Home / ComeDonChisciotte / QUESTIONARIO MONTI (PREGO RESTITUIRE CON LE RISPOSTE ALLE DOMANDE)

QUESTIONARIO MONTI (PREGO RESTITUIRE CON LE RISPOSTE ALLE DOMANDE)

DI MARCO DELLA LUNA
marcodellaluna.info

1-Monti è sempre stato sostenitore del modello neoliberista dell’economia, della privatizzazione, della finanziarizzazione, della libertà per le banche; questo modello ha portato a determinati sviluppi, rovinosi e pericolosissimi. Ha dichiarato di essersi ravveduto, dopo le negative esperienze degli ultimi anni, e di aver cambiato il proprio modello economico.

Vero o falso?

2-E’ razionale l’incaricare di risolvere la crisi un economista che si è speso, sia come studioso che come operativo, per il modello neoliberista e per la grande finanza?

Sì/No3-Monti è stato, come Draghi e Prodi e Papademos e Vincenzo Visco e Gianni Letta, alto funzionario di Goldman Sachs, indicata da molti come principale responsabile e profittatrice delle speculazioni e delle scorrettezze contabili che hanno prodotto l’attuale disastro; è membro del Bilderberg e della Trilateral.

Vero o falso?

4-Monti nega di essere affiliato ai poteri forti.

Mente o non mente?

5-Si può rendere efficiente la spesa pubblica e risanare i conti dello stato senza eliminare il sistema di clientele e di privilegi dei partiti politici?

Sì/No

6-Si può eliminare il sistema di clientele e di privilegi dei partiti politici e al contempo ottenere la loro fiducia in parlamento e il loro dichiarato appoggio a tutti i livelli?

Sì/No

7-Tutti i partiti parlamentari, tranne la Lega, hanno dichiarato di aver fiducia nel governo Monti, senza nemmeno che questi avesse esposto un piano di azione. Lo hanno fatto perché Monti li ha persuasi di avere strumenti idonei a risolvere le difficoltà del paese, diversamente dai suoi predecessori, oppure perché li ha persuasi che riempirà la mangiatoia partitocratica della spesa pubblica con nuove tasse spremute dai cittadini?

Primo/Secondo

8-Questo parlamento, costituito prevalentemente da nominati non scelti dal popolo, e in cui le maggioranze elette cambiano o si reggono sul consenso comperato di parlamentari della minoranza, rappresenta o non rappresenta il popolo, ed è qualificato per legittimare un governo non uscito dalle urne ma nominato dal capo dello stato su pressione di altri stati e dei mercati?

Sì/No

9-La presenza di molti sottosegretari di area dei partiti che sostengono Monti in parlamento, è indice che Monti si sia impegnato a preservare la partitocrazia, o a eliminare il suo sistema di clientele e privilegi?

Primo/Secondo

10-Le prime misure adottate dal governo Monti, ossia le misure per Roma capitale, per l’innalzamento dell’età pensionabile, per il ritardo della pensione di anzianità e per la reintroduzione dell’Ici erano le più urgenti?

Sì/No

11-Colpiscono i grandi patrimoni?

Sì/No

12-Sono riforme strutturali idonee a rilanciare la produzione e i consumi?

Sì/No

13-Sono misure idonee a far sì che il sistema bancario riprenda ad erogare credito?

Sì/No

14-Sono misure di tipo nuovo, o continuazione di politiche già adottate in passato?

Primo/Secondo

15-Sono misure idonee a risolvere i problemi di fondo, o a far cassa per tirare avanti qualche tempo?

Primo/Secondo

16-Se Monti mancherà gli obiettivi per cui è stato messo su dal Quirinale, Monti dovrebbe dimettersi?

Sì/No

17-In caso positivo, con lui dovrebbe andarsene anche Napolitano, dato che si è assunto la responsabilità politica di nominare un premier diverso da quello scelto dagli elettori in forza della vigente legge elettorale?

Sì/No

18-Le esenzioni fiscali per le attività commerciali e le proprietà commerciali degli enti ecclesiastici costano allo stato tra i 6 e gli 8 miliardi l’anno, e Monti non ha parlato di toglierle, mentre inasprisce le tasse per i contribuenti non privilegiati. Ciò indica che egli dipende ed è condizionato dal voto dei partiti clericali?

Sì/No

19-Visto che il rischio di tracollo dell’Euro è ritenuto elevato da molte banche e molti governi, che si preparano per questo evento, il governo dovrebbe avere un piano B, per il caso che si debba uscire dall’Euro, o che l’Eurozona si spezzi?

Sì/No

20- La scelta di Monti e di Napolitano di non parlare al popolo di questa possibilità, delle sue eventuali conseguenze, delle contromisure opportune, è rispettosa del popolo e delle regole democratiche?

