Home / ComeDonChisciotte / SO THINGS THEY ARE

SO THINGS THEY ARE

DI EUGENIO BENETAZZO
eugeniobenetazzo.com

Il libero mercato semplicemente non esiste: chi pensa che tutto quello che sta accadendo attorno a lui sia il frutto della casualità e del processo evolutivo umano, è meglio che continui a vivere nella sua beata ignoranza. Pur tuttavia esiste una mano invisibile, ma non intesa come meccanismo economico che regola l’economia in modo tale da condurre la società al più ampio benessere in virtù della ricerca della massima soddisfazione a carico di ogni singolo individuo. La mano invisibile è in realtà l’ingerenza nella vita di tutti i giorni di una potente establishment di lobby planetarie che ha ben presente che cosa dovrà accadere nel prossimo futuro.

L’idea di base è facilmente comprensibile: creare una società di individui isolati privi di autocoscienza, senza ideali e punti di riferimento. Il raggiungimento di questo processo di metamorfosi è stato conseguito grazie ad una meticolosa pianificazione: nulla è stato lasciato al caso, globalizzazione compresa.
Tutto è iniziato con il ridimensionamento del settore primario (agricoltura) in cui la moltitudine della popolazione mondiale era assorbita ed impegnata. Con una propaganda consumistica ingannevole hanno convinto milioni di persone nel mondo occidentale (adesso stanno facendo lo stesso con quello orientale) ad abbandonare la coltivazione della terra per proiettarsi in un finto mondo, migliore solo in superficie, spingendoci a vivere dentro nidi di scarafaggi, ognuno per conto suo, tutti contro tutti.

Abbiamo abbandonato la vita sana e gratificante all’aria aperta per fare l’interinale che fa il pendolare tra l’ufficio e un monolocale in cemento a Baranzate di Bollate oppure lo sportellista sfigato e depresso della grande banca d’affari che vende prodotti porcheria a pensionati e coppie neosposate. Sono stati grandi, non vi è dubbio: ci hanno spinto a fare lavori che non ci piacevano per comprare beni e servizi di cui non abbiamo bisogno. Il passo successivo è stato quello di mettere a reddito l’infelicità, soprattutto quella di coppia: la strada intrapresa è stata diabolica ovvero portare l’emancipazione della donna sino al fanatismo per polverizzare la famiglia tradizionale basata sui valori cristiani sostituita da famiglie mononucleari ispirate agli ideali di vita promossi da Maria De Filippi.

La colonna portante della società è venuta destituita lentamente e progressivamente producendo un riverbero mondiale al volano dei consumi: adesso tutti hanno un appartamento, un frigorifero, una televisione, un’automobile, un telefono cellulare. Tutto doppio. L’infelicità rende parecchio all’establishment: una persona infelice e sola infatti tende a cercare gratificazioni personali attraverso il consumo sfrenato di beni e servizi (superflui o inutili) che arricchiscono virtualmente la sua vita e colmano il vuoto degli affetti personali. Invece il multiculturalismo è stato lo strumento inventato e propagandato per distruggere i popoli e creare una melma senza identità, un gregge di soggetti facili da governare e sfruttare, senza grandi capacità di reazione.

Il penultimo passo del processo devolutivo studiato a tavolino è di recente introduzione: creare delle reti virtuali di relazioni sociali con lo scopo di schedare e profilare gratuitamente ogni individuo al fine di conoscere con approfondimento i suoi gusti, le sue amicizie, i suoi desideri, le sue paure, lo stile di vita ed i gusti sessuali. Se vi avessero chiesto di fornire queste informazioni dedicate con un provvedimento di legge ci sarebbe stata una sommossa popolare ovunque invece l’avete fatto gratis da soli invitando anche altri vostri conoscenti a farlo.

