Home / ComeDonChisciotte / RATZINGER SIA SCOMUNICATO DAGLI UOMINI DI CRISTO: DON GALLO E PADRE ZANOTELLI

RATZINGER SIA SCOMUNICATO DAGLI UOMINI DI CRISTO: DON GALLO E PADRE ZANOTELLI

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Papa Ratizinger ha espresso appoggio per Mario Monti, l’uomo che più di chiunque altro in Italia ha sottratto ai poveri per dare ai ricchi. Questo viola, addirittura bestemmia, la parola di Cristo. Questo Papa è indegno e va scomunicato.

Don Andrea Gallo e Padre Alex Zanotelli devono prendere nella mano destra il Vangelo e nella sinistra un pugno di terra, e rifondare la Chiesa di Cristo per i poveri e i sofferenti, per la giustizia sulla Terra. E poi nel nome di Dio scomunichino Ratzinger e il Vaticano tutto.

Questo gli chiedo, ora, e sarò il loro primo fedele. Tantissimi altri verranno.

Paolo Barnard
Fonte: http://paolobarnard.info
Link: http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=534
28.12.2012

Pubblicato da Davide

  • Georgejefferson

    Estraggo dal video linkato in seguito una dichiarazione di Monti:

    “Sicuramente quest’anno e’ stato necessario per tutti noi,membri del governo,istituzioni e cittadini italiani.
    sopratutto e’ stato un anno molto difficile,che a giudizio di molti stranieri e italiani poteva portarci molto in basso,ad essere elemento di frattura della zona Euro,oppure ad avere nel nostro paese di fronte a provvedimenti molto duri che e’ stato necessario adottare…elementi di irrecuperabili fratture sociali.
    I problemi sociali ed economici sono stati molto gravi e pesanti per le famiglie,naturalmente in vista di un futuro piu sicuro…ma la capacita di resistenza della societa italiana,sicuramente grazie anche alla mediazione fatta dalle forze politiche e organizzazioni sindacali e’ stata notevole,non cosi e’ avvenuto in altri paesi dell’europa mediterranea,dalla Grecia,alla Spagna al Portogallo.”

    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-36eeaaf2-b69c-42b3-a8bc-073b8fd4f175.html

    Ora in sintesi i risultati piu importanti di un anno del gov.monti(fonte il sole 24 ore):

    DISOCCUPAZIONE
    fine 2011_8,8%
    fine 2012_10,8%

    DEBITO PUBBLICO
    fine 2011_1916 MILIARDI
    fine 2012_2000 MILIARDI

    DEBITO/PIL
    fine 2011_120,7%
    fine 2012_126,4%

    PRESSIONE FISCALE
    fine 2011_42,8%
    fine 2012_53,9%

    PROD.INDUSTRIALE
    fine 2011_MENO 1,1%
    fine 2012_MENO 6,5%

    CONSUMI
    fine 2011_MENO 0,1%
    fine 2012_MENO 3,4%

    PER UN APPROFONDIMENTO SUI DATI(RINGRAZIANDO IL LAVORO DI MINCUO)

    https://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&p=140923#140923

    Praticamente dice che Grecia, Spagna e Portogallo,sono stati piu bravi nel farsi bastonare,ed accettare lacrime e sangue perche NECESSARIE PER UN BENE FUTURO.
    Non oso immaginare il resoconto dei dati se “FOSSIMO STATI PIU BRAVI PURE NOI”

  • Mattanza

    Porc!Paolo…mi lasci di stucco.
    Io potrei sostenere che sarebbe una iniziativa ridicola e in’utile..e anacronistica…e penso che bisognerebbe trovare (non che sia difficile!!)altre colpe pure per essere scomunicato nel nome di Dio..
    Pero pensandoci bene questa iniziativa scuoterebbe gli Italiani forse,naturalmente chiesaioli o almeno fortemente influenzati dalla stessa…o forse il Ratzingher con un artigliata felina vi muovera’ contro una crociata…oh,stai attento!potrebbe scumunicarti a te pure Paolo,poi in paradiso non ci vai e’!!

  • Pellegrino

    L’Osservatore Romano ha espresso appoggio per Mario Monti. Non ratzinger.

  • AlbertoConti

    L’osservatore romano dovrebbe farsi visitare da un oculista.

  • massi

    Scusa ma non dice che Grecia Spagna e Portogallo sono stati più bravi nel farsi bastonare, dice “…ma la capacita di resistenza della societa italiana […] e’ stata notevole,non cosi e’ avvenuto in altri paesi dell’europa mediterranea,dalla Grecia,alla Spagna al Portogallo.”
    Si compiace della capacità degli italiani di sopportare le sue manovre lacrime e sangue e di evitare così quelle ben peggiori imposte dalla Troika. Un po’ come dire… non lamentatevi, vi è andata bene.

  • Giovina

    🙂

  • Pellegrino

    queste le ultime dichiarazioni di Ratzinger… non esattamente un “endorsement” per Monti. “…. L’operatore di pace deve anche tener presente che, presso porzioni crescenti dell’opinione pubblica, le ideologie del liberismo radicale e della tecnocrazia insinuano il convincimento che la crescita economica sia da conseguire anche a prezzo dell’erosione della funzione sociale dello Stato e delle reti di solidarietà della società civile, nonché dei diritti e dei doveri sociali. Ora, va considerato che questi diritti e doveri sono fondamentali per la piena realizzazione di altri, a cominciare da quelli civili e politici.