Sì/No

21-Il grosso dell’evasione fiscale passa per i pagamenti in contanti oppure attraverso canali bancari internazionali come Euroclear e Clearstream?

Primo/Secondo

22-La proibizione di pagamenti in contante sopra i 300 Euro ha il fine di combattere l’evasione fiscale o di far guadagnare di più le banche attraverso le commissioni sui pagamenti e di mantenere più alti i depositi, quindi loro liquidità, disincentivando l’uso del contante?

Primo/Secondo

23-E’ questa l’unica misura del governo Monti per sanare la grave situazione di illiquidità e incapacità ad erogare credito in cui versa complessivamente il sistema bancario italiano?

Sì/No

24-Nella grave e minacciosa condizione in cui si trova la gente, è preferibile che la gente affidi denaro al governo, attraverso tasse più alte, sperando che serva a restare nell’Euro e a equilibrare la finanza pubblica, oppure è preferibile che ogni famiglia trattenga quello che ha per cercare di far fronte alla crisi come meglio ritiene?

Primo/Secondo

25-La Grecia mesi fa ha già fatto il tipo di manovra che Monti si accinge a fare in Italia; si è risanata, ha rilanciato l’economia, ha stabilizzato la propria posizione nell’Euro?

Sì/No

26-Dagli anni ’90, l’Italia ha fatto manovre di risanamento (tasse e tagli) parecchie volte e per centinaia e centinaia di miliardi; questa manovre hanno prodotto risanamento e rilancio?

Sì/No

27-Dagli anni ’50 l’Italia ha fatto investimenti per migliaia di miliardi per far sviluppare il Meridione; questi investimenti hanno fatto sviluppare il Meridione?

Sì/No

28-La storia, dalla Repubblica di Weimar in poi, mostra che le politiche di risanamento di tipo restrittivo producono non risanamento ma recessione. Lo scopo reale di Monti è quindi la recessione.

Sì/No

29-La storia economica mostra che le fasi di crescita sono avviate dalla ripresa dell’edilizia, e quelle di recessione dal calo dell’edilizia; attualmente l’edilizia è in forte calo e il mercato immobiliare è molto basso e in peggioramento. Ciò premesso, una tassazione (Ici, patrimoniale) sugli immobili favorirà la ripresa o la recessione?

Ripresa/Recessione

30-E’ credibile Monti quando afferma che le misure che intende adottare siano capaci di rilanciare il paese?

Sì/No

31-In conclusione, complessivamente, ritenete che l’azione del governo Monti sia diretta alla ripresa dell’Italia, o alla sua recessione?

Ripresa/Recessione

32-Ritenete che, in caso di rottura dell’Euro, le nuove tasse imposte per restare nell’Euro vadano pagate?

Sì/No

33-Ritenete che, in caso di rottura dell’Euro, l’Italia dovrebbe dotarsi di una moneta propria e di una propria banca centrale, controllata dal parlamento nazionale, e tenuta a finanziare la Repubblica a un tasso sostenibile e idoneo a consentire la crescita e l’occupazione?

Sì/No

Marco Della Luna
Fonte: http://marcodellaluna.info
Link: http://marcodellaluna.info/sito/2011/12/02/questionario-monti/
2.12.2011

Pubblicato da Davide

  • zingaro

    Domande retoriche…

  • Teif

    1- vero
    2- no
    3- vero
    4- mente
    5- no
    6- no
    7- primo
    8- no
    9- primo
    10- no
    11- no
    12- si
    13- si
    14- secondo
    15- primo
    16- si
    17- si
    18- si
    19- si
    20- no
    21- secondo
    22- secondo
    23- si
    24- secondo
    25- no
    26- no
    27- no
    28- si
    29- recessione
    30- no
    31- recessione
    32- no
    33- si

  • Kazonga

    Forse, ma messe in fila una dopo l’altra descrivono molto bene la situazione folle in cui siamo finiti.

    Inoltre, forse, leggendole quelli che ancora credono che Monti sia stato messo lì per “risanare il paese” qualche domanda se la inizieranno a porre…

  • dana74

    chissà se il buon Ezio Mauro ne porrà almeno una diecina di queste, probabilmente no dato che è più specializzato in domande stile Novella 2000.

    “4-Monti nega di essere affiliato ai poteri forti.

    Mente o non mente?”

    Non mente, sono solo filantropi che si riuniscono per prendere il tè insieme.

  • Kazonga

    Tutte giuste, tranne la prima 😉

  • jayadeva

    I migliaia di miliardi spesi apparentemente spesi per il Sud hanno ingrassato le aziende del Nord. Ora che l’Italia intera sta diventando il mercato e la colonia per la Germania (quello che il sud è stato per il nord per 150 anni) ci si aspetterebbe che certe minchiate non venissero più affermate

  • Onilut

    Questo articolo è un Manifesto.

