Sacrificio infantile e inganno al tempo del Covid

Michael Driver
conservativewoman

Se gli Aztechi sembrano irriconoscibili e alieni alla mente moderna, può essere che la mente moderna non si riconosca negli Aztechi. Non possiamo capire gli Aztechi perché non vogliamo capire noi stessi” – John Gray, The Soul of the Marionette

Nel suo magnifico libro Conquistador: Hernan Cortes, King Montezuma and the Last Stand of the Aztecs, lo storico Buddy Levy descrive la reazione di Montezuma all’arrivo degli Spagnoli:

Dopo che i suoi sacerdoti avevano sacrificato una dozzina di bambini, credendo che la sopravvivenza dell’universo dipendesse da loro, Montezuma si era inginocchiato davanti alla luce tremolante del fuoco e aveva pregato per la visione, per la verità.”

Quando Montezuma aveva concesso a Cortes di entrare nel tempio per assistere a scene che nessun Europeo aveva mai visto, Cortes era rimasto disgustato. Aveva detto, senza mezzi termini, che gli idoli aztechi “non sono dei, ma entità malvagie… demoni.” Montezuma aveva risposto con tono di sfida: “Noi pensiamo che siano molto buoni. Ci danno salute e pioggia e raccolti e bella stagione, fertilità e tutte le vittorie che desideriamo. Quindi siamo tenuti a venerarli e a offrire sacrifici… Non dire altro contro di loro.”

Il 3 giugno, [in Inghilterra] la MHRA (Medicines and Healthcare products Regulatory Agency) ha approvato l’uso del “vaccino” Pfizer-BioNTech Covid-19 nei bambini di 12-15 anni. Secondo il BMJ, solo otto bambini sono registrati nei dati ufficiali delle vittime del Covid, tutti con gravi condizioni preesistenti note.

Se “vaccineremo” i 5 milioni di ragazzi dai 12 ai 15 anni di questo Paese, come conseguenza diretta potrebbero morirne decine, probabilmente centinaia. Tutto questo per una malattia che, per loro, non costituisce una minaccia e per la quale non c’è un solo esempio in tutto il mondo di un bambino che abbia trasmesso la Covid ad un insegnante in ambiente scolastico.

A quali dei stiamo sacrificando questi bambini? Al dio della ‘sicurezza sanitaria’? Gli Aztechi selezionavano accuratamente i bambini da sacrificare. I nostri verranno scelti a caso? Questo renderà migliore il sacrificio? Dobbiamo essere assolti perché è un corollario della nostra ingenuità? Quale superstizione ha incantato la nostra popolazione al punto da farle accettare i rituali di una civiltà morta da tempo? La superstizione che il vaccino sia una specie di panacea? Qualcuno che mi legge riuscirà a credere che io abbia appena scritto questo paragrafo?

Siamo stati tutti ingannati dai politici, dai media e dalle aziende farmaceutiche. Il gioco di prestigio consiste nel confondere il rischio assoluto e quello relativo nella mente della popolazione. Come in ogni truffa che si rispetti, l’inganno è in piena vista, ma la vittima fa di tutto per non vederlo. A mio parere, una delle ragioni può essere perché abbiamo a che fare con la matematica e il concetto non è facile da capire al volo. Quando la matematica non è semplice ci ritroviamo alla quinta ora del venerdì pomeriggio e spegniamo il cervello. Cercherò comunque di semplificare l’odiata matematica ed esporre la truffa:

In una situazione in cui io ho 1 sterlina e tu hai 2 sterline, in termini ‘relativi’ tu stai meglio di me al 100%, ma, in termini ‘assoluti’, nessuno dei due è ricco. Il ‘relativo’ conta nel campione [limitato a due persone] di me e te, quello ‘assoluto’ è rapportato alla popolazione del mondo reale.

