo Prodi si parlava persino di privatizzazione dell’acqua), e che il nostro “piccolo Putin” nonché Padrone Silvio Berlusconi è un uomo troppo poco politico ed economicamente troppo potente per riuscire a rientrare a pieni titoli in questo schema.

    … continua all’infinito

    X) non esistono e non sono mai esistiti poteri buoni!

    Ma voi del Lodo Alfano ne parlate??? Guardate che è gravissimo quello che succede in questo paese!

    Io sono fondamentalmente un antimperialista, forse un anarchico e l’attuale situazione politica mi sdegna… mi sdegna essere in una semi monarchia, semi teocratica, con un livello di corruzione più alto rispetto ad altri paesi europei… mi spaventa il preoccupante smantellamento della magistratura e di quel po di democrazia che ci era concessa… mi spaventa il PD (unione dei partiti di opposizione storica alla DC), debole, disorganizzato, alla mercé del Padrone, senza un piano politico, che ha come unici voti quelli dei comunisti per nascita e degli anti berlusconiani per sfinimento.

    Il turbo capitalismo, la globalizzazione sono mali che ci affliggono… ma Berlusconi non mi sembra la soluzione, anche se è vero che non abbiamo soluzione a Berlusconi. Quindi vogliamo trovarne una?

    Mi piacerebbe iniziare a vedere articoli seri che parlino di un possibile futuro del nostro paese… considerando che all’attuale stato dei fatti vi è solo deserto… e voi invece difendete Berlusconi!!!???

    Vorrei che sia alimentata l’insoddisfazione dei giovani, dei lavoratori, dei commercianti, dei piccoli e medi imprenditori… invece di essere assopita dalla disinformazione, dal binomio calcio-figa di Berlusconi/Murdoch, dalla perenne analfabetizzazione del paese, per costruire qualcosa di nuovo… lontano dai concetti di destra-sinistra, fascismo-comunismo, borghesia-proletariato ormai vecchi e obsoleti. Ci vuole una classe intellettuale nuova che guidi e alimenti il pensiero postcapitalistico/antiegoistico e faccia capire che la vera lotta per il benessere della gente è contro le banche, le borse, le multinazionali, il controllo governativo, il mercato globale (il mercato libero senza il controllo di un organo regolatore è la morte dell’economia personale e nazionale)… ci deve essere scambio di uomini non di merci; bisogna valorizzare i mercati e le produzioni interne, bisogna combattere la forma sfrenata di consumismo attuale. Potrei continuare con “la retorica”… ma son cose che molti di voi già pensano e sanno.

    Spero solo che questo blog non sia una tra i tanti che alimentano e sostengono lo stato attuale dei fatti, facendo vedere quanto siano ridicoli i discorsi dei complottisti e prendendo parte e stupide prese di posizione tra chi ha fatto meglio del peggio e chi poteva fare molto peggio… almeno che voi non abbiate interesse nel proteggere qualcuno o quache interesse…..

  • myone

    Se berlusconi facce dell’ italia come fosse a casa sua, non si starebbe poi tanto male.
    ….per le ora contate, da far esplodere al g8 come gia’ successo,
    si e’ fatto flop.
    L’ italia nella veste del presidente del consiglio, ha avuto elogi da tutti,
    e chi l’ ha denigrato, ha avuto rogne in patria.
    Che dire. Bravo presidente. Finche’ c’e’ sistema, lei e’ uno che fa melgio di altri,
    per non dire di tutti.
    Se poi parliamo di melgio in senso assoluto, e si intende con altri sistemi,
    bhe’ , lei e’ nel mazzo di sempre, come tutti, a casa o per il mondo.
    Ma finche’ siamo qui, di melgio non ce n’e’.
    Azz, nemmeno il disturbo dei no global, o ondine varie.

    Li ho visti in un servizio, tutti composti ed organizzati, fra vecchi contester pre e post 68,
    e leve di primo pelo e latte, piene di post e mail.
    E’ dura, veramente.