Pensate che oggi ci sono persone che vivono con un alter ego rappresentato dal loro iPhone considerandolo ormai come una estensione artificiale del proprio corpo. La fase finale coinciderà con il controllo globale di tutte le interazioni sociali ed economiche di ogni individuo, probabilmente attraverso l’introduzione di un transponder di identificazione a onde radio che servirà per effettuare da prima pagamenti istantanei con moneta elettronica e successivamente servirà per identificare e localizzare le persone e monitorare tutti i loro movimenti e fenomeni di consumo. Tutto questo non sarà imposto dall’alto con la forza o con una legge, ma sarà proprio il singolo individuo a richiederlo a gran voce. So things they are. Così stanno le cose.

Eugenio Benetazzo
Fonte: www.eugeniobenetazzo.com
Link: http://www.eugeniobenetazzo.com/so-things-they-are.htm
10.05.2011

Pubblicato da Davide

34 Commenti

  1. una bella sintesi. mi piace soprattutto quando dice “chi pensa che tutto quello che sta accadendo attorno a lui sia il frutto della casualità e del processo evolutivo umano, è meglio che continui a vivere nella la sua beata ignoranza”, un’affermazione che contrasta col pensiero comune dei lobotomizzati indottrinati da decenni di filosofia popperiana e darwinismo sociale.

  2. Subscribe

  3. Ma non facevano prima e meglio a stamparsi tutti i soldi che volevano, con questi comprarsi tutte le cose che vogliono e, non rompersi i coglioni con piani che richiedono tempo e il tempo è vita che scorre e non ritorna per nessuno,neppure per le elites mondiali.

  4. Vorrei condividere un’ideuzza che mi è venuta questa notte, mentre torme di pazzi scatenati si esaltavano qui a Mi per lo scudetto del Milan, facendo un baccano indiavolato, ed io solingo meditavo su cosa SIGNIFICA DEMOCRAZIA NEL GERGO DELLA FOLLIA OMICIDA DELLA NOSTRA EPOCA. Dopo un pò ho capito: l’origine di detta democrazia NON è la ‘boulè’ ateniese o la ‘koinè’ degli elleni nel mondo alessandrino, degli ‘androi’ la cui paideia era raggiungere lo stato di ‘kalos kai agatos’. NO. La sua origine, come tutte le più profonde malvagità – travestite beninteso nel loro contrario – sta nel pensiero giudaico nel suo formato ‘export’: il cristianesimo. Allora ho capito: ho ricordato quella famosa frase di Matteo10, 34-38 : ‘…“Non crediate che io sia venuto a portare la pace sulla terra. Non sono venuto a portare la pace, ma la spada. Perchè sono venuto a dividere il figlio dal padre, la figlia dalla madre, la nuora dalla suocera; e i nemici dell’uomo saranno i suoi famigliari…”. Esattamente quello che significa oggi DEMOCRAZIA: una torma di ‘singoli’ ABBRUTTITI dagli ‘idola tribus’ e perennemente in lotta gli uni contro gli altri. Rendere ‘democratici’ i popoli significa SPEZZARE I VINCOLI NATURALI E SOSTITUIRLI APPUNTO CON IL BELLUM OMNIUM CONTRA OMNES. Una ragione in più per essere A FAVORE di questi POPOLI MARTIRIZZATI ( ed anche noi lo fummo ) e CONTRO I LORO AGUZZINI: DUNQUE CONTRO IL LORO DIO.

  5. Sembra che a lorsignori non basti avere tutta la ricchezza virtuale e reale; vogliono di più, molto di più, puntano al dominio assoluto dell’uomo e della sua coscienza.
    Non ce la faranno, tutto si sbriciolerà prima che ciò accada a fronte delle immani contraddizioni che si stanno creando.