Le aziende farmaceutiche dichiarano circa il 95% di efficacia per i loro vaccini. Tuttavia, parlano di efficacia relativa, non assoluta. È lo stesso principio del semplice esempio di cui sopra, proprio come nel mondo reale, dove il fatto che tu abbia una sterlina in più di me è assolutamente irrilevante. Se assumi un vaccino con circa l’1% di efficacia assoluta, non sei molto più protetto di me. Sono tutti dati presenti negli stessi studi clinici effettuati dalle aziende farmaceutiche.

Ora, se io sto per guadagnare miliardi (trilioni?) di dollari, su quale numero vorrei che vi concentraste? Il 95% o l’1%? Questo trucco è vecchio come le prime forme di vita. La differenza qui è che la truffa viene portata avanti sull’intero pianeta e i gonzi siamo noi.

Tornando a John Gray: “La civiltà e la barbarie non sono tipi diversi di società. Si trovano – intrecciate – ogni volta che gli esseri umani si incontrano.”

Questo è vero sia per la civiltà azteca che per quella covidiana. Uno storico futuro potrà confrontare le superstizioni degli Aztechi con quelle dei Covidiani. Le ridicole mascherine, gli inefficaci lockdown, l’obbedienza cultuale all’autorità. È quasi troppo perfetto che la nobiltà azteca si identificasse camminando con un fiore tenuto sotto il naso.

Gli esseri umani sono l’unica specie che uccide alla ricerca delle utopie, la più assurda delle quali è che possiamo esistere al di fuori della natura, controllando la posizione di ogni molecola dell’universo o di ogni virus del pianeta. Un’utopia in cui non corriamo alcun rischio quando usciamo dalle nostre case. Questa non è un’illusione in scala ridotta del pensiero magico degli Aztechi. Quasi tutta la popolazione dell’Occidente è stata ingannata e indotta ad adorare un falso dio che richiede sacrifici umani. Cinquecento anni dopo la fine dei sacrifici di bambini in Messico, Boris Johnson vuole forse essere ricordato come il Montezuma del 21° secolo?

Michael Driver

Fonte: conservativewoman
Link: https://www.conservativewoman.co.uk/child-sacrifice-and-deception-in-the-time-of-the-covidians/
11.06.2021
Scelto e tradotto da Markus per comedonchisciotte.org

27 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Enrico Fila
Utente CDC
15 Giugno 2021 8:34

Cerco di spiegare meglio quello che si sostiene nell’articolo.
Dati alla mano, se prendiamo ad esempio lo studio preliminare di pfizer/Biontech di dicembre 2020, si nota che su 43,548 partecipanti, 21,720 sono stati trattati con il vaccino e 21,728 con il placebo. Sono in seguito stati registrati 162 casi da Sars_Cov-2 nel gruppo placebo e 8 nel gruppo vaccinato.
Se calcoliamo la percentuale risulta che il 99,26 % di chi ha usato il placebo non si è ammalato e che il 99,96 % di chi ha usato il vaccino, non ha contratto l’infezione.
L’efficacia del 95% quindi viene calcolata, come si può notare, sulla differenza di un misero campione di scostamento.
Ma udite udite, nello studio originale si trova una cosa interessantissima. Il conteggio degli infetti nel gruppo vaccinato, inizia solamente dopo 1 settimana dalla somministrazione della seconda dose ( e nessuno conosce quanti si siano ammalati nel frattempo). Si deduce quindi che la differenza tra i 2 gruppi potrebbe essere ancora più irrilevante.

rocks
Utente CDC
Risposta al commento di  Enrico Fila
15 Giugno 2021 13:46

Dal punto di vista numerico è chiaro, ma quel che non ho capito dei trial è se i partecipanti sono stati esposti al virus o no. Immagino che no, che non si potesse fare. Quando sono stati fatti i trial? L’estate scorsa in assenza di pandemia? O durante i picchi? Immagino che sia stato un campione variegato di persone… Anche se essendo volontari… Boh…

emilyever
Utente CDC
Risposta al commento di  rocks
15 Giugno 2021 19:18

Un medico francese,ex presidente della società di infettivologia, su France soir aveva raccontato che i vaccini avevano fatto i trial la scorsa estate, dove ancora girava il virus, quindiprevalentemente in Inghilterra, in Brasile, in Sudafrica, e anche in Giappone…ti ricordano quelcosa questi luoghi?

