Home / ComeDonChisciotte / RESPONSABILITA' E RESISTENZA

RESPONSABILITA' E RESISTENZA

DI HENRY MAKOW

Al suo processo del 1961, Adolf Eichmann ammise di aver organizzato la deportazione degli Ebrei ai campi di concentramento, ma aggiunse di aver spesso richiesto un trasferimento. Pensava che l’Olocausto ebraico fosse ingiustificato e non necessario.

“A volte lo stato è implicato in attività criminose , ma bisogna obbedire agli ordini”, affermò.
“Perché non fu trasferito?” chiese la pubblica accusa
“Stavo facendo davvero un buon lavoro. Ero meticoloso” concesse Eichmann.
C’è una lezione da imparare qui. Se non volete diventare complici, piantatela di essere dei cittadini modello. Nel nostro caso “fare un buon lavoro” significa rimanere apolitici e pagare le tasse.
Siamo stati condizionati ad essere viziati, concentrati solo su noi stessi, con la mente occupata da sciocchezze e quasi antisociali.
Non ci è stata insegnata la storia, né i nostri diritti e doveri in
quanto cittadini, e non prendiamo neanche in considerazione l’azione sociale a meno che non venga sponsorizzata dal governo o dai mass media. Ci preoccupiamo dei nostri figli ma siamo apparentemente indifferenti al mondo che essi erediteranno.

Nella scorsa settimana, gli USA hanno assediato Buhrz, una piccola città in Iraq, a causa di due humvees saltati in aria coi loro soldati nelle vicinanze. Cibo, acqua ed elettrcità sono stati tagliati finché i residenti non avranno consegnato i responsabili. Non è permesso a nessuno di entrare o uscire. Le temperatura media in Iraq in giugno è di oltre 40 gradi. I residenti non sanno chi abbia colpito gli humvees

http://www.thetruthseeker.co.uk/article.asp?ID=3258

E’ solo un piccolo esempio della quotidiana oppressione riversata sugli Iracheni che resistono all’occupazione americana, pagata con i dollari delle vostre tasse.

Bé, direte voi: “Sono contro la guerra ma non posso non pagare le tasse. Sono all’oscuro delle atrocità americane perché esse non vengono riportate. “

Henry David Thoreau credeva non vi fosse differenza tra l’uccidere e il pagare qualcun altro per farlo. Si oppose all’invasione americana del Messico nel 1846 e rifiutò di pagare le tasse.

La famosa vicenda narra di come, durante la prima notte in cella, il suo amico Ralph Waldo Emerson andasse a trovarlo. Gli disse:

“Henry, che stai facendo qui dentro?”

Thoreau replicò:

“Ralph, che stai facendo là fuori?”

Dopo una sola notte, qualcuno (Ralph, probabilmente ) pagò le tasse di Henry e Thoreau andò a raccogliere mirtilli. Ma tutti noi siamo di fronte alla stesso dilemma. Siamo responsabili dei crimini commessi dallo stato?

Gli Stati Uniti NON sono il “grande satana”. Ma i vertici delle banche centrali con base a Londra, membri del culto satanico, controllano i governi isrealiano e americano. Il loro obiettivo plurigenerazionale è eliminare ogni nazione e religione e creare una dittatura dei ricchi attraverso la guerra e il controllo mentale (“istruzione” e mass media).

Come saprete, Prescott Bush, nonno di George W. Bush, finanziò la macchina da guerra nazista.
Nel 1992, suo padre, George H.W. Bush, raccontò alla reporter Sarah Mc Clendon che il pubblico americano l’avrebbe linciato se avesse saputo la verità. La verità è che i nostri cosiddetti “leaders” appartengono ad una vasta rete criminale che è non solo corrotta e traditrice, ma anche satanica e perversa.
La democrazia americana è una farsa.

Come saprete, il crollo del World Trade Center è stato una demolizione controllata, usata per giustificare la “guerra al terrorismo” e la repressione interna (alias Patriot Act ). L’élite finanziaria occulta ha ucciso quasi 3000 comuni cittadini, pompieri inclusi (In circostanze normali, tali strutture non avrebbero potuto collassare. L’11 settembre, fu demolito anche il vicino World Trade Center n°7. Questo palazzo di 47 piani non era neanche stato colpito dagli aeroplani.) Sono stati spesi più soldi per investigare sui rapporti tra Clinton e Monica Lewinski di quanti ne siano stati spesi per le indagini sull’11/9.

http://www.arcticbeacon.com/articles/article/1518131/28031.htm

Entrambi i partiti politici hanno tenuto in piedi la truffa della
guerra-al-terrore. Quale modo migliore di conquistare il consenso che fingere di essere sotto attacco? Il popolo americano è l’obiettivo finale di questo “racket della sicurezza” che abbatte i diritti civili in nome della libertà. Viene distratto con Paris Hilton e al contempo preparato ad epidemie e possibili guerre nucleari. C’è un che di biblico: è moralmente e finanziariamente complice della propria distruzione.