  6. Zara guarda che è esattamente quello che hanno fatto.

  7. Bye, bye Eugenio, sei ormai partito anche tu per la tangente.
    Peccato vevo una buona considerazione di te.

  8. La cosa più terribile del male, è la sua vittoria della banalità

  9. Zara quei piani NON esistono, sono solo farneticazioni di paranoici.

  10. …il tuo commento è logicamente condivisibile ma la logica delle èlìte non è la nostra, non è una questione di denaro, è una questione di “potere”, di “dominio” e di “controllo”. Mi piacerebbe raccontarti la storia ma ci vorrebbero dei giorni e poi avresti comunque una visione parziale della reale situazione. Per comprendere il senso di quello che fanno (e lo fanno, stanne certa) devi fare la tua ricerca e lasciarti trasportare anche su argomenti che probabilmente oggi non consideri possibili ma che diventeranno fondamentali per trovare “il senso” a tutto ciò. Ti posso consigliare di iniziare la tua ricerca cercando su Google: Nuovo Ordine Mondiale o N.W.O. – I Protocolli dei Savi di Sion – Illuminati – Massoneria – Rosacroce – I Cavalieri di Malta – Ordo Templi Orientis. Puoi cercare i filmati di: Jordan Maxwell – David Icke – David Wilcock – M. Tsarion – Leo Zagami e se vuoi vedere dei bei documentari: http://www.youtube.com/results?search_query=+M.Tsarion+-SubITa+&search_type=&aq=fhttp://www.youtube.com/watch?v=klF_LPdytiIhttp://www.youtube.com/user/moksha75arhttp://www.youtube.com/watch?v=rK0pqQjmC5c&feature=relatedhttp://www.youtube.com/results?search_query=secret+space+2+ita&aq=0 ….buona ricerca e mi raccomando: non fidarti di nessuno, fidati solo di ciò che senti.

  11. Quindi è tutta una gran sfiga? E in Irak c’erano le armi di distruzione di massa? e Osama è stato bucherellato da un marines?

  12. Articolo condivisibile solo in parte. Butta nel calderone cose evidenti e le collega a falsi problemi. L’osannazione della famiglia è ridicola. E’ proprio il nucleo chiuso totalitario ed esclusivo ad aver generato questa società totalmente indifferente agli altri. La famiglia moderna è un fallimento sotto ogni profilo ed è un cancro da estirpare tanto quanto il capitalismo perché ne è figlia e non antagonista come l’autore vuole farci credere.

  13. a meno che sottintenda una sorta di rivalutazione della famiglia rurale, magari allargata e legata a culture più tradizionali (“cristiana” in questo senso)…

  14. Si’ certo in quell’era meravigliosa di criisto dove se nascevi servo della gleba tale restavi a vita, dove carestie e pestilenze erano frutto del peccato, dove l’attività principale nella buona stagione era quella di andare a menar botte e saccheggiare il vicino in nome di criisto naturalmente, dove la aspettativa di vita era di 45-50 anni.

    ma andate a ……

  15. A me piace guardare le presunte “vittime” di tutta questa storia. Bisogna riconoscere che stiamo parlando di poco più che animali, pressochè privi di una qualche coscienza, facili da ingannare, facili da ipnotizzare. E soprattuto preda dei loro istinti più bassi: mangiare, godersela, possedere….Io mi sono dato la spiegazione che questo avviene a fini evolutivi, nel senso di sbagliare per imparare….

  16. Certo le cose stanno così.

    Ma anche le 7 coppe dell’Ira di Dio saranno versate a breve, fra 10,20,30,40,50,100 anni non sappiamo. Ma quando saranno versate ci renderemo conto che non sono ossa e carne, ma la Guida Suprema è יהךה.

  17. Appunto. Per definirli in 2 (due) parole: merda umana
    Vittime di che? Della loro insipienza, stupidità, ignoranza crassa?

    A me sembra che quel potente establishment di lobby planetarie è fin troppo tollerante e paziente.

  18. ma cosa c’entra questo discorso? ma che ne sai dei servi della gleba? ma vatti a leggere qualcosa, va….