rocks
Utente CDC
Risposta al commento di  emilyever
15 Giugno 2021 21:10

ehm… no…

emilyever
Utente CDC
Risposta al commento di  rocks
15 Giugno 2021 22:45

Era ironico? i nomi delle varianti, e anche in Giappone ne era stata individuata una

Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  rocks
16 Giugno 2021 16:40

I partecipanti NON sono stati esposti al virus. E NON sono state fatte le sperimentazioni precliniche sugli animali.
Le “diagnosi” sono state fatte utilizzando il test PCR, quando invece sarebbe stato più corretto fare il sequenziamento.
Le fasi sperimentali sono state “telescopate”: si è passati dalla prima alla seconda fase senza aspettare l’esito della fase precedente.
Le cavie della terza fase siamo noi, gratis.

IlContadino
Utente CDC
15 Giugno 2021 9:00

Io e mia moglie abbiamo deciso di non farci vaccinare, per coerenza non faremo vaccinare i nostri figli, però non vogliamo farli sentire “diversi”, in mezzo ai loro coetanei, allora, dato che presto saranno tutti sottoposti a sevizie, abbiamo deciso di sperimentare anche noi su di loro. Gli concediamo la possibilità di scegliere tra: gatto a nove code, ferro incandescente o strofinamento sul formicaio cosparsi di miele. Così quando andranno in piscina o al campetto avranno di che parlare, saranno uguali agli altri, figli di un mondo che non li merita.
Poi vi dico cosa hanno scelto e come hanno reagito; butto giù qualche grafico, calcolo le percentuali e stilo una relazione, così da giustificare il tutto e non sentirmi una m.

Bertozzi
Utente CDC
Risposta al commento di  IlContadino
16 Giugno 2021 22:17

Sniffare colla da modellismo è una bella alternativa, letta qui un po’ di articoli fa.

danone
Utente CDC
15 Giugno 2021 9:19

Gli Aztechi selezionavano accuratamente i bambini da sacrificare. I nostri verranno scelti a caso?

Noi siamo più avanti degli Aztechi.
I nostri verranno scelti tutti, poi il dio del caso si prenderà i suoi (pensiero magico).
Comunque la natura vince sempre perchè grazie a qualche altro dio buono, esiste l’eterogenesi dei fini..
..vedete qualche antico Azteco in giro?

Ultimo aggiornamento 4 mesi fa effettuato da danone
oriundo2006
Utente CDC
15 Giugno 2021 9:19

Il paragone al mondo Azteco è ben più significativo se vi uniamo gli analoghi sacrifici che nell’antichità vi si officiavano in onore di Baal…ad esempio in quel di Sichem.
Per chi pensi che i sacrifici umani oggi non esistano, per queste anime belle, in genere cristiano-cattoliche, ebbene papa Ciccio a suo tempo aveva dichiarato l’esatto contrario…salvo poi prudentemente lasciar le cose come stavano, specie sui ‘fratelli maggiori’. Troppo pericoloso inimicarseli. Basta fare una rapida ricerca sul net … e capire diverse cose assai interessanti.