    Tra i diritti e i doveri sociali oggi maggiormente minacciati vi è il diritto al lavoro. Ciò è dovuto al fatto che sempre più il lavoro e il giusto riconoscimento dello statuto giuridico dei lavoratori non vengono adeguatamente valorizzati, perché lo sviluppo economico dipenderebbe soprattutto dalla piena libertà dei mercati. Il lavoro viene considerato così una variabile dipendente dei meccanismi economici e finanziari. A tale proposito, ribadisco che la dignità dell’uomo, nonché le ragioni economiche, sociali e politiche, esigono che si continui «a perseguire quale priorità l’obiettivo dell’accesso al lavoro o del suo mantenimento, per tutti». In vista della realizzazione di questo ambizioso obiettivo è precondizione una rinnovata considerazione del lavoro, basata su principi etici e valori spirituali, che ne irrobustisca la concezione come bene fondamentale per la persona, la famiglia, la società. A un tale bene corrispondono un dovere e un diritto che esigono coraggiose e nuove politiche del lavoro per tutti. … …. Nell’ambito economico, sono richieste, specialmente da parte degli Stati, politiche di sviluppo industriale ed agricolo che abbiano cura del progresso sociale e dell’universalizzazione di uno Stato di diritto e democratico. È poi fondamentale ed imprescindibile la strutturazione etica dei mercati monetari, finanziari e commerciali; essi vanno stabilizzati e maggiormente coordinati e controllati, in modo da non arrecare danno ai più poveri. La sollecitudine dei molteplici operatori di pace deve inoltre volgersi – con maggior risolutezza rispetto a quanto si è fatto sino ad oggi – a considerare la crisi alimentare, ben più grave di quella finanziaria. Il tema della sicurezza degli approvvigionamenti alimentari è tornato ad essere centrale nell’agenda politica internazionale, a causa di crisi connesse, tra l’altro, alle oscillazioni repentine dei prezzi delle materie prime agricole, a comportamenti irresponsabili da parte di taluni operatori economici e a un insufficiente controllo da parte dei Governi e della Comunità internazionale. Per fronteggiare tale crisi, gli operatori di pace sono chiamati a operare insieme in spirito di solidarietà, dal livello locale a quello internazionale, con l’obiettivo di mettere gli agricoltori, in particolare nelle piccole realtà rurali, in condizione di poter svolgere la loro attività in modo dignitoso e sostenibile dal punto di vista sociale, ambientale ed economico….” http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/messages/peace/documents/hf_ben-xvi_mes_20121208_xlvi-world-day-peace_it.html

  • Georgejefferson

    Non sono riusciti a bastonare troppo,cosi come berlusconi,che non vuol dire che sia bravo e buono,e’ stato buttato fuori perche “non abbastanza bastonatore”…poi tu vedila come vuoi,figurati

  • surfgigi

    viva il papa re.gli eretici al rogo! morte agli infedeli! la terra è piatta ed è al centro dell’universo! penitenziate ! la donna è inferiore perchè creata dalla costola di adamo.l’uomo è stato creato ad immagine e somiglianza di dio che è maschio e sotto il camicione ha due palle pelosissime.

  • Tao

    MONTI BEATIFICATO MIGLIOR CANDIDATO DA SANCTE ROMANE ECCLESIE

    DI ANATOLIO ANATOLI
    waterclosed

    Sono certo che il beato Karol Wojtyla, in arte Ioannes Paulus II Totus tuus, a questo punto si rivolta nella sua venerata tomba, giù, nelle Grotte vaticane sotto la navata centrale di San Pietro. Ha combattuto con forza, in vita, la “cultura della morte”, l’eutanasia e i matrimoni gay, ma cosa avrebbe fatto nel vedere la sua chiesa, santa e romana (anche se era polacco al cento per cento), appoggiare apertamente in Italia un boia del calibro di Monti che “sale” in politica, dopo aver martoriato per tredici lunghi mesi questo paese, un tempo cristianissimo. Neanche i torbidi e discussi Borgia avrebbero osato tanto, con tanta spudoratezza e alla luce del sole!

    La chiesa esce allo scoperto e fa un “endorsement”, una sorta di “pronunciamiento” senza l’uso di guardie svizzere e alabarde a favore di Monti. Il dado è tratto, e il Vangelo è finito dritto nel cesso. Altro che messaggio di Cristo! Qui si appoggia colui che ruba ai poveri, sempre più numerosi, per dare ai ricchi, sempre più bastardi e sempre meno numerosi. La ricchezza ottenuta con la sopraffazione, il ricatto, lo sfruttamento e le razzie di risorse non è più un peccato, sanzionato dalla chiesa di Roma? Togliere l’ultimo boccone dalla bocca dell’affamato, vessare i deboli, creare milioni di disoccupati e distruggere il futuro delle giovani generazioni vuol dire “recuperare il senso più alto e più nobile della politica”, come scrive l’Osservatore romano, organo d’informazione quotidiana di Sua Santità? E’ questa la via da seguire per aver cura del “bene comune”? Più leggo ciò che scrive l’Osservatore della Santa Sede, incensando Monti, e più avverto conati di vomito.