In un recente articolo “Are Ordinary Americans Responsible?” ( “L’americano medio è responsabile?” ) Paul Craig Roberts sottolinea le affermazioni di uno scrittore ebreo secondo cui i comuni cittadini tedeschi furono responsabili dell’Olocausto, sebbene molti non ne fossero al corrente e avessero votato contro Hitler.

<>

http://www.propagandamatrix.com/articles/june
2005/140605americansguilty.htm

RESISTENZA

E’ ironico il fatto che la caparbia resistenza del popolo iracheno stia ritardando l’imposizione del New World Order. Se l’Iraq fosse sottomesso, si proseguirebbe con l’Iran e la Siria e con misure ancor più repressive all’interno.

Un altro attacco terroristico fasullo, una crisi finanziaria o
un’epidemia potrebbero essere usati come pretesto per dichiarare la legge marziale.
In un saggio notevole, una vera chiamata alle armi, “American Gulag: Coming Soon”, (“Prossimamente: gulag americani” N.d.t.) il veterano della politica Alan Stang ricorda che Alexander Solzhenitsyn, in un discoro ad Harvard del 1978, lamentò amaramente l’incapacità del cittadino russo medio di resistere con le armi al terrore bolscevico:

http://www.rense.com/general66/gulag.htm

<< E come fu bruciante, più tardi, nei campi pensare: che cosa sarebbe accaduto se ogni poliziotto, andando a compiere un arresto notturno, non fosse stato sicuro di tornare a casa vivo e avesse dovuto dire addio alla sua famiglia ? >>

L’analogia tra il bolscevismo e il terrore di Bush è appropriato, giacché ex-generali del KGB fanno da consulenti per la “Homeland Security”, il Dipartimento di Sicurezza Interna.
(vedi il mio “Communist Takeover Began Long Ago”:

http://www.savethemales.ca/000843.html

Di sicuro, il fallimento dell’esercito americano nel raggiungere le proprie quote di reclutamento è un esempio di resistenza popolare. Possiamo contribuire fornendo i nostri consigli ai giovani e sostenendo i gruppi che aiutano i soldati intenzionati a lasciare l’esercito.
I canadesi possono attivarsi per mettere a disposizione un rifugio contro la potenziale leva militare.

http://www.petitiononline.com/resister/petition.html

Dovremmo boicottare i mass-media e in particolar modo i telegiornali.
Facciamo sì che sappiano che sono dei bugiardi e che boicotteremo i loro sponsor.

Ciò che conta è darsi da fare. John Conner, ventisettenne negoziante di San Diego ha dato vita ad un sito web

http://www.theresistancemanifesto.com/

per incoraggiare la gente a parlare. Lui e i suoi amici stanno spedendo fax alla Casa Bianca per comunicargli che l’11/9 è stato un complotto interno.
Connor è convinto che i piani del NWO prevedono l’impianto di un microchip in ogni individuo, che impedisca di acquistare cibo e beni a chi non obbedisca al governo. Ovvero il marchio della Bestia profetizzato nell’Apocalisse.

CONCLUSIONI

Ci si insegna che viviamo in un’epoca in qualche modo divorziata dalla Storia, in cui non ci sono decisioni di grande rilievo morale da prendere come fu per i nostri predecessori. La verità è che ci troviamo a fronteggiare una minaccia totalitaria del tutto simile alla Germania nazista e alla Russia bolscevica. L’unica differenza consiste nel fatto che essi tentano di conservare l’illusione della democrazia e della libertà allo scopo di trarre in inganno le masse. Un autore (Bertram Gross ) lo ha battezzato “fascismo amichevole”.
La nostra generazione non sfuggirà all’ardua decisione: opporsi alla tirannia o essere gradualmente resi schiavi.
Una collega mi ha raccontato come le parole di due persone le diano coraggio. Una di queste, un cantante country recita: “Forse non riuscirò a cambiare il mondo, ma non lascerò che il mondo cambi me”. L’altra è Madre Teresa, che disse: “Non ci è richiesto di avere successo; ci è
soltanto richiesto di avere Fede”.

Di uguale interesse, “Leaderless Resistance” di Louis Beam
http://reactor-core.org/leaderless-resistance.html

Devo ricaricare le batterie. A meno di qualche urgenza, sarò in vacanza a luglio ed agosto. Buona estate a tutti!

Henry Makow, Ph.D.*
Fonte:www.thetruthseeker.co.uk
link:http://www.thetruthseeker.co.uk/article.asp?ID=3264
25.06.05

Henry Makow è inventore del gioco da tavolo “Scruples” e autore di “A Long Way to go for a Date”. I suoi articoli, intesi a divulgare i fenomeni del “fe-machismo”* e del Nuovo Ordine Mondiale sono reperibili sul suo sito www.savethemales.ca

Sono benvenuti i commenti, alcuni dei quali egli firma con il solo nome di battesimo.
[email protected]

Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di WATU

* ” Fe-manism ” nell’originale, N.d.T.

Pubblicato da Truman