  19. non ho capito questo commento

  20. Non sono assolutamente d’accordo. Il compito delle elites è elevare l’uomo-bestia. Ma se invece lo fregano…anche loro hanno le loro colpe. C’è l’inganno e c’è la stupidità. Dunque il risultato è frutto di tutte e due le parti.

  21. Certo che esiste il libero mercato. Quando uno stato si sgretola e non gestisce giustamente e liberamente
    e si mette in competizione con altri stati e mette nelle mani dei privati la gestione dello stato e delle sue risorse
    e lo scopo e’ di creare moneta privata tramite stato ed istituzioni
    e si mette in competizione con altri stati, dove il benessere e’ solo un’ investimento per un futuro guadagno
    e dove il tutto e’ gestito dal tassare e dal sottrarre a tal punto che le istituzioni stesse
    hanno il principio di salvarsi con i debiti che finanziano e che anziche’ essere rimedi
    sono maggiori incentivi per il guadagno privato, il libero mercato della moneta e del guadagno signoreggia
    a spese di chi non guadagna ma perde. Piu’ che libero mercato si puo’ parlare di mercato obbligatorio liberalizzato e totale.
    Se hai perso la dimensione bisogni-mezzi e non ti sei fermato il crak non esiste solamente nei numeri
    ma esiste come forma educativa sociale ed istituzionale.
    Difficile che una scimmia gestisca un mitraliatore automatico.

    Napolitano parlava a dei studenti di scuola primaria. Una pena per lui e per loro.
    Una scuola dove non si capisce perche’ devi studiare e sapere quando poi uscendo ti dimentichi tutto
    o perche’ serve una laurea per accodarsi ad avere un posto per prendere soldi e vivere
    o se la tua professione come vocazione ti spinge per forza ad avere uno stipendio e a farti strada se vuoi realizzarti
    il che consiste in avere proprieta’ privata auto soldi e vita agiata.
    E tutto questo se sei sostenuto dal medesimo sistema che prende e non da’ se non per prendere di piu’.
    E se non entri nel sistema nemmeno la tua vocazione ti salva.
    E’ un po’ un carozzone da fiera e da luna-park.
    Napolitano finiva dicendo ” E la scuola dovrebbe formare persone vere e consapevoli
    affinche’ un giorno siate voi stessi i pionieri di un nuovo risorgimento.”.
    Difficile che si formino persone a questo modo con la scuola di ora e da chi insenga che nemmeno sa cosa insegna
    e dove lo inserisce in una societa’ presente e futura, insegnando cose vecchie e morte.
    E sopratutto, per fare una vera rivoluzione e creare un vero risorgimento
    lo dovrebbero iniziare da loro, che saputi ma non mai eruditi in materia hanno creato e spingono ancora
    questo falso predicare idiota e decaduto. E poi il risorgimento lo dovrebbero fare i genitori e chi lavora
    non scaricare i pesi di oggi a chi ci sara’ domani.
    Gia’ da oggi per un domani abbiamo gia’ creato una razza ibrida che esiste solo se il tutto esiste
    altrimenti non esistera’ nessuno piu’. E non serve aspettare, e nemmeno cambiare, e’ tutto nel programma di come ci siamo programmati.

  22. se anche Eugenio Benetazzo parla di microchip, allora ci stiamo avvicinando. NWO is coming.

  23. aggiungo pero una piccola critica. Al pari P. Barnard (ne il piu grande crimine), anche Benetazzo quando parla di cospirazioni di portata quasi secolare ed oltretutto afferenti a differenti campi (non solo quello economico) della vita sociale, dovrebbe portare un po’ di fonti probatorie a supporto.