    Quali sono i motivi dell’appoggio incondizionato dato dalle gerarchie vaticane allo stragista sociale Mario Monti, “salito” in politica mentre il paese, che pretende di aver salvato, scende negli inferi? Lo si appoggia perché va a messa la domenica mattina e non frequenta le “cocotte”, come invece fa il povero e bistrattato Silvio? Anche per questo, ma non solo e non principalmente per questo. Quali sono, allora, le ragioni per le quali gli alti prelati, in nomine dei, appoggiano Monti, come se fosse un nuovo salvatore? Presto detto. Sono le seguenti, in ordine decrescente d’importanza:

    1) Il clero religioso della chiesa di Roma nell’era neocapitalistica è stato relegato in posizione di seconda o terza schiera. Superato per importanza e prestigio dal clero accademico e mediatico (economisti, sociologi, giornalisti di grido, eccetera), che costituisce secondo l’immenso filosofo marxiano Costanzo Preve il vero clero regolare e secolare del terzo millennio, il tradizionale clero ecclesiastico non deve rompere i coglioni al sistema e deve occuparsi di “spegnere gli incendi” sociali, assistendo poveri, malati e reietti. Inoltre, cosa di cruciale importanza, la cosiddetta dottrina sociale della chiesa (che dovrebbe trarre ispirazione, alla fine della fiera, dal messaggio di Cristo) non deve permettersi di confliggere con gli inviolabili precetti neocapitalistici, indicando una strada diversa da quella tracciata dal Libero Mercato e dalla Grande Finanza, sovrani e intangibili. Se la chiesa non se ne sta buona in angolo, avallando tutte le porcate degli agenti criminali neocapitalistici, come Monti in Italia, scattano le inchieste giudiziarie e gli scandali per pedofilia, il cui scopo non è di far cessare questo fenomeno aberrante (del resto, sempre esistito), ma di distruggere la credibilità del Santo Padre e della santa Romana chiesa agli occhi dei fedeli. Prova ne sia che gli scandali e le inchieste relative ai preti pedofili, in questo scorcio di secolo, si sono improvvisamente moltiplicati, dall’Irlanda a Malta agli Stati Uniti, e il battage mediatico internazionale li ha accompagnati per mano. Perciò, Joseph Ratzinger, in arte Benedictus XVI, può pure scrivere nuovi catechismi per i tempi futuri, può migliorare i rapporti con le altre religioni, può rivalutare la tradizione millenaria della chiesa, ma non deve parlare contro il neocapitalismo del terzo millennio, attaccando i suoi santuari, che oggi contano più del Vaticano. In poche parole, la chiesa deve abbassare la testa e ignorare le profonde ingiustizie dell’epoca, fino al punto di appoggiare politicamente, beatificandolo come miglior candidato, un boia e stragista efferato come Mario Monti. Le recenti leccate di culo dell’Osservatore romano vanno tutte in questa direzione.

     

    2) I vantaggi fiscali finora ottenuti dalla chiesa da uno stato compiacente richiedono una contropartita. Nel 2012 la vecchietta pensionata al minimo, il cui unico bene è una modesta casa di abitazione, ha dovuto pagare l’IMU, sottraendo risorse alle utenze domestiche, ai medicinali, allo stesso cibo consumato quotidianamente. La chiesa no. E’ rimasta fuori, grazie al “devoto” Monti che va a messa e non frequenta puttane, grazie al suo direttorio compiacente. Forse per evitare che il carico dell’IMU faccia chiudere molte scuole cattoliche (private) e istituzioni “no profit”? Mi permetto di dubitare. I contributi dati agli ospedali cattolici (privati) sono stati erogati per “sostenere l’eccellenza”? Anche in tal caso mi permetto sommessamente di dubitare. Sostenendolo, la chiesa ringrazia il boia Monti per i vantaggi fiscali concessigli, e chissenefrega della pensionata alla fame che deve pagare l’IMU sulla prima casa, suo unico bene!

     

    3) La costituzione di un nuovo, grande centro con forte presenza cattolica, “sensibile” alle ragioni della chiesa di Roma, ago della bilancia nella formazione dei governi, è indubbiamente un obiettivo politico non secondario, in Italia, e proprio Monti (benedetto per la terza volta dai principi vaticani) potrebbe coagulare intorno a sé le forze necessarie per l’operazione.

     

    Questo è quanto. La vicenda è alquanto squallida, a testimonianza che il decadimento della chiesa di Roma, che ha abbassato completamente la testa davanti alle nefandezze neocapitalistiche, è oggi senza fondo. Lo prova senza ombra di dubbio la “beatificazione” politica di Mario Monti, miglior candidato in Italia in nomine dei.

    Qui, dal Water Closed, vi saluta il vostro spretatissimo mangiapreti

    Fonte: http://waterclosed.myblog.it
    28.12.2012

  • Giovina

    Praticamente il papa sostiene che tutti hanno diritto alla elemosina del lavoro.
    Questo lavoro non si sa di chi e’ e chi sia lquello o cosa che lo elargisce a suo piacimento…..come una briciola che cade a terra dal tavolo dei ricchi e dei potenti.