gix
Utente CDC
15 Giugno 2021 9:19

Dal momento che già si sa che il virus quasi non tocca i bambini, e tutto sommato anche con i grandi ha percentuali bassissime di letalità, non è particolarmente importante sapere se l’efficacia dei vaccini viaggia con uno zero virgola in più o in meno. Molto più interessante capire le ragioni del sacrificio rituale dei bambini, ovvero del possibile futuro di una specie, rispetto al quale, prendiamo atto, non ci sono particolari differenze fra gli aztechi e la popolazione evoluta del mondo moderno. Naturalmente il problema non si pone per le divinità, che, dal loro punto di vista, evidentemente, sia in epoca azteca che in epoca moderna possono avere una qualche convenienza e oppure trarre un qualche piacere ad ottenere il sacrificio dei piccoli di una specie forse non così importante. Per quanto ne sappiamo, anche sacrifici meno evidenti (nella loro motivazione e volontarietà) di bambini, come quello, accaduto in un tranquillo centro residenziale vicino Roma, mediante il (possibile) controllo della mano di un folle, possono ottenere lo stesso risultato. Non sappiamo nemmeno cosa pensassero i genitori dei bambini aztechi prescelti per il sacrificio, è possibile che lo ritenessero persino un onore per la famiglia, ma, ciò che è grave,… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 4 mesi fa effettuato da gix
fuffolo
Utente CDC
15 Giugno 2021 10:26

Mi viene sempre in mente il tofet. Hanno paura del primogenito maschio. Che poi chi se lo poteva permettere mandava a morire un bambino non suo, acquistato per l’occasione.

McBane
Utente CDC
15 Giugno 2021 10:56

Giusto, ma ancora troppo complicato per i più.
Basta semplicemente confrontare i dati dello stesso periodo 2020 con 2021 e si vede chiaramente che pur senza vaccino e obbligo di mascherina all’aperto, i numeri erano migliori di adesso, anche senza vaccino. Come si spiega? Che ve lo dico a fare, neppure una verità tanto lampante scalfisce la fede dell’ultracovid.

Maurizio
Utente CDC
Risposta al commento di  McBane
15 Giugno 2021 11:30

un ultracovid qualsiasi ti risponderebbe che lo scorso anno di questi tempi venivamo da un periodo di lockdown totale, grazie al quale si sono azzerati i contagi, ecc ecc.
Quest’anno invece tutto merito dei vaccini.

Già sperimentato, fidati. Hanno una risposta (idi0ta) a tutto.

Violetto
Utente CDC
Risposta al commento di  Maurizio
15 Giugno 2021 12:15

resto basito dalla “violenza” con cui i “covidioti” reagiscono alle palesi incongruenze, alle violazioni dei diritti, alla censura quando gli vengono fatte notare.

Vogliono stare con le orecchie chiuse e basta.
Recentemente mentre si chiacchierava con una persona che ritenevo “intelligente” ovviamente il discorso è finito li. Si è andati dalla censura sui social alle cure mancanti.

Non esiste aspetto che queste persone vedano in modo critico
. va tutto bene! tutto! per ogni cosa c’è una giustificazione, per ogni cosa c’è una risposta SBAGLIATA.

Alla fine sono stato aggredito verbalmente perchè questa persona è stufa di sentire parlare di queste cose, non è interessata, non sa, non gli interessa.
Ovviamente non sa non gli interessa e non è informata ma ha avuto una risposta a tutto…..

Meglio rinunciare. Se alle prime chiacchiere notate che state parlando con un “dormiente” lasciatelo dormire o si incazzerà e vi insulterà.

Che faccianoiunculo

LuxIgnis
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
15 Giugno 2021 12:27

Rispondi invece che va bene. Che è una scelta legittima la loro, ma che si prendano la responsabilità di questo. E che questa responsabilità un giorno avrà il suo prezzo da pagare, molto alto. Vedrai che impallidiscono e si defilano in un baleno.
Se c’è una cosa che non vogliono è la responsabilità. Vogliono essere idioti (che è una scelta libera se vogliamo) ma non vogliono le conseguenze della loro idiozia.
Questa storia verrà a galla con tutti i suoi orrori, e piano piano sta già accadendo.
E noi non dobbiamo dimenticarci di fargliela pagare la responsabilità che non si sono voluti assumere.
Io aspetto come un ragno nella sua tela. Ho l’eternità davanti. E non ho fretta.