  24. siiii, ma non si puo essere tutti come barnard. che pretende quelllo? che tutti snocciolino un enciclopedica descrizione lunga 40 pagine a ogni articolo? il lettore intelllgente va a informars da se su chi sono queste potenti establishment. o dobbiamo ogni volta fare l’elenco delle prove a supporto delle nostre tesi? qui si parla di normale fiducia in colui di cui leggi. se ti fidi vai ad approfondire ciò che dice. se non ti fidi lasci perdere e passi ad altro: è la vita sai

  25. Al netto del discorso per cui il fine ultimo non è il denaro (perchè quella è roba di cui possono disporre come e quando gli pare), e che esiste una buona fetta di popolazione refrattaria ai condizionamenti mentali (determinata a rifiutare i modelli artificiali imposti, il che è già un notevole atto di autodifesa), i piani sono molto più diabolici di quanto l’autore dell’articolo si sia limitato ad esporre. Il ragionamento scorre logico per poi piantarsi in un punto non di poco conto. Benetazzo omette il fattore inquinamento dell’ecosistema, mi spiace ma occorre farne i conti. Non scordiamoci mai che negli anni sono state predisposte leggi specifiche per il sabotaggio di alimenti e rimedi naturali a vantaggio di veleni resi legali, che l’aria e l’acqua vengono costantemente avvelenate (le scie chimiche non sono cose astratte da cartoni animati) anche se il sistema fa di tutto per nasconderlo e che si è circondati da bombe radioattive ad orologeria sistematicamente riversate nell’ambiente (centrali, e armi di sterminio umanitario nelle guerre perenni); a tutto ciò aggiungiamo pure antenne e apparati che emettono onde nocive (di telefonia? militari? mah!) presenti in numero abnorme. Queste cose non conoscono confini. Forse Benetazzo vive sotto una campana di vetro. Morale del discorso? Occorre raddoppiare se non triplicare quelli che molti di noi hanno sempre considerato comportamenti e abitudini “giudiziosi” per opporsi ai piani di sabotaggio orditi dalle micidiali elite e tener presente che quando si parla di vita sana all’aria aperta, il discorso va inteso come un modo di vivere senz’altro migliore rispetto a quello demenziale e tossico della vita nei grandi centri abitati iperinquinati, ma…

  26. non capisco, vuoi dire che anche le antenne dei cellulari e l’uranio impoverito nelle armi sono fatti con lo scopo di inquinare l’ambiente ed i cervelli???

  27. Per un trader, uno che vive fornendo consulenze finanziarie, “consigli per gli acquisti” di strumenti per parassitare ricchezza altrui, non c’è male. Sembra proprio folgorato sulla via di Damasco! Si tratta però di una “folgorazione” immatura, di giovine dalle belle speranze ancora ingenuotto. Già, perchè è sempre lui, il Benettazzo “analista finanziario” a sostenere, incentivare, incarnare quello che ha descritto come bersaglio dei suoi strali. Senza quei cattivacci chi gli avrebbe fornito la materia prima del suo stesso operare, le “borse valori” all’interno delle quali ha navigato con relativo successo? Non è un attacco personale, anzi il ragazzo mi è (molto) relativamente simpatico. E’ invece un attacco esplicito alla visione del mondo che ne esce, alla interpretazione dei fatti che fornisce. Parla della rivoluzione tecnologica con la stessa verve critica di un Pallante, anche se la decrescita felice non mi risulta essere nei suoi piani esistenziali. Cari ragazzi del “cattivo là fuori”, come ve lo devo dire che quello è una nostra proiezione, di quello che abbiamo dentro? Certo che esiste il male assoluto delle lobby, l’abbiamo creato noi, e continuiamo a sostenerlo! E non ditemi che allora si risolve tutto facendo dietro-front, sulla via delle caverne! E’ proprio lì che è cominciata questa storia! Possiamo solo andare avanti, evolvere (o soccombere). A noi la scelta. Tenete però presente che buttare nel cesso l’intelligenza, il cervello, sarebbe come per una tigre strapparsi denti e artigli! Non è il frutto dell’intelligenza il problema, è l’uso che ne vogliamo fare.