    Che un uomo nasca gia’ col suo diritto di vita dignitosa per il semplice motivo che nasce e respira mi sembra sia un capisaldo cristiano, e allora perche’ non fortificarlo col caldeggiare un reddito di cittadinanza che possa interagire armoniosamente con le possibilita’ di lavoro e di non lavoro?

    Invece che sottolineare e ratificare l’incertezza del diritto di vita dignitosa dietro una vuota definizione dialettica e spiritualista? Invece che affidare alla semplice esortazione retorica e alla incertezza del lavoro umano come fattore variabile e in sudditanza della fluttuazione dei mercati?A rendere mendicanti gli uomini, sotto ricatto i mendicanti di un lavoro, il papa provvede ancor piu’ allorquando mette in guardia dall’individualismo, pericoloso suggeritore di disobbedienza…….

    Ah Chiesa! Chiesa! A te l’uomo dovrebbe affidare la conduzione della sua vita terrena e spirituale…..come farebbe senza di Te!

    Meravigliosi appaiono i discorsi della Chiesa, se non fosse che nascondono nelle pieghe dei suoi immacolati drappi, impuri scarafaggi…….

    Se un erede di Pietro gli uomini si meritano, dovra’ essere quello che sapra’ tener testa alla corruzione della politica e della economia, senza confliggersi con esse.
  • lucamartinelli

    Mi sembra che si stia discutendo di aria fritta. Barnard scopre ora che la chiesa va da sempre a braccetto con i padroni… benvenuto, amico. I vari papi che si sono succeduti, a mia memoria, hanno fatto a gara per primeggiare in criminalità. Paolo VI forse è stato il peggiore. Fece avere agli americani, durante la guerra quando era segretario di stato, le piantine della città di Tokio, tramite la Nunziatura apostolica della città giapponese e gli yankee le usarono per programmare i bombardamenti sui civili (v. Confessioni di un illuminato di L. Zagami, vol 2) E’ sempre stato fortemente sospettato di essere un prezzolato della Cia. Poi aveva un piccolo problemino personale, che per il sottoscritto non significa nulla ma per un Papa sì: era omosessuale. Papa Luciani, visto che era persona degna, una eccezione, fu assassinato dopo 33 (che caso) giorni. Il papa polacco uno dei più grandi criminali della storia, affamatore di popoli poveri, affossò la Teologia della liberazione. Anche lui al soldo degli yankee, fu addestrato sin dal seminario alla lotta al comunismo, con successo direi ( v. Wojtyla segreto di F. Pinotti). Amava particolarmente le suore polacche di 18 anni, con cui faceva il bagno nudo nella piscina (ci sono le foto). E arriviamo al pastore tedesco la cui opera è sotto gli occhi di tutti. Buona continuazione, amici, e buon anno….si fa per dire….

  • Mondart

    Staremo a vedere se i “creatori del nuovo immaginario” che ora stanno sudando tutte le loro camicie -e canottiere- verso politica, stato e chiesa, ( peraltro anche giustamente per tanti versi ), alla fine indirizzeranno i loro strali anche verso i sovrapposti finanziari … Perchè è da quello che vedremo di che pelo vanno davvero vestiti.

    E’ da quello che si potrà capire se gli autisti ci stanno portando verso quel “Nuovo Rinascimento” a parole tanto millantato, o se sia solo una bella copertura propagandistica per farci ingollare una riverniciata “Metropolis”.

  • nuvolenelcielo

    beh, insomma… il vaticano è già stato scomunicato da secoli dagli uomini di cristo… l’appoggio a monti mi sembra molto coerente.

  • nuvolenelcielo

    *la chiesa, non il vaticano… comunque il concetto è quello.

  • anglotedesco
  • spartan3000_it

    Aggiungo che apprendo in questo momento che l'”Avvenire”, quotidiano della CEI, attacca la candidatura Berlusconi e fornisce un altro assist a Monti. Il Vaticano e le sue gerarchie sembrano troppo avvezze ai giochi di potere, pretendono di guidare le sorti della politica e indirizzare il credo politico dei fedeli e hanno una sensibilita’ elitaria che si allontana dalla tradizione cristiana e dalla percezione dei fedeli: insomma, ad essere buoni, hanno preso la tangente a prescindere dalla razionalita’ “politica” a noi sconosciuta del loro intervento e che, appunto, non dovrebbe essere loro competenza. Avendo frequentato i “sedevacantisti apocalittici” che sopravvivono dopo la diaspora in alcuni siti tra cui l’attuale http://www.pontifex.roma.it/ io ho le idee che vanno facendosi sempre piu’ chiare circa le cose della Chiesa e come cattolico mi sento molto turbato.

  • lucamartinelli

    Dimenticavo, amici, che la massoneria in vaticano è di casa. Quindi tra confratelli ci si aiuta, o no?

  • Pellegrino

    vabbè..non c’è peggior sordo….

