Home / ComeDonChisciotte / SPIE STRANGOLATE E SOFFOCATE

SPIE STRANGOLATE E SOFFOCATE

DI GZ
cobraf.com

Uno dei giovani matematici più brillanti del mondo è stato assassinato a Londra in una “safe house” del MI6 (il servizio segreto inglese) il 15 agosto. Il suo corpo è stato trovato il 23 agosto benchè mancasse dal lavoro da due settimane e abitasse in una casa riservata a lui dal MI6 per cui è difficile comprendere come uno dei migliori specialisti del MI6 scompaia e nessuno per due settimane controlli dove sia andandso nella casa a lui riservata dai servizi segreti stessi dove abitava parte del tempo. Ma questo è solo il primo dei problemi del suo omicidio.

Gareth Williams aveva completato un PHD in matematica a Cambridge a soli 21 anni quando entrò a GCHQ l’unità di intelligence inglese dedicata alla decrittazione di ogni comunicazione cifrata rilevata dai satelliti inglesi ed americani ovunque nel mondo.

Nella foto: Gareth Williams ripreso da una telecamera a circuito chiuso 2 giorni prima di essere uccisoQuesta è l’unità che durante la seconda guerra mondiale riuscì a decrittare i codici tedeschi e anche giapponesi ed italiani contribuendo probabilmente moltissimo alla vittoria inglese. Oggi riceve messaggi intercettati dai satelliti inglesi ed americani ovunque e attraverso tutte le comunicazioni cellulari (tutti i protocolli GSM o UMTS vengono approvati solo dopo che i servizi di intelligence controllano se sono accessibili a loro, le versioni veramente sicure non ricevono il brevetto…). GCHQ tuttora impiega alcuni dei migliori scienziati inglesi e la superiorità tecnologica nell’intercettazione e decrittazione continua a dare all’Inghilterra un ruolo maggiore nel mondo di quello che le consentirebbe solo il suo peso economico e militare. E Gareth Williams in 10 anni di lavoro era diventato uno delle star delle tecnologie di spionaggio elettronico e di decrittazione dei codici segreti usati dai servizi lavorando con anche con la NSA e CIA in USA sul terrorismo, Bin Ladin e l’11 settembre.

Immediatamente “qualcuno” ha diffuso su alcuni giornali rumor che era strato trovato nudo e c’erano segni che era un omosessuale, travestito e in un giro di giochi perversi suggerendo che la sua morte potesse essere legata a qualche legame o rituale del genere. Dopo 3 settimane nessuno ha fornito la minima evidenza, anche la polizia ha smentito qualunque indizio del genere e non si è trovato nessun conoscente o amico a conoscenza di niente di simile, per cui questo sembra un tentativo di confondere e depistare tramite i media. E’ in apparenza simile al caso di un altro agente inglese trovato strangolato in Chile nel 1980 e subito avvolto da rumors del genere quello di Jonathan Moyle di cui anche la polizia all’inizio suggerì che si era strangolato da solo in un gioco erotico. I rumors furono poi dimostrati essere completamente falsi. Boyle stava lavorando sul traffico di armi verso Saddam Hussein al tempo.

Un altro caso del genere è la ex-spia del MI6 in pensione James Rusbridger autore di due libri sui servizi, di cui uno scritto assieme al massimo cryptologo inglese della guerra, l’uomo che aveva decrittato i codici giapponesi e in cui dimostravano che Churchill non avvertì gli USA di Pearl Harbour perchè voleva essere sicuro che entrassero in guerra. Inoltre in un altro libro aveva raccontato parecchie altre vicende, ad esempio i dettagli del piano di avere un attentato a Londra nel 1988 tramite Ismael Sowan un palestinese che fu trovato con la casa piena di esplosivo e che al processo fu dimostrato lavorava per il Mossad. I servizi inglesi sapevano che la società per cui questi lavorava era una copertura del Mossad ma non che aveva preparato esplosivi per un attentato. La Thatcher non fu molto contenta e il giorno dopo la sentenza vietò ogni operazione dei servizi israeliani in Inghilterra (Blair appena eletto li tornò a permettere nel 1996). Rusbridger scriveva sempre su temi legati allo spionaggio e a 63 anni fu trovato strangolato in casa qualche anno fa. I media riportarono che intorno al cadavere erano stati trovati foto porno e strumenti sadomaso e che forse si era strangolato da solo in un gioco erotico. (Sembra quindi che quando membri dei servizi inglesi vengono assassinati la tecnica per confondere e coprire è alludere e creare rumors di sadomaso o perversioni sessuali. La tecnica sembra quindi quella di far fuori il tizio e poi spargere materiale porno sadomaso e farlo trovare nudo con un cappio da cui sembri che nel tentativo di eccitarsi sia rimasto strangolato casualmente da solo. Incredibile ma vero ci sono stati diversi casi di morti sospette del genere).