  • cvallopazzo

    complimenti valerioslim ottime considerazioni.
    In ogni caso non prendertela,
    su questo blog possono scrivere tutti,
    Anarchici ,Comunisti, Fascisti o Liberali, questa è democrazia.
    Quello che che manca, spesso e volentieri è il rispetto per l’opinione altrui,
    il chè è in contrasto con l’enunciato del stesso blog
    Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo

  • nessuno

    Disapprovo quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo

    E fin qui non ci piove……

    Quello che che manca, spesso e volentieri è il rispetto per l’opinione altrui,

    Invece qui piove a dirotto
    Il fatto che sia lecito scrivere quello che pensi presuppone che chi “non rispetta” la tua opinione ti risponda per le rime
    Vero che alla fine la cosa degenera spesso e volentieri con insulti e falsi moralisti che richiedono censure ma è lo scotto da pagare per poter far scrivere tutti
    Quindi nessun “contrasto” se poi uno vuol fare un monologo perchè lo infastidiscono i commenti e le invettive contrarie si apre un blog e ci scrive tutte le cose che vuole e nessuno(sic) lo contraddice
    Nel quotare con ammirazione quanto scritto da valerioslim concludo scrivendo che la dovete finire di chiedere moderazioni regolamenti e altro
    tipo di censure non corrisponde allo spirito del sito
    E buona giornata anche a te.

  • fabKL

    Credo che il presidente cinese di cui non si parla mai abbia voluto dare dimostrazione dell’importanza della cosa e sopratutto che sia anomala ed evitare che si potesse pensare che quella era la prassi…..o un semplice fatto comune che in Cina avviene sempre.
    All tempo stesso si e’ sottratto dalle critiche che sarebbero state portate “per direttissima” nel caso in cui le cose srebbero molto peggiorate.

    I risultati del G8 non potevano essere sicuramente giganteschi. La manna dal cielo la trasformano in notizie tipo “….miliardi per la fame nel mondo…” etc. Alla fine e’ solo per far vedere al mondo intero chi e’ che comanda e autoincensarsi.

    Ovvio che i media del Berlusca propongano una sola visione della cosa (non gli si puo’ mica chiedere di darsi la zappa sui piedi) La cosa preoccupante e’ che i giornali che dovrebbero darci l’altra visione, ci offuscano le idee con veline, mignotte d’alto bordo e voli a spese dello stato, ad un livello tale che sta iniziando a dare la nausea e sopratutto fa pensare che non ci sia proprio altro da controbattere al cavaliere nero. Ma siamo proprio convinti che repubblica sia antiberlusconi?

  • cvallopazzo

    Non scaldarti nessuno, forse mi sono espresso male.
    Rispetto sta per non offendere
    Rispondere e offendere sono due cose diverse e spesso in queste discussioni molti se lo dimenticano.
    Non ho invocato regole
    Ognuno dica quello che pensa, per il resto converrai anche tu che per le risse ci sono gli stadi.

    ciao
    Grazie e buona giornata anche te

  • nessuno

    Chissà perché avete tutti la fissa che mi scaldo
    In effetti forse ti sei espresso male
    Ci sono vari modi di offendere e qui di gente che offende con buone maniere ne abbiamo a josa
    Questo è un comodo surrogato dello stadio, mi spiego quello che certe persone scrivono su questo sito si guarderebbero bene dal dirlo in pubblico qui sfogano le frustrazioni giornaliere che subiscono in silenzio
    Fra l’altro c’è chi con la meschinità che gli è propria cerca di imporre agli amministratori del sito una”moderazione” e non sto parlando di barnard ma di altro squallido personaggio (che si picca di essere istruito molto perbene educatissimo lui la gente la sfancula con belle parole )che sta bombardando gli utenti del sito con email per chiedere “il loro intervento” presso gli amministratori del sito e invocare moderazione
    Naturalmente tu in tutto questo non c’entri assolutamente niente il tuo post mi ha dato lo spunto per poter scrivere di queste manovre
    Buona serata