  • Pellegrino

    “la terra è piatta” con questa frase ti qualifichi

  • maristaurru

    Mi aspetto una mal riverniciata metropolis. Ma inviterei tutti a non buttarsi al gioco al massacro sulla Chiesa. La Chiesa che opera nel mondo è appunto fatta di uomini e non di robot santi che ragionano tutti secondo medesima testa ed interessi. Non dovrebbe esser difficile da capire, eppure tutti abbiamo studiato un minimo di Storia… Come fa notare Pellegrino, l’Osservatore Romano non è il Papa.. e di questi distinguo se ne possono fare nell’ambito della Chiesa, almeno tanti quanti ne facciamo, sapendone di più, in ogni altra Istituzione. Serve una Chiesa profondamente diversa, ma sono contro le rivoluzioni di pancia.. non sai mai chi ti sospinge e perchè, e fare da zampa del gatto… Per il mio modo di vedere, vedo che si monta troppo la gente contro questo Papa.. io diffido profondamente, senza nulla togliere a figure come Zanotelli.. don Gallo, boh, non lo conosco.

  • Allarmerosso

    Monti E’ la troika !!!!

  • Allarmerosso

    no no dichiarazioni di Ratto Ratzinger .

  • Allarmerosso

    spero vivamente che sia tutto ironico …..

  • Pellegrino

    Don Gallo è cronicamente ubriaco e Zanotelli (un tempo in gamba) è rincoglinonito. se si deve ripartire da questi, meglio l’estinzione. In attesa della 2a venuta.

  • Hamelin

    L’Apostasia della Chiesa di Roma è palese per una esigua minoranza dei Cristiani.
    Buon segno comunque , vuol dire che la sua fine è vicina ed il 3 segreto di Fatima in fase di realizzazione.

  • Pellegrino

    ma cosa ti inventi….

  • eresiarca

    Purtroppo i limiti di questo sito vengono fuori quando vengono pubblicate tre-quattro righe nello spazio articoli, solo perché le ha scritte Paolo Rossi “Barnard”. Al quale consiglierei di lanciare anatemi più che altro all’indirizzo della religione della sua famiglia d’origine. Ora finché s’atteggiava a “profeta” della moneta (con Levy Institute dietro!), potevamo ancora tollerarlo, ma che si erga a “profeta” di una Chiesa “rinnovata”, questo è proprio inaccettabile, perché a lui della religione non gliene frega un bel niente. Ma come dicevo all’inizio, questo sito pare gestito da persone pregiudievolmente ostili alla religione, quindi tutto quello che fa brodo per attaccare la Chiesa viene messo in risalto. So bene che la religione e la Chiesa sono due cose distinte, che la seconda ha un’infinità di scheletri nell’armadio, che fa compromessi (gravi) di continuo… Ma bisogna fare i conti con la realtà, e se vedo bene, l’unica forza che ancora, in Occidente, nella persona di quei sacerdoti non infetti del tutto dal “modernismo”, si oppone alla degenerazione finale dei costumi è proprio la Chiesa cattolica, contro cui viene scatenata tutta l’armata della “cultura”, dello “spettacolo”, del “divertimento”… E chi sarebbero poi i “rinnovatori”? Don Gallo, Zanotelli? Per carità, saranno anche brave persone, e più oneste di molti esponenti della gerarchia, ma a dottrina sono messi maluccio, e la dottrina quando diventa tutto “sociale” sono dolori… Il “sociale” è solo una parte, non il tutto, come crede sempre chi scambia la religione per una qualche forma di “socialismo”.

  • Mondart

    Come finirono i movimenti eretici medievali ( ideologicamente giusti e sacrosanti, per carità ) ??

    Con la vuota ed innocua iconizzazione di San Francesco ( quelli non disturbavano, e facevano tanto bene all’ immagine ), con il naso e il pene tagliati di Fra Dolcino ( quello era un po’ troppo intraprendente “in proprio” ), e con la conclamata ed ufficiale vittoria di Calvino e Lutero ( quelli che infine sancirono e ufficializzarono l’ assunto che: “beati i ricchi, parbleu, perchè questa è la volontà di Dio …” ).

    I subentranti “Signori Rinascimentali” poi, tanto per non smentirsi e rialimentare il perennemente necessario “gioco degli opposti”, pensarono bene di dividersi equamente tra “papisti” e “imperialisti” … !

    ARCHITETTI !!!! … Quantunquemente fanculo al “Nuovo Rinascvimento” … Ma avete intenzione di mandare semplicemente in onda la replica, o qualcosa di diverso ???

    … Starùm à vèder …

  • vimana2

    Grande Rossi! Ma tu chi sei per scomunicare qualcuno? Tu dovresti essere scomunicato come giornalista visto che nascondi i fatti dell’11/9 per essere a tutti gli effetti un giornalista ” contro “! Contro anche quelli che dicono la verità. Parliamo dell’olocausto? Oppure di Auriti? Allora sparati e scomunicati da solo!

  • Mondart

    Beh, le facoltà sono quelle di “Statistica” e “Architettura” … ma io non mi preoccuperei tanto degli opposti millantati, quanto di capire a che gioco stia giocando il Magnifico Rettore

  • hobie

    Da uno che aveva aderito alla GIOVENTU’ HITLERIANA cosa ci si può aspettare.
    Ovvio che oggi parteggi per i NAZISTI DEL NOSTRO TEMPO: LE BANCHE.
    Non c’è contraddizione.

    http://www.difesadellinformazione.com/62/papa-ratzinger-nazista-e-pastore-tedesco/

    che possa bruciare all’inferno (si può scrivere o mi censurate anche questo?)