McBane
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
15 Giugno 2021 12:33

Sì, è l’unica cosa da fare. Lasciar perdere. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire e peggior cieco di chi non vuol vedere. Io tengo duro, e per fortuna sono in buona compagnia (una persona, ma basta e avanza). Al massimo quando mi accusano di essere NoVax rispondo che non è affatto vero, sono ProLibertàdiscelta. E per fortuna pochi se la prendono con un “Paladino della libertà”.

Maurizio
Utente CDC
Risposta al commento di  LuxIgnis
15 Giugno 2021 13:15

Vorrei avere un briciolo della tua fiducia. Verrà a galla se ci sarà qualcuno con la volontà e (soprattutto) con i mezzi per farla venire a galla. Escludendo che vi possano essere dei “pentiti” lungo tutta la catena di comando, o una seria indagine giornalistica (escluse quelle provenienti dalla “controinformazione”), rimane la magistratura. Visto che siamo in tema di minori, stanno venendo ora a galla le verità sui fatti della bassa modenese che risalgono alla fine degli anni ’90; semplicemente, il bambino che allora aveva 7 anni e ha fatto scattare l’inchiesta, oggi se ne esce che si era inventato tutto… o per meglio dire, le sue accuse erano frutto della fantasia di qualcun altro. Per chiarire, le accuse parlavano di riti satanici, indicibili violenze perpetrate su bambini in tenera età, all’insaputa dei genitori e durante l’orario scolastico, quando questi bambini venivano prelevati e portati nei “luoghi di tortura”, per poi rientrare a casa senza che mostrassero alcun segno di violenza, nè fisicamente nè psicologicamente. Una persona normodotata si sarebbe posta qualche domanda… i magistrati no, hanno fatto partire la macchina che ha causato incarcerazioni di innocenti, suicidi, per non parlare del danno causato ai bambini presunte vittime. Personalmente ho… Leggi tutto »

Ultimo aggiornamento 4 mesi fa effettuato da Maurizio
Pfefferminz
Utente CDC
Risposta al commento di  Violetto
18 Giugno 2021 1:38

Anch’io ho ricevuto questa risposta: “Non mi interessa”. Strano, perché si fanno vaccinare, ma non vogliono sapere niente dei rischi cui vanno incontro.

MarioG
Utente CDC
Risposta al commento di  Maurizio
15 Giugno 2021 18:08

Confermo, ho avuto la stessa esperienza.
Io: “il virus rallenta comunque in estate, come l’anno scorso; anzi allora la situazione dei ricoveri era anche meglio”.
L’altro: “ma l’anno scorso abbiamo avuto un lockdown totale”.

Va bene, ma non c’è ragione di credere che sia quella la differenza significativa. Anzi, quest’anno abbiamo avuto blocchi da novembre a maggio; la mascheratura totale…
“Sì, ma l’anno scorso se facevi 200 metri in più ti multavano”.
(Si coglieva quasi l’ammirazione!)

Da quello che testimonia anche lei, si vede bene che si tratta di una scemenza preconfezionata, un articolo di disinformazione distribuito in serie dalle solite centrali di manipolazione.

Ultimo aggiornamento 4 mesi fa effettuato da MarioG
Maurizio
Utente CDC
15 Giugno 2021 13:36

Se mai un giorno ci sarà una Norimberga 2, tra le prime (tante e lunghe) file dei banchi degli imputati voglio tutti i genitori che hanno fatto inoculare la mxrda nel corpo dei propri figli.