  • maremosso

    Balle. I miliardi spesi al Sud hanno ingrassato Roma e il Sud punto e a capo togliendo risorse da investire al Nord. Perchè i poveri sfruttati abitanti di Roma e del meridione visto che a Tuo dire stanno così male e sono così sfruttati non tentano di andarsene fuori dai c…… fondando un movimento per ottenere l’indipendenza ?
    Tra moglie e marito chi chiede il divorzio è chi si trova male.

  • ROE

    Questo articolo è un invito ad agire. Ma. purtroppo, non servirà.

  • oldhunter

    Questo articolo, se ne condividiamo i contenuti, ci invita a superare ogni divisione e ad unirci in una lotta concreta…

  • zingaro

    Hai ragione, la mia non voleva essere una risposta data con altezzosità. Ma con l’amaro nel cuore.

  • Affus

    come le 95 tesi di Lutero affisse alla porta della chiesa di Wittenberg

  • xl_alfo_lx

    Il movimento indipendentista tipo quello siciliano? E come mai è stato concesso lo Statuto prima che si formasse la Repubblica? Perchè l’Italia SPA aveva interesse a che la Sicilia rimanesse incollata all’Italia? Ovviamente per la stessa ragione perchè ci avete libbberatiii! Hanno speso tempo soldi e denaro per prendersi una palla al piede! So fratell’a noi!

  • Affus

    9-La presenza di molti sottosegretari di area dei partiti che sostengono Monti in parlamento, è indice che Monti si sia impegnato a preservare la partitocrazia, o a eliminare il suo sistema di clientele e privilegi?

    Questo punto poi è da incorniciare perchè qui Marco sottolinea la neccessità di eliminare TUTTI i partiti e lA PARTITOCRAZIA COME PRESSUPPOSTO INDISPENSABILE A OGNI VERA RIFORMA,altrimenti è inutile allambiccarsi il cervello sulle cose giuste da fare per uscire dalla crisi.

  • domenico1

    DI MARCO DELLA LUNA
    marcodellaluna.info

    1-Monti è sempre stato sostenitore del modello neoliberista dell’economia, della privatizzazione, della finanziarizzazione, della libertà per le banche; questo modello ha portato a determinati sviluppi, rovinosi e pericolosissimi. Ha dichiarato di essersi ravveduto, dopo le negative esperienze degli ultimi anni, e di aver cambiato il proprio modello economico.

    falso

    2-E’ razionale l’incaricare di risolvere la crisi un economista che si è speso, sia come studioso che come operativo, per il modello neoliberista e per la grande finanza?

    No

    3-Monti è stato, come Draghi e Prodi e Papademos e Vincenzo Visco e Gianni Letta, alto funzionario di Goldman Sachs, indicata da molti come principale responsabile e profittatrice delle speculazioni e delle scorrettezze contabili che hanno prodotto l’attuale disastro; è membro del Bilderberg e della Trilateral.

    Vero

    4-Monti nega di essere affiliato ai poteri forti.

    Mente

    5-Si può rendere efficiente la spesa pubblica e risanare i conti dello stato senza eliminare il sistema di clientele e di privilegi dei partiti politici?

    No

    6-Si può eliminare il sistema di clientele e di privilegi dei partiti politici e al contempo ottenere la loro fiducia in parlamento e il loro dichiarato appoggio a tutti i livelli?

    No

    7-Tutti i partiti parlamentari, tranne la Lega, hanno dichiarato di aver fiducia nel governo Monti, senza nemmeno che questi avesse esposto un piano di azione. Lo hanno fatto perché Monti li ha persuasi di avere strumenti idonei a risolvere le difficoltà del paese, diversamente dai suoi predecessori, oppure perché li ha persuasi che riempirà la mangiatoia partitocratica della spesa pubblica con nuove tasse spremute dai cittadini?

    Secondo

    8-Questo parlamento, costituito prevalentemente da nominati non scelti dal popolo, e in cui le maggioranze elette cambiano o si reggono sul consenso comperato di parlamentari della minoranza, rappresenta o non rappresenta il popolo, ed è qualificato per legittimare un governo non uscito dalle urne ma nominato dal capo dello stato su pressione di altri stati e dei mercati?

    No

    9-La presenza di molti sottosegretari di area dei partiti che sostengono Monti in parlamento, è indice che Monti si sia impegnato a preservare la partitocrazia, o a eliminare il suo sistema di clientele e privilegi?

    Primo

    10-Le prime misure adottate dal governo Monti, ossia le misure per Roma capitale, per l’innalzamento dell’età pensionabile, per il ritardo della pensione di anzianità e per la reintroduzione dell’Ici erano le più urgenti?

    No

    11-Colpiscono i grandi patrimoni?