  28. Non per me, io sono molto documentato su tutto, però molte persone per ottenere un risveglio hanno bisogno di trovarsi la pappa pronta, altre molto scettiche non continuano l indagine personalmente se non stuzzicate da notizie ben documentate e, ricordati, per sovvertire l attuale paradigma dovremo essere in tanti altrimenti vinceranno cmq loro. Solo questa la mia critica a fini prettamente utilitaristici per l antisistema.

  29. Certo che vorrei sapere come faranno ad obbligare la gente dei paesi come quello dove vivo io ad usare microchip con trasponder ad onde radio per i pagamenti, e profilare gratuitamente ogni individuo con facebook ed affini, quando la maggior parte di loro non sa neanche cosa sia internet o un computer (e questo vale in buona parte anche per chi comanda)…

    Forse e’ solo questione di tempo?

    Se arrivano anche qui, emigro su Marte stavolta.

  30. L’outing di Benetazzo proprio mi mancava…che l’Apocalisse sia veramente imminente…

  31. Son furbi, vero? Le scorie radioattive vengono riciclate nelle guerre e le funeste antenne che emettono radiazioni nocive in molti luoghi vengono camuffate (viste le legittime proteste degli abitanti interessati). Le guerre sono il miglior mezzo di cui i governi (specie quelli occidentali che in pratica detengono il “brevetto”) dispongono per disintegrare i paesi presi di mira e decimarne la popolazione e lo fanno con metodi e armi poco simpatiche che lasciano il segno per generazioni come malformazioni congenite e alterazione delle caratteristiche genetiche, tra i superstiti, e tutti lo sanno, per primi i giornalisti. La cosa triste tra le altre è la convinzione, comune tra molti di coloro che conosco e che la guerra non ce l’hanno sotto casa, di essere immuni alla contaminazione delle nanoparticelle trasportate dall’aria lontano dal luogo di origine. Antonio Mazzeo spesso scrive articoli interessanti che riguardano la nostra croce italo-statunitense in tema di armamenti e militarizzazione del suolo e mare nazionali (http://antoniomazzeoblog.blogspot.com/). Le antenne dette di telefonia, sono talmente innocue che spesso sono camuffate da alberi, palme, finti camini sui tetti dei condomini, CROCI (ci sono chiese i cui tetti sono imbottiti di pannelli impostati a croce sulla sommità o sui lati, dentro nicchie e finestre nei campanili, ecc). Occultate per una questione estetica? Come no. E che bisogno ci sarebbe poi di arredare una chiesa, dove viene predicata la Parola di Dio, con antenne per i cellulari? Evidentemente le piazzano ovunque per esigenze particolari e se le nascondono non sono poi così innocue, infatti la gente non le vuole perchè iniziano ad essere un po’ troppe. E’ legittimo il sospetto che dietro alle onde emesse da quegli apparati si celino azioni di interferenza con le attività cerebrali, che va ad aggiungersi alla nocività dimostrata dai dati epidemiologici in prossimità delle antenne medesime.

  32. caro sollazzo non ci ho capito un cazzo. visto che hai consigliato il filmato, conoscerai il russo, mi dici che cosa dice la voce in sottofondo?

  33. Non conosco il russo. solo il polacco che ho imparato in Polonia negli anni precedenti il 1990 quando quel paese era ancora un paese civile e per tanti versi unico al mondo. Ma a proposito del mio link la lingua non conta contano i muscoli di chi parla per farsi ascoltare e capire altrimenti o ti ignorano o ti ammazzano.

    P.S. Quando andiamo ogni anno a commemorare la grande tragedia delle fosse Ardeatine con 315 martiri, nessuno qui da noi sa che nel settembre del 1944,a Varsavia, la sollevazione dei nazionalisti polacchi contro i nazisti provocò la morte di 150.000 civili e 17.000 combattenti. E tutti questi morti furono solo una parte di quelli che quella città ha avuto durante la guerra.