Ma nel caso di Gareth Williams i rumors dei primi giorni sono chiaramente stati piantati da qualcuno dato che sono ora smentiti totalmente da ogni parte perchè sembra che questo matematico lavorasse solo e sempre ai suoi computers e codici e basta. Inoltre il suo speciale computers da lui disegnato è sparito.

Gareth Williams lavorava in particolare su Al Qaeda, Bin Ladin e l’11 settembre, era stato in Afganistan e aveva avuto accesso a tutti gli originali dei messaggi di BinLadin e quindi hai uno dei massimi specialisti mondiali di tecnologie di decrittazione dei codici segreti che lavora sul terrorismo e 11 settembre, assassinato in modo estremamente professionale, presumibilmente quindi da un servizio segreto.

Le autorità ancora dopo un mese non restituiscono il corpo alla famiglia e non dicono ancora esattamente come possa essere morto perchè non risultano segni di violenza sul cadavere. In modo non ufficiale indicano che è stato un “hit” professionale, probabilmente sono stati usati gas o tasers e poi un’iniezione che non lascia traccia perchè non si parla di segni di violenza di alcun genere sul corpo trovato chiuso dentro una borsa in bagno. Il coroner, che aveva studiato in Inghilterra, che ha analizzato la vittima dell’omicidio in un hotel in Dubai in giugno (il leader di Hamas eliminato dal Mossad) dichiara che da quanto rivelato finora la tecnica gli sembra simile (la vittima viene immobilizzata con gas o taser e poi soffocata).

Quindi hai 1) uno specialista di livello mondiale di tecniche per decrittare i messaggi crittati usati soprattutto da servizi segreti, 2) che si occupa di terrorismo mediorientale e 11 settembre per il MI6 inglese e 3) viene assassinato da un servizio segreto (in base alla “pulizia” del lavoro eseguiti da chi lo ha eliminato). C’è un evidente imbarazzo o o qualcosa di strano nel comportamento del MI6 e delle autorità inglesi che lo trovano solo il 23 agosto e non danno ancora indietro poi il cadavere per cui la famiglia vuole ora un’autopsia sua e un pacchiano tentativo iniziale di depistaggio sui media con falsi rumors di giochi sadomaso. L’unica traccia indicata finora è che le autorità stanno cercando e hanno lanciato un appello per chi abbia visto una coppia di persone che sono notate entrare nel suo appartamento un giorno o due prima della morte “di aspetto mediterraneo”, un termine che ovviamente è un termine in codice, per indicare chi si sa bene

.

GZ
Fonte: www.cobraf.com
Link: http://www.cobraf.com/blog/default.php?idr=253415#253415
10.09.2010

Pubblicato da Davide

  • alexg

    cito dall’articolo:

    Gareth Williams lavorava in particolare su AlQaeda, Bin Ladin e l’11 settembre, era stato in Afganistsn e aveva avuto accesso a tutti gli originali dei messaggi di BinLadin e quindi hai uno dei massimi specialisti mondiali di tecnologie di decrittazione dei codici segreti che lavora sul terrorismo e 11 settembre, assassinato in modo estremamente professionale, presumibilmente quindi da un servizio segreto.

    Le autorità ancora dopo un mese non restituiscono il corpo alla famiglia e non dicono ancora esattamente come possa essere morto perchè non risultano segni di violenza sul cadavere.

    Allora lavorava sul nulla, sulle immagini fantastiche proiettate in TV.
    …e sospetto che non sia neanche morto.

    Articolo tendenzioso e fuorviante.

  • keypaxy

    Adesso è difficile dire che sono stati i RUSSI,come per LITVINENKO.
    E’ curioso,Gareth Williams lavorava in particolare su Al Qaeda, Bin Ladin e l’11 settembre, era stato in Afganistan e aveva avuto accesso a tutti gli originali dei messaggi di BinLaden…
    un bel movente.

  • edo

    Articolo tendenzioso e fuorviante?

    Hai ragione, la versione ufficiale della sua morte, ancora una volta, è “impeccabile”. Perchè dubitarne?

  • versus61

    considerando che:
    tutti i messaggi di bin laden sono” scoperti in esclusiva”
    dai contractor del governo americano ” Intelcentre” e dal SITE Intelligence Group, della nota israelo-irakena rita katz e e considerando che le traduzioni dei messaggi vengono fornite dal “MEMRI” diretto dal colonnello israeliano dell’intelligence Yigal Carmon, che lo ha fondato insieme a Meyrav Wurmser, moglie di David Wurmser, ex consigliere (israeliano) per gli affari medio-orientali dell’allora vicepresidente Dick Cheney…….. possiamo con buona probabilità ritenere che :
    con bin laden e compagnia terrorizzante ci stiano prendendo per il culo da almeno un decennio