Robo-taxi e autobus senza autisti

Il Comune di Napoli al primo posto in Italia per sperimentare nuove tecnologie per la mobilità come robo-taxi e bus senza autista coi fondi PNRR.

AVVISO PER I LETTORI: ComeDonChisciotte continua a subire la censura delle multinazionali del web: Facebook ha chiuso definitivamente la nostra pagina a dicembre 2021, Youtube ha sospeso il nostro canale per 4 volte nell'ultimo anno, Twitter ci ha sospeso il profilo una volta e mandato ulteriori avvertimenti di sospensione definitiva. Per adesso sembra che Telegram non segua le stesse logiche dei colossi Big Tech, per cui abbiamo deciso di aprire i nostri canali e gruppi. Per restare aggiornato su tutti gli ultimi nostri articoli iscriviti al nostro canale "Ultime Notizie".

Ecco arrivare nelle nostre vite i primi “grandiosi” effetti del PNRR. ecco arrivare nelle nostre vite il transumanesimo.

La spinta verso la digitalizzazione data dal PNRR è fatto oramai noto; nonostante sanità ed istruzione necessitino di ingenti investimenti per garantire i diritti sociali dei cittadini – d’altronde stiamo ora uscendo da due anni di crisi pandemica che ha mostrato tutte le lacune del nostro sistema sanitario nazionale – sappiamo che i maggiori investimenti verranno fatti nel digitale, dando vista alla rivoluzione green che tanto piace ai tecnocrati europei.

Si parte anche dal trasporto pubblico per incidere nelle abitudini dei cittadini, ed ecco allora i progetti “MaaS” (Mobility As A Service) e “Living Lab”, un vero e proprio laboratorio cittadino per sperimentare nuove tecnologie, in particolare taxi guidati da robot e autobus senza autista. Il tutto per garantire neanche un minuto di ritardo, una guida nel traffico senza incidenti e l’impossibilità di trasgredire alle regole del codice della strada. Insomma tutto perfetto, tutto poco umano.

Le prime città a sperimentare queste futuristiche idee nel trasposto pubblico saranno 3, Napoli, Milano e Roma. Il capoluogo partenopeo è risultato il primo in graduatoria per il progetto “MaaS” (Mobility As A Service), aggiudicandosi i 16,9 milioni di euro del bando del PNRR. Milano invece prima per il progetto “Living Lab” sulla “Cooperative, connected and automated mobility”. Le tre città occupano entrambi i podi dei due progetti.

Qui il Decreto di approvazione delle graduatorie pubblicato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Massimo A. Cascone, 12.02.2022

Fonte:

https://www.clustertrasporti.it/maas-milano-roma-napoli-capofila-sperimentazione-nazionale/

https://www.ferpress.it/presidenza-consiglio-pubblicata-graduatoria-provvisoria-citta-capofila-sperimentazione-maas/

Potrebbe piacerti anche
blank
Notifica di
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
È il momento di condividere le tue opinionix
()
x