  • albsorio

    Anche Papa Leone XIII aveva visto la Chiesa distrutta da Satana dal suo interno attraverso il Clero, aveva obbligato i preti a recitare una sorta d’invocazione-esorcismo ad ogni fine messa… non ricondo in quale Concilio fu tolto. Peccato meglio se lo tenevano

  • snypex

    La chiesa cattolica e’ morta: la chiesa cattolica ama i poveri ma pratica i ricchi.

    DATE A CESARE QUEL CHE E’ DI CESARE: la chiesa riconosce ai ricchi la ricchezza e la miseria ai poveri.

    Rifiuto questa chiesa che ama chi approfitta di chi non puo’ difendersi.

    Finalmente il re e’ nudo, ha gettato la maschera, solo i ciechi non potranno vedere.

    L’osservatore romano e’ la voce di questa chiesa.

    Mi dispiace Paolo, ma non ci saranno smentite su quello che affermi da parte della chiesa cattolica.

  • Tanita

    Dimentichi che bisogna porgere l’altra guancia e che dei poveri é il regno dei cieli. Non c’é modo che la Chiesa non sia a favore di Monti: porterá gli italiani diretto giustamente nel regno dei cieli, li fará tutti poveri e schiaffeggiati.

    Povero bel paese!

  • paulo

    Barnard, se la chiami “Chiesa Cattolica di Roma S.P.A.” tutto incastra alla perfezione.

  • MrStewie

    Non per fare il qualunquista, ma mi pare una precisazione futile da fare per un monarca non eletto dal popolo residente nello stato vaticano, che campa del prelievo forzoso dell’8 per mille anche dei non credenti e che in tempi di crisi economica non paga l’ici sui beni immobili non consacrati…

  • karson

    Allora monti e tutti quei ladroni che abbiamo eletto come nostri rappresentanti in parlamento andranno dritti all’inferno se le cose stanno così.. ci vendicheremo dopo allora, bene nn vedo l’ora di pi…..li in testa…

  • SentieroIndiano

    Gesù disse: “Guardate che nessuno vi inganni; molti verranno nel mio nome, dicendo: Io sono il Cristo, e trarranno molti in inganno.”
    Stava parlando della ventura Chiesa di Roma.

  • Georgejefferson

    e dei governi tecnici che non seguono interessi

  • totonno

    Grande Paolo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Pellegrino

    ecco, lo hai fatto.

  • sun

    … la parola di Cristo si è persa nel tempo per troppi passaggi di mano.

  • fourfive19

    Forse dimentichiamo, le crociate, la caccia alle streghe, le persecuzioni, la corruzione ecclesiastica, il potere temporale, ecc….
    O no?

    Concordo su Woytyla, personaggio squallido, criminale ha finanziato Solidarnosc (movimento che ha devastato la Polonia, spalancando la strada ai Capitalisti che la hanno affamata e immiserita) movimento filo-papale, guelfo…..

    ma su queste cose si preferisce tacere?
    comunque grazie per le tue delucidazioni……

  • fourfive19

    “Nuovo Rinascimento” mi piace questa espressione….

    Metropolis = potere dell’immaginario

  • Firenze137

    A fronte delle “malefatte” del Capo/vescovi/sacerdoti (non tutti) della Chiesa, ci sono altri “attori” all’interno di essa – come ad esempio i missionari – che non credo lascino dubbi sul loro operato in quanto ad abnegazione e fede sincera.

    Per cui la “Chiesa” – vista dall’alto, come se la guardassimo da un ipotetico punto dello spazio – è secondo me una delle tante comunità umane, fatta di umani ( con alcuni di loro “santi” nel vero senso della parola .. e questo per chi crede.) dove il bene ed il male si esprimono ai massimi livelli di Bene ( missionari ecc. ) e di Male ( Marcinkus, IOR, Massoneria, Papi con tanto di spada e fodero ecc)

    E perchè la stessa cosa non accade fra noi “buoni” e “belli”. FAcciamo un esempio. Se domani per ipotesi, tutti i frequentatori di CDC e dei blog di “protesta” contro il sistema si potessero riunire sotto una Lista per partecipare alla prossime elezioni. Non so a memoria quanti dovrebbero essere i potenziali elettori per aggiudicarsi una maggioranza capace di governare. Sono cmq certo che i numeri ci potrebbero essere fra i non votanti, i grllini pentiti, ecc.

    Ora, pensate che questa nuova coumunità di elettori – che odia l’attuale Sistema con tutte le proprie forze – ecco… pensate che sarebbe “compatta” e unita nel combattere i “criminali” ?. Vi basta andare con la mente a pensare a – su un medesimo argomento anche di quelli di base come ad esempio se stampare moneta per il walfare , se uscire da l’euro o no, sul nucleare, sul lavoro (ichino) – quanti post sono a favore, e quanti sono contrari e credo sia chiaro che mettiamo su 10 milioni di elettori ce ne sarebbero 5 milioni sul SI alla modifica, 3 sul NO alla modifica e 2 fifty fifty
    .

    Secondo me sta nella natura dell’uomo, nel profondo della natura, nell’IO questa impostazione di fronda innata verso le “scelte” e le soluzioni dell'”altro”. Io sono io e non mi sta bene quello che l’altro dice o fa. E sopratutto il potere di decidere lo voglio per me.