    No

    12-Sono riforme strutturali idonee a rilanciare la produzione e i consumi?

    No

    13-Sono misure idonee a far sì che il sistema bancario riprenda ad erogare credito?

    No

    14-Sono misure di tipo nuovo, o continuazione di politiche già adottate in passato?

    Secondo

    15-Sono misure idonee a risolvere i problemi di fondo, o a far cassa per tirare avanti qualche tempo?

    Secondo

    16-Se Monti mancherà gli obiettivi per cui è stato messo su dal Quirinale, Monti dovrebbe dimettersi?

    17-In caso positivo, con lui dovrebbe andarsene anche Napolitano, dato che si è assunto la responsabilità politica di nominare un premier diverso da quello scelto dagli elettori in forza della vigente legge elettorale?

    18-Le esenzioni fiscali per le attività commerciali e le proprietà commerciali degli enti ecclesiastici costano allo stato tra i 6 e gli 8 miliardi l’anno, e Monti non ha parlato di toglierle, mentre inasprisce le tasse per i contribuenti non privilegiati. Ciò indica che egli dipende ed è condizionato dal voto dei partiti clericali?

    19-Visto che il rischio di tracollo dell’Euro è ritenuto elevato da molte banche e molti governi, che si preparano per questo evento, il governo dovrebbe avere un piano B, per il caso che si debba uscire dall’Euro, o che l’Eurozona si spezzi?

    20- La scelta di Monti e di Napolitano di non parlare al popolo di questa possibilità, delle sue eventuali conseguenze, delle contromisure opportune, è rispettosa del popolo e delle regole democratiche?

    No

    21-Il grosso dell’evasione fiscale passa per i pagamenti in contanti oppure attraverso canali bancari internazionali come Euroclear e Clearstream?

    Secondo

    22-La proibizione di pagamenti in contante sopra i 300 Euro ha il fine di combattere l’evasione fiscale o di far guadagnare di più le banche attraverso le commissioni sui pagamenti e di mantenere più alti i depositi, quindi loro liquidità, disincentivando l’uso del contante?

    Secondo

    23-E’ questa l’unica misura del governo Monti per sanare la grave situazione di illiquidità e incapacità ad erogare credito in cui versa complessivamente il sistema bancario italiano?

    No

    24-Nella grave e minacciosa condizione in cui si trova la gente, è preferibile che la gente affidi denaro al governo, attraverso tasse più alte, sperando che serva a restare nell’Euro e a equilibrare la finanza pubblica, oppure è preferibile che ogni famiglia trattenga quello che ha per cercare di far fronte alla crisi come meglio ritiene?

    Secondo

    25-La Grecia mesi fa ha già fatto il tipo di manovra che Monti si accinge a fare in Italia; si è risanata, ha rilanciato l’economia, ha stabilizzato la propria posizione nell’Euro?

    No

    26-Dagli anni ’90, l’Italia ha fatto manovre di risanamento (tasse e tagli) parecchie volte e per centinaia e centinaia di miliardi; questa manovre hanno prodotto risanamento e rilancio?

    No

    27-Dagli anni ’50 l’Italia ha fatto investimenti per migliaia di miliardi per far sviluppare il Meridione; questi investimenti hanno fatto sviluppare il Meridione?

    No

    28-La storia, dalla Repubblica di Weimar in poi, mostra che le politiche di risanamento di tipo restrittivo producono non risanamento ma recessione. Lo scopo reale di Monti è quindi la recessione.

    29-La storia economica mostra che le fasi di crescita sono avviate dalla ripresa dell’edilizia, e quelle di recessione dal calo dell’edilizia; attualmente l’edilizia è in forte calo e il mercato immobiliare è molto basso e in peggioramento. Ciò premesso, una tassazione (Ici, patrimoniale) sugli immobili favorirà la ripresa o la recessione?

    Recessione

    30-E’ credibile Monti quando afferma che le misure che intende adottare siano capaci di rilanciare il paese?

    No

    31-In conclusione, complessivamente, ritenete che l’azione del governo Monti sia diretta alla ripresa dell’Italia, o alla sua recessione?

    Recessione

    32-Ritenete che, in caso di rottura dell’Euro, le nuove tasse imposte per restare nell’Euro vadano pagate?

    No

    33-Ritenete che, in caso di rottura dell’Euro, l’Italia dovrebbe dotarsi di una moneta propria e di una propria banca centrale, controllata dal parlamento nazionale, e tenuta a finanziare la Repubblica a un tasso sostenibile e idoneo a consentire la crescita e l’occupazione?

    Marco Della Luna

  • Giancarlo54

    Bellissimo post. Chi ha risposto nel medesimo modo, e ritengo che siamo in tanti, dovrebbe chiedersi se ha ancora un senso dividersi per schieramenti passati, morti e defunti.