Sindaco democratico di Boston: no ai passaporti vaccinali

Sono paragonabili ad una moderna schiavitù, come le Leggi Jim Crow. Per contro, New York ora richiede di mostrare le i dati sanitari per poter accedere a ristoranti al chiuso, palestre o luoghi di intrattenimento.

 

Matt Lamb – LifeSiteNews – 6 agosto 2021

 

Il sindaco di Boston Kim Janey ha criticato aspramente il piano della città di New York di richiedere i passaporti vaccinali Covid-19 per entrare in luoghi pubblici come i ristoranti, paragonandoli alla schiavitù ed alla segregazione.

C’è una lunga storia in questo paese di persone che hanno bisogno di mostrare i loro documenti”, ha detto la Sig.ra Janey, che è nera, ad un’agenzia di stampa di Boston. “Durante la schiavitù, dopo la schiavitù, e di recente; sappiamo bene cosa deve passare la popolazione immigrata qui… vogliamo essere sicuri che non stiamo facendo nulla che crei una ulteriore barriera per i residenti di Boston o un impatto sproporzionato sulle comunità BIPOC [neri, indigeni e persone di colore]“.

Tuttavia, alcuni membri del consiglio comunale di Boston si sono espressi a favore del divieto di accesso ad alcuni spazi e possibilmente al lavoro da parte delle persone non vaccinate.

Se vogliamo affrontare seriamente l’esitazione al vaccino, rallentare la diffusione delle varianti Delta (e successive), e mantenere le nostre famiglie, amici e vicini di casa al sicuro, allora abbiamo bisogno di intraprendere azioni coraggiose ed efficaci“, ha twittato il membro del consiglio comunale Matt O’Malley, condividendo il suo sostegno ai passaporti vaccinali.

Dovremmo farlo [anche] a Boston“, ha detto O’Malley, rispondendo ad un articolo sull’obbligo imposto dal sindaco di New York Bill de Blasio.

In precedenza, oggi, ho sottolineato diversi ostacoli che affrontano le comunità di colore con tassi di vaccinazione più bassi“, ha detto il sindaco Janey in una dichiarazione successiva. “Questi ostacoli non dovrebbero essere scuse, ma dobbiamo considerare la nostra storia condivisa mentre lavoriamo per garantire un’equa salute pubblica e una ripresa economica“.

Secondo il rapporto di vaccinazione del Massachusetts del 23 luglio, solo il 50% dei residenti neri di Boston è stato vaccinato contro la Covid-19.

All’inizio di giugno 2021, Tucker Carlson di FOX News aveva contestato duramente la segregazione basata sui vaccini come “leggi Jim Crow sanitarie”.

Se avessimo ancora le fontanelle stradali, i non vaccinati le avrebbero separate“, ha detto durante un sardonico monologo.

Le statistiche mostrano che sia i neri americani che i latino-americani sono stati più “esitanti” degli americani bianchi a farsi vaccinare contro il coronavirus. E poiché le persone che non sono vaccinate sono state segregate in settori “fuori moda” alle partite di pallone, questo implica che molte persone di colore saranno trattate – come lo erano sotto le leggi “Jim Crow” – come cittadini di seconda classe.

Questo fatto sarà presto oggetto di fotografie piuttosto imbarazzanti“, ha detto Carlson. “Sembra che la nuova segregazione assomigli molto alla vecchia segregazione, e ci chiediamo come lo spiegheranno. Non vedo l’ora di sentirlo“.

 

Molti americani preoccupati per la sicurezza e l’efficacia dei vaccini

Molti americani hanno citato i potenziali effetti collaterali come motivo per rifiutare i vaccini sperimentali contro il coronavirus.

Tra coloro che hanno detto di non essere disposti farsi vaccinare, il 66 per cento ha dichiarato di essere preoccupato per gli effetti collaterali, mentre un altro 33 per cento ha detto di non credere che sia efficace“, ha riferito precedentemente The Hill. “Il ventisette per cento ha detto di non essere preoccupato per il virus, il 23 per cento ha detto che dovrebbe andare a individui più a rischio e il 17 per cento ha dichiarato di avere problemi di salute“.

Altre persone, soprattutto giovani, hanno sviluppato un’infiammazione cardiaca legata al vaccino. Tra questi c’è Isaiah Harris, un giocatore di football liceale altrimenti sano, che è finito in ospedale con un attacco di cuore dopo essersi vaccinato. “La condizione è stata poi attribuita al vaccino Covid della Pfizer – ma i medici inizialmente si sono rifiutati di credere che la sua condizione avesse qualcosa a che fare con il vaccino“, ha riferito Children’s Health Defense.

L’analisi più recente del database federale Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS) mostra che sono state segnalate quasi 500.000 reazioni o morti per il vaccino.

I dati rilasciati [23 luglio 2021] mostrano che tra il 14 dicembre 2020 e il 16 luglio 2021, è stato segnalato al VAERS un totale di 491.218 eventi avversi, che comprendevano 11.405 morti – con un aumento di 414 rispetto al totale della settimana precedente. Durante lo stesso periodo di tempo sono state segnalate 48.385 lesioni gravi – in aumento di 7.767 rispetto alla settimana precedente“, ha riferito Children’s Health Defense.

Nessuno dei vaccini sul mercato negli Stati Uniti ha ricevuto l’approvazione completa dalla Food and Drug Administration (FDA) e la loro Emergency Use Authorization (EUA) è stata fatta in fretta in un lasso di tempo ridotto. Tuttavia, il regime a due dosi di Pfizer (per ora) dovrebbe ottenere la piena approvazione entro l’autunno.

Le persone pro-vita potrebbero anche avere obiezioni ad accettare un vaccino che è stato sviluppato o testato su una linea cellulare di tessuto fetale abortito. Inoltre, alcune persone potrebbero pensare che sottoporsi a questo vaccino servirà solo ad incoraggiare i produttori di vaccini a continuare in futuro ad usare tessuto fetale abortito.

 

Link: https://www.lifesitenews.com/news/bostons-democratic-mayor-slams-vaccine-passports-comparable-to-modern-day-slavery-jim-crow/

 

Scelto e tradotto da Arrigo de Angeli per ComeDonChisciotte

Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x