    Tutto questo non per scagionare o scusare le “malefatte” della Chiesa che sono tante. Ma alla fin fine alla maggioranza di noi glie’ sta’ bene che le cose vadano avanti così. Almeno questo è quello che penso.

  • Santos-Dumont

    L’unica chiesa che illumina è quella che brucia. – Pëtr Alekseevič Kropotkin

  • grillone

    anche se barnard non ha tutti i torti, monti non è altro che la continuazione di una politica in atto da decenni!! andavano scomunicati prima, questi signori. svegliarsi ora è tardi

  • oggettivista

    Peccato che molti “ricchi” stiano portando i loro capitali all’estero. Evidentemente l’autore dell’articolo conta balle!!!
    Tassare i ricchi sortisce questi effetti ed il governo Monti ha cercato di limitare i danni evitando di colpire pesantemente questo ceto sociale.

    Era necessario “fare cassa” inasprendo nell’immediato la pressione fiscale perchè il popolo italiano quando andava in pensione dopo 12, 18 anni di lavoro (vedi pensioni baby e cassintegrazione) IGNORAVA IDIOTAMENTE che stava caricando le future generazioni di un peso insostenibile. Adesso c’è chi sta provando a porre rimedio a questa situazione e la plebaglia in questione si arroga il lusso di gettare fango contro l’unica classe politica responsabile che questo Paese abbia mai espresso.
    Davvero non ho parole rispetto alla stupidità sconcertante che caratterizza la plebaglia italiota!!!

  • karson

    quoto! questi appoggiano monti anche perché nn gli fa pagare l’imu (e nn solo sui luoghi di culto) come tutti abbiamo potuto vedere.. la chiesa è in linea con monti: togliere ai poveri e lasciare ai ricchi.. infatti la chiesa ha infinite risorse e ricchezze ma nn paga l’imu neanche sugli immobili che nn hanno nulla a che vedere ( che anzi vengono usati a fini commerciali) con i luoghi di culto. Speriamo solo che gli Italiani aprano gli occhi, ma ho i miei dubbi..

  • Giovina

    Toh…uno piu’ crudele di Monti il quale almeno loda la nostra non resistenza, a differenza degli indisciplinati greci e spagnoli…

    Che disgraziati e ingrati che siamo…..Siamo oggettivi, diamine!.: cilicio e digiuno per 20 anni minimo!

  • Giovina

    Ciao Firenze.

    Ovviamente nessuno vuole mettere nello stesso calderone gli onesti e i venduti.
    E’ chiaro che la brava gente c’e’ dappertutto.

    Si parlava pero’ del messaggio politico della Chiesa. Pietro ancora si trova ai canti del gallo.

    Ogni fatto e situazione e’, appunto come tu dici, esattamente la conseguenza di scelte, errori, azioni giuste, opere e…omissioni……ad ogni livello, a ognuno per il suo.

    Tutto questo pero’ non deve rendere sterile o inutile la volonta’ di cambiare quello che si puo’ cambiare.

  • Georgejefferson

    Porta i dati al posto di stronzate demagogiche

    Stime e cifre sul numero di lavoratori in Italia
    Non esiste un dato esaustivo e sicuro del numero complessivo di lavoratori in Italia. Esistono solo stime, più certe sui dipendenti e meno su atipici, precari, ecc.
    L’unica cosa indiscutibile è che nell’ultimo periodo l’occupazione non è aumentata, e quindi non sono aumentati gli occupati.
    Secondo un’elaborazione Censis su dati storici Istat del 2009 il totale sarebbe di 23.025.000 lavoratori, suddivisi tra i 5.959 autonomi e a progetto e i 17.446
    dipendenti a tempo determinato e indeterminato. A loro volta questi sono suddivisi tra i 3.311.795 (secondo la Ragioneria generale dello Stato scesi a
    3.253.097 nel 2010) del pubblico impiego e i 14.134.205 del privato. Questo dato è stato sostanzialmente confermato in questi giorni, pur con un leggero
    ribasso, dal “Corriere della Sera” che fissa la cifra a 22.903.000.

    Fonte

    http://www.confsaluniversita.it/files/all_1_not_24_con_tabelle.pdf

    Quanti sono i pensionati in Italia? Circa 13,8 milioni quelli Inps (l’85% del totale) a cui se ne deve aggiungere un altro 15 percento per un totale che sfiora i 16 milioni.