Holodoc
Utente CDC
Risposta al commento di  Maurizio
15 Giugno 2021 14:15

Fai prima a fare evacuare chi non lo ha fatto e a buttare le atomiche su resto della popolazione, perché se li devi impiccare uno ad uno non ti basterebbe un secolo.

uparishutrachoal
Utente CDC
15 Giugno 2021 15:21

Il sacrificio..umano o meno..è un patto che si contrae con un contraente invisibile..per renderlo reale..dal momento che nessuno può sacrificare qualcosa per niente.
Nel nostro caso..il sacrificio dei giovani serve a potenziare quello dei vecchi..che non è sufficiente ha creare la granitica certezza della bontà del vaccino..
Se i giovani vengono sacrificati..è perché il risultato sarà benefico per la collettività..le due cose sono intrecciate in modo ferreo..
Ovviamente non c’è nessuna divinità che richiede sacrifici cruenti..dal momento che il vero sacrifico è quello della nostra individualità che deve annullarsi per lasciare spazio all’energia divina o superiore..
Ma il degrado verso la materialità ha reso il sacrifico qualcosa di concreto..che ci danneggia al presente per ottenere beni in futuro..
I bambini sono preziosi..per questo sono il sacrificio più alto..che legano al presunto beneficiato se è un Dio..e alla classe sacerdotale che ne è la servitrice..
Il Dio è la scienza..BigPharma è la chiesa..e papi e cardinali virologi ben pasciuti sono sostenuti dal popolino devoto che cerca la grazia sacrificando figli..libertà..e quant’altro..
Rinunciare alla stupidità è il sacrifico più alto..ma anche quello più difficile.. intanto sorbiamoci queste follie..

McBane
Utente CDC
Risposta al commento di  uparishutrachoal
15 Giugno 2021 16:54

L’azteco spiega che sacrificava perchè in cambio otteneva prosperità, fertilità, raccolti e vittoria. Comportamento deprecabile, ma ci vedo una sua logica, visto che da queste cose dipendeva la sua sopravvivenza.
Il covidolico sacrifica libertà, salute, futuro e famiglia per cosa? Perchè poraccio, se non beve un aperitivo e non va al mare a farsi spennare schiatta? Perchè a me sembra che alla fine i più grandi problemi della parte della popolazione che non campa di queste attività siano questi: andare al ristorante, al cinema, al centro commerciale e gozzovigliare con gli amici come branchi di cinghiali.
Oppure sono talmente rimbecilliti da essersi convinti che se non prenderanno il covid camperanno per sempre. Non riesco a darmi altre spiegazioni.

AlbertoConti
Redazione CDC
15 Giugno 2021 16:23

Gli atzechi sacrifcavano qualche bambino. I nostri “politicamente corretti” li vogliono sacrificare tutti. Quindi il paragone non regge, è un offesa grave per gli atzechi.

emilyever
Utente CDC
Risposta al commento di  AlbertoConti
15 Giugno 2021 19:10

In più generalmente gli Aztechi attingevano ai prigionieri di guerra, qui invece ci sono mamme, come quella intervistata l’altro giorno a Tagadà della 7 che alla domanda se non aveva paura a vaccinare il figlio tredicenne dopo la morte di Camilla, rispondeva- Un po’ sì, ma confidiamo nei grandi numeri- Mi è venuto subito in mente Rivera che diceva a Vespa, che se anche i numeri erano ridottissimi di eventi funesti, gli sarebbe dispiaciuto essere uno di loro.Oggi, poi, sempre a Tagadà, dall’hub di Genova, una signora dichiarava che siamo tutti dei topini in una gabbietta costretti a girare la ruota…ma era lì a vaccinarsi. Un’altra, giovane, tutta contenta di ricevere come seconda dose Moderna, perchè dopo la prima dose con astrazeneca aveva avuto un mal di testa fortissimo notte e giorno per due settimane…

Mi rallegro con una storiella: due topolini di incontrano.- Ma tu hai già fatto il vaccino?- -Fossi matto, non è ancora finita la sperimentazione sull’uomo-

Ultimo aggiornamento 4 mesi fa effettuato da emilyever
Bertozzi
Utente CDC
16 Giugno 2021 22:19

Gli aztechi almeno non avevano pensione e terza casa al mare.