    Fonte

    http://www.newseconomia.com/quanti-pensionati-ci-sono-in-italia/

    QUINDI ABBIAMO CIRCA 23 MILIONI DI LAVORATORI ATTIVI CONTRO 16 MILIONI DI PENSIONATI

    DA YAKOVIEV

    Si va avanti da anni giustificando le controriforme del sistema pensionistico con il fatto che in Italia “la popolazione sta diminuendo” e quindi il sistema a ripartizione non è sostenibile, e di conseguenza le pensioni devono diminuire sia introducendo, come è stato fatto, il sistema a capitalizzazione, sia istituendo le pensioni integrative e i fondi pensione privati (che nonostante tutto fino ad ora sono stati un flop), sia aumentando l’età pensionabile, diminuendo così il periodo di vita in cui una persona gode della prestazione pensionistica. A parte le considerazioni da fare sulla perequazione, in una Italia che vede pensioni principesche di decine di migliaia di euro al mese a fronte di pensioni di poche centinaia di euro, c’è da dire che qualsiasi ragionamento basato su dati “anagrafici”in realtà è una mistificazione. Il sistema non si regge sull’anagrafe, ma sulla consistenza delle risorse economiche e in particolare sulla consistenza dei fondi, Il Fondo lavoratori dipendenti, quello dei lavoratori autonomi etc. Questi ultimi, in particolare il primo, godono del contributo dei tanti lavoratori cittadini stranieri, che versano i contributi naturalmente in Italia, tant’è che per ora non mostrano segni di crisi, ma che probabilmente li mostreranno nel prossimo futuro in conseguenza dell’onda lunga della crisi economica. Prefigurare una condizione di crisi dei fondi vuol dire accettare e favorire la crisi, non combatterla. In secondo luogo va detto che tutti i contratti atipici istituiti grosso modo dalla metà degli anni 90 in poi hanno sempre comportato l’esenzione o la forte riduzione dei contributi versati alla previdenza pubblica: lo svuotamento dei fondi pensionistici pubblici quindi è stata una politica scientemente perseguita anche per favorire il successo dei fondi privati, in cui tutti, o quasi, sindacati compresi passando per le assicurazioni e le banche, hanno interessi.

  • Georgejefferson

    DA ANTIPROPAGANDA,ESTRATTO DI UN POST CHE CONFUTA APPUNTO LA PROPAGANDA FATTA DA PIERO ANGELA SIMILE ALLA TUA

    Attribuisce esplicitamente la causa del debito a cose come: baby pensionati, grandi opere, “sprechi” e corruzione. Il punto di vista è parziale e ideologico per almeno due motivi:
    Si può essere corrotti, fare opere inutili e garantire baby pensionamenti senza indebitarsi, così come ci si può indebitare senza fare alcuno “spreco”: il debito dipende solo dallo scarto tra tassi di interesse e crescita economica (che a sua volta può dipendere da tanti altri fattori come agganci valutari e politiche monetarie) non dall’eventuale iniquità della tua spesa sociale.
    Di fatto la spesa pubblica complessiva (inclusa la spesa associata a baby pensionati, sprechi, eccetera) in Italia dal 1960 al 1986 è sempre stata (in percentuale di PIL) inferiore alla media europea. Dal 1986 in poi la spesa italiana è solo lievemente superiore alla media ma la parte di spesa che vede l’Italia nettamente al di sopra dell’europa NON è la spesa sociale ma la spesa per interessi. I dati si possono vedere qui. Le motivazioni relative all’aumento improvviso della spesa per interessi (che parte dal 1981) sono – senza ombra di dubbio – attribuibili alla Legge Andreatta approvata nel 1981.

    Ricorre nel documentario la retorica della “credibilità” rispetto ai mercati internazionali alimentando e consolidando l’idea che gli stati debbano sottostare agli umori dei principali istituti finanziari anzichè imbrigliarli con opportune politiche come già accadeva in passato e come secondo alcuni economisti dovrebbe accadere di nuovo.

    Si ripete il luogo comune dell’ “abbiamo vissuto al di sopra dei nostri mezzi” spiegandone il significato in questi termini: fino ad ora in Italia le spese aumentavano più del PIL. Va bene la semplificazione ma nel farla in questo modo sta nascondendo dettagli importanti che mettono in discussione la tesi che vuole sostenere: a parità di pressione fiscale chiaramente un aumento di spesa superiore al PIL – e quindi alle entrate – produce una riduzione del saldo tra entrate e uscite, quindi deficit e quindi debito, in questo senso l’affermazione ha perfettamente senso, tuttavia Piero Angela lascia intendere che fino ad oggi noi abbiamo vissuto con questo saldo in perenne deficit, il che è falso: il saldo primario (al netto della spesa per interessi) è sempre stato positivo dal 1992 in poi come mostra questo grafico:

    VEDI AL LINK

    http://antipropaganda-lordbeotian.blogspot.it/2012/12/piero-angela-e-il-tunnel-della-crisi.html

  • Giovina

    Giusto George…….anche un po’ di obiettivita’ non guasta…..tenuto conto che nemmeno uno puo’ prendere per buono qualsiasi soggettiva opinione spacciata per oggettiva…..

  • Cataldo

    Condivido la critica “editoriale” ma questa forza che si oppone ad una presunta “degenerazione dei costumi”, qualsiasi cosa significhi l’espressione, fatico a vederla.

  • RicBo

    Paolo, se speri in figure come Gallo e Zanotelli, cioè uno sguaiato finto ribelle e un rincoglionito entrambi senza nessun potere, stiamo freschi. Se la Chiesa avesse davvero timore di loro, ne sarebbero già fuori, con le buone come hanno fatto con i teologi della liberazione o con le cattive come fecero con Romero.

  • nuvolenelcielo

    divertente che chi ripete a pappagallo tutte le falsità mainstream si chiami “oggettivista”

  • anglotedesco

    L’Italia è a rischio default.Intervenga Ratzinger!!! (2 parte)…http://anglotedesco.blogspot.it/2012/12/litalia-rischio-defaultintervenga_30.html